Il paese al contrario. Bersani copre da giorni Roma di manifesti illegali evadendo le tasse e nessuno dice niente; Renzi compra regolari pagine di pubblicità sui giornali e parte un esposto

29 novembre 2012




Davvero, succede in Italia a margine delle demenziali Primarie del Centrosinistra. State a sentire. Visto che il regolamento della competizione vieta la pubblicità a pagamento, allora il candidato usatosicuro Bersani ha  pensato bene di fare pubblicità non a pagamento: illegale, abusiva, illecita, pirata. Evadendo le tasse del Comune di Roma e inondando tutta la città di ridicoli e patetici manifesti in cui si invitava il popolino a "cambiare l'Italia" dal pulpito di uno stupido manifesto fuorilegge.
Sono giorni che la capitale è sottoposta a questo incartamento ad opera del bel noto racket degli attacchini di cui i politici si servono impuniti da sempre, ma il colmo si è raggiunto oggi quando il gruppo di Renzi ha comprato una pagina pubblicitaria sui quotidiani (tutto sommato piuttosto sobria e dalla quale non si evince nessuna indicazione di voto a Renzi in particolare, bensì comunicazioni di servizio sulle primarie in generale, la potete vedere qui sopra e diteci voi quale tipo di comunicazione preferite se questa o quelle più in alto): beh apriti cielo, il regolamento vieta pubblicità a pagamento -ma non affissioni pirata nel Centro Storico della capitale del paese evidentemente- e pare stiano partendo esposti contro Renzi da parte dei sostenitori di Bersani.
Non capiamo perché Renzi non risponda utilizzando queste foto che mettiamo volentieri a disposizione. Non per difendere Matteo Renzi, che ci convince poco come poco ci convincono tutti i politici attualmente in lizza, sia a destra che a sinistra che al centro (per tacere di Peppegrillo!), ma solo per riaffermare la necessità, nostra, di vivere in una città normale, che non venga utilizzata come bacheca da questi prepotenti che, non contenti di farci bivaccare in un contesto fortemente degradato e privo di paragoni al mondo, ci spiegano pure che è così che vogliono cambiare l'Italia!
Per una volta c'è un candidato che (sebbene, pur chiedendo subito scusa, sia caduto anche lui sulla piazza romana nel vizio delle affissioni abusive quando fece un comizio qualche tempo fa) utilizza i mezzi contemporanei -e puliti- per comunicare, ovvero il web e le inserzioni regolari, e cosa succede? Succede che il candidato che invece usa i mezzi "tradizionali" (ovvero quelli fuorilegge) gli fa esposto? Ma andiamo...

10 commenti | dì la tua:

Alex ha detto...

Siamo veramente alle comiche!

Povero Renzi!

L'ariete ha detto...

Non che Bersani abbia ragione (in grassetto per ebitare fraintendimenti), ma quella di Renzi e pubblicità ingannevole /dato che non è vero che chi non ha votato al primo turno può farlo al secondo semplicemente richedendo la registrazione - e lo sappiamo tutti, visto che ci stanno sfinendo dai giorni su tutti i media) e l'esposto riguarda quello.
Non ha a che vedere con il mezzo usato, ma con il messaggio veicolato.

Alex ha detto...

Già il fatto che esista un secondo turno è stato fatto appositamente per veicolare i voti di Vendola/Tabacci/Puppato su Bersani quando Renzi era dato in vantaggio su Bersani.

In America il secondo turno delle primarie esiste?

E poi è assolutamente possibile iscriversi se si prova l'impossibilità ad andare al seggio a registrarsi.

L'ariete ha detto...

Esatto:"se si prova l'impossibilità ad andare al seggio a registrarsi. ", più o meno.
Peccato che questa parte si siano scordato di scriverla nella pagina pubblicitaria... ;)

Comunque il mio intervento non voleva entrare nel merito dell eprimarie (che per quanto me ne frega di scegliere tra Renzi e Bersani), ma cercare di fare chiarezza sull'esposto, da quanto appreso dai tg di oggi.

tari cone ha detto...

"... per tacere di peppegrillo" complimenti, con questi cadaveri ambulanti che ci stanno rovinando, non trovi di meglio che prendertela con peppegrillo che non è mai stato seduto, e non lo potrà mai essere, su uno scranno del potere. sei proprio come bersani (spero che la comparazione ti offenda almeno un po')

Anonimo ha detto...

La vecchia politica attacchina, i poteri forti, i riommanimedi (47%) stanno tutti dalla parte di Bersani, alla fine gli piacciono le cose così come sono ora, contenti loro.

Anonimo ha detto...

Veramente fuori contesto il tuo "....Peppegrillo".

mi devi spiegare che diavolo c'entra con quei catafalchi che hai menzionato.

Proprio una forzatura. Ordini dall'alto?

Tonelli ekkekkazzo, mi fai questi blog meravigliosi (dico sul serio), e poi a forza ci butti dentro una pataccata cosi'.

Anonimo ha detto...

Quando il M5S inizierà a imbrattare Roma in questo modo immondo avrai forse anche tutte le ragioni di sfottere pure Grillo, fino a quando non accadrà magari evitare....
Ma certo alla fine meglio Bersanone, che si poterà dietro la "freschezza" di personaggi come D'Alema, Bindi e Fioroni!

Anonimo ha detto...

La pubblicità è leggermente tendenziosa (che è l'anima della pubblicità) ma non è ingannevole. Rimanda infatti ad un sito dove c'è un apposito campo dove si deve "giustificare" l'assenza di domenica scorsa. Per cui se uno segue le istruzioni dell'inserzione capisce benissimo che deve giustificarsi. PS: ricordiamoci le polemiche che ci furono quando renzi attaccò i manifesti abusivi e chiese scusa. Non mi pare ci siano le stesse polemiche (a parte su romafaschifo) per i manifesti del PD romano o di bersani

Anonimo ha detto...

E' legittimo avere preferenze per renzi, bersani, berlusconi, grillo o chi vi pare a voi. Anche non avere preferenze per nessuno, come dice il blogger, è legittimo. Quello che assolutamente è da condannare, cosa sulla quale è necessario essere tutti d'accordo, sono questi comportamenti coatti e prepotenti delle foto. Chiunque li compia, e a maggior ragione se è qualcuno al quale vogliamo dare la nostra fiducia.

ShareThis