Dedicato a tutti i poveri di comprendonio che sono andati a votare alle primarie. Teatrino per marionette atto a legittimare l'esistenza di mostri banditeschi come il PD. Leggete cosa è successo sabato, durante il Decoro Day

26 novembre 2012






Sabato 24 si è svolto all'Aurelio l'XI decoro day assieme all'8° Clean-up. Con l'aiuto dell'Ama ed il supporto dei Pics abbiamo ripulito strade, piantato un albero, cancellato scritte sui muri e defisso manifesti abusivi. Tante le associazioni ed i cittadini presenti, venuti anche da altri quartieri, molti i residenti che chiedevano informazioni su quanto stava accadendo, insomma dal nostro punto di vista una bella giornata di impegno civico ed è stato bello vedere tante divise diverse lavorare assieme per ridare un po' di dignità a questa povera città.

Ci sono state però anche delle critiche con le quali dobbiamo confrontarci come "movimento antidegrado" in quanto per migliorarsi è molto importante ascoltare anche il punto di vista degli altri. Inoltre non è la solita critica che talvolta ci fa il traslocatore od il centro sociale quando facciamo queste operazioni ma viene da un importante partito nazionale, quindi da tenere doppiamente in considerazione. Infatti molti tra i manifesti rimossi sabato dagli arredi urbani (affissi il giorno precedente) appartenevano al PD. Il responsabile del circolo PD Aurelio è venuto di persona a spiegarci che con tali azioni impedivamo il diritto ai cittadini ad essere informati su dove era possibile votare per le primarie. Ha spiegato inoltre che il bollo non è necessario in quanto esiste un vuoto normativo in materia di affissioni a causa del quale il PD Roma, tramite i suoi avvocati, non ha pagato finora un euro di multa. Inoltre la necessità di affiggere anche al di fuori degli spazi previsti è nata dall'emergenza delle primarie. Ha comunque garantito che tali affissioni, presenti per tutto il quartiere, verranno rimosse terminata l'emergenza. Naturalmente quanto da me riportato come persona presente alla conversazione può essere stato frainteso, il circolo PD che ci legge per CC, ha naturalmente la possibilità di rettificare o meglio specificare il tutto. E' importante naturalmente che su questi temi ci sia la massima chiarezza in quanto se il movimento andidegrado vuole porsi come interlocutore con i partiti per promuovere la tematica del decoro in città sappia precisamente le intenzioni di ciascuno. A titolo di cronaca, il giorno successivo le affissioni tolte sono state rimesse (non rimosse).
Stefano Bolognesi


*Caro Stefano, auguriamoci che tu abbia fraintesi, ma temiamo proprio di no. Semmai è questa gentaccia (gentaccia che in qualunque paese civile sarebbe in cella, interdetta dal fare attività pubblica) ad aver frainteso non capendo che le leggi vanno rispettate e non esiste alcuna emergenza rispetto a questo. Paesi come la Francia o gli Stati Uniti organizzano primarie da milioni di persone, senza neppure un manifesto fuoriposto. Ma il problema non siamo noi e non è neppure lo squallido responsabile del PD Aurelio. Il problema sono le quattro milioni di perone che invece di lasciare morire nel loro sterco questi personaggi gli dà ancora retta partecipando all'unico gioco democratico al mondo orchestrato da personaggi che si propongono per amministrare un territorio ricoprendolo di degrado.
Visto che sicuramente avete intenzione di dire quello che pensate a questi gentiluomini del PD Aurelio, ecco la mail: 
infopdaurelio@libero.it. Le lettere che spedite mettetele in copia anche qui nei commenti.
-Roma fa schifo

24 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Avrei piacere di capire come mai si criticano tanto le leggi ad-personam salvo poi decidere da se situazioni di emergenza ad-partitum. Che squallore!

Grande risposta di "Roma fa schifo"!
Sottoscrivo in pieno.

Anonimo ha detto...

Sappiamo chi non votare...

ALEX ha detto...

Ma poi votare nei gazebi fa tanto terzo mondo... In America si vota in luoghi chiusi, senza occupare la pubblica strada.

A piazza Zama hanno persino occupato il capolinea ATAC. Con tutto lo spazio che c'è in quella piazza, si doveva dare disagio al trasporto pubblico?

odisseo ha detto...

Stefano Bolognesi e' anzitutto un gran signore eppoi e' talmente appassionato da queste iniziative anti-degrado da mettersi a tappetino (ha utilizzato il termine 'naturalmente' tre volte in tre righe consecutive) pur di non rischiare di creare problemi per la loro continuazione.

Mi prendo allora io la briga di dirgliene quattro al "responsabile del circolo PD Aurelio" della minchia!
Il vuoto non e' normativo ma e' quello che si riscontra nella sua testa bacata di politicuccio di quartiere. E seppur fosse, vi andate ad insinuare nelle pieghe delle norme per disseminare ogni angolo della citta' con le vostre scuregge cerebrali? Se lei considera le primarie del suo partito un'emergenza, allora le auguro di provarla presto un'emergenza vera, di quelle che fanno correre per davvero.
La vostra fortuna e' che al governo della citta' ci sono dei minus habens della vostra stessa pasta, altrimenti vi avrebbero fatto passare il vizietto dei manifesti abusivi a forza di multe salate e pubblici sputtanamenti.
Galvanizzatevi pure per il 'grande successo delle primarie', tanto quando ci saranno le elezioni vere gente come i grillini o qualsiasi altra faccia nuova senza simbolo politico vi spedira' nel dimenticatoio che vi siete meritati, zozzoni farabbutti che non siete altro.
Ma vergognatevi una buona volta, no?

Anonimo ha detto...

Salve,
mi trovo d'accordo con la necessità, in ogni situazione di mantenere e valorizzare il bene pubblico e quindi, in questo caso particolare, non mi trovo d'accordo con l'affissione abusiva di manifesti elettorali e credo che la coalizione di centro sinistra, ovvero il circolo responsabile, dovrebbe fare le proprie scuse ed in qualche modo ripagare la cittadinanza di questo errore.
Detto questo, io credo che intitolare un post dicendo che io, visto che sono stato un cittadino che è andato a votare alle primarie, sono una persona povera di comprendonio e ancor di più una marionetta nelle mani di pupazzari, ecco, questo linguaggio mi porta in qualche modo e istintivamente a bypassare la giusta denuncia che avete fatto per arrivare solo a pensare che questa assoluta non curanza e bassezza nell'uso delle parole qualifica chi le usa come vero figlio del degrado morale in cui l'Italia tutta è impantanata. Così come i fatti anche le parole sono importanti e l'uso che si fa di queste anticipa gli atti che si compiono. Cordialmente Ps: ovviamente mi aspetto non altro che ulteriori insulti a questo mio post ma ci tenevo comunque a dire la mia.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Nessun insulto: semplicemente non si partecipa a manifestazioni che vengono pubblicizzate in maniera illegale. Se si partecipa, si è complici. E si sbaglia!

Anonimo ha detto...

questo succede perchè manca un senso comune sul rispetto delle regole in Italia, per le quali si è portati a non rispettare la legge, soprattutto se è sbagliata o non condivisa. Il problema si potrà risolvere purtroppo solo dopo che una buona fetta di italiani(quella sufficiente a mettere in minoranza e a tacitare questi soggetti, stampa e tv compresi), capirà questi semplici punti, allora si potrà iniziare a ricostruire una società civile. La situazione si protrae ormai da oltre 40 anni dopo i famosi moti poltici (sessantotto), e spero che il cambiamento finalmente avvenga poichè tali condotte sono diramate come un cancro con metastasi nei nostri comportameti e nella nostra società

Anonimo ha detto...

Si attaccano alle norme e non al buon senso. Ma come potranno amministare bene una città se fanno queste porcherie... ho votato per loro ma non lo rifarò domenica

Anonimo ha detto...

E' venuto anche Dumbo (manifesti nell'ultima foto) a protestare per il sacrosanto diritto dei cittadini ad essere informati sull'attività del circo

Anonimo ha detto...

Scusate ma non sono proprio d'accordo, come si fa a dire che non c'è nessun insulto, ripetere una menzogna non ne fa una verità....trascrivo quanto da voi postato: dedicato a TUTTI I POVERI DI COMPRENDONIO......TEATRINO PER MARIONETTE....Cosa invece diversa è dire con altre parole e qui si non insultando che "non si partecipa a manifestazioni che vengono pubblicizzate in maniera illegale. Se si partecipa, si è complici. E si sbaglia!"
Quindi tra le due modalità di espressione c'è una differenza abissale, basterebbe dire scusate sono state usate parole sbagliate e ribadire poi con le parole in seguito usate il concetto e finirebbe lì.
Nel merito comunque, rispettando il suo punto di vista non sono d'accordo, nel quartiere dove io abito, Eur, personalmente non ho trovato manifesti abusivi, anzi, non ho proprio trovato manifesti, l'informazione che ho avuto è stata svolta tramite la rete e tramite un depliant che mi è stato inviato a casa. Quindi, prima di partecipare avrei dovuto fare un magnifico giro di Roma e sincerarmi di come era stata svolta la campagna informativa? O sarei comunque complice visto che non non ho fatto questa perlustrazione? Ribadisco comunque il mio sdegno per la nefasta pratica della cartellonistica abusiva (ma anche quella legale personalmente mi infastidisce). Cordiali saluti

Roma fa schifo ha detto...

Le espressioni sono correttissime. Questi furfanti hanno distrutto la città nei giorni passati, nonostante questo siete andati a votare? Siete dei poveri di comprendonio. E siamo stati pure buoni!

Anonimo ha detto...

Una risposta al post di roma fa schifo.
Capisco il punto; io sono accusato di essere un povero di comprendonio, solo perchè invoco una dialettica più corretta e che non faccia del facile qualunquismo. Complimenti per la classe, evidentemente lei ha avuto un'educazione che non le ha insegnato nulla del rispetto che tanto invoca per questa città, il rispetto che si dovrebbe comunque quando ci si rivolge ad altre persone, di certo la rete aiuta questo urlare in maniera sguaiata e generica e premia in alcuni contesti questi urlatori. Ho sempre trovato corrette molte delle denuncie fatte da questo blog, ma di fronte a tale assoluta mancanza di civiltà ne farò volentieri a meno in futuro. Personalmente le vorrei fornire i miei recapiti visto che esercito la professione di psichiatra da circa 25 anni, credo ne avrebbe bisogno, ma allo stesso tempo sono convinto che viste le sue parole, sprecherei professionalità e tempo. Le auguro una buona vita da un povero di comprendonio ad un povero e basta.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Se dire "poveri di comprendonio" significa "urlare in maniera sguaiata" allora affiggere stupidi manifesti abusivi sul contenitore di abiti usati della Caritas cosa è? Trova tu un aggettivo.

pizzardone ha detto...

"Un asino raglia anche in giacca e cravatta" (Stephen King). "Emergenza primarie" è una stronzata così grossa che nun s'è mai sentita da quanno l'omo invento' er cavallo ;-)

Anonimo ha detto...

Porre dei manifesti abusivi in ogni dove è come ho scritto in precedenza "una pratica nefasta" e quindi coloro che la perpretano sono delle persone non civili. Ma attenzione, un conto è puntare il dito verso situazioni particolari e definite e pretendere che le istituzioni preposte ci tutelino e un conto è buttarla in caciara verso "tutti i poveri e bla bla bla e marionette e bla bla bla"....comunque è evidente che i piani della comunicazione sono inconciliabili se poi si ributta il pallone dall'altra parte facendo passare che io consideri normale e giusta la pratica di cui sopra. Quindi lei o voi continuerete a pensare che io sia un mascalzone e un cretino, il vostro raggionamento ne ha bisogno per la sua stessa esistenza; bene, avete bisogno di un assenso silenzioso da parte di ogni persona che insultate, ecco, lo avrete, tutto quello che dite è vero, tutto quello che dite e pensate è per definizione vero. Tutto quelllo che dite, pensate e siete è vero. Mi scuso e vado a cancellare il link dal mio pc. Ribadisco il buona vita e buon cammino a voi tutti. Auf wiedersehen
Dott. Livolti

Massimiliano Tonelli ha detto...

Livolti lei insiste perché probabilmente si sente in colpa per aver preso parte ad una liturgia di partito organizzata da un partito che si comporta in maniera criminale (CRIMINALE, NON NEFASTA). Ora il suo senso di colpa ci fa piacere, ma lo gestisca anche al di fuori del nostro commentario, altrimenti non se ne esce...

Franco Quaranta ha detto...

Egregio Dott. Livolti
in rete, come nella vita quotidiana, ognuno si esprime con il suo stile e se è vero che la forma è sostanza le chiedo però di restare ai FATTI.
Sono un cittadino del 18° municipio che spesso partecipa ai "decoro days", iniziative di volontariato civico nate SPONTANEAMENTE (ovviamente è libero di non credermi) per reagire alla bruttezza, all'abbandono,all'assalto famelico al patrimonio pubblico.
Ci rivolgemmo inizialmente per trovare sostegno anche alla sezione del PD Aurelio ma senza avere MAI una risposta convincente, una proposta di confronto.
Abbiamo ricevuto invece come ricompensa per il nostro impegno disinteressato CALUNNIE,DILEGGIO E ACCUSE FUORI DAL MONDO.
Se veramente Lei è uno psichiatra dovrebbe sapere, credo, che anche l'armonia e la bellezza del contesto in cui si vive favorisce la salute mentale.
La nostra città affonda sempre più nella BRUTTEZZA, nel DEGRADO, nella PREPOTENZA, nel DISINTERESSE degli amministratori per il PAESAGGIO e L'AMBIENTE e questo si FAVORISCE IL DISAGIO, L'ISOLAMENTO e stati di ANGOSCIA.
Possibile che i "progressisti" non lo capiscano?
Possibile che si dia tanto peso alle espressioni un pò forti del blogger (la pagliuzza) e non si vedano le immense TRAVI che opprimono la socialità e impediscono il benessere individuale e collettivo nei quartieri?
Grazie

Les ha detto...

Avviso chi sta interloquendo con Tonelli, che la parola grossa, i toni alti, fanno parte del suo stile, più o meno condivisibile, con il quale denuncia cose indubbiamente più gravi e inaccettabili di certe offese personali che sono sgradevoli ma che in questo contesto, a volte, possono essere in qualche modo scagionate o perlomeno sopportate.

Io, ad esempio, non sono offeso anche se ho votato alle primarie e non me ne vergogno affatto anzi. Non credo che l'ipotesi di scuola "disertiamo le primarie per far ravvedere il PD sulle affissioni abusive" fosse un'idea fattibile e neanche troppo giusta. Ahinoi si scende a compromessi con la quotidianità di un paese maleducato, incivile e corrotto, anche per cercarlo di cambiare dal suo interno. Come cittadino ed elettore a queste primarie, chiederò conto al "centrosinistra" dei manifesti usati per imbrattare il mio quartiere, dicendogli che non devono farlo più, altrimenti sarò costretto a non votarli e dire di fare altrettanto ai miei conoscenti e parenti che ritengono un discrimine fondamentale il rispetto del decoro urbano.

Anonimo ha detto...

La cosa che più stupisce di questa vicenda è come un partito di opposizione, di fronte ad una attività chiaramente di protesta verso l'amministrazione in carica (perchè è evidente il concetto che se il cittadino sente il bisogno di pulirsi da solo la strada sotto casa è una forma di protesta), ebbene di fronte a questa protesta che qualsiasi opposizione semilucida avrebbe potuto facilmente portare dalla propria parte sia riuscito a conseguire il risultato diametralmente opposto.
Complimenti

Anonimo ha detto...

Basta, per favore! siete pietosi,fate venire nausea e voltastomaco...vi attaccate alla contingenza delle affissioni degli ultimi giorni per scaricarvi la coscienza e dire di non averle viste quando tutti i partiti, PD compreso, da anni praticano questo uso selvaggio dell'affissione abusiva. Volete prenderci per i fondelli e pensare di poter fare le anime pie o cosa?!?.....

Anonimo delle 11:23

Anonimo ha detto...

Basta vedere i risultati delle primarie per capire che al romano medio tutto sommato sta bene la politica attuale, fatta anche di carta e colla. Questi tra 6 mesi saranno al governo della città, non ne usciremo mai.

Anonimo ha detto...

temevo di esserci andato giù un pò pesante con il "responsabile del circolo PD Aurelio" della minchia. e invece il figuro, non essendosi degnato di fornire una diversa rappresentazione dei fatti, implicitamente li conferma, meritandosi quindi ulteriori improperi.
me ne asterrò, avendo ben altro da fare che perdere tempo con un pidocchio destinato alla sparizione politica.i grillini faranno probabilmente ulteriori disastri in questa città, in qualità di tanti apprendisti stregoni, ma vivaddio ci toglieranno dalle palle 'sta gente di merda che ancora fa schifezze in nome del partito.

Anonimo ha detto...

Come farsi un clamoroso autogoal:

http://www.noiroma.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2880:gli-oscar-del-web-per-il-2011&catid=36:articoli&Itemid=69

con tutte le ragioni, uno che è il padrone di questo blog (ne ritira i premi, almeno) e di www.degradoesquilino.com (e ho il sospetto che anche Cartellopoli sia suo, non lo so, ne ho il sospetto, ma la famosa denuncia di sblocco o come cavolo si chiama, fu fatta nome suo), e che scrive qui firmandosi prima col proprio nome (senza mai aver ammesso che questo blog sia suo) e poi com e "Roma fa schifo", e dandosi ragione pure, o sta scherzando o non lo so. A me pare davvero poco trasparente non sapere di chi sono le cose, e trovo sbagliato nno dirlo: si dà l'idea, pure avendo RAGIONE PIENA, di stare ravanando sottobosco. Io lo trovo sbagliato e anzi, sarebbe, cosa buona sapere anche i conti i sto blog. Le donazioni (se ci sono), la pubblicità e quant'altro, cosa producono e che uso se ne fa (carta che canti, non dichiarazioni così tanto per dire). Allora sarebbe sì tutto più corretto, persino gli insulti. Chi porta avanti una battaglia giusta deve essere giustamente difeso, am deve prima dimostrare di meritare difesa !

Anonimo ha detto...

a me pareva invece che, facendo visita a degradoesquilino e spulciando la pagina del blog verso il fondo, si trovasse facilmente un link diretto a Romafaschifo posto in maniera tale che lasciasse facilmente presagire che il proprietario dei due blog fosse il medesimo senza necessità di sbandierarlo ai quattro venti. Ma penso che il proprietario di questo blog sappia difendersi da se anche su critiche più costruttive di questa.

ShareThis