Roma fa schifo anche perché chi costruisce le ciclabili è un mentecatto totale

27 novembre 2012





11 commenti | dì la tua:

Guido Costantini ha detto...

C'è da dire che uno deve lavorare con quello che ha a disposizione. Se il comune non da il permesso di allargare i marciapiedi per far posto alla ciclabile o non sposta i semafori ed i pali (di competenza di una branca burocratica diversa rispetto a quella ch esi occupa di mobilità), che devono fare?

Cosi come le situazioni della penultima foto... la ciclabile è (relativamente) ben fatta, ma a meno di installare una catapulta, non puoi fare nulla contro l'idiota che ci parcheggia sopra (a parte, beh, le catene della bici hanno una parte arrotondata e pesante, i parabrezza si incrinano...).

Tieche ha detto...

Queste oscene ciclabili sono state costruite per raccogliere una manciata di voti e per giustificare un ennesimo sperpero di denaro pubblico. non solo la struttura ma anche la manutenzione è indegna (la ciclabile del tevere a distanza di giorni ancora è piena di fango e sabbia)

Giordano Betrò ha detto...

Ma infatti Roma fa schifo, spesso, perché i romani fanno schifo, fanno schifo le nostre abitudini. Un ciclista non dovrebbe usare la catena contro il vetro, ma chiamare i vigili e pretendere che la macchina del maleducato venga rimossa. Facciamo schifo perché permettiamo che il comune realizzi ciclabili inutilizzabili che si rivelano solo uno spreco di soldi. Ogni ciclista a Roma ha tutta la mia stima.

Alfio ha detto...

aaaah Betro', ma 'ndo vivi?
"chiamare i vigili e pretendere che la macchina del maleducato venga rimossa"???
Seeeeeeee ... e se i vigili non sono d'accordo che fai? Li denunci? E se il giudice non ti da retta che fai?

Da' retta, dopo che c'hai provato un'infinita' di volte a chiamare i vigili, tutte senza successo, prendi la catena e incrini il parabrezza. Ed e' pure giusto cosi'!

Guido Costantini ha detto...

" e se i vigili non sono d'accordo che fai? Li denunci?"

Sei già troppo avanti. L'espressione di volonta del vigile presume che esso a) fosse in zona e di abbia seguito per accertare il fatto o b)che un vigile venga effettivamente mandato su segnalazione telefonica, nel caso non sia presente in zona.

sia a) che b) sono pura fantascienza, avendo provato, negli anni, sicuramente più di un centinaio di volte ed avendo una percentuale di successo di esattamente 0%.

Anonimo ha detto...

prova a rompere il parabrezza di una macchina della municipale. con la stessa catena. poi ne riparliamo.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Tieche, con eccezione di quella che va da via del Baiardo verso nord. Quella della C. Colombo per esempio e uno sputo in faccia a ogni ciclista, inizia nel nulla, attraversa 2 volte la Colombo (!!), fa le curve più impossibili a 90°, è stretta che non passano due biciclette ma dovrebbe servire i due sensi di marcia, attraversa le strade secondarie senza alcuna segnaletica utile per gli automobilisti (è un miracolo che non è ancora scappato il morto, forse perché nessun ciclista con un minimo di cervello usa questo schifo) per poi finire anche dall'altra parte nel nulla. L'amministrazione deve imparare a fare le cose serie e non rubare e pagare ai fannulloni invece di fare le cose vere con quello che è a disposizione.

Anonimo ha detto...

una città de poracci: sciatti, zozzi, ignoranti, cafoni, prepotenti, senza una bricola di senso civico. ce li meritiamo i lavori pubblici fatti a cazzo di cane.

Anonimo ha detto...

a me già mi sembra un miracolo che ci sia qualche pista per le biciclette

Anonimo ha detto...

O.o roba mai vista... ma dove stanno ste ca...ate pazzesche?! semnbrano tratte da una puntata di scherzi a parte|||

Anonimo ha detto...

Concordo con l'anonimo delle 4.43 del 27 nov. questa è una città de poracci! Non c'è speranza!

ShareThis