Il writer Cupo e noi che, se non lo puniscono come si conviene, diventiamo ancor più cupi di lui...

20 novembre 2012
Ma visto che qualche tempo fa lo hanno acchiappato con le manine nella marmellata a fare le foto alle sue pisciatine territoriali, non è il caso di fargli ripagare tutto quello che ha imbrattato?

36 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

che tristezza sto post ,
capisco incazzarsi se imbrattano carrozze nuove (tipo le le caf o eurostar)o i finestrini, ma quelle sono vecchie di 20 anni e non si possono vedere per quanto so brutte ,quindi un pò di colore neanche ci sta male
cosi anche come un muro di cemento
se voi preferite il grigio io preferisco colorato

Massimiliano Tonelli ha detto...

Dicci con precisione quale è il giorno di età compiuto il quale un treno puo' essere imbrattato illegalmente da questi adolescenti annoiati? Il giorno preciso pero'.

Anonimo ha detto...

anonimo delle 6,34 tu non stai bene.

Anonimo ha detto...

FIGLIO DI CANE! MA NON SI PUO' ARRESTARLI??

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 6:34.

I tuoi gusti non sono superiori a quelli degli altri .
Quei treni imbrattati FANNO CAGARE e ( e non si capisce manco che c'e' scritto su quelle pisciate) e solo a Roma- vista la cialtroneria imperante- puoi trovare dei treni della metropolitana ridotti in questo stato pietoso. VIAGGIA UN POCHINO PER IOL MONDO, POI NE RIPARLIAMO...

Anonimo ha detto...

La pena detentiva sarebbe solo un costo in più. Far pagare i danni, questo sarebbe efficace.

Alex ha detto...

Infatti bisogna pressare Roma Capitale e Trenitalia affinché si costituiscano parte civile in giudizio.

Anonimo ha detto...

x novembre 20, 2012 6:45 p.
non lo so che ci trovate di bello nel grigiore del cemento
che da parte dei writer ci siano eccessi è vero, mi incazzo pure io quando imbrattate le carrozze o manufatti nuovi o anche vecchie ma riverniciate.
ma ci sono carrozze dei treni completamente opacizzate e vecchie
che un graffito ci sta pure bene sopra cosi come ci sta bene su un muro grigio

Alex ha detto...

Vi è stato inculcato che il colore grigio è brutto, ma non è così. E' il colore dell'argento. Mai sentito parlare delle frecce d'argento? Mai sentito parlare dell'alluminio satinato? Mai sentito parlare della Freccia Argento?
Apple i suoi macbook di che colore li fa? Grigio.

Oltremodo la maggior parte dei muri di roma sono ocra, porpora, etc. e non mi pare che siano esenti dal fenomeno.

Quella del grigio è solo, l'ennesima, scusa.

Anonimo ha detto...

Una volta lessi un articolo riguardante gli scandali del centrodestra nel Lazio e l'autore citò un episodio simpatico del comico romano Petrolini: durante uno spettacolo una persona lo stava insultando dalla tribuna, e lui gli disse "io non ce l'ho co te, ce l'ho co quello che te sta a fianco che non t'ha ancora buttato de sotto".
Secondo me il concetto è applicabile anche agli writer che imbrattano quotidianamente i treni della metro o i muri delle strade, così come a tutti coloro che causano il degrado a Roma: loro sono una conseguenza, non la causa, di tutto ciò. La causa sta nel menefreghismo della gente e delle amministrazioni. Se ci fosse maggiore interesse, maggiore consapevolezza che viviamo in una società, tutto questo non accadrebbe. Ma solo un cambiamento culturale, che mai avverrà in questo paese, potrà portare un po' di cambiamento.
Giusto che i "Cupo" della situazione vengano puniti, ma perchè nessuno tocca i soggetti che nell'azienda di trasporti pubblici della capitale non si preoccupano minimamente di adottare misure volte ad impedire agli intrusi - non solo writers, ma anche malintenzionati - di entrare nei depositi a far danni?

Anonimo ha detto...

Fin quando giornalisti e politici non capiranno che si tratta di microcriminalità (l'industria del degrado muove milioni d'euro ma solo loro non l'hanno capito) la nostra sarà una battaglia persa in partenza, la mentalità romana è marcia e va rifondata da zero.

Treni sporchi, popoli zozzi.

Rebel Yell ha detto...

Potrebbero nel frattempo fargli passare i prossimi 5 o 6 anni a ripulire tutti i muri che ha imbrattato...

Anthony ha detto...

Vedo che ad alcuni lettori piacciano, ma fatevi imbrattare la vostra intera casa in modo che possiate goderveli 24/7!! Come al solito, i romani sono disposti sempre a perdonare uno, due, tre o quattro infrazioni, per poi incoraggiarne un altro milione, come gli ambulanti, bancarelle, graffiti, e tutto il degrado generale. E propio questa mentalità che fomenta tutto il disordine e sporcizia. Basta eccezzioni. E illegale BASTA!!!

Massimiliano Tonelli ha detto...

Molto belli alcuni concetti espressi. Specialmente quello sul "grigio" e sulle ridicole sciocchezze che alcuni dicono. Purtroppo dopo anni che gli spieghiamo come si vive, ancora abbiamo dei commentatori che ragionano come al supermercato...

Anonimo ha detto...

il fatto è che questa cultura va avanti da quasi mezzo secolo e non sarete voi a fermarla, continueremo a fare ciò che vogliamo dove vogliamo!!

Anonimo ha detto...

4 graffiti di quelli qui sopra sono realizzati su muri legali dove è permesso farli e i treni "sporchi" non sono a Roma ma in calabria. Come sempre si parla a caso e senza avere reale cognizione degli argomenti trattati.

Anonimo ha detto...

pena detentiva per i writers? guardate che è già previsto fino a un anno di reclusione con l'ultima normativa, c'è da chiedersi invece perchè il falso in bilancio sia stato depenalizzato...il principio è sempre lo stesso chi ruba una mela deve pagare chi ruba i miliardi no e voi pecore siete pronte a seguire il dito puntato sul primo capro espiatorio disponibile,qual'è il problema se i treni o i muri vengono colorati?sono più belli forse i cartelloni pubblicitari che ricoprono ogni centimetro di città? è più dignitosa una marca di una tag? ma quando vedete un cartellone con su scritto gucci nessuno si scandalizza mentre se con lo stesso identico carattere ci fosse scritto cupo si, perchè? perchè nessuno gli ha dato il permesso? perchè non ha comprato lo spazio???i cartelloni pubblicitari li mettono fin sulle chiese ma NESSUNO FIATA...SE IL PROBLEMA è L'INQUINAMENTO VISIVO SONO L'UNICO CHE VEDE UN ENORME INCOERENZA??? IL PROBLEMA NON è QUANTO SIANO BRUTTI O BELLI I GRAFFITI MA CHE I GRAFFITARI NON HANNO COMPRATO IL VOSTRO SPAZIO.la città è di tutti no?è questo che si dice a chi la "sporca",in realtà la città e lo spazio è solo di chi ha abbastanza soldi per comprarselo...bella merda

Anonimo ha detto...

ma dico, voi lo sapete che anche la security service che controlla le metropolitane della linea b scrivono sui treni? se scendete in banchina e leggete dottor verga, lulas, o cobra, dovete sapere che sono le guardie che fanno quelle cose. di conseguenza io non andrei tanto a rompere le scatole a Cupo che fa delle cose colorate.. la vostra ignoranza non vi da il permesso di parlare a vanvera, visto che sapete la metà delle cose che si dovrebbero sapere sull'argomento.. fatevi un po di cultura, scendete in banchina, leggete gli articoli e andate a scoprire le cose che non vengono dette da nessuno. poi possiamo aprire n discorso sensato..

Anonimo ha detto...

ah e comunque per precisare la sicurezza della metropolitana di roma abitualmente ai graffitari gli spara, anche ad altezza uomo(ci sono anche già stati dei processi)e se li prende li massacra semplicemente di botte,prima di decidere se poi consegnarli alle forze dell'ordine o lasciarli semplicemente a terra sanguinanti...ma non gliene frega niente a nessuno ,l'informazione non ne parla e alcuni si permettono anche di parlare a caso e fomentare odio quando se si fermassero a riflettere capirebbero di cosa si tratta: ragazzi per lo più tra i 16 e i 25 anni che si limitano a colorare delle scritte sui vagoni della metropolitana(vagoni che non vengono puliti da + di 10 anni,e anche senza le scritte sopra sarebbero come minimo marroni di sporco)e che vengono perseguitati, picchiati e arrestati...provate un po' a pensarci potrebbe essere vostro figlio che è cresciuto in una brutta zona e invece di darsi alla delinquenza ha sviluppato la passione per disegnare scritte sui treni(scritte che comunque anche solo perchè colorate e frutto di un 'impegno crativo, sono comunque a mio avviso più allegre e vivaci di un treno pulito)ora fate un ulteriore sforzo e immaginate vostro figlio che scappa tra i binari della metro con un security dietro che gli spara...non sono scene da film ma la realtà giornaliera di molti writers...se la scena vi piace siete voi che mi fate schifo, se vi smuove qualcosa e vi sembra un ingiustizia rifletteteci

Marta ha detto...

Perché, visto che ci tenete tanto all'aspetto dei treni, invece della bomboletta non vi portate spugna e acqua e pulite lo sporco dai vago-ni? Scriverci sopra non li rende più gradevoli, è solo marciume colorato. Anche perché, fattelo dire, di writers bravi ce ne sono pochi, proprio pochi. E non hanno di certo bisogno dei treni della metropolitana per farsi notare. I veri artisti rispettano la città, le persone e il bene comune.

bubi ha detto...

L'unica pena possibile è staccargli le mani con un colpo netto di mancherebbe.

bubi ha detto...

MACHETE (colpa del correttore automatico...)

Fitzcarraldo ha detto...

semplicemente COMICA l'accusa che non ci si batta contro i cartelloni pubblicitari.
Anonimo mi sa che l'ignorantello 6 tu.
C'è un movimento che si batte da anni ANNI contro la mafia dei cartelloni.
Proprio per difendere la bellezza e il bene comune..lo so è un concetto un pò difficile.
Vorrei tanto, davvero, che mi spiegassi la portata trasformatrice della società dei writers.

Anonimo ha detto...

MASSIMA SOLIDARIETA' ALLE GUARDIE GIURATE CHE MASSACRANO GLI IMBECILLI CHE DEVASTANO I TRENI CHE NON PRENDONO...se davvero lo fanno.

Anonimo ha detto...

Quindi stai dicendo che ci sono delle guardie giurate "trojan horse" che imbrattano i treni?

Comunque non servono i pisciatori seriali per colorare i treni, visto che questi sono già colorati: fino a prova contrario il bianco o l'argento (o silver, visto che vi ispirate agli ammeregani) sono colori.

Anonimo ha detto...

Embè allora se i treni sono in Calabria cambia tutto! Peccato che sto coglione lo hanno preso mentre pisciava a Roma con la fotocamera piena di cacate.

Anonimo ha detto...

Esiste il reato di apologia del fascismo, perchè non introduciamo il reato di apologia di idiozia? Perchè l'anonimo novembre 21, 2012 3:40 p. di idiozie ne ha scritte talmente tante che metà bastano per condannarlo...a pulire il lerciume lasciato su treni e muri di questi 16-25enni che potrebbero essere nostri figli. Miei no, perchè a idioti del genere gli avrei da tempo spezzato i pollici e fatto pulire tutto con la lingua.

Anonimo ha detto...

MASSIMA SOLIDARIETà ALLE GUARDIE CHE MASSACRANO GLI IMBECILLI CHE DEVASTANO I TRENI???
CHE PERSONA SEI PER DIRE UNA COSA DEL GENERE?SI TRATTA DI RAGAZZI CHE DISEGNANO, NON DANNEGGIANO LA FUNZIONALITà DEL TRENO,AL MASSIMO L'ESTETICA E TRA PARENTESI IO STUDENTE DI BELLE ARTI TROVO CHE SE LA GENTE GUARDASSE I GRAFFITI CON UN MINIMO DI ONESTà INTELLETTUALE DIMENTICANDOSI PER UN ATTIMO CHE ODIA I GRAFFITARI SI ACCORGEREBBE CHE DAL PUNTO DI VISTA ESTETICO LA MAGGIOR PARTE SONO MOLTO GRADEVOLI, MA VOI PARLATE DI MASSACRARE SPEZZARE I POLLICI A RAGAZZI CHE DISEGNANO, DOVE CE L'AVETE IL CUORE?? è GIUSTO MASSACRARE LA GENTE? SIETE SOLO DEI FASCISTI E SPERO CHE PRIMA O POI VI TROVIATE DI FRONTE A QUALCUNO ARMATO CHE PENSA CHE SOLO PERCHè è DALLA PARTE DELLA "LEGGE" E VOI STATE FACENDO QUALCOSA DI VIETATO PUò FREGARSENE DELLA LEGGE E UCCIDERVI DI BOTTE...

Massimiliano Tonelli ha detto...

Ma se i graffiti sono così fantastici perché gli unici treni ad ospitarli sono i nostri? Tutte le altre città del mondo sono inferiori a noi? Roma è la capitale creativa del globo? Più di New York? Più di Londra? Più di Berlino? In queste città, piene zeppe di artisti di ogni risma, i treni sono puliti. Orrore. Scandalo. Mi spiegate? Vi prego!

Anonimo ha detto...

aregà, quanto cazzo è bravo cupo, li mortacci delle guardie uinfami che pensano a cioccare gli artisti mentre chiudono entrambi gli occhi davani al parlamentare che ce ruba il futuro e il presente... grazie delle foto e sostegnmo a cupo rba...

Anonimo ha detto...

AVETE CREATO UNA CACCIA ALLE STREGHE PER UNA COSA CHE SE FOSTE PIU' SVEGLI CAPIRESTE CHE ALTRI NON è CHE UN MOVIMENTO CULTURALE DEL NOSTRO SECOLO NELL'ERA DELLA COMUNICAZIONE MENTRE SIAMO SEMPRE PIU' SOLI E MAGARI ASSISTIAMO INERMI AI PESTAGGI DEI NOSTRI FIGLI E AI SUICIDI DI ESSI PERCHè ADDITATI COME OMOSESSUALI....QUELLE SCRITTE CHE VOI ADDITATE COME MERDA SONO LE GRIDA DI UNA GENERAZIONE CHE NON TROVA SPAZIO NELLA VOSTRA OBSOLETA SOCIETA' POST 68INA DEL CAZZO VOI VI RICORDO VI SPARAVATE PER STRADA E METTEVATE LE BOMBE PER LA VOSTRA LIBERTA' PER UN MONDO A MISURA DI GIOVANE E ORA SIETE IL VENTRE MOLLO DI QUESTA SOCIETA' NELLA QUALE VI SIETE MURATI VIVI E NON LASCIATE POSSIBILITA' E SPAZIO ALLE NUOVE GENERAZIONI...ROMA FA SCHIFO PERCHè SIETE VOI GRIGI E SPENTI CITTA' DEL FUTURO COME BERLINO O LA STESSA NEW YORK SUPPORTANO I GRAFFITI E HANNO CREATO UN ECOSISTEMA CIVILE VALIDO E APPREZZABILE...LEVATE LA MALAVITA ORGANIZZATA I CRAVATTARI I MASSONI I PALAZZINARI I POLITICI E GLI SFRUTTATORI DALLA VOSTRA BELLA ROMA E POI VI RIPULIAMO I MURI...PERSONALMENTE FACCIO GRAFFITI DA ANNI E PER ME è STATO UNO DEI MODI,PARADOSSALMENTE PER VOI, PIU' PULITI PER CRESCERE...HO CONOSCIUTO TANTI AMICI CON CUI FARLI TRA I QUALI ANCHE CUPO CHE VOI ADDITATE COME MALE ASSOLUTO...VI POSSO ASSICURARE CHE è PIU' NOBILE E RISPETTOSA QUESTA DISCIPLINA A BASATA SU REGOLE NON SCRITTE MA RISPETTATE...CHE LA VOSTRA BELLA SOCIETA' DI MAGNACCIONI... BELLA P1.

Roma fa schifo ha detto...

A parte che dare dei post-sessantottini ad un blog fatto da persone nate negli ultimissimi anni Settanta (era troppo piccolo addirittura mio padre per fare il Sessantotto, figurarsi) già è una roba da poveri scemi, ma vabbe.

Ma poi io non trovo risposte alle mie domande che faccio da anni: se scrivere sui treni non li danneggia e non ne altera la funzionalità e se, come comprendo, i writer vogliono farsi vedere in giro e i mezzi che si muovono sono perfetti allora perché i writer imbrattano solo i mezzi pubblici risparmiando i mezzi privati? Come mai non vedo mai un suv BMW con un tag sopra? Forse perché a imbrattare una vettura privata si rischia la reazione del proprietario, mentre a imbrattare un mezzo pubblico si rischia ben poco.

Ma poi, soprattutto: se Berlino e New York hanno creato un ecosistema per i graffiti (falso, non ci sono più graffiti in queste due città da trent'anni ormai, siamo rimasti indietro eh?) come mai non riuscirai a trovare neppure dopo ore di ricerca una sola foto di un convoglio della metro imbrattato in una qualsiasi di queste città? Perché le persone a Berlino o a New York sono meno disagiate delle nostre o semplicemente soltanto perché se provi a scarabocchiare un treno della metro di New York ti aprono il culo in due come dovrebbero fare qui e non lo fanno ma noi speriamo che con la nostra opera di sensibilizzazione faranno presto?!

Altra cosa importante: se i graffiti ti aiutano a crescere, come mai non te li fai dentro casa tua? O le pareti dentro casa tua sono bianche e pulite per caso?

Anonimo ha detto...

ROMA FA SCHIFO PERCHE ESISTETE VOI E STO BEL BLOG DE MERDA .. MENTRE PE STRADA A GENTE S AMMAZZA SE BRUCIA VIVA PERCHE NON C HA NA LIRA,I PEDOFILI STANNO IN GIRO E VOI ROMPETE ER CAZZO PE 2 GRAFFITI SUI TRENI.. PUZZATE PROPRIO DE MERDA VOI E LO STATO CHE VA LAVATO IL CERVELLO!!!

Anonimo ha detto...

Concordo in pieno, gli writers, sono solo ignavi cacasotto. Facessero i loro graffiti alla luce del sole, magari sul suv del camorrista di quartiere.

Anonimo ha detto...

A simpaticissimi! Se voi deste spazio ai writers per scrivere "alla luce del sole" e non "nascondersi al buio della notte" , sicuramente farebbero cose più belle, peccato che per i chiusi di mente è complicato capire questo.
Che costa ai comuni, allo stato, dare degli spazi abbandonati, degli edifici scuri e grigi in cui un disegno è appropriato, far disegnare a chi ha voglia di farlo?
Aprite la vostra mente, il mondo va avanti.
Sono più belli i treni zozzi? Che nessuno pulisce? quelli grigi e sporchi di decenni?
invece di lamentarvi fate qualcosa, e alzate il sedere dalla vostra comoda sedia.
Viva i writers e le scritte e i disegni colorati!

Anonimo ha detto...

COSI' DEVE ESSERE ROMA, DISTRUTTA DAI GRAFFITI, "MURO PULITO,POPOLO MUTO" CHE CONTINUASSERO A SCRIVERE, SONO DALLA LORO PARTE.

ShareThis