Girare per il Rione Prati con un passeggino. Immagini terrificanti che mai avremmo voluto pubblicare, la quintessenza della guerra civile che Roma vive ogni minuto: reagiamo!

2 novembre 2012











Ti mando alcune foto di un giorno in cui sono andato a riprendere mia figlia che usciva dal nido 
(inutile dire che è privato vista l'assenza di posti nei nidi di zona).
La zona è quella di Prati intorno Piazza Cavour, le foto sono tutte il giorno 10 settembre, ma la situazione è ogni giorno la stessa.
Questo nonostante l'apertura del nuovo parcheggio in Piazza Cavour che naturalmente al mio passaggio indicava: libero.

Giovanni S.


*Semplicemente non ci sono parole. La risposta è no: non c'è niente di più umiliante. Crescere i propri figli in contesti di prepotenza, sopraffazione, estremo pericolo, puzza, vergogna, violenza. Non c'è nulla di peggio perché questo instilla dei bambini, in coloro che saranno adulti tra 20 o 30 anni e che saranno classe dirigente tra 40 che tutto ciò è la normalità. E' un danno incalcolabile e fa davvero specie, di fronte a questo, che vi sia qualcuno che fa dei distingui quando invitiamo, con forza, i nostri lettori a reagire danneggiando chi si comporta così. Loro cercano ad ogni istante di ucciderci, noi almeno rispondiamo non con una violenza contro le persone (mai), ma almeno contro le cose sì. Una vettura che obbliga un passeggino a fare un giro pericoloso per salire sul marciapiede non può cavarsela così, e di certo non può cavarsela manco con una multina da 39 euro. Un bel calcione alla portiere, lo specchietto, il tergicristallo. Ci si sfoga, si dà un messaggio al malfattore e si educano i propri figli che così, per lo meno, capiscono che quella situazione non è una situazione normale, alla quale adeguarsi o nella quale adagiarsi. I percorsi pedonali sono sacri, si riparta da lì, si facciano seri e protetti percorsi pedonali, poi si facciano serie e protette corsie preferenziali, poi si facciano serie e ben fatte strade per il transito e poi, solo se avanza spazio (e dubito che ne avanzi granché), si facciano spazi per la sosta.
-Roma fa schifo

10 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Bravo Giovanni!
Quando giro da sola e devo fare salti mortali per poter uscire dal marciapiede penso sempre a quanto dev'essere ancora più frustrante per genitori con passeggini e persone in sedie a rotelle.
Tutto questo schifo si vede giorno dopo giorno in tutti i quartieri di Roma ma mai una multa... mai!!

Andrea2001 ha detto...

E inutile girarci attorno, la colpa è della Polizia di Roma Capitale d'Africa che non fa un cazzo. Basterebbero un paio di agenti che facessero le multe giornalmente a far cambiare radicalmente la situazione.

Io non capisco se il problema è che sono fancazzisti se ci sono collusioni che nella mia ingenuità forse non riesco a cogliere.

E poi perché non far fare le multe agli ausiliari anche per le infrazioni fuori dalle strisce blu?

Les ha detto...

Questa è Roma, in ogni quartiere. Si vergognino tutti gli amministratori, TUTTI, che hanno permesso tutto ciò. Decidendo di non far multare le auto in sosta vietata per vent'anni. ECCO I RISULTATI. UNA SOCIETA' IMBARBARITA, UN CITTA' VIOLENTA, IGNORANTE, INCIVILE, DOVE NON C'E' SPAZIO CHE SIA PRECLUSO ALLE AUTOMOBILI, PERCHE' - SECONDO LORO - "NUN CE STANNO I PARGHEGGI E SE CE STANNO SO' A PAGAMENTO". NON SI PUO' PAGARE IL PARGHEGGIO, E' UN DIRITTO PER COSTORO. TUTTI POVERI, QUANDO C'E' DA PAGARE IL PARGHEGGIO. IL COSTO DI UN CAPPUCCINO E CORNETTO, PER METTERE L'AUTO IN UN PARGHEGGIO LEGALE, NON SI PUO', E' UN'INGIUSTIZIA, E' UN SOPRUSO. GRAZIE AI POLITICI DI OGNI SCHIERAMENTO CHE HANNO ASSECONDATO QUEST'ATTEGGIAMENTO, CI RITROVIAMO IN QUESTA CONDIZIONE, CON QUESTI ABITANTI, QUESTI CONCITTADINI.

ASPETTIAMO UN SINDACO CHE DECIDA, FINALMENTE, DI RISTABILIRE LA LEGGE SULLE STRADE.

Oren ha detto...

finalmente dopo 50 anni di tolleranza 1000 verso le auto, ci si comincia a rendere conto degli effetti.

Non serve mobilitare i vigili. Con strade progettate come si deve, con poche migliaia di euro di paletti e marciapiedi allargati ben fatti, il beneficio per i cittadini sarebbe enorme.

Sarebbe enorme anche il consenso per il politico che lo facesse.

Anonimo ha detto...

concordo sulle responsabilità di VVUU e amministrazione, ma come lo sanno gli altri, lo sappiamo anche noi che i VVUU non fanno mai multe e puoi fare quello che vuoi con la macchina. La differenza è che noi (almeno, io parlo per me) non ho mai parcheggiato in vita mia in modi simili. Piuttosto parcheggio 200m più lontano. Se so che in quella zona trovar parcheggio è impossibile, la lascio altrove e prendo autobus/metro/quello che c'è. Se roma fa schifo è anche perchè sempre pi residenti di roma fanno schifo

Anonimo ha detto...

no ma se gli spezzi un tergicristallo sei tu il criminale, giusto?

pizzardone ha detto...

Credo sia stato proprio Romafaschifo a notare una cosa che nessuno mai osava dire: qualunque cosa segnali una delle 56 forze dell'ordine, ti senti rispondere e in modo arrogante "favorisca i documenti !" .
Nei siti del Comune e dei vigili urbani ci sono scritte un mucchio di ca***te, si elogiano da soli, roba da Saddam Hussein o Gheddafi; se li chiami a fare il loro L-A-V-O-R-O ma 3 volte non intervengono, si instaura una relazione chiamata "menefreghismo", nel senso che sei certo che non interverranno mai (a meno che non c'è il sindaco in giro, o qualche cerimonia).
Chi scrive ha inviato esposti anche collettivi su gravissimi fatti da 7 anni (alcune prove sono nel sito): vigili MAI intervenuti, oppure sono venuti ma a cazziare il comitato che aveva chiesto di liberare un parco occupato da psicopatici coprofili anche delle FFOO.
E' vero che il problema è generale, sociale, ma rispondere educatamente si chiama "lavoro" e i pizzardoni sono tenuti a farlo come ogni lavoratore, se non lo fanno (è una pura ipotesi ...) significa che i capi fino a Alemanno De Destra li proteggono alla mafiosa. Un sindaco che non sa rimuovere auto in sosta vietata è semplicemente un inetto.

Ahab ha detto...

Naturalmente il metodo della mazzetta da 2,5 kg (originariamente suggerito per le carrezzelle dei disabili), da utilizzare per 'marchiare' le auto in sosta d'intralcio nei percorsi pedonali, puo' essere vantaggiosamente applicato anche alle carrozzine dei bambini.
In questo caso si rischia un po' di piu', giacche' la reazione dell'eventuale proprietario del veicolo potrebbe essere pericolosa e non frenata dal trovarsi davanti un disabile.

Un ulteriore suggerimento potrebbe essere l'obbligare alcuni agenti dell'ormai mitica Polizia Locale Roma Capitale (alemanno dovrebbe essere cacciato a pedate solo per aver deciso questo nome) ad effettuare il proprio servizio su sedia a rotelle. In quel modo si renderebbero senz'altro conto di quanti danni arreca il loro menefreghismo.
Diro' di piu', una tale misura andrebbe sostenuta con i prossimi candidati a sindaco di Roma che anzi potrebbero essi stessi impegnarsi a passare un giorno a settimana su una sedia a rotelle.
Se ci fossero delle associazioni di disabili degne di questo nome certe misure le avrebbero pretese da anni. Ma a Roma purtroppo non ci sono solo i 'vigili romani', il sindaco 'romano', i menefreghisti 'romani'; anche i disabili sono purtroppo (e con rispetto parlando) 'alla romana'.
Ma cazzo! Cosa aspettate a darvi una svegliata e pretendere i vostri diritti???

Anonimo ha detto...

Queste foto andrebbero inviate alla Procura della Repubblica denunciando Vigili e Sindaco!

Anonimo ha detto...

E con un passeggino gemellare non vi racconto quanto divertente sia andare a spasso :-)

ShareThis