Ben il 16% dei Vigili Urbani romani si è recato regolarmente a lavoro! 7 riflessioni sul fancazzismo che umilia la città

2 gennaio 2015

Ieri è uscita la notizia - vera o non vera poco importa - che l'83,5% dei vigili urbani previsti per il turno della notte di Capodanno non si è prestato all'ultimo momento facendo rischiare grosso alla città. È uscita pure la notizia che su 150 macchinisti Atac, solo 24 sono stati recuperati per i turni straordinari della metro nella notte di Capodanno e di questi 24 solo 7 si sono regolarmente presentati a lavoro. Ne sta parlando tutta Italia e così Roma fa la sua ennesima figuraccia internazionale e diventa sempre di più la città in cui non si può lavorare, la città che rappresenta più di ogni altra i mali dell'Italia e la città dove nessuna società internazionale si sognerebbe di investire un centesimo. Abbiamo abbozzato qualche riflessione a riguardo.

Post rimosso dalla pagina https://www.facebook.com/pages/UIL-FPL-Polizia-Locale-Roma-Capitale/140421129397618 dopo la pubblicazione di questo articolo

https://www.facebook.com/140421129397618/photos/a.444560092317052.1073741826.140421129397618/635390949900631

1. NESSUNA SORPRESA
Non si capisce, in realtà, l'atmosfera di sorpresa che serpeggia in città dopo i dati che sono stati diramati. Se il dato di Atac (150 macchinisti / 24 disponibili / 14 assenti (in)giustificati e solo 7 presenti a guidare treni che arrivavano a mezz'ora l'uno dall'altro) era assolutamente prevedibile visti i personaggi che in Atac lavorano e hanno in mano la responsabilità di guidare metro, tram e autobus, il dato della Polizia Locale è anche alto: ben il 16% degli agenti si è recato a lavorare nonostante da settimane praticamente tutte le sigle sindacali stessero facendo carte false per organizzare un sabotaggio in piena regola. Basta leggere i loro siti, le loro pagine Facebook. Un continuo incitamento e una continua istigazione verso i lavoratori ad inventarsi qualcosa per non recarsi a lavoro. Un vero lavaggio del cervello. Gli agenti della Polizia Locale vigilano sulla sicurezza, dunque chi ha cercato di sabotare la festa dell'ultimo dell'anno voleva che ci scappasse il morto. Cosa aspettarsi da questa gente? Cosa aspettarsi dalla gente che strumentalizza una cosa bella come la donazione del sangue? Cosa aspettarsi da chi strumentalizza una conquista come l'istituto della Legge 104? Cosa aspettarsi da chi fissa assemblee sindacali in massa il 31 dicembre costringendo la Prefettura a diramare autentiche minacce, che peraltro non sono servite a nulla lo stesso? Cosa aspettarsi da chi ricatta il proprio datore di lavoro lavorando, di fatto, solo se ha gli straordinari pagati? Si tratta di gentaccia, non c'è molto da girarci attorno. E si tratta di gentaccia in una misura molto vicina a quel 83,5% che non ha lavorato. Di persone per bene, nella Polizia Locale di Roma Capitale, c'è una percentuale piuttosto simile al 16%, forse qualcosina in più, gli altri hanno comportamenti inqualificabili, impensabili da qualsiasi altra parte al mondo. Sono gente per cui buttasse malati non è una vergogna, ma una forma di protesta come un'altra. Protesta contro cosa poi? Contro diritti sacrosanti? Ma neanche per sogno: protesta perché finalmente qualcuno sta applicando anche a Roma le leggi nazionali che sono obbligatorie: rotazione del personale e stipendio accessorio non regalato, ma frutto di una fattiva produttività. Perché, ricordiamocelo sempre, è contro questo che questi personaggi protestano: contro la legalità. Il problema è che voi, con enormi sacrifici e con tasse che manco in Svezia, gli pagate lo stipendio ogni santo 27...


2. ARMA DI DISTRAZIONE DI MASSA
Molto facilmente il grande disservizio della notte di Capodanno verrà utilizzato per nascondere i continui disservizi di tutti i normalissimi giorni dell'anno. Questo succederà. Lo si vede già in queste ore: la cosa sta girando vorticosamente sui giornali, se ne stanno occupando anche i giornalisti internazionali, oggi sarà una notiziona su tutti i quotidiani. E allora qualcuno penserà che i disagi, che l'assenteismo, che le furfanterie dei sindacati a Roma ci sono soltanto per il Capodanno senza capire che invece è così ogni santo giorno. Diciamolo forte a tutti: non è una eccezione, questa gente si comporta sempre così. Salvo eccezioni, che sono appunto attorno al 20%. Ma il resto... E vale per tutti, dall'Atac alla Polizia Locale passando per Ama anche se quest'ultima sembra un po' in miglioramento.

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=635690116537381&id=140421129397618

3. SPERANZE DI PROVVEDIMENTI
Se per Atac l'auspicio è che l'azienda fallisca al più presto (criminale chi la tiene ancora artificialmente in vita) consentendo alla città di avere un servizio di trasporto pubblico basato su altri presupposti, con altri accordi contrattuali e - il larga parte - con diverso personale (la città è piena di disoccupati che hanno voglia di sacrificarsi, di darsi da fare, di costruirsi una dignità grazie all'impegno), per la Polizia Locale questo appare impossibile. Difficile che si decida, come invece sarebbe opportuno, di sciogliere il corpo. Difficile che si possa licenziare il personale incapace, infedele, lavativo. Speriamo almeno in alcuni provvedimenti degni di questo nome, ma con i cuor di leone che dovrebbero avere in charge una durissima reazione (Improta, Broggi, Nieri...) proprio non ci speriamo. L'unico è Raffaele Clemente che ha prontamente dichiarato di mandare tutto alla magistratura: speriamo che lo faccia, ma soprattutto speriamo nella magistratura. Noi consigliamo un giro anche solo nelle pagine Facebook degli organismi sindacali, i primi artefici di questo stato di cose (l'altro artefice non ha rappresentanza: si chiama solo scarsa voglia di lavorare ed è il sindacato più grande a Roma, non solo nei Vigili Urbani e non solo nel pubblico impiego purtroppo), si potranno trovare addirittura minacce a chi avrebbe osato fare straordinari, per dire...




4. SPERANZE DI UNA ACCELERAZIONE SULLA LEGGE
C'è di buono che questa cosa ha fatto muovere il governo. Già ieri sera, a tarda serata e in un giorno festivo, il Sottosegretario alla Funzione Pubblica, Angelo Rughetti (uno che tiene molto alla piazza romana tanto dall'aver creato un think tank a riguardo), si è espresso con una dichiarazione eloquente. Speriamo che non si dimentichi della cosa in questi giorni che ci separano dalla fine delle feste e che tutto questo acceleri la riforma del Pubblico Impiego (con grande attenzione sul ruolo dei sindacati, ormai ridotti a racket, e sul ruolo dei medici di base, ormai ridotti a certificatifici a uso e consumo del racket di cui sopra). In questo settore non si applicherà il Jobs Act? Bene: sia l'occasione per applicare normative ancor più dure e che facilitino ancor di più il licenziamento di chi non rende, di chi non lavora bene, di chi non dimostra dignità e amore per il proprio lavoro: sciò.
Nella mattinata di oggi poi le dichiarazioni di Marianna Madia e del Primo Ministro Matteo Renzi ci hanno ulteriormente confortato in questo senso...

5. LE NUOVE ASSUNZIONI
Il Comune non ha e non avrà mai le risorse per assumere in massa nuovi vigili urbani così non avrà soddisfazione chi fa notare che Roma, secondo alcuni computi e leggi, dovrebbe avere 9400 vigili effettivi e invece ne ha soltanto 5900. Aumentarne il numero, tuttavia, non porterebbe miglioramenti del servizio perché significherebbe assumere nuovo personale in un contesto di parassitismo, in un quadro scadente, in un ambiente nel quale chi lavora bene viene mobbizzato, isolato, minacciato. Assumere, paradossalmente, potrebbe essere più un danno che un vantaggio e i dati dell'ultimo dell'anno lo dimostrano. Inutile mettere nuove risorse in un meccanismo che on funziona e che è inefficiente: sarebbero risorse sprecate.

6. IN QUALSIASI ALTRA CITTÀ...
Ovviamente episodi come quelli romani sarebbero impensabili non solo all'estero, ma anche a Milano, Bologna, Firenze o Torino. E, beninteso, anche in questa città c'è il problema del salario accessorio. Solo che i dipendenti pubblici di queste città non usano la cosa come ennesimo pretesto per alimentare il loro fancazzismo, semplicemente perché a Milano, Bologna, Firenze o Torino fancazzismo non c'è o, se c'è, c'è in misura fisiologica. A Milano l'eccezione è il vigile che non ha voglia di lavorare, a Roma l'eccezione il vigile che si impegna e, se osa farlo, viene vessato dai colleghi. E, come abbiamo detto, il rapporto del 15/20% non è lontano dalla realtà: quello è il numero delle persone per bene che la pubblica amministrazione ha assunto. Gli altri sono raccomandati, incapaci, farabutti quando non autentici criminali.
Detto questo se episodi simili fossero accaduti a Milano, Bologna, Firenze o Torino lì qualche testa sarebbe rotolata. E non parliamo dei dipendenti (diamo per scontato che gente che non merita il proprio lavoro debba essere mandata via), parliamo semmai di assessori, amministratori delegati e magari pure di sindaci. 
Ma la sensazione è che qui, un'altra volta, non si farà nulla...

7. NON È VERO CHE "È ANDATO TUTTO BENE"
Raffaele Clemente e Ignazio Marino si sono affrettati a precisare: i Vigili hanno marcato visita, ma ciò nonostante anche grazie ad alcune decine di agenti chiamati per reperibilità tutto è andato bene. MA cosa significa, a Roma, tutto è andato bene? Che non c'era una vettura fuori posto in città? Che l'abusivismo e il vandalismo sono stati evitati e combattuti? Ma quando mai. È andato tutto bene significa che sguarnendo tutta la città, non lasciando manco l'ombra di un vigile urbano al di fuori dell'area dei Fori, del Circo Massimo e del Colosseo, si è tenuta sotto controllo la marmaglia dei 600mila e non c'è scappato per puro caso il morto. Questo significa. Non significa certo che è andato davvero tutto bene quando è acclarato che già Piazza Venezia era terra di nessuno e che la filiera criminale dell'abusivismo è arrivata a vendere alcolici a tutto spiano in tutta l'area (ci mancavano solo i contrabbandieri di sigarette tipo Napoli anni Novanta e poi eravamo tutti). Tutto certificato da questo video più che eloquente...

187 commenti | dì la tua:

bat21 ha detto...

Grande redazione! Sono in totale accordo con le vostre considerazioni! Finalmente abbiamo una quantificazione dei fancazzisti tra i vigili: l 80%...non so con quale città ci si può confrontare. Comunque bravi sono in pieno e totale accordo con voi! Ora aspetto i troll e i vigili troll a bombardare tutto il post.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con quanto scritto. IL corpo dei Vigili Urbani andrebbe azzerato, andrebbe profondamente rivisto il contratto e avviate nuove assunzioni. Il fatto che i Vigili siano in sciopero o al lavoro, non viene notato dai cittadini (o almeno da me), sono anni che li vedo occasionalmente sulle strade di Roma.

Anonimo ha detto...

Sono le mafiette che comandano a Roma, un'infamita' assoluta ricattare una citta' durante la fine dell'anno.
Basterebbe una legge che annullasse il pagamento della giornata lavorativa a quei dipendenti dello stesso settore che si dichiarano malati tutti insieme, qualora la soglia superasse un certo limite e ben al di sotto dell'80%.
Gia' verso il 30%/40%, puzza di bruciato.....

bat21 ha detto...

Purtroppo non potrò presidiare il thread dato che sono in viaggio ma da ora ho statistiche ancora migliori di quelle del Sose o dell'ACI. Ora sappiamo che i fancazzisti tra i vigili sono circa l'80%! Questa è la prova definitiva, è la pistola fumante!

bat21 ha detto...

http://www.corriere.it/politica/15_gennaio_02/renzi-ecco-cose-fare-2015-attacca-vigili-roma-d33ad458-9251-11e4-aaf8-f7f9176948ef.shtml

Anche Renzi non può ignorare questa cosa. E' troppo clamorosa. Speriamo che ne nasca qualcosa di buono: magari questa bella protesta sarà un gigantesco boomerang e se accadrà mi farò tante risate e con me tutti i tax payers non dipendenti della PA!

Anonimo ha detto...

oltre a quelle dei sindacati è molto interessante andare a vedere anche le pagine FB dei singoli agenti che stanno in queste ore commentando i vostri e altri articoli. si capiscono molte cose anche da quello che piace, non piace, si critica, si valorizza, si sceglie...

Anonimo ha detto...

#AZZERAMENTO del corpo dei vigili romani forse potrebbe essere davvero quel colpo di coda imprevisto in grado di risvegliare tutti noi italiani e così dare un segnale di RISPETTO per tutti quelli che lavorano seriamente e un segnale di fiducia per quelli che fino ad oggi hanno fatto gli IGNAVI, i FURBI o i FILIBUSTIERI.

Anonimo ha detto...

Se non ci si libera dei VVUU e dei parassiti che infestano Comune e Municipalizzate qui non si risolvera nulla.

10.000 famiglie per strada!? Ben venga!
Almeno 100.000 famiglie romane rifiateranno da addizionali irpef, tasi, tari,imu con aliquote massime er pagare lo stpendio a chi gli rende la vita impossibile!
Altrimenti i parassiti continueranno a parassitarci!

bat21 ha detto...

Esatto questo e' il ragionamento corretto! Questo andazzo non e' evidentemente più sostenibile. Non puoi chiedere l Imu agli industriali sui macchinari impedendo il normale sviluppo industriale che a sua volta impedisce la creazione di valore e della vera occupazione per dare soldi a questo 83% di non lavoratori! Il sangue che viene succhiato fa male a tutti ed e' un danno molto maggiore di quello che co sarebbe nel giusto licenziamento di questi diversamente lavoratori!

Anonimo ha detto...

http://www.leggo.it/NEWS/ROMA/vigili_si_addormentano_in_auto_derubati_autovelox_dovranno_ricomprarlo/notizie/1070576.shtml

Ah. Non ci credevo. Pensa un po' con chi si ha a che fare.

Anonimo ha detto...

Mah. Bisognerebbe conoscere i dettagli della questione.
Facile commentare negativamente quando si ha festeggiato in famiglia. La maggior parte dei lavoratori dei servizi pubblici che ha "festeggiato" al lavoro l'ultimo dell'anno lo ha fatto venendo pagati come un normale turno di servizio o peggio lo ha fatto in strardinario (avendo già completato l'orario contrattuale) con la possibilità di essere pagato "a babbo morto" o di poter poi recuperare lo straordinario "quando possibile".
Chi lavora in sanità ha festeggiato l'anno nuovo lavorando (in una notte in cui gli ospedali sono anche più attivi del solito, per accogliere tutte le vittime dei festeggiamenti) percependo ben 2,7 euro l'ora lordi e per 8 ore (dalle 22 alle 6) come "ricompensa" per questa prestazione.
I vigili si sono imboscati ? Ma qualcuno se ne chiede i veri motivi ?
Beh è facile. Non hanno voglia di lavorare "gratis" mentre gli altri si divertono

Anonimo ha detto...

vorrei far passare a tutti questi dipendenti pubblici un'annetto nel settore privato o come autonomi a P.Iva. gli passerebbe la voglia di fare scioperi per tutta la vita.

Anonimo ha detto...

Certo certo. Tuttavia, abbi pazienza, ma da dipendente del settore privato, con varie fiamme alle terga, certe argomentazioni risultano piuttosto indigeste. E certi comportamenti scandalosi a dir poco.

Anonimo ha detto...


anonimo gennaio 02, 2015 10:09 AM

Forse è perché TROPPI "Non hanno voglia di lavorare "gratis" che qualche milione di italiani si è ritrovato senza lavoro e prospettive.

Anonimo ha detto...

Andrebbe azzerato tutto il comparto dei dipendenti comunali forse solo in pochissimi si salvano di quelli che hanno voglia e che capiscono di avere un posto di lavoro che oggi vale oro.
Per il resto tra fancazzismo, imboscamenti e finte malattie (ne conosco uno addirittura che se nel derby perde la propria squadra si butta malato per non essere preso per i fondelli dai propri colleghi ) per cui come nel privato se rendi bene eltrimenti fuori.

PXT ha detto...

Lavori? Lo fai bene? Sei premiato e fai carriera.
Non fai un cazzo? Mille scuse? Voglia zero? Retrocedi, fino a uscire del tutto.
Questo dovrebbe accadere ovunque, non solo nella PA.
Merito e demerito devono portare conseguenze per tutti.
Ah ma quella è la meritocrazia. Scusate, ho sbagliato paese.

Marco ha detto...

Cominciamo col dire che 80% è anche la percentuale di vv.uu. romani totalmente inidonei al ruolo che svolgono.

Gente che non parla nessuna lingua tranne l'italiano e spesso manco quello, ha una forma fisica ridicola e non è in grado di difendere sé stesso o gli altri - tanto che un "rappresentante" del corpo su twitter ammette candidamente che lui le multe non le fa per paura di "prendere le botte" - gente che non sa fare niente di quello che è richiesto a un agente di polizia.

Quindi cominciamo a rivedere radicalmente i parametri di selezione e a rimuovere dalla strada tutti quelli che non li rispettano, che a vedere certa gente inutile e impresentabile con la divisa addosso Roma ci fa solo l'ennesima figuraccia coi turisti.

Sul fatto in sé concordo con l'articolo, nessuna sorpresa... sono parassiti abituati a ricattare il datore di lavoro facendosi scudo della cittadinanza inerme, bisogna solo trovare il modo di licenziarli per sostituirli con gente onesta e motivata.

Anonimo ha detto...

Ah quelli che si lamentano nel pubblico impiego:

1) piove o c'e' sole? voi lo stipendio lo prendete comunque;

2) fate bene o male il vostro lavoro? Lo stipendio loo prendete comunque;

3) vi ammalate, restate incinte? Malattie e materita le prendete;

4) lavorate per uffici che andrebbero chiuse? Non potete essere licenziati, ma ricollocati;

5) vi serve un mutuo? Godete di garanzie che il privato non ha;

6) il lavoro non e' finito? All'orario potete staccare;

7) l'economia crolla? Voi non siete esposti al rischio del ciclo economico come tutti gli altri

Insomma, giratela come vi pare, ma se fate servizio pubblico questi sono i privilegi (GROSSI) che avete. Poi non potete pretendere pure di avere la liberta degli autonomi e decidere quando andare a lavorare e come. Prendetevi pure i RISCHI allora!

Anonimo ha detto...

Ahahaha.
io l'avevo detto che i vigili hanno pestato proprio un bel MERDONE!

Adesso mi diverto a vedere come va a finire.La cosa bella è che hanno fatto tutto da soli.

Ho comprato popcorn e cocacola, sto in poltrona a godermi lo spettacolo di contorsionismo dei troll su questo Blog.

Daje fate i salti sugli specchi che c'è bisogno di pagliacci in questa Roma di scatafasci...
:)

Anonimo ha detto...

Bellissimo, la politica ha vinto per l'ennesima volta. Ormai chi ha meno diritti non lotta per averne di piu', lotta perche' vengano tolti a chi ne ha di piu'.
ABBIAMO PERSO, LA ROVINA SIAMO NOI, CI IMPOVERISCONO E BASTA.

Anonimo ha detto...

Permettetemi,

non sono d'accordo che i vigili sono sotto organico, rendiamoci conto che a CAPODANNO, vi era un turnazione che prevedeva 300 vigili nella fascia notturna , ovvero 20 per municipio. Stiamo parlano del 5% dei componenti il corpo.

E questo e' un caso straordinario: e il resto dell'anno ? Perche' con tutta la buona volonta' , io e credo molti altri, in giro non li vedo !

Lasciamo perdere che solo 185 si sono effettivamente presentati a lavoro a capodanno, se fosse vero che 20 unita' per municipio fossero in giro tutto l'anno sapete quanti vantaggio potremmo avere circa la lotta al vandalismo, degrado, immondizia buttata a cavolo, occupazione abusiva del suolo e quant'altro?

Ma capodanno e' un giorno speciale e si assegnano 300 unita': mi domando allora, il resto dell'anno di sera/notte quante unita' sono previste? Io come cittadino e contribuente lo voglio sapere !
Perche' se ad esempio c'e' una sola unita' in servizio notturno per municipio, sarebbe meglio pensare che ci siano mele marce da licenziare piuttosto che nuove assunzioni da fare.

Anonimo ha detto...

I mideici che hanno firmato quei certificati di invalidità incominciano a preoccuparsi...

Ci starebbe bene proprio un controllo di visita medico/fiscale da parte del ministero...

Pensa ceh figura farebbe il corpo.

Anonimo ha detto...

Il modo per rimettere apposto tutti i problemi con il lavoro che abbiamo in italia è RISCRIVERE le leggi sul lavoro e scrivere nella legge situazione per situazione cosa si può fare o non fare, se puoi essere licenziato o no e per quale motivo...bisogna comportarsi come dice la legge e non aspettare che un giudice dica la sua!


Il reintegro è abominevole, uno non fa il suo lavoro viene mandato via e il giudice lo fa rientrare a lavoro e da quel giorno tutti i suoi colleghi si sentiranno in diritto di non lavorare...siamo umani ed 1+1 fa 2...una volta si diceva che una mela marcia se la lasci nella cesta delle mele inputridisce tutte le altre mele.
Saggezza popolare!

Anonimo ha detto...

Pienamente d'accordo con gennaio 02, 2015 12:37 PM,

soprattutto con 'sta situazione di co.co.pro e partite iva farlocche che i governi precedenti hanno creato, non solo gli impiegati pubblici e i vigili in particolare sono privilegiati, sono diventati proprio una CASTA.

Io vorrei vederli col contratto a progetto, senza ferie, senza malattie, senza maternita' a fronteggiare la crisi economica. Altro che sciopero a capodanno.

Anonimo ha detto...

Dedicati 2 titoli di apertura sul TG2. Forse l'hanno fatta grossa stavolta.

Anonimo ha detto...

Linea dura in Comune

La linea dura di Palazzo Chigi è condivisa dal Campidoglio. «È stata avviata un’indagine interna per verificare la situazione delle assenze a Capodanno» annuncia il vicesindaco Luigi Nieri, che aggiunge: «In tempi rapidi si avranno dei risultati, in base a questi si deciderà se interessare la magistratura». E su Facebook il sindaco Ignazio Marino da un lato esulta per la notte di festa filata liscia anche senza municipale, dall’altro avverte che la «fuga» dalle strade avrà conseguenze:«Non sono riusciti a guastare la festa. In 600 mila abbiamo passato il Capodanno in piazza. Ma chi ha provato con assenze ingiustificate e ingiustificabili a far saltare tutto ne deve rendere conto. Stiamo facendo tutte le verifiche per accertare le responsabilità. Ringrazio il premier Matteo Renzi e il ministro Marianna Madia per il sostegno che stanno dando alla nostra iniziativa».


Però sto sindaco non immaginavo ma è uno con i coglioni di ferro. Sembrava un gatto morto invece va avanti come un Catrepillar.Zitto zitto come uno schiacciasassi non si lascia intimidire...
Dalla faccia non avrei mai immaginato.invece.Voivedè che-...jelafà.

Anonimo ha detto...

Cacciateli via tutti sti parassiti compresi i sindacati che li difendono andassero a lavorare sotto i privati sti inutili che hanno fatto carte false e pagato tangenti ai vari sindacalisti per entrare a far parte del carrozzone della p.a. vergognatevi almeno per quei vostri colleghi che hanno accettato di lavorare.
Tutti donatori di sangue e tutti influenzati ma fatela finita non vi crede più nessuno compresa la città di Roma.

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno contratti a progetto e via.

Anonimo ha detto...

“Premiare eccellenze che ci sono e punire irresponsabili”, commenta su Twitter il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia, che ha anche annunciato accertamenti di violazioni e sollecito di azioni disciplinari da parte dell’ispettorato della funzione pubblica.

Anonimo ha detto...

INDAGATE I SOCIAL NETWORK DEI VIGILI MALATI E DEI LORO PARENTI. SONO COSI' ARROGANTI CHE SICURAMENTE AVRANNO POSTATO FOTO MENTRE MAGNAVANO LENTICCHIA, BALLAVANO LA SALSA E BEVEVANO SPUMANTE A CAPODANNO PUR ESSENDO MALATI...

Anonimo ha detto...

Ho visto le ultime 4 pagine del blog. Situazione di degrado indescrivibile. Desolante Roma, fai schifo. Grazie di esistere. Continuate a denunciare e non vi fermate. Buon 2015 da Milano!

Anonimo ha detto...

Quado il SOLE24ORE tiola sulla home page:
Roma, 83% dei vigili assenti per malattia a Capodanno.

vuol propio dire che stavolta i VVUU hanno proprio schaicciato un MERDONE BELLO GROSSO..

Anonimo ha detto...

Lo so che è difficile però immagintevi un cervello di chi vuole trovare ogni scappatoia pur di non lavorare...

"...Il giorno dopo il caos di Capodanno Roma Capitale passa al contrattacco. Controlli serrati sui certificati per tutti e richiesta da parte del Comando di Vigili di avrerel'elenco completo degli assenti da spedire a piazzale Clodio. Per tutta risposta le organizzazioni sindacali degli agenti minaccinto di denunciare il comandate Raffaele Clemente per abuso d'ufficio e danno erariale per aver utilizzato il sistema di sms previsto dai protocolli, in caso di emergenza e che definisce le modalità con cui viene gestita la reperibilità."

Bisogna capire chi capziosamente utilizza argomentazioni per arroganza e prevaricazione.

Giada ha detto...

Dato allarmante ma non sorprendete: chi vive la città sa bene che la percentuale di vigili che svolge il proprio compito è forse anche inferiore, basta provare a cercarne uno se si ha bisogno. Loro, come tutti i lavoratori pubblici, dovrebbero essere vincolati a certi risultati proprio come un qualunque lavoratore del privato(privato vero però). Sono troppo sfiduciata per credere che questo clamore possa portare a qualcosa.

Anonimo ha detto...

Vigili romani in lotta col Comune – Da mesi i vigili sono ai ferri corti con il Comune per le regole sulla rotazione degli agenti e per il salario accessorio. Per questo hanno provato in tutti i modi a boicottare quello che una volta era, vista la paga extra large, il turno più ambito dell’anno. Ci avevano già provato nei giorni scorsi, convocando un’assemblea sindacale (poi precettata) a ridosso della mezzanotte. Il comandante della Polizia locale di Roma Capitale, Raffaele Clemente, ha stigmatizzato “l’atteggiamento di quanti hanno cercato di sabotare, con una diserzione numerica assolutamente ingiustificata. Sarà rigorosamente ricostruita l’intera vicenda a favore dell’autorità giudiziaria o di garanzia. Ogni eventuale condotta illecita sarà sanzionata amministrativamente”.

Anche il fattoQuotidiano.
Ormai hanno contro l'Italia intera...

Anonimo ha detto...

Quante storie per un po' - un po' tanti, certo - di vigili impegnati la notte di Capodanno in altri servizi. Come se fosse una novità. Comunque, ora vediamo la Madia. Chissà che ne pensa il tizio che qui, in altro argomento, la poneva - la Madia - in versi sbeffeggianti. Hybris nemesi; chissà se ne sa qualcosa.

Anonimo ha detto...

Anonimo 12.37
C'è pubblico e pubblico.
I dipendenti pubblici nella maggior parte dei casi hanno vinto un concorso. Qualcuno grazie agli amici. Ma nel privato ti assumo SEMPRE a discrezione del datore di lavoro. E molto spesso grazie agli amici.
Chi lavora nel pubblico in buona parte dei casi è soggetto a spostarsi dal luogo di nascita o residenza per andare ad abitare nella sede di lavoro.
Nel caso di militari, insegnanti e altre categorie vuol spesso dire lavorare anche a centinaia di km dal paese di origine, essendo poi soggetti ad ulteriori trasferimenti nel corso degli anni, con armi e famiglia, magari all'altro capo d'Italia.
Chi lavora nel pubblico spesso lo fa in settori che garantiscono l'H24: si lavora di giorno, di notte, sabato, domenica, Natale e Pasqua, a chi tocca tocca (se non ci si imbosca). Le ferie si prendono quando è possibile (non dal 1 al 31 d'agosto) e spesso NON riesci neanche a prenderle.
Chi lavora nel pubblico spesso è stato assunto in un contesto dove all'inizio l'organico era di 10 persone, poi con il blocco di turnover e assunzioni è diventato di 9, 8, 7 e spesso anche meno, ma il lavoro, ovvero i turni da coprire sono sempre gli stessi.
Chi lavora nel pubblico spesso è investito di responsabilità, civili e penali, che il lavoratore autonomo o il dipendente privato neanche sanno cosa siano.
Per chi lavora per lo Stato ci sono indubbiamente dei vantaggi (soprattutto a favore dei fancazzisti) ma non è che siano cosi' clamorosi.
Anche perché se lavori "bene" comunque NON hai specifiche gratifiche o premi di produzione (che nel privato "serio" sono una costante) anzi, nel pubblico devi lavorare anche per quelli che non fanno niente (e alla fine ci si scoccia di farlo) e se c'e' un "premio" lo prendono tutti, fancazzisti per primi


M. Patissot ha detto...

Tralascio altre considerazioni. Ma che si abbia accesso al settore privato "molto spesso grazie agli amici" mentre nel settore pubblico solo "qualcuno grazie agli amici" suscita, come dire, una certa ilarità.

Anonimo ha detto...

Patissot. Si vede che in vita tua NON hai mai fatto un concorso

Anonimo ha detto...

per gennaio 02, 2015 1:04 PM

e una volta che si interesserà la magistratura? interruzione di pubblico servizio? falsa dichiarazione in atto pubblico per i medici?
Tanto poi dovrà decidere un giudice se reintegrarli e deciderà per il reintegro...intanto noi avremo pagato con le nostre tasse anche la magistratura....

M. Patissot ha detto...

@ 14.12 No, certamente e per fortuna. Comunque diciamo che conosco certe situazioni molto ma molto bene. E qui mi fermo, se non altro perché si va fuori dall'argomento. Altre considerazioni non mi interessano, tanto più quando coinvolgono la sfera personale. Saluti.

Anonimo ha detto...

Te li raccomando certi concorsi pubblici, tipo quelli recentemente fatti dal Comune di Roma, con i quiz pubblicati proprio per scegliere le scimmie con la migliore memoria meccanica e la minor elasticità mentale: perfette per il Comune d'altronde.

Anonimo ha detto...

L'unico commento veritiero è questo...complimenti.

bat21 ha detto...

Quei buffoni che mi prendevano in giro sulla PA, sul sose e su Ichino e facevano i versi sulla Madia dove sono? Propongo alla redazione di inoltrare quei commenti a Clemente: e' prova della volontà di fare quello che e' successo. Ricordate quando sfottevano dicendo chiamate il 112? Maledetti parassiti!

bat21 ha detto...

Già ma questi non si vergognano per niente. Ricordo che facevano i troll dicendo di chiamare il 112. Spero che il boomerang torni indietro e li frantumi.

bat21 ha detto...

13:50 su ho capito che vuoi fare il difensore di categoria ma spararle cosi grosse non ti rende credibile...la PA sta affondando questo paese, quello che e' accaduto a Roma e' un quadretto che rappresenta tutto lo sfascio morale e materiale del settore pubblico...

Anonimo ha detto...

@ 1,50 PM

Premetto che sono contro i fancazzisti in generale, non necessariamente contro i pubblici fancazzisti. Il problema pero e' che procedure e garanzie del pubblico stimolano molto di piu il fancazzismo che nel privato.

A rischio di finire fuori topic, pero mi permetta di svolgere qualche osservazione:

1) Concorso? Concorsi pilotati, migliaia di precari stabilizzati, migliaia di forestali e cosi via. Tra l'altro il concorso e' la scusa perfetta per deresponsabilizzare, si dice "ha vinto il concorso..." Il privato assume a suo piacimento? Lo credo! Paga l'assunto con i suoi soldi! Dovrebbe pagare con i suoi soldi e manco scegliersi i dipendenti?

2) Spostamenti: alcune categorie della PA si spostano, ma esattamene con gli stessi oneri del privato. Non credera che nel privato non c'e' mobilita? Sapra che uno degli argomenti dei vigili contro Clemente e' che i signorini non possono ruotare municipio ogni 5 anni. Non di citta o Regione, di Municipio!

3) H24: si chiama pubbico servizio. Lo si sapeva al momento della presa di servizio. Tale incomodo e' compensato esattamente dalla stabilita del posto e dall'estraneita alle fluttuazioni de mercato. E di nuovo, molte categorie del privato lavorano anche nel festivo, ma senza possibilita di imboscamento, pena la perdita della fiducia del datore di lavoro.

4) Responsabilità: scusi, ma quali? Chi e' responsabile di cosa qui? chi ha mai perso il posto nel pubblico per il pessimo svolgimento delle sue mansioni?

5) premi di produzione: i sindacati si impegnassero a far prendere il premio di produzione a chi lo merita! Le pare possibile che ogni anno il 99% degli obiettivi sia sempre conseguito e, con esso, i relativi premi?

Sia gentile...

Giada ha detto...

Magari esistesse davvero la responsabilità individuale dei dipendenti pubblIci, così chi dà informazioni sbagliate, chi crea problemi ad un citatdino a aun imprenditore per una qualsivolgia pratica con la sua incompetenza e indolenza potrebbe essere denunciato, magari sarebbe anche da deterrente contro certi soprammobili che occupano (termine non casuale) posti pubblici.

Fracatz ha detto...

come mai che allora quando si va a votare il bobbolo continua a votare sempre gli stessi partiti?
Non che a votare i 5 stelle si risolverebbero i problemi, visto che si tratta di 2.200 miliardi de euro, però volete mettere la soddisfazione di vedere i caporioni senza poltrona e tuttiaffanchiulo?
Probabilmente il bobbolo è colluso, è complice, ce magna

Anonimo ha detto...

Anonimo 322. Mai fatto o vinto un concorso pubblico ?
Quelli che hanno migliaia di candidati e qualcuno li vince perché amico di ... gli altri li vincono perché scalano una graduatoria per merito.
Poi fai l'insegnante, il pompiere, l'agente, l'infermiere ? Vai a lavorare dove decide l'amministrazione, mica nella fabbrichetta o nell'ufficio sottocasa.
Lavori con orari fissi (se ricevi il cambio, altrimenti le ore di lavoro consecutive diventano 12, 18 o 24) e con turni precisi: mica "apri bottega" alle 9 o alle 10 del mattino. Lavori di sabato, domenica e nei grandi festivi, perché garantisci un servizio a quelli che santificano la festa.
Da "dipendente" privato difficilmente rischi qualcosa, se non la perdita del posto. Da operatore di servizi rischi spesso se non la pelle "almeno" le aggressioni dall'utenza, che ti fanno scontare le carenze del sistema. Sei spesso un "pubblico ufficiale" qualifica che ti crea obblighi e oneri maggiori dei benefici che ti concede. Fai un lavoro di responsabilità, perché se perdi una pratica o sbagli sul lavoro nel pubblico "ometti atti d'ufficio" (se va bene, ma nei casi limite puoi anche diventare un assassino, mica tutti "passano carte" o fanno multe) nel privato al massimo ti cacciano. Nel pubblico se fai un errore e la Corte dei Conti ti si mette dietro devi venderti casa per risarcire il danno erariale. Nel privato al massimo ti fanno causa per danni e campa cavallo ...
Ti bastano come esempio di diverse responsabilità ?

Anonimo ha detto...

Si, ok,

mai lavorato a progetto o P.IVA ? Niente ferie, niente maternità, pagamento a 60-120 gg, niente malattia, se ti chiedono di fare la reperibilità o i turni li devi fare perchè se mandi certificati e chi ti da lavoro si rompe, a casa con, se va bene, 30 gg di preavviso e se ti mandano in trasferta o ti cambiano sede,devi andare.

Mica come quelli la che per strada non si vedono, ma li hanno fotografati in gruppo a prendere il cornetto nel bar rinomato, si addormentano in auto e si fanno rubare gli autovelox, e come accennano a trasferirli DI MUNICIPIO , via lo sciopero a capodanno.

E apriamo la parentesi dell sciopero a capodanno: e' da MASCALZONI, puo' succedere qualcosa di grave con morti e feriti, semplicemente non si fa.

Poi li senti per forum tutti a fare i ligi al dovere, i salvatori di gattini sugli alberi, ma quando c'e' da intervenire in tempo per un incidente, tutelare il bene pubblico e i cittadini, tutti a guardare altrove.

Quindi facciamola finita ! Questi sono dei privilegiati e se non lo capite, andate a parlare col ragazzo a p.iva che lavora nel call center !

Anonimo ha detto...

Sì, cacciamoli via tutti questi fannulloni!
Ma aspetta un attimo, c’è qualcosa che non torna. Abbiamo detto che gli agenti di Polizia Locale si sono rifiutati di fare lo straordinario… ma lo straordinario è facoltativo o sbaglio?
Perché i “Vigili” hanno rifiutato di guadagnare dei soldi in questo momento di crisi quando non l’hanno mai fatto negli anni scorsi? Forse non ce la raccontano giusta.
Proviamo a vedere la cosa da un’angolazione diversa. Dopo anni di lavoro nel privato o anche dopo anni che cerchi un lavoro senza trovarlo vinci un concorso, baceresti a terra e probabilmente lo fai ancora tutti i giorni. Lavori cercando di fare il tuo meglio ma sei sempre nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Stai rilevando un incidente, magari con feriti anche gravi, e passa la vecchietta che ti chiede perché stai lì invece di andare a sanzionare le macchine sull’attraversamento pedonale; stai rimuovendo una macchina davanti ad uno scivolo invalidi perché un signore con la carrozzella non riusciva a scendere dal marciapiede e ti chiedono perché invece di “rubare” le macchine non controlli i venditori abusivi che tolgono il lavoro ai negozianti onesti; sequestri le borse a venditori abusivi e ti domandano perché non vai ad arrestare i ladri invece di prendertela non la povera gente che si “barcamena” come può per non andare a rubare … potrei continuare per ore ma mi fermo qui. Nonostante tutto questo è un lavoro che a volte (poche) ti da delle soddisfazioni e comunque è un lavoro che cerchi di svolgere al tuo meglio.
Visto che adesso hai uno stipendio fisso con sacrifici ti compri casa e ti riesci a prendere un mutuo perché lo stipendio non è alto ma con il salario accessorio ti permette di vivere dignitosamente; lavori di notte, di giorno, con il freddo, con il caldo, sotto la pioggia …quante volte sei tornato a casa fradicio fino alle mutande! Ma lo fai perché questo è il tuo lavoro.
Arriva Marino e ti dice che il salario accessorio non ti spetta e ti impone un nuovo contratto che ti toglie circa 300 euro dallo stipendio, e adesso come fai ad arrivare a fine mese? Ti impone un’organizzazione del personale che non può funzionare e tu lo sai ma non puoi fare nulla e poi ti dice che siccome sei corrotto o corruttibile devi ruotare, e questo a dispetto delle professionalità acquisite.
continua...

Anonimo ha detto...

I sindacati dopo averle provate tutte minacciano di non aderire allo straordinario di Capodanno su cui si è sempre basata l’organizzazione dell’evento. Raffaele Clemente gli ride in faccia pensando probabilmente che i “Vigili” non rinunceranno ai soldi dello straordinario in questo momento di crisi. Crisi…, che ne sa lui della crisi, lui che guadagna 170.000 euro l’anno?
Sorprendentemente gli agenti di Polizia Locale mantengono la promessa e non si prenotano per lo straordinario. Clemente con i suoi 170.000 all’anno non lo aveva considerato… E ora che fare? Mancano due giorni all’evento e non sa cosa fare. Decide di annullare ferie già concordate, di cambiare turno a tutti. E tu?
Considera ora di aver chiesto le ferie due mesi prima perché quest’anno non la vuoi fare la notte di Capodanno e il tuo capo ufficio ti prega di non prenderle il 31 per tenere l’ufficio aperto “tanto devi fare mattina il veglione lo puoi fare lo stesso”, poi il 29 scopri che ti hanno cambiato turno e fai la notte.
Ora pensa che, due giorni prima, ti viene comunicato che non puoi mantenere il turno che era previsto dal servizio ma sia tu che tua moglie (che fa lo stesso lavoro)dovete lavorare la notte di Capodanno e a nulla valgono le rimostranze “non ce lo potete dire due giorni prima, noi come ci organizziamo? A chi li lasciamo i bambini piccoli?”.
Adesso pensa che non dovevi proprio lavorare il 31, hai invitato gente a casa e stai preparando la tavola e indovina … alle sei di pomeriggio ti arriva un sms (neanche hanno il coraggio di chiamarti!) che ti informa che è scattata la “reperibilità” e alle 19.00 ti devi presentare al Comando del Corpo perché devi fare la notte. Ma la reperibilità non era solo per le emergenze impreviste? Può considerarsi emergenza imprevista l’incapacità gestionale del Comandante del Corpo e dei dirigenti tutti che hanno accordato ferie e riposi confidando sul personale volontario di straordinario?
Adesso pensa che stai in pensione da alcuni mesi o anche meglio (?) sei il familiare di un agente morto e ti arriva il medesimo messaggio!

Anonimo ha detto...

Infine pensa che hai fatto la notte il giorno prima hai preso tanto di quel freddo con quella ridicola divisa e quel ridicolo cappello che ti viene la febbre, il giorno non ti riesci a muovere per gli acciacchi (magari aggravati dal fatto che qualche anno prima sei stato investito in servizio) e devi fare un’altra notte non prevista!
Potrei continuare ancora ma ve lo risparmio, forse può bastare così.
Siete ancora sicuri che le cose sono andate come ve l’hanno raccontate? Siete ancora sicuri che sono proprio gli agenti della Polizia Locale che debbono essere licenziati? Si fa presto a giudicare quando le cose non si sanno e non si vivono sulla propria pelle. E’ vero che c’è gente senza lavoro e gente che pur avendo un lavoro sta peggio degli agenti della Polizia Locale, ma questo non vuol dire che i diritti dei lavoratori e ancor di più la dignità delle persone debba essere violata in questo modo. Bisognerebbe lottare uniti perché tutti abbiano i medesimi diritti, non perché vengano tolti anche a quelli che li hanno. Secondo me questa “guerra tra poveri”, fomentata dai mezzi di comunicazioni asserviti al potere, non fa altro che dare credito a questi politici che, dopo averci aumentato le tasse e diminuito gli stipendi senza toccare minimamente i loro privilegi, ora vogliono toglierci anche la dignità.
Ma sì licenziamoli tutti questi “vigili”! denunciamoli tutti, anche quelli che stanno male veramente! Togliamo la legge 104, i permessi per la donazione sangue e perché no anche il diritto a essere malati! Bravo Marino, tu che non ti sei accorto di quello che ti accadeva intorno in un anno e mezzo di gestione del comune di Roma, come sei stato bravo ad aumentare le strisce blu, a diminuire l’accesso al centro storico senza minimamente aumentare il servizio pubblico! E ora bravo, bravissimo, prenditela con il Corpo della Polizia Locale tutto per l’incapacità di gestirlo del Comandante che tu gli hai messo a capo pagandolo 50.000 euro in più del suo predecessore: perché lui è un “superpoliziotto”.

Anonimo ha detto...

Gentilissimo blogger....Se le cose nun le sai....Salle!!!
Dopo parli e commenti...
MA le devi Salle tutte...non solo quelle che...te fanno commodo...;-)

Anonimo ha detto...

Siete ridicoli,

i cittadini sono avvelenati perche' non fate un ca***, altro che vecchietta che vi "distrae" dalla vostre "importanti missioni". E come ve lo rinfacciano, via a scrivere vaccate, tipo minacciare di fare "le multe che ci piacciono tanto" . Ma magari le faceste ! Anzi fatevi un giro a Prati, che tempo fa ebbi la sfigata idea di aderire al car sharing e, quando ho riportato la macchina, le paline erano occupate da coglioni che avevano messo la macchina in divieto impedendomi la riconsegna.

Vedete che se dimostrate PROFESSIONALITA' e BUONA VOLONTA', magari quando decidete di scioperare, i cittadini vi appoggiano piuttosto che darvi dei coglioni.

bat21 ha detto...

Ovviamente hai ragione tu. Il disastro orrendo della macchina pubblica e' sotto gli occhi di tutti c'è poco da giustificare. Chi ha mai perso il posto nel pubblico? Praticamente nessuno anche se beccato a rubare. Il resto sono fole. Il sud e Roma trainato dal pubblico fa affondare il resto di Italia e' questa la verità.

eva ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
eva ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ottimo articolo. Grazie di esistere.

Anonimo ha detto...

Grande blog speculatore sulle disgrazie altrui qualsIasi qualsiasi qualsiasi esse siano.
Avvoltoi!

Anonimo ha detto...

UNO SCHIFO INACCETTABILE! I SINDACATI DEI VIGILI HANNO TOCCATO IL FONDO E CI FANNO VERGOGNARE DI ESSERE ROMANI!

Quanta gente farebbe di tutto per avere un posto di lavoro pubblico...e questi si permettono di prendere i contribuenti a sberle in faccia??!!

SEMPLICEMENTE INACCETTABILE!

Anonimo ha detto...

Al vigile che ha scritto i lunghi post sopra:

PROPRIO PERCHE' HO UN GRANDE RISPETTO DEL RUOLO ISTITUZIONALE DEL VIGILE URBANO, RITENGO SIA INACCETTABILE CHE l'84% NON ABBIA SVOLTO IL PROPRIO RUOLO.

COSI' NON FATE ALTRO CHE PASSARE SUBITO DALLA PARTE DEL TORTO. E' EVIDENTE!

Anonimo ha detto...

Commentatore chilometrico

Su internet si scrivono post brevi, leggibili, massimo 10 righe altrimenti manco ti si legge.

Torna a scrivere i tuoi compiti ai concorsi per parassiti

Anonimo ha detto...

@ gennaio 02, 2015 4:19 PM

Nessuno ti ha chiesto di andare a lavorare per la PA ! quando hai fatto il "concorso" lo sapevi che era cosi!

Non dire baggianate perche se rubi nel privato ti becchi denuncia e licenziamento e non denuncia e "ricollocato"!!! tanto peggio se sei un assassino(che vuoi anche comprensione se per i tuoi sbagli muore qualc'uno?).

tu dici che...

" ...nel privato al massimo ti cacciano. Nel pubblico se fai un errore e la Corte dei Conti ti si mette dietro devi venderti casa per risarcire il danno erariale. Nel privato al massimo ti fanno causa per danni e campa cavallo ..."

cosa??? e dove succede in Italia sta cosa???
Pensate di avere meno responsabilità giuridica in confronto di un povero normale cittadino che neanche ha "amici" come voi?e per quale motivo dovreste averne di meno?chi siete?pubblici ufficiali?allora avete più responsabilità di tutti per quello che succede!

E se non vuoi essere "aggredito" dalle "utenze" fa il tuo lavoro "bene" e fallo fare anche ai tuoi "colleghi" e se non ce la fai cambia lavoro! fai un favore a tutti.

qui stiamo parlando di una categoria delle PA solo di Roma!!!che è sotto gli occhi di tutti che non fa "bene" il suo lavoro,in questo caso anche in un momento di necessita risaputa(non sapevate ci fosse capodanno?),anzi si mette di traverso con mezzi meschini e volete avere ragione?volete che noi popolo vi difendiamo e acclamiamo?...
siete pochi e dovreste essere di più?ma visto che già voi non lavorate bene perche si dovrebbe assumere più persone?al massimo vi cambiamo tutti con persone che vogliono fare il propio lavoro,cosi si fa nel privato.
Tutta la PA deve pagare per la crisi. anche voi...visto il degrado di Roma mi pare il minimo(qui parliamo solo dei vigili di Roma,non mi pare sia mai successo qualcosa come a Roma in altre città).
Viva i Vigili che fanno il loro lavoro bene e con dedizione e che ci difendono dal degrado. Via tutti i fannulloni dalle PA dal privato e dalla politica specialmente!

Anonimo ha detto...

Me sa che tutti quelli che lavorano nel privato stanno a sputare merda solo e soltanto per invidia solo e perche' i vigili sono comunali senza capire veramente il loro stato lavorativo.
A parte tutto una malattia con regolare certificazione e' legale sia nel pubblico che nel privato.
Questo blog pur di attirare commenti spara notizie senza vero rispetto per niente e nessuno.
Blog da sciacalli.

Anonimo ha detto...

Il 31 ho fatto mattina e notte, il mio turno era uscito il 23 novembre. Solidarieta' a tutti i colleghi assenti quel giorno, ci hanno ridotto a lottare cosi', avanti colleghi!
Un vigile.

Anonimo ha detto...

Io sono medico, ma non opero perche non mi piace il sangue > Inconcepibile

Io sono soldato, ma se scoppia la guerra non vado al fronte > Inconcepibile

Io sono stato assunto come attore, ma sono timido quindi non recito in pubblico > inconcepibile

Io sono camionista, ma non guido perche ho le emorroidi e non posso stare seduto a lungo > inconcepibile

Io sono vigile urbano, ma non lavoro per strada perche fa freddo, perche non voglio discutere coi cittadini, perche voglio passare le feste a casa > Vigili Urbani di Roma

Anonimo ha detto...

io vorrei porre l'accento sul fatto che se 80 su 100(ad esempio) dipendenti comunali (o pubblici) hanno comportamenti riprovevoli o errati in merito ai loro doveri/diritti sul posto di lavoro, NON serve cambiare le leggi, MA applicare quelle che ci sono per punirli con sanzioni pecuniarie ed altro.

Il problema reale è solo questo, sentire certa feccia che sta in parlamento (per altro NON eletta da nessuno) utilizzare questa vicenda per distruggere definitivamente il mercato del lavoro è pura malafede, certi personaggi indegni, a partire dal centrosinistra e dagli ex dc, hanno sempre sputato merda sul pubblico per privatizzare(senza che lo stato guadagnasse nulla), e distruggere qualsiasi tutela legale dei lavoratori....chi non se ne rende conto è semplicemente in mala fede.

D.

Anonimo ha detto...

Tu dixisti

Anonimo ha detto...

Ci sono troppi pregiudizi, senza vera conoscenza delle situazioni lavorative, verso i dipendenti pubblici statali e comunali. Vi assicuro che in certi ambienti pubblici statali e comunali si sta veramente da schifo, oltre l'immaginabile, peggio del privato.
Le notizie sono pilotate ed aggravate per giustificare il vero schifo che i dipendenti pubblici statali e comunali sono costretti a subire e giustificare nuove leggi politiche che si vogliono attuare.
Lo schifo non sono i dipendenti ma coloro che dirigono certe amministrazioni e che sono stati messi li dal governo senza veramente preoccuparsi del buon utilizzo del personale che gestiscono ( a loro conta solo far quadrare i conti a modo loro - il personale negli ambienti pubblici statali e comunali viene considerato un numero una feccia un animale da sfruttare a propri fini amministrativi - se ci fosse piu' offerta di lavoro tanti dipendenti pubblici stai e comunali sarebbero ben felici di passare nel privato ).

Anonimo ha detto...

Ci sono troppi pregiudizi, senza vera conoscenza delle situazioni lavorative, verso i dipendenti pubblici statali e comunali. Vi assicuro che in certi ambienti pubblici statali e comunali si sta veramente da schifo, oltre l'immaginabile, peggio del privato.
Le notizie sono pilotate ed aggravate per giustificare il vero schifo che i dipendenti pubblici statali e comunali sono costretti a subire e giustificare nuove leggi politiche che si vogliono attuare.
Lo schifo non sono i dipendenti ma coloro che dirigono certe amministrazioni e che sono stati messi li dal governo senza veramente preoccuparsi del buon utilizzo del personale che gestiscono ( a loro conta solo far quadrare i conti a modo loro - il personale negli ambienti pubblici statali e comunali viene considerato un numero una feccia un animale da sfruttare a propri fini amministrativi - se ci fosse piu' offerta di lavoro tanti dipendenti pubblici statali e comunali sarebbero ben felici di passare nel privato ).

Anonimo ha detto...

A tutti i colleghi malati a capodanno: continuiamo cosi', LOTTA DURA SENZA PAURA.

Anonimo ha detto...

Io spero nel tuo licenziamento o malattia vera e MORTALE questa volta

Anonimo ha detto...

Se lavorate in posti cosi orrendi...

1) perche non cambiate lavoro?

2) perche non fate scioperi per le condizioni di lavoro?

3) perche spesso trattate di merda gli utenti e i cittadini che sarebbero i vostri soli e unici alleati e invece vi odiano?

Anonimo ha detto...

8.29 pm, ti dico che sei semplicemente un cretino qualunquista .

Anonimo ha detto...

Io spero invece in un tuo incidente mortale che saro' io a rilevare, hai preferenze sul colore del telo col quale ti dovro' coprire?

Anonimo ha detto...

Clemente non vi a e' andato giu' dal primo giorno perche non era interno ai ranghi (ma aspetta, gli ultimi comandanti sono stati tutti destituiti per corruzione!)

Poi gli avete fatto ancora di piu la guerra da quando ha pensato di usare twitter e street control

Poi guerra aperta dal piano anticorruzione.

Si sapeva di una paglicciata di assemblea per capodanno gia da settimane, poi vi hanno minacciato e vi siete inventati sta buffonata il 31.

Fate schifo senza appello.

Questo e' quello che sappiamo, se avete altre informazioni fatecele avere.

Spiegateci perche il comandante debba sempre essere interno, perche non va bene lo street control, perche non va bene il piano anticorruzione.

SCHIFO

Anonimo ha detto...

Un grazie a tutti i colleghi che il 31 hanno donato il sangue per l'amministrazione.

Anonimo ha detto...

Io spero invece in un tuo incidente mortale che saro' io a rilevare, hai preferenze sul colore del telo col quale ti dovro' coprire?

Anonimo ha detto...

il sangue vallo a donare un altro giorno in un qualsiasi momento tuo di riposo e libero dal lavoro.

e sopratutto non venirmelo a dire.

BUFFONI!

Anonimo ha detto...

83% ed io sarei qualunquista? Ahahah. Ci ho beccato in pieno invece vedo. Poveri mentecatti. Ah, difficile che possiate fare la constatazione per un incidente, visto che siete a casa in malattia.

Anonimo ha detto...

non sono un troll anche se sono un vigile. Un vigile che dal 16 dicembre è in paternita', il mio bimbo e' vero e non e' che giro con ciccio-bello in una culla per far finta di averlo avuto.Sentirmi dare del disertore o del millantatore non e' bello, cosi' come non e' bello (credo sia anche reato) sentir diffondere dati "truccati". Nell' 83 per cento di "falsi malati" hanno fatto confluire persone in ferie (firmate da dirigenti che percepiscono 110.000 euro l'anno, gli stipendi li trovate su internet), persone in paternita', maternita' ma SOPRATUTTO 600 persone che, in tempi di crisi non hanno VOLUTO lavorare di STRAORDINARIO, rinunciando a 250 euro netti. ora dare del parassita fancazzista o malato immaginario a chi le sue trentasei ore settimanali le ha gia' fatte mi sembra esagerato. Se togliamo questi numeri (volutamente gonfiati per far scoppiare un caso) ecco che le persone in malattia tornano nelle statistiche. Non mi risultano visite fiscali che abbiano accertato abusi e/o soprusi ed al di la delle sparate, probabilmente e' per questo che le fantomatiche indagini interne od esterne che siano, finiranno in una bolla di sapone. A questo punto la domanda: ma perche' in tempi di crisi e mancanza di soldi 600 famiglie decidono di dire no ad uno straordinario (cosa ripeto assolutamente legittima)?

Anonimo ha detto...

@ gennaio 02, 2015 8:56 PM

auguri per la paternità,quindi lei non fà parte dei vigili furbi e ignavi di cui noi stiamo parlando,buon per lei.
comunque capodanno è soltanto l'ultima goccia... perchè la domanda è anche dove siete e cosa fate il resto dell'anno???perche Roma è cosi che fa schifo?

Anonimo ha detto...

Per colpa dei vigili, certo. Lasciamo perdere.

Anonimo ha detto...

Bravi lasciate perdere...

Ma lasciate pure lo stipendio

buoni a un cazzo

Anonimo ha detto...

Innanzitutto grazie all' utente che mi ha fatto gli auguri. Sul resto (cioe' dove siamo e cosa facciamo i giorni dell'anno) possiamo anche discutere. non intendo fare una "difesa d'ufficio" della categoria, che come tutte le sue categorie avra' anche persone poco produttive ma c'e' da dire che siamo gestiti malissimo. Le faccio un esempio: quanti di voi vedono coppie di vigili chiuse in una cabina in prossimita' di semafori perfettamente funzionanti? Ebbene, strano ma vero ma non dipende da noi. i dirigenti (gli stessi da 110.000 euro l'anno) percepiscono meta' del proprio stipendio grazie a premi di produttivita'. Il piu' diffuso e' quello legato alla fluidificazione del traffico. Come raggiungere l'obiettivo? semplicemente mettendo due vigili per turno a quanti piu' incroci possibili, ovviamente, con l'obbligo di non allontanarsi. Mi creda molti di noi preferirebbero (e sarebbero forse piu' utili) fare servizio sotto le scuole, nei parchi pubblici, nelle stazioni delle metropolitane (dove sciami di zingarelle alleggeriscono i passeggeri dei loro portafogli e di sera scatta il coprifuoco), sui mezzi pubblici...

Anonimo ha detto...

Esistono dei servizi di base che in ogni città civile devono continuare a funzionare sempre. Ospedali, Polizia, Trasporti. Per non parlare degli Hotel, che non chiudono mai, i Ristoranti, i Bar, o di chi lavora con associazioni di volontariato (c'è anche chi "lavora" a Natale ed il Primo dell'Anno per portare un pezzo di pane ai poveracci che dormono sotto i cartoni). Gli Italiani hanno perso qualsiasi desiderio di sacrificio per la comunità. Sono tutti lupi che pensano solo ai cazzi propri. L'assenza di educazione, ancor prima della politica, è quello che ha riportato drammaticamente questo paese nell'era pre-alfabetizzazione. Confrontati ai nostri vicini di casa del resto d'Europa, siamo dei barbari, volgari ed incapaci di badare a noi stessi, campioni della lamentela e dell'autocelebrazione, ma mai in grado di rimboccarsi le maniche o risolvere anche la più semplice delle mansioni, come ad esempio garantire la sicurezza dei cittadini per strada, la mobilità pubblica, la pulizia delle strade. Possiamo continuare a dare addosso alle istituzioni, ora e sempre, ma la merda dentro ce l'ha il nostro vicino di casa, il nostro commercialista, il vigile urbano. e forse anche un po' dentro di noi.

Anonimo ha detto...

.. ma non e' tutto. Nelle ore di traffico ci viene chiesto di "aprire il semaforo" ovvero regolarlo manualmente. Peccato pero' che i semafori siano sincronizzati a "quadranti" cittadini e che (notizia delle notizie) la gestione di questa sincronizzazione non sia della Polizia Municipale ma di una societa' chiamata S.T.A. le lascio immaginare le naturali conseguenze sul traffico cittadino...

Anonimo ha detto...

Solo a Capodanno? non fanno un cazzo tutto l'anno tanto che Roma funziona ugualmente senza questi parassiti, degni compari di Atac e Ama.
La lotta continua...Ah Buffoni tutti a partita iva senza malattia e ferie poi voglio vedere se vi assentate.

Anonimo ha detto...

un ultima considerazione/verita'voglio dirla sulla storia delle rotazioni della pseudo "anti-corruzione"(anch'essa volutamente travisata dalla dirigenza) se fermate 10 vigili in strada ne avreste trovati 9 a favore..ruotare davvero e nelle mansioni significa non doversene stare 30 anni all' incrocio a respirare polveri sottili (anche quando i dati delle centraline "consigliano" alla popolazione di restarsene a casa) alternandosi nel compito magari con qualche raccomandato che appena entrato e' gia' imboscato in ufficio (per strada ci sono sempre gli stessi)..il problema e' che queste rotazioni non sono nelle mansioni ma nei territori..provo a spiegarmi meglio, se esistono settori dove il rischio corruzione e' piu' alto sono la polizia amministrativa (controllo dei negozi) e l'edilizia..bene con queste "rotazioni" chi fa' amministrativa od edilizia in un posto, semplicemente va a farla in un altro e chi respira smog da dieci anni ad un incrocio va semplicemente a respirarne altro, per altri dieci anni da un altra parte...

Anonimo ha detto...

Ma per colpa di questi merdosi romani fancazzisti e incivili, ci devono rimettere tutti gli impiegati pubblici italiani? Fatemi capire...

Anonimo ha detto...

Sai che c'e' ?

Penso che il diritto allo sciopero sia sacrosanto, per quelli che ancora lo hanno, ma, cavolo, mi spieghi una cosa? Tu come membro delle forze dell'ordine sai che:

a. alcune categorie hanno limitazioni per quanto riguarda i tempi e i modi e parlo, appunto, delle forze, dell'ordine, medici, personale dei trasporti, ecc.

b. sai che scioperare, in talune circostanze, puo' creare danni seri se non vittime.

Allora, domanda, 'sto sciopero proprio a capodanno o durante 'sto cavolo di derby lo dovete fare ?

Poi come c'era da aspettarlo venite precettati e magicamente non si riesce a coprire i turni.

A me contribuente, vieni a dire che e' una coincidenza, che c'e' stata un'epidemia e un complotto di statistiche.

Ma lo scorso capodanno, quando il sindaco non voleva riformare il corpo ? Niente epidemie, niente complotti statistici, niente crisi esistenziali sfociate nella voglia irresistibile di donare il sangue.

Poi perche' scioperate ? Me lo spieghi ? Perche' a me il messaggio che arriva e' che state ostacolando le cosiddette rotazioni, che dopo gli scandali relativi alla corruzione scoppiati di recente, mi sembrano giuste.

Cioe' , voi dovete semplicemente spostarvi da un municipio ad un altro quando, altre categorie, sono costrette a spostarsi da una REGIONE all'altra e scioperate.

Allora di conseguenza, arriva un altro messaggio, che le mazzette valgono piu' dei 250 E di straordinario !

Questo e' il messaggio che arriva

Anonimo ha detto...

Bene allora denuncia tutto alla Questura o rimani un cazzaro, la Domenica allo stadio però state tutti bene eh!? Staordinario e riposo, 83 % di assenteismo e chiaccheri pure.

Anonimo ha detto...

Ennesima cazzata: non aderiamo neanche piu' allo straordinario dello stadio, la prova e', per esempio, Roma-Milan. Non avendi straordinaristi sono state mandate a fare il servizio le normali pattuglie di ordinario scoprendo, di fatto, tutto il territorio.

Anonimo ha detto...

Cmq il fatto che roma vada avanti senza questi ladri, dimostra a quanto non servano a un cazzo.

Come tutte le volte che sciperano, lasciate pure che scioperino, intanto non cambia niente.

Solo che lo stipendio non e lo voglio piu pagare

Anonimo ha detto...

Sul vostro sito (VVUU) fate una bella pagina aggiornata in tempo reale che elenchi i turni di servizio, manco tanto dettagliata, per municipio, alla quale mi collego e possa vedere quante unita' sono di servizio nel municipio x , con il numero di vigili impiegati per strada e negli uffici, domenica allo stadio, o la notte di capodanno. Cosi' magari scopro che avete ragione voi: che vi danno mansioni senza senso e che siete sotto organico. Ma se poi vedo che c'e' una pattuglia per municipio in servizio o 4 pattuglie tutte ferme a guardare la gente che passa in piazza taldeitali, o che l'80% del personale fa lavori amministrativi, allora qualcuno, dirigente e non, ne deve rendere conto.
Ma attualmente la stima che faccio io e' che se a capodanno, evento eccezionale, ci sono 20 persone per municipio, il testo dell'anno girate in sei. Quindi 3 pattuglie ? 2 patttuglie a municipio ? Delle quali una a "guardare" l'autovelox ? Perche' questo e' quello che vedo per strada, quando lo vedo, per la modica cifra di un miliardo e piu' euro all'anno. Niente male.

Anonimo ha detto...

P.S.
Poi giusto per non sembrare che si attacchino solo i VVUU, le stesse considerazioni si possono estendere a tutti gli uffici comunali, la qualita' del servizio e' SCADENTE perche' l'andazzo e' generalizzato.

Giusto per raccontarne una: vado a rinnovare la carta di identita'. Per fortuna si puo' prenotare, almeno nel mio municipio, negli altri non so. Vado all'appuntamento, tra attese e balle, 2 ore di tempo perso. Allo sportello, la comunicazione telematica con la motorizzazione e' lentissima, mi si chiedono i dati personali che vengono immessi nel computer, ma la modulistica viene stampata IN BIANCO, e l'addetto deve ricompilare i moduli A MANO ! Il biadesivo manca, altro tempo a cercarlo. Roba da terzo mondo. Ma ogni anno piu' del 50% del mio stipendio evapora in tasse per pagare questo schifo. Ma ovviamente il problema sono io contribuente, non 'sta struttura feudale che si mangia le mie tasse !

Anonimo ha detto...

Allora (vedo che c'e' tanta confusione e poca informazione), per quel che riguarda l'utente che parlava del divieto di scioperi per le forze dell'ordine, condivido..peccato che noi non siamo considerati forze dell' ordine (pur avendone i poteri). Qui il primo punto del dissenso: ovvero abbiamo lo stesso contratto (soldi e diritti) dei "comunali" ma a differenza di un qualsiasi impiegato pretendono che lavoriamo di notte od i festivi e vuoi ridere? per legge non possono imporcelo (come non potrebbero con un bidello od un archivista). I servizi sono sul sito intranet del comune di Roma e purtroppo il fatto che non siano visualizzati che dai soli dipendenti, non dipende certo da noi lavoratori. Sulle eccedenze negli uffici o nei servizi d'elite (come autisti dei comandanti che non si capisce bene perche' devano avere degli autisti, manco fossero ministri) quello che provo a farti capire e' che siamo sulla stessa lunghezza d'onda...di 6000 persone scarse la meta' circa prestano servizio in ufficio, centralino, segreteria o servizi "elitari" oltretutto senza "criteri"...magari ti capita il neoassunto "figlio d'arte" che inspiegabilmente dopo pochi mesi si ritrova fuori dall'incrocio, mentre il collega che andra' in pensione il prossimo anno ancora sta' in mezzo alla strada

Anonimo ha detto...

Purtroppo il corpo dei vigili è troppo lontano dai cittadini. Problema di dirigenti incapaci, di scarsa organizzazione, di personale imboscato? Non saprei quali possano essere le cause. Non sono neanche pagato per andarle a scoprire. C'è gente che è pagata, e profumatamente con i soldi delle nostre tasse, per questo.
Da cittadino constato che quando ne ho bisogno per un qualsiasi motivo non li vedo per strada ma neanche riesco a contattarli al telefono.
Provate a chiamarli quando una macchina ci incastra in doppia fila e vedete quali sono i tempi di intervento.
Ci sono troppe cose che non vanno. Se per mesi vedo una macchina che parcheggia sempre sullo stesso marciapiede, e segnalo la cosa, la constatazione che posso fare è che la cosa o è tollerata o che il territorio non ha controllo.
Su troppe cose quindi chiudono gli occhi non dando una mano a mettere ordine in questa città.
Se vogliono essere compresi è ora che il sindacato non copra i fannulloni e gli imboscati e faccia meglio capire le loro ragioni. Perché io sinceramente non sono riuscito a comprenderle anche perché, ripeto, sono sempre più distanti dalle esigenze dei cittadini.

Anonimo ha detto...

io pur facendo parte del corpo concordo su tutta la linea con l'intervento sulla distanza tra corpo e cittadini.Ho vissuto per 40 al I municipio e sfido chiunque a comporre il numero telefonico senza passare inutilmente decine e decine di minuti con la musica di Sergio Leone, senza riuscire a prendere la linea. Concordo persino sulla mancanza di capacita' dei sindacati di comunicare alla cittadinanza i problemi veri ma su questo voglio dirvi una cosa...gli stessi sindacati sono in caduta libera di iscritti ormai da anni e le cancellazioni si contano a decine ogni mese...se protesta c'e' stata e' stato spontaneismo su cui forse i sindacati tentano autoreferenzialmente di mettere il cappello e (torno a ripetere) non e' stato un buttarsi malato di otto vigili su dieci (qualcuno ci sara' anche stato su questo non discuto) ma per almeno sei di quegli otto e' stato semplicemente dire: da oggi (in realta' gia' da un mesetto) non faremo piu' un ora di straordinario oltre il normale servizio.Badate che e' una scelta sofferta in un periodo in cui tasi,imu, autostrade, acqua ed elettricita' rincarano non di poco e con gli aumenti salariali bloccati da piu' di sei anni.Quello che mi intristisce e' che stanno mediaticamente creando un caso, trasformando una protesta spontanea legittima in una marea di papponi mezzi criminali che ricattano la citta' con certificati falsi e medici compiacenti (anch'essi mezzi criminali).

Anonimo ha detto...

Ma a me manco sta bene l'atteggiamento da italiano medio, di chi dice la legge dice che siamo comunali, quindi scioperiamo quando ci pare, non si "pretenda" di fare straordinari e notturni, le polveri sottili, il freddo. Innanzitutto penso che i comunali non percepiscono le indennita' dei VVUU e poi penso che il contratto dei comunali sia un buon contratto e a parte questo, uno spazzino dell' AMA, l'addetto al ritiro dell'immondizia che dovrebbe dire ? Quello non respira la merda ? Non lavora di notte e al freddo ? Per quanto riguarda gli straordinari non e' questo il problema, 'sto lavoro va organizzato a turni e tutti, una volta alla settimana, li dovrebbero fare. Se il problema e' la legge, essa va cambiata e chi non vuol fare quel lavoro, come lavorare all'AMA o fare l'autista ATAC, puo' fare il concorso o cercare lavoro altrove !

Per quanto riguarda lo sciopero e' questo il punto, voi pensate di essere amministrativi perche' vi hanno abituato cosi', ma invece avete la pistola e il tesserino e siete polizia, quindi a capodanno non si sciopera. Punto.

Poi la trasparenza e' un dovere, il sito interno esiste? Il sindaco lo dovrebbe rendere pubblico perche' su come vengono spesi i soldi delle tasse la trasparenza e' un obbligo.

Anonimo ha detto...

beh no su questo non sono d'accordo. Uno spazzino dell' ama come lo definisci tu viene retribuito di piu' di un vigile. Ha il riconoscimento di lavoratore notturno (che non e' dato a noi) e se fai caso il problema e' nato proprio quando hanno "pensato" di togliere le indennita' con cui venivano pagati i servizi notturni e festivi. Perche' dovremmo cambiare lavoro scusa? Abbiamo vinto un concorso e firmato un contratto se quel contratto prevede che festivi e notturni possiamo starcene (come tutti) a casa due sono le cose: od incentivi le persone a venire (pagandole il giusto) o non puoi pretendere che ci vengano per forza.Nessuno gli ha puntato la pistola alla tempia per firmare il contratto (che ti ripeto e' identico a quello di bidelli, maestre d'asilo etc.) Nemmeno e' vero che siamo forza di polizia perche' la legge (dello stato)non ci identifica nel comparto sicurezza. paradossalmente ne abbiamo in parte i poteri e (sempre in parte) i doveri, sempre piu' spesso pretendono da noi operazioni di polizia ma se ci menano non abbiamo nemmeno un assicurazione o la causa di servizio. La nostra aspettativa di vita (di un vigile vero che lavora in strada) e' di otto anni piu' bassa della media.Con questo ripeto non voglio fare la difesa d'ufficio di una categoria che, come tutte le categorie,su 6000 persone avra' la sua percentuale di ignoranti, inadeguati o quant'altro ma solo ribadire che degli 8 su 10 che non hanno partecipato al capodanno almeno 6 lo hanno fatto senza buttarsi malati, solo scegliendo (per fortuna non siamo nelle miniere ottocentesche)di non fare lavoro straordinario, rimettendoci economicamente ma con qualche buona ragione.

Anonimo ha detto...

Non intendevo dire che si debba cambiare lavoro, invece intendevo che, se fai il concorso da vigile, sai che farai il vigile e non l'amministrativo. Vuoi fare l'amministrativo ? Fai il concorso dell'amministrativo. Ma ti diro' di piu', se non hai i requisiti fisici per fare il vigile, manco dovrebbero prendervi, giusto per evitare di accollare all'erario una grossa percentuale di inidonei al servizio. Poi ripeto, turnazione. Quelli che lavorano la settimana di notte, in quanto impiegati comunali, credo che come tutti prenderanno la tariffa notturna. Altrimenti sarebbe giusto eliminare la polizia municipale aumentando carabinieri e polizia.
Non penso che servano scivani a fare il lavoro dei VVUU.

Anonimo ha detto...

Che poi, parentesi, in molti altri stati europei (quasi la totalita' ) la polizia municipale, manco esiste. C'e' la polizia pura e semplice. il VVUU e' un'altra meraviglia tutta italiana, che costa un patrimonio e non serve allo scopo. Come non esiste la Guardia di Finanza e altri corpi che noi abbiamo, anzi penso che a Roma ci siano corpi militarizzati sufficienti a conquistare la Svizzera, ma non si riesce a fare controllo del territorio. Allora o si rientra nell'ottica dell'efficienza o si taglia, visto che spesso si fa il confronto col privato, nel privato funziona cosi'.

Anonimo ha detto...

in verita' e' l'esatto contrario. In tutti gli stati occidentali (europei ed U.S.A.) la polizia e' "locale", ovvero della citta' e poi ci sono i "federali" che hanno cioe' competenze per indagini nazionali (mafia, falsificazione etc.) Noi abbiamo invece 5 polizie nazionali (p.s.-c.c.-g.d.f.-c.f.s. e penitenziaria) e due locali (municipali e provinciali) ben sette. sette centralini, sette numeri di telefono sette gruppi o commissariati per quartiere, sette segreterie per ognuno di loro, sette uffici protocollo etc..ma stiamo andando fuori tema. Posso concordare che si riapproprino dei loro compiti di polizia, ma non lo faranno, coinvolgendo sempre piu' noi perche' rispetto agli anni 80 gli organici delle forze di polizia sono dimezzati..pensaci bene..avresti immaginato solo 20 anni fa che i vigili avrebbero arrestato persone? fatto servizi antiprostituzione? sgomberato stabili occupati o campi nomadi abusivi? Lanciati a correre dietro a venditori di borse contraffatte alti due metri? Pensa che non ci facevano rilevare nemmeno gli incidenti con feriti, che spettavano alla polizia stradale per via che comportavano un procedimento penale...quindi delle due l'una..se mi paghi e mi tuteli da impiegato comunale, con lo stesso identico contratto e' ovvio che poi ho i suoi stessi diritti.Vogliamo cambiare la legge? Magari! Vorra' dire che chi ha i requisiti fisici e morali e la voglia sara' inquadrato come tutte le altre forze di polizia, gli altri andranno agli sportelli dell'anagrafe o dei municipi o perche' no? a fare i bidelli...

Anonimo ha detto...

Pure la paternitá avete??? Io mi sono dovuto prendere le ferie!!!!! MUTI VERGOGNA. Il giorno dopo che é nato mio figlio ero al lavoro!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Certo,

c'e' la Polizia locale, ma non i vigili, non c'e' distinzione tra polizia locale e polizia, poi lasciamo perdere i corpi federali e speciali che sono ovunque coma la DEA ecc, ma il VVUU non esiste, quella estera e' polizia. Il pizzardone, ce lo abbiamo solo in Italia.
Ma la domanda rimane: serve cosi' com'e' il corpo dei VVUU ? Secondo me no. Sono risorse bruciate nell'ottica di uno statalismo che non ci possiamo piu' permettere. A Roma serve un corpo di polizia efficiente e non degli amministrativi con la pistola che scioperano a capodanno. Si potesse davvero trasferirli a fare i controllori sui mezzi pubblici, ad esempio, sarei il primo a metterci la firma. Ma a me pare che si dica: "Eh, io ho vinto il concorso e lavoro come mi pare, solo di giorno, e alle mie condizioni e 'sti cavoli". Perche' altrove li licenziano, si chiamano esuberi e in periodo di crisi non starei a fare troppo discorsi di questo genere perche' il corpo dei VVUU e' un costo evincere un concorso in un prossimo futuro protrebbe cessare di essere un matrimonio a vita a spese del contribuente. Io mi auguro che si faccia in modo di avere un corpo di VVUU che vale quello che costa, con persone che percepiscono uno stipendio commisurato, alla mansione e all'orario, am quelli che fanno i vigili devono mettersi in testa che sono vigili e non bidelli.

Anonimo ha detto...

Ogni volta che ci riprende la banca centrale europea perchè non rientriamo nei parametri e protestiamo mi domando: perchè ? Vogliamo un incremento della forbice debito/PIL per far cosa ? Per aumentare il debito pubblico e conservare lo status quo di una macchina statale che costa un botto ed eroga il nulla ? E che quando glielo fai notare sciopera. O a costo della previdenza sociale, di tagli alla ricerca, alla sanità, all'istruzione quando invece si potrebbero contenere i costi eliminando gli sprechi e pretendere semplicemente che gli standard di efficienza siano rispettati.

Anonimo ha detto...

La cosa che fa andare il sangue al cervello è che per mantenere questo stato di cose allucinante ci massacrano di tasse.

Mnz Castel ha detto...

Se questa città fa schifo per il suo disordine, indisciplina, zero manutenzione e tantissimo altro, va attribuito alla loro irresponsabile negligenza. Facendomi spessissimo passeggiate in tutto in centro storico, e rarissimo trovarne uno al suo posto, e quando ci sono NON fanno nulla!!!
Risparmiateci queste tasse ed azzerriamoli.....sono una vergogna per la città!

Anonimo ha detto...

Giusto protestare pacificamente quando non veniamo rispettati dai nostri datori di lavoro!
Giusto protestare pacificamente quando lo Stato non rispetta i cittadini!
Giusto la protesta pacifica contro le ingiustizie!
Rispettiamo chi ha ancora la forza e il coraggio di protestare!
Protestiamo pacificamente contro le ingiustizie!!!!
Cittadini che non protestano sono uomini senza voglia di vivere!!!!!!!!
LUPO/PECORA

Anonimo ha detto...

Se state cosi male nel pubblico, passate al privato, no?

Ah no, non ci passate al privato, ve?

Mortacci vostra!

Ieri sera passeggiavo sui fori imperiali non ce ne era uno da piazza venezia a largo ricci. In compenso c'era un matto che spaventava la gente. Poi a via cavour un'auto con 2 merde dentro che giocherellavano col cellulare a motore acceso per tenersi il riscaldamento (ma poi vi manca la benzina...) MERDE PUTRIDE

bat21 ha detto...

Ecco le prime tre domande sono anche le mie 1:57 am

bat21 ha detto...

Bravo 6:37 pm e' quello che mi porta a dire sempre le stesse cose su questo blog. Aggiungo che questo massacro di tasse non e' indolore perché e' tutto a spese del settore privato che non può esprimere le proprie potenzialità per questo motivo. Vi pare giusto che per mantenere inefficienze cosi mostruose gli industriali debbano pagare l imu sui loro macchinari fissi per esempio? Purtroppo questo sta distruggendo la nostra economia e il nostro futuro con questo e pochi se ne rendono veramente conto.
Ai vigili dico con il cuore in mano...pensate che state segando il ramo in cui vi siedete (lo stesso appello va fatto per tutti i settori malfunzionanti e pletorici della pa). Comunque inizio ad essere stanco di abbaiare sempre le stesse cose su questo blog! Mi prendo un bel periodo di disintossicazione....

Anonimo ha detto...

Caro Bat,

ti capisco, specie poi per leggere le prepotenti stronzate che scrivono questi parassiti.

Comunque consolati, le tue tasse vanno a finanziare i ghisa, non queste merde inette dei pizzardoni

Anonimo ha detto...

Non c'è in Italia un'altra categoria che sa comunicare così male il proprio disagio. La polizia municipale è figlia dei vari campanili e soffre per la mancanza di un riferimento istituzionale in grado di rappresentarla. La questione romana è emblematica. Il sindaco Marino ha deciso di riorganizzare il comando (e come dargli torto). Solo che anche il medico si è dimenticato che la polizia locale per una strana alchimia normativa stratificata nel tempo è ancora inquadrata alla stregua di un semplice impiegato comunale che di certo non lavora a capodanno e non sgombera campi nomadi. Per legge il luogo di lavoro dei vigili risulta l'ufficio e i rischi aziendali sono gli stessi dell'impiegato dell'anagrafe. Per cercare di sopperire a questa lacuna (che ad oggi espone la polizia municipale a rischi personali molto elevati in caso di infortuni e malattie), tutti i comuni negli ultimi 20 anni hanno intavolato trattative locali realizzando improbabili accordi contrattuali decentrati diversi da località a località. Con il risultato di stipendi differenziati a macchia di leopardo in tutto lo stivale per richiedere ed ottenere prestazioni in generale esorbitanti rispetto all'impianto normativo che regola l'attività del poliziotto municipale. La differenza retributiva tra comune e comune in questi anni di crisi si è progressivamente ridotta ma può ancora raggiungere valori importanti anche nell'ordine di migliaia di euro su base annua tra operatori che svolgono praticamente la stessa cosa. Ora in una situazione così frammentata il primo cittadino romano sta tentando di recuperare ragionevolmente risorse ed efficienza. Ma senza partire dalla necessità, prima di tutto, di offrire un inquadramento normativo certo agli operatori di vigilanza. Mandare i pizzardoni armati senza strumenti di difesa personale e senza preparazione specifica alle crescenti emergenze di ordine e sicurezza della capitale significa incrementare ulteriormente il rischio e il disagio. Chiedere poi alla polizia locale di rinunciare anche alle indennità che differenziano le sue prestazioni da quelle dell'impiegato comunale forse è veramente eccessivo.

direttore@poliziamunicipale.it

Anonimo ha detto...

Caro Direttore PM,

e' apprezzabile il tentativo di difendere l'indifendibile con argomenti finalmente piu raffinati di quelli usati daisuoi sottoposti.

Il suo discorso pero prova troppo:

1) lei auspica una riforma normativa nazionale, ma sa benissimo che il Sindanco non dispone di tale potere.

2) quello che lei auspica e' il mantenimento dello status quo, senza dirlo apertamente chiaramente, ma rifacendosi a una procedura che nella migliore delle ipotesi durerebbe 2 anni, quindi per 2 anni continuiamo cosi poi puo succedere di tutto;

3) il Sindaco secondo lei dovrebbe quindi tollerare la scarsa produttivita quando non l'aperto sabotaggio della propria stessa PM e non dovrebbe utilizzare i suoi pur limitati poteri?

4) secondo lei, noi cittadini che dobbiamo fare? Pagare oggi IMU, TASI, TARI e aspettare i risultati ipotetici tra 2 anni?

5) non mi dica che quando avete fatto il concorso e preso servizio non eravate a conoscenza dello tato di cose che poi ora tanto deprecate. Troppo comodo prendersi un posto e relativo stipendio gia sapendo che poi se ne lamentera... avete gia la scusa pronta cosi?

Mi spiace, il tentativo e' stato piu raffinato, ma comunque non convincente.

A lavorare

Anonimo ha detto...

Ivan ha detto...

Ah quelli che si lamentano nel pubblico impiego:

1) piove o c'e' sole? voi lo stipendio lo prendete comunque; (sia quando piove che quando c'è il sole lo stipendio è lo stesso)

2) fate bene o male il vostro lavoro? Lo stipendio lo prendete comunque (che bello fare bene il proprio lavoro e percepire lo stesso stipendio di chi fa male lo stesso lavoro);

3) vi ammalate, restate incinte? Malattie e materita le prendete (anche nel privato e ci si ammala lavorando per lo stato in strada giorno notte freddo caldo pioggia sole..);

4) lavorate per uffici che andrebbero chiuse? Non potete essere licenziati, ma ricollocati (pure licenziati con uno stipendio pari a chi affetta il prosciutto al supermercato..);

5) vi serve un mutuo? Godete di garanzie che il privato non ha (anche quando devono aggredire lo stipendio godono di questa fortuna, vedi separazioni, multe, ed altro);

6) il lavoro non e' finito? All'orario potete staccare (nella testa di chi parla a vanvera);

7) l'economia crolla? Voi non siete esposti al rischio del ciclo economico come tutti gli altri (non siamo esposti neanche quando l'economia vola.. quando nel privato davano con facilità stipendi da 2000 nel pubblico si continuava a prendere 1200..)

Insomma, giratela come vi pare, ma se fate servizio pubblico questi sono i privilegi (GROSSI) che avete. Poi non potete pretendere pure di avere la liberta degli autonomi e decidere quando andare a lavorare e come. Prendetevi pure i RISCHI allora!

I PRIVILEGI PER ESSERE CALCOLATI CORRETTAMENTE VANNO MESSI SU DI UN PIATTO DELLA BILANCIA, DALL'ALTRO NON VANNO MESSI I RISCHI DEGLI ALTRI MA I PRIVILEGI DEGLI ALTRI O I RISCHI DELLO STESSO LAVORO.

LE VALUTAZIONI VANNO FATTE CORRETTAMENTE E QUANDO SI ASSENTA L'83% DEL PERSONALE, A CASA MIA SIGNIFICA CHE C'E' QUALCHE PROBLEMA CHE VA OLTRE IL VOLER BRINDARE A CASA IN FAMIGLIA, SIGNIFICA CHE C'E' UN PROBLEMA DI GESTIONE, CHE VA RISOLTO.

ADESSO IL PROBLEMA DEL COMUNE DI ROMA E' IL VIGILE AL SEMAFORO? O FORSE SONO ACEA, ATAC, CARMINATI, MARINO, BUCCI, ALEMANNO, CASAMONICA, E TANTI ALTRI CHE CREDO SIA INUTILE NOMINARE?

fraco ha detto...

Il tge Piemonte ha voluto vedere dopo quando accaduto a Roma con l'assenteismo dei vigili a Natale. I risultati sono di tutt'altro tipo. Su 70 vigili tre si sono dichiarati malati.

franco ha detto...

manca uno zero. su 700 vigili. :)

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Caro Bat,

ti capisco, specie poi per leggere le prepotenti stronzate che scrivono questi parassiti.

Comunque consolati, le tue tasse vanno a finanziare i ghisa, non queste merde inette dei pizzardoni

gennaio 03, 2015 9:57 AM

coraggiosissimo Bat 21, la merda inetta ti aspetta, quando riesci a scollarti dal pc, se non svieni prima per mancanza improvvisa da fluidi corporei (sangue dal naso, scilta ecc.), mi dici dove vuoi che ti raggiungo, magari riesco a convincerti delle mie ragioni.....

Anonimo ha detto...

L'Italia sta andando a finire male perche' il popolo e disunito e lo Stato riesce a fare quello che vuole distruggendoci.
Sio sotto una dittatura mascherata da liberta', siamo ritornati al divario fra ricchi ( lo Stato e i suoi burattinai ) e poveri ( il popolo dei burattini ).
La maggior parte dei commenti denotano solo pregiudizi invidia egoismo ma poca obbiettivita' per quanto accaduto e nessun rispetto per una categoria lavorativa.
Non sono un vigile.
Un commento sul web faceva notare che stiamo condannando dei lavoratori che si sono assetati con regolari certificati di malattia quindi da non ritenersi assenteisti.
Italiani restiamo uniti perche' ci stanno distruggendo senza darci vere e concrete alternative valide.
LUPO/PECORA

Anonimo ha detto...

L'Italia sta andando a finire male perche' il popolo e disunito e lo Stato riesce a fare quello che vuole distruggendoci.
Siamo sotto una dittatura mascherata da liberta', siamo ritornati al divario fra ricchi ( lo Stato e i suoi burattinai ) e poveri ( il popolo dei burattini ).
La maggior parte dei commenti denotano solo pregiudizi invidia egoismo ma poca obbiettivita' per quanto accaduto e nessun rispetto per una categoria lavorativa.
Non sono un vigile.
Un commento sul web giustamente faceva notare che stiamo condannando dei lavoratori che si sono assentati con regolari certificati di malattia quindi da non ritenersi assenteisti.
Italiani restiamo uniti perche' ci stanno distruggendo senza darci vere e concrete alternative valide.
LUPO/PECORA

Anonimo ha detto...

A quando la trasmissione di Bruno Vespa col plastico del comando????

Anonimo ha detto...

Voglio metterci il carico da 11: il dottore mi aveva dato i giorni fino al due gennaio, il 31 mi e' arrivata la visita fiscale che me li ha prolungati fino al 7 gennaio.
Ahahah.

Anonimo ha detto...

Merde dentro una divisa di merda

Anonimo ha detto...

Ma quanto v'avemo fatto rosica' eh??? EHHH???? Ahahah, godiamo come ricci sul vostro livore.

Anonimo ha detto...

a me dispiace che una discussione con punti di vista opposti ma rispettabili, venga inquinata da epiteti quali merde od auguri di incidenti stradali (che non vanno fatti nemmeno al peggior nemico). Dispiace anche percepire l'"invidia sociale" di chi, purtroppo e sottolineo purtroppo non ha giuste garanzie. Mi si invidia l'istituto della maternita'/ paternita' quando invece la lotta sarebbe quella di estendere tali diritti (costituzionalmente tutelati) a TUTTI! Personalmente ho scioperato (perdendo 100 euro netti in busta paga) per cercare di difendere l'abolizione dell' Art.18 per i lavoratori privati, anche se da parassita merdoso, come qualcuno si giova di definirmi, tutto sommato non ne avrei avuto l'interesse. Aprite gli occhi, perche' questa e' una CAMPAGNA MEDIATICA propedeudica a nuovi attacchi ai diritti delle persone. Ne volete la prova? Aprite i giornali di oggi: 44 casi sospetti! che su mille persone dovrebbero essere il 4.4 per cento. Siamo ben lontani dall' 83 per cento sbandierato ai quattro venti o no? Non quindi 8 vigili su dieci delinquenti ma 0.5 su dieci. E se permettete se un lavoratore su venti sta' male puo' anche darsi che sia vero. Ripeto, un conto e' inventarsi una malattia, altro decidere di non partecipare al lavoro straordinario. Quest'ultima cosa si chiama DIRITTO! Volete che cambi? Bene, allora rassegnamoci a far vivere i nostri figli come si viveva nell' 800, con turni di lavoro da 14 ore al giorno per tutti.

Anonimo ha detto...

Finalmente, l'ho scritto qualche giorno fa, chi sbraita non per avere piu' diritti ma per farli togliere a cho li ha, si merita questa Italia e fa il gioco dei politici che da anni rubano facendo scannare il popolo.

Anonimo ha detto...

Stamani sia il Corriere che il Messaggero mettono l'accento sul crollo, in questi ultimi anni, dell'indice di simpatia - ma non solo; anche di autorevolezza, di fiducia - della polizia locale o vigili urbani pizzardoni che dir si voglia. Un piccolo episodio occorsomi ieri sera, mi ha dato una personale sottile chiave interpretativa. Portando a spasso il cane - pieno centro, zona comunque di movida - ho iniziato un veloce attraversamento su un regolare passaggio pedonale, volgendo uno sguardo preoccupato al sopraggiungere in velocità del solito tanghero. Non mi sono accorto purtroppo di due auto parcheggiate sulle strisce in maniera tale da impedirmi l'accesso al marciapiede. Ho comunque aggirato l'ostacolo, con il tanghero di cui sopra che mi sfilava pericolosamente a fianco. Ecco, l'attacco di bile non mi è venuto per la mancanza di sanzioni - a quell'ora, poi - degli incivili suddetti, no. Mi è venuto pensando agli sbeffeggiamenti dello street control più volte letti, alle varie dichiarazioni in cui traspariva netta la riluttanza -perché? ma perché, di grazia? - ad una efficace azione sanzionatoria. Come dirmi: rassegnati alle situazioni come quella descritta. Perdita di simpatia, eh?

Anonimo ha detto...

Stiamo avendo l'appoggio di tutte le Polizie Locali d'Italia, dai ragazzi, avanti cosi', faremo giurisprudenza.

Anonimo ha detto...

Siete dei mediocri

Anonimo ha detto...

Non e' un problema, l'importante e' vederti qui sopra, secernendo bile da ogni poro della pelle.

Anonimo ha detto...

Non cadete nei tranelli dei troll finti vigili che stuzzicano per far infangare la categoria lavorativa.
Con i commenti in anonimato e senza registrazione al blog e' molto facile mischiarsi fra commentatori e non capire chi commenta e da quale parte si pone veramente.
Ritengo questo blog poco affidabile per quanto sopra esposto.
LUPO/PECORA

Anonimo ha detto...

vi do' un altra notizia, di cui ahime' vi accorgerete tra qualche mese. L'attuale dirigenza del corpo ha inviato pattuglie a rilevare infrazioni al codice della strada con lo "street control" indovinate dove? Nelle zone adiacenti allo stadio olimpico nei giorni delle partite...!!!! Non che non sia giusto intervenire sugli illeciti ma sembra tanto piu' una cosa per fare cassa sulla pelle dei cittadini che per agevolare la viabilita', visto che in quelle zone ed in quei giorni durante le partite non c'e' un problema di traffico. In questo i vigili non c'entano nulla, sono scelte della dirigenza e dell'amministrazione credo...

Anonimo ha detto...

Mamma mia come godo.

Anonimo ha detto...

Street control all'Olimpico? Magari! (E poi, che sfere con questa storia della cassa; e se anche fosse, bene!)

Anonimo ha detto...

Lo street control viene effettuato di straordinario e, come ben vi siete accorti, i vigili non li fanno piu'.
Ergo: ogni tanto viene spolverato con un piumino dato l'accumulo di polvere.

Anonimo ha detto...

e cosa vuo dire? su 6000 persone chi lo straordinario lo fa lo stesso lo trovi sempre.. a capodanno ce ne erano ben 14 su mille, vuoi che gli stessi si lascino sfuggire l'opportunita' di guadagnare facendo uno street control all' olimpico? Cmq se sia vero o no, basta attendere i tempi di notifica dei verbali per saperlo, altroche "piumino"...magari ci aprirete un thread apposito...

Anonimo ha detto...

1.20 pm, giusta considerazione! I cittadini sono strumenti da sfruttare ed utilizzare a vantaggio dello Stato. La massoneria sta recurerà ndo il potere in parte perduto!
Non facciamoci manovrare, restiamo uniti e alziamo la testa vogliono schiacciare!
Popolo rialzi amici e facciamo sentire la nostra voce dimostri mogli che non siamo corpi senza vita!
LUPO/PECORA

Anonimo ha detto...

Come al solito in Italia siamo capaci solo di aprire la bocca senza vedere il perchè tali vigili hanno fatto questo. Loro in sostanza sono in lotta contro il comune e chiedono: 1) un giusto stipendio perchè da che mondo è mondo una persona che lavora in strada rischia di avere più malattie respiratorie (cosi come stabilisce la legge) di chi lavora in ufficio, (pubblico o privato che sia) oltre ai vari problemi con i cittadini poco educati. Qui invece il comune di roma dice più lavori e più prendi, senza tener in considerazione le problematiche suddette. Adesso qualcuno potrà dire e chi un lavoro non ce l'ha, mentre questo hanno lo stipendio sempre? be non è una domanda da fare, perchè semmai deve essere la Repubblica Italia a garantire il lavoro a tutti con diritti e doveri come da Costituzione, e non che facciamo la guerra tra poveri, ma invece i nostri politici preferiscono ingrassarsi, e gli italiani tutti zitti, e qui il problema rimane a monte. 2)L'altro problema è la rotazione dei vigili a seguito della corruzione di alcuni colleghi. Tolto che non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, ma non ha senso spostare un vigile corrotto in un'altro dipartimento con il rischio che faccia corruzione anche li. Non è meglio scovarlo e licenziarlo? No eh, e infatti i vigili chiedono questo. Loro hanno tentato con le buone ma il comune fa il sordo. Altra cosa che ho letto in questo articolo è che è inutile assumere altri vigili perchè poi quelli nuovi entrerebbero in un sistema fatto già male. Bene allora facciamo in modo che un corpo di 5900 persone che presto arriverà a 5700 contro le 8400 che deve essere, non faccia assunzioni per 10-15 anni cosi che si arriverà ad un corpo di 2000-3000 persone, che devono controllare una città di 3 milioni di abitanti, poi dopo i cittadini qui presenti cosa diranno, che i vigili stanno negli uffici e non vogliono lavorare? Ma per favore. Io non difendo i vigili di roma nè sono uno di loro, ma le cose vanno anche spiegate e dette.

Anonimo ha detto...

1.20 pm, giusta considerazione! I cittadini sono strumenti da sfruttare ed utilizzare a vantaggio dello Stato. La massoneria sta recuperando il potere in parte perduto!
Non facciamoci manovrare, restiamo uniti e alziamo la testa vogliono schiacciarci!
Popolo rialziamoci e facciamo sentire la nostra voce dimostriamogli che non siamo corpi senza vita!
LUPO/PECORA

Anonimo ha detto...

Il Fodria, il Fodria! Caro Lupo/Pecora (Forze Oscure della Reazione In Agguato, eh; storicamente e autorevolmente attestato, chiaro).

Anonimo ha detto...

44 malati sospetti su mille?
Ma non erano 8 vigili su dieci?
la solita boutade del sindaco come quando l'haker gli era entrato nel sistema informatico od accusava quello delle iene di averlo fatto cadere dalla bici mentre si vedeva benissimo che stava cadendo da solo....

Anonimo ha detto...

Secondo me, sono i vigili a rovinare questa città perche non fanno rispettare e non rispettano le regole (leggi).Però non si può criticare chi non vuole fare lo straordinario e con questa scusa vuole togliere l'art. 18

Secutor ha detto...

In particolare LE DONNE vanno tutte CACCIATE cominiciano con le maternità naturalmente sempre a rischio...anni a casa poi il secondo figlio altri anni a casa poi i permessi per malattia bambini altri mesi a casa poi i permessi pe allattamento altri mesi a casa ma non è finita finiti i parti si inizia con la 104 assistenza padre malato poi madre malata poi collaterale malato praticamente vanno in pensioni dopo anni di assenteismo mi rivolgo al govenno RENZI zeppo di femministe volete il gioco pesante allo cominciamo SUBITO stai incinta ? A CASA ! Devi assistere i parenti malati ? A CASA ! E non venite a dire che si ledono i diritti della donna ! IO maschio SONO anni che devo lavorare al posto di queste che non ci sono mai impegnate a partorire e spentolare a casa !

Anonimo ha detto...

Ma tutto sto cadono per 44 casi sospetti?

Anonimo ha detto...

Giusto. E se si lamentano una botta in testa con la clava e via, per i capelli, dentro la caverna. Sgrunt.

Anonimo ha detto...

Leggendo in rete la cosa ancora piu' assurda e' che questi nullafacenti hanno l'appoggio ed il sostegno di tutte le polizie locali d'Italia, da Trento a Siracusa...roba da matti.

Romamia ha detto...

Marino da Boston dice che non esclude anche licenziamenti....ma de che? il Corpo dei Vigili romani, assolutamente inutile alla nostra città, DEVE essere sciolto, azzerato, sostituito con vigilanza privata.

Anonimo ha detto...

Sacrosanta verità

Anonimo ha detto...

In questa citta ci vorrebbe una sterilizzazione di massa, vanno in giro troppi stronzi. specie in divisa

Anonimo ha detto...

7.27 PM: a malatoooooooooooooo

Anonimo ha detto...

9.13 AM, cacasotto almeno firmate e non fare il vigliacco.
Uno che non ha nulla a che fare con i vigili!
Il blog dei codardi.

Anonimo ha detto...

Disse l'anonimo...

Difendendo i Pubblici ufficiali che si nascondono dietro divise tutte uguali e che se gli chiedi come si chiamano, ti dicono che c'e' la privacy. Il corpo dei codardi...

Vi ripaghiamo con la stessa moneta. A brigante, brigante e mezzo

Anonimo ha detto...

INTERVISTA AD UN FUNZIONARIO DELLA POLIZIA LOCALE DI ROMA:

Questi certificati di malattia dei vigili urbani di Roma per non essere in servizio la notte di capodanno hanno sollevato parecchie polemiche, un assist incredibile a chi vuole usare la mano forte e parlare apertamente di licenziamenti nel pubblico impiego. Detto questo, c’è uno scandaloso atteggiamento dei mass media che non spiega gli elementi sostanziali della vicenda. Vuole chiarirli lei?
L’organizzazione dei vigili urbani su base ordinaria non sarebbe sufficiente a coprire i servizi da effettuare. Per eventi particolari il Comune si inventa procedure emergenziali, prendendoci per la gola con retribuzioni ad hoc.
E questa volta cosa è accaduto?
E’ accaduto che proprio perché siamo in presenza di un tavolo contrattuale sul salario accessorio prima pretendevamo alcune garanzie. Il ragionamento dell’amministrazione capitolina invece è stato quello di tirare avanti fino alla fine dell’anno visto che il primo gennaio sarebbe entrato in vigore il nuovo regime. E allora è scattata la rivolta di massa.

Una rivolta privata, però...
Avevamo sentore che a fronte di una mancanza di personale avrebbero adottato delle forzature sul servizio per cercare di portare quanto più possibile personale il 31 dicembre, fino all’ordine di servizio. Sono andati perfino dal prefetto per far scattare un qualche tipo di emergenza. Quando abbiamo capito che giocavano poco pulito con l’ordine di servizio alcuni di noi hanno cercato di prendere delle precauzioni. E in molti li hanno seguiti. Fino a prova contraria poi le malattie sono certificate. E la donazione del sangue è comunque contemplata regolarmente. Il problema è venuto fuori perché la mancata adesione allo straordinario è stata di 600 vigili. Un fatto straordinario. Tutti gli anni l’adesione al servizio è alta. Solo quest’anno è accaduto questo fatto eccezionale.

Certo, un modo un po’ inusuale di portare avanti una trattativa sindacale.
Si sta discutendo di parecchie cose con la modifica del salario accessorio. Secondo un meccanismo perverso che loro hanno messo in piedi, il salario accessorio viene in teoria rispalmato sulle progettualità. Il fallo però sta nel fatto che anche se io mi impegnassi al massimo e l’obiettivo non arriva possono decurtarmi trenta punti. E quindi si scende di rango. Più giù stai e peggio è perché ti si blocca la carriera. Ho fatto un test su una nuova procedura di lavoro per una settimana, e ho visto che obiettivo è impossibile da raggiungere.

Come mai?
Non siamo strutturati per raggiungere l’obiettivo. Non parliamo poi del parametro della meritocrazia. Quelli che dovranno giudicare il mio lavoro non sono certo entrati con un criterio meritocratico. Senza tener conto che mezzi e strutture che dovrebbero servirmi nel mio lavoro sono del tutto carenti. Abbiamo dei computer che sono di una lentezza straordinaria. E sono le stesse macchine che dovrebbero aiutare il processo di eliminazione della carta. Mi hanno dato una radio che gli manca solo di fare il caffè ma senza istruzioni e senza corso di formazione.

Molti di voi fanno resistenza ai cambiamenti…
Il discorso sui trasferimenti che per l’anticorruzione dovrebbe portare alla rotazione,è una contraddizione in termini perché va in netto contrasto con la specializzazione e quindi con il raggiungimento degli obiettivi. Quindi se non concordo una qualche forma di tutela è tutta una remissione da parte del lavoratore. Vuol dire che questo ci farà perdere il 30% della busta paga.

Ora però l’assist è stato regalato. Come si esce?
Innanzitutto si esce stando più uniti con gli altri lavoratori e smettendo di pensare alla polizia locale come a qualcosa di corporativo, a parte dal resto dei dipendenti di Roma Capitale. Abbiamo toccato con mano che iniziative personali sono facilmente strumentalizzabili. Ad un certo punto c’è stata un’aria di rivolta popolare. Il risultato immediato è stato quello di una vittoria, poi però devi fare i conti con le conseguenze.

Anonimo ha detto...

PRRRRRRRRRRRRRR

Anonimo ha detto...

I «pizzardoni» romani: assenteisti, scansafatiche e pure saccenti
La Capitale è tornata al vigile approfittatore in stile Alberto Sordi

di Aldo Grasso

«Ahò, signori onorevoli assessori della giunta comunale! Ahò, signori industriali! Ahò, signor sindaco! Io qui faccio crollare il governo!». In un batter d’occhio, il pizzardone Otello Celletti (l’Alberto Sordi de Il vigile di Luigi Zampa, 1960) è diventato il simbolo della notte degli assenteisti, dei vigili romani che a Capodanno hanno marcato visita.

Celletti, impettito nella sua divisa da vigile motociclista, è uno e trino. Scansafatiche mammone, un approfittatore che dispensa giudizi a destra e a manca: «Er pennello deve passà prima orizzontale e poi verticale, sennò ce lasci ‘a striscia...». Non appena indossa la divisa, da raccomandato, diventa un fustigatore di costumi, persino nei confronti delle autorità. Ha un solo cedimento verso Sylva Koscina. Alla fine (terza identità), impara con chi essere severo e con chi no.

La vicenda degli assenteisti finirà forse nel nulla, all’indignazione seguirà la rassegnazione. È la Roma statale e parastatale, con i suoi privilegi quasi intoccabili, difesi dalla compiacenza dei sindaci e dalla complicità dei sindacati. È la «Roma di mezzo», la Roma della mezza-porzione, la Roma dove persino la criminalità organizzata pare cialtrona e millantatrice. È Roma-Italia mezza «ladrona».
Otello non farà crollare nessuno. Dovrà solo decidersi, «tra una guera e n’antra, de fà quarcosa ». Anche solo assentarsi dal lavoro.


Che la MMerda sia con te Luke!!

Anonimo ha detto...

12.33 pm, commento qualunquista da bar, non riesci a dire nulla di tuo e da vigliacco ti nascondi dietro l'anonimato = non vali un caxxo!
Ehi anonimo, questo blog e' fatto a per quelli come te.
Un cittadino di Roma - no vigile.

Anonimo ha detto...

Cittadino di Roma non vigile anonimo che si lamenta degli anonimi.

Resetta i neuroni che e' meglio

Da anonimo ad anonimo che si lamenta di anonimi

Anonimo ha detto...

Stanotte due vigili investiti mentre rilevavano un incidente stradale, uno in gravi condizioni. Abbiate il coraggio di aprirci un topic a schifosi.

Anonimo ha detto...

1.11 pm: sostanzialmente nun hai detto un caxxo.

Anonimo ha detto...

Tipo te

Anonimo ha detto...

gia'..due vigili investiti, uno in codice rosso (speriamo che se la cavi)..vediamo un po'...ora quel vigile (se se la cava) perdera' il 30 per cento dello stipendio per ogni mese in ospedale perche' non puo' aderire alla progettualita'...tranquilli lo avrebbe perso con un solo giorno di malattia al mese e lo perdera' comunque che so' a febbraio che essendo fatto di 28 giorni non puoi garantirne 22 lavorativi e pensate...lo avrebbe perso anche quando andava in ferie per lo stesso motivo (altri due mesi perche' le danno spezzate)..magari ha un mutuo, una famiglia..ci pensera' l'assicurazione direte voi? invece no! perche' l'assicurazione non c'e'..perche' il "vigile" e' un impiegato comunale e cosa ci fa' un impiegato comunale in mezzo alla strada di notte? Buffo vero? se fosse stato ad uno sportello e magari gli crollava il solaio di un caldo ufficio in testa, forse l'assicurazione ci sarebbe stata addirittura se era un privato gli sarebbe andata meglio, perche' il datore di lavoro ne era responsabile ex art.2043 del codice civile ed invece niente...ma fatemi il piacere...i blog esistono per desidetere alla "disinformazione organizzata" degli organi di stampa asserviti, ma in questo, di menti veramente libere da condizionamenti indotti..ne vedo ben poche

Anonimo ha detto...

INGANNO DI STATO: La realtà viene a galla piano piano, ma solo dopo una gogna mediatica di proporzioni devastanti L’amministrazione, che confidava negli straordinari come negli anni passati, si è ritrovata colpevolmente del tutto impreparata all’evento. La coperta era cortissima! D’urgenza viene attivata la reperibilità che si usa per eventi eccezionali, il Capodanno cade nella stessa data tutti gli anni. La sera del 31, all’ora del cenone, inizia la chiamata in reperibilità, si scopre che negli elenchi al Comando ancora ci sono nomi di persone in pensione, decedute e, addirittura, sospese dal servizio! Dopo questa lunga serata, e la successiva gogna mediatica nazionale irreparabile, si scopre che ben 44 persone su circa mille non rispondono alla presenza senza apparente giustificazione: circa il 4,4% del personale e non oltre l’80% come fatto credere. Ma a questo punto la frittata è fatta. Renzi e Madia prendono la palla al balzo per fare un linciaggio mediatico contro i vigili di Roma ed il pubblico impiego in generale, categorie da sempre poco amate, e tutti i benpensanti chiedono pene severissime, licenziamento libero per tutti e Job Act. Senza nemmeno lasciare spazio a repliche o accertamento sui veri numeri l’inganno mediatico è servito su un piatto d’oro. Diceva Joseph Goebbels: ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità. Gli assenteisti presunti colpevoli sono 44 su circa mille: il 4,4 %.

Anonimo ha detto...

Matteo Renzi è stato per due anni consecutivi il sindaco più assenteista d’Italia (con il 59% di assenze in consiglio comunale nel 2013 e addirittura l’82% nel 2012), ma adesso che è diventato premier ritiene giusto che in futuro paghi col licenziamento “un impiegato pubblico che sbaglia, partendo dai furti e arrivando all’assenteismo a volte vergognoso“, e su questo principio si dichiara “pronto al confronto in parlamento

Anonimo ha detto...

Marino ancora non ha spiegato come, un dipendente che viene trasferito e al quale vengono decurtati 300 euro dallo stipendio, diventa incorruttibile. Forse dovrebbe aumentarglielo lo stipendio per non farlo corrompere.

Anonimo ha detto...

Ci sono dubbi sullo stesso renzie che va in vacanza con il falcon e marini che prende un super stipendio per non sapere niente di quello che capita a Roma come bustarelle e mafia.

Anonimo ha detto...

@7:49 PM

Meglio licenziarlo o mandarlo in galera come merita se ruba, se non altro costa meno.

Anonimo ha detto...

Bravissimo.

Vendicatore solitario ha detto...

Devo dire, per onestà, che i vigili urbani di Roma sono tra i più educati ed elastici d'Italia, a differenza di quelli dei paesini che si credono Padreterni, e sono pienamente consapevoli dei TRUCCHI che il comune mette in atto per SPILLARE soldi ai cittadini (ah, io Marino l'ho votato, per inciso), al contrario di quei ... bravi ragazzi dei "vigilini", che non fanno altro che pestare i calli alla gente (io, comunque, non prendo una multa per divieto di sosta da oltre 20 anni!)!

Vendicatore solitario ha detto...

Francamente NON capisco tutto questo accanimento contro i vigili romani: io al posto loro, a questo punto, farei uno sciopero bianco, applicando ALLA LETTERA la legge e RALLENTANDO ulteriormente i vari iter, già di sé prolissi! Io non incontro un vigile sgarbato da ANNI (o forse da decenni). Tempo fa riuscii persino a far capire ad una vigilessa che la multa che mi aveva fatto all'incrocio tra viale Regina Margherita a via Nomentana era ingiusta per due motivi, primo perché ero partito col verde (e mi ero fermato a metà incrocio causa traffico) e secondo perché il giallo durava POCHISSIMO. Le dissi anche che, tra l'altro, insegnavo Teoria delle file di attesa ed alla fine, messa di fronte ai fatti, mi dette ragione e mi tolse la multa! Provate a farlo in un paesino da 4 soldi! Subito scatta la frasetta "Lei offende un pubblico ufficiale", anche se gli ha i dato dell "Ella", etc. Quelli sono i vigili che VI MERITATE!

Anonimo ha detto...

Gratis??? Ma perché, lo stipendio non lo prende regolarmente tutti i mesi? E non lo sapeva che c'era la possibilità di dover lavorare di notte e durante le feste quando ha firmato il contratto?

Anonimo ha detto...

Il salario accessorio
A cominciare da quel salario accessorio che dovrebbe essere collegato a mansioni specifiche ed è sempre stato invece distribuito a chiunque senza particolari motivi. Una pioggerellina fitta e incessante che ha innaffiato tutti dal 2008 al 2012 con oltre 340 milioni di euro. Del resto, che il merito sia sempre stato una variabile ininfluente nel folle panorama retributivo del Comune di Roma lo dimostra una nota del Dipartimento risorse umane del dicembre 2011, nella quale si precisa che per non intascare il compenso di produttività bisogna «aver riportato una valutazione inferiore a 66 punti» e «aver lavorato un numero di giornate inferiore a 110». Cioè, essersi presentati sul posto di lavoro meno della metà del tempo stabilito per contratto. Regole, dunque, che giustificano l’assenteismo e il lassismo. Tanto più, notano gli ispettori, che non è prevista alcuna differenza nella somma corrisposta a chi viene valutato 66 e chi invece prende 100.

Le «progressioni»
Ma chi bada mai a una simile inezia, quando la pioggerellina è studiata apposta per bagnare indistintamente ognuno? Prendete le «progressioni orizzontali», termine che definisce i semplici aumenti di stipendio. Dal 2000 al 2012 sono state distribuite ben 5 volte, per un totale di 94.994 gratifiche: effetto di 94.994 valutazioni positive sul rendimento individuale. Quelle negative, 15.

Anonimo ha detto...

Il salario accessorio permetteva ad uno stipendio di 1000 euro di arrivare a 1400, massi' togliamoglielo e trasferiamoli cosi' saranno meno corruttibili.

Anonimo ha detto...

i vigili erano in malattia ma non se nè accorto nessuno visto che sono completamente inutili

Anonimo ha detto...

Hai centrato il punto, io ho smesso di chiamarli e anche di fare le segnalazioni sul loro canale twitter. Dovremmo smettere tutti di chiamarli per farli sentire ancor piu' inutili.

Sebastiano ha detto...

State sbagliando le statistiche.
Gli assenti non sono 80%.
Sono di più.
Lo stesso Nieri ha detto che dovevano essere 900 al lavoro il 31.
Dove stavano gli altri 5100?.
Se li sommiamo ai 600 assenti fanno 5700 su 6000.
Sbaglio i conti?
Ma di chi è la colpa di avere lasciato 5000 vigili a casa il 31?.
Una risposta obiettiva la dovremmo pretendere dai nostri politici.

Anonimo ha detto...

"Il nuovo contratto prevede un salario accessorio che raccoglie tutte le voci che arricchiscono lo stipendio base legandole però alla produttività, al raggiungimento di obiettivi, ai servizi effettivamente svolti nelle fasce orarie più scomode e nei festivi, alla disponibilità a lasciare le scrivanie per l'operatività della strada. Finora invece la busta paga dei caschi bianchi prevedeva voci erga omnes come il servizio esterno (codice 1503), l'indennità oraria seminotte (1509), la comica indennità manutenzione uniforme (1239), l'articolazione oraria notturna (1582) e festiva (1580). Il Campidoglio attraverso alcune simulazioni ha già dimostrato che chi lavorerà più e meglio con il nuovo contratto potrà guadagnare uno stipendio più ricco di prima, mentre saranno gli sfaccendati e gli imboscati a rimetterci. Ed è forse proprio questo che temono molti vigili".

E' scritto qui:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/scandali-italiani-torna-boicottaggio-1079924.html

Poi lo stipendio medio BASE, come riferito dal loro stesso sindacato e' 1200-1400 E al mese:

http://www.sulpm.it/sulpm/roma/

Quindi di che stanno parlando ? Di non voler lasciare le scrivanie e l'imbosco, presumo ...

Anonimo ha detto...

I contrasti e il contendere

Lo scontro tra vigili, comandante e Comune di Roma si svolge da mesi. Il sindaco Marino aveva già messo nel suo mandato la decisione di cambiare il corpo dei vigili urbani, dopo l’elevata corruzione dimostrata dall’arresto dell’ex comandante Giuliani. L’arrivo del comandante Clemente, giunto dal corpo «esterno» di Polizia di Stato, non è mai stato visto di buon occhio dai vigili romani. Le proteste dei sindacati sono esplose quando Clemente ha annunciato l’adozione del piano anti corruzione voluto da Cantone per tutti i dipendenti pubblici. Le azioni di protesta dopo manifestazioni in piazza e assemblee sono culminate con la decisione del 19 dicembre scorso, di intraprendere lo «sciopero» degli straordinari (che coprono circa il 20% del lavoro quotidiano degli agenti). Il motivo di contrasto con il Comune è il nuovo contratto decentrato dei dipendenti pubblici che toglie molte indennità di servizio e che ha preso il via dal 1 gennaio 2015.

Anonimo ha detto...

Togliamogli i soldi a questi schifosi, e' l'unica maniera per renderli incorruttibili.

Anonimo ha detto...

Credo sia quindi abbastanza palese che il corpo della polizia municipale è gestito male. Inoltre l assenteismo del 31 c ha dato finalmente prova di come i vigili non servono.
io non so magari mi sbaglio ma roma era una favola il 31.
diamo quei fondi a polizia e carabinieri e smantelliamo la polizia municipale. o riduciamola al 20%.
si è vero sono posti di lavoro persi ma in questo momento siete una risorsa inutile e l avete provato voi stessi.
siete inoltre voi stessi a dire che non avete assicurazione e non siete tutelati e siete trattati male...

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo, la prima cosa da fare e' smettere di chiamarli, anche su twitter. Se vediamo un incidente, una doppia fila, un'auto su posto handicap cominciamo a pretendere una pattuglia dei CC o della Polizia di Stato per risolvere il problema, senza aspettare quei nullafacenti.

Anonimo ha detto...

La polizia municipale e' diventata la causa dei mali di Roma...improvvisamente,non gli pagano l'indennita' di servizio ma si pretende che sia una polizia"vera",si appalude alla turnazione contro la corruzione ma ci si dimentica che una legge contro la corruzione a livello nazionale non esiste...devono lottare contro l'abusivismo con le leggi attuali ovvero reato amministrativo (ridicolo),gli decurtano lo stipendio e devono anche dire tutti presenti agli ordini.Sono per la polizia unica ma come vengono trattati i pm e' vergognoso ,ancora piu' vergognoso e'la goduria del cittadino Romano che invoca punizioni esemplari...quando licenzieranno in massa la P.a sarete tutti felici? Personalmente senza ascoltare le leggende metropolitane ho sempre incontrato poliziotti disponibili al dialogo e che fanno bene il loro lavoro,saro' stato fortunato,certamente da lavoratore e da romano sono vicino ai lavoratori della polizia municipale e alle loro famiglie.La turnazione dovrebbe riguardare solo chi lavora nell'amministrazione e nell'edilizia li girano le mazzette non nella viabilita'.Solo un parere auguri a tutti

Anonimo ha detto...

Il corpo dei vigili urbani dovrebbe essere SCIOLTO e ricostituito da zero, selezionando il personale attentamente per ricominciare su nuove basi. Li paghiamo noi i vigili sì o no? E allora siano al servizio della comunità! E' inconcepibile che il Comune debba trattare con dei suoi dipendenti come se fossero una entità esterna, minacciosa ed arrogante.

Anonimo ha detto...

Bravoooo!!!!!!! Finalmente una proposta intelligente!!!
"Sono d'accordo, la prima cosa da fare e' smettere di chiamarli, anche su twitter. Se vediamo un incidente, una doppia fila, un'auto su posto handicap cominciamo a pretendere una pattuglia dei CC o della Polizia di Stato per risolvere il problema, senza aspettare quei nullafacenti."

ShareThis