Trappole per i writers? Una promessa di Ignazio Marino. Riflessioni sul sottovia ferroviario di Via delle Conce e

19 gennaio 2015








Questo qua sopra è il sottovia ferroviario di Via delle Conce, a Ostiense. Il manufatto è stato restaurato da pochissimo, dopo mesi di chiusura. Rinforzato e ripulito. Alla riapertura risultava bello, gradevole, dopo anni di degrado. Qualche giorno fa pubblicammo la foto di questo cavalcavia sul nostro profilo Facebook segnalando che le prime scritte stavano comparendo. Visto il post, vandaletti, criminalucci e writer da quattro soldi il giorno successivo, da veri vigliacchi, si sono dati appuntamento nottetempo e hanno completato l'opera di devastazione dell'area pubblica appena riqualificata. Oggi tutto, in un attimo, è tornato nel degrado in cui era prima. Ci è così tornata in mente una proposta\promessa del Sindaco Ignazio Marino, fatta prima di Natale: trappole per writer. Questo sarebbe stato un caso di scuola. Ovvio che, visto il livello di questi conigli, alla seconda o alla terza trappola scattata i vigliacchi la smetterebbero di continuare ad imbrattare.
Insomma perché lasciare una buona idea - attuata in altre città - nel campo delle promesse e non porla in essere?

15 commenti | dì la tua:

bat21 ha detto...

Ma quali trappole: il Bosi praticamente rende pubblica la sua attività e nessuno fa nulla! Questi mentecatti si autodennciano su Facebook e tutti se ne fregano.
Non fatevi ingannare non c'è la minima intenzione di affrontare il problema.

Antani Volante ha detto...

Quello che più sconforta è che basterebbe veramente poco ad eliminare il degrado che ci sta devastando, ma manca la volontà di farlo. Il vero degrado è nella poca lungimiranza dei nostri governanti.

bat21 ha detto...

Antani Volante purtroppo sono convinto che il degrado sia generato da buona parte dei tre milioni di abitanti di Roma e che i governanti non si diano da fare perchè espressi proprio dalla gente che crea il degrado. Non è così seplice spezzare questa spirale di degrado e declino in cui è caduto il paese e in cui è piombata in particolare, in modo tragico e senza speranza, Roma con la parte meridionale del paese. La cosa più saggia sarebbe fuggire all'estero come hanno fatto i tanti commentatori che ogni tanto vengono a ricordarci quanto faccia schifo questa città in confronto alle realtà extranazionali.

Anonimo ha detto...

spero che prima o poi qualcuno si prenda cura di leggere i tuoi commenti, BAT21, causa tua blocchi questo blog.
in ogni tua parola si intravede fomentazione istigazione razzismo e quanto di più schifoso possa dire un essere umano vigliacco che si nasconde dietro un anonimato per dire tali vergognose affermazioni.
mi fai veramente schifo come uomo!

Anonimo ha detto...

bat21 ha ragione ! ma che trappola, questi se ne vantano su facebook ! sono convinto che se l'invitano vanno a vantarsi delle loro imprese anche in tv !

Anonimo ha detto...

L'altro giorno sulla metro sono saliti due ragazzetti con buste piene di bombolette; avranno avuto 16 anni, vestiti di marca dalla testa ai piedi. Ho annusato subito la situazione, ho visto che hanno tirato fuori un pennarello e, con tranquillità, hanno tracciato una delle loro cagate sulla porta. A quel punto mi sono alzato, gliene ho dette di tutti i colori (dal fatto che, a parte me, anche i loro genitori pagano per la pulizia della loro merda, e che sono comunque incapaci di disegnare qualcosa che abbia senso)ma NESSUNO mi ha appoggiato, tutti gli altri passeggeri zitti, che schifo. Alla prima fermata sono sceso per segnalare la cosa: secondo voi in stazione o nel gabbiotto c'era nessuno? Ho potuto solo chiedere a una signora delle pulizie di far presente la cosa appena si fosse vista anima viva. Stiamo messi così.

Anonimo ha detto...

però nella foto postate si vedono un paio di lavori che non sono brutti. Secondo me bisognerebbe distinguere, ci sono graffiti che non si può non definire arte e che valorizzano un muro. Se ogni graffito fosse da cancellare non avremmo un banksy che, secondo me, è il più grosso artista del XXI secolo e che attraverso la street art porta messaggi e innovazione. Ovviamente questo non vuol dire che i tipi alla bosi e taggaroli vari che non hanno nulla da dire e però sbattono in faccia a tutti il proprio vuoto cerebrale non debbano essere perseguiti e cotretti a pagari i loro inutili scempi.

Anonimo ha detto...

C'ero passato neanche due mesi fa, e mi chiedevo quanto bisognasse aspettare prima che ridiventasse una merda come prima. Ed ecco qua...

Anonimo ha detto...

bisogna chiamare Giuliani....Rudolph. Roma da questo punto di vista è persa. La polizia (municipale, stradale, carabinieri) hanno deciso di non fare più gli interventisti e tendono sempre a girarsi dall'altra parte. Se qualcuno viene pizzicato c'è il magistrato di turno che lo tira fuori subito e con tante scuse. Che resta? Le ronde? O che altro?

Anonimo ha detto...

Va bene, catturiamo il minkia bombolettaro, poi che succede?
Si prende una denuncia per danneggiamento e se ne sbatte, visto che è altamente improbabile che possa finire in galera.
Allora, o si trova qualche altra soluzione, tipo processo civile immediato per direttissima con condanna a pagare i danni che ha provocato (ma anche quelli che potrebbe aver provocato) e costringerlo a pagare.
Oggi questo non è possibile, perché ci vorrebbe prima una riforma della giustizia che i politici non vogliono fare (provate a chiedervi perché), in ogni caso, se non è stupido, farà in modo di non avere intestato nulla, così eviterà di pagare.
Per ora erano riusciti a preservare solo i treni della A, perché ad Anagnina era impossibile entrare, mentre sulla B i minkia facevano il comodo loro, ora comincio a vedere anche i treni della A graffitati, si vede che devono aver trovato un accesso.
E non suggerite di lasciare dei pitbull a digiuno da una settimana, di notte nei depositi, perché nun se po' fa'!

Pecora che viene carcerata o resta impunita a seconda di quanto i suoi reati sono vicini all'ideologia comunista di magistrati e governo ha detto...

Volete vedere i writers arrestati?

Basta che scrivano "Militia" sui muri, e tempo una settimana sono tutti carcerati.

D'altra parte, quelli di Storm Front che avevano sul web una rete di propaganda e attivismo molto minore dei vari Bosi e C. sono stati tutti presi, uno a uno, nonostante loro, a differenza di Bosi, usassero le più raffinate tecniche di anonimizzazione.

E loro si limitavano a scrivere su un forum: per quanto fossero aberranti le loro idee, non hanno nè aggredito nessuno con le bombolette, nè creato 1 euro di danni alla collettività.

Eppure, accusati di associazione a delinquere come i writers, non sono stati indagati a piede libero come i writers, ma si sono fatti quasi 2 ANNI di carcere in custodia cautelare in attesa del processo, dove poi hanno preso tutti pene esemplari.

IL PROBLEMA E' L'IDEOLOGIA COMUNISTA DI GOVERNO E MAGISTRATI... lo volete capire o no?

Le leggi sono sufficienti e la volontà di porre fine al problema, quando si vuole, c'è.

shmooze ha detto...

al momento la battaglia con i writer è persa, l'amministrazione non è in grado di partorire nulla e questi ragazzini stanno devastando tutto. E' uno schifo ovunque, da roma nord a sud, purtroppo marino e il pd stanno fallendo miseramente la partita pulizia e decoro, anche se ha fatto importanti intereventi contro le varie mafie che spolpavano roma. Non sono nemmeno in grado di copiare quello che fanno altre metropoli, il nulla.

Anonimo ha detto...

"Ho annusato subito la situazione, ho visto che hanno tirato fuori un pennarello e, con tranquillità, hanno tracciato una delle loro cagate sulla porta"

No tu non hai visto proprio un bel niente, TROLL del cazzo.

Sei per caso bloccato nel traffico di NY? Sai dalle 16 alle 22 è pazzesco! Non vedi l'ora di tornare a Bogotà eh?

Crepa.

Giada ha detto...

Ci sono troppi pecoroni che non si accorgono del degrado e
anzi ci stanno forse anche bene, questo sfascio deriva anche da questo sonnambulismo civico.

Anonimo ha detto...

Mettiamoli al rogo!!!

ShareThis