Finalmente il registro delle Unioni Civili a Roma. Ecco la reazione della città più cafona d'occidente

28 gennaio 2015






Un passo in avanti storico per la città. Da oggi a Roma, grazie all'approvazione della Delibera 96 del 2013 fortemente voluta da Ignazio Marino, ci si potrà considerare effettivamente "compagni di vita" senza distinzioni. Anche a Roma, come accade praticamente in tutto il mondo, l'amore è uguale per tutti. Una legislazione per una volta avanzata rispetto a quella nazionale e in linea con quanto accade in paesi più evoluti e civili del nostro. 
Bene, benissimo. Due note. 
La prima, folkloristica, è la reazione della città. Come al solito sui muri. Perché il romano medio, quando deve dire una cosa, è rimasto l'unico cittadino occidentale a comportarsi come uno scimmione cavernicolo del mesozoico: scrive sui muri. Che tristezza immane. Che vigliaccheria, che codardia: Roma riempita di scritte contro gli omosessuali. Facile, cari conigli, scrivere sui muri in una città che - unica al mondo - non riesce a punire chi scrive sui muri eh. Andate a scrivere "Gay al Rogo" a Londra, poi ne riparliamo, vigliacchi! Poi quando invece di scrivere sui muri lo si fa sui social network (si veda il tweet del disgustoso Luca Aubert a Ignazio Marino) è ancora peggio. Ma questa non è una notizia.
Una notizia sarebbe, invece, superato lo scoglio delle Unioni Civili, che il Consiglio Comunale si mettesse a lavorare su cose magari mono evocative e emozionanti ma più concrete. L'economia della città a pezzi, gli investimenti stranieri che sfumano, il turismo che si polverizza e si liquefà, le mille aree da riformare (commercio ambulante, bancarelle, cartelloni), la mobilità da far funzionare. Tutto questo per ora ha rappresentato una tale delusione che nessun successo sui diritti civili può cancellare una città ridotta in una maniera tale da far vergognare i propri cittadini più attenti, alla stregua, e in alcuni casi peggio, di una città in via di sviluppi. Di questo dovrebbe occuparsi, da oggi pomeriggio, il Consiglio Comunale di Roma. Altrimenti il rischio è che queste conquiste vengano considerate come un lusso che la città non può permettersi. Fino al punto non certo di legittimare, ma quanto meno di dare un contesto e un quadro alle rimostranze ignobili di cui alle foto qua sopra.

79 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

una semplice provocazione...non ti ricorda niente "frociaglia starnzzante"....

Anonimo ha detto...

Caro RFS concordo con te che il cittadino di Roma e' di notevole mediocrita' in quanto, il cittadino, permette che tu lo schernisca in continuazione senza che lui abbia nessun tipo di reazione che dia fine al tuo vergognoso ed irrispettoso modo di offendere.
Altro punto che mi trovi a favore e' quello dell'inefficienza delle istuzioni che ti permettono, da un blog, di schernire una quasi totale cittadinanza.
Un punto che non mi troverai mai a favore e' il tuo modo irrispettoso di affrontare eventuali problematiche che potrebbero essere portate avanti senza offendere il cittadino, la persona, di Roma.
Le battaglie si portano avanti senza mancare di rispetto e di educazione alle persone e tu non lo stai facendo!

Anonimo ha detto...

Caro RFS concordo con te che il cittadino di Roma e' di notevole mediocrita' in quanto, il cittadino, permette che tu lo schernisca in continuazione senza che lui abbia nessun tipo di reazione che dia fine al tuo vergognoso ed irrispettoso modo di offendere.
Altro punto che mi trovi a favore e' quello dell'inefficienza delle istituzioni che ti permettono, da un blog, di schernire una quasi totale cittadinanza.
Un punto che non mi troverai mai a favore e' il tuo modo irrispettoso di affrontare eventuali problematiche che potrebbero essere portate avanti senza offendere il cittadino, la persona, di Roma.
Le battaglie si portano avanti senza mancare di rispetto e di educazione alle persone e tu non lo stai facendo!

MDD ha detto...

La scritta dell'ultima foto non è stata fatta oggi come conseguenza dell'approvazione del registro dei matrimoni omosessuali, come il gestore della pagina vuole far credere.

Qui potete vedere una foto che risale al 23 Gennaio

https://www.facebook.com/415292328573692/photos/pb.415292328573692.-2207520000.1422462356./552610954841828/?type=3&theater

Chiaramente non voglio giustificare niente e nessuno; voglio solo dire a chi gestisce "Roma fa schifo" che dovrebbe avere un minimo più di onestà verso le pecore a cui si rivolge, pecore che non fanno altro che ripetere quello che viene loro messo in bocca.

Non è la prima volta che usi foto vecchie per strumentalizzare una situazione.

Spesso ha ragione.
Mai hai la capacità di esporre in maniera corretta quello che pensi; sei offensivo e disonesto.

Roma fa schifo, fa schifo.

Massimo Trabucchi ha detto...

Voglio dire solo una cosa, premesso che non ho nulla contro gli omosessuali, finché si sta ognuno al suo posto, infatti sono contrarissimo al gay-pride ed a tutte quelle manifestazioni da circo, ma come al solito molti hanno una visione limitata e stereotipata del fatto in questione di volta in volta. Questa volta si parla di unioni civili legalmente riconosciute tra coppie che si amano e giù tutti a parlà de froci!
Domanda: quante coppie credete esistano regolarmente formate da uomo e donna che non si sposano (per motivi che non ci riguardano), decidono di convivere e finalmente si ritrovano riconosciuti diritti sacrosanti per loro e per i loro eventuali figli?

Massimo Trabucchi ha detto...

Voglio dire solo una cosa, premesso che non ho nulla contro gli omosessuali, finché si sta ognuno al suo posto, infatti sono contrarissimo al gay-pride ed a tutte quelle manifestazioni da circo, ma come al solito molti hanno una visione limitata e stereotipata del fatto in questione di volta in volta. Questa volta si parla di unioni civili legalmente riconosciute tra coppie che si amano e giù tutti a parlà de froci!
Domanda: quante coppie credete esistano regolarmente formate da uomo e donna che non si sposano (per motivi che non ci riguardano), decidono di convivere e finalmente si ritrovano riconosciuti diritti sacrosanti per loro e per i loro eventuali figli?

Anonimo ha detto...

Ma RFS non era quello che diceva che il sociale non riguarda questo blog?
Vabbe' usarlo strumentalizzando lo per offendere i cittadini de Roma forse se puo' fare secondo l'etica de RFS, della serie me giro i caxxi come vojo io e nun me frega niente de voi artri.
Viva la vita!

Anonimo ha detto...

Massimo Trabucchi ha ragione però non vede la situazione nella sua interezza. Ad es. le unioni civili sembrano (sottolineo sembra visto che non ho ancora letto niente di ufficiale) incentrate sulla convivenza. E se smettono di convivere ? e se uno decide di convivere con un' altra persona ? Qual'è la procedura per cancellare un'"unione civile " ? occorre sentire l'altra parte ? ci può essere una separqzione con colpa ? mi ha tradito e l'ho lasciato. In caso di separazione ci possono essere dei diritti come il mantenimento ?
A mio avviso si sta colpendo il matrimonio.....

Anonimo ha detto...

L'unico pregio che aveva Roma rispetto alle altre capitali occifentali è caduto e RFS festeggia...

PXT ha detto...

Ma soprattutto, mi sono sempre chiesto: le unioni civili -indipendentemente da chi le richieda- cosa tolgono agli altri? Fintanto che un diritto altrui non lede il mio, non vedo perché mi dovrei lamentare.

Anonimo ha detto...

Risolti tutti i problemi di Roma.

Anonimo ha detto...

Gli unici murales che approvo!

Anonimo ha detto...

Dopo questa delibera si può proprio dire: Roma fa schifo.

Anonimo ha detto...

Quando riusciremo a vivere in un mondo sena odio, quando sapremo sentire il dolore delle lacrime degli altri, quando saremo capaci di passare attraverso le barricate?!

Anonimo ha detto...

Il matrimonio stabilisce precisi diritti e doveri reciproci dei coniugi, definiti nei relativi articoli di legge. Le "unioni civili" definite da un singolo Comune (!!!) senza alcuna legislazione di riferimento a livello nazionale quali diritti e doveri definiscono? Ho sentito dire da Marino che le coppie registrate avranno diritto a salire in graduatoria per determinati servizi comunali, insomma il risultato concreto sará che chi si prende delle responsabilità e dei reciproci doveri ben definiti sposandosi, vedrà i suoi diritti regalati anche a chi preferisce non impegnarsi nel matrimonio ma solo usufruire dei vantaggi senza i relativi doveri.

Davvero un gran passo in avanti nella civiltà, non c'è che dire.

Le coppie eterosessuali se vogliono essere riconosciute si sposano, se decidono di non farlo non capisco perché mai dovrebbero usufruire di alcun diritto particolare.
Per le coppie omosessuali il discorso è diverso, si stabilisse una volta per tutte un contratto analogo al matrimonio con le adeguate differenze del caso riservato alle coppie omosessuali e la si faccia finita di creare queste assurdità giuridiche per cui un singolo Comune legifera su questioni di competenza nazionale.

L'ennesima buffonata di un Sindaco ridicolo. Se gli interessa legiferare si facesse eleggere in Parlamento e lasciasse la carica di Sindaco a qualcuno che sa qual è il suo ruolo.

Anonimo ha detto...

Ah! RFS istiga all'odio verso chi odia gli omosessuali!!!!
RFS è omofobifoba!!!!

Anonimo ha detto...

@PXT

Le unioni civili di Marino consentendo alle coppie cosiddette di fatto di salire in graduatoria in determinati servizo comunali, tolgono diritti a quelle coppie che con il matrimonio oltre ai diritti si sono presi anche dei precisi doveri.
Doveri che le coppie di fatto non si prendono.

Chi controllerà che due semplici amici non si registreranno solo per mera convenienza per salire in graduatoria e sfruttare questo vantaggio visto che tale registro non impone alcun dovere nè una procedura ufficiale di cancellazione con relativa verifica?

Anonimo ha detto...

MASSSI' sposamo i froci!!
Tanto sta citta' ormai e' una fogna.
Che vergogna

Anonimo ha detto...

Nel 2008 RFS, a quei tempi era candidato alle comunali con Rutelli, ha già' avuto grossi problemi con i gay per averli offesi e Rutelli gli ha parato il culo.
( gia' l'hai cancellato 1 volta questo commento )

Anonimo ha detto...

Non ho niente contro gli omosessuali, facessero quello che vogliono basta che non sia esibizionismo.
Ma RFS mi deludi. Non sono questi i problemi della nostra città.
NNamosene Mandra' se no c'è pijano pe froci.....

Anonimo ha detto...

Basta! Quando potremo finalmente vivere senza tutto questo odio? Quando potremo vivere senza pregiudizi? Quando potremo vivere senza gay, lesbiche e stramberie varie?

Anonimo ha detto...

e se avesse ragione Papa Francesco

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-il-papa-il-diavolo-vuole-distruggere-la-famiglia-9359.htm

Anonimo ha detto...

RFS ha ragione, i primi a odiare i froci sono quelli che hanno paura che alla fine prenderlo in bocca o al culo non fa cosi schifo e hanno paura di diventarlo, ma co ste bestie come fai a ragionà

Anonimo ha detto...

Scusate ma che centra la questione dei froci con Roma fa schifo?
Evidentemente tra i i creatori tenutari del blog c'è qualche frocio.
Io sono contrario alla registrazione delle coppie di fatto gay.
Uomo e donna. Questo è la normalità.
Punto. Non c'è alternativa.
I froci andrebbero rimandati nell'oscurità.

Anonimo ha detto...

Non abbiamo capito bene la tua posizione signor RFS per quanto riguarda le unioni civili per persone delle stesso sesso, le approvi o non le approvi? Come al solito la tua posizione, signor RFS, non è mai chiara! Se abbiamo compreso correttamente affermi di approvare le unioni civili di persone dello stesso sesso e ciò è totalmente opposto a quello che è accaduto quando hai provato, fallendo, a fare la scalata nell'ambiente politico.
Difatti dall'articolo http://blog.libero.it/Condomino/view.php?id=Condomino&gg=090715&mm=0&ssonc=477951656 si evince la tua posizione opposta a quella attuale.
Signor RFS hai cambiato posizione nei confronti degli omosessuali o abbiamo compresso male quello che oggi, a riguardo delle unioni civili, volevi trasmetterci? UN GRUPPO DI AMICI

PXT ha detto...

@ 8:13 pm

Ok, andrebbe magari integrata come normativa (però poi se si parla di equiparazione al matrimonio, apriti cielo -manco tutte le coppie regolarmente sposate fossero integerrime e timorate di dio, di cui spesso ci si ricorda solo in ounto di morte o malattia grave, tra l'altro).
Per come la vedo io, invece, anche in caso di semplice amicizia potrebbe essere interessante avere una possibilità del genere. Anni fa, una signora che conoscevo venne a mancare e gli eredi ufficiali -che l'hanno ignorata in vita- si sono ammazzati per dividersi il patrimonio. Aveva un'amica carissima che le era sempre vicina, con la quale divideva l'esistenza, pur non essendo lesbiche. Ebbene, io avrei ritenuto più opportuno che fosse lei ad ereditare tutto, non quei parassiti di parenti che si ritrovava.
È ovvio che bisognerebbe integrare, ma le opportune verifiche sono comunque pressoché inutili. Quanti matrimoni di convenienza ci sono? Quanta gente sposa immigrati/e solo per vantaggi economici o di cittadinanza? Troppe ce ne sarebbero di stronzate fatte da gente 'normale'.
Se davvero si tratta di due persone che vogliono stare insieme, non vedo il problema. Da italiano, mi preoccupano più le agevolazioni a certi immigrati che le unioni di cittadini italiani regolarmente inseriti nella società e che pagano regolarmente le tasse come tutti noi. Altrimenti abbiamo cittadini di serie A e cittadini di serie B. Senza contare i milioni di single che non hanno alcuna agevolazione e per cui la vita costa più o meno il doppio a prescindere.
Senza divagare troppo, ha comunque più senso la tua considerazione che l'ottusità e l'ignoranza di chi si 'preoccupa' dei gay avendo in mente il gaypride o stronzate simili. Poi ci lamentiamo di come vengano trattate le donne dall'Islam....

Anonimo ha detto...

La Chiesa ora, per coerenza, dovrebbe scatenarsi contro Marino e contro chi promuove la legalizzazione di questo tipo di unioni.

Anonimo ha detto...

Mercati del rubato,assenza di controllo,immigrati,zingAri e froci che si sposano.
Sembra un girone infernale non una citta'

Anonimo ha detto...

Marino il Caronte che ci trasporta nella valle della morte, ma RFS lo elogia ed esalta sempre più.

Anonimo ha detto...

La legge sancisce il riconoscimento delle unioni civili fatte all'estero.
Io sono cittadino romano e non sono d'accordo con questa legge, ma non scrivo sui muri.

Anonimo ha detto...

Ciò che ha fatto Marino è incostituzionale come la triscrizione dei matrimoni gay contratti all'estero ed inoltre sta spostando i riflettori da temi più importanti a temi incostituzionali, praticamente sta facendo cose che non gli competono trascurando le vere competenze che dovrebbero solo essere il suo interesse.
Questo nuovo atto incostituzionale di Marino porterà ulteriore accozzaglia per i cittadini in quanto le coppie che si registrerano sul quel registo di mxxda avranno diritti ( esempio la casa e i servizi sociali ) che andranno a penalizzare coloro che hanno rispettato la costituzione italiana fino ad oggi.
Dovremmo scendere tutti in piazza a protestare per bloccare lo scempio che sta facendo el biciclettaro.
In tutto questo è incomprensibile capire gli apprezzamenti di RFS verso questo Sindaco che sta distruggendo l'immagine di Roma e dei romani.

Anonimo ha detto...


Come prevedibile anche questo blog si e' accodato al branco di pecorelle che plagiate dai mass-media di regime esultano al solo sentire parlare di "unioni civili", in realta' si tratta di una grande mistificazione che spaccia per progresso una colossale cazzata (nel senso letterale del termine), purtroppo stiamo regredendo verso un mondo senza principi e senza logica dove la gente non ragiona piu' avendo smarrito il semplice buon senso.

Si lo so, e' una battaglia persa ma le cosidette unioni civili sono solo uno strumento per distruggere i veri diritti delle famiglie, si distruggono i veri diritti (e non solo quelli legati alla famiglia, pensate alla pensione distrutta dallla Fornero) e vi danno finti diritti che strombazzano ai quattro venti facendoli passari per grandi vittorie quando invece sono solo assurdita'.

Questo blog sta diventando l acopia de "La Repubblica" con tutti i suoi impulsi Pavloniani da radical-chic.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

"...un mondo senza principi e senza logica dove la gente non ragiona piu' avendo smarrito il semplice buon senso....

Stai parlando di mezza Europa, PAesi del Nord e i paesi più civilizzati degli USA?

Non mi sembra che il nord Europa sia un "... mondo senza principi e senza logica dove la gente non ragiona piu' avendo smarrito il semplice buon senso....

Bho!

Anonimo ha detto...

Forse avete solo paura....
Chiedetevi il perchè.
--
Non scaricate la frustrazione sugli altri.

Anonimo ha detto...

Allo schifo di questa città si aggiunge la tristezza di commenti a cui sopra.

Anonimo ha detto...

Unioni civili?
Non ce niente di civile in due recchioni che si inculano reciprocamente.
Il registro delle unioni contronatura.
PAURA? Si,che mio figlio possa crescere in questa societa' malata dove il frocio e' normale,come tutte le illegalita' che sopportiamo ogni giorno.
Arrivassero presto qelli dell isis......

Anonimo ha detto...

E il PAPA che dice sulla cazzata di Marino?

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/unioni-civili-esultano-i-gay-avremo-accesso-ad-asili-case-1087123.html
Unioni civili, esultano i gay: "Avremo accesso ad asili, case popolari ed esenzioni"
Marino fa suonare le campane a festa per il registro delle Unioni civili. Ma in assenza di una legislazione nazionale, che significato ha la mossa del sindaco?
Il nuovo registro delle unioni civili sarà aperto a tutti "i soggetti italiani, altri comunitari o stranieri, maggiorenni e conviventi di sesso diverso o dello stesso sesso, di cui almeno uno residente nel Comune di Roma Capitale, che non facciano parte di altra Unione Civile e che non siano coniugati con soggetti terzi." Rimarranno invece esclusi quanti "sono legati tra loro da vincoli di parentela fino al quarto grado, adozione, tutela o amministrazione di sostegno".
C'è poi il voluminoso capitolo legato all'accesso ai servizi - di cui però, per volere del Pd, potranno godere solo le coppie che convivono da almeno un anno: totale parificazione con le coppie sposate con rito religioso o civile per quello che riguarda tutti i servizi di competenza comunale. Lo spiega con orgoglio Imma Battaglia, esponente di Sel e storica leader del movimento Lgbt: "Ad esempio poter accedere alle graduatorie delle case popolari, poter iscrivere i figli negli asili nido comunali oppure usufruire delle agevolazioni offerte dal Comune come le palestre comunali. Inoltre sono previste le medesime esenzioni e riduzioni fiscali delle coppie sposate."
Ai fini dell'assistenza sanitaria, inoltre, chi si iscrive al registro è equiparato a un parente prossimo del partner: di fatto è una liberalizzazione dell'accesso alle informazioni sullo stato di salute del partner.
Sulla reale efficacia di questo provvedimento, però, pendono parecchi dubbi. Sono in molti a vedere nella mossa del sindaco Marino un'azione propagandistica, un gesto simbolico che molto più di qualche voto difficilmente porterà. Anzitutto perché manca una legge nazionale sulle unioni civili - e lo stesso primo cittadino di Roma ha richiamato il premier all'ordine su questo tema. In assenza di una mossa del Parlamento, le velleità dei consiglieri comunali capitolini possono ben poco.

Anonimo ha detto...

Parafrasando il nome del sito, Marino Fa Schifo. Ma tanto è una battaglia persa, i froci e le lesbiche sono la moda del momento in Occidente e quando sarà passata purtroppo avranno ottenuto tutti i diritti che la natura, il buonsenso e la logica gli hanno sempre negato.

Anonimo ha detto...

Si parla tanto di legalità in questo blog.. e poi si plaude Marino per aver fatto una cosa illegale o comunque senza alcun valore giuridico in quanto in Italia non esiste alcun riconoscimento giuridico per le coppie omosessuali. Dunque, se ti sei sposato all'estero, a noi cosa ce ne frega? perché lo devi dire al comune se non ha alcun valore per la nostra legislazione? Marino sta facendo propaganda, ecco tutto. essere paladino dei gay al giorno d'oggi ti fa sembrare una persona culturalmente avanzata e progredita, le lobby gay lo sanno benissimo e ci stanno riuscendo in questo intento.

Anonimo ha detto...

Organizziamoci e chiediamo le dimissioni di Marino e se ciò non accadesse non paghiamo più le tasse comunali.
Se lui può agire in modo incostituzionale perchè non possiamo farlo noi?
A questo punto " VIVA L'ILLEGALITA'"!

Anonimo ha detto...

Ma infatti Roma, e l'Italia tutta, non possono permettersi queste cose! Semplicemente perchè ci sono tante, troppe questioni che i politici dovrebbero risolvere, e che riguardano tutti, minoranze comprese. I gay in primis dovrebbero indignarsi per essere oggetto di tale, bassa speculazione politica.

Anonimo ha detto...

Credo che in una città allo sfascio come Roma, ci siano ben altre priorità ed urgenze a cui Marino si dovrebbe dedicare!

Anonimo ha detto...

Unioni civili?
Non ce niente di civile in due recchioni che si inculano reciprocamente.
Il registro delle unioni contronatura.
PAURA? Si,che mio figlio possa crescere in questa societa' malata dove il frocio e' normale,come tutte le illegalita' che sopportiamo ogni giorno.
Arrivassero presto qelli dell isis......


Confermato è PAURA di diventare gay. (ci si nasconde sempre dietro ai bambini).
Se un bambino è gay rimane gay, se è etero rimane etero.

Poi mi chiedo sempre perchè i bambini questa paura non ce l'hanno ma ce l'hanno sempre e solo i loro genitori...

La religione è CULTURA (per definizione) che interviene sulla NATURA. Ossia decidendo che una cosa che esiste da quando l'uomo è NATO (ben prima che ci fossero qualsiasi tipo di religioni organizzate) sia o non sia NATURALE.

Solo per il fatto che ESISTE fà parte del regno della natura. Ipso facto.

Puoi dirmi che è una minoranza. Si, così come avere occhi blu/chiari oppure capelli biondo/chiari.

Chi è biondo non si può sposare?
Altre categorie da discriminare?

Che PAURA direi.
Più che NATURA è PAURA.
Di che poi?

Anonimo ha detto...

Ma perche' gay e lesbiche non sono cittadini? Lo trovo giusto,trovo giusto che abbiano dei diritti,che possano essere tutelati legalmente,ereditare,ecc,ecc.Mi viene in mente quando le donne non potevano votare,i neri d'america avevano le scuole separate dai bianchi...Insomma la storia non si ferma.

Anonimo ha detto...

Finalmente! Una bella notizia. Stanotte dormiremo tutti piu' sereni.

Anonimo ha detto...

Nella Roma capitale della cristianità proprio non se ne sentiva il bisogno di questa pagliacciata che ancora una volta viola la costituzione e fa si che il sindaco continui a violare la legge. Roma ha bisogno di ben altro e soprattutto della famiglia, quella fondata tra uomo e donna e
soprattutto ha bisogno di politiche per la famiglia e per l'infanzia oggi totalmente inesistenti....questo non è' un passo avanti ma un passo indietro .....

Anonimo ha detto...

Torna a prenderlo nel culo altrove.
E' arrivato il professorino frocio.
Fate vomitare

Anonimo ha detto...

L omossessualita non e' una cosa NATURALE come ci vorrebbe far credere qualcuno.
Poi che esista e' un altro discorso.. Anche i pedofili esistono,ma non mi sembrano tanto normali e tanto sani.
I bambini non hanno paura,ma spesso fanno domande alle quali non e' facile rispondere,e io penso che bisognerebbe crescerli con dei valori.
2 uomini o 2 donne sono una "strana coppia" non una famiglia.

Anonimo ha detto...

Noi ce ammazzamo a dire a nostra e RFS tace.

AAA ha detto...

Premetto che condivido molte delle discussioni inserite all'interno del forum. A mio parere però, molte volte ci si allontana da quella che era l'originale tematica del forum, qui si fa politica, si fa polemica se è giusto o no fare un registro per le unioni civili e quante altre ne volete...il 40% dei post è spazzatura, è aria...ma che mi frega se a metà gennaio ci sono ancora le luci di natale o se ci sono mercati rionali più belli di quelli di roma...sono problemi??? i problemi veri di roma sono altri: I TRASPORTI CHE NON FUNZIONANO, LA SPAZZATURA, LE STRADE, I ROM E I SOLDI CHE MANCANO DALLE CASSE COMUNALI!!!
Che benefici porteranno a Roma le unioni civili omosessuali? anche se si tratta di un argomento di attualità da affrontare prima o poi, preferirei che si affrontassero altri mille problemi per questa mia città che non amo ma apprezzo... qualsiasi persona che abbia girato un minimo Europa e/o mondo può confermare che, quelli che vengono definiti qui a Roma grandi problematiche, frutto d’ ignoranza popolare dei romani, si ritrovano a New York, a Londra, a Parigi, a Miami….ovunque perché il paese dei balocchi non esiste. E’ evidente che in questa città le problematiche sono tante perché sono agli occhi di tutti, ma è giusto apprezzare anche quello che le altre metropoli non sono in confronto a Roma.

Anonimo ha detto...

Beh.. direi che la città finalmente si stà avviando verso una svolta epocale con questa iniziativa!!! ma fateci il piacere!! era l'ultimo dei provvedimenti di cui la cittadinanza sente il bisogno, con tutti i problemi che affliggono noi romani e le misure pro tutti di cui c'è bisogno. Al di là degli orientamenti sessuali, in merito ai quali sono convinto che la natura ci fa uomo o donna e che solo uomo e donna generano la vita e, pertanto, che solo le uninioni di tali individui siano prioritariamente da tutelare in quanto a diritti civici, penso che si tratti dell'ennesima strizzata di occhio ai benpensanti di questo paese di immoralisti che stiamo diventando. Si, perchè se qualcuno taccia di moralismo e chi ritiene che il matrimonio sia tale nella sua forma tradizionale e basta, non vedo perchè non si possa a buon titolo sostenere che sono immorali tutti coloro che pensano che siano da mettere sullo stesso piano le unioni di individui dello stesso sesso. Marco

Anonimo ha detto...

L omossessualita non e' una cosa NATURALE come ci vorrebbe far credere qualcuno.
Poi che esista e' un altro discorso.. Anche i pedofili esistono,ma non mi sembrano tanto normali e tanto sani.
I bambini non hanno paura,ma spesso fanno domande alle quali non e' facile rispondere,e io penso che bisognerebbe crescerli con dei valori.
2 uomini o 2 donne sono una "strana coppia" non una famiglia.


La natura non si discute. Ci sono stati da sempre: è nella loro natura essere gay.Mentre per i pedofili è diverso: spesso sono stati violentati da piccoli.E poi c'è violenza. Non sono allo stesso livello di due persone adulte consenzienti.

Tu che valori vuoi dare ai tuoi figli? Di discriminare una coppia dello stesso sesso definendola "strana"..?
O malata?
O spingi tuo figlio a non parlarci per paura? Che possa diventare gay?
Cosnsideri così albile la sessualità ceh possa cmabaire per "contatto"?

Bha.
Il valore da tramettere: il valore della discriminazione.

Confermato che l'imbarazzo è tutto dei genitori.

Se ti nasce un figlio gay cosa fai? Gli dici che è strano? Gli dici che è contro natura? ti piacerebbe che frequentasse un asilo/scuola dove ci sono padri come te?

Auguri.

Anonimo ha detto...

I gay, uomini o donne che siano, non sono persone normali, e' talmente ovvio che tutte le discussioni in merito sono totalmente inutili.

Anonimo ha detto...

La cosa triste è leggere molti dei vostri commenti insultanti, e vedere che la maggior parte delle persone non si rendano conto di quanta sofferenza vera derivi dalle loro offese!
Ogni istante della giornata può essere dolorosissimo proprio a causa di questi insulti, poi per un qualcosa che uno non ha scelto, e che come bene ha detto qualcuno, dipende dalla natura, non si sceglie, si è gay e basta.
Ragionate sul fatto che tutte le persone che pagano le tasse, gay e non hanno gli stessi diritti e doveri.
Spero...e credo...che anche in Italia e a Roma, per fortuna la maggior parte della gente inizi a capire che siamo tutti esseri umani che devono convivere sullo stesso pianeta, e che sarebbe opportuno porre come fondamento il rispetto l'uno dell'altro.

Anonimo ha detto...

Per quello qua sopra: avere lo status di coppia cone una coppia normale, poter avere dei figli o sposarsi in chiesa non sono diritti che i gay possono avere; se sei gay allora sai che per te quelle sono cose che non potrai mai avere, non vedo perché uno dovrebbe avere dei diritti (come anche dei doveri) ai quali non ha, per natura, diritto. Che poi non vadano insultati o discriminati per tutto il resto è un altro discorso. Io sono single e non sono ricco, quindi a me un figlio non lo danno in adozione, ma non per questo mi sento defraudato di un diritto che mi spetta.

Anonimo ha detto...

Infatti nessuno ha parlato di figli o matrimonio, ma garantire un'unione fra due persone che si amano mi sembra giusto, e sopratutto un diritto!

Anonimo ha detto...

Due persone dello stesso sesso non è una cosa normale, è anormale, sotto il punto di vista della logica e sotto quello della natura umana (uomo+donna=bambino, cioè vita che continua), quindi non si può considerare un'unione, non nello stesso modo di una coppia normale, quindi non possono avere gli stessi diritti.

Anonimo ha detto...

Con la storia di normale e anormale sarebbe ora di farla finita. La trovo anche scorretta e non più di un semplice pretesto per chi non ha nulla da argomentare!
Da quando esiste la vita in natura esiste l'omosessualità, in natura ci sono centinaia di specie che praticano la stessa. Quindi per favore, cercate altri motivi per dire che i gay non meritano considerazione e quindi nessun diritto! Siamo tutti uguali, ognuno con i suoi pregi e difetti...tutto qua.

Anonimo ha detto...

Alla scuola di mio figlio i genitori sono normali perche grazie a dio in italia ai froci come te i bambini ancora non glieli danno.
I bambini certe cose le notano da soli.
Valori da trasmettere?
FAMIGLIA: quella che 2 uomini o 2 donne non possono formare perche la natura lo impedisce.

Anonimo ha detto...

D accordo,l omosessualita' esiste da sempre,ma almeno una volta avevano il pudore di nascondersi e di non fare un vanto della loro "diversita'".
Adesso invece il frocio va di moda,passa il messaggio che "frocio e' bello",e di conseguenza avanzano proposte ridicole come matrimoni e adozioni..
Rispetto per tutti d'accordo,ma tenendo sempre a mente che uomo uomo o donna donna e' contronatura.

Anonimo ha detto...

Questa storia che in natura esistano coppie animali dello stesso sesso è semplicemente ridicola; stiamo parlando di esseri umani e la natura umana, cioè la nostra, non prevede coppie dello stesso sesso. Se nel mondo, per immaginazione, ci fossero solo coppie gay di uomini e donne, la vita finirebbe nel giro di quell'unica generazione. I gay sono la cosa più anormale che possa esistere, è la logica a dirlo.

Anonimo ha detto...

La natura prevedere come coppie dello stesso sesso eccome.
Gli esseri umani.
Da sempre è così.
Punto.
ipso facto che esistono i gay.
Vuol dire che la natura li ha fatti così.

Anonimo ha detto...

Nascondersi da cosa?
Perché mettono in crisi la tua sessualità?
Nessunonsta dicendo che sei gay.

Una moda è qualcosa che puoi seguire.
l omosessualità non è una moda.
Imbambini non diventano gay perché secondo te e una moda.

Sembra quasi che vedere un gay per strada ti faccia rabbia e ti mette in crisi.
Perché ti mette in crisi?

Più che valore i bambini crescono o meno con genitori razzisti oppure no.
ripeto::se ti nascesse un figlio gay lo chiameresti frocio come stai facendo sempre?

Anonimo ha detto...

La natura ha fatto anche i portatori di handicap vari, fisici e/o mentali; si chiamano, appunto, errori della natura.

Anonimo ha detto...

Appunto,un conto e' accettare una stranezza,un conto e' cercare di convincere gli altri che sia normale.
Con tutto il rispetto,ma il diverso (passatemi il termine) e' l omosessuale.
Se si sposano o no a me cambia poco,ma penso che non possano pretendere di adottare.

Anonimo ha detto...

Tanto, ripeto, è una battaglia persa, presto o tardi avranno in tutto l'Occidente il diritto a sposarsi e poco dopo quello di adottare bambini; questo è l'andazzo, purtroppo.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...

La natura ha fatto anche i portatori di handicap vari, fisici e/o mentali; si chiamano, appunto, errori della natura.
gennaio 31, 2015 4:06 PM


Benissimo, quindi hai finalmente ammesso che è un FATTO NATURALE. Quello che volevo dimostrare.

A parte la frase che starebbe benissimo sulla bocca di Herman Goering.


Anonimo ha detto...

Appunto,un conto e' accettare una stranezza,un conto e' cercare di convincere gli altri che sia normale.
Con tutto il rispetto,ma il diverso (passatemi il termine) e' l omosessuale.
Se si sposano o no a me cambia poco,ma penso che non possano pretendere di adottare.
gennaio 31, 2015 5:28 PM


Ho parlato di NATURA non di norma.
D'altronde la norma non esiste in NATURA.
Non siamo tutti Ariani, biondi e con gli occhi azzurri.Tutti destri. O tutti mancini.
E' NORMALE che ci sia diversità in NATURA.
---
Però quì è SOLO PAURA e RABBIA quello di cui veramente state parlando.

PAURA degli altri che non sono come AVETE deciso voi che dovrebbe essere la NATURA e la NORMA.
Ma le norme fortunatamente le fà la NATURA. E non voi.

Smettetela di avere paura di chi non corrisponde al vostro ideale.
Smettetela di avere paura e basta ceh non ve se magnano mica..

Anonimo ha detto...

Affermare che una persona portatrice di handicap è così prr errore non mi pare sia da nazisti, mi pare sia la verità: oppure un padre ed una madre si augurano che loro figlio nasca così? È o no una disgrazia se ti nasce un figlio mentalmente disturbato o senza l'uso delle gambe? Poi è ovvio che gli si vuole bene comunque, forse di più, ma non credo si ringrazi il cielo per la benedizione ricevuta. In natura si parla di errore. Un portatore di handicap è anormale, anche se oggi si dice "diversamente abile", e così i gay, sono chiaramente anormali ed innaturali, ovvero contro natura. È la cosa più ovvia del mondo, non dovrebbero esserci discussioni.

Anonimo ha detto...

Non smetterò mai di avere paura per via della potente lobby omofascista LGBT, per cosa sta diventando la società occidentale, per l'introduzione della "teoria del gender" nelle scuole, per i cattivi esempi che hanno i nostri figli, per la mancanza di punti di riferimento che la società umana ha sempre avuto. Sono troppe cose da ignorare. Da parte mia chiudo, è un discorso talmente ovvio che non dovrebbe neanche esistere.

Anonimo ha detto...

Fate schifo siete malati.
L immagine di un uomo che lo mette in culo a un altro uomo e' disgustosa.
Voi ci vedete amore?
CHE SCHIFO

Anonimo ha detto...

Complimenti!
Involontariamente e senza saperlo avete elaborato la teoria nazista degli Untermensch:
E poi non dite che non siete di idee naziste

Untermensch nella propaganda e nella politica nazista

I nazisti pensavano che gli ebrei, gli zingari o gli africani e gli elementi asociali, come anche quelli disabili mentalmente o fisicamente, gli omosessuali, i criminali, i mendicanti, i giramondo, i liberali, i democratici, i femministi e i cosiddetti moralmente degenerati fossero sub-umani.

Il termine "Untermensch" era utilizzato negli scritti e nei discorsi diretti contro gli ebrei, e l'esempio più noto è una pubblicazione del 1935 delle SS con il titolo "Der Untermensch" che contiene un'invettiva antisemitica estratta da un discorso tenuto da Heinrich Himmler. Nel testo Le SS come Organizzazione Anti-Bolscevica, Himmler scrisse nel 1936: Dobbiamo preoccuparci che mai più in Germania, il cuore dell'Europa, possano scoppiare rivoluzioni di sub-umani ebrei o bolscevichi sia dall'interno che dall'esterno tramite emissari.[1]

Anonimo ha detto...

Eugenetica nazista
Con il termine eugenetica nazista si indicano le politiche sociali razziste attuate dalla Germania nazista, aventi come fine il miglioramento della razza mediante l'eugenetica. In particolare essa era mirata a quanti furono identificati come "vite di nessun valore" (in Tedesco: Lebenunwertes Leben): deviati, "degenerati", dissidenti, ritardati e persone con difficoltà di apprendimento, persone sterili, omosessuali, persone pigre, malati mentali, ebrei, deboli, zingari ecc. A questi avrebbe dovuto essere impedito di riprodursi, in modo da non diffondere i propri geni all'interno della popolazione. Oltre 400.000 persone subirono la sterilizzazione coatta, e 70.000 furono uccise nel corso dell'Aktion T4.[1]

Anonimo ha detto...

L'ideologia nazista reputò l'omosessualità incompatibile con i propri ideali considerando che le relazioni sessuali dovessero:

« [...] essere finalizzate al processo riproduttivo, essendo loro scopo la conservazione ed il prosieguo dell'esistenza del Volk [il popolo], piuttosto che la realizzazione del piacere dell'individuo. »
(testo originale, in inglese)

Anonimo ha detto...

E sempre per la difesa del fanciullo. Sempre per chi vuole difendere i propri figli dai terribili omosessuali si trova con queste stesse idee:


Ha inizio la persecuzione
Himmler era stato inizialmente un sostenitore del di Röhm, ed obiettò che le accuse di omosessualità che gli erano rivolte fossero state costruite dagli ebrei per gettare discredito sulla figura del comandante delle SA. Quando però l'epurazione portò alla ribalta le SS comandate da Himmler in contrapposizione alle ormai domate SA egli divenne molto attivo nella campagna di soppressione dell'omosessualità. Egli esclamò: "Dobbiamo sterminare la radice e i rami di questa gente... gli omosessuali devono essere eliminati!"[5].

Venne creata una sezione della Gestapo che aveva l'ordine di compilare speciali liste di individui omosessuali. Nel 1936, Heinrich Himmler, comandante delle SS, creò l'Ufficio centrale del Reich per la lotta all'omosessualità e all'aborto. Il decreto costitutivo di questo nuovo ufficio recitava:
« [...] Le attività omosessuali di una non trascurabile parte della popolazione, costituiscono una seria minaccia per la gioventù. Tutto ciò richiede l'adozione di più incisive misure contro queste malattie nazionali. »
..
« Gli individui più vili sono all'opera per intossicare la nostra gioventù, nel periodo più importante per il suo sviluppo. E lo Stato è incapace di reagire. Perché? [...] Perché tutti i partiti dai quali escono i Ministri, devono scendere a patti con i capibanda pederasti, che sono i loro amici politici [...] Questa contaminazione [...] è la prova della collusione irremovibile tra marxismo, pederastia e intossicazione sistematica della gioventù [...] Tedesche, donne del popolo lavoratore, marciate con noi nazionalsocialisti e mandate al diavolo i vostri corruttori! »
(Il quotidiano nazista Volkischer Beobachter (Osservatore Popolare)[6][7])

Anonimo ha detto...

SIETE MALATI CE FATE VOMITA FROCI DE MERDA

Anonimo ha detto...

Caro RFS sicuramente la coerenza e l'onestà intellettuale non trovano cittadinanza nel tuo pensiero.
Trovi soddisfazione in un provvedimento vuoto di ogni fattuale contenuto.
Ti sei aggregato ad esaltare uno spot pubblicitario emanato da un sindaco che ha la testa solo per distanziare le orecchie offendendo, peraltro senza comprendere da quale pulpito, noi cittadini romani, i quali, dall'alto della tua superiorità, ci definisci i più cafoni di occidente.
Mio caro, diversamente da te, il cittadino romano nella sua millenaria storia non fa mai distinzione tra oriente ed occidente, tra nord e sud, tra bianco e nero, tra cristiano ed ebreo o mussulmano.
Hai perso un'altra occasione per startene zitto

Anonimo ha detto...

Sono arrivato troppo tardi... Scommettiamo che il signore sopra che ha citato l'eugenetica nazista é sua volta favorevole ad aborto ed eutanasia?

Anonimo ha detto...

Inoltre vi è la fallacia logica della c.d. "Reductio ad Hitlerum".

ShareThis