Operazione Vitruvio. Indagati, arresti e perquisizioni negli uffici tecnici dei Municipi e nelle Asl di Roma. Finalmente abbiamo una Procura della Repubblica degna di questo nome?

8 gennaio 2015

Con tutte le redazioni appesantite dai bagordi festivi e concentrate al massimo, con le poche risorse a disposizione, sui fattacci di Parigi e del massacro nella redazione di Charlie Hebdo, sta passando sotto silenzio una notizia clamorosa proveniente, ancora una volta, dalla Procura di Roma da dove Giuseppe Pignatone sta trasformando il Porto delle Nebbie in una Casa di Cristallo attraverso i muri trasparenti della quale si possono finalmente analizzare tutti i miliardi di zozzerie che hanno ridotto Roma nel posto più raccapricciante d'Europa dove vivere, dove intraprendere, dove allevare un figlio, dove studiare, dove nascere, dove morire, dove investire, perfino dove venire in vacanza. 

L'operazione Vitruvio, scattata oggi, è avara di notizie o, appunto, come dicevamo, le redazioni hanno poche cartucce da sparare e pochi uomini da sguinzagliare sulle tracce della nuova inchiesta. 28 indagati, 22 arresti (impiegati negli uffici tecnici dei Municipi di Roma Capitale e in un'Asl oltre che alcuni imprenditori e professionisti), 40 perquisizioni. L'operazione Vitruvio è in corso in queste ore ed è la prima dimostrazione - altre seguiranno - che Mafia Capitale (l'operazione Mondo di Mezzo compie un mese in questi giorni anche se sembra passato un secolo) non è altro che la punta di un iceberg enorme di corruzione, connivenze, vessazioni, malversazioni, truffe contro pubblico e contro privati.

Roma non vive il disastro che vive per caso, per combinazione, per sfortuna. Roma è diventata un posto inospitale per le persone per bene e per imprenditori di qualità perché c'è chi su questa ospitalità lucra e marcia. Perché c'è chi guadagna, e molto, nel rendere questa città frequentabile, accettabile, praticabile solo da cittadini disonesti e imprenditori di quart'ordine, disposti a tutto.

La speranza è che operazioni come Vitruvio scoperchino i pentoloni del malaffare che si annidano negli uffici, nelle stanze, nei corridoi, nelle aree tecniche di praticamente tutti i settori della pubblica amministrazione marcia di Roma. Se la città dove vivete ha le tasse più alte e i servizi più scarsi d'Italia e d'Europa non è dovuto alla casualità, bensì ad una classe politica scadente e ad una classe dirigenziale corrotta fino al midollo. Talmente corrotta da esserlo anche quando non percepisce effettivamente denaro in cambio di favori: corrotta intellettualmente. E omertosa a livelli che non si sono raggiunti neppure lontanamente nel sud Italia in decenni passati.

A Roma il livello di corruzione è considerato norma. E' ormai qualcosa di rassicurante, di sicuro, di inscalfibile. Sono nate le figure dei "facilitatori". Se devi ottenere un permesso o aprire una attività commerciale non devi neppure più scomodarti a cercare il funzionario da corrompere: ci sono delle agenzie apposite che lo fanno per mascherando il tutto da servizio all'imprenditore. La corruzione fatta sistema. Perché, come si dice nelle intercettazioni di Vitruvio nelle more dei colloqui tra imprenditori edili, questi funzionari comunali "stanno lì solo per speculà, ogni tanto li dobbiamo foraggià, sono pozzi senza fine, io je do 5mila euro a cantiere"...

I NOMI (in evoluzione...)

IN CARCERE
Stefano Urbinati, Roberto Biagini, Simone Casale, Giovanni Grillo, Maurizio Paiella e Marcello Fioravanti.

AI DOMICILIARI
Gianluca Sicari, Gianfranco Morani, Sandro Costantini, Rodolfo Ercolani, Claudio Pompei, Franco De Angelis, Andrea Costa, Giovanni Ceci, Claudio Guidi, Maurizio Sabatini, Andrea Dionisi, Guido Bizzarri, Costantino D'Amico, Franco Di Carlo, Claudio Rampazzi, Giacomo Ceccarelli.

OBBLIGO DI FIRMA
Mauro Raggianti, Emiliano Gaspari, Daniele Losani, Paolo Bonardini, Massimo Gaiarin, Domenico Antonio Colarusso.

21 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Vi prego di notare una cosa!!! (Che i media tacciono) l'attuale procuratore PIGNATONE é stato voluto a Roma proprio da Ignazio Marino, e, come lui, è ovviamente un personaggio scomodo. Ne consegue tutto ciò che già sapete, con tutte le varie strumentalizzazioni del caso (dalla panda rossa ai rom). VI PREGO INFORMATEVI SUL CASO E DIFFONDETE PER GIUSTIZIA DI INFORMAZIONE, anche queste notizie. Grazie

Anonimo ha detto...

è tutto molto semplice, siamo arrivati a questo punto perchè qui i corruttori e i ladri di soldi pubblici non sono trattati come in Cina

Anonimo ha detto...

Sì, adesso Marino sceglie anche i procuratori della Repubblica. Corre voce che ha influenzato anche la nomina di Papa Francesco.

Anonimo ha detto...

Dubito fortemente che un Sindaco abbia il potere di imporre il Procuratore Capo della Procura più importante di Italia

Guido Costantini ha detto...

A parte i nomi, sarebbe interessante sapere le posizioni ricoperte. Qualcuno che ne sa qualcosa?

Actarus ha detto...

peggio dei magnacci protettori delle prostitute.
1500 cocomeri per un cantiere, 1000 cocomeri per un altro.
basta guardare quanto guadagnano e quanto spendono sti loschi figuri ogni mese. fai il raffronto e vedi da dove tirano fuori i soldi! se non sono "congrui", questi dipendenti della p.a. li prendono da qualche altra parte!
facile!!!!

Anonimo ha detto...

Toh!ma guarda caso...nemmeno un vigile.Ma come mai nessuno lo dice?certo che l'onesta devono solo averla gli altri vero?

Anonimo ha detto...

Io non giubilerei troppo.

Sui giornali si legge che mafia capitale si sia espansa molto sotto alemanno, ma quando è che si deciderà di indagare sulle precedenti giunte? Sullo scandalo del piano regolatore veltroniano che sembrava fatto apposta per i palazzinari capitolini, cittadelle nell'agro e ZERO trasporto pubblico?

Qui c'è un pozzo da scoprire profondo come il mare! Come mai tutte queste bancarelle, tutti sti cartelloni all'improvviso e perché a Roma non c'è un palo privo di adesivi e l'asfalto si distrugge dopo un mese dalla stesura per non citare la segnaletica sulle strade che sembra di inchiostro simpatico?

Questa è la MAFIA che distrugge la vita dei romani ogni giorno, il procuratore ha ancora molto molto da fare!

Anonimo ha detto...

ci manca solo che il procuratore sia scelto dal sindaco.... ma come ti viene in mente . Certo tutto e' possibile ma veramente sarebbe allucinante .

Anonimo ha detto...

Mi pare "normale" che attraverso il cambiamento, la discontinuità, non si riesca ad approdare subito ad una soluzione ottimale. Siamo italiani, nella migliore delle ipotesi, se c'è la buona volontà, piano piano ci si arriva a vedere i fori imperiali presidiati, piazza navona ripulita, le strade pulite. Certo che Marino si è messo contro tutti i dipendenti comunali e questo non giova ma il momento di rottura ci voleva. Io sto con Marino e pure se fa degli errori e non tutte le ciambelle riescono bene, sto dalla sua parte e lo incoraggio ad andare avanti.
David

Antani Volante ha detto...

Non diciamo fesserie. Il sindaco non può scegliere il procuratore. Se questa cosa fosse vera dovrebbero essere processati entrambi.

Francesco Grieco ha detto...

Quando scoperchieranno il pentolone del capitolo asfalto ne vedremo delle belle.
Io dalla mia sono pronto al pubblico linciaggio dei responsabili

Anonimo ha detto...

Volevo dire che è stato voluto, non designato.

Anonimo ha detto...

E che fra il sindaco e il procuratore c'è molta più collaborazione rispetto al passato

Anonimo ha detto...

Occorrerebbe anche sottolineare una cosa.
I malfattori approfittano delle lacune normative e di leggi fatte male.
Nel settore dell'urbanistica non può esistere il silenzio assenso. Molti malfattori, che non sono solo i funzionari della P.A. ma anche liberi professionisti senza scrupoli, approfittano di questo schifo di legislazione e per lavori che richiedono permessi a costruire tramite la presentazione di quella che è chiamata SuperDIA non lo fanno e si limitano a presentare una semplice DIA.
Nessuno controlla o omette volutamente di farlo, passano i 30 giorni e si eseguono i lavori e poi dopo qualche tempo gli immobili che hanno avuto questi interventi hanno problemi statici, se va bene e non viene giù tutto.
In TUTTI i municipi si compra l'omissione e passa tutto.

Anonimo ha detto...

Pignatone... Ma voi pensate veramente che Pignatone, senza il placet dei servizi, uno come Carminati lo prendeva???

Sveglia belli!

Anonimo ha detto...

C'era appunto un'intervista in cui un uomo dei servizi a volto oscurato rivelava che c'erano legami tra un tale agente (mi pare Fausto o comunque un nome con la "F") e i clan del litorale di Roma.

Tutti quelli che devono sapere già sanno, il punto è che sono molte le metropoli del mondo in cui vi sono organizzazioni criminali, ma in nessuna si osa tanto e in modo così sfacciato come da noi. La malavita tende a restare nell'ombra, qui invece l'ingorda stupidità italica ha portato mafia capitale a lucrare sui servizi al cittadino rovinandogli la vita e rivelando così la propria palese presenza anche al più ignorante dei romani.

Lo sappiamo tutti che a Roma sono corrotti i vigili, i palazzina, i dirigenti al comune ecc. Lo si vede veramente dal degrado dilagante e dalla determinazione con cui le istituzioni(comune, sovrintendenza ai beni culturali ecc) si schierano contro decisioni sagge che migliorerebbero la vita ai cittadini....ma non ai loro sporchi affari.

Anonimo ha detto...

non posso comparire perchè a causa di un favoritismo sono finito io sotto inchiesta e l'abuso denunciato con 50 prove evidenti non sono state viste dal tecnico della polizia municipali e si è rivolto su di me e perseguitandomi per 6 mesi mi ha poi denunciato per una cavolata

Anonimo ha detto...

Non puoi comparire???? A ca@@@@ro la polizia municipale non ha tecnici..........al limite sono dell'ufficio tecnico o ASL...secondo me hai problemi coniugali......

Anonimo ha detto...

grazie ma proprio ieri ho risolto il mio caso ora rido sperando che qualcuno non riposi tranquillo la notte chiuso tra quattro mura in buona compagnia ho comperato una cassetta di arance marce da recapitare

Anonimo ha detto...

se qualcuno si prendesse la briga di guardare quanti scheletri ci sono negli armadi dei vari uffici non basterebbe un nuovo verano per contenere le pratiche cosi detto in sospeso ovvero in attesa di .....????? """"!!!! come volete chiamarle a me sta bene

ShareThis