Il senso di Hong Kong per i cessi pubblici. Una riflessione

25 novembre 2012
Nei bagni pubblici di Hong Kong sono affissi dei cartelli che recitano testualmente: "Aiutaci a vigilare sull'operato della ditta appaltatrice" invitando i cittadini a contattare per telefono le autorità in caso di inefficienze.
Le condizioni igieniche minime in cui dovrebbe trovarsi il bagno pubblico sono poi specificate e accompagnate da fotografie:

- Targa all'ingresso lucidata e senza scritte vandaliche
- Muri esterni puliti e liberi da scritte e graffiti
- Muri interni e pavimenti asciutti e puliti
- Water puliti
- Lavandini e specchi puliti e asciutti
- Urinatoi puliti e non ostruiti
- Bagni asciutti e puliti, maniglie lucidate
- Cestini dei rifiuti svuotati regolarmente

2 commenti | dì la tua:

pizzardone ha detto...

il paragone non vale, Hong Kong non è mica il quarto mondo come qui
http://alemannovigiliurbani.wordpress.com/category/escrementi/

ALEX ha detto...

Figuratevi che ad Hong Kong, all'aeroporto, il personale di pulizia ti ringrazia dopo che hai usato il gabinetto...
...Non mi era mai capitato in nessun'altra parte del mondo una cosa del genere.

ShareThis