Lo stupro di Via di Ripetta. Ecco gli stalli della sosta: ovviamente bianchi, quindi totalmente abusivi

24 ottobre 2012
Continua lo scandalo di Via di Ripetta. Rispettando le più terribili previsioni l'amministrazione comunale, dandosi l'ennesima martellata sui coglioni, sta facendo tornare le auto in quella che era diventata per qualche settimana una meravigliosa nuova strada per fare acquisti e passeggiare.
Ma c'è di più: i nuovi parcheggi che sono stati disegnati sono bianchi. Tutto ciò oltre ad essere assurdo e insensato e totalmente illegale, abusivo, fuorilegge: il Codice della Strada, e il Regolamento Comunale, obbligano alle strisce blu entro le ZTL, solo il Comune di Roma contravviene. Così su queste strisce possono posteggiare tutti, il giorno e la sera.
La follia di lavori pagati con i soldi nostri (un milione di euro circa) per non risolvere nulla di nulla. Un flop pazzesco dell'amministrazione e dell'assessore Ghera che è stato incapace di imporre, almeno per una singola strada in cinque anni, una logica europea di sistemazione. I marciapiedi sono rimasti delle dimensioni precedenti così la strada tornerà ad essere infrequentabile (non si può neppure passeggiare in due l'uno affianco all'altro) e uno dei due passaggi pedonali tornerà ad ingombrarsi di auto, come è sempre stato, perché sarà impossibile proteggerlo stante il fatto che il Comune non ha provveduto a montare parapedonali nonostante le promesse che lo stesso Ghera fece personalmente a noi.

L'amministrazione Alemanno si chiude per sempre con questo ennesimo fallimento dopo lo scandalo di Via del Corso dove il progetto venne modificato eliminando l'allargamento dei marciapiedi (presente invece di fronte a San Carlo, parte realizzata dall'amministrazione precedente). I soldi risparmiati dai danni fatti a Via del Corso, sono poi serviti appunto per fare altri danni, gravissimi, a Ripetta. E pare che prima della fine della consiliatura l'amministrazione farà un altro guaio a Via del Babuino dove negli ultimi mesi, con la complicità delle terrificanti associazioni di cittadini di zona (alla Borgata Finocchio la gente è più civilizzata di quelli che abitano a Via Vittoria o a Via Bocca di Leone, ve lo possiamo assicurare!), laddove c'erano le aree pedonali hanno disegnato le strisce (sta volta blu, mah!). A proposito, scommettiamo che contro le assurde strisce bianche di Via di Ripetta non si leverà un solo fremito dai comitati...?

18 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

TORNA SANTORO: PUNGE LA RAI E COCCOLA LA7.
Finisce piazza-pulita, giovedì comincia Servizio Pubblico. Questa trasmissione verrà trasmessa da Cinecittà. Marco Travaglio avrà una scrivania in studio - interverrà nel suo solito spazio, ma durante tutta la trasmissione.
ALTRO CHE MARTELLATE AI COGLIONI A TONELLI!!!

Anonimo ha detto...

Sapete a che cosa servono i BLOG quali romafaschifo, il portaborse, il cannocchiale e quant'altri?
sono valvole di sfogo da far utilizzare alle persone, create appositamente con consenso politico, per non farsi rompere i coglioni direttamente, tipo GRECIA! Lo stesso scopo hanno i sindacati, sempre concertativi. Dimostrazione è che non si oppongono mai allo strapotere politico di qualsiasi dittatorello di turno. Brunetta ne è l'esempio lampante per quel che riguarda il mondo del lavoro. Tutto ciò che fanno i sindacati è solo buttare fumo agli occhi al popolo bue, sviando gli stessi dai problemi reali, quali la corruzione e la spartizione di privilegi.
Ecco i BLOG come questo ed altri hanno questo scopo, far sfogare la gente in modo tale da tenerla lontana dai palazzi del potere.
ADMIN E' D'ACCORDO CON IL POTERE!!!

Anonimo ha detto...

su questo blog si dicono cose sensate, puro buon senso che se fossimo un paese civile useremmo tutti così da evitare commenti dementi. con un minimo di buon senso, visto che in quanto a cultura e preparazione siamo messi proprio male, si potrebbe anche vivere tutti in una città più sopportabile. del resto non meraviglia che la mafia sia nata proprio nell'italia merdionale e ora si stia tranquillamente diffondendo al resto del paese seguendo quel tipo di mentalità

Anonimo ha detto...

Blog come questi danno l'esatta dimensione dei problemi. Da quando lo seguo ho maggior consapevolezza di quanto sia ridotta male la nostra capitale e vedo ora cose cui che prima non facevo caso. La stessa cosa dico a molti: aprite gli occhi, Roma "DEVE" essere migliore e gli unici a non averlo ancora capito sono chi la amministra e chi fa finta di non vedere nulla. BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!

Massimiliano Tonelli ha detto...

Ravo, è esattamente l'obiettivo del blog...

Patrizio ha detto...

Quello che critica il blog sarà lo stesso coglione che sta spammando in ogni post le sue ossessioni sulla famiglia Crespi. Tonelli banna l'IP di questa scimmia (e chiedo perdono a tutti i primati), non se ne può più!!!

Tornando in tema cosa ne è stato del progetto di ztl1 del tridente?

Anonimo ha detto...

ROMA - Ora che Via di Ripetta è praticamente pronta, il dibattito se pedonalizzarla o no è di un’attualità stringente. Da una parte i commercianti, che spingono per uno stop totale del traffico, dall'altra i residenti, che chiedono un'estensione della Ztl e parcheggi riservati.La passeggiata del sindaco Alemanno, nella nuova via d Ripetta, inaugurata ieri pomeriggio nella sua nuova splendida veste, è stata scandita dalle richieste delle due fazioni. «Abbiamo raccolto 300 firme tra i residenti - ha detto Matteo Costantini - per chiedere di non pedonalizzare la via ma di avere una Ztl più lunga ed aumentare i parcheggi riservati ai residenti. Nella nostra proposta saranno anche garantite le aree per il carico e scarico merci».

Dall'altra parte rispondono i commercianti sbandierando 1.000 firme raccolte: «Aspettavamo da 40 anni una nuova via di Ripetta - ha commentato Marco Firrao, presidente dell'Associazione Via Ripetta - noi pensiamo che questo patrimonio di tutta Roma debba essere pedonalizzato. Sarà un valore aggiunto alla qualità della vita».

«Ci sono richieste diverse - ha spiegato Alemanno - intanto da oggi c'è il divieto di transito per i bus turistici che erano il flagello principale. Poi stiamo pensando ad una sperimentazione di pedonalizzazione a cavallo delle festività di Natale che durerà circa venti giorni. Una volta terminata, ci consulteremo con residenti e commercianti e prenderemo una decisione. La pedonalizzazione è il nostro obiettivo, ma dobbiamo vedere come arrivarci: il mio approccio è farlo passo per passo».
C.R.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Quest'uomo seguita a dire stronzate: il flagello principale era la sosta (selvaggia e non) lo dimostrammo qui: http://www.youtube.com/watch?v=EMZ-iko9acw

Anonimo ha detto...

Vergogna! Cosa vuol dire un passo alla volta???
In quattro anni avete fatto mezzo passo...
Avete perso una occasione!
Non riuscite mai a fare una cosa fatta bene fino in fondo!
Una giunta comunale mediocre che ancora una volta lavora al contrario di tutte le città del mondo che sono civilizzate.
VERGOGNA! ROMA NON VI MERITA!!!
Ma presto ve ne andrete e vi garantisco che nessuna persona per bene e civilizzata che vive a Roma vi rimpiangerà!

Abitante der Centro ha detto...

Uccidetemi la famiglia, ma giù le mani dalla maghina.

Anonimo ha detto...

oltre alle strisce bianche rilevo anche i sanpietrini imbrattati di asfalto con il conseguente pessimo effetto estetico che ne consegue per tutta la strada.
sono due facce avvilenti della stessa medaglia; medaglia che si potrebbe appioppare al petto di tutti i pecioni

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno che chiede indietro a Ghera il quasi milione di euro che ha buttato sulla strada, no?

Tra non molto torneranno a passarci i bus a due piani (si accettano scommesse in merito) e nel giro di pochi mesi tutto tornera' allo schifo precedente.

Lucio ha detto...

Troppo bello sperare che il centro di Roma diventi un luogo adatto alle famiglie dove si possa passeggiare e godere delle sue bellezze. Via di Ripetta è una splendida strada all'interno di un contesto formidabile tra p.zza del Popolo e p.zza Augusto Imperatore ma come sempre succede in questo Paese alla fine prevalgono sempre gli interessi personali di pochissimi a danno della città e dei suoi cittadini. Complimenti

Riccardo Ceccherini ha detto...


Quelle strisce bianche spezzano incredibilmente l'armonia dei colori e dello stile architettonico della via...
I marciapiedi sarebbero dovuti essere larghi come lo spazio delimitato dalla striscia bianca a destra della foto. Avrebbero dovuto ristringere la carreggiata a una corsia.
Ogni trenta/quaranta metri, avrebbero potuto avere degli stalli per dare la possibilità ai furgoni di poter scaricare le merci.
Immaginate poi l'installazione di paletti in ghisa, come è avvenuto in altre vie del centro con ottimi risultati estetici e voilà!
In alternativa, un'altra soluzione poteva essere quella di fare come hanno fatto nel bellissimo centro storico di Torino: Eliminazione totale dei marciapiedi.
Io non sono ne un architetto ne un ingeniere....

Anonimo ha detto...

Straquoto l'ultimo commento... E che dire, sto sindachetto è decisamente un totale fallimento, sotto ogni punto di vista. Che schifo

donata ha detto...

D'accordissimo con Ceccherini. Basta un pò di buon senso e gusto. Praticamente la strada è uguale a prima... come al solito i nostri soldi buttati al vento

Rebel Yell ha detto...

Il centro di Roma va chiuso alle macchine, ai furgoni, ai torpedoni turistici... chiuso, stop, basta!

Andrea Valeri ha detto...

sulla pagina di FAEBOOK... RIPETTA PEDONALE... potete vedere in che stato di DEGRATO è tornata via di ripetta da quando ieri 25 ottobre è tornato il traffico... vi segnalo anche l'articolo PRIVO DI FONDAMENTO su repubblica.it della signora MARI su via di ripetta...

ShareThis