Faremo votare solo il sindaco che metterà lo street control nel suo programma elettorale

29 ottobre 2012
Lo street control è un efficace sistema di contrasto alla doppia fila che sta prendendo piede in tutta Italia, da nord a sud, fatta eccezione solo per una qual certa città del Lazio. Sapreste indovinare quale? E sapreste dirci secondo voi il perché?

30 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

È stato sperimentato, se non sbaglio, qualche tempo fa a viale Marconi e sull'Appia. Probabilmente è molto efficace, visto che è stato rapidamente accantonato. Rende la vita dura ai cafonacci usi a parcheggiare la macchina in doppia fila davanti alla bottega e ai profeti dell' "attimino". Dubito assai, data la cialtroneria e l'indolenza assai diffuse in questa città, che possa costituire un punto di forza del programma elettorale di un sindaco (e lo dico con un po' di rammarico e un po' di scaramanzia).
Enzo

Anonimo ha detto...

Bari, Cosenza e Palermo? neanche se lo vedo ci credo

Riccardo ha detto...

Ottimo.
Se implementanto con telecamere su mezzi atac e ama, videocamere in alta definizione sopra i semafori (vedi Londra) http://www.londonita.com/londrablog/wp-content/uploads/2012/10/telecamere-Londra.jpg
e l'aumento delle multe pari al 10%
dello stipendio,entro 6 mesi la doppia fila sarebbe quasi azzerata.

Anonimo ha detto...

il cafonazzo romano se si accorge che gli fotografano la maghina li insegue e gli spacca tutto....

Gabriele Massari ha detto...

Sò che è assurdo da credere, ma ti posso garantire che a Palermo è davvero utilizzato...

Gabriele Massari ha detto...

E aggiungo, io sarei disponibile a farmelo installare nella mia privata di macchina ed a mandare ogni giorni il girato a chi di dovere...

Anonimo ha detto...

Io credo che ci sia una precisa volontà di questa amministrazione a non fare niente per multare i maleducati e i loro parcheggi, semplicemente hanno paura di perdere il voto di questi individui.
Quindi non credo che questa amministrazione comincierà a fare adesso quello che non ha mai fatto finora.

Liber ha detto...

Mi ricordo benissimo quando venne sperimentato a viale Marconi nel 2005. Andavo tutti i giorni in macchina da trastevere a roma3 (ponte marconi).

I giorni che lo street control funzionava ci mettevo 5 minuti invece di 15.
Non mi stupisce che il progetto sia stato completamente abbandonato da questo sindaco (per quanto anche Veltroni non l'ha portato avanti a dovere).

A parte che strade come viale Marconi NON dovrebbero prevedere la sosta, ma pista ciclabile da un lato e tram al centro, per le strade dove la sosta è tollerabile lo street control va benissimo.
In 10 secondi fa il lavoro che un vigile normale fa in 10 minuti e un vigile romano in una giornata.

Il prossimo sindaco si dia una mossa, perchè lo street control costa poco e fa guadagnare molto (soldi tolti dalle tasche dei cafoni e migliore viabilità). Nemmeno la scusa che "c'è la crisi" regge.

Anonimo ha detto...

Con la giunta Aledanno è impossibile. Siamo tornati indietro di 20 anni. Ora comandano non solo i commercianti ma anche i bancarellari. Nulla di civile potrà mai essere fatto a Roma da questa giunta. Speriamo le elezioni arrivino presto, prima che sia troppo tardi.

Anonimo ha detto...

Non voglio commentare su chi votare alle prossime elezioni, sia regionali che comunali, faccio solo presente che:

alle elezioni regionali siciliane, il movimento5 stelle, che correva da solo, a metà spoglio dei seggi è il 1° partito della sicilia, anche se il futuro presidente o governatore dell'isola sarà Crocetta, che verrà eletto da una accozzaglia di partiti. Quest'ultimi se avessero corso ciascuno per proprio conto, non avrebbero raggiunto la percentuale di cui dispone Beppe Grillo ed il suo movimento.
Credo che sarà molto dura per chi governerà fare i conti con il movimento5 stelle. La pappatoia è finita. Questa si che è una rottamazione!!!

MEDITATE GENTE, LE PROSSIME ELEZIONI CHE CI RIGUARDANO SONO SEMPRE PIU' VICINE.

Anonimo ha detto...

W BEPPE GRILLO!!!

ROTTAMA TUTTI QUESTI ZOZZONI E LADRONI DI ROMA, PROVINCIA E REGIONE COMPRESI.

VOGLIO POI VEDERE COME SI SPARTIRANNO I SOLDI DI FINANZIAMENTO DI PARTITI QUESTI FARABUTTI!!!

Anonimo ha detto...

GRILLO APRE IL RECLUTAMENTO PER LE ELEZIONI POLITICHE

Il leader del Movimento 5 Stelle apre ufficialmente sul suo blog il reclutamento dei candidati alle elezioni politiche. "I want you" dice lo slogan del comico genovese, che aggiunge: "Signori, stiamo per affrontare qualche cosa di straordinario, delle elezioni in parlamento, un movimento, elezioni via web. Non è mai stato fatto nulla di così straordinario. Facciamo quello che possiamo, le regole sono molte, poi stanno molto attenti se sbagliamo. Quindi queste elezioni ci saranno e potranno votare tutti i nostri iscritti, che ovviamente sono quelli che hanno dato la documentazione, mandato la carta di identità, le solite cose che abbiamo chiesto, anche per garantire un pò chi entra, sennò ti entra totò u curtu e poi ce lo hai tutta la vita dentro, totò u curtu". Può essere eletto chiunque sia stato iscritto a una lista comunale o regionale. "Vogliamo premiare - continua Grillo -quelli che sono stati con noi per 5 anni, che hanno combattuto sul territori e che poi non sono stati eletti".

w IL MOVIMENTO5 STELLE

Massimiliano Tonelli ha detto...

Il Movimento 5 Stelle è l'ultimo (L'ULTIMO) movimento politico disposto a punire davvero chi va punito. Se gli attuali politici ci metteranno 50 anni a capire l'utilità dello Street control, Grillo ce ne metterà 100. Felice di essere smentito (sempre con la preghiera di piantarla di venire qui a fare campagna elettorale).

Paolo ha detto...

UN'ALTRA macchia sanzionatoria per far cassa... altro che palo divelto!!!
Spiegatemi come si riuscirà a dimostrare , per un eventuale contestazione , la propria innocenza.
esempio banalissimo: se accosto e mi chino per raccogliere qualcosa che mi è caduto sul tappetino e la macchina viene momentaneamente immortalata "senza conducente a bordo" perchè devo pagare L'ENNESIMA MULTA FUORI LEGGE?

Massimiliano Tonelli ha detto...

Mavaffanculo va!

Anonimo ha detto...

Certo, dovesse cadere qualcosa nell'auto niente di più naturale che il piantarsi sulla corsia di marcia e fermarsi a raccoglierlo, è ovvio. Poi questa storia del far cassa ha veramente rotto. Goffo alibi per una patetica cialtroneria.
Enzo

donata ha detto...

Il M5S non ci impiegherà 100 anni ma 100 giorni! E' da sempre il portabandiera delle energie rinnovabili, della difesa dell'ambiente e della rottamazione dell'automobile!
Il disincentivo dell’uso dei mezzi privati motorizzati nelle aree urbane è fra i punti del loro programma.
Tanto per precisare

Anonimo ha detto...

condivido in toto quanto dice DONATA delle ore 8:18 p, e spero che GRILLO con il suo movimento venga a far pulizia a Roma. Mettete paura TONELLI tu che sei uno schiavo del potere, li difendi pure questi farabutti.
E poi sai che ti dico che sei un maleducato ed io mi metto sul tuo stesso piano: VAFFANCULO TU, E LO STRONZO CHE SEI.

Anonimo ha detto...

Tonelli io al 90% sono sempre d'accordo con te, ma ora mi sa che ti stai allargando... "faremo votare" ???
ognuno vota chi cavolo vuole

Ma non hai letto quello che dice che se si inchina viene fotograto????

Allucinante ma dove vogliamo andare senti che cazzata

Fabio

Massimiliano Tonelli ha detto...

Se non intuisci il quoziente di provocatorietà che sta dentro ad un titolo forse è un problema però. Problema tuo!

Brontolo ha detto...

Provo a fare un discorso di diritto, e non di pancia. Se ragionassi "di pancia" sarei favorevole all'istallazione dello street control ad ogni angolo di Roma.
Ma volendo fare un discorso più oggettivo mi rendo conto che si porrebbe un serio problema di impugnabilità del provvedimento amministrativo, nonchè di discrezionalità amministrativa. Potremmo fare gli esempi più disparati (ma neanche troppo) sul motivo per cui una persona si deve mettere in sosta momentaneamente, e non credo che lo street control possa in ogni caso determinare se realmente ricorreva una causa maggiore in quella situazione. Esempio banale: vedo una persona che si sente male, assisto ad un tamponamento, il motorino davanti a me cade a terra... Sono cose che accadono centinaia di volte ogni giorno.
Sono favorevole allo street control a determinate condizioni (es: determinate fasce orarie 7/19, strade pericolose, corsie preferenziali utilizzate come parcheggio privato, etc...), fermo restando che sulle strade in cui vige il cartello con la X di "divieto di fermata", ex art.158 Cod. della Strada, dev'esserci tolleranza zero.

Brontolo ha detto...

Inoltre, un deterrente più efficace sarebbe quello di inasprire le sanzioni, perchè al momento attuale sono di un importo quasi irrisorio per la sosta irregolare.

Anonimo ha detto...

Ma quale Street Control, noi riommani medi volemo er diritto alla praivasi!

diego ha detto...

@Brontolo
"vedo una persona che si sente male, assisto ad un tamponamento, il motorino davanti a me cade a terra... Sono cose che accadono centinaia di volte ogni giorno".
Centinaia di volte al giorno? Cioè andando in giro con la macchina per Roma ogni giorno ti capitano queste cose centinaia di volte?? Incredibile...
E' ovvio che sono solo di pretesti per poter continuare a parcheggiare la maghina tranquillamente e impunemente in doppia fila. Non ci sono storie, è così. Allora io dico: cari signori, se a Roma ci sono troppe autovetture che circolano e non c'è fisicamente posto per parcheggiarle tutte la soluzione è semplice: ALZATE IL CULO E PRENDETE IL TRASPORTO PUBBLICO!! La soluzione non può essere trasformare Roma in una città del terzo mondo, perchè il caos urbano a questi livelli è tipico delle città del terzo mondo, lo trovi al Cairo Algeri Hamman Teheran ecc. ecc... nelle capitali europee trovi tutt'altro. Trovi ORDINE LEGALITA' e gente che si muove prevalentemente col trasporto pubblico. E basta con questa scusa che il trasporto pubblico a Roma non funziona. A Roma il gtrasporto pubblico c'è e un modo per farlo funzionare meglio e renderlo più rapido è proprio quello di usarlo!!! E togliere le maghine che ingombrano dalle strade ,a cominciare dalle doppie file che rallentano i bus. Una rivoluzione dei comportamenti che può cominciare solo con una amministrazione che comincia A FAR RISPETTERE Le REGOLE!! A fra rigare dritto il romanaccio coatto medio.

R. ha detto...

Tutti vogliamo il bene di Roma, strade più scorrevoli, magari con ciclabili ecc. Ma mi associo a chi parla di impugnabilità.
Detto ciò, la soluzione migliore per le doppie file SAREBBE l'impiego di vigili, che rispetto alle fredde macchine computerizzate, hanno la discrezionalità per discernere caso per caso. Io penso che anche una persona civile e sveglia capisca se di fronte a una macchina in doppia fila siamo in un caso particolare come quelli elencati da altri qui, o da sanzionare senza appello.
Ho scritto "sarebbe" perchè se i vigili facessero il loro dovere, non saremmo a parlare dello street control. Basta un buon corpo di vigili.

Anonimo ha detto...

Ma certo, come no. Come non averci pensato prima. Un buon corpo di vigili, certo. "Scusi, vigile, un attimino, lascio l'auto che devo prendere le pastarelle per la suocera". " Scusi vigile, solo un attimino, ora lo sposto eh, abbia pazienza". E il vigile, buon uomo in fondo e soprattutto civile e sveglio, sospira, scuote la testa e passa oltre. E andiamo avanti così, ché se poi il vigile fa il cattivo c'è sempre il ricorso o l'amico che forse ti fa togliere le multe.

Brontolo ha detto...

@diego: si, Diego, anche a me capita di dovermi fermare in seconda fila, ma cerco di farlo sempre e solo se non esiste un'altra soluzione, se non do intralcio alla strada, se non ho fatto prima almeno un paio di giri di palazzo per trovare parcheggio, e comunque non per più di 5 minuti. Ed io mi faccio già moltissimi scrupoli che l'autista romano medio non si fa. Inoltre non mi spaventa dover parcheggiare la maghina a più di 50 metri dalla mia destinazione. Il problema, tornando a bomba, è che effettivamente su alcune strade lo street control potrebbe dare eccellenti risultati, ma non sempre e comunque. Quello che serve appunto è la legalità, ed evitare quella cultura del: "vabè, signò, 2 minuti solo però, se sbrighi a spostà la macchina che me blocca la strada, sennò je devo fà a murta". Questo si, assolutamente, ma sappiamo com'è difficile cambiare le cose qui. I mezzi pubblici miglioreranno quando non solo molti più cittadini ma anche i politici inizieranno ad usarli di più. Comunque, aggiungo, inciter dictum, che quando vado all'estero mi capiterà di vedere 1, massimo 2, macchine o furgoni dei corrieri in doppia fila. Voglio dire, loro come fanno? Quale soluzione hanno trovato? Alla fine se un governo vuole le regole, basta farle applicare.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Non esiste un'altra soluzione? Esiste, esiste: non arrivare in quel posto in auto ma con altri mezzi.

Anonimo ha detto...

Anche qui cominciano a leggersi delle cazzate madornali... Ma come può venirvi in mente che se accosto per soccorrere un incidentato i VVUU passano di lì e continuano a fare le multe anziché intervenire!? Le telecamere registrano la scena: se c'è un incidente è registrato pure quello. Ma poi quali sarebbero i motivi di impugnazione? Le telecamere che multano chi viola ZTL si fondano sullo stesso principio. Un sacco di tipi di multe sono sempre stati un verbale dei VVUU sorretto da presunzione di legittimità, senza foto. E ora impugnate verbale corredato da filmato? ma che siete avvocati o giudici di pace? mau

Anonimo ha detto...

Adesso a Roma si sta sperimentando il sistema. Chissà se si utilizzerà?
http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/01/07/news/stiamo_provando_lo_street_control_clemente_il_recettore_sulle_auto_dei_vigili-75352022/?ref=search

ShareThis