Pensi che il limite del brutto e dello sciatto sia stato raggiunto, ma poi arriva il nuovo logo del Comune di Roma. Voltastomaco. Questo è il marketing della capitale del paese!?

17 ottobre 2012











23 commenti | dì la tua:

Andrea ha detto...

oddio ma che dovrebbe rappresentare??

Anonimo ha detto...

verranno venduti sulle bancarelle?

Anonimo ha detto...

OMG

gil ha detto...

Ma chi le ha progettate quelle robe orrende, il figlio ducetto der zindeco? In ogni caso sicuramente un parente o un amico di famiglia, l'unica politica applicata scientificamente da Alemanno. I risultati si vedono.

Anonimo ha detto...

Cielo?!?
Quello ci fanno con i miei soldi di contribuente?
Che c'avranno da ride poi ...
Jepiasseuncolposeccoatuttiquanti!!!

Anonimo ha detto...

Beh, la M mi pare in doverosa e corretta evidenza.

Giò ha detto...

Ma quello sopra la M che è? il cappello di un carabiniere stilizzato?!
Qui anche tralasciando le più elementari regole del Marketing e della comunicazione, c'è proprio carenza di un senso estetico minimo. Del resto...

Anonimo ha detto...

LA CURIOSITA'

Roma come New York

Anche la capitale avrà il suo logo
Felpe, tazze e cappellini, in arrivo i gadget firmati con il nuovo brand della città. Dalla vendita dei souvenir il Campidoglio prevede di incassare 3,5 milioni in cinque anni. L'ologramma antifalsificazione
Una lupa e un capitello, simboli della romanità, saranno il marchio doc sui gadget "made in Rome" voluti dal Campidoglio e presentati oggi dal sindaco Gianni Alemanno.
I nuovi gadget saranno in vendita da novembre, giusto in tempo per il Natale. I prodotti, potranno essere acquistati presso negozi dedicati, bookshop, punti di informazione turistica e persino on line, per una stima totale di circa mille punti vendita.
p.s. meno male, con questa operazione risolveremo tutti in nostri problemi cittadini……hahaha…….hahaha…

Anonimo ha detto...

Attenzione!!!
Leggere il commento di micione dal sottostante link.

http://ilportaborse.com/2012/10/zingaretti-pronto-a-dimettersi-il-24-ottobre/

Questi personaggi sono gli artefici dell’operazione….. gadget firmati….che faranno incassare milioni al Comune. In 5 anni però!!! Aledanno e Co…….quante cazzate!!!

Anonimo ha detto...

Uno schifo di "logo", per uno SCHIFO di città. Vai aledanno, continua così, sei tutti noi.

Da VOMITARE.

Anonimo ha detto...

CHE FACCE DA CAZZO! quelli inquadrati in foto.
La schifezza della schifezza che più non si può.
MERDOSI!!!

Anonimo ha detto...

Questa gente ha perso il senso del ridicolo (ammesso che l'abbia mai avuto).
Qualcuno glielo dovrebbe dire che ora basta fare figuracce! Ci rimette la citta' intera.
Aiuto!!! Qualcuno che gli stacchi la spinaaaaaa ....

Anonimo ha detto...

ma ste robe manco gli ambulanti abusivi saranno disposti a venderle!!!
che facce di cazzo!

Anonimo ha detto...

sapendo come funzionano le cose in questa città del cazzo chissà a quale nipote cugino parente incompetente avranno affidato il lavoro

Anonimo ha detto...

Da: http://www.romacapitalenews.com/alemanno-e-de-palo-presentano-romafamiglia-presto-anche-una-family-card/

ALEMANNO E DE PALO PRESENTANO ROMAFAMIGLIA: PRESTO UNA FAMILY CARD

Più servizi dedicate alle famiglie romane in tempi di crisi. Questa mattina l’assessore capitolino, Gianluigi De Palo, insieme al sindaco Gianni Alemanno, ha presentato una serie di iniziative volte a tutelare figli e genitori. “La famiglia diventa 2.0“, è il primo punto di “Romafamiglia”, il nuovo servizio che va arricchire il “pacchetto famiglia” offerto da Roma Capitale. Dopo il Quoziente familiare arriva anche un sito web e presto una family card.
Partner del progetto Rai Nuovi Media. “Romafamiglia” funzionerà attraverso un call center gratuito “Chiama famiglia 800.358.999” e il sito web romafamiglia.rai.it, con una chiamata e un clic le famiglie romane vedranno facilitato il loro accesso ai servizi a dimensione familiare messi in campo da soggetti pubblici e privati della capitale.
“Investire sulla famiglia é decisivo – ha spiegato il sindaco Alemanno - Oltre alle politiche strutturali il problema dell’informazione non è trascurabile. Grazie ai nuovi media facciamo in modo che le famiglie non si sentano isolate e non si creino difficoltà di accesso ai servizi. Mettiamo la nuova tecnologia al servizio della comunità”.

p.s. a Sindaco der cazzo, non hai mai fatto una minchia fini ad oggi, poi tutto insieme ti ricordi di fare ste cazzate. Ma VAFFANCCULO, sto bastardo!!!

Anonimo ha detto...

Alemanno, ARIVAFFANCCCULO bastardone se pugliese!!! 'o piccione de 'mammeta. chi te stramurto!!!

Anonimo ha detto...

sembra il triangolo con l'occhio... che di sia di mezzo la massoneria? ahahahah, ammazzelo quanto è brutto.

Anonimo ha detto...

Vomito...

markgoestojapan ha detto...

Questa notizia mi risulta vecchia, questa presentazione risale a mesi fa ed è gia stato dibattuto lo schifo totale di questo logo...per ora non l'ho visto in giro, quindi la protesta è servita a qualcosa....

Anonimo ha detto...

"verranno venduti sulle bancarelle?"

ahahahahaha ancora sto a ride; anonimo delle 11.14, sei un grande!

Les ha detto...

E questo sarebbe il massimo della creatività e dell'arte applicata al marketing, che questa città riesce ad esprimere?

E' proprio vero, allora, che Roma non ispira più bellezza e idee geniali..

http://www.rassegnastampa.comune.roma.it/PDF/2012/2012-04-05/2012040521356417.pdf

Anonimo ha detto...

"Una lupa e un capitello, simboli della romanità"
Se solo sapessero chi era in realtà la lupa...certi simboli ce li meritiamo...

Anonimo ha detto...

Questi prodotti rispecchiano lo stile e il cattivo gusto di chi li ha voluti.

Roma(aime') citta' di MERDA

ShareThis