Sostiene Inches: quello strano e misterioso caso dell'assegnazione sulla Salaria del Dipartimento Ambiente

9 ottobre 2012
"Circa un anno fa, grazie ad una mia segnalazione, vennero sgomberati i nomadi che avevano occupato l'immobile e il terreno comunale di via Salaria 555. Molti cittadini mi hanno fatto notare che l'area interessata è stata oggetto a dei lavori di bonifica". Lo dichiara, in una nota, Massimo Inches, capogruppo de La Destra nel II Municipio ed ex funzionario della polizia municipale di Roma Capitale. "Siccome a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca – spiega Inches - dopo aver richiesto l'accesso agli atti, ho scoperto che nel 2008 il direttore dell'Ufficio Giardini affidò ad una associazione cinofila l'immobile e il terreno comunale, successivamente occupato dai nomadi. Lo scorso luglio - continua Inches - il direttore del Dipartimento Tutela Ambiente, ex Ufficio Giardini, ha diffidato la stessa associazione a prendere possesso dell'area affidatagli quattro anni fa, perché l'assegnazione ricevuta era avvenuta in assenza della procedura del bando pubblico. Ora l'associazione pretende un risarcimento danni di centomila euro, che mi auguro venga addebitata a chi ha sbagliato. – conclude l'esponente de La Destra - Questa ennesima testimonianza di malcostume romano ho avuto modo di denunciarla presso la Procura della Repubblica di Roma, per accertare se ci fossero delle responsabilità penali".

ShareThis