Ma quando lo apriamo, questo blog Bancarellopoli? E' ora, e le elezioni si avvicinano. E noi daremo indicazioni di voto solo per chi si scaglierà contro tutto questo schifo

16 ottobre 2012

L'ultima trovata: le rotelline applicate al banco per avere la qualifica di itinerante. Ovviamente illegale. L'itinerante è colui che si ferma col furgone lo stretto necessario per la vendita e deve ripartire. Ovviamente non si può fermare sulle strisce incroci etc. Piazza Alessandria è terra di nessuno o di qualcuno.
Alessandro Ricci

5 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Apriamo un blog e facciamo una manifestazione in piazza! riprendiamoci il nostro territorio!

Anonimo ha detto...

Un altro mutandaro è spuntato all'incrocio tra Viale Alessandrino e la Casilina, appena hanno finito i lavori per la metro mutandari e cartellonari hanno colto subito la palla al balzo.
Quando vedremo Er Mutanda e Er Mortazza ar gabbio?

Anonimo ha detto...

ECCO LO ZOZZO!

Anonimo ha detto...

SEGNALO ANCHE:

MUNICIPIO III - Via Ernesto Monaci invasa da rifiuti e ritrovo per chi fa uso di droga
Discarica a cielo aperto, dormitorio per clochard, ritrovo per chi fa uso di droghe leggere. È questo lo scenario visibile ogni sera in via Ernesto Monaci, dietro le poste di piazza Bologna. Durante il giorno può sembrare un comune luogo degradato, come se ne vedono molti nel Municipio III, ma la situazione cambia al calar della notte.
Infatti, molti ragazzini si spostano dalla piazza principale nelle vie retrostanti per consumare hashish e marijuana, eludendo i controlli delle forze dell’ordine. Sono giovanissimi, vanno dai tredici - quattordici anni in su. Quando non sono i ragazzi ad occupare la via, ci pensano i senzatetto. Si recano là in piccoli gruppi e approfittano di una parte coperta sul retro dell’edificio postale per dormire e ripararsi dal freddo.
A completare il degrado di via Monaci, l’immondizia sparsa ovunque. Bottiglie di vetro e plastica, buste sporche di ogni dimensione e residui di cibo, nascosti in parte solamente dalle automobili parcheggiate. I residenti, stufi del contesto in cui vivono, reclamano: «non ci sembra giusto che questa strada sia considerata la discarica della piazza, solo perché rimane nell’ombra rispetto ad altre vie del nostro quartiere. Pretendiamo un intervento da parte delle autorità. Non possiamo andare avanti così».
Alcuni ragazzi che popolano piazza Bologna invece valutano in modo decisamente diverso il contesto di via Monaci. «Mi sembra contradditorio il fatto che per via delle ordinanze che vengono emanate dal Comune non possiamo bere al centro della piazza, mentre in queste stradine più nascoste ci facciano fare quello che vogliamo. Veniamo qua per consumare drink, chiacchierare e fumare qualche spinello. Sappiamo che è sbagliato gettare i rifiuti qua, ma lo fanno tutti e ci sentiamo legittimati a continuare».
Punti di vista diversi, quindi. Ma in ogni caso, al di là di ciò che è più o meno legale, si avverte il disagio da parte dei giovani e dei residenti di non avere un luogo di aggregazione opportuno e controllato.
Terramoccia

MANIFESTIAMO!!!

wanderobo ha detto...

ieri sono passato dopo tanto tempo a via cola di rienzo.... un apoteosi di bancarelle e gruppi elettrogeni, mi chiedevo chi saranno mai state le persone che hanno potuto (e che continuano) ad autorizzare tale degrado economico, sociale e morale di questa città, in base a quali leggi e regolamenti (che se esistono bisogna assolutamente cancellare), ma i nostri amministratori camminano per le strade della città, e quando vedono questo schifo cosa provano?
io non ho parole, non ho fatto per non contagiare di degrado il mio cell.

ShareThis