Video. Via Ripetta e Via del Babuino. Quale vi piace di più? Quella senza auto e piena di gente che passeggia e compra o quella trasformata in parcheggio abusivo?

17 settembre 2014
Ripetta

Babuino
Geniale questo doppio video girato in bicicletta da un nostro lettore nello stesso giorno e nello stesso momento a Via di Ripetta e a Via del Babuno. Le due strade "parallele" (in realtà è una raggera, un triangolo, anzi un Tridente, e queste sono le due strade che lo delineano) che partono da Piazza del Popolo hanno anche una storia parallela. Tutte e due recentemente hanno "beneficiato" di una operazione di riqualificazione. Via di Ripetta qualche anno fa, amministrazione Alemanno. Ci si mise mano pesantemente grazie ai famosi "soldi della Rinascente", ovvero gli oneri che i thailandesi proprietari del grande e storico magazzino hanno scucito per ottenere il cambio di destinazione d'uso del grande spazio su Via del Tritone. Peccato che, all'epoca, nonostante i nostri avvertimenti (andammo pure, personalmente, a implorare l'assessore ai lavori pubblici di allora Fabrizio Ghera nel suo ufficio a Via Petroselli, senza esito però) l'amministrazione Alemanno decise di ripristinare la sosta sulla strada realizzando marciapiedi stretti e infrequentabili pur di dar retta alle richieste di un macellaio (un macellaio, sul serio!) che sulla strada aveva e ha sede e che sosteneva di non poter sopravvivere senza il carico e scarico (magari in doppia fila) dei furgoni di fronte alla bottega. E tutto questo nonostante il fatto che durante il cantiere (attenzione, durante il cantiere!!!) grazie all'assenza di auto in sosta e in transito gli affari dei negozi sulla strada aumentarono del 40%. Se ne infischiarono. 
Oggi la stessa sorte tocca a Via del Babuino, storicamente interessata da una feroce sosta selvaggia che qualche geniale associazione di quartiere locale (diffidate, sempre!) fece istituzionalizzare due o tre anni facendo disegnare strisce blu al posto dell'area di rispetto pedonale protetta da vasi di piante. Se ne parlava da decenni, ma l'attuale amministrazione ha deciso che non era il tempo di parlare bensì di fare. Marciapiedi allargati, via la sosta, arredi urbani di qualità.

Risultato? Con il cantiere ancora attivo e dunque con tutti i disagi del caso il Babuino è tornato dopo anni e anni un luogo dove passeggiare. Degna congiunzione tra Spagna e Popolo. Una strada che ha le potenzialità per essere un fulcro dello shopping tra i più belli e piacevoli del mondo. Con potenziale concorrenza a Via Condotti. Piena di gente già ora. Via di Ripetta è un parcheggio volgare di auto posizionate dovunque, con la doppia fila dei furgoni e degli NCC e i cafoni sul marciapiede: spettrale, spiacevole e deserta. Nessuno vi passeggia più, i negozi soffrono e chiudono, magari - glielo auguriamo? O forse no? - sopravviverà solo il macellaro. 

Unico rischio: quei grandi e frequenti slarghi per il carico e scarico su Via del Babuino. Il rischio che diventino il parcheggio fisso dei commercianti è enorme. Si tratterà di vigilare, quando tra pochi giorni la strada verrà inaugurata, affinché chi vi opera non la rovini. 

89 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

abbiamo trovato un altro colpevole IL MACELLAIO mi dispiace gli unici colpevoli siamo NOI QUANDO ANDIAMO A VOTARE. adesso c'è marino ci pensa lui a sistemare tutto VEDRAI VEDRAI!!

Anonimo ha detto...

via del babuino è così perché ancora chiusa al traffico, dal momento che si è deciso di non difendere i marciapiedi quando riaprirà finirà inevitabilmente come ripetta, auto sui marciapiedi e vigili che passeranno alla larga. diciamolo, non c'è la volontà di risolvere questi problemi, inutile girarci intorno

Anonimo ha detto...

Ma la video vigilanza? Nooooooooo. Ma che scherziamo?

Anonimo ha detto...

Ma che vi inventate per farvi pubblicità! La gente deve lavoraareee! Tutti sti discorsi sarebbero possibili se Roma avesse l'atac funzionante. Ma non c'è, punto. Quindi a Roma serve la macchina o il motorino. Se non volete le macchine andate al mare o in montagna. Ma non rompete a chi lavora.

Anonimo ha detto...

Via del Babuino bellissima, finalmente i pedoni possono passeggiare senza avere il timore di essere investiti dal cafone di turno.
Avanti così con le altre pedonalizzazioni, voglio una Roma civile

Anonimo ha detto...

Ma suca coglione!

Anonimo ha detto...

I commercianti di Roma sono così ottusi che vanno difesi da se stessi. Si parcheggiano la macchina davanti alla vetrina del negozio e poi frignano che gli affari vanno male.

Anonimo ha detto...

Via del Babuino bellissima, finalmente chi non ha nulla di meglio da fare può passeggiare liberamente; mentre chi non ha altra scelta che pagare per spostarsi col mezzo proprio per lavorare dovrà farsene una ragione.

Anonimo ha detto...

argomento, quasi identico, pubblicato pochi giorni fa.
per pour parler?

Anonimo ha detto...

@ 9,28

Atac funzionante a via del babbuino? Sei serio, E' forse l'unica via di Roma con 2 fermate della metro nelle adiacenze (Flaminio e Spagna), con il treno da Viterbo e il parcheggio a Villa Borghese (se proprio ti ci vuoi avvicinare in maghina). Forse dovresti andare a lavorare veramente

roberto ha detto...

Probabilmente le due ristrutturazioni sono state entrambe sbagliate. A via Ripetta i marciapiedi andavano allargati lasciando sulla carreggiata solo lo spazio per una fila di auto in sosta ed il transito. Stessa cosa andava fatta al Babuino, che invece ora si ritrova con marciapiedoni difficilmente difendibili e numerose rientranze per sosta disabili e carico/scarico.
Comunque la cosa al Babuino ormai è fatta e starà a tutti difenderla con i denti. E comunque i commercianti non ci possono neanche transitare sulla strada, altro che sostarci ... chissà se se ne sono resi conto quando hanno accettato entusiasticamente il progetto.

Anonimo ha detto...

Lavorare? Si vede come lavorano a Ripetta: I CLIENTI SONO TUTTI SCAPPATI AL BABUINO. AHAHAHAHAHAH. FIGURADEMMMERDA

Anonimo ha detto...

Roma è una città vera, mica un parco giochi. Se non volete il traffico andate a vivere a Disneyland

Antonio Privitera ha detto...

E tu se vuoi vivere in uno sfasciacarrozze, prenditi un appartamento sulla Togliatti.

Anonimo ha detto...

Io abito a via dei Romanisti, e allora? Vivrei in uno sfasciacarrozze? Il cesso sei tu e la tua testa pigra.

Anonimo ha detto...

divertenti i commenti:
si è vero via del Babuino ha la metro vicina..ma..:
a) se devo fare una passeggiata mi può anche stare bene ma se devo comprare no.
perché?
il negoziante mi dovrebbe venire a prendere dal parcheggio tipo sotto villa Borghese e portarmi al suo negozio, mettermi a disposizione un facchino che mi porta le buste e poi riaccompagnarmi al parcheggio, ah certo il parcheggio a villa Borghese me lo deve pagare lui ovviamente. A MENO CHE...: autobus ogni minuto che fa la spola, pulito, accessibile e senza gentaglia sopra tipo i nomadi. Allora si che vengo a portarvi i miei soldi cari negozianti...e ora...vaiii divertitevi con gli esorcismi contro quei nosferato che usano la macchina siii pena di morte agli automobilistiii uccideteli tagliategli la gola con le loro patenti ahahhahhaha

Anonimo ha detto...

Esatto! Le cose stanno proprio così! È inutile che quattro bambini e due pensionati rincoglioniti si ostinino a predicare delle possibilità che per ora non si possono realizzare!

Anonimo ha detto...

lo shopping (soprattutto quello di alto livello, come nei negozi del centro) non si fa in macchina, ma si fa passeggiando, a piedi. e mentre si passeggia tranquillamente, si nota una cosa bella in vetrina, si entra a dare un'occhiata e poi si compra. poi se uno ha comprato una camicia, un pantalone, un orologio, una cravatta, un profumo, una collana, non ha bisogno di essere riaccompagnato in macchina al parcheggio!!! Anonimo delle 10:27 che hai bisogno di un facchino: ma che ti compri a via del Babuino? i mattoni?

Anonimo ha detto...

hai presente tacco 12 con scarpe di fendi? ecco a che mi serve il facchino...vuoi venire tu a portarmi le buste? ha le scarpe le ho comprate parcheggiando il suv sopra al marciapiede a largo goldoni ho schaicciato un paio di pedoni dua bangla e un cane...almeno ho ripulito un po' la città..meno merda in giro...ahahhaah sto scherzando dai un po' di umorismo non guasta...

Anonimo ha detto...

p.s. e ti sbagli comunque vedi gli araboni con 7 mogli dove parcheggiano quando vanno a comprare, davanti al negozio, e il negoziante esce pure ad aprirgli lo sportello facci caso...

Anonimo ha detto...

Tornatene in bosnia parassita

Anonimo ha detto...

ma a che si riferisce il commento qui sopra? a marino? non s capisce...bo..un altro lobotomizzato sulla partita su sky..e velina aa pizza a Trastevere, er tmaxxe AHHAHAAHHAHA il Romano medio molto frustrato che non ha abbastanza Q. I. per poter cogliere una vena ironica....talmente colmo d'odio e umiliato che come scopo nella vita ha solo quello di umiliare chi gli viene a tiro, righando, sbavando per avere una raccomandazione e infilarsi nella P. A. a non fare una minchia..che ride....

Anonimo ha detto...

@ 10,27
grande shoppingaro, quindi quando tu vai a fare acquisti tra via del babbuino e via condotti spendendo magar migliaia di Euro, non puoi spendere 2 euro per il parcheggio e qualche euro per il facchino? Ma che dici? dove vivi? Ma il tuo riferimento culturale e' il nababbo mediorientale? Poi ti spieghi molto di roma...

Anonimo ha detto...

amo muovermi in macchina, odio i muovermi con i mezzi

Anonimo ha detto...

ogni scusa e' buona per non camminare... poi mi raccomando, vai a correre in palestra che tu si che sei sportivo

Anonimo ha detto...

Ovviamente 1000000000 DI VOLTE MEGLIO IL BABBUINO!

Unknown ha detto...

Io sono di Milano, il caso preciso in questione non lo conosco, pero' posso dire sulla base di quanto osservato qua a Milano, dove di vie pedonalizzate ce ne sono ormai tantissime, che le zone pedonalizzate (o anche ztl) vanno incontro ad un'evoluzione che si ripete:

- nella prima fase, per l'effetto novita', c'e' effettivamente un maggiore afflusso di pubblico.
- Causa difficolta' di trasporto, sia per fornitori che per clienti, e l'aumento degli affitti, i negozi normali tendono a scomparire e vengono sostituiti da negozi che vendono merce ad alto valore aggiunto (fuffa trendy fashion cool di prezzo molto alto), negozi standard di grandi marchi, locali serali alla moda.
Quando si tratta si puo' parcheggiare almeno di sera nelle vicinanze tendono a prevalere i locali serali, altrimenti prevalgono i negozi.
- Per il conseguente aumento degli affitti, anche queste attivita' arrivano ad avere difficolta' e o scompaiono oppure, in certe vie a maggiore afflusso, vengono sostituite da attivita' ad ancora piu' alto valore aggiunto, tipo temporary shops.

Riassumendo, pedonalizzare le strade e' come bruciare la carta nella stufa: prima una gran fiammata, poi pero' la cenere soffoca tutto.
Gli stadi finali delle strade pedonalizzate sono o la desertificazione oppure l'instaurarsi di un tessuto commerciale completamente indirizzato ad un pubblico di passaggio e/o di turisti, ma del tutto inutile a soddisfare le esigenze di un pubblico di residenti.
Le strade pedonalizzate hanno senso solo dove e' desiderabile e sostenibile nel lungo periodo la predominanza di attivita' commerciali indirizzate esclusivamente o quasi ad una clientela di passaggio, ad esempio percio' strade molto frequentate da turisti.

Da aggiungere, poi, che ogni pedonalizzazione tende a cannibalizzare le precedenti, specie per quanto riguarda i locali serali, dato che un insieme di locali nuovi e' sempre piu' attraente di un insieme di locali serali gia' conosciuti.

Anonimo ha detto...

me sto ammazzà dalle risate!!!

Anonimo ha detto...

Enrico Engelmann, alcuni passaggi del suo ragionamento sono condivisibili (tipo la cannibalizzazione) tuttavia lei parte dal presupposto che aumentino gli affitti. se aumentano gli affitti, evidentemente è perchè aumenta la domanda (essendo l'offerta fissa) il che significa che l'area diventa più appetibile e aumenta il suo valore. tra l'altro con grande vantaggio dei residenti, perchè insieme agli affitti aumentano pure i prezzi delle loro proprietà.

Anonimo ha detto...

La distinzione è chiarissima: Via di Ripetta somiglia più ad una città mediorientale, mentre quella del Babuino dimostra e si avvicina all'europa civile. Ma poi, queste strade del centro storico NON sono state costruite per migliaia di macchine. Il centro storico è patrimonio che appartiene a tutti noi, non possiamo farlo diventare un parcheggio privato per i residenti.
Come sempre, i commenti qui NON hanno niente a che fare con il tema. Gente che si vuole sfogare per qualsiasi incapacità di adeguarsi ai cambiamenti necessari. Usate i socila networks per lavare la vostra sporca biancheria!!!!

Anonimo ha detto...

io vivo in centro storico ,da 6 mesi .Ho scoperto quanto e' bello camminare e sto pensando di andare a lavorare in bicicletta.Prima abitavo in ultrp quartiere prendevo la macchina per qualsiasi cosa.Ovviamente per le esigenze di tutti dovremmo avere dei mezzi pubblici adeguati.Ovviamente ho la macchina che parcheggio in garage spero di liberarmene presto.Saluti

Anonimo ha detto...

se c'è un parcheggio regolare libero vicino al negozio (portone, palestra, ufficio…) che dista 10m e uno in divieto di sosta che ne dista 5m il romano medio parcheggia in quello in divieto. poche chiacchiere e poche scuse del lavoro, del facchino, dei mezzi pubblici… il romano è Homo Meridionalis e come tale gli pesa il culo, fine della discussione.

roberto ha detto...

Il ragionamento di Enrico Engelmann è del tutto condivisibile ma purtroppo troppo difficile da far capire ai più, inclusi gli animatori di questo blog.
La pedonalizzazione ha senso per luoghi molto circoscritti, tipo piazza di Spagna, del Popolo o Navona, oppure per strade oggettivamente impraticabili per i veicoli. Per il resto è indispensabile prevedere un utilizzo dei veicoli seppur quanto più contenuto possibile (ad esempio riservandolo ai soli residenti). In caso contrario quello che si ottiene alla lunga è una desertificazione dei luoghi a vantaggio di B&B e case vacanze, facendo la fine del centro di Venezia, ormai in gran parte disabitato.

Anonimo ha detto...

@roberto

ti sembra che via del Babbuino sia una pedonalizzazione? no, c'è una corsia li ci passano le auto. Vedete pedonalizzazioni dove si sta semplicemente cercando di regolare ed ordinare, il problema è che siamo talmente infognati con sta macchina che ci portiamo anche al cesso, che se non vediamo una strada disordinata con macchine in 2 e 3 fila e sui marciapiedi ci sembra una pedonalizzazione. renditi conto come siamo messi.

Anonimo ha detto...

1- Io pedonalizzerei TUTTO il centro storico di Roma, che è un bene UNICO AL MONDO (ed i residenti non rompessero.
2- Le vie del Centro SONO e SARANNO SEMPRE belle da vedere passeggiandoci in mezzo, non passandoci velocemente co a maghina.
3- La Signora (si fa per dire) che parla di tacco 12 e facchino se ne può anche andare af... ad Euroma2, Porta di Roma, Roma Est etc. etc. etc.

Anonimo ha detto...

Io non ho i soldi e nelle due vie che ce vado a fa'? Ma annate a pensa' ai problemi seri!

Anonimo ha detto...

""- La Signora (si fa per dire) che parla di tacco 12 e facchino se ne può anche andare af... ad Euroma2, Porta di Roma, Roma Est etc. etc. etc.""
che ridere la mia era una provocazione peccato il Suo quoziente intellettivo non Le consente molto...
io sono a favore della pedonalizzazione, ma vera non che poi, ci sono, taxi, ncc, camion che scaricano, disabili in Lamborghini, araboni papponi con 20 mogli che scendono dalla rolls, stronzi in scooterone, stronzi in bici che sfrecciano a 120 km/h...claro? auguri vivissimi per il quoziente intellettivo che possa crescere un pochino...

Dionisio ha detto...

Se fossi un imprenditore creerei un sistema di navette -private- in collaborazione con i parcheggio di villa borghese e le grandi boutique del centro: te parcheggi, e io ti fornisco la navetta gratis, se poi compri nelle boutique ti regalo 1 ora ogni 10€ spesi. Più posti di lavoro, più igiene per stradal

Anonimo ha detto...

no Dionisio sono cose troppo intelligenti per il Romano medio...se vuoi andare a comprare devi essere umiliato e basta. Proibire al comune cittadino tutto, però poi vedere taxi, macchine di supertizio vip, macchine di supertizio politico, deficienti che sfrecciano con motorini o bici o pedalò...insomma una "cosa pedonale" FINTA...no non lo capiscono....e come il discorso della differenziata ti impegni fai le cose per bene e poi viene mischiato tutto..la stessa cosa...TU non entri con l amacchina ma tutti gli ALTRI SI!!!!

Anonimo ha detto...

Questi discorsi so per a gente che ha i soldi! Il ricco se passa tutto a pedonalizzazione passa sempre e quando vuole mentre il proletario verra' penalizzato e proprio per questo che tanti cambiamenti non valgono la pena di essere attuati.

Anonimo ha detto...

Caro RFS, io dissento totalmente. Nel 2017 sarete serviti. Roma diventerà una città inaccessibile o solo per ricchi. E voi ricchi con la puzzetta sotto al naso che potete spendere 70.000 euro per un box in concessione più strisce blu, più pedaggio, circolerete in santa pace, mentre un esercito di plebei costretti a spostarsi per lavoro o per esigenze dovranno godere della zella di trasporto pubblico insufficiente lercio e degradato esistente, a contatto con molestatori, abusivi, borseggiatori per non parlare degli scioperi. Ah!!!! Dimenticavo.... Tutti in bici!!!!! Ecco l'intelligente alternativa magari per accompagnare un figlio a scuola o un anziano per visite o cure.... Il tutto godendo della vista di bancarellari e furgoni euro zero che continueranno in qualche modo a circolare e stanziare, venditori vari cin furgoncini e carrettini, pulmann turistici, pulmann scoperti "Roma tour" ecc ecc. Ecco. Siete serviti. Siamo serviti. Auguri. Auguri a tutti e.... W il sindaco!!!!!

Anonimo ha detto...

RfS roba per ricchi non per il popolo!

Anonimo ha detto...

Meglio dire RfS e' un blog a favore dei ricchi non per il popolo.

bat21 ha detto...

Buongiorno g.le Engelmann il centro di Roma e' già indirizzato (come e' giusto che sia) prevalentemente ad una fruizione turistica. Occorre creare ulteriore valore pedonalizzando tutte le aree di immenso valore artistico che vi sono e vedrete che tutti ci guadagneranno!

Anonimo ha detto...

Tra le auto e le finte pedonalizzazioni con i marciapiedi invasi da abusivi e bancarelle varie, mille volte le auto ...

Anonimo ha detto...

Tra le auto e le finte pedonalizzazioni con i marciapiedi invasi da abusivi e bancarelle varie, mille volte le auto ...

Anonimo ha detto...

Enrico engelmann comunque ha centrato il punto. Non ho da aggiungere altro. Stanno espropriando Roma ai residenti cacciandoli in periferia snaturando il tessuto di questa città dove a differenza di milano molte zone sono destinate ad esquilinizzarsi. Poi voglio proprio vedere i fricchettoni della bici pedalare nella giungla 1997.... Fuga da new York..... Ed i turisti panzoni estinguersi....

bat21 ha detto...

Concordo con l'analisi antropologica...

Anonimo ha detto...

Penalizzate tutto cosi' per le vie di Roma ce vanno solo i ricconi che abitano a Roma. Questo vuole RfS!

Anonimo ha detto...

Al sottoproletario che vuole le maghine in centro:

roma sara lavorativamente morta e tu ancora piu povero se continui a sostenre un modello di sviluppo mediorientale. Ti senti tanto povero non avedo una rete metro, ma essendoti potuto permettere una maghina (da mantenere) e come te, tutti noi altri.

Non ti viene il dubbio che se ti senti cosi col culo per terra e' perche' forse abbiamo sbagliato tutto finora ed e' venuto il tempo di cambiare?

capirei dicessi di essere ricco e non voler cambiare, ma se ti senti povero perche vuoi perpetuare lo status quo?

bat21 ha detto...

Bravo. Aggiungo perché vuoi diventare ancora più povero visto che la città e' in formidabile declino?

Anonimo ha detto...

E certo!!!! Ma allora se le macchine non devono esserci si deve avere la capacità di vietarle ergo offrire alternative valide di trasporto pubblico. Vietarle per tutti!!! No che chi può permetterselo circola. Capito anonimo delle 7.33? Tutti! Quindi no pup, no traffico privato. Perché Roma fa schifo con o senza traffico tra mobilità da terzo mondo, roghi tossici, abusivismo, pulmann, bancarellari, borseggiatori, strade che puzzano di piscio.... E no anche far sharing!!"" tutti in autobus! Tutti in bici!! Tutti compresi i turisti panzoni sui pulmann puzzolenti!

Anonimo ha detto...

Tu sei homo coglionis.

Anonimo ha detto...

A belli vedete che io non me lamento di quello che so e de quello che ho, sete voi che ve lamentate de tutto e volete cambiare il mondo che non ve va perche' non e' come volete voi.
A Bat21 tu e' meio che te stai zitto sei sempre in mezzo ai .........., fatte na ragazza e sposate che tu hai bisogno de sfogare perche' se vede.

Anonimo ha detto...

@ 8,48

ti compatisco per la tua scarsa fantasia, per la tua manca di ambizione, per il tuo essere perdente il momento stesso in cui ti alzi la mattina. Si, perche sei uno sconfitto per definizione nell'accettare lo schifo come se fosse normale, perche al vinto non sfiora neanche l-idea della ribellione.

E compatisco me, costretto a condividere la cittadinanza con un poveraccio come te che nulla vuol cambiare e continure ad affogare in questa palude di immobilismo

roberto ha detto...

@bat21 - che il centro di Roma sia indirizzato ad una fruizione eminentemente turistica non sta scritto da nessuna parte ed anzi sarebbe una iattura colossale per il valore del centro stesso.
Come forse sfuggirà, una delle caratteristiche uniche del centro di Roma è che in una stratificazione straordinaria e millenaria di luoghi, edifici ed opere d'arte continuano a viverci le persone, che a loro volta mantengono vivi tali luoghi.
Espellere la residenzialità, come pare voglia fare bat21, significherebbe trasformare tutto in una colossale disneyland, bella a vedersi ma senz'anima, morta.
Al contrario va invertita la tendenza all'abbandono del centro storico, incentivando semmai le persone a tornare (ad esempio penalizzando fortemente gli appartamenti inutilizzati o usati come B&B illegali). Nel contempo andrebbe fatta un'opera di "bonifica" del turismo a Roma, tendendo a diminuire i numeri degli arrivi e privilegiando servizi di maggior livello e conseguente maggiore prezzo. In pratica meno gente ma che spenda di più.

bat21 ha detto...

Certo ma il turismo di qualità vuole pedonalizzazione e negozi di qualità, quindi si ritorna al punto di partenza. Nessuno dice che questa valorizzazione coincida con il cacciare i residenti....a meno che non vogliamo pensare che i residenti vengano cacciati per il fatto di non poter godere della macchina sotto casa. Non lo pensiamo vero?

Anonimo ha detto...

Roberto hai fotografato bene l'immagine che RfS vuole che diventi Roma "significherebbe trasformare tutto in una colossale disneyland, bella a vedersi ma senz'anima, morta." Basta vedere le foto, di altre citta' messe in confronto con Roma, negli argomenti precedenti.

Anonimo ha detto...

Ah ah, infatti la vita fiorisce solo a Roma... in qualunque altra citta d'europa rappresentata su questo Blog, (tipo Lisbona, Barcelona, Marsiglia) le strade sono morte, vuote, senza vita...

Anonimo ha detto...

Ah, non ci scordiamo che anche Napoli e' stata presentata in recenti confronti, luogo notoriamente morto e dove non c'e forma di vita alcuna... continuiamo con l'autoindulgenza, vedrai come finiamo

mauro ha detto...

in "in una stratificazione straordinaria e millenaria di luoghi" le persone dovrebbero viverci con uno stile di vita "compatibile" con i luoghi. Vivere nel centro storico è "incompatibile" con parcheggiare la macchina sotto il portone semplicemente perchè il centro storico in quanto tale non può ospitare le macchine come potrebbe un quartiere periferico. In un centro storico la spesa non la si fa in un centro commerciale stile euroma2 (pensa che obrobrio una cosa tipo euroma 2 a piazza del popolo) ma nei negozietti (che è pure meglio sia per qualità che per spesa).
Incentivare le persone a tornare nel centro storico lo si ottiene facendo in modo che il centro storico sia vivibile, per renderlo vivibile si devono accentuare le caratteristiche positive.. Chi vuole stare con il culo perennemente sulla macchina pensi che voglia andare al centro storico a vivere? o preferirebbe un villone con garage comunicante con la camera da letto in periferia? Viceversa chi ama passeggiare, dire al macellaio "mi metti da parte una bella bistecca con l'osso che stasera voglio festeggiare", godere dell'ambiente storico vorrebbe andare a vivcere nello stesso villone di cui sopra?
Va da se che anche l'istituzioni dovrebbero fare la loro parte spostando dal centro storico quei "servizi" che potrebbero essere svolti anche più efficacemente fuori dal centro storico (esempio?... il parlamento... l'anagrafe...).

roberto ha detto...

Non discuto che ci sarà qualcuno (tanti?) che vorrebbero avere la macchina sotto casa, ma non sono certo tra questi. Arriverà, spero, il giorno in cui a Roma avere l'auto di proprietà sarà un'eccezione, ma perché ciò accada bisognerà essere riusciti a migliorare nettamente il tpl, a far lavorare i tassisti, invece che farli bighellonare ai parcheggi, e qualche altra cosa. Nel frattempo va bene disincentivare il mezzo privato ma considerare un auto a nucleo familiare non fredo che faccia scandalo. Tutto sta a trovare soluzioni accettabili per sistemare il ridotto numero di auto dei residenti. E questa cosa vale per il centro storico, come per i parioli o il tuscolano.
E comunque il turismo di qualità non vuole pedonalizzazioni, bensì luoghi ordinati, ben tenuti e "vivi". Se al Babuino acessero allargato i marciapiedi lasciando una fila di auto in sosta ordinata (invece che fare rientranze di qua e di là, non sarebbe stato nessuno scandalo). Ripeto: la pedonalizzazione, quella vera non alla romana, ha senso solo spazi limitati come una piazza o strade molto strette. Per il resto va previsto il giusto transito (limitato quanto si vuole) ed una sosta decorosa dove le norme lo consentono.

Anonimo ha detto...

Caro Roberto,

capisco il tuo sconcerto, pero tu capisci il mio (forse il nostro). Tu fai una teoria delle pedonalizzazioni molto limitate in una citta che di pedonale non ha quasi nulla benche abbiail centro storicoo piu adatto e spettacolare per le pedonalizzazioni.

Poi uno va in spagna e interi quartieri sono pedonali, in francia non ne parliamo, in germania e belgio idem.

Alla fine la domanda e sempre la stessa: ma se tutti quante le altre nazioni civili fanno pedonalizzazioni massiccie, ma perche crediamo sempre di essere piu intelligenti di tutti gli altri, quando poi affoghiamo nella merda?

E' questa discrasia tra presunzione di saperla meglio degli altri e schifo che ci circonda che comincio a non sopportare piu

Anonimo ha detto...

Madonna quante cazzate

Anonimo ha detto...

Marooo' che strunzate. Andate a studiare urbanistica e non cacate qui le vostre teorie da terza elementare. Eppoi mi sono rotto il cazzo di sentire che si sta meglio in Belgio o in Germania, andateci a vivere davvero e non a fare due foto da turista rompicoglioni, così voi sarete contenti e anche noi...

Anonimo ha detto...

Cioè il Belgio capito, o la Germania, magari Berlino o Amburgo ( città di quella merda di giornalista che qui a roma non vuole più differenziare, però sono sicuro che lì proteste così non le farebbe che se lo pijano so' guai) città di merda brutte come la fame e anche sporche ma naturale che nessuno qui faccia servizi sul degrado in Europa, in Germania tutto perfetto, ah questo è il vero italiano di oggi, esterofilo tendenzialmente ignorante e rosicone...gente che non sa distinguere la merda dalla cioccolata, ma che cazzo ci state a fare a Roma se volete solo parcheggi, metro e altre stronzate colossali, andate a studiare invece di pensare allo shopping al centro a piedi o alle vostre cazzo di passeggiatine la domenica o il sabato pomeriggio, studiate Bramante, e a via Giulia e via della Lungara le macchine per incanto non le vedrete più, studiate Peruzzi e Della Porta così magari la smettete di guardare sempre solo macchine e autobus ...

Anonimo ha detto...

Segaioli delle 9 (tra l-altro seriali) andate a fare in culo voi.

A Roma si dice "stronzata", non "strunzata"; si dice "madonna", non "maro'". Prima di sputare su chi emigra e vive all'estero, conosce i luoghi e non fa il turista come ancora fate voi (si capisce che siete studenti) chiedetevi da dove siete emigrati voi, perche si sente benissimo che non siete di roma.

Vi ringrziamo comunque per lo schifo che avete contribuito a formare e che difendete con tanto accanimento.

E ora andate a trolleggiare altrove: uno che invita a studiare bramante e peruzzi beandosi di come vengano quotidianamente umiliati o e un troll o uno che non sta bene mentalmente

Anonimo ha detto...

Sti cazzi che dovete usa' a machina, le machine arrotolatele e ficcatevele al culo!
Se volete usa' a machina andate a Los Angeles, merde!

Anonimo ha detto...

La gente non riesce ad arrivare a fine mese altri non hanno posto di lavoro altri hanno mille veri problemi e l'Italia è nella crisi economica a livelli eccezionali, voi state a pensare alla pedonalizzazione? Giusto avete ragione, i veri problemi gli hanno gli altri a voi interessa la pedonalizzazione di Via Ripetta e di Via del Babbuino.

Anonimo ha detto...

La gente che non arriva a fine mese non ci arriva forse perche Roma e' economicamente una citta morta.

Non arriva a fine mese, ma mentre ero bloccato sul GRA ieri pomeriggio notavo come ogni cazzo di macchina avesse solo il guidatore dentro e nessun passeggero.

A roma ci sono 900 veicoli per 1000 abitanti. Tanto poveri non si e' se si compra e mantiene un simile parco auto. Possibile che nessuno possa fare car pooling? Nessuno possa andare a piedi per 600m, nessuno possa prendere bici per spostamenti sotto i 2 km? Che non ci sia mai un bus, metro, treno utile?

Se vogliamo stare sempre con la maghina nostra sotto il culo senza mai condividerla con nessuno, poi non meravigliarti se mancano le risorse

Anonimo ha detto...

PS: portavo all'aeroporto 2 persone, cosi evitiamo da subito i soliti commenti del cazzo che guardano al dito e non alla luna

Anonimo ha detto...

settembre 18, 2014 11:35 AM, bravo tu hai capito tutto! i problemi della crisi economica italia sono perchè giriamo in macchina. Tu sei un luminare, grazie di esistere!

Anonimo ha detto...

11:35 AM, la crisi economica è nazionale non cittadina, prova a guardare oltre il tuo naso.
la macchina, vorrei ricordarti, si usa anche per lavoro non solo per andare al centro pertanto quelli sul raccordo forse si andavano a guadagnare il pane ammesso che ci riuscivano.
hai ragione i problemi grossi dell'Italia, sono la città pedonalizzata e le macchine, non quelli che la gente non riesce ad arrivare a fine mese.
buona giornata figliocco di papa'.

Anonimo ha detto...

Ah cojone, ma chi ha mai detto che non andassero a lavoro, testa di cazzo! Credi che tutti quelli in fila fossero liberi professionisti o agenti di commercio? Non c'era un cazzo di impiegato che potesse condividere il viaggio con un collega o un vicino?

Mi sono rotto i cojoni di essere circondato da gente cosi idiota che dice a me di guardare oltre il mio naso! Roma e e l'unica capitale d'europa dove si vede roba mediorientale. Neanche ad Atene si vede quello che si vede a Roma e tu, brutta merda, dici a me di guardare oltre il mio naso?

Da dove cazzo credi che venga la crisi, idiota? Se non da comportamenti irrazionali ripetuti da milioni di persone che poi si lamentano di stare col culo per terra? Un uso a cazzo dell'auto e credere che tutto sia giustificabile ne e' solo un esempio, testa di cazzo!

Compri un'auto da 14000 Euro e te la tieni 10 anni? Diciamo che la paghi 1.400 Euro all'anno. Paghi il bollo da 190 Euro? Fai 15.000km/anno spendendo 1.200 euro di benzina? Paghi le tue 500 euro di assicurazione? la fai la revisione e i tagiandi sui 150 euro? E non parlo di parcheggio, perche intanto a Roma non si deve pagare... Fai la somma, paghi almeno 3500 euro l-anno per la maghina. Usi la maghina per lavorare e lavori per pagare la maghina.

Anche io ho la maghina, ma ce ne ho una per una famiglia di 3.

Non vi lamentate di stare col culo per terra quando siete voi che fate l-impossibile per starci

Anonimo ha detto...

Rassegnatevi, terestri maghinari, siete una razza finita!

Anonimo ha detto...

1.00 am, alta classe la tua a quanto pare, devi essere uno che l'educazione non l'hai vista neanche passare dalle tue zone basse. ok superiamo l'educazione che non ce semo proprio, parlamo de altro! anzi anzi visto che sei così fine non me va neanche de parlà con uno così volgare! te saluto, io mi vado a fare un giro in auto tu va a chiede sul raccordo, a gente in maghina, se abitano o meno vicino e poi gli dici che devono viaggiare insieme.
certo se tu abitassi vicino a me non verrei mai in auto con te visto la tua volgarità. te saluto!

Anonimo ha detto...

Volgarita di forma determinata dalla tua volgarita di sostanza. A brigante, brigante e mezzo: la pazienza dei buoni e' la forza dei prepotenti, e mi ribadisco che mi sono rotto le palle di avere a che fare con provocatori arroganti come te.

Chiaramente hai colto la palla al balzo per non concentrarti minimamente sui conti elementari che ti ho proposto e sul merito della questione. Ponti d'oro al nemico che fugge, vatti a far un giro al volante, visto che, come dicevi tu, la maghina si usa per lavorare...

Anonimo ha detto...

"roba mediorientale"?!?!?!? vabbé..

è ovvio che a roma c'è un problema enorme di mobilità, di sostenibilità, di infrastrutture, su questo tutti siamo d'accordo, anche e soprattutto mr. 1:34, che non conosco, ma che si può capire, invece: non si può metterla sempre come un "questione di civiltà", come se qui a Roma non sapessimo cos'è (e come se lo sapessero a san francisco o a los angeles o a berlino !!!)
roma è una città viva, vera, ricca di storia e al tempo stesso autentica, cosa che fa quasi venire i brividi, non è un museo, ci vivono le persone, ci sono i mercati in centro, ci sono appartamenti, e tutto fa credere che la soluzione a questi nostri problemi non può venire né da berlino (città senza un monumento dico uno!) né da barcellona né da sanfrancisco, perché sono realtà molto diverse. A Roma mi dispiace ma non si può importare quel modello di vita, che è accettabile lì, dove è stato concepito, ma che è impossibile qui...
e non vi preoccupate, mr. 1:30 non sa di cosa parla, non accadrà nulla di ciò che egli prospetta e spera, non ci vuole un mago per capire che non accadrà la rivoluzione francese a Roma, e non perché siamo in ritardo...

Anonimo ha detto...

A fratè , a quanto pare gli animi sono andati in incandescenza.
La macchina l'ho acquistata per lavoro e per allegerirmi la vita, continuerò a fare così fin quando sarà possibile anche perchè se volessi andare al centro di Roma ci metterei almeno 1 ora per andare ed un 1 ora per tornare + varie( spesa - stress sui mezzi - rischio borseggi - e e e e ), se facessi diversamente mi fate capire a cosa mi servirebbe l'auto? dimenticavo siamo 4 in famiglia, cercate di immaginare muoverci tutti per andare in centro con i mezzi. La vita invece di alleggerirla la volete rendere insopportabile! Invece di pensare a far sparire le auto perchè non pensate a metodi alternativi affinchè siano meno inquinanti così tutti la potrebbero utilizzare più liberamente?

Anonimo ha detto...

Caro 2.05

Apprezzo il suo tono, ma mi sa dire in quale altra area geografica di questo emisfero si assiste alla situazione di traffico, sporcizia per strada, paralisi infrastrutturale, corruzione, abusivismo edilizio, commercio abusivo, burocrazia oppressiva se non nel medio-oriente? Magari a lei verra in mente anche qualche altra area geografica, l'ascolto.

Non mi dica la prego che sporcizia ce ne e' ovunque e ovunque ci sono aree degradate. Lo sappiamo, semplicemente non ha paragoni vedere il degrado che imperversa attorno al Colosseo o allo stesso Campidoglio e nelle aree piu centrali. Saro felice se vorra smentirmi con 2-3 esempi. Resterebbe comunque il fatto che mal comune (e' solo) mezzo gaudio...

La civilta' a Roma l abbiamo dimenticata. Non riempiamoci la bocca del passato. Osserviamo il presente.
Quando Roma era un villaggio di pecorari, le Piramidi si ergevano da quasi 2000 anni gia e a Babilonia c'erano i giardini pensili. Se dovessimo misurare la civilta del presente riferendoci al passato, forse il Cairo o Baghdad sarebbero i luoghi piu civili del mondo.

Cordiali saluti

Anonimo ha detto...

2,56

inquinamento o no, lo spazio in centro non c'e' per 2 milioni di auto. Per curiosita, hai detto che ci metti quasi 1 ora per andare in centro: ne deduco che viviamo entrambi in periferia.
Quanto ci metti con l'auto ad arrivare? E poi a trovare parcheggio? Come/dove la parcheggi? Perche io quando vado in macchina ci metto quasi 1 ora lo stesso tra tragitto ricerca parcheggio e non riesco quasi mai a trovare un parcheggio normale. Mi potresti dare qualche consiglio?

Anonimo ha detto...

caro 3.03, ma l'argomento era l'auto e la pedonalizzazione, non la situazione esistenziale di Roma.
per quanto riguarda il traffico, visto che è legato all'uso dell'auto, è il problema di tutte le grandi capitali del mondo quindi normale che anche Roma lo abbia.

Anonimo ha detto...

3.07 PM, ci metto 30 min. con l'auto e poco tempo, il piu' delle volte, per trovare il parcheggio e se volessi ne metterei ancor meno pagando il parcheggio. ti assicuro, almeno per il sottoscritto e per i miei famigliari, che fare diversamente mi peserebbe molto di più a livello di stress.
a roma centro mi piace andare spesso e quando ne ho voglia, se facessi diversamente da come faccio sarebbe impossibile vivere la mia bella città che voglio vivere da residente ( a Roma mi reco per lavoro e per piacere ) e non da turista.
caro anonimo sai una cosa bella della vita è che non siamo fatti tutti allo stesso modo e proprio per questo dobbiamo imparare a convivere insieme visto la nostra diversità, con questo voglio dire ( visto che il tuo atteggiamento non influenza la mia vita e il mio atteggiamento non influenza la tua ) che tu fai pure a meno di utilizzare l'auto, visto che lo ritieni opportuno, ed io la continuero' ad usare perchè la penso diversamente da te.

Anonimo ha detto...

si è vero per andare in centro anche con l'auto ci vuole un ora, più i tempi di ricerca parcheggio (sulle strisce blu), ma almeno:
a) non sto un ora in piedi ferma ad una fermata a prendere il gelo o un insolazione;
b) non devo esaurirmi tra borseggiatori e toccatori di culo (si ci sono anche quelli);
c) sto nel pulito della mia macchina e non mi prendo ebola;
d) sto seduta e ascolto musica classica;
d) ho una macchina ecologica gpl;
semplicemente i pro e i contro non reggono, preferisco fare sacrifici per mantenere l'auto, è una questione di scegliere cosa ti esaurisce di meno...

Anonimo ha detto...

e pace sia, pero solo una cortesia, non dirmi "il tuo atteggiamento non influenza la mia vita e il mio atteggiamento non influenza la tua", perche gli atteggiamenti si influenzao a vicenda per definizione, perche condividiamo lo stessa risorsa limitata: le strade di roma.

Se le persone prendessero meno la macchina (mio atteggiamento) saresti positivamente influenzato: tu scorreresti di piu e troveresti piu facilmente parcheggio; viceversa, se ancora piu gente prendesse la macchina, tutti saremmo negativamente influenzati (io incluso) perche scorrerremmo meno e trovare parcheggio sarebbe ancora piu difficile.

Senza rancore, io non ho mai teorizzato che non si debba mai usare l-auto, solo che in base ai tragitti/distanze, ci possono essere modi di spostarsi diversi.

Poi chiaramente ognuno fa e continua a fare come gli pare...

Anonimo ha detto...

Concordo con l'anonimo delle 3:43 PM.
A netto del traffico e delle spese il mezzo privato (W a maGhina) vince a mani basse sul mezzo pubblico

Io ogni giorno devo farmi 8 km per andare a lavoro.

Preferisco pagare 4 mila euro di maGhina e stare comodo che esaurirmi su un trasporto pubblico ostaggio di lerciume e zingaraglia.

Anonimo ha detto...

4:13 PM, senza offesa mi sono permesso di dire ( mio pensiero e affermazione ) con piena convinzione "il tuo atteggiamento non influenza la mia vita e il mio atteggiamento non influenza la tua" perchè io prenderei la macchina sempre ed in ogni caso anche se tutti quelli che oggi non la prendono decidessero di prenderla mentre gli altri, per quel che mi riguarda, possono prendere liberamente le loro decisioni per come riterranno più opportuno fare.
Condivido pienamente la tua affermazione nella speranza che anche altri si uniscano a noi nel dire, non solo con le parole ma con totale rispetto delle diversità che ci distinguono senza cercare di convincere obbligatoriamente, " Poi chiaramente ognuno fa e continua a fare come gli pare... ".

Flanker ha detto...

<>

Sei proprio un grande! Stai dicendo che i turisti ed i romani che passeggiano nel loro tempo libero "non hanno nulla di meglio da fare", mentre chi insiste ottusamente ad usare l'automobile nel centro storico (per altro servito dalla metro e da molti mezzi pubblici) di una delle città più antiche del mondo "è un lavoratore". Mhmm... complimentoni!

Anonimo ha detto...

Riscrivo ché il precedente non è stato formattato a dovere:
"Via del Babuino bellissima, finalmente chi non ha nulla di meglio da fare può passeggiare liberamente; mentre chi non ha altra scelta che pagare per spostarsi col mezzo proprio per lavorare dovrà farsene una ragione."

Sei proprio un grande! Stai dicendo che i turisti ed i romani che passeggiano nel loro tempo libero "non hanno nulla di meglio da fare", mentre chi insiste ottusamente ad usare l'automobile nel centro storico (per altro servito dalla metro e da molti mezzi pubblici) di una delle città più antiche del mondo "è un lavoratore". Mhmm... complimentoni!

ShareThis