Questo cartello affisso a Roma Termini non è uno scherzo. E' la dichiarazione di resa di una nazione nei confronti del crimine e del degrado

15 settembre 2014
Vedendo questo cartello appeso su una parete di Stazione Termini, ho dapprima pensato ad un cartello amatoriale, ideato da qualche cittadino che si è sentito in dovere di avvertire i turisti dei numerosi furti (nonché estorsioni di denaro di fronte alle macchine automatiche, facchinaggi coatti e molesti, esecuzioni musicali con sfruttamento minorile eccetera eccetera) che colpiscono la capitale ma sopratutto, il quartier generale dello schifo: Termini. 
Poi però, aguzzando la vista si intravedono due loghi che mi hanno sbalordito. In basso a sinistra è possibile vedere il logo delle Ferrovie dello Stato, mentre in basso a destra quello della Polizia di Stato! 
Non che sia sbagliato, anzi, ma presentare un cartello del genere quando la sicurezza è totalmente assente sembra una presa in giro, a due settimane dai controlli massicci che hanno avuto un bellissimo ruolo propagandistico e che (c'era da aspettarselo) sono svaniti nel nulla già dal giorno dopo come ben documentato dal video che questo blog ha pubblicato stamattina. 
Giovedì 11 settembre, verso le 14 (ora in cui è stata scattata la foto) non c'era nessuno (nessuno!) a presidiare la zona. Che sia per l'anniversario dell'attentato alle Torri Gemelle? Che le forze dell'ordine siano state spiegate a presidio di altri "punti caldi"? Forse, ma una stazione centrale come quella di Termini è terreno fertile per qualsiasi attentatore, e non solo.
Anton

21 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ormai stiamo in uno stato di anarchia generalizzato, o meglio di dittatura della tolleranza, fate voi.

Credo che si debba seguire la stessa strategia di coloro che costringono la affissione di tali cartelli.

Prima cosa fare in modo di appartenere a qualche minoranza, chenneso' se avete un nonno occitano o cimbro, fate in modo di fare diventare ufficiale tale condizione con annessa associazione a difesa e tutela.

Seconda cosa risultare nullatenenti, se avete qualche persona di cui vi fidate intestargli tutto.

Terzo figliare come conigli e prima che i propri figli diventino 14 enni finalmente passare al piano finale:
andare nelle stazioni e nei luoghi turistici piu' visitati accompagnati dai prorpi figli ai quali sono state impartite per anni lezioni di karate, e finalmente farsi giustizia. Se hanno le mani legate con loro le dovrebbero avere finalmente anche con noi....altrimenti nn vedo soluzione !!

College Street ha detto...

E' la dichiarazione di resa di una nazione nei confronti del crimine e del degrado

Assolutamente vero. Questo e', secondo loro, il miglior modo per risolvere il problema. Avvertire la gente in modo che dopo non possa dire niente. "Ve l'abbiamo detto".
Che barzelletta. Qui si peggiora di giorno in giorno.

Anonimo ha detto...

Lasciate ogni speranza voi che arrivate

Ormai siamo al ribaltamento di senso e giunti al ribaltamento di senso, qualunque cosa e' possibile

Anonimo ha detto...

Ma la polizia di roma capitale dove sta. Possibile che con circa 5000 persone non si riesca a mettere qualcuno a vigilare?

Anonimo ha detto...

Io lavoro nella polizia locale e ormai tutti i giorni intervengo per le cose più disparate, dalle risse, alle liti, allo spaccio di droga alla contraffazione. Poi nelle stazioni, di norma c'è la polfer, che suppongo non gradirebbe nemmeno la nostra presenza. In ultimo non capisco perchè dovremo intervenire noi, anche quando il segretario nazionale della UIL, ci prende come esempio, non certo positivo, lasciando intendere che noi facciamo solo le multe (quindi lo dico a tutti i colleghi, facciamo solo le multe (magari solo i divieti di sosta) il resto che lo facciano gli altri). La frase che si attribuisce ad angeletti, per giustificare i rinnovi contrattuali alle sole forze dell'ordine (non ai vigili, o altre categorie): certo che il vigile urbano che fa le multe non sta simpatico alla gente, il vigile del fuoco o il poliziotto che salva le vite ha l'appoggio della popolazione.
Bel modo di tutelare i lavoratori.

Anonimo ha detto...

Lavoro nei vigili urbani da 10 anni. Faccio un lavoro che non ti da nessuna soddisfazione ma non mi era mai capitato che un sindacalista parlasse di noi in questi termini. Non fosse per la crisi avrei cercato un altro lavoro, con i tempi che corrono non posso rischiare di rimanere disoccupato. SE QUESTA E' ANCHE L'OPINIONE DEI SINDACATI, FATECI UN FAVORE, COSI' NON SAREMO PIU' IMPIEGATI CON LA DIVISA MA SOLO IMPIEGATI

Anonimo ha detto...

Lavoro nei vigili urbani da 10 anni. Faccio un lavoro che non ti da nessuna soddisfazione ma non mi era mai capitato che un sindacalista parlasse di noi in questi termini. Non fosse per la crisi avrei cercato un altro lavoro, con i tempi che corrono non posso rischiare di rimanere disoccupato. SE QUESTA E' ANCHE L'OPINIONE DEI SINDACATI, FATECI UN FAVORE, COSI' NON SAREMO PIU' IMPIEGATI CON LA DIVISA MA SOLO IMPIEGATI
A B O L I T E C I

bat21 ha detto...

at settembre 15, 2014 6:56 PM
Scusate ma in questo blog si desidera che voi multiate a più non posso. Vi si rimprovera di farlo troppo poco non di farlo troppo. Dovete tutelare il cittadino onesto, voltarsi dall'altra parte è deontologicamente molto scorretto.
Spero che lei non sia uno di quelli che si volta dall'altra parte ed invece che sia un attivo nel multare, sanzionare, reprimere e segnalare.

Anonimo ha detto...

Il cartello è l'abdicazione dello stato. Personalmente non lo avrei mai messo, al contrario avrei aumentato le operazioni di contrasto al malaffare. Per rispondere all'amico vigile, sono anni che siete il bersaglio preferito di tutti, vi mancava un sindacalista per completare l'opera di denigrazione, adesso avete anche quello. Quello che vi doveva tutelare il segretario nazionale della UIL, il sig. Angeletti. Certo che anche voi siete messi bene. P.s. Sono d'accordo con lei, una categoria cosi denigrata non ha ragione di esistere o va rinnovata o cambiata o ava abolita.

Anonimo ha detto...

Il segnale è l'indicatore che i ladri possono agire indisturbati ed impuniti. Si avvisa il cittadino che l'unica difesa è la propria capacità di vigilanza. Concordo con anonimo delle 6,56. Questo messaggio non è molto dissimile da quella lanciato dal capo della UIL se sei "simpatico" alla gente ti rinnoviamo il contratto se sei cattivo e dai le multe (anche se sei pagato per fare anche questo), quindi sei antipatico non ti rinnoviamo il contratto. In italia ci mancavo solo di sentire anche questo, abbiamo superato anche il terzo mondo.

Dio Borgo ha detto...

Per partorire questo cartello segnaletico é riunito il comitato ordine e sicurezza composto da:

sindaco
prefetto
capo della polizia
comandante dei vigili urbani
comandante dei carabinieri

Complimenti

Anonimo ha detto...

Sicuramente è una sconfitta ma è giusto che gli ignari turisti vengano avvisati. Aggiungerei cartelli che ritraggono tutta la situazione in cui è sprofondata Roma, da quello che segnala l'assenza di forze dell'ordine a quello che invita a non reagire, anche di fronte ad un furto, a donne e minorenni per non rischiare denunce.Aggiungerei anche un cartello con la foto di Marino con la scritta "scomparso" con una ricompensa di 2euro a chi lo trova. Non di più per il sindaco di una città che nessuno riesce/vuole gestire

Anonimo ha detto...

all'ingresso a tiburtina c'era anche il cartello su
Non prendere cibo in treno dai venditori ambulanti
Non salire senza biglietto in treno (credo...)

ing.nic ha detto...

Siamo sulla falsariga del celebre "marciapiede dissestato", cartello stradale comparso a Roma, una spesa per non affrontarne un'altra, un modo per dichiarare cronico e irrisolvibile un problema.

Anonimo ha detto...

Questo tipo di cartello io l'ho visto a Bologna e appunto ne sono rimasta meravigliata..., ma come dicono altri, ci sono vari cartelli, non solo questo, per tutte le attivitá criminali che conociamo. Credo ci siano anche sui treni se non ricordo male..è una presa in giro? Beh, a me quando li ho visti cosí é sembrata...La riposta di Trenitalia e della polizia, hahahahahahaha

Anonimo ha detto...

Purtroppo a roma ci vivo e non è facile emigrare all'estero, ma i turisti che vengono fin qui per trovarsi in questo schifo non li capisco...vedetevi un bel servizio in tv su Roma antica, di quei fasti non è rimasto nulla, solo rovine assediate dai nuovi barbari...
Stiamo vivendo un secondo medioevo, lasciateci sprofondare nel nostro degrado, forse un giorno quando nessuno vorrà più mettere piede in una città totalmente allo sbando senza regole nè sicurezza ci accorgeremo di quanto in basso siamo caduti.
Io se mai potrò me ne andrò col cuore gonfio di tristezza ma questa non è più la città che amavo.

bat21 ha detto...

at settembre 16, 2014 6:51 PM Se Roma deve sprofondare nel degrado come dici non venga come fa sempre a chiedere soldi allo stato centrale...se la dobbiamo mettere così (ma non dobbiamo farlo) che muoia senza tirare giù il resto di Italia.

Anonimo ha detto...

Cartelli analoghi sono stati affissi anche su tutte le carrozze dei treni Frecciarossa, in corrispondenza delle porte.

Anonimo ha detto...

e intanto a termini i finti facchini rom, che ti "aiutano" con le valige, si sono messi la divisa!!! camicia azzurra e portachiavi blu al collo...mi ricordano tanto il finto controllore vicino alle emettitrici automatiche nella stazione metro....ma che vergogna di schifo

Anonimo ha detto...

http://www.fsnews.it/cms/v/index.jsp?vgnextoid=5a5e49c0062a7410VgnVCM1000008916f90aRCRD

Musi Felici ha detto...

Non c'è nulla di cui stupirsi, anche ad Amsterdam ci sono cartelli multilingue che avvertono di stare attenti agli scippatori. Capiamo che Roma è in mano ai Rom e non ai romani, ma purtroppo non è l'unica città ad essere in queste condizioni.

ShareThis