3663862356 e l'assurda storia del "furgone con 2 facchini a €150" e dei suoi cartelli abusivi in tutta Roma

5 settembre 2014


A proposito di cose che potrebbero esistere solo a Roma. Ma davvero solo a Roma nel senso che neppure a Tunisi, neppure a Mogadiscio, da nessuna parte si arriva a questi livelli. Questa "ditta", che si chiama Euro Traslochi, sono mesi che affigge sui pali della segnaletica i propri enormi cartelloni pubblicitari abusivi.
C'è tutto per acciuffarli, ma non si fa. In qualsiasi paese civile gli addetti delle forze dell'ordine darebbero un finto appuntamento al tipo, telefonando all'utenza, e, aspettandolo al varco, lo multerebbero, lo obbligherebbero a togliere tutte le affissioni. Poi produrrebbero un comunicato stampa raccontando la sanzione e la cosa, uscendo sui giornali e sui tg, sconsiglierebbe chiunque altro a fare una azione così assurda. La città resterebbe pulita, libera di queste schifezze. Altrove funziona così. E visto che funziona così il problema neppure si pone, nessuno si azzarda.

Qui questo "signore" è attivo in questo modo da anni ormai. Qualche giorno fa, grazie alle segnalazioni via Twitter, la Polizia Municipale ha rimosso un cartellone (si vede nella foto postata dal Comandante Raffaele Clemente), ma non è quello il punto. Il punto è la sanzione che non c'è, la prevenzione che non c'è. In passato si è provato - e sarebbe la strada ideale - a bloccare le utenze, ma il magistrato ha sempre negato l'autorizzazione...

Questo "signore" non rischia nulla più di una multina, che probabilmente non pagherà mai. Noi invece, come cittadini, rischiamo tantissimo. Anzi i nostri danni sono sicuri:

-degrado urbano e senso diffuso di impunità, non v'è niente di peggio
-evasione fiscale e tributaria
-estetica compromessa
-sicurezza stradale a ramengo, con cartelli in mezzo alla strada e sulla segnaletica
-discariche e sversamenti abusivi, perché sappiamo come lavorano i traslocatori illegali
-concorrenza sleale verso i traslocatori onesti

E se c'è altro che vi viene in mente ditecelo che aggiungiamo alla lista. Non è abbastanza per perseguire queste persone con la massima durezza? Nel frattempo il bravo lettore di Roma fa Schifo dovrebbe decidere cosa fare di questo numero di telefono, dove divulgarlo, dove pubblicarlo. E poi se qualcuno di voi avesse voglia di disturbare la Polizia Municipale - sempre se non troppo impegnata a spaccà tutti i tavolini abusivi (giusto eh, per carità) a Piazza Navona - allora potrebbe addirittura, udite udite, indicare proprio l'indirizzo di lorsignori. Trovarli non è difficile affatto. Basta guardare la foto qui sotto.

23 commenti | dì la tua:

uri ha detto...

"ed io dovrei pagare 500 euro per una inserzione in un importante giornale di roma per pubblicizzare la mia ditta?"
alla fine tutto questo, non fa altro che alimentare il pensiero di cui sopra.
Anche io ho un'attività commerciale, ecco...mi hanno chiesto 500 euro, cosa dovrei fare? no, ma veramente! tanto nessuno mi sanzionerà mai, nessuno mi terrà un appuntamento falso, tanto perchè devo spendere500 euro?

Anonimo ha detto...

aggiungerei gli orridi camion/camioncini/apecar giallo blu, pubblicitari di un rigattiere, parcheggiati impunemente di fronte/di lato/nelle strade adiacenti a Villa Torlonia: molti di questi mezzi non hanno un regolare tagliando assicurativo; parcheggiati tra le corsie della Nomentana, illegalmente, sono pericolosi per la circolazione; sono un obbrobrio estetico.
Più volte segnalati, mai rimossi.

Anonimo ha detto...

Perché alla notte è con te stesso che devi andare a dormire, se ti piace vivere(e la vita non è eterna, prima o poi termina)con la certezza di essere il disonesto, il furbo, quello che contribuisce nel suo "piccolo" al crollo della nostra CIVILTA', allora accomodati. Prima o poi tutti pagano, questo è certo come il dì e la notte.

Anonimo ha detto...

Ragazzi, tutti arrabbiati solo a parole. Un paio di tronchesine e ripulisci in 3 minuti a dir molto. Ne segnalo un paio sulle rotatorie della Tiburtina extra GRA e uno sulla Nomentana all'altezza dell'Arrosticinaro.
Un po' di senso civico, diamoci da fare!

Il Paese di Bengodi ha detto...

I Magistrati non danno l'autorizzazione...

Sta tutto qui il problema di Roma e dell'Italia.

Fino a quando avremo giudici che invece del codice applicano i trattati di sociologia marxista, e invece di pensare a reprimere i reati pensano alla politica e a come portare il PD al governo, scordatevi ordine, decoro e sicurezza.

Il Paese di Bengodi ha detto...

Fino a quando i magistrati si preoccuperanno di "consigliare" al governo di continuare l'operazione Mare Nostrum, non avranno tempo per bloccare le utenze dei traslocatori.

Invece di pensare a reprimere i reati, i giudici italiano oggi sono impegnati in comizi come questo...

"L'annunciata cessazione dell'operazione Mare Nostrum, sostituita, a quanto e' dato di capire, da dispositivi di mera ricognizione dei confini dell'Unione europea, comporta seri rischi che si rinnovino le tragedie in mare che, proprio l'ottobre scorso, indussero il nostro Paese ad impegnarsi per la tutela dei migranti in mare, anche in acque internazionali", ha detto Anna Canepa, segretario generale Magistratura democratica.

Per Magistratura democratica, invece, "sarebbe auspicabile che il semestre italiano di presidenza dell'Unione europea fosse l'occasione per promuovere politiche di protezione ed accoglienza che, superando gli egoismi nazionali e battendo i gestori del traffico criminale di esseri umani, sappiano tutelare la vita e la dignita' dell'uomo, e non l'occasione per recedere da una iniziativa, certamente perfettibile, ma coraggiosa e lungimirante, che aveva posto, per una volta, orgogliosamente il nostro Paese all'avanguardia nella politica europea dell'immigrazione e dei diritti umani".

Anonimo ha detto...

@5:50 PM
Giusto! Dobbiamo farlo noi e poi consegnare i cartelli rimossi alla municipale. "Tenete, questi sono vostri. Basta poco, è così che si fa"

Anonimo ha detto...

Conoscendoli ti becchi una denuncia per danneggiamento di proprietà privata!

Anonimo ha detto...

Continuiamo a nasconderci dietro "la denuncia". Classica scusa pronta per non alzare le chiappe e in prima persona cambiare sto schifo!
E' totalmente nutile questo blog se poi non ci sono fatti concreti da parte nostra, sia chiaro!
Rimuoviamo i cartelli e facciamoci quello che ci pare, io propongo(per non rischiare) cassonetto della plastica.

Anonimo ha detto...

Per non parlare del miliardo di cartelli di questo tipo:

"Si cercano case da acquistare. Pagamento in contanti"

Altra truffa?? Ne sapete qualcosa?

mauro ha detto...

DI solito dietro c'è una agenzia immobiliare che cerca di prendere il mandato. D'altronde se qualcuno ha veramente intenzione di comprare una casa in contanti ha senso un cartello fatto cosi? Che casa? quanti vani? a che prezzo?.
Ne esistono anche varianti con "compagnia area cerca appartamenti" o "banca cerca appartamenti per i propri funzionari"!

Anonimo ha detto...

Non capisco perché è il comune cittadino, che non avrebbe neanche nessuna autorità in merito, a dover intervenire quando ci sono organi preposti allo scopo che dovrebbero eliminare il problema.
Oltretutto pagati con i soldi dei contribuenti.
Le segnalazioni servono proprio per agevolargli il lavoro. E lì bisognerebbe fermarsi. Altrimenti tutta questa gente non serve e può andare a casa.

Anonimo ha detto...

Bene così!!!basta paraventi della crisi, e del momento difficile ,altrimenti si fa la fine di Napoli...

Anonimo ha detto...

lunga vita a "roma fa schifo"

Anonimo ha detto...

Veramente è Napoli che teme di fare la fine di Roma....

Anonimo ha detto...

Se lo dici tu....

Anonimo ha detto...

io mi chiedo quale é il degrado che provoca un piccolo cartello con una scritta quando vediamo giornalmente scritte sui muri e marciapiedi sporchi. ho solo una cinquantina di anni ma rimpiango i tempi passati dove ci si preoccupava delle cose importanti e non di quelle futili. Oggi si pensa molto alla privacy e poi siamo spiati in mille modi. La morale é che Roma é bella e non é vero che fa schifo per qualche cartello attaccato.

Anonimo ha detto...

guarda vi dico la verità sono arrivato a questo forum proprio perchè stavo cercando questi signori che mi servono per un piccolo trasloco ma pensandoci bene oltre a non chiamarli mi armerò delle giuste trochesine e quando vedrò i cartelli li toglierò, speriamo che il senso civico contagi una volta per tutte i cittadini romani a farsi giustizia da soli tanto il male vero di questa nazione lo sappiamo quali sono da tempo e per chi se lo sia scordato glielo ricordo: Giudici e sindacalisti.

anonimo ha detto...

Io mi sono servito di loro per un piccolo trasloco, e devo dire che sono una ditta serissima e tutta Italiana, io penso che si è arrivato a fare tutto questo per poter lavorare, schiacciati dalla concorrenza sleale dei stranieri che si mettono a fare i traslocatori a pezzi impossibili. quindi dico che roma non subirà nessun torto per qualche cartello, ma dovreste dirottare la vostra attenzione all'immondizia e alle discariche abusive che affliggono Roma, questo è un insulto per la città eterna, i campi nomadi ovunque, questo insulta Roma, le strade dissestate, le fognature che traboccano, le bancarella abusive piene di merce contraffatta e messe di fronte ai negozi che pagano un regolare affitto, tutto questo è un insulto a Roma...e non qualche cartello di un povero commerciante che cerca di incrementare il suo lavoro per poter arrivare a fine mese, cosa ormai molto difficile.

Anonimo ha detto...

TU CHE HAI SOLLEVATO QUESTO PROBLEMA SEI UN PROBABILMENTE UNO CHE GUADAGNA O LAVORA CON LA CLASSE POLITICA !!!!
I POLITICI FANNO DA SEMPRE CAMPAGNA ELETTORALE CON AFFISSIONE DI PUBLICITà ILLEGALE E MANCO LA PAGANO ALLE DITTE CHE AFFIGGONO .. L'ITALIA VA A ROTOLI GRAZIE HAI NOSTRI POLITICI E TU VAI A ROMPERE LE PALLE A CHI TENTA DI LAVORARE PER SOPROVVIVERE .
P.S. IL TIZIO IN QUESTIONE NON LO CONOSCO MINIMAMENTE !

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe far notare anche un'altro aspetto però, di tipo più pratico, fermo restando l'elenco abbastanza lungo di cose già dette, sulle quali posso anche essere d'accordo. Ossia che sto chiedendo preventivi ai cosiddetti "onesti traslocatori" per un trasloco veramente piccolo (25 scatoloni medi, tipo Ikea, 1 lavatrice e 3 mobiletti, facendo uno spostamento di appena 4,5 km in zona Ponte di Nona) e mi viene chiesto un minimo di 350 euro!!!! Ma scherziamo?? Ma ben venga chi si offre per 150€! Non mi va bene la questione del decoro urbano, o che il tizio si faccia pubblicità in modo autonomo (senza pagare, insomma), ma i prezzi devono essere ragionevoli, perché ormai non c'è più un limite a niente. E non mi si venga a dire che i prezzi più alti sono dovuti al fatto che si deve rientrare dei costi della pubblicità, perché basterebbe solo organizzare un buon passaparola....

Anonimo ha detto...

Ottimi i commenti di tutti,ma la maggior parte di noi,per non dire tutti,fa la stessa identica cosa nel suo piccolo! La furbizia sempre ed ovunque!

marco Traslochi ha detto...

Secondo me il problema è un altro sotto sotto.....non i cartelloni per farsi pubblicità. Che ai giorni d oggi visto la concorrenza e la crisi è un ottimo modo di ragionare per non.stare a casa con le mani in mano... ma come cavolo si fa a fare un trasloco a 150 e con furgone e due facchini...non vogliamo considerare l affitto del furgone?ok....il.gasolio ? Almeno 20e. Ad es. Due persone? Quanto gli vogliamo dare??? Mi chiedo ...commercialista..tasse..e tutto quello che si paga con una attività in regola..concorrenza sleale ..la vedo cosi..poi magari sono 150 l ora ..io non lo sò. Ho una ditta di traslochi anch io non è nulla contro questo.signore per carità ognuno fa ciò che vuole ma parlo di me ..è molto dura stare nel mercato senza esagerare con i prezzi visto che siamo tanti e per esperienza personale a 150e è impossibile rientrare almeno che non lavori a nero e dai le briciole a chi effettua il lavoro sul campo
BOOOO!!!

ShareThis