Ancora non vi siete decisi a inserirvi in Retake Roma? Ecco le foto di uno degli ultimi Retake (ormai ce ne sono anche più di uno al giorno). Datevi da fare anche voi

8 settembre 2014







Nel pomeriggio del giorno 5 Settembre, abbiamo organizzato un grande evento di Retake nel quartiere Monteverde, dove hanno partecipato in numerosissimi, dai bambini agli adulti.
Basta poco per migliorare il nostro quartiere, dal rimuovere affissioni abusive e scritte, al parlare con la gente, sensibilizzare persone e negozianti a mantenere gli spazi comuni puliti e dignitosi.
Danilo

Gruppo principale RetakeRoma: 
https://www.facebook.com/retakeroma
Gruppo quartiere Portuense/Monteverde:
https://www.facebook.com/groups/RetakeRoma.PM

26 commenti | dì la tua:

Shmooze ha detto...

Non vi conosco, ma sono orgoglioso di avere concittadini come voi.
Siete un esempio per tutti.

Shmooze ha detto...

Non vi conosco, ma sono orgoglioso di avere concittadini come voi.
Siete un esempio per tutti.

Anonimo ha detto...

E' grazie a persone come queste che riusciamo a tirare avanti in Italia!
Siete voi i veri romani!!

Un marchigiano

gicci ha detto...

In una Roma dove di "eterno" sembra essere rimasto solo il degrado queste immagini restituiscono un minimo di speranza.

Un romano

Anonimo ha detto...

Vi ringrazio di cuore per la vostra volontà ed impegno. Spero di unirmi a voi al piu' presto. Grazie di cuore

Anonimo ha detto...

Oggi non è così facile...ma questo mi rende fiero dei miei concittadini! Bravi bravi!

Anonimo ha detto...

La cosa che più intristisce è che Retake Roma è un gruppo i cui fondatori e partecipanti sono in larghissima maggioranza stranieri, expats che vivono e lavorano a Roma.
Ci devono pensare persone venute da fuori a ricordarci dello schifo in cui versa la città e a ripulircela. Noi siamo così assuefatti che neanche ce ne rendiamo più conto.

La cosa ancora più triste e patetica è stata quando quella nullità di Alemanno ha partecipato ad una uscita con Retake Rome, approfittando per fare la solita marchetta elettorale e pubblicitaria, invece di andarsi a nascondere per la vergogna di amministrare una città ridotta in un simile stato.

Qui l'articoletto di Repubblica a proposito.

Anonimo ha detto...

Pur lodando le iniziative di singoli o gruppi di cittadini, vado controcorrente e vorrei spiegare il perché:

Premessa: il sottoscritto ha svolto tra i 17 e i 20 anni(ne ho 36) tramite il gruppo scout roma 10 svariate iniziative di volontariato: caritas, opera nomadi, disabili, sert, ecc... Ad oggi, insegnando italiano agli stranieri, anche tramite un associazione di volontariato(gratuitamente) mi sono scontrato e non poco contro l'altra medaglia della medaglia.

Ovvero il lassismo delle istituzioni,
si, perché se i cittadini(giustamente) affrontano un disservizio e cercano di rimediare, come ad esempio la pulizia di un parco, o di una o più strade, l'iniziativa è lodevole MA date al comune, al municipio o chi per essi la certezza che se non pensano loro a risolvere i problemi-disservizi(per cui paghiamo profumatamente le tasse!!!!), ci pensano gruppi di cittadini volenterosi(gratis), e questo è il secondo problema, non ci saranno assunzioni ad esempio per il servizio giardini, o tra le ditte private che puliscono i graffiti, perché ci sarà chi lo fa gratis...spero sia chiaro il concetto.

Sensibilizzare, agire per poi porre le questioni al singolo municipio e/o al comune è giusto ma se poi vi fate implicitamente sfruttare i problemi persisteranno e decine di persone perderanno(o non troveranno lavoro)

D.

Anonimo ha detto...

Complimenti, continuate così

Anonimo ha detto...

Io non ho un profilo su Facebook e nessuna intenzione di farmene uno, come faccio ad aderire a sto retake?

Anonimo ha detto...

AAAAmmirevoli!!!!!!!!

paola ha detto...

Anche io non sono su facebook, che si fa ??

Anonimo ha detto...

Il lavoro di queste persone, non credo sia un progetto di eterna pulizia, credo sia piú che altro in discorso di sensibilizzazione ed educazione. Le città sono piene di cafoni, sporcaccioni, insensibili e strafottenti "personaggi", per lo piú italiani, che trascurano, sporcano e ignorano la città in cui vivono. Ho visto eleganti signore lasciare la spazzatura per terra davanti a raccoglitori vuoti, altri lanciare la spazzatura dall'auto... Non servono nuove assunzioni, serve gente piú civile e altruista.

Anonimo ha detto...

Ma se uno non ha facebook come fa?? Mi piacerebbe partecipare ma dove trovo informazioni? Sono previste giornate a Montesacro??? Intanto continuo a staccare per conto mio gli adesivi dei traslocatori e degli sgombero cantine... FATELO TUTTI!!!

Massimo Trabucchi ha detto...

Mi associo anch'io nel lodare simili iniziative, ma devo dire che non apprezzo affatto che i cittadini debbano svolgere il lavoro al posto delle istituzioni. E' assolutamente vero che una città deve vivere attraverso l'impegno di tutti, TUTTI, i cittadini, che tra l'altro sono la larghissima maggioranza, devono fare la loro parte e le istituzioni la loro. Solo così se ne esce altrimenti è tutto inutile a meno che sti retake non diventino giornalieri il che mi sembra sconcertante. Capirei se i gruppi una volta ripulito per esempio un parco obbligassero l'amministrazione al suo mantenimento ma ovviamente non sarà così ed allora che farete? Tornerete a rifare il lavoro? Capirai sapete quanti al Comune piuttosto che all'Ama ne saranno ben lieti?

Anonimo ha detto...

Tutti quelli che non hanno facebook chiedono come partecipare.
RFS potrebbe pubblicare un calendario in un angoletto del blog. Il blog antidegrado più visitato e la rete attiva più partecipata: sarebbe una fantastica collaborazione

Anonimo ha detto...

Magari si potrebbe organizzare il prossimo retake a Colle Oppio e chiedere sponsorizzazioni per avere compressore e materiali chimici per eliminare anche i graffiti, sarei felice di unirmi.

Frankie ha detto...

per chi non ha Facebook:
http://www.retakeroma.com/

Anonimo ha detto...

Il lavoro di queste persone, non credo sia un progetto di eterna pulizia, credo sia piú che altro in discorso di sensibilizzazione ed educazione. Le città sono piene di cafoni, sporcaccioni, insensibili e strafottenti "personaggi", per lo piú italiani, che trascurano, sporcano e ignorano la città in cui vivono. Ho visto eleganti signore lasciare la spazzatura per terra davanti a raccoglitori vuoti, altri lanciare la spazzatura dall'auto... Non servono nuove assunzioni, serve gente piú civile e altruista

Anonimo ha detto...

Avete fatto un lavoro ammirevole... qualcuno che ci tiene... peccato che i soliti noti molto molto molto presto riscriveranno sopra e senza che la mano cada inesorabile dal polso... anzi loro vedranno il vs. lavoro come un modo x aver "creato spazi da riempire"... dopo il retake andrebbe organizzata la retata contro i vandali...

Anonimo ha detto...

Avete perfettamente ragione.
per ora la gestione delle adesioni avviene tramite l'affiliazione ad un gruppo di facebook relativo al proprio quartiere di residenza o dove si ritiene voler partecipare. Esiste comunque un sito web http://www.retakeroma.com/ dove in effetti vedo che vengono attenzionati gli eventi maggiori e nemmeno divisi per zona.
Vorrei che segnalaste la vostra richiesta ai contatti indicati nel sito al fine di creare, tramite il sito, il primo canale, al di fuori dei social dove attingere adesioni ed informazioni..
Io sono un semplice raschiettaro...
;-)
Vi aspettiamo!

Associazione Bastacartelloni-Francesco Fiori ha detto...

La nostra proposta per rendere i municipi responsabili dei loro quartieri e "ufficializzare" l'impegno dei cittadini con un albo dei volontari per il decoro:

http://www.bastacartelloni.it/2014/09/anche-il-xv-municipio-ha-il.html

Anonimo ha detto...

Vi ringrazio per ogni centimetro di vernice restituito alla gente di questa città. Marco.

Elizabeth Abbot ha detto...

Oggi ho "retook" un pezzo di Roma davanti il palazzo dove abito a monteverde vecchio. Grazie per l'ispirazione! Parteciperò senza'altro alla prossima iniziativa monteverdina per conoscervi! Elizabeth

Anonimo ha detto...

Comprendo il punto di vista di chi teme che le istituzioni si adagino, è probabile che accada. Ma i retakers avranno, come è giusto sia, un grande peso politico, e benché sia dichiarata la vocazione apolitica, sembra inevitabile che chi partecipa sarà più avveduto di chiunque altro al momento del voto e nella denuncia di fenomeni di lassismo.

Anonimo ha detto...

a

ShareThis