Facciamo ritirare la messa in onda di questo spot allucinante. Land Rover umilia gli utenti del trasporto pubblico. Inaudito

24 settembre 2014

Ciò che vi chiediamo quest'oggi è di mobilitarvi. La cosa ha solo marginalmente (neanche troppo marginalmente in realtà) a che fare con la città di Roma. La cosa ha a che fare con tutta Italia. Nonostante questo e anche per questo vi chiediamo di mobilitarvi. Fate girare questo post, condividetelo sui vostri profili social, fate in modo che parta una campagna di opinione e che la società automobilistica che in queste ore è on air sulle televisioni con un ignobile e vergognoso spot che umilia gli utenti del mezzo pubblico ritiri la campagna.


 
Non è la prima volta che accade. Con il video che potete vedere qui sopra accadde già qualche tempo fa con Mercedes. La burinata di questo spot però era tale che, dopo le proteste, Mercedes-Benz lo ritirò. Meglio ritirarlo che perpetuare nella figuraccia. Ebbene è la stessa scelta, la stessa identica scelta - ma dipende anche dalla vostra mobilitazione - che chiediamo a Land Rover: eliminare subito questo spot che sta girando nelle tv da domenica, che sta umiliando i milioni di italiani che si servono del trasporto pubblico, ma che soprattutto sta umiliando i clienti Land Rover che si vedono associati a poco simpatici concetti di cafonaggine, prepotenza, sopraffazione (aggiungete voi altri concetti a caso). In un contesto lontanissimo dall'Europa civile. 


 
Ma vediamo la scena. Alcuni cittadini si spostano all'interno di un tram di Torino. Poveri sfigati ad un certo punto vengono sballottati a destra e a sinistra, con tanto di danni a cose e persone, a causa di alcune brusche frenate dell'autista forse distratto - nelle sue fattezze ovviamente anche lui da povero sfigato e pure panzone - dallo zigzagare abusivo sui binari di una vettura, la Land Rover da pubblicizzare appunto, che tra sorpassi avventati e svolte senza freccia (tutto a velocità sostenute, niente a che vedere con i 30kmh che si dovrebbero tenere in un contesto come quello dove è stato ambientato lo spot) cattura completamente l'attenzione del diversamente piacente autista di mezzo pubblico.

Insomma, come dimostrato dalla trasmissione Presa Diretta su Rai 3 domenica scorsa, già gli utenti dei mezzi pubblici in Italia ed in particolare nelle grandi città subiscono umiliazioni e vessazioni continue. Prendersi gioco di loro anche negli spot pubblicitari è quanto di più squallido e ignorante una agenzia creativa possa concepire. Specie in un momento storico in cui la civiltà equivale a far funzionare bene i mezzi pubblici, non certo dare libero sfogo ai pericolosissimi pilotini da città dotati di suv. Una pubblicità vecchia di 40 anni: ci auguriamo che si generi una piccola mobilitazione sufficiente a farla ritirare. E a convincere Land Rover a cambiar fornitori per la comunicazione...

70 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ok mobilitiamoci!ma organizzate voi gli eventi che avete 55000 fan!!

Anonimo ha detto...

Scelta discutibile dello spot, concordo, ma la svolta a sx dell'auto in quel tratto è possibile, in pratica l'auto passa da una corsia alla dx del tram, a una corsia alla sx del tram, in un punto dove il passaggio sui binari è consentito. A ogni modo sono d'accordo sul concetto: potevano fare 1000 altri spot senza viaggiare sul filo della contrapposizione tra guidatori e chi usa mezzi

Anonimo ha detto...

Perchè farlo ritirare? Purtroppo è vero... Dovrebbe essere l'azienda del trasporto pubblico a far ritirare lo spot per non far vedere quali mezzi ancora circolano nelle nostre città. Questa è la vergogna. Voi preferite circolare a Roma sui mezzi pubblici o in Land Rover? Beh, la risposta è scontata.

bat21 ha detto...

Ma land rover vende Worldwide il nostro forse e' un mercato marginale per loro. Capisco che qui vista la quantità di coatti una pubblicità del genere possa fare presa ma a Londra o Berlino dove la civiltà e' ben maggiore non potrebbero indignarsi anche di piu? Oppure hanno fatto questa pubblicità solo per l Italia?

bat21 ha detto...

Comunque avrebbero potuto fare uno spot con il fuoristrada che scala montagne di monnezza in fiamme con i Rom che lo inseguono. Sarebbe stato spettacolare :D

Anonimo ha detto...

complimenti, così darete ancora più visibilità al prodotto.

Anonimo ha detto...

In realtà l'autista pianta le frenate non perchè la macchina taglia la strada, ma per fermarsi ad osservare la Land Rover. Questi post secondo me fanno solo scendere la qualità del blog e danno la sensazione di volersi appendere a qualunque stupidagine pur di far scandalo.
Facciamo articoli più di "sostanza" (come a onor del vero non ne mancano qui)

Anonimo ha detto...

EMAILING bombing! jlrinfo@legalmail.it

Anonimo ha detto...

Cosa c'è da protestare? Rappresenta solo la triste realtà. E' un po' come chi protesta contro RFS perchè parla male di roma ma in effetti mostra solo la verità. I coatti e le loro famiglie votano ed i politici cercano il loro voto. Alla stessa maniera i coatti sono consumatori e le ditte producono beni appositamente per loro. Vorrà dire che quella è una macchina per cafoni, ne prendiamo atto e pazienza, tanto ne siamo sommersi.

Anonimo ha detto...

ho lavorato nella pubblicità per molti anni su clienti automotive, la dinamica dell'auto che fa incantare/distrarre le persone in strada creando equivoci/incidenti è vecchia quanto il cucco, vecchi trucchi per creativi esauriti e reparto marketing di incapaci. detto questo il paragone con i fruitori sfigati del mezzo pubblico è voluto, altro che, anche se sottile. La Land Rover avrebbe fatto più bella figura ad evitare.

Anonimo ha detto...

Questa è la realtà svegliaaa !!! Marino, i trasporti pubblici di roma e dintorni sono al collasso e ti permetti di rubare aumentando le tariffe dei parcheggi e della ztl. Noi lavoratori ci siamo rotti e non vogliamo salire su merde di autobus o treni pieni di sudiciume, zingari che rubano e perennemente in ritardo. Ci siamo rotti !!!!!

Luigi75 ha detto...

Francamente però, sono pendolare da diversi anni, non c'è giorno che il Cotral si scassa, non c'è giorno che un treno ritardi, non c'è giorno che un autobus ritardi o proprio non passi...come si fa a non preferire l'auto?
Negli ultimi anni il servizio sta degradando sempre di più come si fa a non dargli torto? E soprattutto come fare per non dar modo a Land Rover e Mercedes Benz di fare pubblicità del genere?
Pensassero primo i vari vertici a migliorare il servizio e poi ne parliamo.
Intanto dal 22 settembre Atac è partita con la razionalizzazione del servizio di superficie di conseguenza sempre più romani saranno costretti a prendere l'auto.
Fate voi...
Luigi

Anonimo ha detto...

Rinforza l'idea tutta italiana e romana che chi utilizza i mezzi pubblici e' uno sficato.

L'omo vero usa er SUV e lo parcheggia dove je pare

Davide ha detto...

Ma scusate? Perché dovrebbe ritirare lo spot? Ognuno può fare quello che vuole nei limiti della legalità. Sono più furbi perché hanno capito che bisognava fare leva sulla scomodità del trasporto pubblico. Questa è la stessa cosa dell'applicazione che ti permette di chiamare la macchina a pagamento che ha fatto tanto incazzare i tassisti. Ma scusate, siamo in una società capitalista, quindi io sono più furbo e invento un servizio migliore e tu tassista lo devi accettare. Io la vedo così. Poi non c'entra la qualità del trasporto pubblico...anche in una città perfetta (ad esempio Helsinki tanto per citare l'articolo di ieri) dove i mezzi sono perfetti è comunque innegabile che con la macchina vai sempre meglio, se non altro perché ti gestisci tu. Quindi non vedo nulla di male nello spot, sia che venga trasmesso in Italia sia in Germania. E non prendetemi per maghinaro come dite voi, perché è cosi

Anonimo ha detto...

Ma rfs non rientra in quelli che denigrano l'Atac e i suoi dipendenti?
Ma quello che avete scritto vuole essere una provocazione?
avete scritto così:
Insomma, come dimostrato dalla trasmissione Presa Diretta su Rai 3 domenica scorsa, già gli utenti dei mezzi pubblici in Italia ed in particolare nelle grandi città subiscono umiliazioni e vessazioni continue. Prendersi gioco di loro anche negli spot pubblicitari è quanto di più squallido e ignorante una agenzia creativa possa concepire. Specie in un momento storico in cui la civiltà equivale a far funzionare bene i mezzi pubblici, non certo dare libero sfogo ai pericolosissimi pilotini da città dotati di suv. Una pubblicità vecchia di 40 anni: ci auguriamo che si generi una piccola mobilitazione sufficiente a farla ritirare. E a convincere Land Rover a cambiar fornitori per la comunicazione...

Luigi75 ha detto...

Davide approvo inoltre anche quello che hai appena scritto...

Anonimo ha detto...

prendetevela con la realtà, non con chi la rappresenta.
Rita.

Anonimo ha detto...

Chi si compra un'auto cosī per circollare in piena cittá é un cazzone e la pubblicitá é diretta a un testa di cazzo che pensa che più l'auto é grossa più è fico.

Anonimo ha detto...

Lo spot utilizza l'idea che il mezzo pubblico è disagevole ..... Se lo spot fosse stato girato a Roma la realtà avrebbe superato la fantasia e sarebbe risultato paradossalmente poco credibile a livello nazionale. Ecco forse perché lo hanno girato altrove. C'è poco da indignarsi. C'è da ridere per non piangere.

Anonimo ha detto...

Diciamo che la pubblicita e' l'effetto e non la causa diretta. Poi rischia di rafforzare certe dinamiche.

Sarebbe interessante sapere se effettivamente LR usa questa pubblicita anche in altri paesi.

Purtroppo, pero, la pubblicita deve parlare il linguaggio del potenziale acquirente e chi ancora compra il SUV nel 2014 in citta congestionate puo essere solo un idiota, probabilmente anche col pisello piccolo in cerca di compensazion

Anonimo ha detto...

Sull'argomento di ieri "La terra dei fuochi è qui da noi. Un documentario pazzesco sui rifiuti tossici a Roma. Prendetevi venti minuti per guardarvi Anello di Fumo. Poi parliamone" alcuni chiedevano delle spiegazioni a Roma fa Schifo.
Sei grande RfS a non rispondergli si dovranno stancare prima o poi, lasciali parlare non li rispondere mai e continua a inserire argomenti.

Anonimo ha detto...

I riferimenti di Land Rover Italia. Una mail di disgusto non sarebbe male.
JAGUAR LAND ROVER ITALIA S.p.A.
V.le Marchetti, 105 – 00148 Roma
Tel. +39 06658531 r.a. – Fax +390665859701
www.landrover.it – www.jaguar.it
jlrinfo@legalmail.it

Anonimo ha detto...

Anonimo 10.08, perchè non trovi giusto che RfS rispondi a chi gli fa delle domande? li ho letti i commenti non sono offensivi.
il colloquio è bello quando una persona fa la domanda e l'altro risponde, forse RfS ha paura di dire qualche ciabatta o vuole solo stuzzicare o non sa cosa dire o si sente troppo superiore a dialogare con noi.
concordo però con anonimo siamo tutti anonimi siamo troppi anonimi e ci possiamo intercambiare nei commenti a nostro piacimento, questo blog dovrebbe chiedere una vera registrazione per fare commenti perchè è giusto che ognuno si assuma le giuste responsabilità dei propri commenti.

Anonimo ha detto...

Se il blog pretendesse una registrazione i commenti si dimezzerebbero.
In ogni caso a mio parere siamo al limite,le rivolte cittadine sono dietro l angolo..
Quindi sticazzi delle pubblicita'

Anonimo ha detto...

10.34 am, ma è giusto che chi commenta si assuma le proprie responsabilità. facendo così ci potrebbero essere tanti commenti fatti dalla stessa persona che simula più anonimi, sai quanta falsità ci potrebbe essere in questi commenti. chiunque potrebbe stuzzicare a proprio piacimento.
poi che serve commentare in anonimato, vorrebbe dire che per eventuali manifestazioni non sai neanche su chi contare e su quante vere persone contare. secondo me va della serietà e credibilità di tutto e di tutti indipendentemente dagli argomenti.

Anonimo ha detto...

Se i romani avessero senso di responsabilita' tanti dei problemi in cui si parla nel blog non esisterebbero.
La funzione del blog a mio parere e' proprio quella di dare voce a chiunque,al fine di "stuzzicare" gli animi,contrastando cosi il caratteristico fare orecchie da mercante.

Anonimo ha detto...

11:52 AM, nell'anonimato sono chiacchiere senza valore che potrebbero essere fatte da pochi che fanno sembrare tanti e per tale motivo assumere poco valore.
chi commenta deve assumersi le responsabilità in quanto quando ci sarà anche da manifestarle sarà presente, altrimenti così diventano chiacchiere da bar di tanti o di pochi chi lo sa che terminano e termineranno su queste pagine.
chiaramente anche rfs non dovrebbe solo inserire gli argomenti ma discutere con i vari espositori dei commenti, solo così il discorso risulterebbe costruttivo fra di noi e per chi legge solamente.
sono sempre più convinto della necessità della registrazione con identità reale su questo blog ciò per essere tutti piu' veri e piu' credibili per il presente e per un eventuale seguito oltre il semplice commento.

Anonimo ha detto...

che c'entra il romano che non ha senso di responsabilità con noi che vogliamo cambiare le situazioni?
anche io sono per la registrazione con nome e cognome reale e che la redazione deve interagire con noi, qualche volta anche io ho posto delle domande a Roma fa Schifo e non ho avuto risposta rimanendoci proprio male.

Anonimo ha detto...

E' chiaro: in Italia l'automobile rappresenta tutto. L'Italia è l'unico paese del mondo occidentale che non fa più figli per dar da mangiare alla propria automobile. Un concetto fermo alla fine degli anni '50, dove, a suon di automobili, ci si liberò di quella sensazione di povertà generale.

A questo aggiungiamo che in un'evasione fiscale totalmente fuori controllo, l'automobile è l'unica tassa che l'italiano non riesce ad evadere, il gioco è fatto...


Studio il TPL dai primi anni '80, avevo 14 anni, ne ho 46 ora.
Non ho l'auto e sono 32 anni che giro in bus & tram, penso di conoscere bene com'è il concetto di TPL qui e all'estero.

Finché preferirete così, una politica seria di TPL non ci sarà mai, e il bus verrà lasciato solo ai turisti, ai vecchi, agli studenti e ai morti di fame in generale.
E all'italiano che si sente "normale" il suo suv.
Sarà così fino a quando vi tireranno il petrolio dietro, o fino a quando sarete disposti a togliervi il cibo dalla bocca pur di acquistare benzina per le vostre auto (e poi a piagne "Oddio Dio la crisi, la crisi...!").
Poi, quando il petrolio lo daranno ad altri (Cina, Albania, prossimi paesi con PIL da Boom) qui si farà, dritto dritto , la fine della Siria. (Che è ciò che meritiamo, unica causa dei nostri mali...)


Tramvinicyus studioso e appassionato di Trasporto Pubblico Locale come primo Social Network della storia (1845)

Anonimo ha detto...

Inaudito di cosa ? E' una pubblicità semplicemente cretina e il fatto di averla commentata e inserita nel blog dimostra che chi l'ha progettata è un genio.
E rispondo a chi scrive che il cittadino romano che prende i mezzi è uno sfigato: ebbene si !! è uno sfigato !!! perché deve sbattersi tutti i giorni e arriva a casa già cotto con i vestiti che "puzzano" di metro o autobus.
Sfigato eccome quando manca l'aria condizionata e sfigato quando aspetti una metro decine e decine di minuti per poi non riuscire a salire o rischiare di essere derubato ! Sfigato perché paga le tasse per un servizio vomitevole al limite della decenza. E non me la prendo neanche troppo con l'atac che senza un soldo è un miracolo che stia ancora in piedi.

Anonimo ha detto...

"assumersi responsabilita'"
" registrazione con nome e cognome reali "
Ma intanto anche voi siete anonimi,il che la dice lunga..
Vi fate influenzare da ogni chiacchiera che sentite?
A me sinceramente non interessano le generalita' di chi commenta;leggo,e mi faccio una mia idea.

Anonimo ha detto...

Guardacaso chi si lamenta di ciò è proprio perché non il SUV se lo può permettere e predilige i mezzi pubblici.

Magari invece di fare i poveracci e riversare la vostra frustrazione di vita fallita su sto blog, potreste impegnarvi di più comprarvi un bel SUV e starvene muti.

Anonimo ha detto...

Inaudito è che il trasporto pubblico è quello che è e che si metta l'anello ferroviario a pagamento, che si aumentano le strisce blu che in questa situazione non dovrebbero esistere e che ci sia pedonalizzazione selvaggia r ztl selvagge a tutti i pizzi e a tutti orari.

Anonimo ha detto...

Wow. . Ce l'hai più lungo tu.. sei un mito

Torino72 ha detto...

Che spot del c...o
1) Se un tranviere guida in questo modo verrebbe insultato dalla mattina alla sera
2)Una macchina non può attraversare i binari, perchè in centro i mezzi pubblici hanno le corsie preferenziali
3)dubito che un jeppone riesca a fare i zig zag in pieno centro
4)Si utilizzano i mezzi pubblici proprio per evitare il traffico del centro, lo sfigato e chi fa un ora di traffico per 2 km di strada, 3/4 d'ora per trovare posto (se posteggi alla C---o multa assicurata), 2.50 di posteggio all'ora (se non paghi il ticket multa assicurata).
Mi aspettavo una pubblicità sulle reali prestazioni del suv, magari in montagna, farlo passare utile per la città e proprio da coglioni per chi ci casca

Anonimo ha detto...

torino72, ti posso assicurare che mi faccio tutti i giorni 80 km circa di auto per andare e venire da Roma e dopo anni di frustrazione da mezzi pubblici è meglio farsi un'ora di traffico in più che una schiacciati su un mezzo pubblico dove non si respira neanche a volerlo.

Anonimo ha detto...

e per farti 80km con i mezzi come minimo butti almeno 4 ore al giorno nello schifo....

Anonimo ha detto...

1.23 pm, forse non consideri una cosa importante ed indispensabile per cambiare un sistema, bisogna essere in tanti che solo uniti faranno la forza per cambiare le ingiustizie. Solo e con la tua idea rimani uno che canta e suona da solo che rimarrà solo.
Anche io sono per la vera registrazione.
Parliamo parliamo ma rfs continua a defilarsi da tutti, non e' giusto che ci stuzzica in tutto e poi se la svigna.

Torino72 ha detto...

ad 2:17 PM:

Non metto in discussione il reale problema dei mezzi pubblici di Roma, (a Torino va meglio), ma far passare un suv come soluzione, è una presa per il culo che solo in italia può funzionare

Anonimo ha detto...

Ma nooooo anonimo delle 2.17. Che dici?? Se ti comprassi una bicicletta che vuoi che sono 80 km.... Qui è pieno di intellettuali della bici, teorizzatori di pedonalizzazioni e divieti, poi però appena una pubblicità in maniera pure soft sfrutta il disastro del trasporto pubblico è inaudita..... La prossima volta se lo girano dal vivo e a Roma, lo spot, tipo reality, avranno una impennata inimmaginabile di vendite.

Anonimo ha detto...

E riguardo al SUV, a Roma è vero, non risolve. Ci vuole un mezzo anfibio cingolato...

Anonimo ha detto...

Tante volte rfs e' stata contro l'Atac e i suoi lavoratori mentre ora li vuole tutelare considerandolo vittime.
Scusa rfs ma ti giri le persone a tuo piacimento?
Mica vorresti tenere tutti in pugno come piu' potra' tornati comodo?

Torino72 ha detto...

ad anonimo 2014 2:36 PM

Nessuno sta difendendo la categoria ATAC e varie, io ho solo segnalato che il suv non è la soluzione per le città italiane........
Immagina se tutti dico tutti anche gli sfigati dei mezzi pubblici, per muoversi in centro utilizzassero il suv!
Io ho criticato il messaggio, irreale almeno a Torino, perchè spesso uso i mezzi pubblici!
Se vuoi possiamo dire che a Roma mancano almeno altre 4 linee metropolitane, posteggi accuditi nelle periferie in prossimità dei capolinea metro e la corretta gestione delle ferrovie regionali.
Ma far passare un suv come soluzione ti ripeto è da coglioni!

Anonimo ha detto...

Infatti a Roma ci vuole di più!!!! Ci vuole un SUV ANFIBIO CINGOLATO.

Anonimo ha detto...

Torino 72, l'anonimo non ha da ridire sulla tua argomentazione ma sta replicando a rfs che forse per coerenza, con le linee prese in altre occasioni contro Atac e suoi lavoratori, non doveva pubblicare questo articolo. Atac e suoi lavoratori prima, rfs, li ha perseguitati mentre ora le considera vittime.
Forse, rfs, gioca spostando le pedine nel modo che gli torna piu' comodo, faceva notare anonimo 2.36 pm.

Anonimo ha detto...

Ognuno si compra l'auto che vuole e gira dove gli pare, l'importante è rispettare le regole. Quindi se voglio comprare il suv non mi sento un co...e e spero che questo non sia un problema. Poi che la pubblicità sia cretina l'avevo già detto prima ( in effetti stare in auto senza traffico sarebbe molto più comodo per tutti anche con mezzi publici di lusso) ma quale pubblicità è intelligente ?

Torino72 ha detto...

ahahahahaha un SUV ANFIBIO CINGOLATO,a Roma! si forse hai ragione!ahaha

Anonimo ha detto...

@Torino 72, sono 2.36 l'interpretazione del mio pensiero data da 3.14 e' corretta non sentirti offeso ma e'la linea di rfs ma mi lascia tanti dubbi, a quanto pare non sono l'unico.

Claudio

Torino72 ha detto...

X Claudio

Signori, non condivido le vostre idee ma darei la mia vita perchè possiate esprimerle

Voltaire

Claudio tutto ok, ho capito a cosa ti riferisci

Torino72 ha detto...

ad anonimo 3:17 PM

Non metto in discussione chi ha il suv, anche io ne ho uno (anche se non figo come l'Evoque)ma è mia abitudine andare in centro con i mezzi pubblici per evitare lo stress che mi comporta la macchina (ripeto non sono a Roma).
Metto in discussione la pubblicità perchè in italia c'è la mentalità mezzo pubblico=sfigato.
In una società moderna la macchina dovrebbe essere un'alternativa non un obbligo!

Anonimo ha detto...

Ma nun te occupati del degrado de Roma? Me sa che, sotto pe sotto, volemo tenta' na politica vero'? NEl 2008 e' annata male non me di che ce volemo riprova'.

Anonimo ha detto...

Fino ad adesso non avevo mai visto questi spot. Adesso ne sono a conoscenza e quindi lo scopo della pubblicità al prodotto di raggiungere più persone è stato raggiunto.
Si, è vero gli spot sono un pò squallidi. Immaginiamo se tutti dovessero comprare quelle macchine e non salire sui mezzi pubblici, svuotandoli, cosa diventerebbe una città. Una marmellata di macchine impossibilitate a girare.
L'unica cosa di vero dello spot è lo stato dei mezzi pubblici in questa città molto vicina, ma tanto, a quella che si vede nei filmati.
E' un'eredità del passato. Più spinta al mezzo privato ed affossamento del servizio pubblico. Risultato: città massacrate dal traffico e giovani che si allontanano sempre di più dal mezzo pubblico andando verso un futuro di pessima mobilità.

bat21 ha detto...

Propongo questo http://it.m.wikipedia.org/wiki/PT-76
Te lo porti a casa con una frazione del costo del Rover ma vuoi mettere che figurone. L' unico problema e' il consumo un po elevatino...

Anonimo ha detto...

In relazione allo stato dei trasporti pubblici, ho appena letto la notizia che i due autisti(due delgati sindacali dell'USB in serivzio pressso TPL) che hanno rilasciato un'intervista sullo stato degli autobus a Roma nel corso della trasmissione "Presa Diretta", sono stati sospesi dal servizio.La motivazione è che hanno rilasciato dichiarazione lesive per l'immagine dell'azienda.Invece di migliorare il servizio si colpisce chi denuncia... vergogna!

Anonimo ha detto...

I soliti struzzi che vogliono mettere la testa sotto la sabbia e dicono che sui mezzi pubblici romani ci si sta una favola. E poi chi dice la verità paga salato. Purtroppo le persone interessate (marino e improta) non leggeranno mai questi commenti ne tantomeno le notizie di questo sito.
PS: Vorrei ringraziare Marino perché da oggi anche io mi sono aggiunto alla schiera di automobilisti che parcheggiano in sosta vietata a causa dell'abolizione dei ticket mensili. Vista l'impossibilità di parcheggiare ( non spendo 280 euro al mese neanche morto) sta succedendo questo. E la cosa bella è che lo stanno facendo in tanti e vi posso assicurare che normalmente non l'avrei fatto.
Ladri !!!!

Anonimo ha detto...

Purtroppo è diventata una questione di sopravvivenza. O paghi e stai zitto e poi ti indebiti o diventi anche tu indisciplinato e tiri a campare. E' brutto a dirsi ma questa è la situazione a cui faremo bene ad abituarci. Marino & co. hanno fallito e andrebbero cacciati a pedate. Purtroppo non possiamo farlo ed è tutta colpa anche vostra che l'avete votati !!!!

Anonimo ha detto...

ho smesso di usare i mezzi pubblici dal 2002, cioè da quando per l'ennesima volta il trenino FR3 da valle aurelia direzione monte mario, tardò 2 ore dico 2 ore, era luglio un caldo bestia, manco una macchinetta con le bottigliette d'acqua e 700 persone ad aspettare ho avuto un malore. Mi pesa di meno alzarmi 2 ore prima, e rinunciare a qualche cena fuori per mantenermi la macchina. Sto nel pulito, ho l'acqua in macchina, se mi sento male accosto e chiedo aiuto..sui mezzi se ti senti male ti sopprimono così hanno più spazio gli altri...non si tratta di umiliazioni e/o umiliati si tratta di pesi diversi..il trasporto pubblico a Roma fa molto molto schifo... poi anche a me fa cagare il suv...

Anonimo ha detto...

Ehi!!! Se a qualcuno viene regalato un suv che gli fa proprio schifo tenerselo, io sono disposto a prenderlo. Certo, visto la cortesia, ricambio con un abbonamento ATAC...

Anonimo ha detto...

MA CHE ESAGERAZIONE... MA SIETE AMICI DELLA SIGNORA CHE CE L'AVEVA CON LA GARA DI MUNGITURA DELLE MUCCHE PERCHE' NON ANIMALISTA??

Herbert ha detto...

Lo spot è stato girato, me presente, nel pieno rispetto dei limiti di velocità e delle norme del codice della strada. Inoltre la scelta di girarlo a Torino ha contribuito a dare visibilità ad una città legata al mondo dell'auto da sempre e che, negli ultimi anni, ha ben sfruttato, a detta di tutti, l'indebitamento pubblico cui è soggetta per valorizzare e far progredire sia il territorio che il rapporto con il turismo. Per questioni lavorative sono stato presente e le modalità in cui lo spot è stato girato sono totalmente opposte a quelle da voi descritte. Sfortunatamente l'abitudine delatoria, denigratoria e commentatrice non prevede, spesso, l'essere informati in modo completo di ciò che si racconta. Detto ciò i mezzi pubblici torinesi sono valido ed importante supporto alla mobilità della maggior parte dei cittadini che non sono certo fessi e quanto altro da voi descritto. Una pubblicità di intimo basata sullo stesso presupposto in cui una ragazza avesse fatto al conducente il medesimo effetto sarebbe stata altrettanto criticata?

Anonimo ha detto...

@ 11:32 am Stesso treno e ho la stazione vicino casa. Piuttosto mi faccio le ore in auto, mi alzo presto alle 5:30 e non vengo trattato come un animale. Ah , dimentico il costo dell'auto e del gas. Certo però non voglio pagare per quelle merde di parcheggi blu. A tutti quelli che pensano che l'auto si debba lasciare a casa dico: avreste ragione se fossimo in una città civile, ma non lo siamo e l'amministrazione comunale ci mette del suo per ricordarcelo...

Anonimo ha detto...

se mi regalano un suv (e dipende dal suv) lo rivendo e ci pago un po' di mutuo...mi sembrano dei furgoni da bancarella...si in effetti a Torino è possibile utilizzare i mezzi pubblici a Roma...No!!...W la macchinaaa!!!

Anonimo ha detto...

Con tutti i problemi della città e del paese in generale pensate a queste stupidaggini.... beati voi!

Anonimo ha detto...

ad anonimo 2:11 PM

Si il paese ha tanti problemi, ma vallo a spiegare che gli ebrei (rothschild,rockefeller ecc) attraverso le banche e la farsa dell'euro stanno spremendo la nostra economia.
Vallo a spiegare che tutti i nostri governi sono al servizio dei burattinai (bildemberg)
Vallo a spiegare!!

Anonimo ha detto...

Pubblicità cretina perché giammai l'acquirente di quel tipo di auto penserà in alternativa di usare il tram. Casomai Uber (manco il volgare tassinaro) o Car 2 go (altra iniziativa "autofighetta"). E quando (o meglio SE) Marino, un fiorino, un cretino, bloccherà l'accesso alle auto del popolaccio, chi compra quel tipo (classe, livello di prezzo) di auto pagherà senza problemi la gabella comunale, libero di scorazzare in città mentre gli altri pedalano o si attaccano al tram.
La pubblicità Smart era perfetta (e rivolta a un pubblico/auto a misura urbana) ed è finita perché è finita la promozione. Ma quali proteste indignate ? E fatte da chi ? Dagli zozzoni in metro diffamati dallo spot ?

antpi ha detto...

Si saranno ispirati a Lapo, solito parcheggiare il suo SUV sulle rotaie del tram.
Si sa benissimo che mediamente tutti preferirebbero andare in giro in centro con SUV ed essere guardati da tutti, credendosi i padroni della strada, invece che dover attaccarsi al tram: "el g'ha el suv!"

Anonimo ha detto...

Con tutti i gravissimi problemi che ci sono a Roma, siete così malati da prendervela e da rompere i coglioni per settimane per uno spot pubblicitario di un'automobile che io peraltro non ho mai visto.
State veramente a pezzi!

Mattia ha detto...

Fate tutti veramente ridere! Se questo vi sembra umiliare chi prende i mezzi pubblici.. invece che attaccarvi a queste stupidaggini andate a fare qualcosa di concreto! Invidiosi che la volete anche voi un'Evoque!

Anonimo ha detto...

Spot bellissimo e che raggiunge l'obiettivo di far parlare del prodotto: anche da chi critica perchè non ha altre occasioni per usare il cervello. Speriamo ne facciano altri di così belli.

Anonimo ha detto...

In realtà lo spot sembra uno schiaffo alla Fiat. Appena spostata la sede a Londra, arriva Land Rover e si appropria della città simbolo della Fiat. Chi ha scritto indignandosi è a libro paga Fiat?

ShareThis