Le condizioni indecenti della passerella pedonale che unisce le due parti di Villa Pamphili. Tutto in abbandono, architetture di qualità incluse

2 settembre 2014













Anche qui, non è purtroppo una notizia ma ci rifiutiamo di rassegnarci e abituarci, tutto rotto, tutto sfasciato, tutto abbandonato, tutto non manutenuto, tutto vandalizzato dagli stessi cittadini - incredibile - che hanno pagato l'opera. Il ponte ha anche una storia interessante, nato nel 2000 nell'ambito della realizzazione, per il Giubileo, di una serie di ponti e passerelle pedonali, venne progettato dallo studio MdAA, di Massimo d'Alessandro. Una struttura di qualità, che meritava cura e attenzione. E rispetto. Dopo 15 anni è invece in stato di abbandono.

15 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Questa città è completamente allo sbando. Il verde, uno dei parametri con cui si misura la civiltà di una città e della sua capacità amministrativa, è TOTALMENTE LASCIATO NELL'INCURIA e DEGRADO.

C'è da domandarsi dove diavolo vanno tutta la marea di soldi che paghiamo in tasse, noi cittadini romani onesti, le più alte d'Italia.

Ah, e poi ecco qui, un altro cosiddetto "vigile urbano" beccato con le mani nella marmellata. CHE MERDAIO.

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/vigili_corrotti_concussione_pizzo_commercianti_inchiesta_procura/notizie/875149.shtml

Anonimo ha detto...

Relativamente a villa pamphili bisogna ricordare gli indecenti accessi lungo la via aurelia. Tutti privi di marciapiede per raggiungerli, motivo per cui sei costretto a camminare in mezzo alla strada con le auto che ti sfrecciano accanto ed a spiaccicarti contro le auto in sosta (vietata naturalmente) per non essere arrotato. Se poi sei con i bambini meglio lasciar perdere. Ogni amministrazione che ha permesso questo fa schifo, compreso quella in carica che ancora continua a permetterlo

Frank F. ha detto...

Grazie per aver pubblicato le mie foto.... un bacione, Frank

Anonimo ha detto...

Fossi Sindaco la prima cosa che farei e' creare un assessorato per la manutenzione.....

Anonimo ha detto...

Ao Frank e RFS se danno i baci e daje mannamo i saluti e cartoline, basta co i commenti.
Peace and LOVE!
Baci a tutti.

Anonimo ha detto...

Avete bisogno di un DUCE?

Anonimo ha detto...

Commento delle ore 2.47

Concordo pienamente, è una cosa assurda e pericolosa! passi che da un lato della strada vuoi consentire la sosta, ma dall'altro metti due paletti che delimitano il passaggio dei pedoni o un marciapiede alto. Si guadagna in sicurezza e forse la gente demotivata impara a prendere un mezzo pubblico o a parcheggiare in zone consentite.

Per quanto riguarda il ponte pedonale, probabilmente si aspetta il distacco di qualche pezzo che causi un incidente sulla Leone XIII per intervenire...

Anonimo ha detto...

Proprio ieri sono passato di lì (abito in zona, se non si fosse capito) e riflettevo sullo stato di abbandono in cui versano i marciapiedi che costeggiano la villa lungo Via Vitellia. In altri paesi, sarebbero curatissimi, con paletti a proteggere non dico il marciapiede ma quantomeno gli alberi che vi crescono in mezzo, avrebbero un verdissimo praticello curato mensilmente e -perché no- una bella ciclabile che permetta l'accesso al parco. Invece no: la strada, un tempo a doppio senso, ora è a senso unico (e con una strada ampia sappiamo bene come a tutti piaccia correre come pazzi), la segnaletica orizzontale si vede appena, il marciapiede -minuscolo- è pieno di foglie secche già ora e le aiuole in cui crescono gli alberi sono piene di merda di cane (e qui c'è poco da recriminare: i primi stronzi siamo noi) e con ciuffi di erba a chiazze. Per non parlare poi di Via Ludovica Albertoni e dell'incrocio con Via Vitellia, che la domenica e la sera delle giornate estive sono letteralmente invase dalle macchine, parcheggiate sui marciapiedi, in mezzo alla carreggiata a mo' di cordolo, nei posti dei disabili e ovunque si possa salire con le 4 ruote. Alla faccia di quei quattro coglioni (noi che ci viviamo) che abitano lì e manco trovano posto sotto casa quando rientrano dal lavoro.

AS77 ha detto...

No. Non serve fare i pecoroni dietro al primo coglione esaltato che pensa di fare il duce. Basta prendere atto della nostra pochezza e reagire con orgoglio e voglia di cambiare. Davvero dobbiamo essere 'costretti' ad essere civili?

Anonimo ha detto...

Li ancora non si sono accampati gli zingari?
Strano

claudio ha detto...

cioè fatemi capire...uno va a villa panfili per passeggiare nel prato nel verde e trova st'obrobbrio ??!!! anche se fosse stato curato sto passaggio non rovinava il panorama? io lo trovo orrendo su tutti i punti di vista

alex ha detto...

@claudio
è un ponte pedonale, non un monumento firmato Calatrava (che tra l'altro ne è chiaramente l'ispiratore) ma neppure una vaccata di anonima passerella in ferro tipo autogrill.
cmq...è troppo chiederne semplicemente il rispetto al di là del soggettivo giudizio estetico? o siamo autorizzati a lasciare andare in malora, vandalizzate e trasformate in latrina tutto ciò che non ci piace?

alex ha detto...

@claudio
è un ponte pedonale, non un monumento firmato Calatrava (che tra l'altro ne è chiaramente l'ispiratore) ma neppure una vaccata di anonima passerella in ferro tipo autogrill.
cmq...è troppo chiederne semplicemente il rispetto al di là del soggettivo giudizio estetico? o siamo autorizzati a lasciare andare in malora, vandalizzate e trasformate in latrina tutto ciò che non ci piace?

GIGGETTO ha detto...

Regà, troppo è tutto troppo, er casino non ha limiti. La monnezza ce sottera, l'atac fa come je pare, abbandonati da tutti, er Comune in mano a gente che sicuramente nun se rende conto, stanno fora dalla realtà.Traffico che te sfinisce, pe traversà Roma ce vo er tempo de er treno Roma Milano, stanno sempre a chiede sordi, er bijetto a 1,50, er parcheggio a 1,50, cor furgone pe lavorà in centro te conviene rinunciacce ha toccato cifre che l'abusivi so diventati delle perle de correttezza. Basta, se lavora poco, nun se po annà in giro che tutto costa come se fossimo dei banchieri, ma dove vonno arrivà?

Anonimo ha detto...

Se Roma è ridotta in queste condizioni la colpa è solo degli zozzi che ci vivono. L'amministrazione potrebbe fare anche manutenzione ogni due ore..........

ShareThis