È possibile confrontare il trasporto pubblico romano con quello di Helsinki? No, ma noi lo facciamo ugualmente qui

23 settembre 2014









La stazione di Huopalahti, mia frequente destinazione, dista 6 km. dalla stazione centrale ad Helsinki i treni locali, della ferrovia locale gestita dalla VR, Ferrovie dello Stato, che collegano la capitale ad alcune zone del suo hinterland urbano, si susseguono molto puntuali a distanza di 5-10 minuti, non diversamente dalla Metropolitana della città, sono o sembrano nuovi e pulitissimi, silenziosi e veloci, con cestelli per i rifiuti, le stazioni, e l’interno dei treni stessi, sono dotate di monitor con informazioni ed orari su arrivi e partenze. I monitor nei treni riportano anche temperatura esterna e velocità in tempo reale. Transitano spesso controllori e bigliettai (funzioni diverse). Le stazioni sono dotate di ascensori funzionanti e le scalinate anche di binari particolari per transito di carrozzine per bambini o per invalidi. Mai visti imbrattamenti vandalici né sui treni né nelle stazioni, peraltro ben sorvegliate.
La tessera o il biglietto si convalida accostandola all’epicentro di un apparecchio. Alcune carrozze hanno spazi particolari per carrozzine e biciclette.
In un treno da me preso che era partito dalla stazione con un ritardo di 4 minuti, ho ascoltato in un altoparlante molto chiaro le scuse dei conduttori per il ritardo ed una ampia spiegazione dello stesso.
Per non affondare la piaga con gli autobus urbani; si sale solo davanti, si convalida il titolo di viaggio sempre accostandolo all’apparecchio posto tra autista e porta, o lo si acquista dall’autista stesso. Non ho visto portoghesi. Contengono un tascone per il quotidiano free press e cestini per rifiuti. Idem per i tram.
Lungi da me il fare paragoni, stante la abissale distanza di cultura del servizio pubblico ma anche dell’utente, ma devo dire che prendevo questi treni o bus anche quando non ne avevo particolare bisogno per disintossicarmi dallo squallore, sporcizia, inettitudine, sciatteria e chi più ne ha più ne metta, della nostra Roma Nord di matrice ATAC.
Amministratore delegato e direttore ATAC vadano a fare un viaggio di studio di 2-3 giorni per vedere ed imparare di persona, ma, mi raccomando, non per sprecare denaro in hotel di lusso et similia. Se vogliono, glielo organizzo io con i contatti opportuni. Gli costerà senza dubbio meno delle inutili e costose consulenze che l’ATAC usa, o usava, spero, distribuire ai suoi ‘clientes’.
Lappo

per chi voglia approfondire e per l’ATAC:

26 commenti | dì la tua:

sam ha detto...

moriremo tutti

Anonimo ha detto...

Grande Lappo, aggiungo che la cosa piu' triste e' che basterebbe poco per migliorare in modo incisivo la qualita' del servizio.

Tutte le cose che hai elencato sono ottenibili con un minimo sforzo e sono minimamente imputabili alla mancanza di fondi o personale.

Il problema e' che a nessuno gliene frega niente....

College Street ha detto...

Insisto nel dire che la gente non si rende conto della gravita' della situazione in cui si trova Roma a 360 gradi. Pero', per restare in argomento, ieri sera ho visto su Presa Diretta uno speciale sui servizi pubblici a Roma e in Italia ( http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7843cfc9-1e59-4378-b473-d20a5dbec393.html#p=0 ) beh, lasciamo perdere proprio...non c'e' speranza. Siamo veramente rovinati. C'e' chi fa paragoni con l'Africa, ma stiamo peggio che in Africa. Almeno li se stanno male e' perche' non hanno mezzi, soldi, e' terzo mondo, ecc, ecc, ma in teoria noi dovremmo stare molto piu' avanti. Siamo nel G8!! (non so come, a dire la verita')
Non vedo luce alla fine del tunnel.

College Street ha detto...

la cosa piu' triste e' che basterebbe poco per migliorare in modo incisivo la qualita' del servizio.

Forse una volta bastava poco...se si interveniva 10-15 anni fa, ma oggi e' un disastro infinito. Se guardi quel servizio di cui ho postato il link capirai. L'ATAC ha €700millioni di debito. Come ne esci?!? E poi te ne servirebbero altrettanti per rimettere in piedi in modo serio ed efficace tutto il servizio. Te saluto!

Anonimo ha detto...

Premetto che non lavoro all'ATAC. La premessa solo x non farmi dire ecco un dipendente che difende atac... ma al di la di questo, oltre che prendersela con l'ATAC io me la prenderei anche con noi romani... perché se ci ritroviamo sedili su pullman spaccati la colpa non è solo di atac che non li sostituisce ma del vandalo che lo ha spaccato. se la metro appena inaugurata ha i graffiti diamo la colpa a atac perché non hanno rimesse sorvegliate ma io do la colpa anche a quello che ha scritto sul vagone invece di imbrattare l'auto del padre con la propria ARTE... siamo troppo forti a dire è colpa delle istituzioni quando i primi incivili siamo proprio noi... negli altri stati hanno un po' di rispetto x il bene comune che invece a noi non frega nulla...

UnUomo.InCammino ha detto...

Ogni popolo ha i servizi pubblici (di trasporto) che si merita.

Anonimo ha detto...

Il trasporto pubblico romano è unico e inimitabile. Solo il marchio ATAC garantisce la qualità. Se non è ATAC io non lo prendo! Senza ATAC ii non so stare! At... Taccateve ar....

Anonimo ha detto...

Tra poco l'ATAC fallira', il governo non avra' i soldi per ripianare i debiti, la crisi diventera' cosi' seria che i romani non potranno piu' permettersi una macchina, mi sa che ho capito perche' Marino sta realizzando tutte queste piste ciclabili.....

Anonimo ha detto...

leggermente offtopic, ma sempre di trasporto pubblico in fondo si parla:
romafaschifo appoggerà la proposta di rivedere completamente il piano pullman turistici in modo da tornare alla situazione pre-alemanno, e cioè con i pullman fuori dall'anello ferroviario?
io lo spero e sembra che la prospettiva sia promettente.
speriamo in nessun compromesso con le solite lobby.
quanti sono stufi di stare a vedere enormi pullman turistici stazionare a motore acceso davanti ad ogni monumento romano?


http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/09/23/news/viabilit_anche_il_municipio_ii_boccia_il_piano_pullman_del_comune-96484131/

bat21 ha detto...

Si ma confrontare Roma con Helsinki è come confrontare il tavernello con lo champagne
;)
Volete proprio facce rosicà

Anonimo ha detto...

Helsinki è "off limits", non ci sono paragoni. Perché non guardare 80 km a Sud, a Tallinn, nell'Estonia ex-sovietica dove lavoro io. I trasporti sono decenti, anche se non messi così bene come in Finlandia (ma manca poco) e GRATIS per i residenti di Tallinn... O qualsiasi altra città d'Europa

bat21 ha detto...

Non ne ho dubbi....

bat21 ha detto...

Per curiosità se ce lo puoi raccontare di che ti occupi in Estonia?

Anonimo ha detto...

Oggi il 913, oggetto di revisione delle linee, alle ore 14.00, orario di uscita degli studenti da scuola, era un carro bestiame e voi ci fate vedere queste immagini? Ma ci vogliamo proprio fare del male?

patrizio ha detto...

Sono stato a Tampere una decina di anni fa e la situazione era analoga, non è da ieri che a quelle latitudini hanno quella qualità dei trasporti pubblici. Aggiungo che in 5 giorni non ho visto 1 solo poliziotto,1 solo mendicante e tante ragazze sole che di notte tornano a casa a piedi tranquille,extracomunitari che lavorano nei loro negozi perfettamente integrati. Se non fosse per il clima sarebbe un paradiso (a parte in estate, clima favoloso il sole tramonta dopo le 23...ALLORA E' PROPRIO IL PARADISO!)

Francesco Vaccaro ha detto...

Guarda caso sono proprio ad Helsinki per l'erasmus, e beh...il trasporto pubblico qui è eccellente. Come diceva qualcuno però è anche questione di cultura, valla a fare a Roma la metropolitana senza tornelli...

Anonimo ha detto...

Per bat21: scusami il ritardo, abbiamo uno start-up a Tallinn, in collaborazione con l'Università

Anonimo ha detto...

ragazzi ok su tutte le critiche ad atac ma non potete paragonare il servizio trasporti di helsinki con quello di roma...helsinki non è nemmeno un quartiere di questa città...il confronto non regge...

Anonimo ha detto...

Boh, a Mosca ci sono da 10 a 12 milioni di abitanti, non sanno neanche loro quanti siano di preciso, ma la metropolitana funziona

Anonimo ha detto...

Quanti abitanti ha Helsinki e quanti ne ha Roma?
Pensateci e rispondetevi da soli.
Ecco perché i mezzi funzionano - c'è poca gente.

Anonimo ha detto...

Io sono svizzero e quando discuto con la mia ragazza (italiana) del degrado di Roma mi risponde sempre: va beh, ma voi siete pochi, è più facile per voi. Col c.zzo che c'entrano le dimensioni, in questo caso proprio non contano :) Se hai 3 milioni di abitanti, ha anche un percentuale maggiore di tasse raccolte

bat21 ha detto...

Purtroppo questo delle dimensioni e' una sciocchezza autoassolutoria tipica di chi difende a priori questa città invivibile. Gli puoi dire tutto ma nonnsi schioderanno mai da questa specie di assioma. C'è chi per vivere bene ed in pace con se stesso ha bisogno di credere in Dio, chi di credere nel sol Dell avvenire e c'è chi crede che il problema di Roma sia nelle dimensioni

Anonimo ha detto...

Helsinki non sara come Roma ma l'area metropolitana di Stoccolma si, e i mezzi funzionano.

Anonimo ha detto...

Non è possibile confrontarlo perché non è possibile confrontare Helsinki a Roma. Dopo 3 anni in Finlandia posso dire che il mezzo pubblico ad Helsinki, mentropolitana soprattutto, la cui durata, sulla sola linea esistente, da un capolinea all'altro, dura 5 minuti, il tempo di Ottaviano-Battistini insomma, e allora questo discorso lascia il tempo che trova, dato che la città si gira a piedi, e i treni, che, ad esempio, portano ad Hamenlinna, Tampere, e chi più ne ha più ne metta, sono lenti e costano uno sproposito, un po' come pagare un nostro Regionale Veloce 60 euro per la tratta Bologna - Milano. Non è tutto oro quel che luccica.

Secutor ha detto...

Stessa musica per Budapest alluvioni di nuovi treni caf autobus citaro nuovi di zecca tutto operante fiammante e curato...nessuno invece dice del fenomeno infame che affligge Roma treni nuovi i vivalto, stazioni, autobus, immediatamente devastati da bande di minori delinquenti liberi di devastare sfondare taggare bombardare incidere con scritte oscene o deliranti che provocano danni incalcolabili e NESSUNO li ferma anzi...sono gli stessi topi di fogna che entrano nelle scuole e le devastano abbattono tramezzi distruggono i giochi dei nostri figli una sola risposta IL FASCISMO IL MANGANELLO L'OLIO dovevate provarci chiaviche bastarde sotto al fascio a distruggere i treni in afrika vi mandavano nei campi di tabacco a disposizione delle truppe di colore maledetti dementi le bombolette in gola fino all'ano dovrebbero andarvi invece è solo un sogno e siamo vittime di delinquenti vandali devastatori che hanno la licenza di distruggere il paese MALEDETTI !

Secutor ha detto...

Ancora nella nuova metro C di Roma già si aggirano questi disagiati psichici vite non degne di essere vissute e studiano, appena aperta, come devastare con le loro scritte deliranti mi riferisco i writhers di solito minorenni topi di fogna che agiscono la notte....distruggendo beni pubblici costati milioni di euro pagati con sacrificio da chi tutte le mattine svolge il proprio dovere di lavoro e studio...e nessuno fa nulla per reprimere il fenomeno diffuso e abituale si firmano e fotografano anche me NESSUNO li ferma questi infami topi di fogna che ci avvelenano la vita !

ShareThis