Video. Quattrocento mila auto in sosta abusiva che ti fan rischiare la pelle, ma i Vigili Urbani pigliano a cazzotti i ristoratori per via dei tavolini all'aperto

3 settembre 2014

Oggi siamo usciti nel primo piccolo pattugliamento in città dopo i giorni di rientro. Un viaggio in scooter da Viale Marconi a Porta Pia e ritorno. Un autentico incubo. Un incubo che non ha eguali in nessuna città del mondo. Un incubo tutto dovuto alla trascuratezza con cui sono realizzate le strade, con cui sono arredate, con cui sono disegnate le segnaletiche, con cui è (non) repressa la sosta selvaggia. Nessuna striscia pedonale, nessuna fermata dell'Atac, nessun cm quadrato è esente dalla sosta abusiva delle auto. I marcipiedi idem. Uno scenario apocalittico. Girare con uno scooter (specie per noi che siamo abituati alla bicicletta) rappresenta un pericolo continuo, uno stress continuo. Tutti sono bloccati, già oggi 3 settembre, a causa della sosta selvaggia dovunque.

Nulla di neppure lontanamente paragonabile succede nel resto d'Europa, d'America, d'Asia, manco di Africa.

Ti chiedi dove siano i vigili (oltre a imprecare contro coloro che hanno arredato le strade in modo da renderle perfette per ospitare auto in maniera illegale). Passi per Viale Aventino, per Via Nizza, per Via XX Settembre. Non incontri manco una volante. Non incontri nessuno che multi queste persone che mettono a repentaglio la tua vita, che rendono orrenda la tua città.

Poi torni in ufficio e scopri dove stavano, i vigili. Stavano a fare la guerra ai... ristoratori! Per i tavolini abusivi. A pigliarsi a cazzotti con loro. Per carità, vorremmo vedere tutti i giorni la Polizia Municipale fare a botte con chi sta nell'illegalità, ma pur cercando di stare il più possibile alla larga da ogni forma di benaltrismo non riusciamo a capire le priorità di questa città. Non è proprio comprensibile andare a Via Tor Millina a menare (me-na-re) degli imprenditori - che senz'altro stanno sbagliando - e lasciare che a Via della Pace (ovvero 15 metri più in là) le auto facciano questo che si vede nel video qui sotto.


 
Ciò che pensiamo dei tavolini all'aperto l'abbiamo spiegato qui e vorremmo che rileggeste e commentaste giusto perché non si dica in giro che vogliamo in qualche modo difendere certi operatori che noi per primi reputiamo criminali. Ma la cosa principale da ficcarsi bene in testa è: i tavolini all'aperto, come a Roma e più di Roma, ci sono in tutto il pianeta, le auto in sosta selvaggia che rendono impossibile fruire della città ci sono solo e soltanto a Roma. Dove dovrebbe focalizzarsi il lavoro della municipale? Quale è il vero spread di questa città rispetto alle altre città del mondo? La malattia della macchina o i tavolini all'aperto? Chi decide le priorità della città? In base a che cosa? In base a quali raffronti e buone pratiche internazionali?

90 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

D'accordo, i modo dei vigili sono decisamente inurbani (ah! ah! ah! battuta!), ma ora che facciamo? difendiamo questi delinquenti (sì, ho usato il termine DELINQUENTI) che da decenni violano i regolamenti comunali sulla sicurezza occupando ABUSIVAMENTE spazio pubblico? A Roma con la gentilezza si ottiene ben poco... Anzi si ottiene quello che abbiamo sotto gli occhi da sempre.

Anonimo ha detto...

Ottima osservazione, i Vigili non si vedono, ma proprio non si vedono da nessuna parte !!
Eppure Roma di grande strade ne ha qualche decina, mica 10000, chenneso' penso all'Appia, Tuscolana, lungotevere.... ma neanche li' non pervenuti. Esistono dunque altre strade cosi' importanti sfuggite a noi che a Roma ci viviamo da quando ci siamo nati ? C'e' un traffico sotterraneo sfuggito a Google map ?? Staranno allora in via secondarie? neanche li', nada, niente...UN GRANDE MISTERO IL TRIANGOLO DELLE BERMUDE DEI VIGILI...TUTTI SPARITI !!!!

Anonimo ha detto...

Io gli avrei sparato allo stronzo di ristoratore che si e' fatto portare via dall'ambukanza ( e io pago x questo stronzo) .. Non si deve piu' tollerare l'illegalità e il sistema mafiosi di queste merde, da qualche parte bisogna pur iniziare e l'esempio con le auto in doppia fila non c'entra nulla !!

Anonimo ha detto...

Questa mattina hanno sgomberato il cinema America a Trastevere occupato da quattro sedicenni che zitti zitti hanno caricato gli scatoloni sulle auto e se ne sono andati e c'erano decine di poliziotti e carabinieri... Forse era megli mandarli a manganellare quegli onest'uomini dei ristoratori...

Anonimo ha detto...

Uno dei problemi, non l'unico problema, è la mancata riforma del sistema sicurezza, in altri termini ci sono troppe polizie, spesso fanno le stesse cose e altrettanto spesso si ostacolano tra loro. I vigili urbani sono l'anello debole della catena, in quanto ne carne ne pesce, per semplificare diremo mezzo poliziotti. Ci dovrebbero essere non più di due polizie una nazionale ed una locale. Invece abbiamo 5 polizie nazionali e due locali con migliaia di corpi. RISULTATO SPRECHI ENORMI, INEFFICIENZA, ED I FURBI FANNO QUELLO CHE VOGLIONO. Aggiungo per me non ha senso tenere in piedi migliaia di corpi di vigili urbani, inseriteli in un vero corpo di polizia ed aboliamoli, così togliamo anche l'influenza negativa dei sindaci, a loro in particolare, interessano gli introiti delle multe.

Anonimo ha detto...

E' vero che i tavolini ingombrano a volte in modo eccessivo, spesso però sono segnate strisce verdi che indicano il perimetro dell'area dedicata ai tavolini esterni. Suppongo che in centro sia un po' che tutti si espandono, illecitamente, a loro piacimento. Però, se di questo si tratta, legalità, dove cazzo stanno i vigili nei confronti dei bancarellari che sono ormai onnipresenti?

Almeno i ristoratori(non che ciò li difenda dal sopruso) offrono un servizio ai turisti che sono l'unica cosa su cui può contare l'Italia.

Deprecabile l'arroganza dei signori in pettorina gialla, degni dei peggiori ghetti del mondo, con i carabinieri imbalsamati come è ormai abitudine qui. Voglio vedere se i fichi della municipale si azzardano a fare così con chi se lo merita sul serio(soggetti pericolosi, rom, ubriachi), no sto vigliacchi solo con i più "deboli" fanno i ganzi.

Così non va, se pure quei pochi ormai che credono nelle autorità vedono episodi del genere è finita. Ci vuole più senso dello Stato.

Anonimo ha detto...

comunque a roma stiamo messi male, Parigi e Londra hanno sui 30mila agenti, roma solo 6mila e non saprei dire bene quanti PS e CC, che poi sono la polizia vera

Marco ha detto...

La legalità deve sempre essere al primo posto. Il fatto che i vigiletti non fanno mai nulla non vuol ,dire che quei furfanti dei ristoratori possono fare ciò che vogliono!
Hai visto in che condizioni sono le piazze e le vie?Devono rispettare le concessioni e non fare, come al solito, come je pare.

Anonimo ha detto...

Scusate.... Ma visto che siete abituati alla bicicletta, perché il vostro giro non lo avete fatto in bicicletta da viale Marconi a porta pia e ritorno? Lo scooter è più comodo.... Si predica bene ma si marrazzola male...

Anonimo ha detto...

Veramente ridicoli i "ristoratori" che, dopo aver insultato e spintonato i vigili si buttano a terra manco fossero calciatori: provassero una volta a manifestare e vedersela coi reparti mobili di carabinieri, finanza e polizia, ci sarebbe un'ecatombe. Tra l'altro quelli sono i primi ad applaudire quando le cosiddette forze dell'ordine massacrano chi sta in piazza, sono sempre in prima fila ad invocare più polizia, più "controllo del territorio", poi, però, quando ad essere "controllati" sono loro, piangono e si fanno venire gl'infantioli. A RIDICOLIIIIII!!!!!!

Anonimo ha detto...

In italia ci sono 350.000 poliziotti dello stato e 50.000 vigili urbani. Se i 350.000 facessero il loro lavoro come si deve potremo fare a meno anche dei 50 mila. Risultato un risparmio di un miliardo e mezzo all'anno. In germania non esistono i vigili, perchè non li aboliamo. p.s. non ho nulla contro i vigili, anzi dalle nostre parti sono le poche divise che vedi in giro, non ti scaricano ad altri e sono rispettosi.

Anonimo ha detto...

In italia ci sono 350.000 poliziotti dello stato e 50.000 vigili urbani. Se i 350.000 facessero il loro lavoro come si deve potremo fare a meno anche dei 50 mila. Risultato un risparmio di un miliardo e mezzo all'anno. In germania non esistono i vigili, perchè non li aboliamo. p.s. non ho nulla contro i vigili, anzi dalle nostre parti sono le poche divise che vedi in giro, non ti scaricano ad altri e sono rispettosi.

Anonimo ha detto...

La LEGALITA' è LEGALITA' sia per i ristoratori che per chi mette la macchina in doppia fila che chi spaccia o ruba o stupra. La Polizia FINALMENTE ha fatto il proprio dovere. Basta con la vena di "BENALTRISMO" che state prendendo. Vi seguo da tanto tempo e vi stimo per il lavoro che fate ma con questa storia della difesa dei tavolini selvaggi ci avete rotto i gabbasisi!!!!!

Anonimo ha detto...

3x10

Anonimo ha detto...

non avrai altro dio al di fuori daa maghina

Anonimo ha detto...

Imprenditori? Quelli sono dei ladri, non degli imprenditori. La gente onesta lavora senza sottrarre cose agli altri. Invece questi qui sottraggono suolo pubblico alla cittadinanza. Ricordate cosa e' successo una decina d'anni fa a via dei Pastini. Un'ambulanza non e' riuscita a passare per via dei tavolini e un uomo e' morto.
Poi che grandi uomini! Tutti tatuati e gradassi che fingono di farsi male e chiamano l'ambulanza. Che gente di carta!

Anonimo ha detto...

Quel brav'uomo che ha sottratto un'ambulanza alla collettività andrebbe denunciato per simulazione di reato.

Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti.A chi pensa che il corpo della polizia locale di Roma debba essere il capro espiatorio di tutto cio che nn funziona in questa citta'suggerisco di azionare il cervello prima della bocca.Questa gente e nn sono uno di loro,x quattro soldi fa anche troppo x come viene trattata da tutti,compresa l'amministrazione che dovrebbe difenderli.Dire che CC e Ps sono la polizia vera e'solo ipocrisia da parte di chi lo dice,xche poi quando fanno la Polizia vedi ad esempio le varie manifestazioni tutti ad accusare e criticare ingiustamente anche loro.La verita'e' che questo paese e i suoi abitanti in stragrande maggioranza detesta le sue forze dell'ordine di ogni ordine o tipologia,a parte quando fa comodo incensarle e lodarle..ma mai che qualcuno le difenda veramente...Ogni forza di polizia e'assoggettata ad ordini.Va'dove la mandano e fa quel che le viene chiesto,compresa la Polizia Locale di Roma.Si vuole il suo scioglimento?si faccia!ma credo che la situzione faccia comodo cosi'a molti.Chi e'intelligente cerchi le varie responsabilita'invece di prendersela con chi veramente lavora x poche o nulle soddisfazioni.Grazie e di nuovo buonasera.

Maurizio V. ha detto...

L'unica cosa che si vede, e bene, è il comportamento vergognoso dei ristoratori che montano una pantomima indecente. Nessuna solidarietà, nemmeno indiretta, deve essere data a questi individui.

Anonimo ha detto...

Non vi seguo in questa campagna: eliminare l'illegalità diffusa dal centro di Roma (e non solo) è una giusta operazione . Ho girato mezzo mondo e quanto succede qui non esiste , con piazze monumentali deturpate da arredi osceni e di qualità ( del cibo) infima.

Anonimo ha detto...

Effettivamente la legge è uguale anche per i ristoratori con relative regole per il suolo pubblico. Solidarietà alle forze dell'ordine!

Anonimo ha detto...

Forse si potrebbe tornare indietro di qualche mese prima che il blog si fissasse sui tavolini di piazza navona per leggere come venivano giudicati i ristoratori romani che adesso sono santificati.

Anonimo ha detto...

Una vecchia ma attualissima canzone, da dedicare ai ristoratori e a tutti quelli che "vivavivalapolizia" quando bastona gli altri:

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia.

Sei contenta se un ladro muore o se si arresta una puttana
se la parrocchia del Sacro Cuore acquista una nuova campana.
Sei soddisfatta dei danni altrui ti tieni stretta i denari tuoi
assillata dal gran tormento che un giorno se li riprenda il vento.
E la domenica vestita a festa con i capi famiglia in testa
ti raduni nelle tue Chiese in ogni città, in ogni paese.
Presti ascolto all'omelia rinunciando all'osteria
così grigia così per bene, ti porti a spasso le tue catene.

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
io non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia.

Godi quando gli anormali son trattati da criminali
chiuderesti in un manicomio tutti gli zingari e gli intellettuali.
Ami ordine e disciplina, adori la tua Polizia
tranne quando deve indagare su di un bilancio fallimentare.
Sai rubare con discrezione meschinità e moderazione
alterando bilanci e conti fatture e bolle di commissione.
Sai mentire con cortesia con cinismo e vigliaccheria
hai fatto dell'ipocrisia la tua formula di poesia.

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
io non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia.

Non sopporti chi fa l'amore più di una volta alla settimana
chi lo fa per più di due ore o chi lo fa in maniera strana.
Di disgrazie puoi averne tante, per esempio una figlia artista
oppure un figlio non commerciante, o peggio ancora uno comunista ... ex
Sempre pronta a spettegolare in nome del civile rispetto
sempre fissa lì a scrutare un orizzonte che si ferma al tetto.
Sempre pronta a pestar le mani a chi arranca dentro a una fossa
e sempre pronta a leccar le ossa al più ricco ed ai suoi cani.

Vecchia piccola borghesia, vecchia gente di casa mia
per piccina che tu sia il vento un giorno, forse, ti spazzerà via.

Anonimo ha detto...

non sono d'accordo. la forza del ragionamento generale di RFS è che per cambiare lo stato delle cose dobbiamo avere un atteggiamento severo con ogni comportamento fuori dalle regole, partendo da noi stessi. è forte la tentazione di tutti noi di sminuire le proprie responsabilità perché piccole in confronto al grande degrado e caos generale della città, e impegnarsi in prima persona costa. Io per esempio vivo a testaccio, e ho sempre parcheggiato piuttosto male la mia macchina: strisce pedonali, pista ciclabile, a volte anche marciapiede. Mi sono sempre sentito meno in colpa del dovuto per il contesto di parcheggio selvaggio, immondizia, abbandono etc. Ho smesso di parcheggiare male proprio per il ragionamento di fondo di RFS: tocca a tutti noi fare dei sacrifici e guardare prima a quello che facciamo noi, poi agli altri. A volte sto anche le ore a cercare parcheggio, pago in prima persona la mia scelta in termini di tempo, soldi, salute. Non è facile. Detto questo, vedere queste persone che si oppongono fisicamente a quello che è stato deciso da una amministrazione eletta (nel bene o nel male, ad ognuno il suo giudizio) e assistere alla scenata napoletana - perché di questo si tratta - di coloro che, colti sul momento in piena infrazione, impegnano e sottraggono ambulanze e carabinieri agli altri, è sconfortante. Mi dispiace ma per quanto mi riguarda la Polizia Municipale - molto criticabile per altri versi - ha fatto benissimo. Per me ci sono andati fin troppo leggeri, di fronte a persone che prendono sfacciatamente e arrogantemente in giro le istituzioni.

Anonimo ha detto...

Il video di quello che poi viene caricato su un'ambulanza sembrava la rubrica del lunedì di striscia la notizia: " tutti giù per terra" ...... La legge Signori è uguale per tutti!!!!

SMag ha detto...

Capisco i modi discutibili della Polizia di Roma Capitale ma su questo video si vedono scene che manco i migliori stuntman di hollywood...

Anonimo ha detto...

Legalita' solo a coloro che pagano le tasse e i venditori abusivi ????? e' illogico, ma!!!!

Anonimo ha detto...

Premesso che credo che vada combattuta con uguale decisione e costanza sia l'illegalità commerciale che quella stradale, avete un bel coraggio a difendere, anche solo indirettamente, quei farabutti di pseudo-ristoratori dei filmati. Parassiti che lucrano a danno della collettività, pronti a fare sceneggiate indegne quando si cerca di riportarli alla legalità.
Peraltro dieci a uno che 'sti campioni di finzione hanno il suv o la smart parcheggiata dietro l'angolo in sosta vietata.

Anonimo ha detto...

I modi a me non piacciono. Almeno visti così. Poi, certo, se erano davvero stati avvertiti, se davvero in maniera furba e meschina insistevano nel metter fuori tavoli dove non potevano le cose vanno viste diversamente. Lo dico perché se gli stessi modi venissero usati (volesse dio!!!!) con zingari, accattoni, ladruncoli ecc. ci sarebbero centinaia di grida di sdegno. Quando poi si tratta di ristoratori, commercianti, gente che il senso comune reputa ladri, evasori, farabutti in genere, tutti a esultare. Perché non invocare la stessa fermezza (giusta verso chi sbaglia, sia chiaro) contro abusivi, bancarellari, zingari nelle stazioni, ecc.?!

Anonimo ha detto...

leggi farlocche e ridicole
italiano medio furbo come una capra
la crema della feccia internazionale ospite a casa nostra
politiconi cialtroni
ma dove vogliamo andare

Romamia ha detto...

Questi video sono la testimonianza del coattume marcio e prepotente del romano medio che non accetta legalità e rispetto delle regole.
La mentalità delle persone che si ribellano ai vigili per la questione dei tavolini è la stessa di quelli che lasciano la macchina a c....o di cane dove gli pare.
In questo caso solidarietà alla Municipale che ha fatto quello che doveva fare da anni.
Ha iniziato dai tavolini ora però deve continuare assolutamente con i controlli sul commercio abusivo e sulla sosta selvaggia. Quello che è stato documentato al Chiosco del Bramante è scandaloso.

shmooze ha detto...

Che titolo osceno, vero che i vigili non si vedono, ma lanciare un salvagente a gente che gozzoviglia spadroneggiando e deturpando Roma, minacciando di far perdere il lavoro a povera gente, brandita come ostaggi, è quanto meno vergognoso. i ristoratori di piazza navona non sono dei poveracci, ma degli approfittatori sena scupoli che hanno ridotto la piazza ad un suk, grazie anche all'ex sindaco Alemanno.

Anonimo ha detto...

Seguo sempre Rfs, autentico raggio di luce a Roma, ma in questo caso do la massima solidarietà a PLRomaCapitale. Ogni forma di illegalità a Roma va combattuta, e' assolutamente necessario il ripristino delle regole. Quel tipo di ristoratori nel video rappresentano il degrado umano che ha portato verso il basso la qualità dell'offerta turistica a Roma ed il romano medio, convinto di potersene fregare sempre delle regole.

Anonimo ha detto...

Che vergogna, anche i commenti....nessuna illegalità Amministrstiva e di altro genere può essere fermsta con leggi farraginose e poco chiare, con burocrazia imperante e violenza.Questa amministrazione è l'ultima chanche per far morire di certo la nostra città. Io non mi riconosco in questi tutori della legge! Vigili...vergogna!

Anonimo ha detto...

Bravo!! quattro codardi di vigili che si sono voluti prendere il loro momento di gloria.
Allora che facciamo se passo con il rosso mi righi la macchina????
Se lascio l'auto in divieto di sosta me la porti via scrivendo eventuali graffi già presenti e se mi porti via i tavoli spacchi tutto????
Stipendi buttati..

claudio ha detto...

diciamola tutta....la maggior parte dei vigili ce l'hanno con i commercianti in genere...poi ogni tanto si fanno prendere dalla voglia di protagonismo della divisa e iniziano a bofonchiare leggi anti mussoliniane che nemmeno se ricordano ma purtroppo (!) esistono....e devi fare pippa e stare zitto...detto questo adesso il ciclista romano da strapazzo sta facendo una campagna di "pulizia" del centro storico...tanto per mandare via qualche turista in piu dopo la mazzata della tassa di soggiorno....arrivi dagli usa approdi nella città eterna nemmeno un caffè in santa pace seduto ti puoi prendere perchè marino ha deciso così....ma delle esigenze del turista ne vogliamo parlare? ....nel filmato la strada era bella grossa e l'ambulanza ci passava tanto e vero che è arrivata ....bravo ortopedico sedicente ciclista ora avrai il tuo bel servizietto sinistro su rai3 come sanno fare loro e via miracoloooooo ha salvato il centro di roma dagli abusivi...!!!!! uno pensa avrà cacciato i vu cumprà...invece no vu cumprà e zingari stanno sempre li

Anonimo ha detto...

Approfitto del tema di oggi. premesso che capisco a pieno le lamentele dei commercianti(avendo lavorato in quel settore come dipendente), però sono anche il primo a criticare chi di quella categoria fa skyfo e getta discredito su tutta la città con servizi indegni e prezzi folli...volete qualche esempio metà(se non 3/4) dei locali di ponte milvio(e anche di altre zone della movida...) ha dipendenti (90% in nero...) extracomunitari(non sono razzista e insegno anche italiano agli stranieri), quindi ai vari cialtroni che inneggiano alla legalità la prossima volta che andate a cena fuori o a bere da qualche parte magari buttate un occhio in giro....se non ci sono italiani magari andate via, non consumate e chiedete spiegazioni....se i titolari vi rispondono che gli italiani non vogliono lavorare iniziate ad insultarli o a distruggere il locale vedrete poi come, toccati nel portafoglio, cambieranno idea...

D.

Anonimo ha detto...

FINALMENTE, e dico FINALMENTE si sono attivati i cosiddetti vigili urbani per togliere la MONDEZZA dei tavolini a "cazzo di cane" (scusate il francesismo) che troviamo sulle strade del centro.

ERA L'ORA.

E, con altrettanta severità devono provvedere a sanzionare chi di un'area pedonale ne fa un'area di parcheggio e la sosta vietata. Si spera con punti patente in meno con la riforma del Codice Della Strada.

Questa città ha bisogno di ordine e intelligenza amministrativa. Tavolini sì, ma DISCIPLINATI e, specialmente, CHE SI PAGHI QUANTO DOVUTO.

Punto.

College Street ha detto...

Mamma mia, che casino...sta citta' sta cadendo a pezzi. Non esiste piu' ordine, regole, civilta', ecc. Questi video evidenziano grande corruzione (umile parere personale). Vigili che si prendono cosi a cuore i tavolini per strada mentre ci sono altre 100mila leggi infrante nel raggio di 25 metri e delle quali pero' non gliene frega niente. Vi sembra normale?! Non sto difendendo i ristoratori, ma l'atteggiamento dei vigili e' da teste di c@zz0.

Se ci fosse un approccio cosi determinato nei confronti di tutte le illegalita' sarebbe ottimo (anche se non si possono aggredire i ristoratori...se gia sono stati avvertiti magari li fai chiudere per una settimana o 2, oppure trovi un'altra penalizzazione...non e' che vai li e "gl'imbruttisci"...ma dove c@zz0 siamo arrivati??), pero' purtroppo non c'e'. Per alcune cose non se ne fa nulla per 20 anni e per i tavolini si scatena la guerra.

Saro' onesto...non vedo luce alla fine del tunnel.

Anonimo ha detto...

Le concessioni di suolo pubblico ci sono sempre state, dai tempi dei tempi. Da Gennaio 2014 sono state ridotte-revocate per motivi che non sto qui a spiegare ma comunque futili e insensate. Il tavolino selvaggio lo hanno creato loro insieme ad una disoccupazione dilagante. Il comune non ascolta pareri, poi passano li i vigili ( che prima chiamano i giornalisti) e con moltissimo odio sociale si PERMETTONO di fare gli sceriffi con persone per bene che come tutti noi pagano le tasse. Camerieri, ristoratori, cuochi lavapiatti e via dicendo sono tali e quali a statali, poliziotti, benzinai e tutte le altre categorie di gente che si fa un CULO cosi per campare. BASTA ODIO SOCIALE, a me RODE IL CULO leggere notizie dove bloccano 13esime e straordinari di statali e mi rode altrettanto il culo vedere un ristoratore che non riesce a campare il figlio per queste MERDE. Intanto i signori Comandanti Clemente (170 mila annui PUBBLICI piu sussidi e tutto pagato) Di Maggio (140 mila) il sindaco Marino (4500 al mese pubblico ) e l'assessore Leonori (150mila) fanno il bello e cattivo tempo delle vite di tutti noi.
DM

Anonimo ha detto...

Verissimo che l'irregolarità va sempre perseguita ma, proprio trattandosi di irregolarità amministrativa e non di penale grave, mi trovo a riflettere sulla necessità che per imporre talune regole la PM ritenga di intervenire in maniera più adatta alla liberazione di un ostaggio dell'anonima sequestri di buona memoria.

Nessuno porta la divisa, che è il primissimo identificativo della Legge che arriva, ma nemmeno una giacca; sembra ci si voglia "mimetizzare" nell'ambiente, quasi una operazione "coperta".

Che per togliere - anzi, per far togliere, che la PM non è composta da facchini ma da Pubblici Ufficiali - 10 tavolini debba intervenire personalmente un vice comandante del corpo - anche lui senza divisa - mi sembra la dica lunga sullo "sporcarsi le mani" davanti alla stampa...

Per la quantità e la qualità dell'intervento dovrebbero essere sufficenti due agenti (due perchè uno deve testimoniare per l'altro) in divisa e con una ordinanza o una determinazione da mostrare e non un'ammucchiata di persone urlanti che tutto sembrano meno che tutori della Legge.
Tant'è che per riportare ordine devono sempre intervenire i Carabinieri (in divisa e nessuno se la prende con loro) senza "fare a botte" con nessuno.
Purtroppo la PM è ormai divenuto un corpo senza più alcuna autorevolezza ma, all'occorrenza, molto autoritaria.
Saluti

Anonimo ha detto...

SE QUALCUNO HA ANCORA DEI DUBBI DEL PERCHE' SIAMO CADUTI NEL BARATRO NON DEVE FAR ALTRO CHE LEGGERE QUESTI COMMENTI. C'E' TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO. OGNUNO A DIFENDERE I POCHI E MESCHINI INTERESSI. DOPODICHE' VI STUPITE CHE CHI DEVE APPLICARE LE LEGGI SI GIRI DALL'ALTRA PARTE?

Anonimo ha detto...

Insomma:

- due agenti della PM

- ordinanza di rimozione dei tavoli

- rifiuto di obbedienza alle disposizioni emanate

- dichiarazione immediata di arresto in fragaranza

- mezza giornata in caserma e la mattina dopo dal giudice

Io credo che di recidivi ne vedremmo pochini...

Ari-saluti

Anonimo ha detto...

Città allergica alle regole dove ognuno vuole fare come gli pare.
E' ora di voltare pagina. Ma l'azione deve essere indirizzata verso tutti indistintamente.
Farebbe piacere vedere questa grinta anche verso altre categorie ben più aggressive e verso comportamenti ormai diventati normali.
Si è perso il senso dello Stato, delle regole e del rispetto per chi deve farle rispettare.
Sarebbe ora anche di finirla il "benaltrismo".
In questo modo i problemi che affliggono questa città sicuramente non si risolvono.

paola ha detto...

le regole debbono valere per tutti, per cui, quando c'è stato il blitz a Piazza Navona, doveva essere PER TUTTI GLI ABUSIVI, e non solo per i tavolini !! Ossia, ogni giorno stabilisci in quale zona intervenire, e la ripulisci da TUTTE le illegalità presenti !!Nessuna esclusa. Punto.

bat21 ha detto...

Brava Paola. La priorità e' il ripristino della legalità e della decenza e vale tanto per tavolino selvaggio quanto per il parcheggio da minus habens coatto di tanti romani

Anonimo ha detto...

Ma basta minimizzare o giustificare l'abuso dei ristoratori che occupano abusivamente spazio pubblico arricchendosi illegalmente (per ogni tavolo abusivo stanno guadagnando soldi che non avrebbero alcun diritto di intascare)!!!!
Sostengo sempre RFS ma questa moda di criticare il pugno di ferro nei confronti dei tavolini abusivi con la scusa del "ci sono altre priorità" è identica a quella tanto criticata su questo blog di dire che a Roma "i problemi so altri" di fronte alle denunce di RFS...
Mi dispiace ma vi state sputtanando con questo atteggiamento.
I vigili urbani fanno benissimo a imporre finalmente dopo anni di abuso il rispetto delle regole ai ristoratori e fanno malissimo a non farlo in altri casi.
Punto.
Basta supercazzole non degne di un blog antidegrado.

Quanto al "rischiare la pelle", quando un marciapiede è occupato abusivamente dai tavolini e sono costretto a camminare per la strada, o quando al centro i tavolini impediscono pure il passaggio alle ambulanze, anche quello mi fa "rischiare la pelle".
Chiaro?
E fatela finita adesso, che avete davvero rotto con questo benaltrismo... per una volta che i vigili fanno il loro dovere vi mettete voi a fare i se i ma e i distinguo?
Anche i tavolini SELVAGGI non esistono in nessun'altra capitale. Ci sono concessioni chiare e limitate che costano oltretutto 100 volte più che da noi.

Alcuni ristoratori romani sono dei veri e propri delinquenti, e lo si vede dalle immagini in cui si fingono pure malati o feriti TOGLIENDO AMBULANZE A CHI STA MALE DAVVERO.
Andrebbero arrestati, altro che scandalizzarsi per l'atteggiamento dei vigili... poco hanno fatto.

Anonimo ha detto...

Vicino casa mia c'è un ristorante che prima pagava una concessione per mettere una sorta di pedana esterna al marciapiede (che oltretutto toglieva 3 posti auto, ma vabbè almeno pagavano).
Da qualche mese l'ha tolta (forse proprio per questa "stretta" sulle concessioni e aumenti del canone) e semplicemente adesso occupa tutto il marciapiede davanti e di lato al ristorante, rendendo difficile perfino il passaggio pedonale (si trova all'angolo di un incrocio). Per passare dopo aver attraversato la strada ti trovi stretto tra due file di tavoli, roba che se dovesse passare un poveraccio in carrozzina avrebbe difficoltà...
Questo significa non controllare i ristoratori.
Almeno 20 tavoli completamente abusivi, per un guadagno che si aggirerà come minimo sui 600 euro A SERATA ottenuto grazie all'occupazione abusiva di suolo pubblico.
Spero anzi che i blitz non si limitino al centro, visto che in altre zone (tipo quartiere appio) la situazione è assolutamente identica e fuori controllo.

Roma fa schifo ha detto...

Noi difendere i ristoratori? Ma gli avete letti gli articoli che abbiamo scritto a riguardo?

Anonimo ha detto...

Salve,

trovo le vostre battaglie sacrosante, ma permettetemi, gradirei da voi un minimo ci coerenza. Non trovo giusto che voi appoggiate la teoria che esistano violazioni di serie A e di serie B e che per appoggiare questa teoria, quando i vigili affrontano le problematiche di serie B sono dei nazisti mentre per le problematiche di serie A possono pure usare i carri armati. Roma e' una citta' maleducata e da qualche parte bisogna cominciare ad "educare" e non e' certo sminuendo o dando del picchiatore ai vigili urbani nel legittimo svolgimento delle loro funzioni che si aiuta questo processo.

I ristoratori sanno benissimo che quei tavolini sono illegali e si sono comportati in maniera maleducata, offensiva ed hanno intralciato dei pubblici ufficiali nello svolgimento delle loro funzioni. Punto.

Poi, onestamente, nella fattispecie, quella strada e' troppo stretta per permetterne l'occupazione in quel modo.

Anonimo ha detto...

Il matrimonio tra i Vigili Urbani e i commercianti del centro storico (bar, ristoranti...) è finito!!! Dopo le recenti denunce di quest'ultimi che ha fatto scattare una serie di inchieste sul modo di operare all'interno del Corpo,con sospensioni e arresti domiciliari è naturale che sia scattata una sorta di vendetta, altro non mi spiego.

Roma fa schifo ha detto...

Signori, tutte le violazioni comprese le più microscopiche (anzi forse queste ultime di più) hanno la stessa rilevanza. Dunque delle due l'una. O le persegui con inalterato vigore TUTTE assieme. Oppure devi fare delle scelte. Se sei costretto a fare delle scelte le devi fare in base a priorità REALI, non a priorità POLITICHE e IDEOLOGICHE.

Se ce la fate, smentiteci.

Anonimo ha detto...

critico sempre i vigili urbani, ma per una volta che finalmente intervengono con fermezza ed efficacia dico solo: complimenti alla Polizia Locale di Roma Capitale.
E mi sarei aspettato altrettanto da RFS.
Tutte le illegalità sono gravi e da punire, il fatto che se ne punisca una e non altre 100 non autorizza l'autore di quella illegalità ad essere giustificato o compreso.
I ristoratori che si arricchiscono occupando illegalmente suolo pubblico sono esattamente come i venditori extracomunitari abusivi (o meglio la mafia che li mette lì): entrambi sottraggono risorse alla collettività arricchendosi illegalmente.
E basta con sta manfrina pure dei poveri ristoratori che se non mettono 10 tavoli abusivi all'aperto vanno falliti... già mi immagino i poveri ristoratori di piazza navona che non arrivano a fine mese...
che poi è un argomento assurdo e ridicolo, secondo questo atteggiamento dovreste allora dare ancor più ragione a chi giustifica i mercatini dei rom o i venditori extracomunitari... pensate che quelli abbiano meno problemi ad arrivare a fine mese di un ristoratore del centro storico? ma va va...

Anonimo ha detto...

Caro RFS,

se andiamo a giudicare quali siano o meno le priorità REALI ci mettiamo in un bel ginepraio... Ognuno giudicherà prioritaria una cosa diversa, e il risultato sarà quello che da anni vediamo in questa città: un pullulare di illegalità grandi e piccole, che con la scusa del "sì ma se cominci da quella non va bene, comincia da quest'altra" si espandono senza controllo dandosi forza l'una con l'altra.
Il ristoratore non chiamerà i vigili per allontanare il venditore di rose o di cianfrusaglie che disturba i clienti perchè dal canto suo vuole essere libero di mettere i tavoli dove gli pare, il commerciante non chiamerà i vigili per sgomberare la bancarella abusiva di fronte al negozio per non rischiare rogne sul rilascio degli scontrini, e così via...
Tutti uniti nel nome del "non ti denuncio per paura che poi venga denunciato io".
Un capolavoro.

Io dico esattamente il contrario. Non me ne frega nulla da dove si comincia, basta che SI COMINCI.
Il vero problema è che anche questo sarà il solito fuoco di paglia, perchè se davvero i ristoratori capissero che non hanno più spazi di manovra per commettere abusi, inizieranno a guardare con meno tolleranza anche i venditori abusivi che circondano il loro locale, o chi parcheggia sul marciapiede davanti a loro, o chi gli imbratta la serranda o il muro con lo spray e così via... finchè finalmente si capirà che ogni illegalità ne chiama un'altra, e ogni intervento che mira a combatterne anche solo una è sacrosanto.

Anonimo ha detto...

Ho un ristorante che sotto casa mi piazza i tavoli sotto le finestre e attaccati al portone... che dici rfs, quali saranno le mie priorità?

Anonimo ha detto...

Voi uscite a "pattugliare" la citta'? E chi cazzo siete??? I chips?? Ahahah.

Anonimo ha detto...

Ho visto solo ora il video: il ristoratore che con una simulazione degna di Balotelli si butta da solo a terra fingendo di essersi fatto talmente male da dover essere caricato su un'ambulanza andrebbe DENUNCIATO.
Spero che questo avvenga, una persona che occupa un'ambulanza senza motivo è un DELINQUENTE.

Queste scene mostrano esattamente il contrario di quanto sostenuto da RFS: imporre il rispetto della legge a ristoratori talmente abituati all'abuso da reagire in questo modo assurdo e delinquenziale è sicuramente una PRIORITA'.
Sono scene vergognose non per l'atteggiamento dei vigili, ma per quello di questi ristoratori che dimostrano di essere dei delinquenti e meritano di essere trattati come tali.

Anonimo ha detto...

A RFS:

è difficile essere d'accordo con un articolo che sostiene che i vigili invece di far rispettare la legge ai ristoratori dovevano prima farla rispettare agli automobilisti indisciplinati. Perché è questo quello che mi sembra stiate sostenendo.

Ma questo blog dovrebbe innanzitutto sostenere un certo atteggiamento mentale e di cittadinanza e sanzionarne un altro. Non ha senso fare pubblicità comparativa. Di problemi Roma ne è piena e stilarne la priorità non è credo né nei compiti di RfS né nelle sue possibilità.

Dire: i vigili non dovevano fare l'azione positiva X perchè prima c'è da risolvere l'azione positiva Y, non ha senso sencondo me, anche perché si tratta di ordini di problemi completamente diversi.

Inoltre voi definite il problema dei tavolini ideologico-politico, ma non tutti sono d'accordo con questa visione. Per molti, me compreso, i tavolini selvaggi sono un sopruso al pari della cartellonistica.

Anonimo ha detto...

Centro, strade chiuse per i ristoranti: spuntano i cartelli fai-da-te vietano la sosta ma sono abusivi

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/segnali_stradali_abusivi_roma_strade_centro_cartelli_sosta_vietata_ristoranti/notizie/876728.shtml

In un Paese che ha rigettato qualsiasi normalità e buon senso comune, due le ipotesi a confronto: una inverosimile, e cioè che il personale tecnico del municipio abbia apposto segnali che piuttosto che favorire la movimentazione di pedoni e veicoli crea autentica follia. E l’altra devastante per il patrimonio pubblico, che soggetti privati per implementare i propri profitti considerino selciati, marciapiedi e carreggiate come prolungamento delle sale da pranzo dove far accomodare i propri clienti. Insomma o burocrati incapaci o imprenditori rapaci. «In molti casi i mezzi di soccorso faticano persino a passare», dicono gli abitanti.

Nelle scorse settimane la decisione del Tar aveva imposto la rimozione dei tavoli che occupavano il suolo stradale a piazza Navona. Da qui una forte presa di posizione degli esercenti, arrivati anche ad una sorta di serrata proprio nei giorni precedenti al Ferragosto. Poi la trattativa con il Campidoglio e l’accordo trovato dopo alcuni giorni nel rispetto del piano di massima occupabilità previsto dall’amministrazione. E così, se nella piazza si è arrivati a una tregua, basta girare l’angolo per rendersi conto che è tutta una facciata: tavoli, panchine, ombrelloni, bancarelle. Tutti irregolari. Pochi hanno il permesso, se qualcuno dopo le prime multe è stato costretto a rimuoverli «molti altri se ne infischiano», si lascia scappare un residente. E intanto a Campo de’ Fiori dopo le prime sanzioni, tutto è fermo.


...e con questo direi che possiamo chiudere la discussione, vero RFS?
Come diceva un commentatore, la vera tragedia è che anche questa storia dei tavolini selvaggi è soltanto l'ennesima operazione di facciata... magari il Comune avesse davvero intenzione di debellare questo fenomeno!!!

Anonimo ha detto...

I ristoratori oltre a mettere i tavoli abusivi, adesso modificano anche la segnaletica stradale per non essere "disturbati" dal transito delle auto...
Poi dici perchè li pigliano a cazzotti (o meglio, fanno finta di essere presi a cazzotti per fare la scena madre sull'ambulanza)...

Articolo completo dal messaggero:

Che sia un divieto di sosta, di accesso o strada senza uscita fa poca differenza: senza quei timbri(adesivi) i cartelli sono abusivi. Sì, proprio abusivi. La normativa allegata al codice della strada parla chiaro ma in città la regola è rispettata in pochissime strade. Capita così che il centro storico della Capitale, patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco, più che a un salotto en plein air assomigli sempre più a una giungla. Basta farsi un giro per rendersene contro.

n vicolo della Cancelleria, dietro piazza Navona, all’inizio della via c’è un cartello che segnala strada senza uscita, senza timbri sul retro. Dopo una sfilza di tavolini all’aperto, la sorpresa: altri cartelli stradali indicano l’obbligo di svolta a destra su corso Vittorio e uno stop. Strano per una strada che, secondo il cartello iniziale, non dovrebbe avere sbocchi. Stessa scena in vicolo Savelli, la traversa successiva. Anche qui un cartello indica «strada senza uscita». Eppure la via finisce su corso Vittorio Emanuele. A bloccarla c’è solo un grosso vaso piazzato in bella mostra al centro della carreggiata. Sul retro del segnale stradale però il timbro non riporta nè il numero dell’ordinanza nè la data. E allora viene da chiedersi: «Ma chi ce li ha messi?». In un Paese che ha rigettato qualsiasi normalità e buon senso comune, due le ipotesi a confronto: una inverosimile, e cioè che il personale tecnico del municipio abbia apposto segnali che piuttosto che favorire la movimentazione di pedoni e veicoli crea autentica follia. E l’altra devastante per il patrimonio pubblico, che soggetti privati per implementare i propri profitti considerino selciati, marciapiedi e carreggiate come prolungamento delle sale da pranzo dove far accomodare i propri clienti. Insomma o burocrati incapaci o imprenditori rapaci. «In molti casi i mezzi di soccorso faticano persino a passare», dicono gli abitanti. Intanto nel retro di ogni segnale stradale dovrebbe essere evidenziato il numero dell’ordinanza comunale che disciplina la circolazione e la sosta. Tutto dovrebbe essere scritto a chiare lettere. Nello stesso spazio, inoltre, sarebbe obbligatorio indicare quale sia l’ente proprietario della strada e che, di conseguenza, istituisce quel divieto o quel senso unico. E come se non bastasse dovrebbe anche essere inciso il nome dell’azienda che ha realizzato quel cartello. Nel centro storico però è tutto un groviglio. Non soltanto perché i segnali sono sistemati in maniera disordinata ma soprattutto perché sono abusivi.

Nelle scorse settimane la decisione del Tar aveva imposto la rimozione dei tavoli che occupavano il suolo stradale a piazza Navona. Da qui una forte presa di posizione degli esercenti, arrivati anche ad una sorta di serrata proprio nei giorni precedenti al Ferragosto. Poi la trattativa con il Campidoglio e l’accordo trovato dopo alcuni giorni nel rispetto del piano di massima occupabilità previsto dall’amministrazione. E così, se nella piazza si è arrivati a una tregua, basta girare l’angolo per rendersi conto che è tutta una facciata: tavoli, panchine, ombrelloni, bancarelle. Tutti irregolari. Pochi hanno il permesso, se qualcuno dopo le prime multe è stato costretto a rimuoverli «molti altri se ne infischiano», si lascia scappare un residente. E intanto a Campo de’ Fiori dopo le prime sanzioni, tutto è fermo.

Anonimo ha detto...

Visto il video!! Mandategli in ordine tutti i giorni Guardia di Finanza ,Asl e vigili di nuovo.Se uno si presta a ste sceneggiate vorreste anche difenderlo?? Ma che scherzate? Ma l'avete visto come è caduto?Odio profondo!

Anonimo ha detto...

Ao ma rfs a pensa diversamente dalla gente di Roma?
Ma ultimamente sta sempre a parla' bene del Comune de Roma.
Vuoi vede' RfS - Rutelli - gay - PD? Mischiano le carte ma poi alla fine non cambiano sono sempre le stesse.
Peccato che il link, su Rutelli - gay - rfs - pd, è stato eliminato da RfS.

Anonimo ha detto...

A RFS che parla di priorità nelle repressioni, risponderei che gli pseudo-ristoratori mostrati dai video non sono dei poveri agnellini a cui di punto in bianco sono piombati sopra i vigili-falchi.
Quella è gente che delinque sapendo di delinquere, che ogni giorno occupa illegalmente e gratuitamente il suolo pubblico, lucrandovi profumatamente, spesso violando le norme di sicurezza. Sicuramente hanno ricevuto diversi verbali che gli contestano le violazioni ed altrettanto sicuramente li avranno tutti bellamente ignorati, contando sulla notoria impunità dei furbi a Roma.
Quindi se proprio vogliamo individuare delle priorità, io direi che ben ha fatto l'amministrazione a mettere mano a questi abusi conclamati e ripetuti, perpetrati da furfanti che fanno dell'aggiramento delle norme un'arte, a discapito di tanti esercenti che invece cercano di competere rispettando le regole.
E riguardo al fatto che senza tavolini questi locali lavoreranno molto meno, dovendo forse licenziare qualcuno (tutto da vedere poi se parliamo di lavoratori in regola), non vi sarà alcun problema, giacché vorrà solo dire che vi sarà qualche altro locale, magari più rispettoso delle norme, che lavorerà di più e probabilmente dovrà assumere altro personale.

Infine sono d'accordo con i tanti commenti che hanno sottolineato l'abuso nell'utilizzo dell'ambulanza. Il tizio ha chiaramente finto tutto e ben farebbe qualcuno a fargli pagare i danni per aver distratto un'ambulanza da compiti sicuramente più importanti, farabutto che non è altro!!!

Anonimo ha detto...

Infatti il ristoratore che vicino casa mia piazza decine di tavoli all'aperto tutti abusivi lascia puntualmente il suo SUV in sosta vietata lì davanti ogni giorno (gli pesa farsi due passi a piedi poverino)...
ma fatemi il piacere!!!

Anonimo ha detto...

@ settembre 04, 2014 11:31 AM

Ottima osservazione.
Chissà quanti locali gestiti da persone oneste che rispettano le norme possono trovarsi in difficoltà per colpa di chi aumenta in maniera abusiva il numero dei coperti.
Se pago l'affitto di un locale di tot metri quadri in cui entrano 50 coperti e poi ne metto altri 20 fuori abusivamente, creo un danno economico a chi per averne 70 di coperti paga giustamente l'affitto di un locale più ampio.

Dovrei consentire a un gestore di occupare abusivamente suolo pubblico per fargli avere più clienti di quelli che la dimensione del suo locale consentirebbe per non fargli licenziare i camerieri, ma poi me ne frego di quelli licenziati dal gestore onesto che magari viene messo in difficoltà dalla concorrenza sleale?
Ma siete impazziti? Ma che ragionamento assurdo è???

claudio ha detto...

per anonimo 11:31 AM

guarda che l'occupazione del suolo pubblico viene pagata il comune ha pure raddoppiato la tassa ultimamente....cmq possiamo fare mille esempi se un'impresa lavora è un bene perchè paga tasse e assume gente...è proprio l'odio anche manifestato dal tuo commento verso questa gente che fa i soldi....è una continua lotta come se quello che ha piu soldi li ha levati a te...poveri sinistri proprio non vi va giu ...il nostro povero sindachetto ciclista non sa piu che fare per farsi notare...è diventato lo zimbello d'europa invece di cacciare nomadi dalla stazione caccia chi fa girare i soldi povero illuso i ristorantini tipici nelle stradine della città stanno dappertutto basta trovare una soluzione ragionevole...fanno folclore ,fanno turismo e accoglienza verso lo straniero ...inghilterra,francia,irlanda i tavolini fuori stanno dappertutto massa di manipolati mentali assieme a questo poveraccio invertebrato che presto finirà con la sua bicicletta sotto ad un tir della monnezza

Anonimo ha detto...

salve a tutti ! ok la macchina il meno possibile..MA LA POLIZZA RCA... sempre in aumento sempre piene di inghippi con i sinistri ormai da tempo diminuiti quando ne parliamo ?? quando una campagna contro questa lobby parlamentare che si fa la legge ad hoc ??!! un esempio che penso pochi sanno: l assicurazione auto la puoi sospendere.. e il motorino no !!!

claudio ha detto...

io mi domando state a rompercazzo per 2 tavolini che occupano i marciapiedi e poi siccome non c'è posto magari lasciate la macchina SUL marciapiede da qualche altra parte...oppure marciapiedi vuoti ma sporchi di cartacce e puzzolenti da deiezioni dei cani di chi critica sempre tutto...per non parlare poi di alcune bancarelle diventate dei bazar enormi

Anonimo ha detto...

e sapete che i garage in zona Prati hanno subito aumentato le tariffe? E' PIU' CONVENIENTE PAGARE il garage privato per parcheggiare l'auto rispetto al parcometro con i nuovi aumenti del sindaco.
Ergo la maggior parte delle persone la parcheggerà ancora peggio del solito, tanto è preferibile pagare ogni tanto la multa che ogni giorno il parcometro.

Anonimo ha detto...

Mi dispiace RFS, ma stavolta non sono d'accordo.
I tavolini per strada, fino a legge e prova contraria, sono abusivi, e come tali vanno trattati.
I ristoratori la smettano con la pantomima, con l'essere vittima. Per anni hanno lucrato su questo, ed è il momento di dire basta.
Poi posso anche essere d'accordo che i tavolini per strada sono meglio delle macchine, ma stai comunque occupando suolo pubblico e pertanto devi essere regolamentato.
Insomma, è vero che ci sono tanti altri problemi, ma non esiste il "problema peggiore", esiste il problema. E da qualche parte si deve iniziare...

Anonimo ha detto...

Tonelli oste, hai paura che ti facciamo togliere anche i tuoi???

Anonimo ha detto...

RfS na volta e' a favore dei tavolini mentre un'altra volta contraria.
RfS mettiti l'anima in pace e schiarisciti le idee!

claudio ha detto...

per anonimo 1:22 PM
i tavolini sono autorizzati dal comune che ti fa pagare pure bene....come le tante bancarelle dei vu cumprà mbe?? se sono autorizzato e pago cosa vuoi....poi comunque il comune può "regolare" al meglio la strada e la sua circolazione ma non è padrone dello spazio pubblico...il comune non è nessuno è solo un'organo che tutela il bene per il bene di tutti...se lo spazio c'è per il passaggio di una eventuale ambulanza non vedo perchè tu debba farmi sloggiare...anche il turista ha i suoi bisogni e il comune deve prendere in considerazione tutti sia il consumatore che l'abitante della via che necessita di una ambulanza....il resto sono tutte chiacchiere di un sindaco senza meriti di una sinistra poco di sinistra

Anonimo ha detto...

claudio ha detto...
per anonimo 11:31 AM

guarda che l'occupazione del suolo pubblico viene pagata


Ah claudio, stiamo parlando di tavolini ABUSIVI, quindi che non pagano l'occupazione di suolo pubblico che dovrebbero visto che là non dovrebbero proprio starci.
Dopo la notizia che nelle vie del centro i ristoratori si sono permessi addirittura di mettere dei segnali stradali fasulli e piazzare fioriere per impedire il passaggio alle auto per riempire la via di tavolini dovreste solo stare zitti.
Ma falla finita...

Anonimo ha detto...

claudio ha detto...
per anonimo 1:22 PM
i tavolini sono autorizzati dal comune che ti fa pagare pure bene

E due... quei tavolini sgomberati erano ABUSIVI, ABUSIVI, capito? Abusivi come i vu cumprà, nè più nè meno.
Ma che sei il solito troll che scrive a vanvera tanto per fare casino, o un ristoratore onesto come quello che si fa caricare su un'ambulanza fingendo di stare male e che andrebbe sbattuto in galera solo per quello????

Anonimo ha detto...

Niente da fare, il benaltrismo ce l'avete nel dna

Anonimo ha detto...

La feccia che si vede nel video, che non si vergogna nemmeno di occupare inutilmente un'ambulanza fingendo di stare male distogliendola dalle vere emergenze, dimostra che se abbiamo una città in cui zingari e clandestini fanno quello che gli pare è perchè troppi romani sono loro per primi abituati all'illegalità e all'abusivismo.
Il commercio abusivo non potrebbe svilupparsi così capillarmente se gli stessi commercianti regolari non fossero continuamente disposti anche loro ad infrangere i regolamenti e a lucrare indebitamente, perchè se io per primo non rispetto le leggi me ne fregherò sempre di un altro che fa altrettanto.
Basta che non vi rompono le scatole a voi, vero? Ma se i vigili finalmente vi fanno sgomberare i tavoli abusivi vi accorgete tutto a un tratto che intorno a voi pullula di bancarelle e ambulanti!!!
Che schifo...

Anonimo ha detto...

Per claudio

"poi comunque il comune può "regolare" al meglio la strada e la sua circolazione ma non è padrone dello spazio pubblico"

No, mi dispiace per te. Il Comune è proprio padrone dello spazio pubblico, caro il mio saputello che si mette pure e fare la lezioncina dall'alto della sua ignoranza.
Sei tu privato cittadino che se vuoi sfruttare spazio pubblico per i tuoi guadagni privati devi chiedere l'autorizzazione al Comune che può concedertela o meno e sotto pagamento di un determinato canone a seconda di quanto stabilito dai regolamenti comunali.
Se il regolamento comunale stabilisce che davanti al tuo ristorante non ci devono essere tavolini, tu non sei autorizzato a sfruttare quello spazio pubblico per i tuoi guadagni privati. Se stabilisce che puoi usarlo solo per tot metri quadri pagando 1000, se lo occupi oltre quel limite commetti un abuso sanzionabile per legge.
Studia va...

claudio ha detto...

per anonimo 2:25 PM

non hai capito..non ho detto che si puo fare come vuole...ho detto che il comune non è proprietario come non è proprietario dei monumenti di roma tanto e vero che quando rubavano le monetine alla fontana di trevi potevano fare poco perchè non erano proprietari della fontana...saputello mio...non essendo proprietario gestisce però lo spazio pubblico GESTISCE lo spazio pubblico e le sue risorse per il bene comune....quindi essendo cittaditi TUTTI e non solo quelli che NON vogliono i tavolini IL COMUNE DEVE trovare un comune accordo DEVE...
Ti faccio notare che molti di quelli che hanno i tavolini pagano le rette annuali...il fatto è che questa decisione il comune l'ha presa contro ogni logica e di sorpresa solo su certe vie...in altre dove potrebbero rimuovere molte auto che bloccano tutto non fanno nulla...quindi i ristoratori protestano anche per la legge a 2 velocità....non considerando lo schifo che stanno facendo con le partecipate del comune....
io non difendo gli abusivi ...ma sono contro questa operazione nei suoi modi e termini

Anonimo ha detto...

Tonelli io ti voglio sindaco ma se mi fai ste cadute di stile sui ristoranti allora è meglio riprendersi Uolter.
Vabbè state attenti a quello che scrivete....

Anonimo ha detto...

per claudio

Ristoratori che reagiscono in quel modo vergognoso, fingendo addirittura malori inventati per creare caos e non si vergognano di far chiamare addirittura un'ambulanza per le loro sceneggiate non hanno nessun diritto di criticare nè tempi nè modi dello sgombero.
Come ha detto giustamente un altro commentatore poi, non stiamo a prenderci in giro o a fare le anime candide: quei ristoratori avranno ricevuto decine di verbali dei quali se ne saranno bellamente infischiati, si sono espansi per anni senza alcun ritegno nè controllo, alcuni addirittura hanno occupato intere strade mettendo dei cartelli stradali abusivi... e adesso ci mettiamo a fare gli scandalizzati se i vigili non gli chiedono pure scusa e per favore?
Gente del genere abituata ad usurpare suolo pubblico non può adesso pretendere pure di essere trattata coi guanti bianchi... anni e anni di tolleranza, compromessi, concertazione, e questo è il bel risultato: il centro storico invaso da centinaia di tavoli abusivi e vie addirittura interdette al traffico da segnali fai-da-te.
Adesso basta.

Anonimo ha detto...

"quindi essendo cittaditi TUTTI e non solo quelli che NON vogliono i tavolini IL COMUNE DEVE trovare un comune accordo DEVE"

Finora il "comune accordo" è stato che ogni ristoratore ha fatto come gli pareva occupando abusivamente suolo pubblico sul quale non aveva alcun diritto.
In una situazione del genere non fatemi ridere chiedendo adesso di discutere civilmente col Comune tempi e modi degli sgomberi, pretendendo di criticare quelle quattro norme che finalmente si cerca di far rispettare... ve ne siete sbattuti per anni, meritereste di pagare oro ogni centimetro quadrato che occupate per ripagare la collettività delle risorse sottratte in tutti questi anni di occupazione abusiva.
La tassa di occupazione di suolo pubblico a Roma è tra le più basse d'Europa, un tavolo che entra in un solo metro quadro vi fa guadagnare almeno un centinaio di euro al giorno nel centro storico... basta piangere miseria, non fate pena a nessuno.

Anonimo ha detto...

vedo che qualcuno parla di accordo che il Comune di Roma dovrebbe trovare tra chi vuole i tavolini e chi no... bene visto che i tavolini li vogliono gli esercenti, mentre i cittadini romani sicuramente non vogliono quella giungla selvaggia di tavoli piazzati ovunque a meno che non rappresentino un bell'introito nelle casse comunali come a Londra (il che significa aumentarvi la tassa di occupazione di suolo pubblico di 20 volte, altro che 2), è semplice dedurne che chi deve farsene una ragione siete voi ristoratori, che state invece imponendo alla maggioranza il vostro interesse privato.
Se poi il turismo straccione tipico di questa città anela a mangiare in mezzo alla strada non ce ne può fregar di meno, magari rendendo anche i locali più decenti attiriamo finalmente dei turisti rispettosi della città invece che gente disposta a pagare 100 euro per mangiare su un marciapiede...

Francesco ha detto...

Il Comune (anzi Roma Capitale) lancia l'integerrimo Corpo della Polizia Locale verso i tavolini selvaggi in una lotta che prima o poi verrà vinta (a che pro mi domando??? con guadagno -forse- dei pochi ricchi residenti del centro storico??). La battaglia aspra vede fronteggiarsi uno..due..tre ristoratori (cascatori??? truffatori?? può essere, non lo so..io non sono un ristoratore )contro 20 vigili urbani urlanti che fanno parte di un corpo che .... forse solo con Sandokan tentò una tregua (ma la lotta con Sandokan è ben altra che contro il ristoratore selvaggio). Totò direbbe "....ma mi faccia il piacere" e rileggendo l'articolo del Tempo titolato: "Minacce, falsi dossier, depistaggi. Così Il Tempo ha scoperto «Vigilopoli» " si comprende come mai i Vigili urbani e i ristoratori siano ai ferri corti da quando il ristoratore Bernabei ha sporto le denunce che hanno portato in carcere il capo dei VV.UU. Giuliani..... ne vedremo delle belle !! accendiamo il cervello e cerchiamo di non farci abbagliare!! Roma è INDECENTE..per le BUCHE, PER IL TRAFFICO SELVAGGIO, PER IL PARCHEGGIO SELVAGGIO, PER L'IMMONDIZIA SELVAGGIA, PER LA MALEDUCAZIONE SELVAGGIA.....(questo vi dirà uno straniero)...non certo per i tavolini (a volte abusivi) che sono sgraditi solo ai residenti del centro storico. Con questo non voglio difendere i ristoratori che spesso hanno approfittato del lassismo per "allargarsi" a dismisura...ma insomma ..concordo con l'autore dell'articolo..LE PRIORITA' PER RENDERE VIVIBILE ROMA SONO BEN ALTRE!!

Francesco ha detto...

L'articolo del "Tempo" su vigilopoli è all'url: http://www.iltempo.it/cronache/2014/02/27/minacce-falsi-dossier-depistaggi-cosi-il-tempo-ha-scoperto-vigilopoli-1.1224084

Anonimo ha detto...

Caro anonimo 7.37 pm, del suolo pubblico al centro di Roma ne fruiscono tutti coloro che visitano detto centro storico e sono milioni di persone e quindi non solo i residenti che sono una piccola parte. Ci sono delle regole. Degli spazi delimitati. Oltre quelli non si deve andare. Gli spazi sono determinati in base a normative. Ci sono delle leggi. Punto e basta.

Anonimo ha detto...

E basta con i furbi, i paraculi e le sceneggiate napolatane!!
Se vogliamo restituire un minimo di vivibilità a questa città, pugno duro con chiunque se ne fotte delle regole, quindi bene i vigili che una volta tanto hanno fatto il loro dovere.
Penoso il tizio che si butta per terra ed i giornalisti che dicono che i vigili hanno menato qualcuno.

Anonimo ha detto...

Ste scene sono proprio antiche! Ma non si vergognano? L'ambulanza? Io l'avrei lasciato lì per terra. Prova a comportarti così all'estero e vedi cosa ti fanno!

Claudio Morelli ha detto...

SONO UN GRANDE FOLLOWER DI ROMA FA SCHIFO, la mia città è in balia dei prepotenti e fa sempre piu schifo, ma questo articolo ha un verso sbagliato, finalmente i vigili fanno il loro lavoro, e lo fanno anche in maniera determinata e voi cosa dite? che ci sarebbe da spostare le macchine? ma siete dei super buffoni! che cazzo di discorso è? e allora quando multeranno tutte le macchine in doppia fila cosa direte? "CI SAREBBERO DA MANNA' VIA I ZINGHERI INVECE DE MURTA' E MACHINE????" con questo articolo siete ricaduti al livello della feccia burina che criticate... mi dispiace molto per questo.

Anonimo ha detto...

Quei tavolini vietati che ricompaiono. Ecco come i ristoratori del centro si fanno beffa delle nuove ordinanze

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/centro_tavolini_ristoranti_vigili_ordinanza/notizie/884860.shtml

Passeggiando di buon’ora, quando il centro ha appena fatto confidenza con la giornata, di tavolini fuori nemmeno l’ombra, giustamente. E l’effetto visivo non è male. Ma all’ora di pranzo, quando le comitive di turisti stranieri iniziano a caracollare in su e in giù, ecco la sorpresa. Oplà, e il tavolino (proibito) riappare fuori da tutti i ristoranti. Camerieri e principali, in versione pr, iniziano la battaglia più difficile con i clienti: quella dell’ingaggio. Il biglietto da visita o esca? «Prego, mettetevi fuori». Una beffa. E fino alle 14.30 passate, la storia si ripete come sempre nonostante l’ordinanza. L’occupazione del suolo diventa abusiva: spuntano i tavolini fuorilegge. E le regole - c’è anche chi le fa rispettare a scapito della concorrenza - vanno di nuovo farsi friggere, come i fiori di zucca serviti nei piatti. Appena l’ultimo turista ha digerito e si è alzato ritorna la sindrome Mont Sant Michel: la bassa marea. I commercianti furbetti - tipo i venditori abusivi che scappano all’arrivo della municipale - fanno fagotto in tutta fretta e riportano l’arredo all’interno dei rispettivi locali. Quindi calma fino all’ora di cena quando riparte le giostra.


...Eccoli questi "onesti" commercianti che poverini sono stati trattati male dai vigili maleducati... se arrivassero nuovamente i vigili e gli rompessero a mazzate i tavoli che continuano a mettere fuori farebbero solo che bene!!!
Gente del genere capisce ormai solo le cattive... vedo che si sono proprio impauriti poverini, eh?
Eccoli là a fare come caxxo gli pare...

ShareThis