L'ignobile muro di gomma delle forze dell'ordine. Subisci un abuso e di fatto ti impediscono di denunciare. Così tutti i dati sul crimine sono falsati

2 aprile 2015

Io e la mia ragazza siamo fermi sotto un balcone in zona Colosseo, seduti sul gradino di un negozio chiuso. Una Mercedes scura ci si ferma avanti e un uomo ben piazziato e alto due metri, apparentemente di origini marocchine (ma non è rilevante, non è lui il cattivo della storia), viene verso di noi e afferra la borsa della mia ragazza, che però la ritrae in tempo. Il ragazzo inizia a correre verso la sua auto ma nel frattempo lo afferro, perché in mano tiene una borsa identica a quella della mia ragazza. Probabilmente così nel caso in cui venisse preso gli basterebbe liberarsi della borsa rubata e asserire che quella che ha tra le sue mani è la sua, anche se chiaramente è solo la borsa di uno scippo precedente. La mia ragazza, per evitare una molto probabile colluttazione, mi fa vedere che ha la sua borsa con sé, quindi lascio andare il ragazzo che sale in auto e fugge via con il suo compare, verso nuovi scippi.
Un po' scossi per l'accaduto, non abbiamo preso il numero di targa, per quanto comunque sia facile che quell'auto fosse stata rubata al momento. Decidiamo così di concludere la nostra serata e di prendere i mezzi per tornarcene a casa a riposare. Il giorno dopo, infastiditi comunque dal fatto che questi delinquenti possano dormire sonni molto più tranquilli delle persone per bene, decidiamo di spendere la domenica mattina facendo una passeggiata fino al commissariato più vicino, che, per dovere di cronaca, è il Commissariato di Polizia "Fidene Serpentara" a Montesacro. 


Arrivati allo sportello diciamo di voler sporgere denuncia, ma quando capiscono che siamo riusciti a sventare il furto si mostrano spaesati, come a chiedersi perché siamo comunque andati lì a disturbarli, se non dobbiamo neanche riavere i documenti nuovi. Al che gli faccio presente che comunque la mia ragazza è stata violentemente strattonata da un uomo alto tre volte lei, e che avevamo pensato che visto che la strada in cui avevamo subìto l'aggressione è piena di telecamere, loro avrebbero potuto facilmente reperire un video dell'accaduto. Volendo.

Per farmi contento, qualcuno ci chiede dove sia avvenuto il tentativo di scippo, e quando precisiamo che questa via è in zona Colosseo ci viene risposto che allora dobbiamo andare a denunciarli al Commissariato competente. Con pazienza gli faccio notare che se mi rubano la macchina a Roma mentre sono a Milano, non devo prendere il treno e tornare a Roma per sporgere denuncia. Quando mi rispondono qualche altra cosa senza senso la mia ragazza si inalbera e gli spiattella tutte le sue competenze legali, perciò decidono di uscire tutti fuori a fumare una sigaretta lasciando lei a parlare con un ragazzotto allo sportello che in quella sede ha chiaramente tanto potere quanto quello dell'uomo delle pulizie.


Alla fine quindi, per zittire la mia ragazza e mandarci via, qualcuno ci fa dare un foglio svolazzante, ci dice di tornare a casa e riscriverlo a computer per compilarlo. Tornare a casa, riscriverlo a computer. In un ufficio burocratico. Come se poi ognuno di noi fosse davvero obbligato a possedere un computer. E non mi dicono di spedirlo via email, poi, ma di tornare lì con il foglio riscritto da zero e compilato nelle sue parti e consegnarlo.
Il foglio - ciliegina sulla torta - non riguardava neanche una denuncia, ma un esposto. 

Per chi non sapesse la differenza, con la denuncia si informano le autorità di un reato perseguibile d'ufficio, e con l'esposto si informano le autorità di dissidi tra privati. Insomma, se non riescono a prendersi la borsetta con la forza allora hai avuto un piccolo battibecco privato. Io e la mia ragazza ci guardiamo sconsolati, capendo che non c'era nulla che avremmo potuto fare, oltre a scrivere la presente, per salutare i due furfanti e rassicurarli sul fatto che possono dormire sonni beati da qui a sempre.

Daniele

29 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Il mio commento ultimo inserito alle 2.27 PM sull’argomento: Strisce blu. L'ennesimo post che spiega perché tassare il parcheggio non è giusto, ma giustissimo

sono 10.02 AM 10.04 AM,
a quanto pare l'unica cosa chiara di questo blog è che il signor Tonelli lancia le sue idee o fissazioni e poi non si fila le argomentazioni di noi interlocutori, sostanzialmente non esiste vero confronto.
quello che non capisco siete voi ( ammesso che non sia sempre lui che commenta in anonimo o con nomi falsi ) pecoroni che andate dietro a uno che non si confronta ma impone unilateralmente.
senza confronto non esiste crescita e risoluzione!
veramente schifoso questo blog che non è la voce dei tanti ma quella di una sola persona che vuole imporre le proprie fissazioni!

Anonimo ha detto...

La polizia di Stato è come la Polizia Municipale.
La prossima volta forse è meglio provare dai Carabinieri.

Anonimo ha detto...

"veramente schifoso questo blog che non è la voce dei tanti ma quella di una sola persona che vuole imporre le proprie fissazioni!"
Quindi sarei obbligato a leggere e condividere le idee di chi scrive?
E chi mi starebbe obbligando?
Dice la stessa cosa dei libri e dei film, magari? Poco confronto anche li! :D
Mi viene da chiedere quanti commenti quel signore/a ha lasciato su questo blog in questa settimana...

Anonimo ha detto...

Siamo impotenti di fronte ai pubblici ufficiali, di fronte ai messi comunali, ai call center che ti rimbalzano da un ufficio all'altro, agli incivili, ai prepotenti.

Anonimo ha detto...

Tutte braccia rubate all agricoltura.
Comodo pappare lo stipendio senza neanche sporcarsi le mani.
LA SICUREZZA DEL CITTADINO A ROMA NON ESISTE PIU.
Braccia rubate all agricoltura,sempre pronti ad approfittare del loro potere con i piu deboli,e a cagarsi sotto davanti ai criminali.

Moralizzatore ha detto...

Su tutte le autostrade/strade che portano a roma dovrebbe capeggiare la scritta: Lasciate ogni speranza a voi che entrate...

Roma ormai e' una favela senza piu' speranza, l'unica soluzione e' andare via come ho fatto io e se proprio vi manca tornarci per le vacanze niente di piu'

Anonimo ha detto...

e' frustrato perchè Tonelli non va a casa sua a rispondere ad ogni matto che gli rivolge la parola.
Quando non è capace di argomentare sulla tematica in sè se la prende attaccando peronalmente con chi esprime il pensiero e non con il pensiero stesso..


...

Ti opponi? Sarai delegittimato. Come riconoscere e fermare la macchina del fango. Questo l'argomento dell'incontro. Il racconto dei meccanismi che portano alla diffamazione e alla delegittimazione di chi si oppone a qualsivoglia sistema di potere, sia un'organizzazione mafiosa, un gruppo politico o una situazione lavorativa qualsiasi. Il primo fra i molti riferimenti a storie di personaggi importanti è andato a Don Giuseppe Diana, Don Peppe, ammazzato nel 1994 nella sua Chiesa. Sul suo conto furono diffuse storie di tutti i tipi, fino all'ipotesi che fosse stato ammazzato perché “andava con le ragazzine”.

Le dinamiche della diffamazione che appaiono evidenti nel caso del sacerdote campano, sono le stesse che costituiscono la macchina del fango. Chi va contro il potere, viene punito in modo indiretto, screditato, isolato dai suoi amici, per i quali la sua parola non vale più nulla. Il tentativo è quello di creare un vero e proprio movimento fisico con il solo scopo di suscitare contrarietà e banalizzazione nei confronti di un determinato oppositore.

Anonimo ha detto...

Anche i Carabinieri si comportano così. ho provato a denunciare( con tanto di foto) uno smaltimento illecito di materiale da parte di rom della zona (con la connivenza della ditta di ristrutturazione che stava risistemando un negozio) mi hanno risposto che tanto era inutile e che se anche li avessero beccati, il giorno dopo sarebbero stati di nuovo in giro.

Anonimo ha detto...

Loro (delinquenti) non hanno nulla da perdere, la gente onesta tutto.
Sanno benissimo che non andranno mai in galera, che non pagheranno mai un risarcimento, noi se li tocchiamo come minimo dobbiamo venderci casa.
E' molto pericoloso aver riempito l'Italia di gente che non ha nulla da perdere !!

Anonimo ha detto...

la verità è che se non sei un giornalista o qualcuno in grado di far uscire un casino sui giornali semplicemente non vieni preso in considerazione per fatti non gravi (omicidio)

Anonimo ha detto...

si anche a me...esposto per problemi condominiali con tanto di aggressione verbale (che stava per mettermi le mani addosso) dell'energumeno abitante al piano superiore al mio...ESPOSTO...per poi sentirmi dire proprio da una poliziotta DONNA che lui ha negato tutto e che il mio era un "procurato allarme"...è inutile, tutto è inutile...mavvaffanculo....inutili..

Anonimo ha detto...

Anche se molto decaduta rispetto al passato , l'arma dei carabinieri è l'unico corpo di polizia a cui ci si può rivolgere in caso di problemi.
Anche da loro si può restare molto delusi , ma il più delle volte fanno il lavoro per cui sono pagati.
Polizia e vigili , salvo ovviamente eccezioni, hanno un livello di efficenza e di attaccamento al dovere che lascia a desiderare ( diciamo così va ) .
Da notare che nel sito della polizia la denuncia via web si limiti solamente a furto e smarrimento ....

Anonimo ha detto...

Articolo di linkiesta su Roma: http://www.linkiesta.it/reportage-turismo-abusivo-roma

Anonimo ha detto...

Stati Uniti, ristorante sulla East Coast.
Entra una donna magrissima e in evidente stato alterato (ubriaca o drogata non avrei saputo dire). Si avvicina al primo tavolo e chiede ai commensali una elemosina. Dietro di lei al bancone scorgo una cameriera che prende in mano il telefono e comincia a parlare.
La tipa si avvicina a un secondo tavolo a elemosinare.
Mentre sta venendo verso di noi (terzo tavolo, saranno passati 5 minuti da quando è entrata) entra un poliziotto che le chiede:
- nome e cognome
- se fosse nel locale per consumare
- di seguirla che l'avrebbe accompagnata a casa.

Adesso immaginatevi la stessa scena in Italia. Esatto: impossibile. Ma lo stato avanzato siamo noi eh? Mica quei fascisti amerikani che hanno lo stato di polizia eh?

bat21 ha detto...

Questo thread fa una narrazione in linea con la realtà dei fatti...
Siamo un paese tra i più militarizzati al mondo (rapporto agenti/cittadini terzo al mondo dietro Turchia e Russia) e questo è il livello di servizio per il cittadino. Una vergogna incommentabile e una rabbia infinita per le risorse delle tasse che vengono allocate così male danneggiando essenzialmente chi le paga. E' ovvio che questo discorso che vale per tutto il pubblico impiego tranne la sanità che funziona discretamente (al centro nord ovviamente...) e dovrebbe essere una questione tra i primi punti dell'agenda di ogni politico relativamente alle cose da sistemare. Purtroppo nessun politico ha il coraggio di farlo: dobbiamo veramente aspettare la distruzione della nostra economia per fare riforme serie della PA?

Anonimo ha detto...

Aho', ma che pretendete da sti poveretti? Pijano 1000 euri ar mese pe' rischià a vita, nun c'hanno la benzina pè e volanti, sò pochi che tocca che fanno i straordinari aggratis e 'e zecche dii centri sociali je dicono pecorella e je menano sempre... Mò vedi te che devono pure da stà dietro a 'e denunce de gnente... Ma vedete d'annavvene, và... Anzi, FAVORITE I DOCUMENTI!

Anonimo ha detto...

è comunque corpa dii viggggiiilii

Anonimo ha detto...

Figurati che io tra polizia di stato e polizia postale ho fatto la sponda per cercare di denunciare dove erano finiti i pezzi smontati dalla mia moto rubata, inutile dire che non glie ne è fregato nulla a nessuno...

Anonimo ha detto...

Ve lo ricordate quanto tempo ci hanno messo a beccare i poveri sfigati che incautamente hanno derubato l'ex generalone della Guardia di Finanza? 24 ORE SCARSE e li hanno ammanettati: strano eh? Loro sono al servizio dei cittadini...

Venusia ha detto...

Roma senza speranza!
Ti consiglio di presentare una denuncia - querela contro persone da identificare direttamente in Procura a piazzale Clodio, magari facendo riferimento alle telecamere.
In bocca al lupo.

Anonimo ha detto...

2.32 PM, penso che tu sappia già le risposte e vuoi mettere in crisi il Tonelli che ha paura di dartele in modo pubblico.
In ogni caso condivido che chi porta avanti delle iniziative deve dimostrare anche il suo essere e modo di vivere e condivido anche il tuo pensiero che senza confronto non esiste crescita e risoluzione dei problemi, questo vale sia nell'essere a favore di RFS che contrari.

Anonimo ha detto...

Le forze dell'ordine hanno principalmente 2 compiti , scortare i potenti , reprimere le piazze .
Poi se avanzano risorse di uomini e di mezzi si pensa alla tutela dei cittadini.
Per controllare chi protesta contro la TAV troverete centinaia (o migliaia) di carabinieri/pliziotti, Per controllare chi svuota gli appartamenti ,borseggia , rapina o accende roghi tossici non ne vedrete uno

Romano ha detto...

Ahò, ce vole tempo a scrive na denuncia. E poi peffacché. Sai quanti ce ne stanno de questi ogni giorno?

Anonimo ha detto...

A me ha spiegato tutto il commissariato san Giovanni, intervenuto come al solito per prensersela con chi denuncia un reato: "E' inutile che manni e denunce in Procura tanto ce e rimannano annoi che e stralciamo".

Che lezione.

Temo però che manco la Procura del congo stia messa così male da affidare qualunque indagine vera al commissariato San Giovanni.

Anonimo ha detto...

E' corpa dei viggiiii s'erano travestiti da poliziotti.......

Anonimo ha detto...

Innanzi tutto è bene sapere che è meglio andare dai Carabinieri. Secondo io avrei denunciato alla procura i poliziotti per omissione d'atti d'ufficio, cosi gli passa la voglia di sorvolare sulla nostra sicurezza.

Anonimo ha detto...

O sì, soprattutto se sono i carabinieri di Via Britannia o di Piazza Dante, veramente una svolta.

Anonimo ha detto...

O sì, soprattutto se sono i carabinieri di Via Britannia o di Piazza Dante, veramente una svolta.

Anonimo ha detto...

Comunque quanto alla macchina del fango, è il solito avito monnezza power, come ha scritto qualcuno è la solita gladio.
Gruppi di sfigati armati e organizzati, preferibilmente raccattati dai sert e dagli ospedali psichiatrici, e organizzati da forze dell'ordine corrotte, più monnezza di loro.
Per eliminarli basta sputtanarli: spuattanarne i sistemi, le metodiche, le fonti, che sono le stesse da 40 anni. e magari i i nomi.

ShareThis