Non che in Australia sono più civili di noi, è semplicemente che la legge li viene applicata e fatta funzionare. Semplice, no?

25 marzo 2014


Vorrei condividere con tutti cosa succede nelle altre stazioni metro del mondo, Vorrei parlarvi di Sydney, dove ho vissuto molti anni.
Allego alcune immagini per documentare meglio quello che sto dicendo, ovvero che sebbene il biglietto costi caro (2 ore per 3,70 dollari, naturalmente a livello con stipendi che sono il triplo dei nostri) il servizio è eccellente, stazioni pulite, passeggeri sempre in ordine, e interni che sembrano il salotto di casa.
Ebbene il mio racconto parla di come mantengono l'ordine e disciplina: la mia ex prese il tram senza biglietto, e quel giorno che passarono i controllori. La beccarono, li non girano uno alla volta con il pericolo di prendere le botte, li girano in 5, la fecero scendere, chiesero documenti ed un numero di telefono di una persona che potesse confermare dove abitava, ovviamente lei diede il mio numero, infatti mi chiamarono e confermai l'indirizzo. Ora non so cosa sarebbe successo se non avesse dato ne documenti ne numero, ma lo lascio immaginare.
Dopo una settimana arrivò una multa a casa mia intestata a lei, erano 175 dollari! E se non avessimo pagato entro un mese la contravvenzione sarebbe raddoppiata, e se entro 2 mesi non avessimo pagato il giudice avrebbe mandato a pignorare i beni a casa...
Risultato? Facile: ogni multa viene pagata, in quanto il sistema funziona! Secondo voi la marea di "persone" che entrano a gratis nei mezzi pubblici italiani e venendo fermate danno generalità fasulle che conseguenze hanno? Chi pagherà per loro? Voi, ovvio.
Qui il problema sono le leggi, scritte per tutelare i fuorilegge. Le guardie che fermano gli evasori non possono toccarli, ne fermarli: chi prende le multe è solo chi non può scappare!!! In Australia basta un loro fischio che sei immediatamente circondato e vi assicuro che ho visto scene dure da parte loro in quanto non ci vanno piano con le mani e secondo me fanno bene, in quanto tutto funziona!
SAM

58 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

O no! SAM anche qui ci sei, anche questa esperienza hai fatto. Ma sei tu, il solito SAM? Incredibile SAM mica sarai onnipotente, in tutti i posti scrivi, hai fatto esperienze e tutto sai tu. Grande SAM, l'umanità senza di te sarebbe persa. Grazie di esistere SAM.

bat21 ha detto...

Sam se gli australiani hanno creato un sistema in cui infrangere le regole è impossibile sono anche più civili. Noi italiani (e in particolare i Romani/meridionali) abbiamo la tendenza a considerare lo stato come un semplice datore di lavoro, una immensa mangiatoia che al contempo deve permetterci di violare ogni regola del vivere civile. C'è un gap culturale enorme rispetto al mondo dell'europa del nord!

sam ha detto...

Un sentito ringraziamento a RFS
riguardo la mia considerazione sui mezzi pubblici

Come ben mi conoscete visto che sono un frequentatore di questo forum, io amo Roma, io la adoro, e veramente mi infrange il cuore vederla in questo stato

I modi di frenare l'evasione sui mezzi ci sono, è possibile, basta guardare l'erba del vicino, se lui ci riesce basta copiare nei minimi dettagli la usa opera, ho inviato solo 3 foto, ma da qui si capisce:
-l'ordine
-la pulizia
-l'efficenza
alla fine 3,70 dollari erano un nulla per quello che guadagnavo e il servizio offerto era eccellente!, addirittura nei treni locali c'era il boccione dell'acqua con i bicchierini di plastica (acqua fresca)

Proprio ieri sul profilo di Facebook leggevo vari pendolari che erano stati UMILIATI dal fatto che loro pagano il biglietto, mentre di fronte a loro la solita flotta di evasori passa e nessuno può dire e fare nulla, infatti io me la prendo molto con le leggi italiane, le guardie nei gabbiotti in Italia possono fare ben poco, non si può bloccare la persona,bisognerebbe chiamare la polizia! insomma tutto a vantaggio dell'evasore che tanto scappa!
Se ci fate case sono cosi abituati a scavalcare il tornelli che se un abbonato li riprende si offendono pure,non è possibile in un paese civile.

Anonimo ha detto...

@8.45
Anche tu sei sempre qui con la differenza che scrivi tanto per farti sentire visto che non proponi niente di utile. O forse sei utile anche tu: in fondo fai capire perché Roma è ridotta così.

Anonimo ha detto...

Ho vissuto per circa un anno e mezzo a Roma tra il 2007 e il 2008 e per sei mesi a Melbourne tra il 2009 e il 2010.

Posso confermare al 100% questo articolo sull'Australia; sta tutto lì, giuste o sbagliate gli australiani rispettano le regole in modo pedissequo.

Per quanto riguarda Roma posso solo dire che questo blog mi ha riportato in mente le scene quotidiano di degrado e squallore alle quali assistevo assuefatto (vicendo a Monti di Prima Vale e lavorando a Tor Vergata percorrevo praticamente tutta la metro A ogni giorno).

Non ritornere a Roma per nessuna ragione. E' sporca e pericolosa ed il problema principale non sono nè ii politici e nè l'amministrazione, ma sopratutto la tracotante strafottenza e ignoranza dei romani.
Il dilagare del degrado metropolitano è solo una conseguenza di una città che è praticamente una res nullius e dove chiunque (straniero, barbone, romano ecc.) può fare e disfare quello che vuole.

P.s.
Visitate l'australia e viveteci se potete

Scusate lo sfogo

Anonimo ha detto...

Ecco appunto riguardo gli stipendi in australia...qui da noi c e una gravissima disoccupazione e li mi pare il due per cento, ma quanto sono bravi gli australiani eh! Per stare bene loro dobbiamo stare male noi, tutto e' previsto e voluto, e voi pretendete ordine e disciplina verso uno stato che non e' una mangiatoia ma ti fotte alla grande ogni giorno, e volete pure che la gente butti l immondizia bene, peccato che mica siamo in svizzera qui. Kristian

Anonimo ha detto...

Ecco appunto riguardo gli stipendi in australia...qui da noi c e una gravissima disoccupazione e li mi pare il due per cento, ma quanto sono bravi gli australiani eh! Per stare bene loro dobbiamo stare male noi, tutto e' previsto e voluto, e voi pretendete ordine e disciplina verso uno stato che non e' una mangiatoia ma ti fotte alla grande ogni giorno, e volete pure che la gente butti l immondizia bene, peccato che mica siamo in svizzera qui. Kristian

Anonimo ha detto...

SAM, allora sei proprio tu il vecchio SAM della guerra del Vietnam? Sai sempre tutto tu su tutti gli argomenti ma come fai, vorrei essere tanto come te. Sarai un uomo canuto col sigaro e gli occhiali spessi, ti immagino così visto la tua grande sapienza ed esperienza. No, non ci credo che sei un vecchio sei solo il solito tastierista di Roma fa Schifo che sa tutto ed ha la soluzione per tutto che sta dietro una tastiera e fomenta fomenta ma mai si espone direttamente che ad un certo momento, prima o poi succederà, uscirà fuori e diventerà qualcuno di quelli che dirà anche la sua a livello governativo. Scommettiamo? Io scommetto che qualcuno di Roma fa Schifo prima o poi, con l'appoggio costruito su questo tipo di pagine, andrà nel gruppo regionale che ci governa ed è solo questione di tempo succederà quando qualche partito politico deciderà di fare da sponsor. Assurda la mia teoria? Prendete appunti e poi vedremo.

Anonimo ha detto...

No che appoggio...qui vogliono il partito del manganello e della celere, e chi li appoggia , due gatti! Kristian

Anonimo ha detto...

Viveteci in australia...se non sei laureato ingegnere spaziale e sai tre lingue, nonche hai gia un lavoro in australia da 4000 euro al mese manco ti calcolano, i civili! Hai capito te, per cercare un lavoro gia lo devi avere il lavoro, roba da dementi...ah , lo fanno per la qualita' delle persone, i civili. E adesso aspetto quello che mi dice che il lavapiatti che sa il giapponese guadagna 2000 euro...ipocriti. Kristian

Anonimo ha detto...

L'Australia è favorita dal fatto di essere abbastanza lontana dal resto del mondo per poter controllare l'immigrazione clandestina, poi non fa entrare gente che non ha soldi e possibilità di mantenersi. Infine non ci sono romani. Ecco perché funziona.

Anonimo ha detto...

L'Australia è favorita dal fatto di essere abbastanza lontana dal resto del mondo per poter controllare l'immigrazione clandestina, poi non fa entrare gente che non ha soldi e possibilità di mantenersi. Infine non ci sono romani. Ecco perché funziona.

Anonimo ha detto...

Anonimo 9.56, questi se la fanno sotto, altro che manganello, sanno stare solo dietro una tastiera o usare una buona dialettica. Li appoggiano tempo a tempo, aspetta e vedrai. Secondo me ci sono già lavori in corso.

Anonimo ha detto...

"tastierista" ?! Che e' una band musicale ?

Anonimo ha detto...

Voi anonimi coraggiosi invece che state dietro alla tastiera per prendervela con chi fa vedere che Roma è una discatica che fate di bello per strada?

girolamosegato ha detto...

@ bat 21

Condivido la tua opinione! Da noi è assente il più elementare senso civico e il rispetto delle regole latita. Potrebbe essere interessante approfondire l'argomento con un'analisi socioantropologica.

Un solo appunto: quando si parla di romani sarebbe più corretto parlare di "abitanti di Roma", in quanto il 60% dei residenti della Capitale non è nato a Roma, e il rimanente 40% è romano da appena una generazione.

sam ha detto...

Leggo tristemente di commenti molto superficiali e diffidenti riguardo i vari blog di denuncia pubblica.
In fondo siete Italiani, è nella vostra natura stare li a lamentarvi e non fare nulla, non ve ne faccio una colpa, oramai il lassismo e passivismo ha invaso anche la propria anima, in fondo tranne che nel periodo Romano chiunque arrivasse in Italia, la conquistava facendone proprie terre.
Ben vengano invece le persone che mettono in evidenza le illegalità di Roma, da qui anche la municipale prende spunto, non pochi tag sono da parte del comandante della municipale su twitter che si riferiscono a ROMA FA SCHIFO.


per continuare a parlare di come si possa frenare l'evasione, ecco una pagina del sito dei trasporti pubblici:
http://ptv.vic.gov.au/getting-around/authorised-officers/
come potete ben leggere, i vari controlloro HANNO IL POTERE DI ARRESTO in attesa che venga la polizia,
Questa capacità fa veramente la differenza! io infatti me la prendo molto con le leggi, avessimo noi leggi ferree potremmo metterle in atto senza paura di ritorsioni.
Se volessi prendere la metro a Roma e non volessi pagare il biglietto ho tutte le leggi a mio favore, nessuno mi può bloccare, quindi tutti vanno via come se nulla fosse.

Anonimo ha detto...

le leggi buoniste catto-comuniste hanno rovinato questo paese dal dopoguerra ad oggi

pena di morte. subito !

Anonimo ha detto...

girolamosegato, direi che anche su questa pagina dovrebbero parlare solo i romani che abitano a Roma e non quelli che la città non la vivono solo di riflesso.

Anonimo ha detto...

ecco quando dico che Roma fa Schifo ci stà svergognando. guardate SAM è di un altro paese e si permette continuamente di smerdare Roma, poi SAM chissà da che merdume viene e mi chiedo perché non se ne ritorna visto che qui c'è la cacca? SAM vattelo a prendere in quel posto, sei ospite da noi e comportati educatamente che significa anche che non devi sparlare mangiando alle nostre spalle. Vergognati SAM! Tornatene a casa tua e non sputare nel piatto dove ti stiamo facendo mangiare.

Anonimo ha detto...

Fammi capire, se non ci fosse Roma fa schifo le cose andrebbero meglio? Non è che confondi il lavare i panni in famiglia con il nascondere le cose per evitare che si prendano provvedimenti?
Vi incavolate tanto se uno che non è romano (sempre che ci sia il tipo romano) mostra lo schifo di Roma ma forse sarebbe più utile che vi incavolaste con chi causa quello schifo, cioè con chi a Roma ci abita.

Anonimo ha detto...

I fenomeni che danno addosso a chi denuncia i disservizi e le inciviltà che ogni giorno bisogna sopportare a Roma adducendo giustificazioni per gli incivili come disoccupazione e stipendi bassi ed escludendo a priori ogni mezzo per far rispettare le regole etichettandolo come fascista, sono talmente ben adattati nello schifo e nella melma di questa città che considerano come alieno ogni altro sistema CIVILE . Da romano mi vergogno. Oggi la gran parte dei romani è cafona e sciatta. Il romano stile personaggio dei fratelli Vanzina è la normalità e la cosa più grave è il fatto che se ne vanti anche. Rassegnazione....

Anonimo ha detto...

Non sono mai stato in Australia ma credo a quello che c'è scritto anche dai racconti di altre persone.
Applicare le regole dovrebbe essere la norma e loro evidentemente lo fanno.
Comunque tornando a noi basta andare sotto le nostre stazioni per vedere quello che succede: un signore di una certa età che pretendeva di entrare a trenino dietro una ragazza: lei ha fatto finta di non sentire, o non ha sentio effettivamente, ed è passata. Le ha dato della sorda! Visto quindi che non riusciva a passare a trenino ha scavalcato il tornello in uscita con tanti di valigia!
Un ragazzo messaggiava con il suo costoso Smartphone e con noncuranza ha scavalcato il tornello in uscita. Non so se il telefonino e gli abiti che aveva addosso sia abituato a pagarli o meno visto che il biglietto non lo ha pagato.
Contemporaneamente dall'altra parte avveniva lo scavalco del tornello di altre due persone.
Intanto un'altra persona dall'interno apriva la famosa barriera antintrusione costata non si sa quanto ed usciva lasciandola aperta.
Adesso ci sarà il solito spiritoso che dirà che siamo tutti tastieristi ma non capisco perché il cittadino si debba sostituire a chi è pagato dalle nostre tasse, dagli abbonamenti e dai biglietti per controllare e vigilare rischiando di essere malmenato nella migliore delle ipotesi.
E' una vecchia storia. Si paga per non ottenere un minimo di servizio.
La stazione: la famosa stazione di Numidio Quadrato ma sono tutte ormai nella solita condizione.
Comunque noi a qualcosa di australiano somigliamo: gli struzzi.
Adesso è RFS che fa andare male le cose a Roma! Se non è essere struzzi questo!





Anonimo ha detto...

Il romano vanziniano si è sempre vantato di essere in quel modo non è una novità, piuttosto bisognerebbe vedere quanti ci sono veramente e quanti ci fanno perché magari toccati nei loro interessi dalle denunce di RFS.

A proposito, è sparito un mio commento?

Anonimo ha detto...

Visto che c'è chi si incavola quando si paragona Roma ad altre città allora facciamo un altro paragone, tanto per farli rosicare: Londra

A Londra si vive peggio, ma si sta meglio
http://www.ilpost.it/2014/03/25/vivere-a-londra/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+ilpost+%28Il+Post+-+HP%29

Anonimo ha detto...

farsi svergognare in casa propria significa solo che non si ama veramente la propria casa. forse non la sporcherete forse non parcheggerete male ma una cosa è certa Roma non l'amate veramente. tanti che scrivono su questo blog non sono residenti a Roma, altri non sono neanche italiani, altri ancora si nascondono dietro all'anonimato ma sono solo sempre gli stessi che fingono di essere persone di identità diversa, altri sono della redazione di Roma Fa Schifo che si vergognano a farsi riconoscere. questo blog è la vergogna di Roma e dei romani. Roma fa Schifo oltre a non amare veramente Roma ma permette anche ad altri di svergognarla. Vergognatevi! Lavare i panni in casa propria è semplicemente l'attegiamento di chi ama la propria casa come farebbe, nel privato ognuno di noi! Certo voi non la sentite, Roma, veramente vostra pertanto se la svergognano cosa vi interessa, attiggiamento logico il vostro! Due dei tanti che sono sempre a svergognare Roma: SAM e BAT21 con Roma non c'entrate nulla quindi basta a sparlare di Roma o dei Romani altrimenti se avete le p... firmatevi con i veri nomi e cognomi e mettetevi in discussione veramente. Roma fa Schifo se tu amassi veramente Roma la finiresti di svergognarla ma scendi in strada e vediamo se hai veramente le p....,o come ha detto Anonimo stai mirando a qualche tipo di scalata politica (ambizione - sete di successo - etcc....)?

Anonimo ha detto...

Lavare i panni sporchi in casa propria è un'ottima politica per impedire agli altri di trarre vantaggi... quando si lavano però.
Adesso dimmi quanti panni sporchi si sono lavati a Roma prima che nascesse RFS.
Magari dimmi anche che fai tu che sei un vero romano per la tua città, oltre a criticare chi scrive le cose come stanno, e cioè che Roma è ridotta da schifo e troppi romani sono i primi a compiacersene.
Hai letto l'articolo su Londra? Fa un po' il paragone e poi vediamo chi è più intelligente, se il londinese o il romano.

Anonimo ha detto...

Esaltazione di Roma fa Schifo come al solito, a parte tutto questi cambiamenti tanto decantati non li vedo oltre a trovare lamentele continue. Le realtà degli altri paesi sono da considerare nella totalità e non dove ci tornano comodo.
Il blog e i blogger di Roma FA Schifo ora sarebbero chiusi in qualche torre sperduta se fossero a Londra visto che fomentano il popolo e sparlano dello Stato.

Anonimo ha detto...

In Australia per ottenere un permesso (temporaneo) di soggiorno devi dimostrare di avere un lavoro da almeno 3000$ al mese.

In Australia per turismo entri solo se hai già il biglietto di ritorno e devi fornire programma dettagliato di viaggio, prenotazioni alberghiere e garanzie economiche.

In Australia la Marina respinge le barche anche dei richiedenti asilo, e spara addosso a chi non rispetta l'ordine di fare retromarcia al limite delle acque territoriali.

In Australia non governa il PD.

Anonimo ha detto...

qui c'è chi dice che la merda è buona solo perchè l'ha fatta lui. Appena una persona da una visione reale delle cose tutti si sentono offesi perchè "smerda roma e i romani". Mentalità da sottosviluppati.

Anonimo ha detto...

Ma in Australia hanno un Primo Ministro che ha pronunciato questo discorso...

“Non sono contrario all´immigrazione e non ho niente contro coloro che cercano una vita migliore venendo in Australia. Tuttavia ci sono questioni che coloro che recentemente sono arrivati nel nostro paese e, a quanto sembra, anche qualcuno dei nostri concittadini nati qui, devono capire.

L´idea che l´Australia deve essere una comunità multiculturale è servita soltanto a dissolvere la nostra sovranità ed il sentimento di identità nazionale. Come australiani, abbiamo la nostra cultura, la nostra società, la nostra lingua ed il nostro modo di vivere. Questa cultura è nata e cresciuta durante più di due secoli di lotte, processi e vittorie da parte dei milioni di uomini e donne che hanno cercato la libertà di questo paese.

Noi parliamo l´inglese, non il libanese, l´arabo, il cinese, il giapponese, il russo o qualsiasi altra lingua. Perciò, se desiderate far parte della nostra società, imparate la lingua! La maggioranza degli australiani crede in Dio. Non si tratta soltanto di un affare privato di qualche cristiano fondamentalista di destra, ma vi è un dato di fatto certo ed incontrovertibile: uomini e donne cristiani hanno fondato questa nazione su principi cristiani, ed è chiaramente documentato nella nostra storia e dovrebbe essere scritto sui muri delle nostre scuole. Se il nostro Dio vi offende, allora vi consiglio di prendere in considerazione la decisione di scegliere un’altra parte del mondo per mettere su casa, perché Dio è parte della nostra cultura.

Accetteremo le vostre opinioni religiose, e non vi faremo domande, però daremo per scontato che anche voi accettiate le nostre e cercherete di vivere in pace ed armonia con noi. Se la Croce vi offende, o vi molesta, o non vi piace, allora dovrete pensare seriamente di andarvene da qualche altra parte.

Siamo orgogliosi della nostra cultura e non pensiamo minimamente di cambiarla, ed i problemi del vostro paese di origine non devono essere trasferiti sul nostro. Cercate di capire che potete praticare la vostra cultura, ma non dovete assolutamente obbligare gli altri a farlo. Questo è il nostro paese, la nostra terra, il nostro modo di vivere vi offriamo la possibilità di viverci al meglio.

Ma se voi cominciate a lamentarvi, a piagnucolare, e non accettate la nostra bandiera, il nostro giuramento, i nostri impegni, le nostre credenze cristiane, o il nostro modo di vivere, vi dico con la massima franchezza che potete far uso di questa nostra grande libertà di cui godiamo in Australia: il diritto di andarvene. Se non siete felici qui, allora andatevene. Nessuno vi ha obbligato a venire nel nostro paese.

Voi avete chiesto di vivere qui: ed allora accettate il paese che avete scelto. Se non lo fate, andatevene! Vi abbiamo accolto aprendo le porte del nostro paese; se non volete essere cittadini come tutti in questo paese, allora tornate al paese da cui siete partiti! Questo è il dovere di ogni nazione. Questo è il dovere di ogni immigrante."


Noi abbiamo il PD...

Anonimo ha detto...

Chi non è contento dell'Italia o di Roma o dei romani che non condivodno la linea di Roma fa Schifo possono seguire le indicazioni del Primo Ministro dell'Australia, cambiate aria e cercatevi una città a vostra immagine. Se poi tu non abiti a Roma o non sei di Roma ti invito a farti i fatti tuoi nella città nella quale vivi o fatti i fatti tuoi in casa tua dietro un pc. Obbiettivamente ma cosa interessa a noi del pensiero del Primo Ministro Australiano, mica abbiamo i canguri noi. Oggi i commentatori di questo argomento sembrano tutti Australiani, vi ricordo che questo blog dovrebbe affrontare, se proprio deve farlo, argomenti italiani o meglio di Roma. Vuoi vedere che Roma si trova in Australia ed io non lo sapevo?

Anonimo ha detto...

Giorni fa ero sul 913, salito a Balduina e diretto a Cipro.
Dopo un paio di fermate ecco i tre controllori, bene - sghignazzo io tra me e me - ora mi faccio due risate visto e considerato che sul quel mezzo ci saranno stati almeno la metà dei passeggeri senza titolo di viaggio, e visto e considerato che non vedevo un controllore su un autobus da un paio d'anni.
L'autobus è ancora fermo, è discretamente pieno; dopo il classico tram tram di sguardi, c'è una mobilitazione generale verso la macchinetta obliteratrice sul fondo. E qui la prima stonatura: i controllori sono saliti tutti dalla porta anteriore. Non importa penso io, quei 3 o 4 che si salveranno obliterando in extremis non sono nulla rispetto a quelli che saranno fermati e multati.
L'autobus rimane fermo, e la gente continua a dirigersi verso il fondo della vettura, guadagnando metri dai 3,che intanto procedono con i controlli. Nota anche su questo: il controllo non può essere fatto random, dev'essere bensì preciso, perché alla domanda "è già passato il collega" io potrei dire sì mentendo.
Non importa dai, che adesso tutti quei parassiti saranno multati...aspetta, ma che succede, la porta posteriore è rimasta aperta.........
Sono scesi praticamente tutti, eccetto io, i controllori, e quei 4 stronzi come me che avevano il biglietto.
Perché?

Anonimo ha detto...

anonimo 3.19 che brava persona che sei, pubblica la tua foto che ti facciamo la statua davanti al Colosseo e poi scriviamo " che uomo! ". Ora vado ad asciugarmi le lacrime mi è venuto da piangere nel leggere la tua avventura. ciao tenerino. Ma la storiellina l'avevi scritta tre giorni fa o ti era rimasta così impressa nella mente che ricordi così bene tutti i particolari? Ora rilassati anche tu, mi sembra che tu sia rimasto scioccato hai fatto bene a scaricarti nel raccontarla.

Anonimo ha detto...

@anonimo 3:19. Ti sei risposto da solo: perche' siete 5 stronzi.

Anonimo ha detto...

ecco che finito l'orario scolastico si notano subito i Bimbiminkia innondare questo bloc
si riconoscono subito in quanto sono quelli dediti a :"NON PAGARE IL BIGLIETTO" e prendere in giro chi lo fa

a danno della comunità ovviamente

Ely ha detto...

c'è modo da identificare tramite IP l'idiota dell :" marzo 25, 2014 4:12 PM"?

vorrei sapere se è possibile denunciarlo per offese

Anonimo ha detto...

Ma sti troll da quattro soldi come il cretino che ha scritto qua sopra quanto tempo libero che hanno !

Lavoreranno mica per qualche ministero o in qualche ufficio della pa ?

Anonimo ha detto...

@ely E dopo che l'hai rintracciato lo denunci perche' ha offeso un "anonimo"?????

Ely ha detto...

no, ha offeso TUTTI quelli che pagano regolarmente il biglietto, compreso me e te

Anonimo ha detto...

Magari il biglietto lo paga anche lui e si sente stronzo come chi lo ha scritto per primo.

claudio ha detto...

bah che dire...in australia come in altri paesi ci sono diverse realtà partendo dagli stipendi ecc eccc....non è paragonabile la situazione e comunque se arrivano a fare determinate leggi così dure per un biglietto dell'autobus credo che siano stati molto piu incivili di noi dato che sono arrivati a questo punto..altrimenti non le mettevano..ovvero si arriva a determinati metodi quando non ci sono alternative...io non santificherei tanto questa gente.
Poi oltre a puntare il dito sempre su quelli che non timbrano volevo dire che io timbro il biglietto ma tu mi dai il servizio? l'orario dei passaggi? il mezzo su cui viaggio è sicuro? l'autista è sobrio? ha l'auricolare? e poi per ultima cosa che potrebbe essere anche fatta sulla rai e il suo canone...se l'atac a fine anno sta in debito di esempio 10milioni di euro e se li fa dare dallo stato (ovvero dalle mie tasse) poi hanno diritto di pretendere il biglietto o multa fatta? anche se i soldi li hanno presi ugualmente dalle mie tasse?

Ely ha detto...

la legalità nasce dal basso, nasce da tutti noi, siamo noi i primi che dobbiamo indignarci di fronte a tutto questo. se al primo ragazzino che ci offende se facciamo il biglietto non diciamo niente, questi si sentirà autorizzato a farlo ancora, ed ad evadere nuovamente il biglietto in quanto considerato superficiale. L'educazione non dobbiamo cercarla al gabbiotto dalla guardia giurata, siamo noi i primi che dobbiamo dargli una sberla a questo ragazzino viziato, la guardia giurata per legge non può toccare nessuno figuriamoci arrestare come scritto da Sam, bisogna indignarsi, bisogna reagire, altrimenti ci metteranno i piedi in testa e già lo stanno facendo.Sam ha candidamente spiegato le motivazioni della grande differenza che c'è tra Roma ed un'altra città estera, prima di tutto la voglia di civiltà e di rispetto delle regole, qui non c'è nessuno che le fa rispettare, ma proprio per questo tutti si sentono autorizzati a scavalcare il tornello,bisogna indignarsi e nel caso un bel ceffone, la situazione sta precipitando, in australia, ma penso pure in germania o a Lonra, nessuno si permetterebbe mai di offendere nessun'altro in nessun forum, questo perchè qui succede? perchè tanto da noi le leggi non funzionano? oppure perchè siamo noi che non le facciamo le segnalazioni? beh allora è meglio iniziare subito

Anonimo ha detto...

Roma ha dimostrato da decenni di non essere in grado di risolvere da sola un problema che è uno, è ovvio che venga considerata per quello che è dal resto del mondo civilizzato. Se poi certi romani rosicano perché non vogliono essere giudicati il resto del mondo se ne farà una ragione e continuerà a giudicarli e a ridergli dietro.

bat21 ha detto...

Invito Sam a non offendersi e a risentirsi per coloro che lo hanno criticato e a postare altri confronti Australia - Roma.
Una gran parte di cittadini romani è irrecuperabile ma altri forse saranno illuminati nel vedere che un altro mondo è possibile.
Un mondo dove il pubblico non è un qualcosa da sfruttare a proprio beneficio personale, un mondo in cui esistono regole condivise che vengono rispettate a beneficio e vantaggio di tutti. RFS fa questa opera meritoria di conversione dei coatti e tu Sam puoi essere un tassello di questa conversione!

(Ps io posto i miei pensieri senza condizionamenti e se utilizzo uno pseudonimo è mio diritto e penso che sia il minimo vista la quantità di insulti, bestemmie, apologia del nazifascismo che viene vomitata qui dentro...)

Anonimo ha detto...

Invito tutti a leggere l'articolo su Londra linkato qua sopra perché si vede come con la volontà dei cittadini tanti problemi verrebbero limitati se non proprio annullati. Certo già il fatto che non hanno cassette delle lettere ma fessure sulle porte a Roma sarebbe un problema enorme visto che verrebbero usate come secchi dell'immondizia da una quota parte dei romanici, tanto per far capire da subito quale differenza di fondo c'è tra le due mentalità. Ma a parte questo si parla di problemi che sono comuni alle due città e che là vengono affrontati in modo molto più efficace. O magari vengono affrontati e basta.

bat21 ha detto...

Anonimo 19:09 bellissimo estratto! Ti apre veramente gli occhi su cosa è una grande civiltà e fa rattristare il confronto con noi.
Comunque nelle mie peregrinazioni dopo la laurea ho abitato per un certo tempo in provincia di Belluno. Per chi viene da Roma è uno choc: tutti hanno cura maniacale del territorio e si arriva al punto che chi ha un terreno non mette a posto solo il suo terreno ma pulisce e passa con il taglia erba anche sulla fascia di pertinenza stradale (visto con i miei occhi)!
Senza andare a Londra ci sono esempi interessanti di buona collettività anche in Italia ma sono tutti a nord di Roma...

Anonimo ha detto...

Bat21 il leghista che non abita a Roma invita SAM, che non è di Roma, a svergognare Roma. Molto significativo.
Ely parli di denunciare ma questo non è il blog dove si fomenta alla grande , dove si mette in dubbio la credibilità dei lavoratori, dove si invita a diffidare delle istituzioni, dove l'anonimato regna sovrano? e tu ora vorresti flagellare quel anonimo solo per aver detto quella cosina che rispetto a tante altre, che vengono dette, è proprio una briciola?

Anonimo ha detto...

Mi dispiace, ma Bat21 ha sostanzialmente ragione.

Anonimo ha detto...

Mi ricollego al discorso di bat21 per raccontarvi questo aneddoto, che credo sia significativo. Un mio amico l'estate scorsa è andato in vacanza in Alto Adige, e per recarvisi ha preso un treno Frecciargento Roma-Bolzano. Vicino a lui, sul treno, era presente una viaggiatrice con un cane di grossa taglia senza museruola, cosa ovviamente vietata dai regolamenti in vigore. Ebbene, quando è passato per il controllo dei biglietti il personale romano, non le ha detto niente; quando, invece, il treno è arrivato a Bologna, il personale romano ha ceduto il posto a quello altoatesino (lo si capiva dall'accento) il quale ultimo, quando è passato a controllare i biglietti, ha detto alla proprietaria del cane: "Signora, il cane senza la museruola non può viaggiare; quindi, o lei gliela mette, o siamo costretti a farla scendere". Questo aneddoto credo sia significativo della differenza di mentalità esistente tra Roma ed altre zone d'Italia (non parlia mo poi, appunto, dell'estero).

Dario ha detto...

Mi immagino già il commento dell'italiota seduto due posti più in là...: "Ahò, è arrivata la Gestapo"

Anonimo ha detto...

Anch'io ho vissuto a Melbourne l'ultima volta dal Novembre 2009 a Maggio 2010 proprio nello stesso periodo di Anonimo 25 Marzo h 09.40, ma al giorno d'ogg a 46 anni e di nuovo a zampe in aria, in Australia ci posso ritornare solo sposandomi (e mi era anche stato proposto eh? Ma non volevo lasciare la mia adorata Mammona da sola qui a Roma...altrimenti sarei restato...).
L'Italia dopo 20 anni di fascismo è terrorizzata a reprimere, cioè si è persa totalmente la possibilità di scindere tra il fascismo e il rispetto delle regole. A Lungo andare tutto questo ci porterà alla fine (faremo la stessa fine della Jugoslavia, lo do per certo...).

Sono partito appunto per aumenrtare la mia collezione di foto ai mezzi pubblici (a proposito quelle foto sono di Melbourne non di Sydney). In un giorno di Gennaio , faceva 43, una vecchia si lamentò perché, a seguito della decisione di far rallentare i treni (i binari con quella temperatura cominciano a dilatarsi) ci furono 10, dico ben 10, minuti di ritardo...beata allèi je dissi in rominglese...

Ma anche Melbourne ha i suoi problemi...l'alcol, rompipalle ogni 5 minuti, una non velata dose di razzismo (ho visto 4, dico 4 neri) e una favola che sta cominciando a scolorirsi...e un primo ministro (Abbott, quello con le orecchie a sventola) che qui si è già affacciato da Piazza Venezia 74 anni fa...e che tra l'altro, vuole anche modificare la legge sulla libertà d'espressione, vedete su YT cosa sta succedendo proprio in questi giorni....

Da studioso e appassionato di trasporti, ripeto il mio parere. C'è la precisa volontà politica di far andare a scrocco. Se vai a scrocco di levi dalle palle perché sei un morto di fame, solo i opoveri prendono i mezzi. E io col mio SUV ho la strada libera, tu sei zingaro o rumeno e allora vai coll'85, semplice no? E' così la mentalità Romana, perché altrove, Milano, persino Napoli c'è tutt'altro concetto.
Qui a Roma "dividere" non va, ci dev'essere il solito Sordiano "io so io voi nun sete un..."

Se ci fossero di nuovo controlli e bigliettai sul tram della Prenestina o Casilina, girerebbero vuoti, sarebbero tutti per strada coi carri...ve li immaginate?

Dai che sotto sotto vi sta bene così, Roma è di merda proprio perché la conosco essendo la mia città. Proprio per questo ho sempre sognato di ritornare a Melbourne. E non fate i soliti discorsi tipo "Abbandoni sta Romaa Caput de sta Patria e Nasserya emmarò...." pagate le tasse invece; essere dei veri patrioti significa non abbandonare economicamente la nazione, cosa che invece fate quotidianamente, voi de "numme toccà sta Roma Mia e Tottipuponemio"


Tramvinicyus
TPL come primo Social Network della Storia

Anonimo ha detto...

A Tram noi avremo avuto 20 anni di fascismo ma i tedeschi che hanno avuto il nazismo e sono stati oggetto di un lavaggio del cervello durato decenni che gli ha inculcato un senso di colpa enorme su cose che non hanno neanche fatto direttamente loro (ma i loro padri e nonni semmai) le regole le fanno rispettare con durezza se serve. Com'è sta storia?

Anonimo ha detto...

Cosa? Io non capire, non capire, perso documento, non ricordare.

Anonimo ha detto...

Ci dispiace
se Giordano non ci piace,
la Città Eterna difendiamo con orgoglio
e, come ai tempi di Badoglio,
c'è un posto libero in Campidoglio!!

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 2,46

Semplice: loro sò iti avnati e se sò lasciati alle spalle er passato....noi no...


Tramvinicyus

Anonimo ha detto...

Alla persona che ha detto che belluno sarebbe una città civile vorrei dire: si vede che ci hai vissuto poco tempo (per tua fortuna)!!! Qui forse ci sarà rispetto per il territorio, in compenso c'è il disprezzo più totale verso le persone o meglio verso chi ha qualche diversità o problema. E' una città di gente chiusa, piena di pregiudizi, di ipocriti senza coscienza.

bat21 ha detto...

Sono io ci ho vissuto un paio di anni e a parte lo sbarramento mentale iniziale tipico di chi vive in zone pedemontane non ho visto niente di quello che dici dato che inizavo veramente a sentirmi integrato nella comunità. Vivevo in un paesino molto carino (Santa Giustina) nemmeno stavo a Bl e mi è piaciuto molto!

ShareThis