Lo scandalo di Via Marmorata di cui nessuno parla. Ecco il vero motivo per cui il 3 si ferma a Piramide

27 settembre 2012
Marmorata prima del restyling, inutile...
Mi chiamo Lele, 41 anni, viaggiatore da sempre e quindi da sempre portato al confronto tra la nostra realtà e quella delle altre città.
Uso ogni tanto i mezzi pubblici, ogni tantop lo scooter, ogni tanto la bici per muovermi e non posseggo automobile. 

Per qustioni di vita privata/lavoratiove uso spesso la linea 3. Come voi saprete lo storico tram è stato sostituito tempraneamente (7 anni!) da bus sostitutivi perché a causa dei lavori alla stazione metro Manzoni, era impossibile far transitare un tram per le vibrazioni. Con 5 mesi di ritardo (previsto aprile 2012, effettivo settembre 2012) il tram è stato ripristinato.
Ma attenzione. Solo dal capolinea Thorvaldsen (Belle Arti) fino a Piramide! L'ultimo pezzo, da Piramide a Stazione Trastevere, si è obbligati a scendere e a percorrere poche fermate con un altro bus sostitutivo il 3B, per l'appunto.
Voglio dire e potete verificare che nel periodo di stop del tram la nostra Amministrazione Comunale ha provveduto a rifare interamente i binari e le fermate di via Marmorata, con pensiline e scivoli, come in una citta civile!
Ma qui sta la sorpresa: il tram, dopo collaudo è risultato inadatto. O meglio le fermate sono risulatate inadatte perchèé progettate male, ovvero con enorme distanza tra la piattaforma e il tram così da rendere impossibile l'accesso (tranne agli atleti specialisti in salto in lungo) al tram steso.

La soluzione? Semplce! Un altro bus sostituivo per l'ultimo tratto di strada della linea 3! Soldi buttati, responsabili del progetto (imprese e comune senza alcun responsabile), lavori nuovamente da fare, disagi per chi è costretto a  cendere dal tram e risalire su un altro autobus, inefficenza della linea (usata da moltissime persone)

Queste notizie non divulgate da nessun media locale mi sono state date direttamente da tre (3) autisti del famoso bus sostituivo che non hanno saputo tenersi e hanno "sbottato" inveendo contro gli incapaci che ci amministrano, anche loro costretti a una tipologia di lavoro assurdo e infruttuoso. Spero che questa segnalazione sia utile, scusate eventuali errori per la fretta nella battitura (ma a differenza dei ladroni e incapaci che ci amministrano, io lavoro e faccio debiti per pagare le tasse!). Continuate questo tipo di lavoro che state faccendo, è un ottimo modo per informare e creare un minimo di coscienza civile!

Emanuele M.

6 commenti | dì la tua:

Disegno Fuliggine ha detto...

Chissà chi ci mangia sopra.
Un progetto di piattaforma glielo so fare pur'io, che sono solo un architetto iunior.
Incapaci e farabutti: una bella accoppiata.

Anonimo ha detto...

il risultato del piazzare amici e parenti incapaci da tutte le parti. e tutta questa merda sta e resterà ancora li fino alla pensione d'oro

Anonimo ha detto...

L'Ingegner Cane sarebbe orgoglioso di questi lavori.

diego ha detto...

Ma perchè in questo cavolo di paese chi sbaglia non paga MAI?? L'impunità il perdonismo sono all'origine dei nostri guai.
Vogliamo NOMI E COGNOMI delle teste di cazzo che hanno fatto quel progetto nonchè i NOMI E I COGNOMI degli amministratori che li hanno incaricati.
Non si può sempre lasciar passare tutto nel fatalismo...NOMI E COGNOMI!

Anonimo ha detto...

Andrea
Questa cosa si sa dal giorno dopo che si sono conclusi i lavori!! Inoltre le banchine ovvero i cicli delle banchine sono stati subito sbeccati e in alcuni casi rotti dalle ruote degli autobus che effettuano fermata visto che poi la corsia tranviaria è più stretta di quella per i busche quando transitano nei due sensi per evitare di sfasciare gli specchietti accostano il più possibile alla fermata e ogni tanto/spesso sbeccano i cigli con le ruote!! Quindi schifo su schifo

Guido L'Autobus ha detto...

Siccome una volta i lavori li sapevano fare... E ora no... Prima della ristrutturazione le banchine erano SFALSATE nei due sensi di marcia. Ovvero, quella in un senso di marcia iniziava dove finiva quella dell'altro senso. Marmorata/Vanvitelli e Marmorata/Galvani, di queste due fermate parliamo. Giusto? Bene, la seconda, per esempio (Galvani), in direzione Emporio iniziava circa una quarantina di metri dopo il semaforo, proprio dove finiva quella (o iniziava se la guardiamo nel suo senso di marcia) in direzione Piramide. Semplice no? Così le potevi fare strette a misura giusta per i tram, ma allo stesso tempo consentivi il transito agevole degli autobus nei due sensi di marcia in contemporanea. A Vle Regina Margherita sono ancora così: http://goo.gl/maps/LN2GI

ShareThis