Video. Continuano le follie del Primo Municipio. Decine di auto posteggiate dentro al Foro di Augusto con un rischio enorme per monumenti e pedoni

7 ottobre 2014

Sempre più geniali gli amministratori del Primo Municipio, quello più delicato e importante di Roma Capitale. Ultimamente hanno scoperto come fare a risolvere l'annoso problema dei posti auto: far parcheggiare suv, furgoni e utilitarie nelle aree pedonali. E senza il benché minimo ritegno oltre tutto. Abbiamo visto qualche giorno fa cosa è successo a Via del Pellegrino, oggi con questo video replichiamo e andiamo nella zona della Torre del Marchese del Grillo. Uno dei luogi più affascinanti del mondo. Dopo recenti lavori l'area di rispetto al fianco del Palazzo dei Cavalieri di Rodi e dei muri perimetrali del Foro di Augusto erano stata destinata a passaggio pedonale. Con tanto di segnaletica a terra. Niente da fare, in mancanza di dissuasori, parapedonali e paletti le automobili se ne infischiano e parcheggiano laddove dovrebbero passare i pedoni. I pedoni sono costretti in mezzo alla strada, tra l'altro violentemente tallonati (lo scoprite nel video) da automobili e camion strombazzanti.


 
Al Municipio rispondono con una filastrocca a cui nessuno crede: la Soprintendenza non vuole i paletti. Si, certo, come no. Possibilissimo. I funzionari della Soprintendenza però danno un parere e chi amministra decide di rispettare o meno questo parere. Nella fattispecie il parere, doveroso da parte di chi pensa solo alla tutela dei monumenti e del patrimonio, è legittima ma non può essere seguita, perché seguirla mette a rischio della vita pedoni, bambini, anziani, rende impossibile anche solo uscire di casa ai disabili. Dunque, niente scuse: solo incapacità di operare  e incapacità di dare priorità ai problemi. O magari poca voglia di mettersi contro i cafoni che parcheggiano suv e autoblu negli spazi non consentiti, chissà. 
Eppure il Primo Municipio è pieno di cose fatte nonostante il parere negativo della soprintendenza. Tutti i camion-bar, ad esempio, sono stati collocati in questo modo. Un parere negativo non ha di certo impedito di collocare quelle mostruosità. Per fare cose che non esistono da nessuna parte d'Europa si bypassano i pareri, per fare invece cose che esistono in tutto l'occidente (ovunque i percorsi pedonali sono protetti) ci si nasconde dietro a pareri negativi. Una ipocrisia che non ha fine. Intanto il Municipio organizza le "Conferenze Urbanistiche Municipali", ennesima arma di distrazione di massa per evitare che la gente pensi alle cose serie e decisive per la qualità della vita. 
Tacciamo poi del pericolo per il patrimonio. Pericolo. Enorme pericolo. La legge, il Codice della Strada, obbliga ad una distanza di almeno un metro tra auto in sosta e muri verticali. Questo per un semplice motivo: in caso di incendio o esplosione della vettura se c'è un metro di spazio il palazzo non rischia, se invece la vettura, come in questo caso, è addosso al muro allora rischia anche il muro. Questo significa che in caso di incendio o esplosione di una vettura, crollerebbe il Foro di Augusto. Questo è.

La mail per chiedere a lorsignori di amministrare in maniera dignitosa? Questa: presidenza.municipio01@comune.roma.it
Coraggio!

17 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

a sovrintendenza dovrebbe spiegarci quale cazzo e' il problema dei paletti dissuasori. Esistono in qualunque citta d'Europa. Non piace il design? Lifacessero piu bassi, dettassero le loro specifiche, ma i paletti devono esserci come unico (ed economico) modo per evitare una vita umiliante ai pedoni e per tutelare proprio i monumenti. I signori della sovrintendenza non ci verranno mica a dire che vedere i monumenti assediati di lamiere sia una forma di tutela maggiore!?

Anonimo ha detto...

Eppure, un po' più su, sulla Salita del Grillo, qualche paletto è stato messo. Ma come funziona, l'apposizione dei paletti? Ma perché sempre timida parziale, pare con improvvisi pentimenti? (vedi, che so, via delle Quattro Fontane, via Depretis, ecc.)

Anonimo ha detto...

Ai signori maghinari che dicono che il Comune le multe le fa solo per raggranellare soldi: 16 vetture a 30 Euro di multa,, fanno quasi 500 Euro in 30 minuti di lavoro in 50 metri di strada. Se il Comune volesse veramente "fare i sordi" come sempre i maghinari ci dicono, ci dovrebbero spiegare queste strane situazioni di clemenza...

Anonimo ha detto...

Se si mettono i paletti, qualche potente, ammanicato, mafiosetto del cazzo non puo' piu' parcheggiare la propria macchina a 5 minuti dalla propria abitazione, ufficio, negozio, ergo sarebbe costretto a prendere i mezzi pubblici, poro cocco: ecco perche' il parere della sovrintendenza e' solo una scusa per non mettersi contro amici degli amici degli amici....

Anonimo ha detto...

https://www.google.com/search?q=mobiliario+urbano+madrid&biw=1360&bih=667&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=bKAzVIS6A4PB7gaxoIHQDw&sqi=2&ved=0CAYQ_AUoAQ#tbm=isch&q=bolardo&imgdii=_

Possibile che non ci sia un modello compatibile?

Anonimo ha detto...

ma dove ca....o andiamo in Europa con questi mentecatti di amministratori, mafiosi, burocrati e sfaccendati???!!!!

R A S S E G N A T E V I


Anonimo ha detto...

Io so solo che PAGO UN CAZZO DI BOTTO DI TASSE e pretendo, dico PRETENDO che nella mia città questi cosiddetti "amministratori" assicurino DECORO e SICUREZZA.

E' chiaro?

Anonimo ha detto...

Cari romani mi dispiace, ma se non siete capaci a gestire una cosa bella ve la devono togliere dalle mani cosi' come si toglie un giocattolo dalle mani di un bambino pigro e capriccioso, che non sa farci altro che spaccarlo.
Roma va commissariata, e i commissari devono essere possibilmente STRANIERI perche' e' anche vero che il patrimonio artistico di Roma APPARTIENE A TUTTO IL MONDO!
Fatevi da parte con umilta', cercate di imparare qualcosa dalle esperienze di gestione al di fuori della vostra citta', e sopratutto basta con l'arroganza de "ROMA CAPUTT MUNDI ANACAPITO AHO". Basta.

Anonimo ha detto...

Ma invece della polemica paletti dissuasori si, paletti dissuasori no, un gruppo di vigili che inganasci le macchine come quelle presenti nel video, non e' possibile ??
Fatelo per un mese di seguito e vedrete come non ci parcheggieranno neanche la bici del figlio, ah dimenticavo i vigili romani hanno sempre questioni piu' importanti da sbrigare.....

Anonimo ha detto...

Ancora con i vigili e le ganasce. Allora ti dico (scrivo) questo: sotto casa - piena ZTL - da circa 2 settimane è parcheggiata una vecchia auto naturalmente priva di contrassegno di autorizzazione. Due settimane. Pensa un po' che controlli...

Anonimo ha detto...

Capisco il discorso di usare i VVUU, ma 2 settimane di vigili urbani che pattugliano la strada ci costano di piu di 20 paletti che restano li per sempre. I vigili mettili a fare viabilita o annona. Preferisco il paletto perche' e' un uso piu efficiente di risorse limitate: non metto un uomo a fare quello che sa fare un paletto.

bat21 ha detto...

Questa e' la posizione più intelligente e' evidente che qui ci vuole un impedimento fisico alla sosta. In ogni caso la possibilità controllo vigili e' utopia vista la loro terribile inefficienza come smascherato nel post precedente http://www.romafaschifo.com/2014/10/e-ora-commentate-voi-il-confronto-tra.html?m=1

Danilo ha detto...

servirà a molto poco ....comunque ho inviato un messaggio con allegato il video denuncia al Sindaco

Anonimo ha detto...

mi fa ridere che proprio in questo blog addirittura dei vigili scrissero che avrebbero volutamente non utilizzato lo Street Control.
forse ora è chiaro che la multa a strascico è l'unica via(anche dei dissuasori stile parigi)

bat21 ha detto...

Effettivamente la multa a strascico applicata in queste situazioni permetterebbe di fare tante sanzioni senza una grande spesa. Ma ricordiamoci di chi parliamo. Meglio i paletti...

Anonimo ha detto...

Si, certo. Se un'auto esplode ma è parcheggiata ad almeno un metro, non succede nulla. Avoja.

Anonimo ha detto...

ganasce? carro attrezzi? ma se è dagli anni ottanta che non li vedo in giro...però una cosa da dire c'è fate caso ai semafori con le telecamere tutti fermi al giallo e zitti. Perché? Se fai una cosa sbagliata e vieni punito poi ci pensi a rifarla...è come con un bambino...

ShareThis