Esclusivo: l'unica Tiffany al mondo aperta in una favela. Reportage da Via Cola di Rienzo, la Fifth Avenue romana che fa impressione&disgusto. La strada più elegante della città ridotta ad un suk, ad una bidonville di bancarelle

28 ottobre 2014











Prima di tutto complimenti per le vostre brillanti quanto simpatiche (sebbene drammatiche) inchieste e racconti di una Roma Capitale alquanto, Ahinoi, "pittoresca" (per rimanere gentili). Vi dirò la verità: ad oggi non conoscevo il vostro blog ma di qui in avanti lo consulterò spesso, se non altro per sfogare la mia frustrazione o meglio leggere la solidarietà di persone che la pensano esattamente come me su certe tematiche che mi stanno particolarmente a cuore sulla mia città.

È infatti davanti agli occhi di tutti (intelligentemente critici) che una delle città più belle al mondo stia lentamente implodendo nella morsa del degrado, ignoranza, sciattume ed inciviltà, degne di una Capitale del terzo mondo (Con tutto il rispetto per queste altre città che possiedono però un'altra storia culturale rispetto alla nostra "Caput Mundi"). In particolare vi ho scovato perché sono un "disilluso" abitante di Via Cola di Rienzo che oramai di giorno in giorno viene claustrofobicamente imprigionata sempre più, insieme ai passanti innervositi e turisti meravigliati di trovarsi in un baleno ad Istanbul, sul marciapiede tra bancarelle simil suk mediorientale e dell'altra portoni di elegantissimi palazzi dall'ormai irriconoscibile e perduto fascino umbertino!

Dopo aver contattato inutilmente i vigili urbani e l'ufficio del decoro urbanistico e soprattutto scoraggiato dall'indifferenza amareggiata ed impotente dei miei vicini e commercianti sulla questione, mi sono messo a googolare alcune parole chiave su internet ed ho scovato altri "marziani" che, sorprendentemente, la pensano invece esattamente come me.

A parte elencarvi cose che già sapete riguardo la "Fiera degli Obei Obei" romana (attiva 365 giorni all'anno però!) vi vorrei sottolineare che non solo visivamente veniamo disturbati, ma anche l'udito e l'olfatto vengono quotidianamente compromessi da questo indecoro urbano. A volte su Cola di Rienzo angolo via Attilio Regolo vi è una bancarella che vende compact disk (nel 2014 i compact disk...) che esagera con la musica alta alternando le ultime hit discotecare con musica neo melodica napoletana... E poi per non essere da meno vi sono i generatori che oltre a fare un tremendo rumore tipo trattore inquinano perché funzionano a gasolio, con tanto di fumo nero, alla faccia poi di blocchi auto e giornate ecologiche!

Lo scempio prosegue naturalmente dai marciapiedi alla strada perché i furgoni (spesso dei catorci arrugginiti - sorvolo se possiedano o meno la revisione della motorizzazione, assicurazione e patente - valide - di chi le guida) sostano anche in doppia fila o di traverso pure davanti ai cassonetti e fungono da veri e propri magazzini prèt à porter e, vi giuro, anche da dormitori!

Cola di Rienzo sarebbe una delle pochissime strade commerciali europee ed eleganti di Roma, spaziosa ed alberata con una buona qualità di negozi, sartorie ed artigiani. Ma viene del tutto oscurata da quanto sopra descritto. Le attività italiane chiudono tristemente i battenti per riaprire poco dopo con negozi ad 1 euro (cinesi) o alimentari 24/7 gestiti da egiziani e bengalesi.

Il colmo è che la strada avrebbe recentemente pure ri-guadagnato in preziosità per la nuova Coin Excelsior e niente di meno che  grazie a Tiffany, un brand indiscusso del lusso mondiale; peccato che taluna cafonità romana, legalizzata, ci abbia piazzato ben quattro bancarelle che vende casalinghi e stracci nella rotazione del malgusto! Della serie: Tiffany di Roma dovrebbe forse competere per caso con le vetrine della sua omonima di New York ben posizionata invece sulla Fifth Avenue? Per lo meno a Roma abbiamo un record ed un'esclusiva: abbiamo il primo e unico punto vendita di Tiffany al mondo aperto dentro ad una bidonville, ad uno slum.

Infine vorrei fare anche un discorso economico: comprando ad un costo ahimè caro un appartamento in prossimità di Cola di Rienzo sono anche preoccupato di mantenere valido il mio investimento ma con questa amministrazione che sembra invece intenzionata legalmente nel voler trasformare Prati in un "quartiere di periferia" perché all'ombra delle bancarelle ora si sta verificando l'invasione di negozietti alla China town che avanzano inesorabilmente da Via Candia ora sempre più verso il Tevere. Insomma, una situazione geopolitica di migrazione evolutiva del commercio nel pieno centro di Roma!

In breve volevo chiedervi se posso esservi utile in qualche modo essendo io là sul posto e soprattutto sapere se esiste (o si può creare con il vostro aiuto e con quello dei lettori) un comitato o un gruppo per la raccolta firme contro il peggioramento di questo scempio cittadino.
Alexander C.

67 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Agghiacciante, Calcutta non lo permetterebbe. Voglio i nomi di quegli infami che hanno concesso le licenze !!

Formidabile il furgone bianco che occupa scivolo per handicappati e striscia pedonale, intanto i nostri solerti vigili stanno pensando ad uno sciopero...occhio che la rivolta civile e' vicina !!!

Anonimo ha detto...

oh, basta che nun ce mettinmezzo a noi tassisti
poi parlà di che te pare

Anonimo ha detto...

Ne parlavo con i commessi di Trussardi anni fa: come si fa a pagare l'insegna se poi dalla strada il tuo negozio nemmeno si vede per la bancarella! E' una vergogna

bat21 ha detto...

Vigili urbani? Assenti come sempre. Comune? Assente come sempre. Cittadini? Assenti come sempre. Dove può arrivare l' arretratezza della città? Fatevi due passi a cola di rienzo e ve ne renderete conto. Abitavo li vicino ed odiavo andarci per i motivi magistralmente rappresentati Nell articolo.

Anonimo ha detto...

leggete questo articolo (http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/06/14/news/prati_basta_pullman_e_meno_ambulanti_il_progetto_del_i_municipio_per_combattere_il_degrado_una_task_force_contro_gli_abus-88890960/) e poi scrivete all'Assessore al Commercio del I Municipio jacopomaria.emilianipescetelli@comune.roma.it

Marco ha detto...

Se fossi un cittadino di Istambul mi offenderei ad essere paragonato a questo schifo... Istanbul è molto meglio!

Anonimo ha detto...

Ammazza che merda eh scusate...... no davvero, ma in 15 anni sta città è diventata uno schifo immane.
Ma chi dovrebbe vigilare, dalla mattina alla sera cosa fa!??!?!?!?!

Anonimo ha detto...

Penso alla Bahnhofstrasse qui a Zurigo e a cosa succederebbe se anche solo qualcuno si azzardasse a pensare di fare qualcosa di simile.

La Bahnhofstrasse cosi' come Niederdorf, citta' vecchia, qui sono sede dello shopping di lusso ma anche un posto dove incontrarsi, bere qualcosa insieme e spesso un posto di ritrovo e cultura viste le molte attivita' che vi vengono organizzate.

Pora Roma mia ma che t'hanno fatto? Come te sei ridotta cosi'?

Un tempo andavo orgoglioso di dire di essere Romano, parlavo della mia citta' con amore e grande rispetto perche' mi rendevo conto della fortua e del privilegio che avevo nell'essere nato in una citta' con una storia importante come quella di Roma...

Oggi... beh sorvolo sulle mie origini e se qualche amico/collega mi chiede dritte sulla citta' dico di stare attenti in metro e non solo.

Non torno molto spesso, forse una volta l'anno, ma quando vengo non vedo l'ora di ripartire.

Il piu' grande rimpianto? Che mio figlio mai potra' conoscere le bellezze "de Roma" anche perche' avrei difficolta' a spiegargli come mai c'e' gente urina e defeca contro monumenti inestimabili come il Colosseo e nessuno che fa nulla.

Anonimo ha detto...

in municipio c'è il PD.
in comune c'è il PD.
in provincia c'è il PD
in regione c'è il PD
al governo c'è il PD
GOVERNI ROMA da quarant'anni (tranne brevissima interruzione)ma è tutta colpa dei FASCISTI vero bat?

Anonimo ha detto...

grazie per questa ennesima denuncia sulle bancarelle che affliggono tante belle piazza e via della città. però sarebbe il caso che qualcuno dia delle risposte: sono bancarelle legali? se sì, chi ha dato e perchè ha dato le licenze e perchè così tante in tutta roma? e se sono legali è tecnicamente possibile togliere le licenze? e c'è la volontà politica di trattenerle? almeno ci mettiamo l'anima in pace!

Anonimo ha detto...

ma siamo sicuri che in questa società manchi la civiltà?
non sarà invece che siamo troppo tolleranti troppo buoni troppo solidali troppo comprensivi troppo accoglienti in una parola troppo civili? con chiunque italiano o straniero che sia ? perché riflettevo che mio nonno alla vista di certi comportamenti avrebbe preso il bastone e non parlo in senso metaforico.

Anonimo ha detto...

Prati è un quartiere abbandonato a sè stesso ormai...
Repubblica.it - Prati la città abbandonata

Anonimo ha detto...

e fossero solo le bancarelle...

che dire dei furgoni ? dei generatori ? e dei bangladesci che vanno a pisciare nelle strade circostanti ?

d'altro canto non c'è da stupirsi. Con politici terzomondisti ci si ritrova prima o poi in una città da terzo mondo

forse la prossima volta pensateci quando andate a votare

no all'immigrazione !!!

Anonimo ha detto...

CENTRATO!!
I commercianti poi dovrebbero unirsi in un unico grande gruppo e protestare/denunciare a gran voce questa situazione

Anonimo ha detto...

il commercio a roma stà morendo, e con esso migliaia e migliaia di posti di lavoro

i cinesi e i bangladesci ringraziano

mi raccomando, continuiamo a farci invadere...

Francis Drake ha detto...

Prati è già peggio di alcuni quartieri di periferia, quantomeno dal punto di vista del degrado.
Noto delle straordinarie affinità, in questo senso, fra prati e marconi. Bancarellopoli a tutto spiano, furgoni in tripla fila, straccivendoli buttati per terra... Quantomeno a marconi gli appartamenti continuano a costare la metà che in prati.
Mi chiedo anch'io per quale oscura ragione i commercianti delle importanti griffe di zona e gli illustri residenti non si incatenino in piazza finché non intervengano le forze dell'ordine.
C'è un palese concorso di colpa fra amministrazione capitolina, forze dell'ordine, commercianti e residenti (forse questi ultimi sono i più responsabili, visto che la zona è letteralmente invasa da avvocati che avrebbero tutti gli strumenti per agire ma che non lo fanno).

bat21 ha detto...

Tutta colpa della popolazione romana che elegge i politici che poi li hanno rappresentati e ha fatto la fila per i vari posti pubblici per cui prendono stipendio senza dare nulla in cambio (come in qualunque posto del sud d'altronde), caro robofascio.

bat21 ha detto...

Caro Drake il romano ha generato il mondo insulso in cui vive e anche coloro che trovano tutto quello che li circonda una roba da terzo mondo ormai sono assuefatti allo schifo. Quello che non capisco sono i commercianti: possibile non rilevino problemi economici relativi alla presenza di tutto questo ciarpame?

Anonimo ha detto...

vedo che c'è chi se la prende col "fascio" ma sinceramente non capisco...

cosa c'entrano col "fascio" i seguenti ?
1) presidente della repubblica (comunista)
2) presidente della camera (comunista)
3) presidente del senato (comunista)
4) capo del governo (comunista)
5) presidente della regione (comunista)
6) presidente della provincia (comunista)
7) sindaco di roma (comunista)
8) presidente di municipio (comunista)

insomma... siamo sicuri che tutto questo schifo è colpa ...dei fasci ?

bat21 ha detto...

Su non facciamo ragionamenti capziosi ed ot. Voi state ammorbando il blog con la propaganda di estrema destra. Non vi si regge piu dateci un taglio.

Francis Drake ha detto...

Non c'entra nulla fascio o non fascio. Qui si tratta di una massa di cialtroni incapaci, evidentemente ormai succubi della malavita (camorra, mafia, ndrangheta etc...).
Altrimenti non si spiega perché si esita ad intervenire con il pugno duro nei confronti di tutte queste situazioni di illegalità palese che potrebbero essere risolte in cinque minuti.

bat21 ha detto...

A proposito ve l avevo già raccontato mia madre (che ha una tolleranza maggiore della mia) in mezzo al casino di cola di Rienzo e' andata dalla pattuglia di vigili a chiedergli come mai non facessero nulla per tamponare questo macello...ebbene la risposta e' stata signora con quello che ci pagano e' tanto se stiamo qui....
Traete voi le conclusioni di questo raccontino che peraltro vi avevo già fatto...

Anonimo ha detto...

più che propaganda direi che forse qualche forza politica e certa "scuola di pensiero" dovrebbe forse fare un pò di autocritica e rivedere alcune posizioni troppo morbide riguardo l'immigrazione ed il codice penale

a roma (e in italia) i problemi principali derivano infatti proprio da leggi ridicole e permissive, assenza di controlli ed immigrazione incontrollata

eppure viene sistematicamente tacciato di "fascismo" e "razzismo" chiunque invochi maggiore severità, pene più dure e stop all'immigrazione

più che "fasciste", queste mi sembrano cose di buon senso. Vogliamo tornare alla legalità oppure no ?

bat21 ha detto...

A questo elemento aggiungi l inerzia e inefficienza dei preposti e dei tutori dell ordine pubblico in tipico quadretto degli orrori meridionale.

Anonimo ha detto...

La situazione è ancora peggio di quello che mostrano queste foto.
Più mostriamo foto più aumentano le bancarelle.

Francis Drake ha detto...

Caro bat, purtroppo il parassitismo è ampiamente diffuso in questa città - e in questo sono d'accordissimo con te - ma da solo non giustifica lo schifo nel quale sta sprofondando Roma. Ribadisco: si è ormai del tutto succubi della malavita ! E la situazione purtroppo sta degenerando in tutta Italia, anche in quelle che fino a non molto tempo addietro erano isole felici.
Immagino che fra non molto ci sarà un nuovo fuggi fuggi dall'Italia (anche Italia del nord), come un secolo fa.

bat21 ha detto...

Suvvia non abbiamo l'anello al naso, sono mesi che bombardate il blog con vari toni che vanno dal civile come in questo caso alla diretta apologia di fascismo e nazismo. E lo fate a prescindere dal post...il gioco e' svelato ma perché continuare a farlo? Non convincete nessuno

Anonimo ha detto...

il sindaco (bontà sua) ha recentemente sostenuto che le bancarelle "aiutano" a diminuire il degrado

credo che in questa frase ci sia tutto

d'altro canto, lo avete eletto ? tenetevelo

bat21 ha detto...

Purtroppo si mette male. Io sono fuggito in Lombardia ma temo non basti. Può darsi che dare più peso al parassitismo rispetto al pensiero che ci sia una vera difesa di interessi mafiosi sia alla fine rassicurante...che deriva che abbiamo preso. Una deriva morale, economica e di comportamento terribile.

Anonimo ha detto...

I Cinesi ci stanno già colonizzando. Arrendetevi, e avrete 80 euro omaggio

Anonimo ha detto...

Ben detto.
Non sono mai stato di destra,ma arrivati a questo punto desidero solo che vengano ripristinati ordine e legalita'. Con qualsiasi mezzo

Francis Drake ha detto...

#Bat 21
"Può darsi che dare più peso al parassitismo rispetto al pensiero che ci sia una vera difesa di interessi mafiosi sia alla fine rassicurante"

Bravo, è proprio così, purtroppo !
E non si vede luce...

Anonimo ha detto...

scrivete per protestare all'assessore al Commercio del I Municipio
jacopomaria.emilianipescetelli@comune.roma.it, twittate a @PLRomaCapitale e al comandante dei Vigili @Raffaeleclement. facciamoci sentire!!!

Anonimo ha detto...

dietro la "conquista" del commercio a roma ci sono le mafie cinesi e arabe

vi siete mai chiesti infatti a cosa servano centinaia di "frutterie" e "chincaglierie" che spuntano come i funghi ?

di certo non a fare soldi, ma soltanto a riciclare denaro sporco e ad occupare gli spazi lasciati dai commercianti italiani tartassati e costretti a chiudere

poi, quando il controllo sarà completo, saranno arabi e cinesi a dettare le regole

non vi viene il sospetto che molti tra i nostri governanti e amministratori siano corrotti e che questa situazione sia voluta ?

bat21 ha detto...

Purtroppo non si può essere orgogliosi di questo schifo. Anche io ho sempre la tentazione di dire che sono un marchigiano piuttosto che romano.

bat21 ha detto...

Paradossalmente la rinascita potrà avvenire solo dopo un crac apocalittico. Ma non sarà per niente piacevole viverlo. Beato l amico che puo vedere le nostre contorsioni dalla civilissima e bellissima svizzera

Anonimo ha detto...

probabilmente, in questo quadro di conquista dell'italia, i politici corrotti sono i primi a tacciare di fascismo e razzismo chi osa denunciare questa situazione e prova a difendere gli interessi nazionali

qui qualcuno (mascherato da buono buonista che più buono non si può) si è venduto il culo (nostro) a cinesi, indiani e arabi

Anonimo ha detto...

Magari ci fossero le grandi mafie dietro questi scempi. Purtroppo c'è solo sciatteria romana. Non serve nemmeno la mafia a renderci terzo mondo, almeno potremmo dire che aver perso contro il grande crimine. qui bastano la camorrette per far capitolare questa specie di città, facendola sprofondare nel degrado attuale. il lassismo romano permette anche all'ultimo selvaggio, poveraccio e ridicolo di fare come gli pare, piazzando dove vuole la sua mercanzia falsa ed abusiva da vendere, perché tra i selvaggi i più selvaggi di tutti sono proprio i romani.

bat21 ha detto...

Penso che Drake non si riferisca al grande crimine ma proprio alle "camorrette".

Francis Drake ha detto...

Non sono d'accordo.
La sciatteria e l'atavico disinteresse romano hanno semmai dato gioco facile alle mafie.
Le quali mafie, ovviamente, hanno ora tutto l'interesse a mantenere lo status quo di disordine, anarchia e lassismo.
Chi pensi che ci sia dietro i parcheggiatori abusivi, dietro le bancarellopoli, dietro lo scempio di alcune zone di pregio della città ? Lo "sciatto" romano ? E consoliamoci così, va bene.... Anzi, "rassicuriamoci" così!

Anonimo ha detto...

Alexander c. Ha centrato tutta la questione Prati. Quando dice; inesorabilmente da via Candia verso il Tevere dice tutto. Perché il buongiorno infatti lo vedi fori dalla stazione di Cipro col mercato degli zingari, poi via candia, dove la situazione anche nelle strade limitrofe è incredibile e indescrivibile, ma fino a via Vespasiano- piazza risorgimento è un degrado .... Ed ora è la volta di via cola di Rienzo circondata ormai e... Sulla "buona strada". Ma.... No problem!!! Con una buona pedonalizzazione, ecopass, 30 zone ecc ecc. Le bancarelle avranno più spazio, i furgoni inerenti potranno parcheggiare meglio, la gente fuggirà definitivamente ai centri commerciali e l'esquilinizzazione sarà completa anche qui.

bat21 ha detto...

Però potrebbero essere mafie nel senso di lobbies squallide che condizionano la vita politica e le scelte del decisore politico non le mafie tradizionali.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti,

Non posso dirvi il mio vero nome ma vi assicuro che mesi fa facevo parte della redazione di Rfs, finché non me ne sono andato di mia iniziativa per lo schifo che questo blog è diventate.

Fate benissimo a denunciare e a lamentarvi della deriva fascista di questo blog. La gente che ne fa parte si è ormai trasformata ed ha completamente perso il lume della ragione.

Persino questi articoli a favore di Tiffany nascondono una orrenda verità: RFS viene pagata da Tiffany (non è il primo articolo a riguardo) per fargli pubblicità occulta.

Pensateci bene: cosa c'è di meglio che parlare di una marca vittima dell'abusivismo romano?

Molti sono i negozi oscurati dai mercatini di cui parlare, ma fateci caso che solo di Oviesse e Tiffany si è parlato su RFS. E vi assicuro che non è un caso.

Diffidate da questo blog, ignoratelo completamente, non linkatelo e non navigateci perché la redazione è diventatata ricchissima grazie agli adsense e alle mazzette.

Anonimo ha detto...

Io vivo a ostia e posso dire che abbiamo lo stesso schifo....potevamo essere una cittadina di mare che attirava turisti per quasi tutto l'anno vista la vicinanza col centro di roma....invece oltre ad avere l'unico "lungomare" al mondo dove il mare c'e' ma non si vede e si paga pure per andarci,siamo invasi da clandestini con le loro fatiscenti bancarelle sui marciapiedi, sulle strisce pedonali davanti i passaggi per le carrozzine....ma come si fa ma quale istanbul che sta anni luce avanti....che schifo ogni volta che torno dall'estero mi vergogno di dove vivo.spero di riuscire a trasferirmi presto lontano da qui....

Anonimo ha detto...

a scemi, dietro questi immigrati sfruttati, ci stanno tutti italianissimi pregiudicati.

Anonimo ha detto...

E ancora hanno il coraggio di vendere le case a 10.000 Euro al mq in questa zona??? Sembra Piazza Vittorio....
E, davvero, tutta quella marmaglia di avvocati che vive e lavora in zona non si ribella?? E i negozianti? Perchè non organizzano uno sciopero fiscale??
Che SCHIFO!!!

Francis Drake ha detto...

Anonimo ha detto...
a scemi, dietro questi immigrati sfruttati, ci stanno tutti italianissimi pregiudicati.

ottobre 28, 2014 5:43 PM"


Meno male !
E pensare che sospettavo esistessero a Roma propaggini della mafia romena, cinese, russa , albanese , etc...
Evidentemente mi sbagliavo.
Grazie della rassicurazione !


Anonimo ha detto...

Queste modalità di "commercio" si alimentano nel più totale disprezzo di leggi e regole di convivenza civile.

Con Evasione Iva, lavoro nero, non rispetto occupazione suolo pubblico, CdS ecc.ecc, queste forme di commercio a Roma non solo hanno fatto chiudere migliaia di piccoli negozi di quartiere ( e licenziare decine di migliaia di commessi) ma per effetto della loro Concorrenza Sleale impediscono ai giovani di aprire attività nel rispetto delle leggi.

Anonimo ha detto...

Intanto leggete qui:

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_ottobre_28/clochard-folgorato-sottopasso-786ce350-5ec0-11e4-9933-2a5a253459da.shtml

---> Non era già stato scritto qualcosa su RFS a tale riguardo, non so forse c'erano delle foto di questi clochard che si accampavano dentro l'intercapedine sopra il sottopasso che va a Porta Cavalleggeri? Quello vicino l'ospedale S.Spirito.

Beh, come sempre RFS porta a conoscenza maggiore il problema... Ma non si fa nulla... Ed ecco qui!

Anonimo ha detto...

All anonimo delle 3:17 PM

"Ammazza che merda eh scusate...... no davvero, ma in 15 anni sta città è diventata uno schifo immane.
Ma chi dovrebbe vigilare, dalla mattina alla sera cosa fa!??!?!?!?!"

Risposta: UN CAZZO.

Anonimo ha detto...

@ Anonimo, ottobre 28, 2014 5:47 PM
Figurati, gli avvocati romani! Sono quelli che ti incoraggiano a fare il ricorso per la multa in doppia fila per qualche cavillo cavilloso o che si inventano altre azioni ridicole per potestare se, qualche volta, la legge ti colpisce giustamente. Azzecca-garbugli allo stato puro.

Giada ha detto...

La colpa in parte è anche dei romani stessi e dei residenti, alcuni dei quali si adeguano con grande spirto di adatatemnto e senza troppi problemi a questo schifo immondo, perché fondamentalmente di quello che accade fuori della propria porta, nella città che dicono di mare non gliene importa un fico secco. Non nascondiamocelo.

Romamia ha detto...

Questo scempio va avanti ormai da anni. Come una piovra sta stritolando tutta la strada ed ogni volta che ci passo mi si stringe il cuore e mi assale la rabbia contro la passività dei romani.
Mi chiedo come mai i commercianti non siano in prima fila a protestare. Mi chiedo come mai i proprietari di Coin che, dopo il recente restyling da cui è nato il nuovo punto vendita di Tiffany, è diventato Coin "excelsior" accettino uno schifo simile.
Alexander il mio parere è che le raccolte firme non servono a niente. Bisogna unirsi e protestare veramente, facendo la voce grossa e sbattendo i pugni sulle scrivanie da cui sono partiti i permessi. Perchè lo spazio concesso agli ambulanti (che sono stanziali) appartiene a tutti i cittadini e non a questi 4 bancarellari mafiosi.

Anonimo ha detto...

Io vi invito a riflettere che molte volte si dicono falsità su questo argomento, c'è chi dice che le bancarelle si attacano abusivamente alla rete elettrica e un secondo dopo parlate di generatori a gasolio che fanno tanto fumo, poi scordate spesso che molte bancarelle come le chiamate voi ci lavorano decine di famiglie italiane almeno da 50 anni e che in alcune vie sono situate ben prima di alcune catene di negozi (vedi tiffany). Poi per ultima cosa dovreste valutare che le bancarelle abusive sono un degrado e un commercio sleale anche per le bancarelle regolari che pagano suolo pubblico e nettezza urbana in proporzione alla metratura, proprio come i negozi.

Anonimo ha detto...

mafia cinese e araba? vi do un indizio: la melodia che viene suonata in queste bancarelle, come da articolo.

Anonimo ha detto...

@5:39

Solo un coglione puo' pensare che a Tiffany (un marchio di alta gamma a livello mondiale!) venga in mente di farsi pubblicita' pagando RfS per fare un articolo sulle bancarelle. Lo stesso tipo di coglione che pensa che un grande marchio magari venga a farsi pubblicita' con i cartelloni che si usano a Roma, tra le mortadelle e gli studi dentistici, come documentato qui.

Davvero fate pena nella vostra ignoranza rabbiosa di come funzionano le cose in tutto il resto d'Europa. Nemmeno le balle sapete raccontare.

Anonimo ha detto...

certo, molto brutto....
..scommetto però che alla gente vera sono più utili di Tiffany.........
:-)

Anonimo ha detto...

La derIva fascista è nei commentI, non nel blog di per se. E più sono beceri, più sono anonimi. Ci fosse uno che ci mette il nome. In realtà la zozzeria ha invaso cola di rienzo ben prima che arrivasse un solo cingalese in zona. Sono 46 anni che ci abito e lo so bene. Scomparsi Latour, Ginori, Pellacchia, Borrelli, cole di rienzo - che era la quinta strada a più commerciale al mondo - è diventata un centro commerciale allungato, popolato dalle solite marche scadenti e massificate. I furgoni, specie il rosso e il blu davanti alla coin, sono lì da 20 anni, e nè destra nè sinistra hanno fatto nulla per spostarli. Tredicine e similari ... Tutti hanno il loro diritto ad appestare la strada. Scriviamo e facciamo sentire all'assessorato e ai vigili, inutili parassiti della città ormai scomparsi da questa strada. Nulla cambierà o forse tutto cambierà. Di certo mi chiedo quale pubblicità sia per tiffany avere le vetrine occultate dai fagottari...

Alberto

Anonimo ha detto...

Ormai qui tutto è diventato normale: occupare gli scivoli, le strisce pedonali in nome di autorizzazioni date per vendere ma non per fare infrazioni al codice della strada.
Isole pedonali trasformate in mercati con furgoni che vanno e vengono. Unesempio: Largo Spartaco il sabato mattina. Ma che si fanno a fare le isole pedonali se poi ci si fanno transitare sopra i furgoni?

Anonimo ha detto...

STARNAZZATE STARNAZZATE e poi votate MARINO mi dispiace bat questo è tipico della sinistra
le BR erano compagni che sbagliavano,non si può fare altrimenti perché consegnamo la città ai fascisti ect.ect.
chi vota destra se non gli piace il candidato al limite non va a votare a sinistra invece pure di fronte al nulla tutti allineati e coperti. p.s. neanche alle primarie si è usciti da questa farsa!

Anonimo ha detto...

viale trastevere idem un suk dove i furgoni parcheggiano come vogliono anche in divieto di fermata. Poi parcheggi lì una macchina allora scatta la multa. Mo mi compro uno de sti furgoni superrevisionati" così faccio come cazzo me pare senza prendere una multa. (p. s. è una provocazione).

Anonimo ha detto...

IL COMUNE DI ROMA AUMENTA LE TASSE AI ROMANI SU ASILI E ZTL E PERMETTE A QUESTI SORCI DI PROLIFERARE.
IL SINDACO DI ROMA DEVE
VERGOGNARSI BUFFONE !!!
E SI DEVE VERGOGNARE PURE QUEL PUPAZZO CHE LO HA PRECEDUTO
FASCISTA DA STRAPAZZO AMICO DEI ROM.
BASTA CON QUESTI OMUNCOLI FROCI AL COMUNE DI ROMA.

Anonimo ha detto...

Benpensate guarda come hai ridotto Roma, ma non ti fai ribrezzo quando voti Sinistra Ecologia o merdate del genere.

condensatore alfa ha detto...

Scusate ma... le vedo solo io nelle foto le persone davanti a quelle bancarelle fare degli acquisti? E chi saranno mai quelle persone? Romani? O stranieri? E allora, di cosa stiamo parlando? Destra, sinistra, centro? Questa città la stiamo uccidendo noi, dall'ultimo dei cittadini al primo dei politici.

Giacomo B ha detto...

Scusate, care le mie menti "intelligentemente critiche" , quale è secondo voi il senso di "decoro"? Gli sciatti salotti borghesi delle vostre case targate ikea? O i negozi dove ammirare le bellezze lussuose che non vi potrete permettere mai o che comprate e sfoggiate dimostrando solo quanto è povera di qualsiasi contenuto organico la vostra testa? Non so, chiedo a voi delucidazioni...

Anonimo ha detto...

mi eè stato detto che se la regione, ovvero se zingaretti non interviene, abrogando quella stupida norma che non permette di spostare le bancarelle, se la nuova sistemazione non è altrettanto pregevole (per possibilità di clientela o lustro della posizione), questa situazione non cambierà mai. qualcuno conferma?

Gerard ha detto...

ciao
Avete bisogno di un prestito personale o un prestito d'affari?
nostra offerta
  è l'offerta migliore e più affidabile per voi.
Importo mutuo richiesto: 10.000,00 euro a 20 milioni di euro
Durata Periodo: da 1 a 10 anni
ottenere il vostro prestito approvato entro breve tempo
Contatto - ora per ulteriori informazioni:
gerardinejerome42@outlook.fr

ShareThis