Il caso-Pompi, la bufala della chiusura, i politici pro-doppia fila, e il cambio di mentalità di Roma. Qualche piccolo indizio positivo

14 ottobre 2014
Un tiramisù rivisto dal pasticcere Andrea De Bellis - foto Daniele Amato

Sono esterrefatto delle modalità con cui quest’Amministrazione continua ad affrontare le politiche del commercio a Roma. È notizia recente l’annuncio che lo storico Bar pasticceria Pompi, il re del Tiramisù, dovrà chiudere per la modifica alla viabilità e per le troppe multe ai clienti dovute a scelte discutibili del Municipio e del Comandante della Polizia Municipale. Durante la passata Consiliatura, come Assessore al Commercio, ho avuto l'onore di premiare lo storico locale presente a Roma da ben 54 anni. Oggi le strategie del Municipio VII e della presidente Fantino lo mettono in grossa difficoltà. La Presidente Fantino già sfiduciata con una lettera aperta dallo stesso PD che l’ha eletta, aveva dimostrato una certa insofferenza nei confronti dell'iniziativa privata: fosse rimasta oggi l'ultima comunista a Roma? L’amministrazione municipale e capitolina, con il Sindaco Marino, stanno portando avanti una politica scellerata, lontana dalla realtà della crisi che attanaglia Roma: aumenti di tasse, di tariffe per le soste dei parcheggi, delle rette per gli asili nido, solo per fare alcuni esempi, rendono sempre più complicato il bilancio economico delle famiglie romane. È una gestione sempre più lontana da ciò che realmente serve alla cittadinanza. La presidente Fantino prenda atto del suo fallimento e si dimetta al più presto perché da diversi mesi non ha più la maggioranza in Consiglio, che boccia ogni documento d’indirizzo politico. Domani chiederò la convocazione della Commissione Capitolina Commercio per verificare se sulla vicenda siano ravvisabili abusi o forzature da parte delle autorità competenti".

Non si sa se questo politico di Forza Italia - di cui non diciamo il nome perché è davvero inutile e tanto uno vale l'altro - si sia messo d'accordo con Pompi per uscire subito con un comunicato dopo la deflagrazione della notizia-bufala della chiusura della pasticceria, oppure se davvero sia cascato anche lui dalla bufala stessa. Sta di fatto che il comunicato è tutto da analizzare, ridendo ovviamente.
Fare multe a chi si parcheggia fuori posto è una "scelta discutibile".
"Modifiche della viabilità"? Ma non c'è stata nessuna modifica alla viabilità!
"Politiche del commercio"? Ma non si è fatto nulla sul commercio, solo un intervento di arredo urbano
"Quando io ero assessore l'ho premiato"! E bravo genio, con tutta la scena di pasticcerie uscita a Roma negli ultimi anni, lui premia Pompi. E se ne vanta. Proprio meritocrazia eh...
La parte sulle "autorità competenti" è talmente ridicola che lasciamo a voi i commenti!

Ovviamente, come vi abbiamo scritto fin da subito domenica scorsa, la notizia della chiusura di Pompi è una non notizia. Se dovesse davvero cedere la gestione nulla avrebbe a che fare questa scelta con le nuove (sacrosante) sistemazioni della strada che risalgono solo ad una ventina di giorni fa. Ma con ogni probabilità, come si rivela in un'intervista apparsa sul Tempo, non ci sarà alcuna chiusura ovviamente. L'esercente ha voluto evidentemente forzare la mano, facendo un clamoroso autogol come vedremo. E' chiaro che la doppia fila fuori dal locale non sia colpa di Pompi ma dei clienti cafoni di Pompi, su questo non ci piove. Ma è altrettanto chiaro che Pompi non ha mai scoraggiato questa pratica, l'ha sempre invece coadiuvata addirittura implementando un sistema di parcheggiatori (dotati di fratino identificativo) e di chiamata interna con megafono stile "c'è da spostare una macchina". Ovvio che con tutti questi benefits i clienti si sentissero ancor più invogliati a posteggiare alla rinfusa ed ancor meno motivati a cercare posteggio regolare magari dietro l'angolo. Ancora non si è capito perché Pompi, come hanno fatto tanti esercizi commerciali come lui, non ha provveduto a investire denari non su sistemi di allarme per doppiafilisti o su parcheggiatori ma invece su convenzioni con ampi, comodi e sicuri parcheggi interrati in zona. Mistero. Comunque una scelta. Una scelta che, come tutte le scelte, si presta a legittime critiche. 





E poi quell'uscita: se fanno le multe alle auto in sosta selvaggia chiudo e licenzio. Un messaggio davvero atroce. Pompi ha parlato di provocazione. Una provocazione però andata male, malissimo. Un'operazione di comunicazione condotta da dilettanti allo sbaraglio: Pompi, cambiare ufficio stampa! Perché a parte il politico qui sopra - e non è un buon viatico - sono state pochissime le manifestazioni di solidarietà per chi chiedeva tolleranza per la sosta selvaggia e per chi stigmatizzava un nuovo finalmente corretto arredo urbano della strada. Al contrario è stato biblico il diluvio di deplorazioni da parte della cittadinanza. Attraverso mille mezzi: blog, commenti, Facebook e una marea di recensioni negative sulla pagina della pasticceria. Una marea di "non ci torno più". 

Il punto è che il sentimento sta cambiando. Il vento sta decisamente cambiando. L'aria sta cambiando. Anni e anni di durissimo lavoro (davvero!) da parte dei blog - e non c'è altra entità che si possa assumere il merito, ne la stampa locale ne la politica locale - stanno iniziando pian piano a portare i propri frutti. E ora la crescita sarà virale e esponenziale. Chi si comporta in maniera arrogante e prevaricatrice, chi giustifica chi si comporta in maniera arrogante e prevaricatrice andrà sempre meno di moda, sarà sempre meno figo e più sfigato. Chi dice "i problemi so altri" ormai viene preso per i fondelli in mezza città, fateci caso. Insomma un po' di cambio di mentalità sta cambiando e la piccola e povera vicenda di Pompi lo ha dimostrato. Costretto a tornare sui suoi passi causa zero vicinanza da parte della città. Roma, pian piano, sta capendo che continuandosi a comportare come si è sempre comportata muore. E inizia ad esserci qualcuno che di morire non ha nessuna voglia. Il punto è essere convinti di questo: c'è sul piatto la vita e la morte di una città, ecco perché vale la pena lottare duro e convincere sempre più persone a cambiare mentalità.

E per festeggiare? Tiramisù. Provate uno dei seguenti, troverete facilmente gli indirizzi su Google.

Andrea De Bellis
Cristalli di Zucchero
La Portineria
Bompiani
Mondi
Nonna Carla
Regoli

Dopodiché paragonatelo con un tiramisù di Pompi e tornate qua a dire la vostra. E fate lo stesso con un cornetto, una brioche e qualsiasi altra tipologia di dolce. Non stiamo dicendovi che Pompi è un posto scadente, assolutamente, stiamo solo sfruttando i fatti di questi giorni per invitarvi a fare i paragoni ed a scoprire cosa c'è di interessante in città. Ovviamente andate in tutti questi posti senza parcheggiare in doppia fila. Anzi, possibilmente senza automobile!

69 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

D'accordissimo , grazie per i consigli sulle pasticcerie... cristalli di zucchero lo conosco ed è spettacolare, gli altri li provero' al piu' presto.
stefanino

Anonimo ha detto...

condivido tutto e il nome dell'ex assessore è veramente un dettaglio risibile. aggiungo che per mangiare un tiramisù migliore di quello di Pompi basta farselo a casa seguendo centinaia di ricette in rete e usando ingredienti di qualità, ci riesce anche un bambino e senza rompere i coglioni e minacciare mezza città….

Anonimo ha detto...

Pompi dopo aver danneggiato la viabilità di un quartiere per anni se ne va? Bravo , fai fagotto e vattene e portate pure dietro quell'altro mentecatto e tutti i suoi cartelloni.

Anonimo ha detto...

ma sig. Tonelli cosàa fa affossa Pompi per esaltare, con il rischio che qualcuno diffami, le seguenti pasticcerie:
Andrea De Bellis
Cristalli di Zucchero
La Portineria
Bompiani
Le pasticcerie che lei elenca fanno anche parte di quelle elencate nella Guida Pasticcerie 2014 ( http://www.gamberorosso.it/articoli/item/1018716-guida-pasticceri-pasticcerie-2014-del-gambero-rosso-ecco-i-risultati ) del Gambero Rosso di cui lei è uno dei responsabili.
Il suo atteggiamento è molto scorretto e tanto provocatorio, poi allora non parli di rispetto educazione e civiltà il suo atteggiamento a quanto pare non lo dmostra per niente.
Ma lei cerca lo scontro e la divisione dei cittadini romani o l'unione per raggiungere il comune obbiettivo di rendere una città vivibile, non per alcuni come lei, per tutti? Da quel che vedo lei cerca solo la rottura e niente altro!

Tiziano Fioravanti ha detto...

Chiaramente si tratta dell'ex assessore al commercio che ben poco ha lasciato in questa città se non "qualche" cartellone pubblicitario abusivo!! La politica, in genere, è ormai lontana dalle esigenze dei cittadini. si ricerca il consenso da una comparsa in tv o suoi giornali senza poi far nulla, come l'ex assessore, ancora consigliere comunale di cui sopra. si vestono bene, cravatta, completo ma nella sostanza ormai non è rimasto più nulla.
Cristalli è fantastica.... proverò gli altri!!

Anonimo ha detto...

Sistemato il caso pompi, probabilmente il più sfacciato, adesso bisogna pensare agli altri 100.000 casi "similar-pompi" che infestano la città. Ecco su questo pompi dovrebbe insistere , non sulle fregnacce sui cinesi, ma nel chiedere che le regole valgano per tutti, che ci sia legalità davanti tutti i negozi.

Anonimo ha detto...

Hai capito l'ex-assessore biondino che occasione ha trovato per dar notizia di sé ...
Certo che se non c'è da difendere una causa stracciona lui non ci si sporca le mani.

Un pensiero compassionevole agli elettori di centro-destra che ancora devono essere rappresentati dal biondino e dal fido compagno ex-sindachetto.
Io al posto loro gli avrei mandato una richiesta al giorno di levarsi dai coglioni, che così magari qualcuno decente può farsi vedere.

Alessia ha detto...

punto primo: se il tiramisuù di pompi è buono, o avete le papille gustative abituate alla muffa o non avete mai mangiato qualcosa che si possa definire buono in vita vostra
punto secondo: se ne va? bene, CIAO
punto terzo: non riesco a capire i proclami e l'indignazione per i parcheggi in doppia\tripla fila ovunque, il caos in quartieri della vita notturna (da trastevere a campo de fiori a san lorenzo) per poi appoggiare il caos che c'è a via albalonga e quello che i residenti hanno dovuto sempre subire da oltre 50 anni. quindi rinnovo il punto due: pompi se ne va? C I A O e a mai più rivederci, che il tiramisù me lo faccio da me, pure più buono e meno costoso.

Anonimo ha detto...

Magari sforzarsi di scrivere in italiano? Non è che per difendere una città tocca sparare sulla lingua.
A parte l'intenzione generale dell'articolo, trovo molto scorretto e stupido citare i nomi delle altre pasticcerie. È un segno di immaturità e di abuso di potere (quello della visibilità).

Anonimo ha detto...

Cristalli di Zucchero quale? Quella che crea la doppia fila sistematica su Via di Val Tellina?
Non ne azzeccate una.

Guido Costantini ha detto...

Aggiungere Dagnino, raggiungendolo rigorosamente con la metro, fermata repubblica, in particolare per i cannoli alla ricotta e pistacchio e le cassate alla siciliana.

Detto ciò, "Abuso di potere" ha un significato tecnico ben preciso ed implica una funzione, solitamente di natura amministrativa, pubblica... ergo, applicata ad un blog privato, sono parole in libertà.

Magari sforzarsi di scrivere in italiano usando dei termini appropriati?

Anonimo ha detto...

deve chiudere e andarsene fuori dal gra in campagna così può avere tutti i pacheggi che vuole

Anonimo ha detto...

Roberto Pompi chiedilo ad un tuo dipendente che gli devi ancora 200€ tranquillamente fatti passare in cavalleria.Magari prima di licenziarli inizia a pagarli.

Anonimo ha detto...

RfS da quel che ha detto 9:55 AM, quindi il CRISTALLI DI ZUCCHERO è come Pompi! Ora per coerenza, spett.le Rfs, dovresti aprire una guerra o non lo farai perchè fa parte delle pasticcerie del Gambero Rosso? La qualità dei prodotti non è argomento di questo blog, a meno che non si voglia fare anche della pubblicità occulta!
Adepti di RfS ora per coerenza dovreste boicottare anche Cristalli di Zucchero!
Cristalli di Zucchero quando perderai i clienti, con i tuoi dipendenti, ringrazia con Pompi il nostro caro blog di RfS.

Anonimo ha detto...

Assolutamente d'accordo! Qui altri pareri sulla questione: http://www.giornalettismo.com/archives/1631539/non-capito-esattamente-pompi-vuole/

Anonimo ha detto...

Dopo che trovai brecciolino nel tiramisù al pistacchio (esatto, un pezzo d'asfalto) col quasi che ci sono tornato. Il Sig. Pompi avrà messo l'annuncio sul sito www.vendereaicinesi.it

Anonimo ha detto...

Guido Costantini, questo non è un blog pubblicitario ma si parla di ben altro!
l'italiano lasciamo ad altri qui conta la sostanza!
si vede proprio che lei è un RfS che guarda solo la forma ma mai la concreta realtà e mecessità vera dei romani.
Roma da cartolina ma senza anima e cuore, questo è il vostro e solo vero motto!

Anonimo ha detto...

Ahahaha genio!

Anonimo ha detto...

RfS questo non è un blog costruttivo ma solo uno scannatoio:
vedi che commenti:
- Anonimo ha detto...
Dopo che trovai brecciolino nel tiramisù al pistacchio (esatto, un pezzo d'asfalto) col quasi che ci sono tornato. Il Sig. Pompi avrà messo l'annuncio sul sito www.vendereaicinesi.it
ottobre 14, 2014 10:20 AM
- Anonimo ha detto...
Roberto Pompi chiedilo ad un tuo dipendente che gli devi ancora 200€ tranquillamente fatti passare in cavalleria.Magari prima di licenziarli inizia a pagarli.
ottobre 14, 2014 10:13 AM
VERGOGNOSO!

Anonimo ha detto...

RfS per correttezza dovevi inserire nel testo anche i commenti che ti sono contrari relativamente allo stesso argomento postato su questo blog il 13 settembre 2014.
Questione di rispetto per i lettori ed estimatori della città di Roma!
Il rispetto come lo si richiede necessita dimostrarlo in primis.

Anonimo ha detto...

però come al oslito fai pubblicità ad altre attività….buonissime per carità , ma pur sempre pubblcità !

Anonimo ha detto...

10:37 AM, i blog a volte rendono tanto prova a leggere un po di notizie in giro, gente si è arrichita gestendo i blog!

Guido Costantini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Guido Costantini ha detto...

@10:21 AM

Perdinci, un ibrido fra un benaltrista ed un animaecorista, ed io che pensavo che le manipolazioni genetiche per creare ibridi mostruosi fosse vietata.

Comunque, se lo faccia un giro per il mondo, con le low-cost se lo può permettere: noi vogliamo semplicemente una città le cui strade siano al livello del centro di Madrid, Londra, Berlino, Praga o Budapest. Cittadine con un certo spirito, le assicuro, anche se con le ampie zone veramente pedonali, un po' di spazio lasciato alle ciclabili e senza la quadrupla fila carpiata, i cartelloni pubblicitari ovunque, i graffitari imperanti, i mercatini del rovistato e tutte queste pittoresche iniziative. Ci faccia un salto, controlli personalmente.

Ah, fra l'altro "l'italiano lasciamo ad altri qui conta la sostanza!".. si, beh, l'italiano non so, ma i pronomi e le virgole sicuramente lei le ha lasciate. A chi o dove, non saprei.

wittgenstein ha detto...

Guido Costantini sindaco subito!

Anonimo ha detto...

ha segnalato pasticcerie rinomate quindi è normale che siano sul gambero rosso! e poi magari ci sarà stato sul serio?! pe me sta cosa passa in secondo piano comunque, vado alla pasticceria che piace a me e mica me faccio influenzà!!
pompi si è coperto di ridicolo e non ci piove, punto.

Anonimo ha detto...

10:45 AM, grazie per le sue precisazioni sull'italiano ma è uscito di nuovo fuori tema del blog che non si occupa della correttezza della lingua italiana ma di ben altro.
E' vero lei avrà girato più di me e questo si vede chiaramente che l'ha devastata trasformandola in una persona senza nazionalità e cittadinanza ben definita e precisa inoltre l'ha trasformata in un cittadino non più di Roma e ancor meno italiano!
E' vero girare il mondo, quando si è maturi, è costruttivo ma a volte è devastante perchè si dimentica l'origine e la realtà del mondo dove si è nati.
sono di Roma e italiano voglio rimanere tale e vivere ed affrontare i problemi degli italiani e dei romani da italiano e romano.
ora si diverta pure a correggere il commento visto, anche in altri commenti, che questo sembra che sia il suo compito su questo blog.
buon divertimento!

Guido Costantini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

10:54 AM, nessuno ha mai detto che non sono da gambero rosso e che tanto meno debbano esserci ma questo non è un blog di confronti per ammazzare qualcuno ed esaltare altri commercianti ( poi dalla nota di qualcuno sembra che anche Cristalli di zucchero lasci a desiderare sul discorso parcheggio ) che neanche a farlo apposta sono quelli che, in questo caso rfs, ha premiato.
certo se poi volete obbligatoriamente vedere le scorrettezze negli altri e non vostre è un altro tipo di discorso, però poi non state a parlare di rispetto in quanto non vi si addice.
fai bene a non farti condizionare dalla pubblicità di rfs che forse ha reso ed ha cercato di ridicolizzare Pompi più di quanto avrebbero voluto fare veramente i proprietari del punto ristoro in questione.

Guido Costantini ha detto...

@10.45 Correggere? Non sia mai! Anzi la ringrazio, in quanto la maggior parte dei lettori capirà che il perfetto manifesto del provincialismo pulcioso ed autolesionista che lei ha appena perfettamente tracciato è, oltre che umanamente penoso, anche ottima prova a supporto delle tesi e delle battaglie portate avanti anche ("anche", non "solo") da questo blog.

Per inciso, penso di essere uno dei (relativamente) pochi abitanti di questa città che può provare documentalmente il suo essere un Romano figlio di Romano da secoli e sono uno studioso (solo amatoriale, purtroppo, si deve pur vivere) di storia, arte ed architettura romana classica, medioevale e rinascimentale.... ma si culli pure nel suo "so' più anima e core romano io de te", se la fa star meglio.

Roma fa schifo ha detto...

Cosa c'è di male a fare pubblicità comparativa? Spiegatecelo.

Anonimo ha detto...

Per coerenza caro Blog Rfs voglio che tu faccia anche il nome di tutti gli altri bar che generano doppie file e disagi a Roma (e sono tanti anche quelli citati come ottimi)

Guido Costantini ha detto...

Che poi, scusate l'addendum, la Roma classica, ovvero il cuore ed anima che più cuore ed anima non si può, l'hanno fatta i (patrizi) romani che tornavano dai viaggi (militari) nel sud Italia greco e, più tardi, nelle provincie orientali, riportando a cada quello che di buono avevano visto

Che poi l'essenza fondamentale della nostra città è data dal fatto che ha subito per secoli gli influssi artistici e culturali (ma anche urbanistici), solitamente con l'intelligenza di ottenerne il meglio e rielaborandoli, di tutta l'Europa, prima con l'Impero e poi con il Papato.

Ma adesso viaggiare, imparare e riportate per applicare il meglio delle esperienze altrui sarebbe un male, perché si perderebbe la propria romanità? Il circolo degli Scipioni non la farebbe dei suoi, mio caro anonimo provinciale.

Anonimo ha detto...

11:19 AM, sostanzialmente non ha detto nulla! altro commento che non ha affrontato l'argomento!
scusi l'appunto ma me ne ero accorto che lei è uno studioso improvvisato altrimenti non avrebbe parlato in quel modo.
gli studi sono una cosa seria non si fanno in bottega, altrimenti dovremmo chiamare tutti studiosi perchè ognuno di noi fa degli studi personali che non è detto che poi corrispondano a quelli veri.

Anonimo ha detto...

11:24 AM, semplicemente scorretto e irrispettoso verso gli esercenti non nominati o denigrati in quanto questo non è il luogo adatto!
rispetto a quanto pare predicato ma non messo in pratica da parte vostra!

Anonimo ha detto...

11:32 AM, sign. Costantini ma io non volevo affrontare uno studio ma semplicemente parlare dell'argomento, se poi la mission di questo blog è studiare le nostre origini riconosco di essere fuori luogo.
ma la prego se lei riconoscesse di essere fuori mission del blog si tiri fuori lei altrimenti l'argomento se ne va a friggere e io, come tanti come me, non abbiamo tempo da perdere con i suoi studi improvvisati.
buona giornata.

Guido Costantini ha detto...

@11:19 AM

"gli studi sono una cosa seria non si fanno in bottega"

Ho capito che è alla disperazione, ma mi permetta di farle notare che (lungi dal volermi paragonare ad essi, ci mancherebbe!) Farady, Mendel, Edison, Schliemann, Newton... tutti studiosi amatoriali, ovvero senza studi formali nel proprio campo.

Tutti, ma proprio tutti, gli scultori, pittori, mosaicisti (e buona parte degli architetti) fino al XIX secolo? Tutta gente che aveva imparato proprio... a bottega.

Per favore, lo dico per lei, non si metta ancor più in imbarazzo.

Si, lo so.. Nulla e ben altro!

Anonimo ha detto...

11:57 AM, ok la saluto, non ho tempo da perdere oltre quello di parlare dell'argomento che lei ha cercato di deviare in tutti i modi per parlare di altro.
non la rispondo più ma non la prenda come scortesia ma solo perchè ritengo inutile il confronto con lei.
buona giornata sig. Costantini.

Guido Costantini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Guido Costantini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Guido Costantini ha detto...

@11:32 AM sono confuso, lei è quello che non sa scirvere in italiano o quello che viaggiare fa perdere la romanità? Stessa persona? Boh, con gli anonimi è difficile parlare.

L'argomento orginale era che la mentalità sta cambiando, che il penoso provincialismo del "qui è così e chi non fa così non è romano", oltre ad essere falso, gretto, stupido, miope (si fa così all'estero? orrore!) ed autolesionista, comincia finalmente a perdere posizioni e non riuscite a farvene una ragione.

Il resto era, effettivamente, solo un esercizio di stile a dimostrazione della piccolezza intellettuale e culturale dei sostenitori di Pompi e della quadrupla fila... che guarda caso sono sempre o quasi anonimi.

Meglio così?

Fabio ha detto...

Ma qualcuno ha mai pensato a verificare se la storia dei 60 dipendenti è vera?

60 dipendenti, e chi sei la FIAT??

Anonimo ha detto...

11:26 AM, a questo richiamo qualcuno ha perso l'udito?

Anonimo ha detto...

Non mi è parso di buon gusto il consiglio sulle alternative.
Sarebbe più opportuno puntare dove ci sono altre situazioni simili a Roma.
Per altro c'è il passaparola ed eventuali riviste specializzate.

Anonimo ha detto...

ma quante persone delle 60 che lavorano da pompi sono in regola????
l'ispettorato del lavoro prima del licenziamento dovrebbe controllare cio' a meno che non ci sia connivenza.

Anonimo ha detto...

madonna i complottisti…un'altra sciagura di questo Paese. "allora se metti il nome di quello ci prendi i soldi"…"allora se metti il nome di quello devi mettere anche il nome di quell'altro"… neanche alle elementari, cazzo!

Anonimo ha detto...

Come possono fare pubblicità se hanno menzionato 7 realtà tutte in concorrenza acerrima tra loro? Siete curiosi eh...

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Cristalli di Zucchero quale? Quella che crea la doppia fila sistematica su Via di Val Tellina?
Non ne azzeccate una.
ottobre 14, 2014 9:55 AM

Anonimo ha detto...
RfS da quel che ha detto 9:55 AM, quindi il CRISTALLI DI ZUCCHERO è come Pompi! Ora per coerenza, spett.le Rfs, dovresti aprire una guerra o non lo farai perchè fa parte delle pasticcerie del Gambero Rosso? La qualità dei prodotti non è argomento di questo blog, a meno che non si voglia fare anche della pubblicità occulta!
Adepti di RfS ora per coerenza dovreste boicottare anche Cristalli di Zucchero!
Cristalli di Zucchero quando perderai i clienti, con i tuoi dipendenti, ringrazia con Pompi il nostro caro blog di RfS.
ottobre 14, 2014 10:17 AM

Anonimo ha detto...

Ma l'ex assessore biondino, dopo tutta la marea di danni che ha provocato a Roma con tutti i suoi cartellonari, ancora apre bocca e gli da' fiato ?!!!!

Anonimo ha detto...

E' che si stava parlando della situazione di Pompi e del caos di auto davanti alla sua attività e non di dove fanno meglio il tiramisù. Quello ognuno se lo va a prendere dove meglio crede. Oltretutto il gusto è sempre soggettivo.
Lungi pensare che ci possano essere interessi dietro.

Anonimo ha detto...

rfs quindi ammetti che stai facendo pubblicità comparativa….

Anonimo ha detto...

In effetti Roma pullula di tanti piccoli pompi- absit iniuria verbis - ad esempio la domenica più o meno all'ora di pranzo, quando si consuma il rito delle pastarelle ad opera dei tanti profeti dell'attimino in doppia tripla fila.

Anonimo ha detto...

1:35 PM, è un tuo punto di vista che merita rispetto!
ma l'argomento non l'hai inserito tu!
c'è anche la foto del dolce della pasticceria De BELLIS ( nome e cognome per evitare che non ce ne accorgessimo di chi era il produttore del bel dolce raffigurato. Poi, guarda caso, lo stesso nome è riportato sotto ).
Ora dobbiamo vedere anche come, rfs, affronta la doppia fila davanti a Cristalli di Zucchero.
Prova a rileggerti tutti i commenti secendo me aiutano a riflettere e a tirare considerazioni

Anonimo ha detto...

ma scusate, io sono di roma, qualche anno fa ero in macchina con amici e a qualcuno iene l'idea di andare da sto pompi che io non essendo di zona non conoscevo insomma arriviamo in macchina su sta via un casino na marea de gente e penso tra me e me e che ce sarà qua dentro...un bar sporco, camerieri antipatici, tiramisù che sembrava del discount...non ci ho mai più messo piede, e sti cazzi che chiude...poi quel casino di macchine li davanti mi sembrava di stare a Calcutta o simili...maddaiiii

Anonimo ha detto...

2:11 PM, ben arrivato stavamo aspettando il tuo commento da max trollatore pro rfs.

Anonimo ha detto...

Ridicolo, adesso dobbiamo elencare TUTTI I bar che fanno il tiramisu’ a Roma senno’ siamo “faziosi”.

E’ chiaro che la menzione di alcuni bar qui e’ soggettiva, sono posti che piacciono a chi ha scritto il post. Se qualcuno e’ in disaccordo sulla qualita’ e sulla civilta’ di questi posti, o gliene piacciono altri, possono anche dirlo, magari e’ interessante.

Ricordiamoci che gli esercenti e albergatori romani sono anche contrari a Tripadvisor (un servizio usato in tutto il mondo) per la solita paura complottistica delle recensioni truccate, quando poi sono loro i primi a manipolarle. Forse avete paura che qualche giapponese si lamenti che gli avete fatto pagare 20 euro per un gelato.

Abituati a mercati controllati, senza concorrenza, clientela poco istruita, che voleva la tripla fila e non era abituata ai confronti internazionali, e te ce credo che adesso state in crisi.

Anonimo ha detto...

Scusa anonimo delle 2:17 perché dovrei essere un troll? non sono né pro né contro rfs ho solo portato la mia esperienza "quel bar lì che fa il tiramisù di notte" tutto qui...ma come al solito qui dopo un po' scoppiano solo litigate e aggressioni tra commentatori...mamma mia...
Roberta.

Dario ha detto...

Da quanto dice un mio amico che lavora all'AMA,anche Giolitti al Vicario non fa la raccolta differenziata ed il proprietario ha mandato missive infuocate ai vertici AMA ritenendo,che lui,locale storico,non deve rispettare la legge.Boicottiamo sti stronzi ragazzi!

Anonimo ha detto...

Terroni ! Terroni ! Solo voi terroni di Roma ladrona che non fa un cazzo ( padani libera ) potreste pensare di parcheggiare in tripla fila
Padania libera
Padania libera
Viva la libertà e la secessione che in trentino queste cose non potrebbero mai succedere
Padania libera
E congratulazioni per avere fatto eleggere borghezio nel collegio dell'Italia centrale, i ragazzi di casa pound ( civilissimi, e molto moderati )così ci liberareremo al più presto dallo stato centralista che non fa un cazzo
Viva la libertà !!!

Anonimo ha detto...

2.37 pm, questo dovrebbe essere un blog di degrado non di ristorazione, forse hai interpretato qualcosina in modo sbagliato.

Anonimo ha detto...

Ovviamente quel politico che difende pompi e solo un gran pezzo di merda

Anonimo ha detto...

ma mangiare il dolcetto alla pasticceria sotto casa no? Così non create traffico inutile e non obbligate il comune a darvi un trasporto pubblico decente.
Non capisco questo snobbismo del dover fare l'aperitivo o il dolce in un determinato locale...
Tra l'altro davanti a Mondi non mi pare che ci sia tutta questa educazione e civiltà...

Il problema è a monte... non si dovrebbero dare licenze per aprire locali che possano attirare molte persone concentrate in certi orari se non ci sono tutte le caratteristiche di ricezione,compresa la disponibilità di parcheggi, tanto è un dato di fatto che a roma ci si muove solo in auto.

Papinianus ha detto...

Bompiani ha il medesimo problema di sosta selvaggia davanti al locale. Io non l'avrei citato.

https://www.google.it/maps/@41.8590328,12.5021612,3a,75y,131.1h,74.66t/data=!3m4!1e1!3m2!1szyioTVVQmTpmIbTSbSzIwA!2e0

Anonimo ha detto...

Dolci gratis per il Tonelli da:
Andrea De Bellis
Cristalli di Zucchero
La Portineria
Bompiani
Cristalli di Zucchero e Bompiani hanno anche loro la doppia fila, dobbiamo pensare obbligatoriamente che la sostengono a questo punto.
Boicottiamo anche queste due pasticcerie!
Fatevi un giro sul web mi sa che il Tonelli è amico con i pasticcieri pubblicizzati, aiuto!

Anonimo ha detto...

come al solito ci distinguiamo x lessere superficiali e limitarci al fatto del parcheggio o se sia piu' o meno buono il tiramisu' di pompi quando il reale problema e' un altro ovvero l'avanzata cinese che toglie posti di lavoro a tutti noi !!!! con il loro modo di fare ( che con il tanto discusso articolo 18 ) non ha nulla a che vedere perche lavorano giorno notte e oltre !! un qualsiasi italiano che lavora non puo' reggere i loro ritmi inumani !! per di piu' non fanno girare l'economia non si integrano sono dei parassiti che in ogni settore fagocitano tutto con una velocita' impressionante perche noi poveri comuni mortali che le tasse le paghiamo !!! e tante troppeee!! e che non arriviamo a finemese !! non possiamo reggere i loro prezzi perche sono fuori mercato !! un esempio spicciolo dei settori che stanno invadendo dall' abbigliamento !! ai casalinghi !! ai bar !! ai parrucchieri !!! perfino la prostituzione ormai e' diventata loro !!! allora ci vogliamo svegliare o vogliamo finire invasi e schiavizati e alle loro regole !! vogliamo davvero far si che i nostri figli vadano a chiedere un lavoro ai cinesi nel prossimo futuro ?? vogliamo davvero noi che abbiamo fatto la storia l'arte la cultura in tutto il mondo chinarci a sta gente !! che con noi non c'entra e non centrera' mai nulla !! e non di sicuro x colpa nostra !! era solo una riflessione ps potro anche sembrare razzista ma vi assicuro che non e' cosi' !! fulvio

bat21 ha detto...

http://www.linkiesta.it/blogs/vita-da-cani/pompi-ovvero-checcefrega-delle-regole

Articolo carino

Anonimo ha detto...

1. Il tiramisu della Pompi fa schifo, ultima volta che sono stato costretto a mangiarlo mi è venuta 'na caccarella che non ve dico. Ci vanno perché è "locale famoso", con tutte le buone pasticcerie che ci sono a Roma, in ogni quartiere. 2. basterebbe parcheggiare più lontano, anche a Re di Roma ci trovano parcheggi, se cerchi bene. 3. la metropolitana sta a 5 metri...

Anonimo ha detto...

Ma quale RE del Tiramisu' . Saranno 10-12 anni che ha assunto una pasticciera(2.500eu/mese)e si vanta-se lo dice da solo- di essere il RE del Tiramisu. I titolari sono 2 sorelle e un fratello(titolare)che ci campano con le famiglie. Hanno fatto milioni di euro con quel locale che prima aveva due porte ora 4 o 5. Hanno danneggiato un centinaio di inquilini che abitano ai portoni vicini infischiandosene delle lamentele di questi. Vero e' pero che POMPI è stato il primo ad acquistare i box sotterranei all'impresa che li doveva costruire, ma poi un giudice ha fatto interrompere per sempre i lavori, dietro lamentele di molti abitanti della via. E' veroche molti suoi clienti sono maleducati, ma Pompi .... non li ha incoraggiati ad essere più CIVILI, penso per non perdere la clientela.

cinziotta ha detto...

essendo una dipendente della pasticceria pompi,quindi con conoscenza vera della realtà che si vive nel mio posto di lavoro,invito tutte quelle gentili persone che hanno scritto bugie e stupidi commenti a spingere il bottoncino che accende il loro piccolo cervello così che i loro scritti siano più accettabili! grazie cinziotta!!

ShareThis