Manifestazione degli ambulanti? Il cancro maligno di Roma. Uccidono la città e hanno pure il coraggio di manifestare perché la città prova a reagire e a salvarsi

15 ottobre 2014












Oggi manifestazione degli ambulanti a Bocca della Verità. E' come se avete un cancro che vi sta uccidendo, legittimamente cercate di sconfiggerlo con cure e medicine, e quello, maligno, invece di abbozzare perché è stato scoperto e andarsene di buon grado si ribelli dicendoti che tu le medicine non le puoi usare, che tu ti devi far uccidere e devi pure stare zitto. E che lui lo pretende. Questo è il commercio ambulante a Roma. Con la differenza che è un cancro che è stato ufficialmente autorizzato di uccidere da parte delle istituzioni. Uccidere il commercio, uccidere il turismo, uccidere la dignità dei monumenti, uccidere la sicurezza del traffico, uccidere la concorrenza. 
E' una cosa, lo diciamo senza alcun tema di essere smentiti, che non esiste in nessuna città del mondo. 


Migliaia e migliaia di autorizzazioni e posteggi su suolo pubblico che trasformano la faccia alle strade. Rendono spiacevole, disordinata, caotica, brutta la vista delle strade. Umiliano i percorsi dello shopping, impallano vetrine e insegne profumatamente pagate e tassate, evadono spesso il fisco, impiegano manodopera sotto pagata, schiavizzata, illegale, clandestina, vendono prodotti scadenti, espongono le merci in maniera illecita, distruggono prospettive su monumenti rendendoli infotografabili. 
E non è un problema del centro storico e basta (completamente stuprato da questi format commerciali che non hanno eguali neppure in Nordafrica o in Medioriente), è un problema di tutta la città, di tutte le consolari, di Via Cola di Rienzo e di Viale della Regina, di Viale Parioli e di Via Tuscolana. Uno scempio rispetto al quale i commercianti (quelli che pagano utenze, dipendenti, affitto, tasse e che si vedono massacrati da chi paga 1000 euro all'anno di occupazione suolo pubblico guadagnando 1000 euro al giorno) dovrebbero ribellarsi. Altro che manifestazioni. 
A quando una manifestazione dei parcheggiatori abusivi, dei lavavetri, dei contrabbandieri di sigarette e dei vucumprà?

Una amministrazione seria dovrebbe affrontare il problema in maniera decisa e radicale. Le strade devono essere liberate. E l'obbiettivo non può essere solo quello di liberare qualche monumento del centro storico spostando il cancro di qualche centimetro. No. Queste realtà vanno eliminate dalla strada restituendo alla città la dignità che merita e restituendole gli standard propri di una città europea. Ci sono migliaia di posti liberi nei mercati coperti, per quale motivo non si spostano questi titolari di licenze e concessioni lì dentro prendendo così due piccioni con una fava?



157 commenti | dì la tua:

Jannis Genco ha detto...

La protesta scritta in COMIC SANS e WORD ART e' sicuramente piu' forte.

Anonimo ha detto...

ma ci vuole tanto ad individuare delle aree da riqualificare ed assegnarle a questi banchi? e ci vuole tanto ad obbligarli a seguire un modello estetico deciso dal Comune? con 4 regole si potrebbero risolvere tutti i problemi di decoro, di tasse e di lavoro.

Anonimo ha detto...

Le amministrazioni precedenti hanno permesso tale cancro ed ora loro pensano di aver maturato un diritto, come lo credono i bengalesi che insudiciano le nostre piazze con le loro chincaglierie, o i posteggiatori abusivi o gli zingari che rubano nella metro, come chi non paga il biglietto nei bus, come chi parcheggia in seconda fila, come che imbratta i muri con lo spray.....
Non so quanto sia colpa loro ma di quei maledetti politici ed amministratori che nulla hanno fatto a tempo debito per ignavia, menefreghismo e sporco interesse personale.....

Anonimo ha detto...

Ma non dovevano fare sciopero oggi? Sono andato ai fori sperando di trovarli almeno per una volta finalmente liberi da ciarpame e bancarelle ed invece erano tutte lì. Erano tutti crumiri quelli o è uno sciopero a presa in giro?

Anonimo ha detto...

..e poi LE "ARRE PUBBLICHE" sui manifesti non se po proprio vedè

Anonimo ha detto...

Altro cancro è quello di chi compra, spesso gente con 7 case e 4 iPhone, che però cerca "l'affare" e alza i pugni contro il degrado e l'illegalità.

Anonimo ha detto...

Ci manca solo la manifestazione di Jack lo Sqaurtatore perché a roma c'è troppa criminalità, ahahah
Marco1963

Anonimo ha detto...

Pugno duro contro questo schifo!
BASTA NON SIAMO A BUCAREST!

Anonimo ha detto...

A Bucarest set cose non esistono, se fai il mafiosetto che aggredisci i poliziotti sparisci, desaparecido, kaputt.
Ma se veramente hanno tutta questa "influenza" sui politici, organizziamoci e smantelliamoglieli noi sti baracconi! Da v. parioli a termini, passando per l'eur: una kashba!
BASTA!!!!!!

Anonimo ha detto...

E loro possono anche lasciare il loro furgono in divieto di sosta tutto il giorno...

Anonimo ha detto...

E Alemanno era in prima fila a solidarizzare con questi tizi!

IL PROSSIMO CHE DA DEL FASCISTA A GIANNINO HA UN VAFFA OFFERTO DA ME!

Anonimo ha detto...

vorrei vedere:
1) fatture di acquisto della merce.
2) prima nota/registratore di cassa
3) assicurazione, bollo e revisione mezzi;
4) controllo assunzioni dipendenti al seguito
5) contratto d'affitto della casa dove vivono comprese bollette
poi forse inizieranno ad essere più simili a noi altrimenti rimangono dei babuini ignoranti zozzi sub umani indegni....

Anonimo ha detto...

Se mia figlia fosse stata in un'ambulanza e la stessa fosse rimasta bloccata a causa de ste merde, sarei sceso e fatto na strage.....

Anonimo ha detto...

Guarda che quelle cose valgono solo se sei italiano!
Loro sono esenti da tutto, e per questo, ANCORA MENO TOLLERABILI.

Anonimo ha detto...

Chi ama Roma , in questa lotta, sta con il Sindaco Marino e con la Leonori!
Finalmente quest'ultima ha pubblicato dati ufficiali sul censimento delle bancarelle a Roma (e solo per questo-inarrivabile fino a pochi mesi fa- merita una statua!), dopo decenni di "segreto istruttorio" e magna magna in qualche segreta stanza...

Anonimo ha detto...

BENVENUTI IN BANGLADESH

Anonimo ha detto...

BASTA BANCARELLE A ROMA!!!!

SONO DAPPERTUTTO COME I CATELLONI!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

chissà il "vero" affitto delle licenze a chi lo pagano...

Anonimo ha detto...

Fosse solo questo il cancro maligno di Roma!
Purtroppo ce ne sono di altri, e molto più aggressivi.....come ad esempio le flotte di zingari che in metropolitana cercano di derubare ogni giorno i malcapitati turisti (o cittadini italiani che usano i mezzi pubblici), oppure che portano i bambini ad elemosinare tra i vagoni della metro, o per strada!

Anonimo ha detto...

Io vorrei sapere che cazzo fanno questi pseudo politici tutto il giorno.... La colpa è solo la nostra. Abbiamo abbandonato Roma al suo triste declino. Ma una bella manifestazione no???? È ora di dare voce allo sdegno che abbiamo dentro... Riprendiamoci la città... Solo Uniti possiamo capovolgere la situazione. Fuori tutti!!!!!!!

Anonimo ha detto...

fra l'altro è anche facile ottenere la licenza... http://www.fiva.it/come_diventare_ambulante.asp

Anonimo ha detto...

SE ROMA FA SCHIFO ANDATEVENE A VIVERE DA UN ALTRA PARTE A MORTI DE FAME!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

11000 ditte a conduzione familiare regolamentate da leggi possono Sparire? Non si puo' fare di tutta un erba un fascio chi rispetta le leggi DEVE ESSERE TUTELATO chi non lo fa' deve essere punito come la legge prevede non fate disinformazione LE REALTA' DEL COMMERCIO AMBULANTE SONO DIVERSE

Anonimo ha detto...

Ma ora con lo street control li faremo chiudere.

Anonimo ha detto...

11000 ditte a conduzione familiare regolamentate da leggi possono Sparire? Non si puo' fare di tutta un erba un fascio chi rispetta le leggi DEVE ESSERE TUTELATO chi non lo fa' deve essere punito come la legge prevede non fate disinformazione LE REALTA' DEL COMMERCIO AMBULANTE SONO DIVERSE

Anonimo ha detto...

Io so solo che ho un parrucchiere di 30mq e pago 1400 euro al mese di affitto, 390 a bimestre di luce e 190 l'anno al comune per 'occupazione del suolo pubblico' per via di due faretti. Senza contare i 4000 spesi per la vetrina/porta e i 250 al geometra che ha dovuto fotografare e presentare il tutto in municipio. Ho dovuto licenziare il personale e mi avvalgo saltuariamente di stagisti (gli unici che posso pagare per ora). Se faccio una piega o un taglio a 20 euro, dalla ricevuta se ne vanno almeno 14. Il resto serve a pagare tutto l'ambaradam, prodotti inclusi (e quando sono buoni non costano certo poco, dallo shampoo ai colori - che poi ci siano taniche di 'benzina' a 10 euro all'ettolitro è un altro discorso). Se però chiedi 20 euro la gente strabuzza gli occhi, per la gioia dei cinesi che lavorano in 8, 16 ore al giorno (io ne faccio 'solo' 10). Peccato che i 6/7/8 che paghi a 'sta gente il fisco manco li veda. Né l'Italia in generale. Poi dici perché uno se ne vuole andare....
Per ora nessuno staziona con una bancarella di fronte al mio negozio, ma una cosa è certa: non starei zitto a guardare!

Andrea ha detto...

Non hanno soltanto ucciso l'immagine di questa città, che non meritano!, ma anche il commercio in tutta l'italia. Ogni bancarella ha fatto chiudere qualche negoziante. NON esiste NESSUNA altra capitle, salvo nel terzo mondo, uguale a Roma per la sua schifosa immagine, sporcizia, illegalità che hanno creato, e che continuano a creare in ogni strada.

bat21 ha detto...

Sono assolutamente in linea con Roma fa schifo. Se proprio si devono tenere delle bancarelle che se ne riveda il numero e la posizione.
NON devono costituire intralcio alla circolazione nè pedonale nè stradale e NON devono essere visibili dai monumenti o bloccare la vista dei monumenti.
Possono rimanere solo le bancarelle che ottemperino a questi due requisiti.

Anonimo ha detto...

BASTA CON LA LEGALITA'!!!!!
ROMA E' SOFFOCATA DA TROPPE LEGGI COME LACOONTE DALLE SPIRE DEI SERPENTI!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Uno delle richieste portate al sindaco oggi è di vigilare sull'abusivismo, al campidoglio come in questo forum non si distingue abusivismo da legalità

Anonimo ha detto...

Io ho l'impressione che, la maggior parte dei commenti che ho letto finora sia scritta da persone che, evidentemente non sanno di cosa parlano.
I° Le postazioni in cui trovate le bancarelle, non sono occupate arbitrariamente, ma sono individuate dall'Amministrazione Comunale.
II° Il commercio su aree pubbliche, è regolamentato dalla stessa legge che regola il commercio fisso Dlgs 114/98.
III° Gli obblighi fiscali per il commercio su aree pubbliche sono gli stessi di quelli per il commercio fisso.
Non esiste nessuna differenza tra il commercio fisso e quello ambulante, tranne che per esercitare il commercio ambulante bisogna ottenere un'autorizzazione amministrativa, mentre quest'ultima non è necessaria per il commercio fisso.
IV° Il numero dei posteggi su aree pubbliche è lo stesso da perlomeno 24 anni.
Tutto ciò premesso, è senz'altro vero che molti ambulanti non rispettano appieno il metraggio che dovrebbero occupare, ma per ovviare a questo basterebbe che i VV.UU. vigilassero appunto e verbalizzassero il responsabile.
Qualcuno ha scritto che è facile ottenere una "licenza" ambulante, ma evidentemente ignora che da più di 30 anni non sono state rilasciate nuove "licenze".
Possiamo poi discutere sulla qualità di molte merci messe in vendita, ma, state sicuri che se il pubblico non richiedesse quelle merci, presto gli ambulanti si sarebbero estinti.
Io, personalmente, faccio questo lavoro da 40 anni e posso essere fiero del fatto che la mia clientela abbia continuato a acquistare i prodotti che metto in vendita, così come sono fiero del fatto di averli sempre accontentati.
Io ho sempre svolto il mio lavoro onestamente, così come tanti miei colleghi, e non sono disposto a sentire commenti che parlano di questo lavoro come se fosse illegale, quasi alla stregua del contrabbando o della prostituzione.
Roma fa schifo anche per molti dei commenti che qui ho letto.

Anonimo ha detto...

Articolo falso e ingiusto parla con chi per strada ci sta tutti i giorni non inventare cazzate sei un pezzo di merda potevi venire oggi in piazza ad ascoltare gli operatori poi prima di parlare informati dei fatti parla con cervello chi ti ha detto che noi non paghiamo le tasse stai sicuro che ne paghiamo più di molta altra gente ci ai confrontati a zingari Vu compra te ricordo che noi la mattina ci alziamo e andiamo a lavorare per mantenere le nostre famiglie noi non rubiamo non imprechiamo noi Lavoriamo vergognatevi ignoranti

Anonimo ha detto...

Guardate che questo problema si può ridurre ad un nome ad una famiglia.Per rinfrescarci le idee andate a vedere la grande inchiesta de LA REPUBBLICA:
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/inchiestaitaliana/2012/04/12/news/le_licenze_dei_tredicine-33198603/
Una famiglia sola che controlla almeno trecento licenze di ambulanti e non solo quelle (temo si sia infiltrata anche in negozi ,bar attività commerciali normali),e'un blocco di potere economico politico a cui ormai e difficile imporre la ragione della maggioranza .Dietro questa manifestazione oggi ci stanno loro .Guai a fargliela passare sotto silenzio .Sara un caso il nervosismo del bar del tiramisu proprio in questi giorni?

Romamia ha detto...

Ma quando decideremo noi, poveri cittadini traditi, a fare una manifestazione all'inverso?
Contro questo cancro proliferato in migliaia di metastasi.

Anonimo ha detto...

Non mi conosci ma avete la mia solidarieta' per quello che hai detto. Se siete onesti tenete forte che non sara' un blog a distruggervi.

Anonimo ha detto...

Ha la mia solidarieta'! Credo a quello che dici. Siate forti non sara' un blog a distruggervi!

Anonimo ha detto...

5.54. , non conosci la realta'!

Anonimo ha detto...

7.48 pm Ha la mia solidarieta'! Credo a quello che dici. Siate forti non sara' un blog a distruggervi!

Anonimo ha detto...

4.12 pm, questa me puzza de marchetta al Comune.

Anonimo ha detto...

L'immagine di Roma nasce con l'ambulantato il foro romano era area di vendita di mercanzia..ignorante..ma tu sicuramente nemmeno lo saprai...ci sono licenze che hanno più di 200anni sono bolle PAPALI....ignorante...e per quanto riguarda i mercati che non ci sono in altre parti del mondo...grande cazzata perché in tutte le capitali te ne cito solo una Londra i mercati sono il fulcro del commercio ma tu Chai solo tempo per scrivere delle stupidaggini qui invece di informarti....capito ignorante

Anonimo ha detto...

Se Chai problema con il lavoro chiudi...come hanno fatto tanti di noi ambulanti....e stai pur sicuro che se dovessero mettere un posteggio REGOLARE davanti il tuo negozio te poi fa giallo rosso blu ma la rimane di battaglie ne abbiamo fatte tante dalla notte dei tempi abbiamo avuto a che fare con assessori sindaci parlamentari e di sicuro non ci mette paura un semplice parrucchiere

Anonimo ha detto...

Chissà quali sono queste centinaia di famiglie romane che patiranno la fame, a me ne risulta solo una e oltretutto abruzzese.

Riccardo_C ha detto...

Livelli ben oltre i limiti. Unica città nel mondo occidentale con questa peste. Neppure nei paese arabi sono messi a questi livelli. Ormai paragoni possibili solo con indonesia e pakistan...

Anonimo ha detto...

E' un' attivita economica in diretta concorrenza con chi crea molto piu indotto (utenze, locazioni immobili, assunti, fornitori). Solo una citta di trogloditi come si e' ridotta ad essere roma puo puntare su un mercato di strada.

Il fatto che ci sia gente che ci fa pure la spesa spiega molto di come siamo ridotti. Per risparmiare qualche Euro preferiamo la bancarella al negozio. Poi la bancarella illegale alla legale, poi lo zingaro alla bancarella, poi direttamente il mercato del rubato o della monnezza.
Avvitamento verticale verso il degrado

bat21 ha detto...

Tristemente quoto il tuo intervento

mistral ha detto...

fuoco e fiamme per gli ambulanti ! Roma libera

Anonimo ha detto...

Proviamo a fare un ragionamento semplice e logico, mi rivolgo a RfS e ai vari soggetti che scrivono su questo blog.
Voi accusate il sig. Tredicine di essere un mafioso che gestisce, illegalmente inadeguatamente inpropriamente mafiosamente etcc,l'ambulantato.
RfS per fare certe affermazioni così pesanti dovresti avere le prove, almeno la logica me lo fa pensare, perchè non crei una raccolta fondi, motivandola e dimostrando quello che dici, per portarli in tribunale per sottoporli a giudizio della giustizia?
Non fate il solito discorso puerile dicendo loro hanno tutto in mano e non li puo' succedere nulla in tribunale, quandi ci sono prove schiaccianti non c'è giustizia corrotta che possa reggere.
Poi già il fatto di mostrare prove certe e portarli in tribunale sarebbe, per l'opinione pubblica pertanto noi, una dimostrazione che quello che sbandierate è vero.
Non ha senso sbraitare, come dei bambini di scuola materna, continuamente da un blog e far diventare questa argomento come un gossip da bar o da parrucchiera.
Ormai, cara RfS, il tuo solo sbraitare dura da tanto tempo pertanto se hai prove passa ai fatti se invece fai solo supposizioni sarebbe ora di finirla con questi argomenti.

paola ha detto...

Cari ambulanti, un conto è avere una licenza, in uno spazio autorizzato e delimitato, e dove ha un senso che la bancarella ci sia. Un conto è ridurre la citta ad un bazar, con furgoni parcheggiati ovunque e marciapiedi impraticabili. E sicuramente rispetto per le famiglie italiane che vivono di questo lavoro, ma vorrei sapere qualcosa di più a proposito delle licenze x tutte quelle bancarelle tenute dagli stranieri, che sono il 90% delle esistenti. Licenze italiane ma date in gestione ai bangladesh ??? E allora tu italiano titolare della licenza, in realtà, CHE FAI ???

Anonimo ha detto...

e guardate la notizia di oggi.
incredibile dell'incredibile!!!
dopo secoli e secoli le autorità si sono accorte di quello di cui solo un non-vedente non si sarebbe accorto, e cioè che gli ambulanti di Roma vanno continuamente a rifornirsi presso i negozi cinesi dell'Esquilino.
che tra l'altro vendevano all'ingrosso pure abusivamente...


http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/10/16/news/esquilino_la_truffa_dei_negozi_cinesi-98205127/


eh vabbè c'è voluto qualche secolo ma alla fine si sono accorti di una cosa che sapevamo tutti da sempre.
forse noi cittadini siamo più svegli delle forze dell'ordine?
forse dovremmo scambiarci i ruoli?
io vado a fare il vigile e il vigile viene a fare il mio lavoro?
passare per l'esquilino e vedere maree di "extracomunitari" bengalesi, africani, ecc. entrare e uscire dai negozi dei cinesi avrebbe dovuto attirare l'attenzione delle autorità già nel secolo scorso.
e invece chissà...



p.s.
per i buontemponi pronti a scrivere nei miei confronti "eh ma alle 9 di mattina non c'hai un cazzo da fare a lavoro?" rispondo subito che io lavoro a turni e oggi è giornata di riposo. capitooo???

Anonimo ha detto...

Dato che hai un giorno di riposo puoi verificare se gli ambulanti di cui parli sono abusivi o regolari ? L'abusivismo è combattuto in primis dai regolari, incominciamo a commbattere in modo unito l'abusivismo poi parliamo del resto

Anonimo ha detto...

mi piace il commento di 8.44, condivido la proposta di anonimo.
la ricopio anche se non ci sarebbe bisogno:

Anonimo ha detto...

Proviamo a fare un ragionamento semplice e logico, mi rivolgo a RfS e ai vari soggetti che scrivono su questo blog.
Voi accusate il sig. Tredicine di essere un mafioso che gestisce, illegalmente inadeguatamente inpropriamente mafiosamente etcc,l'ambulantato.
RfS per fare certe affermazioni così pesanti dovresti avere le prove, almeno la logica me lo fa pensare, perchè non crei una raccolta fondi, motivandola e dimostrando quello che dici, per portarli in tribunale per sottoporli a giudizio della giustizia?
Non fate il solito discorso puerile dicendo loro hanno tutto in mano e non li puo' succedere nulla in tribunale, quandi ci sono prove schiaccianti non c'è giustizia corrotta che possa reggere.
Poi già il fatto di mostrare prove certe e portarli in tribunale sarebbe, per l'opinione pubblica pertanto noi, una dimostrazione che quello che sbandierate è vero.
Non ha senso sbraitare, come dei bambini di scuola materna, continuamente da un blog e far diventare questa argomento come un gossip da bar o da parrucchiera.
Ormai, cara RfS, il tuo solo sbraitare dura da tanto tempo pertanto se hai prove passa ai fatti se invece fai solo supposizioni sarebbe ora di finirla con questi argomenti.

ottobre 16, 2014 8:44 AM

Anonimo ha detto...

8.44 e 9.22AM

ma di che parlate? Questo e' un blog, non un'associazione di commercianti o di consumatori.
Gia immagino i commenti se poi effettivamente RfS facesse un esposto (che poi esporrebbe quello che e' sotto gli occhi di tutti) "ecco che quelli di RfS fanno i giustizieri". Avete un po' rotto i cojoni: ciascuno fa il suo mestiere.

Forse sono le forze dell' "ordine" o la magistratura che non fanno il proprio

Anonimo ha detto...

Quanto a quelli che dicono che ci sono le licenze

1) se hai la licenza non e' detto che sia eterna. La situazione dela citta cambia, cambi pure la licenza. Magari non dal lunedi al martedi, ma con scadenza un paio di anni si. I contratti non sono eterni, i matrimoni non sono eterni, ma le licenze si?

2) il fatto che la licenza ci sia, non importa che poi l'attivita sia svolta nei limiti della licenza;

3) che la licenza ci sia, non vuol dire che sia stata rilasciata giustiamente e nel rispetto di tutti i crismi dovuti (o del buon senso, questo sconosciuto)

4) la presenza della licenza nulla spiega circa il modo in cui la licenza e' stata ottenuta (sai quanti permessi di costruire sono stati rilasciati in spregio al piano regolatore?)

Anonimo ha detto...

Dopo tutti questi commenti "temo" che non si solo RFS a schierarsi contro le bancarelle.
Signori, avete decine di commenti per capire che la popolazione ne ha le palle piene del vostro ciarpame in stile kabul, dei vostri stronzi mezzi in sosta irregolare, dei marciapiedi occupati per l'80% dai vostri tendaggi.
Siete antiestetici, conferendo a Roma, non solo in centro ma anche in aree più periferiche, quel tocco da metropoli mediorientale in tempi di guerra.
Non me ne importa un fico secco delle licenze, della bolla papale di 200 anni fa e delle tasse che pagate: SIETE DEGRADO! Senza se e senza ma, non l'unica causa, ma lo siete.
Sparite!

Anonimo ha detto...

10:12 AM, vorrei che la risposta la dia RfS in qualità di propositore della teoria o verità che Tredicine sia gestore illegale dell'ambulantato.
In ogni caso, caro anonimo, cosa c'è di meglio di portare delle prove davanti alla giustizia per dimostrare l'eventuale illegalità?
Altrimenti, non prenderla come offesa, che facciamo fomentazione istigazione estremizazione e basta? con il rischio che il malcontento provochi ribbellioni popolari e personali? penso che ognuno di noi spera che non succedano eventi spiacevoli a causa dell'estrimizzazione pertanto per evitarle la cosa più semplice veritiera pacifica e logica mi sembra quella di portare le prove dell'illegalità davanti a un giudice e poi vedere e dimostrare il seguito.
caro anonimo, penso che nessuno potrà condannare RfS se eventualmente dimostrasse con prove vere l'illegalità nel sistema dell'ambulantato anzi penso che ne saremmo tutti più felici e soddisfatti, poi le critiche RfS le riceve anche semplicemente pubblicando degli articoli pertanto meglio essere attaccati portando delle prove davanti alla giustizia che ricevere attacchi pubblicando un semplice articolo.
Il mio discorso, scusa, mi sembra logico e semplice!

Anonimo ha detto...

10.31AM

probabilmente e' per questo che chi sappiamo noi la querela non la fa...

Anonimo ha detto...

Saranno 3 giorni spettacolari

Anonimo ha detto...

10:33 AM, la tua risposta è abastanza logica, ma l'obbietivo di RfS, non dovrebbe essere quello di vedere chi la fa o chi non la fa, ma semplicemente di combattere e debellare l'illegalità dell'ambulantato e il mio concetto mi sembra il più logico è semplice, sinceramente gli altri li vedo altro che costruttivi e sereni.

Anonimo ha detto...

10:33 AM, la tua risposta è abbastanza logica, ma l'obbietivo di RfS, non dovrebbe essere quello di vedere chi la fa o chi non la fa, ma semplicemente di combattere e debellare l'illegalità dell'ambulantato e il mio concetto mi sembra il più logico è semplice, sinceramente gli altri li vedo altro che costruttivi e sereni.

Anonimo ha detto...

10:33 AM, la tua risposta è abbastanza logica, ma l'obbietivo di RfS non dovrebbe essere quello di vedere chi la fa o chi non la fa ma semplicemente di combattere e debellare l'illegalità dell'ambulantato e il mio concetto mi sembra il più logico e semplice, sinceramente gli altri li vedo altro che costruttivi e sereni.

Anonimo ha detto...

Peccato solo che vendete immondizia

Anonimo ha detto...

cose dall'altro mondo.
uno schifo inaudito, spettrale.
ma è mai possibile che nessuno di questi ignoranti amministratori abbia messo il naso fuori da questa città ridotta allo schifo, piena di baracche e burattini, bancarelle e cartelloni.
Roma fa schifo è quasi un complimento.
Zingaretti e Marino dovrebbero darsi una mossa (e magari fare due passi a Barcellona Madrid Parigi Londra). Non si può vivere in un mondezzaio del genere.

Anonimo ha detto...

"non c'è giustizia corrotta che possa reggere." Fai ridere! Ma dove hai vissuto negli ultimi 50 anni?

Anonimo ha detto...

11:03 AM, allora come combatteresti tu l'illegalità?

Anonimo ha detto...

Chi scrive questo articolo non conosce le verità nascoste.
Iniziamo a specificare che ci sono varie categorie di licenze, ognuna di esse è stata concessa o acquistata secondo dei criteri ben definiti dalle leggi dello stato,per questo motivo ci si reca da un notaio, che si prende parcelle assurde per garantire la legalità delle concessioni, se poi lo Stato stesso non è in grado di gestirle non può essere un problema degli ambulanti. su ogni concessione governativa o comunale vengono stabilite delle regole su aree pubbliche. Non si può fare di tutta un erba un fascio. nella categoria degli ambulanti ci sono persone oneste che si svegliano la mattina presto per andare a contribuire a quelle che sono le caratteristiche della nostra costituzione " l'Italia è una repubblica democratica basata sul lavoro".
Invece di puntare il dito sugli ambulanti andate a monitorare chi di queste attività commerciali ne ha fatto un business, acquistando molte di queste licenze per poi affittarle senza conoscere a chi venivano intestate. Le regole già esistono su queste licenze bisogna solo effettuare i controlli.
Come esperienza personale dopo aver lavorato per 3 anni a piazza di spagna, ho visto con i miei occhi abusivi che vendevano rose sotto la scalinata di Trinità Dei Monti, seguiti tra la folla da poliziotti incapaci di immobilizzare i trasgressori, per aggravare ancora di più il concetto, appena cadevano due gocce d'acqua, gli stessi che vendevano i fiori vendevano ombrelli in un'anarchia totale, perchè si sa che quando piove a Roma i Vigili Urbani spariscono sotto gli occhi di tutti. per non parlare di chi vende castagne in mezzo alla strada di pubblico passaggio sotto curva, tra via Condotti e piazza di Spagna.E' vero bisogna rispettare le regole e su questo non ci sono dubbi, ma le leggi sono uguali per tutti......Questa è l'Italia questo è il nostro bel paese.....

Anonimo ha detto...

PER FORTUNA CI SONO GLI TZUNAMI I MONSONI I TIFONI I TERREMOTI E EBOLA E PURE L'ISIS CON QUALCHE BOMBA MESSA A DOVERE POTREBBE RITORNARCI UTILE.
QUESTE SONO BLATTE E SORCI !!!

Anonimo ha detto...

11:08 AM, grazie per il tuo contributo alla discussione, tu saresti diciamo la voce degli abulanti.
ora sarebbe interessante ascoltare la voce di rfs sia a quello che dice l'ambulante e sia ai miei commenti (8.44 - 10.31 - 10.52 - 11.07) da individuo neutrale innamorato della verità e della giustizia!

Anonimo ha detto...

11:08 AM, grazie per il tuo contributo alla discussione, tu saresti diciamo la voce degli ambulanti.
ora sarebbe interessante ascoltare la voce di rfs sia a quello che dice l'ambulante e sia ai miei commenti (8.44 - 10.31 - 10.52 - 11.07) da individuo neutrale innamorato della verità e della giustizia!

Anonimo ha detto...

Attenzione Attenzione........
Questi sindaci da strapazzo, queste giunta corrotte dal sistema, non fanno mai nulla per caso. Aprite gli occhi, siete convinti che tutte le problematiche di questa città, sono da attribuire agli ambulanti?
Appoggiarsi sulla legge Bolkestein è ridicolo, il principio di questa legge è quella di riconsegnare queste licenze, successivamente essere riassegnate attraverso bandi di concorsi con regole ancora non stabilite. Conosciamo tutti come funzionano i bandi in questo paese non facciamo finta di nulla. Chi scrive certe affermazioni come: è uno schifo, rovinano il decoro di questa città, non conoscono la realtà dei fatti, fate una ricerca su credete veramente che togliendole dalle mani di chi oggi ci lavora nella legalità si risolve il problema? Se ciò accadesse vi ritroverete ancora più abusivi, perchè se non c'è un piano di riqualificazione di questi artigiani cosa credete che si mettano a fare? Giornalisti da strapazzo prima di scrivere articoli del genere vivete le realtà all'interno, non puntate il dito contro tutti perchè non viviamo in un epoca fascista.

Anonimo ha detto...

Attenzione Attenzione........
Questi sindaci da strapazzo, queste giunte corrotte dal sistema, non fanno mai nulla per caso. Aprite gli occhi, siete convinti che tutte le problematiche di questa città, sono da attribuire agli ambulanti?
Appoggiarsi sulla legge Bolkestein è ridicolo, il principio di questa legge è quella di riconsegnare queste licenze, successivamente essere riassegnate attraverso bandi di concorsi con regole ancora non stabilite. Conosciamo tutti come funzionano i bandi in questo paese non facciamo finta di nulla. Chi scrive certe affermazioni come: è uno schifo, rovinano il decoro di questa città, non conoscono la realtà dei fatti, fate una ricerca su credete veramente che togliendole dalle mani di chi oggi ci lavora nella legalità si risolve il problema? Se ciò accadesse vi ritroverete ancora più abusivi, perchè se non c'è un piano di riqualificazione di questi artigiani cosa credete che si mettano a fare? Giornalisti da strapazzo prima di scrivere articoli del genere vivete le realtà all'interno, non puntate il dito contro tutti perchè non viviamo in un epoca fascista.

Anonimo ha detto...

"ci sono varie categorie di licenze, ognuna di esse è stata concessa o acquistata secondo dei criteri ben definiti dalle leggi"

Ma i tempi cambiano, le leggi cambiano e anche le licenze. La licenza non puo essere intangible perche nulla lo e'.
Il tassinaro paga X la concessione e poi ne fanno altre 1000 che dovrebbe dire?
Il professionista si iscrive a un ordine e poi gli fanno la riforma della cassa professionale (piu cara) che dovrebbe dire?
Hai un suolo e gli cambiano destinazione d'uso, che dovresti dire?
Ti sei comprato un'auto e ci potevi circolare liberamente, dopo anni per standard ambientali ti interdicono l'accesso in certe zone. Che fai?

Le concessioni sono atti amministrativi basati su criteri stabiliti in un'epoca X. Se siamo nell'epoca Z, quei criteri si devono rivedere periodicamente! E' logico!

Anonimo ha detto...

11:36 AM, grazie per il tuo contributo alla discussione, tu saresti diciamo un altra voce degli ambulanti.
ti consiglio di non attaccare ma semplicemente proviamo a fare un ragionamente costruttivo.
Ora sarebbe interessante ascoltare la voce di rfs sia a quello che dicono gli ambulanti e sia ai miei commenti (8.44 - 10.31 - 10.52 - 11.07 - 11.24) da individuo neutrale innamorato della verità e della giustizia!

Anonimo ha detto...

@ 11:36 AM

Sei furbetto, ma non funzioni. Ci dici che con la Bolkenstein e simili rischiamo piu ambulanti. Dimentichi che rischiamo anche di averne di meno.
Quindi dovrei barattare la possibilita della decenza futura a favore dello schifo attuale?

E poi scusa, la soluzione tua quale e'? lasciare le licenze a chi gia le ha? Che incentivo avrebbero a migliorare ed essee decenti?
Quello che proponi prima che nella realta non funziona neppure nella logica.

Forse forse hai una licenza?

Anonimo ha detto...

11:45 AM, per favore non buttiamo tutto in confusione e aspettiamo la risposta di RfS visto che secondo logica dovrebbe avere le prove dell'illegalità che contesta al sistema degli ambulanti e ai relativi gestori della relativa illegalità!

Anonimo ha detto...

per favore non buttiamo tutto in confusione e aspettiamo la risposta di RfS visto che secondo logica dovrebbe avere le prove dell'illegalità che contesta al sistema degli ambulanti e ai relativi gestori della relativa illegalità!

sono sempre (8.44 - 10.31 - 10.52 - 11.07 - 11.24 - 11.51) - scusate che faccio da tipo moderatore!

Anonimo ha detto...

11.51 AM

Non cadere in questa deriva legalistica per cortesia.

Non c'e bisogno della legge per vedere che la situazione del commercio ambulante e' fuori controllo per dimensioni, infima qualita della maggior parte delle bancarelle, per l'occupazione di suolo pubblico e monnezza prodotta.

Che se domani depenalizzassero l'omicidio diresti "ah beh, se e' legale..."
Usiamo il buon senso? La situazione ha paragoni altrove in Europa (ma anche nel mediterraneo)? NO. Fanno bene all'economia? All'ambiente? Alle condizioni di lavoro? Secondo me NO.

Allora per cortesia, non buttiamola sul legale! Non ci vuola una legge per dirci quello che gia sappiamo (sono pure avvocato)

Anonimo ha detto...

Le chiacchere stanno a zero. L'ambulantato a Roma è una PIAGA DEVASTANTE.

La città semplicemente non ne può più e le motivazioni sono sotto gli occhi di tutti. È quasi ridicolo anche una minima difesa dello status quo, del "problemi sono altri" etc. Questa cittá FINALMENTE SI RENDE CONTO CHE COSÌ NON SI PUÒ PIÙ ANDARE AVANTI.

Via tutta questo schifo e si indaghi sul rilascio facile di decine e decine di licenze e di tutto il presunto malaffare che c'è dietro.

Ah, per i bancarellari, dichiarazioni fiscali, tutto in regola, sì?

Da VOMITARE.

Anonimo ha detto...

11:57 AM - 11.:59 AM: dobbiamo appurare l'illegalità tanto decantata dell'ambulantato e del signor Tredicine e poi affrontare alle situazioni del buon senso che probabilmente, se fosse vera l'illegalità dell'ambulantato e del signor Tredicine, il buon senso si risolverebbe di conseguenza.
stiamo tranquilli spettabili signori e attendiamo le prove che potrebbero essere portate in tribunale per scardinare questo eventuale tipo di illegalità.

Anonimo ha detto...

pure Sgarbi fa l'urtista ormai

AMADIO CIAMMETTI ha detto...

AD OGNI ANONIMO CHE SCRIVE SU QUESTO BLOG CHIEDO:
1)DI AVERE IL CORAGGIO DI FIRMARVI;
2)DI PRESENTARE LA VOSTRA DOCUMENTAZIONE:
1) LAVORO SVOLTO.
2) REDDITO
3) assicurazione, bollo e revisione mezzi;
4) contratto d'affitto della casa dove vivete comprese bollette
COSì DA POTER VERIFICARE CHE LAVORO FATE, COME VIVETE E SE PAGATE LE TASSE;
3)DI DOCUMENTARSI SULLA "STORIA" DEGLI AMBULANTI, CHE NON VANNO CONFUSI CON BENGALESI, ZINGARI, IGNORANTI, SUBUMANI. FRA GLI AMBULANTI CI SONO PADRI E MADRI DI FAMIGLIA CHE LAVORANO ONESTAMENTE, A DIFFERENZA VOSTRA CHE AVETE LE PALLE DI SCRIVERE SU UN BLOG RIMANENDO NELL'ANONIMATO, BELLE COSE CHE INSEGNATE AI VOSTRI FIGLI! CI SONO DIPLOMATI E LAUREATI, QUINDI IGNORANTI SIETE VOI CHE SCRIVETE NO SAPENDO DI COSA PARLATE.
IO PARLO DI AMBULANTI REGOLARE, CHE PAGANO LE TASSE, CON TANTO DI LICENZE E LAVORANO ONESTAMENTE.

ALTRA STUPIDAGGINE AFFERMATA SU QUESTO BLOG CHE NON CORRISPONDE A VERITA': I FURGONI, SE LASCIATI IN DIVIETO DI SOSTA ANCHE SOLO PER 5 MINUTI, VENGONO MULTATI NON COME SI FA NORMALMENTE, MA PEGGIO. NEI CONFRONTI DEGLI AMBULANTI NON C'E' UN MINIMO DI TOLLERENZA.

QUANDO SI APRE IL BANCO DAVANTI AI NEGOZI, QUALCHE DISAGIO GLIELO CREIAMO E LO CONFERMIAMO, MA C'E' GENTE DI BUON SENSO CHE NON FA LA MOSTRA ATTACCATA ALL'OMBRELLONE PER NON CREARE DISAGI E CHE TOGLIE IL FURGONE METTENDOLO IN UN GARAGE A PAGAMENTO PER RENDERE L'INSEGNA DEL NEGOZIO VISIBILE....

PER QUALSIASI ALTRO DUBBIO O CHIARIMENTO POTETE TRANQUILLAMENTE VENIRMI A CERCARE.
MI CHIAMO AMADIO CIAMMETTI E A DIFFERENZA VOSTRA HO IL CORAGGIO DI RENDERE PUBBLICO IL MIO NOME ED IL MIO COGNOME

Anonimo ha detto...

12:12 PM, non so chi sei ma non buttare in confusione la discussione.
Per favore signor RfS intervenga e dia delle risposte, sinceramente fra poco penso che non riuscirò a tenere banco alla bufera che probabilmente si scatenerà ( non sono un gestore di blog ) anche perchè non riesco a capire quali sono gli eventuali troll e a quale fazione appartengono ( RfS o Ambulanti ).

Anonimo ha detto...

" portate in tribunale per scardinare"

In italia? A Roma? Lo stesso tribunale (casomai procura) che non vede:
1) sfruttamento lavoro minorile nella metro?
2) l'attentato alla salute pubblica dei vari roghi di rifiuti?
3) l'allucinante violazione della proprieta industriale dell;industria del falso?
4) i danneggiamenti al patrimonio pubblico di treni della metro distrutti di vernice?

Mantengo la calma, ma scusa la domanda: ci fai o ci sei?

Anonimo ha detto...

" I FURGONI, SE LASCIATI IN DIVIETO DI SOSTA ANCHE SOLO PER 5 MINUTI, VENGONO MULTATI NON COME SI FA NORMALMENTE, MA PEGGIO"

Tipo ogni giorno a via Ottaviano? Tra l'altro quelli hanno la licenza immagino. Ma t pare logico averebancarelle a 10 metri dall'uscita di una metro? E una via agibile come dovrebbe essere secondo te?

Anonimo ha detto...

sig. AMADIO CIAMMETTI sono il momentaneo moderatore di questa discussione, spero che intervenga al più presto il signor RfS così potrò tirarmi fuori.
Comprendo la sua arrabbiatura ma teniamone basso il livello e attendiamo che RfS intervenga e ci dia qualche risposta attinente a quello che gli abbiamo chiesto.

Anonimo ha detto...

Viviamo nel paese dei furbetti, Tu affermi che io lo sia?
che io abbia una concessione governativa?
Se vuoi saperlo conosco la realtà, l’ho vissuta a mio malgrato all'interno, prima come commesso su un banco d’abbigliamento, poi come conduttore. Sai quante domande ho fatto alle varie circoscrizioni per ottenere un titolo per operare?
Quante marche da bollo ho comprato?
Non sono l'unico c'è un esercito di persone come me..... la gente come te sai come la chiamiamo?
Spara sentenze......
Per un anno presi in gestione una licenza da itinerante, su di essa c'è una postilla con decreto legislativo dove garantiva lo svolgimento su tutto il territorio nazionale.
Vivendo in una democrazia bicamerale, un D.lgs è stato discusso, prima di essere approvato, nella camera dei deputati e successivamente alla camera del consiglio per essere poi messo in atto ai 90 giorni delle firme dei due presidenti, e solo il presidente della Repubblica può annullare tale decreto.....
Quindi chi meglio di me, da cittadino che ha aperto fiscalmente una partita iva, si può sentire sicuro?
Un bel giorno prendo la mia ape 50, acquistata di proposito per rientrare nei piani ambientali sull'inquinamento e per accedere a ztl, (ma soprattutto per esigenze economiche) mi reco nei pressi di campo di fiori, svolgo la mia attività dove si presentano giustamente i vigili per fare un controllo sulla regolarità dello svolgimento, cosa esce fuori?
sono irregolare...... Perché?
Il primo municipio ha messo una restrizione su questi tipi di attività?
Ho fatto una ricerca su internet e in nessun’altra democrazia dell’UE una legge comunale, provinciale o privata che ha uno statuto sul territorio può sostituire una lgge di Stato.......
Informatevi prima di parlareeeeeeeee..........

Anonimo ha detto...

12:17 PM, non ci faccio e non ci sono per questo ti chiedo quello che ho chiesto all'altro anonimo: come risolveresti il problema relativo a questa illegalità!
La mia soluzione mi sembra semplice logica e più pacifica delle altre viste fino ad ora su questo blog.

Anonimo ha detto...

Sono anni che non si rilasciano più licenze... Ignorante dagli anni 80 ignorante in Potevi venire il 15ottobre Alla manifestazione ne avremmo parlato in modo civile e ti avremmo fatto vedere tutti i pagamenti e i libri contabili... Ignorante

Anonimo ha detto...

@ 12,26

Non intendo rilasciarle gratis un parere pro veritate, non fossaltro per il tono di saccenza che ha adottato.
Non le spieghero la quantita di castronerie di diritto costituzionale che e' riuscito a condensare in 2 righe, ma del resto non e' colpa sua. Ha tutto il diritto di essere ignorante di diritto amministrativo. Solo pero' abbia rispetto della professionalita altrui e non faccia sparate che non e' palesemente in grado di gestire. Il Comune praticamente in ogni paese d'Europa ha la gestione de territorio. Sara stato mal consigliato, ma quand'anche la concessione avesse validita nazionale come da lei asserito, retano salvi piani territoriali decisi chiaramente non a Palazzo CHigi o a Monecitorio, ma dai comuni. Se la concessione e' valida anche per Roma, non vuol dire che lo sia in ogni metro quadro di Roma. Abbia la compiacenza di usare un minimo di logica. Le suggerisco di andare da un avvocato la prossima volta, prima di prendere fischi per fiaschi

Anonimo ha detto...

da stamattina sto facendo da moderatore e per non essere confuso con altri anonimi vi dico che mi chiamo Nicola.
ragazzi stiamo calmi non alziamo il livello di arrabbiatura ma aspettiamo le risposte di RfS visto che dice che illegalità nell'ambulantato e del sig. Tredicine così se lui ce la dimostrerà eventualmente gli potremo anche dare una mano per portare tutto in Tribuanale.
Mi sembra tutto logico e semplice.
Nicola

Anonimo ha detto...

da stamattina sto facendo da moderatore e per non essere confuso con altri anonimi vi dico che mi chiamo Nicola.
ragazzi stiamo calmi non alziamo il livello di arrabbiatura ma aspettiamo le risposte di RfS visto che dice che esiste illegalità nell'ambulantato e del sig. Tredicine così se lui ce la dimostrerà eventualmente gli potremo anche dare una mano per portare tutto in Tribuanale.
Mi sembra tutto logico e semplice.
Nicola

Anonimo ha detto...

Gia che moderi, non scrivere 2 o 3 volte sempre lo stesso testo

Roma fa Schifo ha detto...

Non abbiamo mai parlato di illegalità. Anzi abbiamo sottolineato che il problema è che è tutto legale. Tutto assurdamente e ignobilmente legale. Ecco perché è così difficile combattere questo autentico cancro.

Anonimo ha detto...

Su quello che dici non fa una piega.
Ho 40 anni e sono un ignorante perché ignoro?
o parli del mia cultura intellettiva?
Ci sono andato dall'avvocato, più di uno, anche sindacati e cooperative.....la risposta sempre la stessa, Vivi in Italia...
a pochi passi da quei palazzi che hai citato: Palazzo CHigi o a Monecitorio si vedono certi scempi
http://www.ilmessaggero.it/ArchivioNews/20130717_ambulanti-p.jpg
http://www.romapolitica.it/wp-content/uploads/2013/10/abusivo.jpg
ATTENZIONE QUALCUNO VUOLE FAR VEDERE IL SUO GRADO DI CULTURA SICURAMENTE PER INTERESSI PERSONALI, VI CHIEDERA DI USUFLUIRE DEI SUOI SERVIZI

Anonimo ha detto...

cara RfS, sono d'accordo al 100% con il tema, ma vorrei che andaste più a fondo. perchè a Roma ci sono così tante bancarelle, le quali, ammettiamolo, in moltissimi casi sono perfettamente legali? e una volta capito il perchè: è possibile rimuovere queste concessioni? e se sì, chi lo può fare? e una volta individuato chi, cosa fare per spingere l'amministrazione a rimuoverle? Grazie

Anonimo ha detto...

12:42 PM, l'avevo fatto solo perchè riscontravo degli erori che con il successivo commento correggevo, come volendo potrai notare

Anonimo ha detto...

Tredicine non vi dice niente?

Anonimo ha detto...

12.51 Roma fa Schifo, grazie per la tua cortese risposta.
Quindi l'ambulantato è legale e il sig. Tredicine che gestisce la situazione è nella legalità, capisco questo nella sua cortese risposta.
Mi chiedo, la domanda mi viene spontanea, cosa dobbiamo allora combattere, come romani, la legalità? dobbiamo modificare la legalità nella gestione delle licenze e concessioni? dobbiamo modificare la legalità degli spazi concessi? mi faccia capire cos'è che dobbiamo fare.
Nicola

Anonimo ha detto...

USUFLUIRE

Anonimo ha detto...

Solo questo e' il whisky maschio senza raschio.

Solo questo e' il whisky mascio senza fischio

Solo questo e' il caschio moschio senza raschio



Anonimo ha detto...

A questi parassiti vorre chiedere:
1) pagate la sosta strisce blu?
2) siete autorizzati a sostare
su parcheggi invalidi e strisce
pedonali?
3) pagate le assicurazioni auto?
4) dove fate le revisioni a quei
catorci?
5) pagate i bolli auto?
6) i topi di fogna che avete come
dipendenti sono in regola?
7) pagate i contributi ai lavoratori?


PARASSITI !!!

Anonimo ha detto...

Roma fa Schifo, sono Nicola e vorrei capire.
Le ho scritto prima quanto segue:

Anonimo ha detto...
12.51 Roma fa Schifo, grazie per la tua cortese risposta.
Quindi l'ambulantato è legale e il sig. Tredicine che gestisce la situazione è nella legalità, capisco questo nella sua cortese risposta.
Mi chiedo, la domanda mi viene spontanea, cosa dobbiamo allora combattere, come romani, la legalità? dobbiamo modificare la legalità nella gestione delle licenze e concessioni? dobbiamo modificare la legalità degli spazi concessi? mi faccia capire cos'è che dobbiamo fare.
Nicola

ottobre 16, 2014 1:36 PM

Anonimo ha detto...

vi porto la mia esperienza personale:
sono andato a un funerale in via ferrari, vicino a piazza mazzini, nella chiesa dei pallottini.
e davanti alla chiesa, a cinque passi, la solita bancarella che faceva da sfondo all'ingresso della bara in chiesa. cose dell'altro mondo. non esiste un minimo di decoro, di rispetto per niente. e poi mi dovete spiegare perché sotto casa di qualcuno ci sono le bancarelle e sotto casa di qualcun altro no? Il valore reale delle case diminuisce con le bancarelle sotto casa. Qui prodest?

A proposito del funerale, ho chiesto a un vigile e quello mi ha detto: signo' che ce vo' fa', c'hanno la licenza, magari nun pe' mettese qui. però se al mercato [di via Tito Speri] nun c'è più posto se piazzano 'ndo je pare....

Questo è un esempio generico, ma conosco un sacco di gente che quando incrocia una bancarella attraversa la strada per andare a passeggiare sul marciapiede opposto, perché I MARCIAPIEDI SONO FATTI PER FAR MARCIARE IL PIEDE e sono di tutti, altrimenti si sarebbero chiamati stalli per bancarelle.

Tutte cose logiche ma la logica non è di questa città, tant'è che le bancarelle prosperano e i negozi chiudono. Una volta ne ho parlato con un mio amico di Madrid che mi ha detto: è impossibile trovare il commercio su strada in Spagna perché i commercianti fallirebbero. Semplice, no? Qui a nessuno interessa se i commercianti falliscono e intanto su via Ottaviano, una strada di 80 metri, ci sono 4 postazioni di caldarrostari. Uno scandalo che si nutre anche di inquinamento acustico e ambientale visto che i signori hanno bisogno dei generatori di corrente per caldarrostare,

Per colpa di queste licenze lasciate con, diciamo, leggerezza, la città fa schifo: adoravo roma sotto al sole, ma adesso non vedo l'ora che piova o nevichi per non vedere lo schifo delle bancarelle ovunque.
Almeno quando piove i signori rimangono a casa.

Stranitalia ha detto...

Avete ragione. Ma peggio ancora, questi qui nelle vostre foto probabilmente hanno anche la licenza, il che vuol dire che al comune non pensano per niente al decoro della città. Per quanto riguarda quelli abusivi, non ci sono parole. Uno scempio. Una vergogna.

Anonimo ha detto...

C'è lo potevi venire a dire in faccia ieri...a fenomeno vigliacco

Anonimo ha detto...

Nicola 2,10PM

Non sono RfS, ma ti dico quello che succede in ogni democrazia. Quando un gruppo corposo di persone non approva la situazione:

1) fa pressione presso le autorita perche cambi lo status quo (legale o illegale che sia). La sosta fuori Pompi era illegale ma ormai incancrenita a status quo. Le licenze degli urtisti saranno anche in parte legali, ma completamente fuori dal tempo;

2) si ricorda di votare per il partito/candidato che appoggia la loro posizione;

3) oppure si aspetta uno shock esterno che manifesti lo stato di necessita. Se ci fosse un incidene in metro e i passeggeri non potessero uscire perche bancarelle sono piazzate troppo vicine alle uscite impedendo il defluso, probabilmente il morto porterebbe a un cambio di regole.

> in sintesi, lei chiama legalita quello che e' solo status quo recepito dalla legge. Nulla impedisce di fare pressione per modificare quella legge. Gli urtisti faranno pressione per mantenerle

Anonimo ha detto...

4:56 PM, Buon pomeriggio spettabile anonimo ho letto solo ora il suo commento e per tale motivo non le ho risposto prima.
Vorrei rispondere alle sue domande ma preferisco farlo, non la prenda come scortesia ma semplicemte per esprimerle il mio pensiero nel modo più completo, dopo che il RfS risponderà al mio chiarimento in quanto la prima risposta non mi ha chiarito cosa dobbiamo combattere e di conseguenza fare.
Per semplicità le riporto con qualche correzzione per rendere più chiare le mie domande, probabilmente sarà superfluo, quanto chiesto al signor RFS:
Anonimo ha detto...

Roma fa Schifo, sono Nicola e vorrei capire.
Le ho scritto prima quanto segue:

Anonimo ha detto...
12.51 Roma fa Schifo, grazie per la tua cortese risposta.
Quindi l'ambulantato è legale e il sig. Tredicine che gestisce la situazione è nella legalità, capisco questo nella sua cortese risposta.
Mi chiedo, la domanda mi viene spontanea, cosa dobbiamo allora combattere, come romani, la legalità? dobbiamo combattere per far modificare la legalità nella gestione delle licenze e concessioni? dobbiamo combattere per far modificare la legalità degli spazi concessi? mi faccia capire cos'è che dobbiamo fare.
Nicola

ottobre 16, 2014 1:36 PM

ottobre 16, 2014 2:10 PM

Anonimo ha detto...

il troll gentiluomo

Anonimo ha detto...

vogliamo parlare dell'ambulante sta a piazza delle repubblica e lascia tutto il giorno la sua auto (una multipla grigia) parcheggiata nell'area pedonale?
ho assistito alla scena dei vigili che una mattina verso le 9 si sono fermati lì (un miracolo? una visione?) e hanno fatto la multa alla multipla grigia come al solito in area pedonale.
voi che pensate che l'ambulante si sia scosso? che si sia precipitato a spostare l'auto o a parlare coi vigili?
niente di tutto questo. se ne è fregato altamente (chissà a chi è intestata quella macchina...), non ha fatto una piega e ha continuato poi successivamente sempre a lasciare l'auto nel mezzo dell'area pedonale.
ecco a cosa servono le leggi e le autorità...

Anonimo ha detto...

" I FURGONI, SE LASCIATI IN DIVIETO DI SOSTA ANCHE SOLO PER 5 MINUTI, VENGONO MULTATI NON COME SI FA NORMALMENTE, MA PEGGIO"

Ahahahaha questa dichiarazione di questo ambulante è semplicemente PIETOSA.

Lo volete capire o no che i tempi sono CAMBIATI e che la gente NON NE PUÒ PIÙ DELLO SCHIFO?

Ma dove vive questo "ambulante"? Ha mai visto in che SLUM DI CALCUTTA si vive a Roma ove presenti queste orripilanti baracche di accozzaglie varie + furgone scassato?

Ma mi si faccia il piacere. È ora che finalmente si bonifichi e si ristabilisca DECORO E SICUREZZA.

Anonimo ha detto...

Una mente ottusa e complessalta come la tua nemmeno conosce le merci.ci sono ambulanti che vendono cose firmate,cachemire,seta,regolarmente fatturati...continua a vivere nel tuo oblio di nullità e fallimento... E parla di cose che ti competono...cioè il nulla

Anonimo ha detto...

Ci sono degli ambulanti nelle fiere che addirittura vendono orologi rolex con scatola garanzia e certificazione informati...ignorante

Anonimo ha detto...

Cancro della società sei tu...ci sono due mestieri che hanno la stessa età di Roma il commercio e la fornicazione..noi ci teniamo il primo (cioè il commercio) con la nostra indiscussa legalità fatta di licenze concesse da più di 200 anni!e tutti i diritti dalla nostra parte...per il secondo(assolutamente illegale cioè la fornicazione)non so se venga esercitato da persone a te molto vicine...buona serata

Anonimo ha detto...

Gli dica a quel vigile che se quella bancarella se è lì perché è AUTORIZZATA...per quanto riguarda l'augurio che piova o nevichi..non si preoccupi che al suo di funerale tra 100 anni o forse prima anche con tempo avverso la bancarella sarà sempre fuori la chiesa e non sarà per niente uno schifo vedere il suo feretro passare

Anonimo ha detto...

licenze concesse da più di 200 anni

quindi:

1) non concesse dal Comune di Roma, ne' dalla Repubblica Italiana, ne' dal Regno d'Italia, ma da uno stato straniero (vaticano) quindi prive di effetto

2) vorra dire che ve le siete ampiamente ripagate, quindi non potete invetarvi che avete fatto investimenti da ripagare

> il diritto e l'economia non sono dalla vostra parte. E' solo questione di tempo che si ridia alla roma di oggi quello che e' della roma di oggi

Anonimo ha detto...

Tra l'altro il paragone con il meretricio mi suggerisce una cosa.

Una volta c'erano le case chiuse (in esercizio da anni, tutto legale e regolare, con investimenti immobiliari e lavorativi fatti dalle maitresses).

Un bel giorno arrivo la legge Merlin e chiuse i bordelli.

Quale sarebbe la differenza? Io non ne vedo, anzi! Come in quel caso, una bella legge puo perfettamente cancellare le licenze e richiedere il riassegnamento in base a un nuovo piano di occupazione del suolo pubblico.

Non esistono cazzate. Poi sarete bravissimi a fare casino e opporvi a una riforma. Ma avete torto marcio. E Roma sta marcendo anche grazie a voi.
Ma neanche i parassiti sopravvivono se il corpo sano muore

Anonimo ha detto...

"non ci mette paura"
Cazzo che mafia!!
Io ti aspetto coglione,magari ci provi a vendere ciarpame davanti alla mia vetrina.

Anonimo ha detto...

Pure il negro al bar sotto casa cia' i rolex co la scatola.

Anonimo ha detto...

Alla banglamanifestazione de li stracciaroli?

Anonimo ha detto...

Questi ambulanti che scrivono qui fanno semplicemente PENA. È ora che anche Roma diventi una capitale europea degna di questo nome e non una città del subcontinente indiano (e con tutto il rispetto per quel Paese).

Anonimo ha detto...

Ambulanti avete rotto er c@zzo. Basta con lo schifo immondo di banchetti abusivi bancarellesui marciapiedi teloni in mezzo alla strada. Bruciamo tutto e liberiamo Roma dandovi barbari.

Anonimo ha detto...

dopo aver letto i 120 e passa commenti mi sembra chiaro che, come promesso da tempo e mai realizzato, è giunta l'ora del lancio di un blog di nome
BANCARELLOPOLI

è necessario, qualcuno se ne occupi, per cortesia

Anonimo ha detto...

più riguardo le foto che avete pubblicato più mi vengono le lacrime per lo scempio in cui roma è ridotta

Anonimo ha detto...

ao ho visto na bancarella che vende i fazzoletti, annateve a asciugà le lacrime a chiagnoni!
ao nà risata mai nò!

Anonimo ha detto...

Cioè che il vero prezzo della licenza lo paghi a chi la autorizza e al comune paghi due spicci?
LO SAPPIAMO LO SAPPIAMO

Anonimo ha detto...

si si è vero, volete comprare 5\6 licenze, affittarle a pakistani e bengalesi x campare di rendita trasformando Roma in Dacca o Islamabad. Non c'è da saperlo, SI VEDE!

Anonimo ha detto...

@ Anonimoottobre 15, 2014 10:38 PM
abbiamo avuto a che fare con assessori sindaci parlamentari e CE LI SIAMO COMPRATI TUTTI!

Anonimo ha detto...

I giornalisti che hanno trattato l' argomento hanno ricevuto minacce di morte e buste con proiettili...
E PARLI ANCORA.

Anonimo ha detto...

chiagnoni

A roma si dice piagnoni, scoperto di dove sei, tornaci anziche portarci la tua merda

Anonimo ha detto...

Se dovessero mettere una sosta regolare senza nessun tipo di mafia
davanti al tuo negozio e tocchi me o la mia merce dammi un motivo giuro che ti spacco in due nom ti riconoscerete nemmeno tua madre...merda

Anonimo ha detto...

Rolex originali usati...ma tu sei ignorante e non puoi saperlo... Ignorante.. Quelli falsi noi non li vendiamo ci atteniamo alle regole e alla giustizia...ignorante

Anonimo ha detto...

Il degrado sei tu con i tuoi commenti stupidi..e ti fai carico di parlare a nome di tutti i romani... Stai zitto siete solo 4scemi che blaterare e avete problemi psichici ..il nostro riscontro c'è l'abbiamo tutti i giorni con i mercati pieni e con i sorrisi della gente da più di.....200anni... Fallito

Anonimo ha detto...

Se ci fossero state buste con proiettili o minacce pensi ce la caveremmo...quello che affermi è delirante dacci il tuo nome e cognome che delle tue accuse ne parleremo in tribunale..

Anonimo ha detto...

È ma non sei venuto merda a dircelo in faccia.uomo piccolo che ti nascondi dietro un blog.

Anonimo ha detto...

Sono anni che non si rilasciano più licenze e non si pagano non sai non sai...zitto capra

Anonimo ha detto...

Marino te rimasto er tridente pedonale, per il resto a Roma nunte se inculla de pezza nessuno.

Cesaretto ha detto...

Roma, ridotta a un baraccone de stracci cinesi. Aridatece la bellezza de quarche decennio fa, ma co sti personaggi che comanneno oggi nun c'è speranza.

Anonimo ha detto...

Sarai avvocato ma di leggi sul commercio in aree pubbliche ne sai ben poco...ma dal tronde cosa vuoi pretendere da uno come te che fa parte di Una categoria i quali archetipi sono individui mercenari senza scrupoli che per soldi porterebbero in tribunale anche la mamma..si imformi avvocato

Anonimo ha detto...

dal tronde

ma ancora parli? Informati su un po di grammatica italiana.

Cojoni, il vostro riscontro e' una citta di morti di fame sempre piu morti di fame.

Come al solito regnerete su un cumulo di macerie. Ma siete troppo ignoranti ed egoisti per capirlo.

Comunque, sulle bancarelle ho visto che vendete anche dizionari. Compratene uno! Non e' mai troppo tardi per imparare l'Italiano

Anonimo ha detto...

Al massimo mi fai quello che in genere mi fa tua moglie.
Se rimedi il permesso per mettere la tua immondizia davanti al mio negozio sarai costretto a metterti su ammoniaca vetri e quant altro.
Vendi al cinodromo ai tuoi simili parassita

Anonimo ha detto...

Macche' c ero c ero. Mai visti tanti parassiti tutti insieme.
Non so se sembravate piu un accampamento di rom o uno sciame di mosche,sai quelle della merda

Anonimo ha detto...

Le pulci co la tosse

Anonimo ha detto...

Dai,che gira gira se ve dice bene ve fanno mette su qualche area de sosta in autostrada.
Li i panini merdosi,la bigiotteria,gli stracci falsi firmati,le statuine e tutto il resto andranno a ruba!

Anonimo ha detto...

Chi compra un rolex su una bancarella e' un poveraccio.
Mentre chi lo vende esaltandosi a gran gioielliere e' un pupazzo.

Anonimo ha detto...

"ti spacco in due nom ti riconoscerete"
1) impara a scrivere
2) rambo cia n eta' ormai e minacciare da una tastiera e' davvero da persona ridicola
3)la sosta regolare trovatela x i vostri furgonacci.
4)questa e' ROMA non calcutta e qui non siete un orgoglio ma una VERGOGNA

Anonimo ha detto...

Poverino su dai passa tutto... Tu non te lo puoi permettere... non ti arrabbiare...hehehe

Anonimo ha detto...

E ma non ti sei qualificato... Vigliacco.... omino da blog

Anonimo ha detto...

E ma non hai detto niente se c'eri com'è.
..merdina

Anonimo ha detto...

Al parrucchiere dammi l'indirizzo di dove hai il negozio...ti vengo a fare quello che ti fa mia moglie
..purtroppo per te non sono sposato... Mi faccio una passeggiata sui vetrimolto volentieri dai.... se hai coraggio scrivi l'indirizzo ne parliamo a quattrocchi.
A non sono vecchio ma giovane e forte...Sennò ti dico io dove trovarmi.. voglio solo vedere se il parrucchiere di merda e un uomo....aspetto tue notizie

Anonimo ha detto...

"ErAn giovani e forti..
E sono morti.."

Anonimo ha detto...

Prepara lo straccio che domani te vai a litiga' l osso a portaportese

Anonimo ha detto...

L'indirizzo..

.Vigliacco

Anonimo ha detto...

Poverino il mio amuncolo...Vigliacco

Anonimo ha detto...

Non resisti all idea del servizietto e'?
Frocetto curioso

Anonimo ha detto...

"Amuncolo"
"OMUNCOLO" si dice.. Impara l italiano,prima di dare dell ignorante agli altri.
Comprate un dizionario cosi magari ve lo leggete coi bangla colleghi

Anonimo ha detto...

Dopo i froci e li zingari era ovvio che manifestavano pure li stracciaroli.
Chi saranno i prossimi?

Anonimo ha detto...

Sono il signor Nicola a quanto pare RfS non mi ha risposto.

Anonimo ha detto...

4:56 PM, Buon pomeriggio spettabile anonimo ho letto solo ora il suo commento e per tale motivo non le ho risposto prima.
Vorrei rispondere alle sue domande ma preferisco farlo, non la prenda come scortesia ma semplicemte per esprimerle il mio pensiero nel modo più completo, dopo che il RfS risponderà al mio chiarimento in quanto la prima risposta non mi ha chiarito cosa dobbiamo combattere e di conseguenza fare.
Per semplicità le riporto con qualche correzzione per rendere più chiare le mie domande, probabilmente sarà superfluo, quanto chiesto al signor RFS:
Anonimo ha detto...

Roma fa Schifo, sono Nicola e vorrei capire.
Le ho scritto prima quanto segue:

Anonimo ha detto...
12.51 Roma fa Schifo, grazie per la tua cortese risposta.
Quindi l'ambulantato è legale e il sig. Tredicine che gestisce la situazione è nella legalità, capisco questo nella sua cortese risposta.
Mi chiedo, la domanda mi viene spontanea, cosa dobbiamo allora combattere, come romani, la legalità? dobbiamo combattere per far modificare la legalità nella gestione delle licenze e concessioni? dobbiamo combattere per far modificare la legalità degli spazi concessi? mi faccia capire cos'è che dobbiamo fare.
Nicola

ottobre 16, 2014 1:36 PM

ottobre 16, 2014 2:10 PM

ottobre 16, 2014 5:37 PM

Anonimo ha detto...

Capisco il buon intento dei vostri post, ma ho l'impressione che a volte prendiate delle cantonate enormi: questa sembrerebbe essere una legittima protesta di coloro che sono legalmente venditori ambulanti, una professione di tutto rispetto se portata avanti nel rispetto della legge e delle concessioni, e proprio contro - oltretutto tra i vari punti citati - l'abusivismo. Perché non c'è assolutamente niente di male nelle bancarelle e nei mercati all'aperto: nella mia città il mercato è storico e culturalmente presente in ogni abitante, gli ambulanti sono in regola e le merci di buona qualità.
Il problema si crea a causa dell'abusivismo, non certo per colpa di coloro che, come scriveva qualcuno più sopra, posseggono una licenza e dunque una tradizione familiare da 100 anni.
Se poi a voi piacciono solo i negozi in cemento armato e le vetrine ordinate si tratta di gusti, e proprio a Roma dovreste saperlo che "de gustibus non est disputandum".

ShareThis