Sul quotidiano Il Manifesto un raccapricciante articolo che irride, insulta e sbeffeggia i volontari di Retake Roma. Perché?

14 ottobre 2014
Maria Vittoria, anni 3, stacca un adesivo di un traslocatore abusivo durante il Retake sull'Appia Nuova della scorsa domenica. Dietro a questi adesivi, che all'autore dell'articolo sembrano innocui, si nasconde - ormai lo sanno pure i bambini di 3 anni - un racket assurdo: lavoro nero, sfruttamento e schiavitù, evasione fiscale e soprattutto sversamenti abusivi ed ecomafie oltre che mercatini illegali del rubato. Vi sembra esagerato? Beh, è così. Tutto dietro ad un adesivo e ad un numero di telefono affisso illegalmente. Chi è condiscendente verso l'illegalità e chi considera il degrado come un problema minore è amico delle mafie che grazie a questo degrado prosperano. Voi ormai lo avete capito, ditelo in giro!

C'è il serio rischio che Il Manifesto (si tratta ancora di una testata giornalistica seria, no? Correggeteci se sbagliamo), tolga l'articolo, e forse non sarebbe neppure una cosa sbagliatissima per quanto non sia male ogni tanto leggere gli sproloqui di chi - per fortuna - inizia a sentirsi a disagio in una città che finalmente vede la civiltà in fondo al tunnel. Ma nel caso Il Manifesto non lo faccia, ovvero nel caso che a questo link continui ad esserci un raccapricciante testo che umilia e sbeffeggia l'impegno civico di gruppi come Retake Roma, allora noi vi chiediamo una cosa sola. Senza neppure indicarvi come, perché gli argomenti li conoscete alla perfezione. Una cosa sola: cliccate e commentate


Fate capire (cosa impossibile, conosciamo i nostri polli) al personaggio che ha scritto l'articolo quanto sta sbagliando. E fate capire (cosa più fattibile), al giornale in questione quanto sbaglia a lasciar spazio a chi spazio non dovrebbe avere, a chi considera l'illegalità, la prevaricazione, la violenza come valori. A chi considera l'impegno civico di tanti (uomini, donne, mamme, nonni, anche tantissimi bambini) come qualcosa da prendere per i fondelli, come qualcosa da irridere, come qualcosa di scarsa rilevanza. A chi odia (testuale) i beni comuni badando solo a quelli privati.



L'articolo è piccolo, ma riesce in maniera geniale a condensare tutto il peggio della romanità che da ormai troppi decenni sta umiliando Roma. Quell'atteggiamento, inedito e non ravvisabile in altri sistemi urbani, che ha reso la nostra città un luogo sgradevole, degradato, lontanissimo anche a prima vista non solo dalle altre città occidentali, ma anche da metropoli dei paesi in via di sviluppo. Qui l'ordine è visto con sospetto, il rispetto delle regole è scambiato per fascismo, e soprattutto c'è sempre benaltro a cui pensare e poi "ce pensasse l'Ama". Il Pigneto? Il suo problema non sono i Casalesi che gestiscono uno spaccio di stupefacenti spaventoso, nooo, quello va benissimo, il problema è che il quartiere è militarizzato, il problema sono i giovani agenti da 1200 euro al mese, non la mafia. E i manifesti abusivi e infestanti della camorretta dei localari? Ma sono sinonimo di "solidarietà" o al limite di "socialità". Siamo alla lobotomia più profonda e totale, siamo alla seconda liceo di trent'anni fa. E chi non sottostà a questa dittatura della violenza, del degrado, della devastazione, dell'idiozia, della prepotenza, della legge del più forte, della difesa a prescindere di ciò che è illegale è da irridere, da prendere per i fondelli. Una romanità che, anche e soprattutto grazie a noi (lo diciamo con tutta la presunzione di questo mondo, sapendo quanto questa affermazione sia al contempo forte ma vera. E i gruppi di volontari sul territorio sono la conseguenza di un lavoro di sensibilizzazione che abbiamo iniziato una vita fa), sta iniziando a trovarsi meno a proprio agio in città. Gente che si sta rendendo conto di essere sempre più in minoranza: o cambiano modo di fare, adeguandosi ad uno stile di vita civile e europeo, o rimarranno sempre più marginali, sempre più mal visti, sempre più additati. Gente che, sempre più all'angolo, reagisce in questa maniera vomitevole. Gente che considera "pericoloso" (sta scritto così) chi si impegna per un ripristino della civiltà. Quotidiani che si pongono come fogli progressisti e intellettuali che danno spazio e spago a nemici del riscatto civile di cui la città ha vitale necessità. Perché?

Aggiornamento delle 15.45. I simpatici web master de Il Manifesto hanno optato per chiudere i commenti e di censurare il dissenso rispetto all'assurdo articolo. Ennesimo bel segnale di inadeguatezza, di una mentalità che stiamo per fortuna rapidamente archiviando.


A questo punto i commenti metteteli qui. O sul nostro Facebook o magari sul Facebook del Manifesto dove è pubblicato questo articolo. Ovvero qui, almeno facciamoci sentire!

108 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

ma mettete pure le foto dei bambini a volto visibile, non se po'!
non commentiamo dai, togliete queste foto!
mi rifiuto di commentare.

Anonimo ha detto...

In Italia, in certi ambienti, ti danno del fascista pure se prendi un bicchiere d'acqua con la mano destra.

Questi sanno di aver fallito ideologicamente e sono incazzati fradici, vedono derive autoritarie ovunque: poracci dire che mi fanno pena e' poco.....

Anonimo ha detto...

ragazzi non commentiamo per rispetto nei confronti dei bambini a volto scoperto.
rfs togli quelle foto mettine altre per parlare dello stesso argomento!
forza!

Roma fa schifo ha detto...

Non abbiate preoccupazioni: la foto della piccola è perfettamente autorizzata per la pubblicazione.

Anonimo ha detto...

ma non vi viene in mente che forse e dico forse i genitori hanno firmato una LIBERATORIA per far pubblicare la foto della bimba??? sapete cosa è una liberatoria? patetici.....

Anonimo ha detto...

ecco meno male...

Anonimo ha detto...

mi rifiuto di commentare l'argomento nel rispetto della bambina e dei relativi genitori anche se hanno firmato una liberatoria!
rfs non si fa questo!
rfs eventualmente mostra la liberatoria firmata, ma anche se tu lo facessi io mi rifiuterei di commentare lo stesso.
spero che altri seguano il mio esempio.
i bambini devono essere fuori da tutto nel loro rispetto!
ascolta il mio consiglio caro rfs!

Anonimo ha detto...

Accidenti quanta civiltà per la foto con la bambina sono stupito! Ma la liberatoria per quelle che vanno ad accattonare o a rubare non ci stà la liberatoria IPOCRITI

paola ha detto...

Il Sig. ZeroPregi, che ha scritto l'articolo, lo è indubbiamente di nome e di fatto: e così vorrebbe che fosse la nostra città. E il suo pensiero la dice lunga anche sulla fine che ha fatto il pensiero comunista

Anonimo ha detto...

3:21 PM, non essere superficiale.
le foto dei bambini non vanno mai bene sul web, ancor più quando si discute fra persone adulte!
ao mica semo diventate bestie, damoce na regolata.

DevilDeath ha detto...

Tutti si rifiutano eppure è pieno di commenti :D
In ogni caso, non mi sembra cosi malvaggio l'articolo, abbastanza inutile semmai ma non cattivo.
Quelli di RR fanno un ottimo lavoro e meritano rispetto.
E solo degli idioti come voi possono vederci qualcosa di male in una bambina che fa qualcosa di utile.

ClickLavoro ha detto...

quello scritto da Il Manifesto e' un articolo delirante....

Anonimo ha detto...

allora togliamo i bambini dalle pubblicità spesso con il culo di fuori, togliamo i bambini nudi al mare, togliamo i bambini al centro commerciale che giocano nei recinti...mamma mia e pjiateve un ansiolitico...una foto normale, tranquilla, genitori che autorizzano...ma che c'avete...p.s. lo stesso ovviamente varrebbe per i bimbi rom se i genitori sono consensienti che accattonino pure ci dovrebbe pensare lo stato lì...è un discorso molto diverso! complimenti la bimba è bella e dolce! bravi genitori che le insegnate qualcosa!

Anonimo ha detto...

sono una mamma e i bambini devono stare sempre fuori, sbagliato chi li tira in ballo chiunque sia.
Fede

Anonimo ha detto...

Il manifesto, un giornale serio??
MI SENTO DI POTERVI CORREGGERE!

Anonimo ha detto...

hanno chiuso i commenti quelli del manifesto.

Anonimo ha detto...

Retake continuate così che a tutti questi del degrado a tutti costi tra un po' gli scoppia il fegato e a noi resterà da ricostruire la città. Senza di loro ovviamente. Una città che non gli darà più spazio, una città bella.

Anonimo ha detto...

quelli del manifesto si dovrebbero vergognare nel pubblicare articoli di tale tenore.. invece di lodare i cittadini che si attivano per ridare un decoro a questa città..

Anonimo ha detto...

Se c'è la foto della figlia di Tonelli, è perchè ce l'ha messa il padre. Non vi pare?

Anonimo ha detto...

Andiamo tutti a cagare sullo zerbino di casa del sapiente giornalista, così forse capirà cosa vuol dire "degrado".

Anonimo ha detto...

Ma chi è sto demente che insiste con la bambina? ma che è, non hai mai visto la foto di una bambina? ekkekkazzo datti una calmata

Anonimo ha detto...

Ma manco a perdece tempo
Il manifesto è fallito da mesi, non lo compra più nessuno
E ci sarà un motivo, se non lo compra più nessuno
Addio manifesto, nessuno ti rimpiangerà
Marco1963

Luke Tycoon ha detto...

Purtroppo non si può più commentare l'articolo, hanno chiuso la discussione. Molto democratico da parte loro.

Anonimo ha detto...

Sempre a proposito di retake e di civismo, sarebbe bello parlare anche di questo: http://torri.romatoday.it/ponte-di-nona/rifugiati-roma-integrazione.html

Anonimo ha detto...

poi dici perché nessuno lo legge più il manifesto

Anonimo ha detto...

Ma davvero stamo a commenta' un "articolo" di zeropregi (nomen omen)? E namo su

Anonimo ha detto...

davanti ad una aberrazione del genere sapete solo parlare del 'problema' della fotp della bambina. ma andatevene a zappare la terra imbecilli. ve la meritate tutta la vostra città. vi rispecchia completamente. dentro e fuori.

Anonimo ha detto...

Tipico di quelli che si sentono i detentori della verità assoluta
Appena critichi, chiudono la porta
Ripeto, addio manifesto, nessuno ti rimpiangerà
Marco1963

Anonimo ha detto...

3:52 PM, proprio per questo non dovrebbe farlo!
ci potrebbe essere il rischio che qualcuno offenda inverosibilmente una creatura che non c'entra con i discorsi degli adulti!
qui siamo all'assurdo!
fate come volete io non metterei mai la foto dei miei figli in queste discussioni che potrebbero degenerare.
ragazzi fate come volete ma in questo argomento passo e vado oltre, nel rispetto per la bambina!
per oggi ho chiuso in questo argomento!

Anonimo ha detto...

4:11 PM quoto in pieno...una tragedia per una foto normalissima per altro autorizzata. Come se i bambini poi in altre situazioni non vengono "usati" vedasi la pubblicità ad esempio, a quella che commenta "io sono una mamma i bambini devono restare fuori" vallo a di ai genitori della bambina, e che sei una mamma che vordì che sei mejio de una che non è madre??? mavva....

Anonimo ha detto...

Il ponticello del pigneto forse è meglio con le affissioni dei locali si, ma devono pagarle quelle affissioni, non possono essere abusive e fuori controllo. In molte città europee ci sono le edicole, sorta di totem a forma cilindrica che ospitano affissioni che pubblicizzano eventi di questo tipo. Ennesimo campo dove non ci sono regole se non quella del più forte, ed ennesima occasione persa per fare cassa. I localini intanto le serate se le fanno pagare sia a ingressi che a consumazioni.
L'articolo non si commenta, è il delirio rivoluzionario di un coglione fanatico.

Anonimo ha detto...

Mah.
Manifesto o non manifesto trovo aberrante l'impegno della gente nell'organizzarsi e mettersi a pulire gli adesivi e i cartelli sul ponte o d'ovunque .
Sono d'accordo sul fatto che queste persone molto probabilmente hanno una scarsa cultura e una scarsa capacità di elaborare un proprio pensiero. Un pensare "in piccolo" , in un modo totalmente sbagliato e tra l'altro facendo un lavoro che spetterebbe a chi viene lautamente pagato per non farlo.
Avete pagato la Tasi? e allora perchè cazzo devo scendere da casa e togliere le erbacce dal mio marciapede.
Purtroppo questo è il nuovo modello di pensiero. Cittadini vessati e sodomizzati che si armano e, senza protestare, fanno il lavoro degli altri, nonostante abbiano pagato un servizio.
Mi spiace questo mio giudizio un po' forte... almeno è il mio. Per quanto riguarda i volontari di retake roma provo per loro e per la loro battaglia inutile solo tanta tenerezza.

Anonimo ha detto...

4:14 PM, leggi i commenti e vedi chi è quella bambina, rischia di essere attaccata inutilmente.
rispetto!

Anonimo ha detto...

Ma che c'entra la bambina!! E poi che male cè a pubblicare quella foto!! Piuttosto chi protesta per la bambina si è mai fatto un giretto al pigneto?? il quartiere + schifoso di roma, forse peggio di san lorenzo. schifoso per come è diventato, così come per san lorenzo. quartieri con una storia che sono stati distrutti da gente ignorante, ladri, spacciatori ecc. ecc. Ipocriti!!

Anonimo ha detto...

2:54 PM, tu metteresti la foto di tua figlia con il rischio che qualche anonimo l'offenda? io non lo farei mai.
invito il responsabile del blog a togliere la foto della sua cara figlia.
la mia l'ho detta fate voi, io non commento.

Anonimo ha detto...

Retake Roma mi ricorda il nobile "sciopero alla rovescia" promosso da Danilo Dolci nelle strade dissestate della Sicilia degli anni'60. Anche Dolci fu processato per quello sciopero. Peccato che il Manifesto non lo capisca. Peccato che quelli di CP la pensino, in questo, come quelli del Cso La Strada. Peccato non si capisca cosa stanno scaricando sulla collettività i commercianti incivili che invadono la città con i residui di imballaggi esauriti, i cittadini disonesti che si disfano impropriamente dei loro rifiuti, gli automobilisti selvaggi che occupano le strisce pedonali, le bancarelle che invadono i marciapiedi...

Anonimo ha detto...

sono andato a controllare.
è vero, non fanno più commentare.
d'altronde chi crede di avere la verità in tasca, quando in tasca non ha nient'altro che sabbia, non può aprirsi a nessun confronto.

Luca Luccitti ha detto...

Commentano rifiutandosi di commentare perché c'è la foto di una bambina!
Siete più patetici voi del giornalista terrorista che ha scritto quell'articolo, scritto dal suo punto di vista alienando la notizia.
Le chiacchiere stanno a zero!
Nessuno e dico nessuno ha i manifesti e scritte dentro le mura di casa propria!
Nessuno permette ai cani del quartiere di cagare e pisciare dentro casa!
Nessuno si tiene la zingara a elemosinare in cucina o in camera da letto.

Le persone di retake roma e di roma fa schifo meritano una medaglia per quello che fanno!
Agendo e dando notizie senza alienarle come fanno tutti i giornali italia finanziati dallo stato!!!
Quindi prima di sparare stronzate da guinnes dei turbolesi Vi invito a pensarci 20 volte (se siete in grado di pensare). Poiché con i Vostri commenti confermate che il primo problema di Roma e dell'Italia intera sono le persone che la abitano.

Ettore Muti ha detto...

@ Anonimo ottobre 14, 2014 4:20 PM

io spero vivamente che il tuo commento sia ironico (se si, scusa, non l'ho capito), perchè sbeffeggiare dei cittadini che proprio per ovviare civilmente alla totale inesistenza (anzi dannosità) della parte pubblica che nulla fa, si impegnano per cercare di limitare qualsivoglia forma di degrado, sarebbe veramente da folli..
così come esporre(ripeto, spero sempre che il senso vero di quanto hai scritto sia l'opposto) che visto che paghi le tasse a te non te ne frega niente di provare a fare qualcosa per il posto dove vivi e "ci pensassero gli altri", sarebbe veramente l'apoteosi di tutto quanto di più deprimente sta accadendo a questa città...

Anonimo ha detto...

Che poveraccio quello che ha scritto l'articolo su il Manifesto... Mi da l'idea di uno che si sente escluso da un qualcosa di giusto, e per non amplificare questa solitudine gli sputa il veleno addosso... Questo comunque , come dite voi, è sintomo che qualcosa sta cambiando, che quella che era la maggioranza fino a qualche anno fa, ora piano piano si sta avvicinando alla minoranza, e spalle al muro si lascia andare in commenti deliranti, ormai sconfitto.

Romolo ha detto...

Peccato che abbiano chiuso i commenti, hanno paura del dissenso in pieno stile da "comunismo reale": questo scribacchino scrive cose deliranti, assemblea studentesca anni '70, senza rendersi conto di come il degrado oggi colpisca proprio le persone più deboli, i quartieri popolari, le strade di periferia, svalutando il valore di interi pezzi di città e facendo di Roma un immondezzaio. Questa gente pensa che essere "di sinistra" significhi dare del fascista a chi vuole proteggere la propria amata città: i veri fascisti sono loro e qcoloro che difendono, perché chi prevarica i diritti altrui è per definizione un fascista. E chi combatte contro questo, cari "compagni" Manifesto, è per definizione un eroe, anzi un RESISTENTE

Anonimo ha detto...

Il Manifesto è un giornale? Ma non l'avevo soppresso e poi ripubblicato? Buahahahah
Il degrado di Roma è arrivato ad un punto talmente critico che da tempo il Messaggero, Il Tempo, La Stampa, Il Corriere, Il Tg5 ecc. prendono materiale per i loro reportage giornalistici proprio da questo sito.
C'è da vergognarsi che France2 dedichi attenzione ai retakers, ma non per il loro lodevole lavoro, ma perché a Roma i romani mazziati e cornuti devono pure pulirsi la città da soli. Questo è degrado!

Anonimo ha detto...

per i terrorizzati che la bimba venga offesa...prendetevi un ansiolitico, mi pare che per ora nessuno abbia avuto il cattivo gusto di insultare la bimba....quindi state calmi...

Anonimo ha detto...

il manifesto, manifesta ancora una volta la propria inutilita'!!..

Polìscor ha detto...

E' la classica botta di "benaltrismo": "il problema non è questo ma un altro", e così si evita il merito buttandola in caciara.
Non varrebbe neanche la pena di criticarlo, se non fosse che ormai non riesci a dire più nulla senza essere contraccambiato in questo modo.
E' avvilente.

Anonimo ha detto...

Si, ma ragazzi , il manifesto ha ragione, non è che bispgno fare tutto questo casino solo per un po' di graffiti , un po' di scritte, perché dai, diciamocela tutta, i muri post- " retake" , o meglio dopo il cosiddetto retake , fanno veramente cagare, sono grigi ,privi di vita, che male fa un bellissimo graffito o robe del genere ,che c'è di male ?
Ps: il problema della bambina ovviamente non sta nella presunta liberatoria che sarebbe stata fatta, ma bensì strumentalizzare i bambini senza che questi possano formarsi prima un'opinione , lei ha solo 5 -6 anni, è troppo presto per lei per potere decidere se sarà sempre favorevole a dei muri squallidi e privi di vita o meno , quindi è una palese strumentalizzazione dei bambini
VERGOGNA !

Anonimo ha detto...

GRAFFITTARI LIBERI!!! Auspicando che questa povera bambina strumentalizzata si riavveda , e veda sulla retta strada dei GRAFFITTARI ,che rendono più bella una città ingrigita da moralisti, razzisti ed ogni altra manifestazione nefasta legata a queste due cose.

Anonimo ha detto...

Inutile dire che mentre vi sono ben altri problemi in tutto il mondo , come la guerra in Siria, causata da noi occidentali , in Libia , e che in tutto il mondo africano milioni di bambini muoiono di fame, bambini come la bambina italiana che viene spinta dai suoi sciocchi genitori benestanti ed occidentali a credere sul serio che il più grave problema dell'umanità sia un affissione presunta abusiva su un palo , benintendendo che se fosse nata africana starebbe morendo di fame a causa di gente che se ne frega perché troppo impegnata a staccare manifesti autistici , sempre che lo siano
Veramente non so. Siamo arrivati ad un livello di degenerazione e di degrado morale allucinante, che non so nemmeno spiegare come sia possibile anche solo pensare qualcosa del genere.
Vergogna italia, che presenti questi viziati con la puzza sotto il naso che storcono il naso solo per alcuni piccoli graffiti innocenti o per alcuni nostri poveri fratelli migranti ROM costretti dalla fame a commettere alcuni scippi , che non hanno mai ucciso nessuno, e a non guardare i veri problemi del mondo, che non sono affatto in Italia, paese ricco ed opulento, decadente a causa di tutti i suoi soldi che non ha la minima intenzione di spartire con i nostri fratelli migranti che non hanno fatto niente di male per meritarsi tutto il razzismo che subiscono dai razzisti , tutti italiani , perché i neri hanno da millenni capito l'assurdità del razzismo
CI FATE RIDERE , RIDERE , RIDERE !!!!

Anonimo ha detto...

@4. 54 pm, deduco che lei non sia genitore e per tale motivo abbia fatto quel commento. In qualita' di padre ritengo che io non debba insegnare niente a nessuno ma di una cosa sono certo non pubblicherei mai la foto dei miei figli in un contesto dove potrei essere attaccato io e loro, li terrei fuori sempre ed in ogni caso dalle mie beghe e non rischiereri, sperando nella benevolenza degli altri, mai che i miei figli vengano offesi eventualmente da altri.
Il tutto per dire che al posto del Tonelli, responsabile del blog, non avrei mai pubblicato la foto dei miei figli.
Per quanto sopra detto in qualita' di padre e per dovere di coscienza avevo invitato il sig.Tonelli a togliere la foto e voi a non commentare per protesta ( il Sig. Tonelli si e' guardato bene di eliminare uno dei miei commenti ).
x il Tonelli
Sig. Tonelli le consiglio di fermarsi un po' sul come deve portare avanti questo blog perche' ultimamente ritengo che stia avendo un atteggiamento particolarmente incosciente e pericoloso e questa foto, secondo il mio modesto parere, lo dimostra.
In questa foto lei, secondo me, si e' affidato alla benevolenza dei commentatori e come padre non avrebbe dovuto fare. Avrebbe dovuto tutelare sua figlia senza metterla a rischio di offese proprio in copertina.
Stia attento Sig. Tonelli l'ambizione e' un cancro che distrugge noi e chi ci sta accanto. Auguri sign. Tonelli per sua figlia veramente una cara bambina, la tuteli tenendola fuori dalle sue beghe giuste o sbagliate che siano.
Sono un padre che tiene ai figli piu' di tutto e ancor piu' di sé stesso!

Anonimo ha detto...

La foto della bambina é molto bella ed educativa. Se qualcuno la denigra é un problema suo da sottosviluppato mentale.

Anonimo ha detto...

6.33 PM, un genitore non parlerebbe come lei ma agirebbe come 6.10 PM in quanto, un genitore non dovrebbe mai rischiare che i figli vengano denigrati anche perche' il vero problema sarebbe il suo, da genitore, se la figlia venisse offesa verbalmente e non del sottosviluppato.
Io per educare gli altri non rischierei che mia figlia venga offesa per colpa mia, anche perché in questo blog esiste per tutti il rischio offese.
Signori queste mi sembrano le basi genitoriali diamine!

Anonimo ha detto...

se questi sono i comunisti italiani, dispiace dirlo, ma aveva ragione Berlusconi.

Flanker ha detto...

Al sito Manifesto hanno chiuso i commenti, come "onestà intellettuale" suggerisce loro. Quella immondizia dell'Unità ha finalmente chiuso i battenti, sarebbe ora ti far finire il Manifesto nel posto che gli spetta.

Riguardo al discorso della bimba non capisco proprio il problema. Per chi volesse approfondire consiglio più: http://www.diritto.it/docs/25940-l-immagine-del-minore-e-la-sua-tutela e meno Verissimo, Novella 2000, Oggi, Panorama...

Anonimo ha detto...

7.31 pm, per il problema bimba non si e' parlato di cio' che riguarda di diritto come legge ma semplicemente di tutela come genitore, non sia fuorviante ma legga bene i commenti precedenti con i bambini in generale, ancor piu' con i propri figli, non si scherza sul tutelarli da cio' che li possa danneggiare o offendere e questo compito di protezione tocca piu' di tutti a noi genitori.

Anonimo ha detto...

7.31 pm, per il problema bimba non si e' parlato di cio' che riguarda il diritto come legge ma semplicemente di tutela come genitore, non sia fuorviante ma legga bene i commenti precedenti con i bambini in generale, ancor piu' con i propri figli, non si scherza sul tutelarli da cio' che li possa danneggiare o offendere e questo compito di protezione tocca piu' di tutti a noi genitori.

Anonimo ha detto...

Il Manifesto, quei ristrettissimi di visione, quelli che ogni anno fanno il piagnisteo perché "rischiamo di chiudere" echissenefrega !
Aprite il cervello, girate nei posti puliti e imparate i concetti di "civiltà", "decoro", "pulizia", "benessere"

Anonimo ha detto...

ma lo stesso manifesto che dava bush vincente?

Giulia Dellepiane ha detto...

Però ragazzi, mi si allarga il cuore a vedere che tanti hanno commentato sia sul sito del Manifesto, sia sulla sua pagina Facebook sia su Rfs in difesa dei nostri amatissimi Retakers E LO HANNO FATTO CON TONI CIVILI E PACATI.
Questa città sta davvero cambiando.

Anonimo ha detto...

eccolo il nostro genio: https://twitter.com/zeropregi

Anonimo ha detto...

Ma la 1^ foto si riferisce al retake organizzato dalla confcommerccio? Perche' quello era della tipologia per farsi pubblicita' e apprezzamento, qualcosa di ben diverso da quello organizzato dalla semplice persone dei vari quartieri di Roma. Non facciamo di tutti i Retake lo stesso fascio, ci sono quelli per la bella facciata, tipo quello in via Appia della confcommercio e quelli dove vige il sincero spirito di decoro.

bat21 ha detto...

Un articolo interessante relativo alle iniziative private http://www.leoniblog.it/2014/10/13/i-cittadini-presi-in-considerazione-sul-serio-liniziativa-di-cittadinanzattiva/
Purtroppo il manifesto e' morto, il comunismo per fortuna pure ma il fallout ideologico di quella sinistra continua ad inquinare le menti della maggioranza degli italiani.

Anonimo ha detto...

Giulia Dellepiane, retake e rfs sono due cose diverse. I retake cittadini sono gruppi che si adoperano praticamente per il decoro di Roma e sono composti da persone che non cercano visibilita', mentre rfs e' un movimento che cerca visibilita' e che non si adopera praticamente per Roma ma propone una citta' da cartolina senza anima e cuore inoltre promuove iniziative da cui traggono benefici le istituzioni e gente snob ma non i semplici cittadini fra questi gli stessi dei Retake.

Anonimo ha detto...

Se le persona di un certa ideologia venivano ( o forse vengono ancora) chiamate zecche un motivo ci sarà pure, no?

Anonimo ha detto...

Onore ai gruppi retake di quartiere che si adoperano per il decoro delle loro zone abitative ma non e' che stanno facendo, i vari retake, indirettamente il gioco delle istituzioni sostituendosi a loro e adoperandosi per azioni che spettano al comune che, questi ultimi,vedendo questa buona volonta' aumenteranno il lassismo che quando, se succedera', i retake si fermeranno provochera' una situazione letale e devastante per il decoro di Roma? Riflettiamoci, non sempre le buone azioni portano bene ma a volte portano conseguenze opposte.
Le tasse noi le paghiamo al comune di Roma e da loro dobbiamo pretendere il decoro della nostra citta', non sostituiamoci al comune altrimenti rischiamo di fare in toto quello che dovrebbero fare loro ma verseremo soldi nelle casse comunali come se invece il lavoro lo facessero loro.
Non cadiamo nei tranelli istituzionali!

bat21 ha detto...

Questa e' una riflessione sacrosanta. Sarebbe più razionale spendere lo stesso tempo a fare manifestazioni pretendendo dei servizi pubblici a livello delle tasse pagate. Premesso questo però il livello dell'incivilta' del popolo romano e' cosi elevato che queste iniziative possono costituire un bello esempio di civismo che magari potrebbe far ragionare diversa gente...

Anonimo ha detto...

Ettore Muti
No il mio commento non era ironico.
E no pago le tasse ma mi importa del territorio, te l'assicuro. E no non sbeffeggio nessuno dico solo che retake roma è un'iniziativa inutile e chi vi partecipa non ha ben ragionato sul quadro complessivo dei problemi-soluzioni-interesse di parte ecc. E' gente ignorante, inteso nel senso di chi ignora,poi io lo so bene che sono bravissime persone in buona fede che si alzano le maniche e lavorano al posto di chi è pagato per farlo. Ma questo, come ti dicevo è un comportamento che è un po' un arma a doppio taglio.

Anonimo ha detto...

scendere per le vie ad eliminare volantini, adesivi, manifesti ecc non significa non avere un occhio e una coscienza critica per le piccole opere d'espressione altrui (d'arte o non arte che siano), poesie popolari, racconti di vita!! allora perché vengono eliminate anche quelle?
a mio avviso questo è un lavoro che effettivamente non serve ad eliminare il degrado della città. ma semmai a spogliare di ricordi umani, zone di roma che invece hanno molto da raccontare.
credo sia più utile per tutti i cittadini coltivare e rendere verde la città!
anziché passare giornate a pulire con prodotti chimici, sporchiamo la città di terra!
insegniamo ai nostri figli a far crescere gli alberi nelle aiuole davanti alle nostre abitazioni! insegniamogli a lottare per le piste ciclabili e per la chiusura della tangenziale, per la diminuzione delle auto e l'aumento delle piante!
concludo dicendo che gli insulti proposti sotto questo link nei confronti del giornalista del manifesto, provengano da gente poco rispettosa dell'idea altrui e dunque del patrimonio collettivo. chi insulta degrada l'altro dunque mi domando come sia possibile parlare di anti-degrado se ne producete così gratuitamente?

Anonimo ha detto...

Una città ridotta a fogna a cielo aperto con degrado, sporcizia, illegalità e abusivismo a livelli impensabili in tutto il mondo (vi sfido a trovare una capitale ridotta in tali condizioni), dove centinaia di neonati e minori sono sfruttati ogni giorno davanti agli occhi di tutti per rubare e chiedere l'elemosina.... e ci sono dei dementi che pensano di attaccare una solfa ridicola sulla foto di una bambina a cui grazie a dio viene insegnato dai propri genitori cosa significa tenere pulito e ordinato il luogo in cui si vive??????
E il Manifesto che di tutto lo schifo che deturpa Roma si mette a denigrare cosa? I Retake????
Ma che hanno nebulizzato droga pesante nell'aria di Roma oltre alla diossina dei roghi dei campi rom?
Ma voi siete completamente pazzi!!!!

Anonimo ha detto...

Una città da cartolina senz'anima e cuore...
Ma vi rileggete quando scrivete certe frasi da libro cuore che non hanno nessun senso?
Bah...

Anonimo ha detto...

Sbeffeggiare? nn mi pare proprio. Semplicemente nell'articolo si espone una preferenza verso chi le lotte le fa per aprire luoghi e spazi ( come nell'esempio del lago dell'EX SNIA). nulla più. Ognuno si sceglie il modo in cui occuparsi del bene comune.Lo sbeffeggiamento c'è, e a mio parere è legittimo, nei confronti di chi fa delazioni e denunce da dietro un tastiera e fuori casa a sporcarsi le mani non ci va. Tra RETAKE E RFS la differenza è grande per fortuna. Ah, ultima cosa ma la mafia degli adsivi dei traslocatori è amica dei scii chimici? ( vabè scusate questa mi è scappata, ma quando è troppo è troppo)

Sil Man ha detto...

peccato... sul sito de "il manifesto" hanno bloccato i commenti. Chissà perché!!

Anonimo ha detto...

Compagni, io vi dico, perchè staccare gli adesivi dei serrandari quando invece potreste attaccare i manifesti della festa di SEL e del PD e così contribuire alla causa del sociale?
Avete sbagliato, ma non sarete puniti. Seguitemi. Attaccare, non staccare. Positività non negatività! Venite alla festa dell'Unità, fatevi leggere la mano, comprate un po'di porchetta, comprate il braccialetto finto africano per la solidarietà, e ogni peccato vi sarà rimesso!

Anonimo ha detto...

Aaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhh!!!!
Ma cos'è quella????????
Una bambinaaaaaa aiuto mamma, siete impazzitiiiiiiiiiii???????????

Anonimo ha detto...

Ahahahah è ricicciato fuori ZeroPregi, quello che s'è fatto il circolino su Twitter dove ogni giorno insieme ai suoi quattro compari commenta "oddio nei commenti di RFS c'è il fassismo, merde vergonniiiiaaaaa!!11111!!!" ad ogni articolo o foto che pubblicate su FB (non c'hanno un cazzo da fa visto che stanno sempre a screenshottà).

Ormai è una specie di Peppecrillo romano, questi invece delle scii kimike, il NWO e gli illuminati sono ossessionati col fassismo, le guardie infami, Caltariccone e il sempre presente rassismo.

Anonimo ha detto...

Secondo me avete travisato l'articolo, alla fine se la sono presa con Retake solo per fare la mega marchetta finale al lago della Snia, che ovviamente è cosa buona e giusta visto che è robba dii kompagni e soprattutto è una vittoria contro la ka$ta dei co$truttori che volevano un c€ntro comm€rcial€ (svellliaaaaa!!!), mentre se stacchi i manifesti degli eventi (spesso di locali kompagni, sarà per questo che gli rode?) non sei degno nemmeno di essere di sinistra, pensate come ragiona questo...

Anonimo ha detto...

PM 9.41 Ma che stai a di', che Tonelli e' ito al Retake dei fighetti di quelli che se vogliono fa vede' insomma come i politicanti. Difatti strano che e' ito con i retake ne sta' solo a parla ma nun cha niente a che fa'!

Anonimo ha detto...

7.09. In effetti! No comment!

Anonimo ha detto...

Come già ho letto in altri commenti, vorrei manifestare la mia stima ai retakers anche se sempre più spesso le loro opere di bene vengono vanificate in 2 minuti. A questo punto mi chiedo... ma non sarebbe più utile staccare manifesti e targhette e infilarle nella buca della posta in campidoglio per spingere il comune e le istituzioni a fare quello che fanno i retakers in tutta roma e soprattutto punire chi attacca queste porcate sui muri in maniera essenziale ? Senza pene e controlli serrati facciamo davveroperdere tempo a questi volontari.

Anonimo ha detto...

scusate, volevo dire "esemplare" e non essenziale ;)

Anonimo ha detto...

7.38 AM, cosa vorresti dire?

Anonimo ha detto...

no comment!

Anonimo ha detto...

Complimenti a retake, complimenti ai genitori della piccola, complimenti a tutti quelli che si impegnano concretamente e con l'esempio per rendere la città migliore. L'articolo di uno che si fa chiamare zeropregi (almeno ha la consapevolezza di quello che vale)non è neppure commentabile. Per il manifesto mi auguro fallisca presto perchè se lo merita. In una città che affoga nel degrado è assurdo che una testata giornalistica dia spazio a vaneggiamenti del genere. Fate presto fagotto in pochi vi rimpiangeranno, e neppure buoni.

Anonimo ha detto...

Quelli che criticano la foto della bambina non hanno la coscienza a posto e si vede. Non sanno a che attaccarsi. Attaccateve ar...

Forza retake e fanculo snobismo d'accatto del Manifesto. SOlo a Roma potrebbero essere partorite idiozie come quella e' toccato leggere.

La partecipazione, il collettivo,il pubblico, ma con che faccia vi riempite la bocca di questi concetti e poi criticate chi collettivamente partecipa a ripristinarre il bene pubblico? Complimenti...

Anonimo ha detto...

9:59 AM, Se qualcuno l'ha messa è per parlarne altrimenti non ha senso, questo è un luogo dove si discute sull'argomento e relative foto, rfs tante volte l'ha ripetuto.
Le tue considerazioni sono proprio inappropriate!

Anonimo ha detto...

9:44 AM, il tuo più che un commento sembra uno slogan pubblicitario a rfs.
ormai questo blog è diventato tutto sponsor pubblicitari, basta vedere l'argomento ultimo su Pompi.

Anonimo ha detto...

Perdona la mia mancanza di intuito, ma a parte il rispetto della normativa sulla privacy (se c'è una liberatoria è tutto in regola), di fatto a quali rischi è esposta la bambina?

Anonimo ha detto...

non vedo perché dovrebbero offenderla... Ma pensa che poi la bambina sia un assidua lettrice del blog?

Ass. Bastacartelloni ha detto...

Questo è il commento che l'associazione Bastacartelloni ha lasciato nella pagina Fb del Manifesto.
Solo dati, senza ideologie. La nostra associazione combatte da anni il degrado di Roma, quello provocato dagli adesivi e dalle scritte e dai manifesti di cui si parla nell'articolo. L'autore probabilmente non ha idea di cosa ci sia dietro un adesivo di un traslocatore: c'è dietro una organizzazione malavitosa che per pochi spicci svuota le cantine, si tiene le cianfrusaglie per rivenderle in mercatini abusivi e getta il resto nei parchi, riducendoli a discariche. Dietro le scritte di ragazzini adolescenti che imbrattano tutti i muri di Roma c'è gente disperata: come il falegname al quale hanno ridotto il furgone una lavagna di tags e che non riuscì a rivenderlo perché non valeva più nulla dando un colpo durissimo alla sua attività artigiana. Dietro le vetrine devastate dall'acido indelebile con pseudofirme di idioti che lasciano la loro cacatina ci sono negozianti che si sono dovuti indebitare perché le vetrate dei loro negozi avevano perso ogni trasparenza. Dietro l'arroganza delle doppie file e della sosta selvaggia c'è la città con il più alto tasso di incidentalità stradale dell'Europa occidentale. Dietro le migliaia di venditori abusivi non ci sono poveri disgraziati che cercano di sbarcare il lunario, c'è la mafia che li sfrutta e alimenta la filiera dei prodotti illegali, confezionati da bambini senza diritti. Dietro i manifesti che "abbelliscono" il ponticello di cui si parla nell'articolo c'è un esercito di attacchini selvaggi che copre sistematicamente chi prova a rispettare la legalità e fa affiggere la propria pubblicità in spazi autorizzati pagando le tasse al comune. Quelle tasse che dovrebbero finanziare i servizi sociali indispensabili. Dietro gli attivisti di Retake e i blog antidegrado c'è solo chi dice basta a tutto questo. E vuole crescere i propri figli in un ambiente diverso.

Anonimo ha detto...

come sempre TANTI commenti insulsi ed inutili.

La verità è una sola, buona iniziativa il retake, ma DEVE essere usata per COSTRINGERE le istituzioni locali ad intervenire, NON deve SOSTITUIRE l'ama o chi per essa, lo volete capire che cosi si da una sponda mostruosa a dei dirigenti incapaci e ladri!!????
cosi togliete poti di lavoro!!!!

Andate sotto le circoscrizioni a farvi sentire!!!

D.

Anonimo ha detto...

Ottimo l'articolo di bastacartelloni.
Ridicola la polemica sulla foto della bimba, quando il tema della discussione è tutt'altro (io la foto non l'avevo neppure vista).
Triste l'articolo del Manifesto di uno che esordisce dicendo: "in una delle mie rarissime incursioni nel quartiere più militarizzato del mondo..."
A parte che Zeropregi forse non cocosce quartieri davvero militarizzati nel vasto mondo, ma poi se la realtà sociale del Pigneto non la conosce e lo dice in incipit, che scrive a fare?

Anonimo ha detto...

11:44 AM, non siete stati totalmente onesti nell'esposizione di chi c'è dietro, come al solito si dice sempre ciò che fa comodo nella propria direzione.
Avete dimenticato di dire che dietro agli adesivi ci sono persone, per lo più giovani, che per guadagnare qualche soldo si rassegnano a fare quel lavoro, che danneggia il decoro della città, perchè non esistono posti di lavoro dove guadagnare soldi per sfamarsi e la colpa è solamente delle istituzioni in primis e poi degli altri a catena.
Ve la prendete, voi di rfs e associati "Bastacartelloni", sempre con il popolo ma la guerra in primis si fa alle istituzioni perchè sono loro che devono garantirci tutto in primis in quanto paghiamo profumatamente le tasse per sostenere loro e garantirci i vari servizi, di ogni genere, che ci necessitano per vivere in modo dignitoso.
Il popolo è solo schiavo delle istituzioni, cambiate atteggiamento e attaccate le istituzioni se in voi c'è la volonta di battersi altrimenti mettetevi da parte che fate solo danni!

Anonimo ha detto...

12:23 PM, sei falso è la prima cosa che salta all'occhio in quanto è in bella vista nell'argomento.
di solito le foto e i video vengono inseriti di proposito e spesso i commenti si basano anche su quello, non credo che sia stata inserita casualmente, in ogni caso il responsabile era stato invitato a toglierla cosa che avrebbe potuto fare, ma se n'è guardato bene dal farlo, per evitare eventuali commenti il che mi fa pensare che la collocazione della foto non era casuale.
ragazzi ma davvero volete convincerci che gli asini volano?

- prova a leggere i vari commenti di chi invitava a togliere la foto, sembrano ben motivati non provocatori!

Anonimo ha detto...

. In qualita' di padre ritengo che io non debba insegnare niente a nessuno....

PENSA SE CE VOLEVI DA UNA LEZIONE!

Anonimo ha detto...

12.35 Anonimo.

"sei falso" lo dici a qualcun altro.se adesso uno diventa "falso" perchè non ha visto quello che hai visto tu, siamo alla frutta. Scusa a me che me ne viene in tasca?

Io ho prima letto l'articolo del Manifesto e dopo leggendo i commenti qui su RfS ho notato il problema della fotografia, che come detto considero un falso problema e comunque del tutto alieno dal contenuto del post. Quindi a me non è saltato all'occhio un bel nulla.

Comunque ripeto, foto o non foto l'articolo del manifesto lo trovo sbagliato comunque.


Anonimo ha detto...

12:56 PM, io sono abituato a vedere tutto testo e contesto in un argomento e per tale motivo non condivido la linea di rfs.
inoltre rfs, quando inserisce un argomento, invita a leggere le sue morali e a vedere i vari book fotografici allegati.
per quanto sopra ti dico che la foto non era casuale e la persistenza di tenerla me lo conferma.
non ti accuso se forse tu non lo fai, ma guardando testo contesto e contorni si capiscono tante cose e ti fai un'idea ben precisa di chi hai dall'altra parte!
mi sbaglierò? il modo di fare che vedo, giorno per giorno, su questo blog mi fà pensare che ho compreso correttamente chi sta dall'altra parte poi nel tempo vedremo se cambiero' idea per essermi fatto una opinione sbagliata.

Anonimo ha detto...

Ma il manifesto oltre a bloccare i commenti ha risposto qualcosa? Ha provato a dire qualcosa per salvare la faccia tipo "c'è stato un errore, ecc" o conferma che quella è la sua linea di pensiero? Giusto per curiosità.

Anonimo ha detto...

Anonimo 1:07 PM

Ok va bene, mi è chiaro il tuo punto di vista.
Peró lasciando per un momento da parte questa cosa della foto, immagina di aver letto quest'articolo direttamente sul manifesto. Tu che cosa ne pensi?

Anonimo ha detto...

Bat21 visto chi sono i romani, e a leggere i tuoi commenti sembri a metà tra un sociologo e un antropologo, i retake verranno giu dalla Padania o dalla Svizzera o da dove ti pare. viste le tue descrizioni de I ROMANI sicuramente non possono essere gli autoctoni di Roma, o come dici tu, GLI APPARTENENTI ALL'INCIVILE POPOLO ROMANO quelli che ripuliscono.
Giusto?

Anonimo ha detto...

Secondo il tuo ragionamento, prima di sbattere in galera i picciotti mafiosi che a vent'anni a Napoli fanno da bassa manovalanza alla camorra dovrei risolvere il problema della crisi economica raggiungere lo zero tasso di disoccupazione perché altrimenti ci sarà sempre qualcuno moralmente autorizzato a farsi pagare dalla mafia x qualche lavoro sporco pur di guadagnare...
Ci sono milioni di ragazzi senza lavoro che si fanno il mazzo per trovare un lavoro ONESTO invece di mettersi al servizio di delinquenti grandi e piccoli. Chi accetta le scorciatoie ne paga le conseguenze, o forse chiunque è povero è autorizzato a rubare secondo te?

Il tuo modo di pensare è deleterio e ci ha portato proprio a tollerare livelli indecenti di illegalità e degrado proprio perché troppi ancora come te trovano sempre una giustificazione per ogni abusoo illegalità e si illudono che le cose si risolvano prendendosela genericamente con le istituzioni, lo stato, tutte entità astratte, mentre si toglie ogni responsabilità personale ai singoli che scientemente accettano di commettere abusi o reati con la scusa della 'società che non mi mette in condizione di...'

Ma basta con questo atteggiamento 68ino che ha fatto solo disastri in questo Paese!!!!

Anonimo ha detto...

3.11 pm, il mio commento o i piu' li trovi in quelli pubblicati sopra.prova a leggerli tutti cosi' potrai farti un'idea generale della situazione generale e poi tirare le tue considerazioni. Il mio singolo o piu' commento e' poco importante per le tue considerazioni che potrebbero essere piu' lucide leggendo ne tante senza spirito di parte verso nessuna corrente.

Anonimo ha detto...

3.11 pm, il mio commento o i piu' li trovi in quelli pubblicati sopra. prova a leggerli tutti cosi' potrai farti un'idea generale della situazione generale e poi tirare le tue considerazioni. Il mio singolo o piu' commento e' poco importante per le tue considerazioni che potrebbero essere piu' lucide leggendone tanti senza spirito di parte verso nessuna corrente.

bat21 ha detto...

Sbagliato 407 pm I romani sono mediamente incivili ma non sono assolutamente tutti cosi ed i retaker sono un bellissimo esempio di civiltà ed amore per la propria città

Anonimo ha detto...

A regà state a dà più importanza del dovuto a quel soggettone de zeropregi, ma c'avete presente lo sfigato di cui state parlando? No dico, c'è mezza Roma che ormai lo percula...

Anonimo ha detto...

5:46 PM:Inaudita la tua affermazione:
"Ma basta con questo atteggiamento 68ino che ha fatto solo disastri in questo Paese!!!!"
Quel poco che ancora abbiamo dobbiamo ringraziare loro che si sono esposti in prima persona, non dietro a un pc in anonimato, per far valere i propri diritti.
E' proprio vero sta finendo tutto perchè veramente non sappiamo più riconoscere quali sono le cose primarie della vita.
Ribadisco quanto già detto, fate attenzione alle battaglie personali di RfS!

Anonimo ha detto...

È vero articolo raccappricciante. Patetici parassiti falliti ideologicamente SONO QUESTI QUI del manifesto quegli intellettualoidi che per anni in tv hanno contestato berlusca ma poi andavano correndo a votarlo sperando portasse l’Italia alla rovina… così NOI avremmo fatto la rivoluzione e LORO si sarebbero arricchiti a suon di espropri proletari

Torino72 ha detto...

Il livello di degrado delle nostre città è ormai sotto gli occhi di tutti ed il fatto che i "normali" cittadini si operano per cercare di rendere più decoroso un contesto, da fastidio alle autorità (e ci metto anche i giornali)perchè è un segnale lampante del loro fallimento.
Alcuni di questi fallimenti, come incuria, strade dissestate, scuole sfasciate, giardini con erba incolta ecc. sono legati anche hai tagli operati dallo stato ai comuni.
Lo stato spera che gli italiani si bendano gli occhi e non facciano nulla, perchè essere attivi vuol dire prendere coscenza.
Io mi auguro che Retake si propaghi in tutta l'italia.E sinceramente la foto della bambina la vedo come una speranza nelle future generazioni!

Anonimo ha detto...

6:22 PM

non hai risposto. Eppure non era mica difficile.

Nei tuoi commenti parli solo della foto e non dell'oggetto del post.
Le mie considerazioni le ho già tirate; ti chiedevo la tue. Ma evidentemente la mancanza di lucidità che imputi agli altri è il tuo primo problema. Saluti

Matteo ha detto...

Che idioti che siete. Ha ragione il manifesto a dire che guardate il dito e non la luna. Anche in questo caso avete scritto commenti ruguardanti la insignificante foto della bambina invece di parlare del contesto.
siete stupidi. Appunto siete fan di roma fa schifo

ShareThis