Godenzio è arrivato a Tor Pignattara. Approdo a Roma del clochard cinese più famoso d'Italia

4 ottobre 2014








A Londra importano ingegneri, a New York importano creativi, che cervelli importiamo a Roma. Eccoli. Il nuovo arrivo è Godenzio. Chi è Godenzio lo potete capire cliccando qui. Altre informazioni le potete avere da una pagina Facebook che a lui è stata dedicata. Ora Godenzio si è trasferito nella città più congeniale a chi scambia il suolo pubblico per la propria latrina: Roma! Gli avvistamenti in zona Tor Pignattara non mancano. Eccone qualcuno...

21 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Fare bisognini sulle rotaie è un ottima idea contro la stitichezza, hai giusto il tempo prima che arrivi il treno, geniale ! Il tipo mi sta già simpatico

ClickLavoro ha detto...

e'una persona con problemi mentali mi pare comunque strano che non sia possibile aiutarlo o comunque nessuno della comunita' cinese da cui proviene, quella di Prato, se ne prenda cura....

Anonimo ha detto...

ma non si puo rimpatriarlo?

Anonimo ha detto...

I servizi sociali dove cacchio stanno?

Anonimo ha detto...

Ma nessun organo di polizia è a conoscenza di una certa legge anti -immigrazione per cui se un qualsiasi extra-comunitario si trova clandestinamente , cioè senza permesso di soggiorno, sul territorio italiano, viene trasferito in un centro di permanenza temporaneo???

Anonimo ha detto...

Il reato di clandestinità non esiste più...

Anonimo ha detto...

mah, mi smebra che ogni tanto passiate dalla parte del torto e facciare un po' la figura di estremisti esaltati.
stiamo parlando (come l'articolo citato da voi spiega) con una perona con seri problemi mentali e un passato difficile.
Parlare di decoro in questo caso è alquanto fuori luogo...

Anonimo ha detto...

Ecco...le potenzialità di un sito come questo sprecate dagli estremismi. E' una persona con problemi mentali!
Comodo al caldo delle vostre casette andare ad insultare una persona con problemi. Un conto è chi delinque nel pieno delle sue facoltà(vedi i rom). Ma giustamente i problemi veri di Roma sono le automobili, le piste ciclabili ecc.

Scemo io che vi leggo ancora

Luna ha detto...

Ci bombardano ogni giorno mediaticamente sul pericolo EBOLA e poi vediamo queste scene di "alimentazione" dal pavimento e di igiene davvero encomiabile, mai ripreso da un servizio televisivo. Che caso strano! Un bell'esempio ai cittadini di igiene e pulizia: diversi tipi di malattia, anche di origine allergica provengono proprio dalla sporcizia! Il tipo che mangia la pasta informe sulla terra non so se potrebbe farlo a Londra o a Parigi o a Bruxelles.
E, soprattutto in caso di disordini mentali non meglio acclarati, è normale che costui faccia quel che gli pare dovunque vada e i "rappresentanti dell'ordine sociale" non mettano in azione qualche deterrente?
No per me non è normale ma è segno di inciviltà e di arretratezza soprattutto culturale.

Anonimo ha detto...

Non se ne puo più,non si possono educare le nuove generazioni così, ma che gli facciamo vedere ai nostri figli?

Anonimo ha detto...

...tutto pieno !!

Anonimo ha detto...

ROMA SCOPPIA DI GENTE COSI'!

ORMAI E' TUTTO FULL, SATOLLO, PIENO.

NON C'E' PIU' POSTO!!!

College Street ha detto...

Per chi dice che questo personaggio abbia disturbi mentali e quindi non dobbiamo prendercela con lui, ecc, penso non abbia capito il senso di questo post....eppure e' semplice. Basta leggere le prime righe.

Anonimo ha detto...

figo se mi metto a cagare per strada mi danno sussidio casa e lavoro? basta superare un po' di pudore per ottenere che si dica che io abbia disturbi mentali figooo!! mo anche io mi faccio una cagatina per strada e sto a posto per tutta la vita evvaiiii....

Anonimo ha detto...

No, francamente dopo aver letto le prime tre righe il senso del post mi è ancora oscuro. La fonte da voi citata parla in modo chiaro di una persona affetta da vizio di mente, che dovrebbe essere curata ed accudita. Io sono con voi e la vostra linea sempre, è la prima volta in cui l'oggetto (soggetto, in questo caso) del vostro post non mi pare pertinente al messaggio che si vuol dare. Se poi si voleva intendere che il Godenzio di turno è lasciato abbandonato a se stesso, che non abbiamo assistenza sociale e tutela dei cittadini cento volte si, avete ragione e domando scusa. Ma per come avete postato la storia, nulla vi è di diverso da quando si parla di rom (questione assai diversa).

Anonimo ha detto...

Cosa pretendevate, città di merda attira gente di merda, abituatevi saranno sempre più frequenti questi spettacoli edificanti

Alex Bianchi ha detto...

Questo è un pover'uomo che andrebbe aiutato dai servizi sanitari, non disprezziamolo. Che dire invece dei nostri cari ragazzi( italianissimi e di buona famiglia, vestiti con firme) che all'uscita delle discoteche pisciano sui portoni, cagano negli androni dei palazzi, vomitano dove gli capita?????
Di loro non scrive nessuno....... chi è senza peccato scagli la prima pietra.

Anonimo ha detto...

Faccio notare che anche roma fa schifo, ancora ROMA FA SCHIFO non ha detto la sua. Fatti sentire e dicci come la vedi, io lavoro attorno a Prato, peraltro...

Anonimo ha detto...

ahahhahah scusate, mi piego dalle risate... qui a Prato c'è lo siamo sorbito per un po... adesso beccatevelo un po voi !! :) ahahah :) :)

Anonimo ha detto...

...poveraccio, lo incontravo spesso per Prato, sono stato fortunato, può capitare a tutti, depressione, dolore, follia. È stato vittima anche di un pestaggio, ma mi chiedo sempre più spesso, se siamo un paese cristiano solo quando si parla di matrimoni gay.

Facciamo (me compreso) spesso schifo.

Gius pH0

Andrea ha detto...

Poveretto. Parrebbe davvero un 'ultimo' e andrebbe solo che aiutato.

ShareThis