Continuano le derisioni del lavoro di Retake Roma. Aree pulite vengono re-imbrattate con sbeffeggi e insulti. Una riflessione

29 ottobre 2014

Continuano gli insulti e gli sbeffeggi all'attività dei volontari che si impegnano per far tornare la città al decoro ed al rispetto. Sono una cosa negativa? Niente affatto. Sono una cosa positiva. I paladini dello schifo si iniziano a sentire braccati, reagiscono scomposti, si sentono mancare la terra sotto ai piedi, sono costretti per la prima volta a rincorrere. Si confermano, insomma, degli sfigati cronici. E confermano a tutta la città la loro indole di luridi vandali, non certo di artisti di strada. Nessun artista di strada, ad esempio, farebbe una scritta simile sullo splendido e storico palazzo delle Poste di Via Taranto pulito da pochi giorni da Retake. A risporcare non sono stati interessi economici, non sono stati politici abusivi, non sono stati adesivari e localari. 



A imbrattare sono stati loro: gli pseudowriter sfigati. Coloro che essendo mentalmente disturbati devono vivere in un ambiente urbano disturbato e caotico; coloro che si trovano a disagio nel rispetto e nell'ordine. Il cerchio si stringe attorno a queste nullità che esalano gli ultimi respiri prima di estinguersi, ormai sempre più accerchiati da cittadini che non ne possono più di vivere nella mancanza di rispetto, nella prepotenza, nella violenza e nel degrado. Ecco perché occorre salutare questi episodi come un segnale positivo: sono gli ultimi vagiti di un mostro che la cittadinanza sta sconfiggendo, sempre più isolato, sempre più piccolo. Sempre più sfigato come è sfigata questa piccola, povera scritta che nel breve volgere di pochissimo tempo verrà cancellata da un cittadino. Che brutta fine, poverini: facevano i duri e minacciavano di morte a destra e a sinistra chi si opponesse al loro stile di vita squallido e adesso si son ridotti a imbrattare coi cuoricini. Si son ridotti a firmarsi "i cattivi" con la faccina. Una pozzangheretta di sfiga che ormai è lo zimbello della città.

VOI, NEL FRATTEMPO, UNITEVI AI VOLONTARI DI RETAKE CLICCANDO QUI E CREANDO IL GRUPPO SUL VOSTRO TERRITORIO

31 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Che devo dire, gente del genere non puo' altro che rappresentare l'apoteosi della sfiga umana.

Purtroppo l'Italia e' il Paese dei guelfi e ghibellini, se una cosa buona emerge subito appare l'idiota di turno che deve prendere posizione opposta per infantilismo e sprito di protagonismo......

Anonimo ha detto...

Befeggiare gli altri è un comportamento scoretto sempre ed in ogni caso a meno che non si scherzi veramente!
I signori che beffeggiano i Retake non sono da meno di voi, di RfS, che beffeggiate indistintamente e genericamente tutti i romani,anche quelli corretti e che cercano il bene di Roma senza essere vostri seguaci non condividendo le vostre idee, agli occhi del mondo intero.
Cominciate, voi di RfS, ad essere persone più rispettose verso gli altri e poi potrete pretenderlo anche dagli altri.
Attualmente siete il più grande esempio di sberleffi altrui, chiaramente lo fate da dietro un pc o in qualche angoletto di strada nascondendovi bene bene!

Anonimo ha detto...

adesso sbeffeggiate anche i grafittari? ebbasta ooooOOH!

Anonimo ha detto...

SBEFFEGGIANO e SCORRETTO
sfigato di un TROLL!

Anonimo ha detto...

Comunque la piu' grande vendetta nei confronti dei bimbi minchia graffitari sarebbe quella di seguirli ed imbrattare la macchina del paparino, magari usando gli stessi tags del figlio....

Anonimo ha detto...

che sfigati sti writers. Ma come dite voi, più le mura saranno pulite e potranno spadroneggiare.

Anonimo ha detto...

e MENO potranno spadroneggiare

Anonimo ha detto...

Che paese di poveracci. Un popolo di lobotomizzati che si merita soltanto di diventare ancora più terzo mondo di quanto non lo sia. Mi dispiace soltanto per le poche brave persone che ci credono ancora e che meriterebbero di poter vivere in un paese civile.

Anonimo ha detto...

che poi sti idioti non sono nemmeno in grado di fare un murales fatto bene.
Niente di niente, solo tag con bomboletta nera, giusto per dimostrare quanto sono davvero buoni a fare nulla.

Probabilmente con un murales fatto bene potrebbero dimostrare di non volere abbruttire, ma migliorare (anche se a modo loro) un muro.

Anonimo ha detto...

Rincorrano il successo di Retake per pubblicizzarsi. Che fine di squallido anonimato che hanno fatto i cosiddetti Writers, d'altronde la sostanza non c'era. Erano e restano sfigati od al massimo dei mediocri. Non gli resta che spararsi un colpo in testa dopo questi ultimi imbrattamenti, prova della loro sconfitta esistenziale.

Anonimo ha detto...

Ok sono degli sfigati, ma è inutile continuare a stare qui a chiacchierare... Quando andiamo a ripulire questi muri?

Anonimo ha detto...

...Pensare di risolvere sempre e tutto con le buone è pura illusione...
FINO A CHE NU JE MENI, NON SUCCEDE UN MERITO CAZZO...

( questa la capiscono)... ;)

Anonimo ha detto...

IL VERO GRANDE PROBLEMA DI QUESTA CITTA' E' LA MENTALITA' DEL CAZZO DI QUESTI ULTRASFIGATI BIMBIMINKIA FIGLI DI PAPA'! Abbatteteli!

Roberto Sermoneta ha detto...

Purtroppo temo che questi vandali non siano affatto in via di estinzione. Ancora troppo c'è da fare e troppa città da ripulire.

Anonimo ha detto...

Questi sono quelli che "odiano 'e guardie perché meneno laggente" però fino al giorno in cui gli rubano l'iPhone o fino al giorno in cui corrono in questura perché "i fasssisssti demmerda c'hanno menato".
Questi residui del novecento si stanno estinguendo in tutto il mondo, reputiamoci fortunati ad averne ancora qualche esemplare...

P.S. ma un bell'articolo sul murales dedicato a Francesco Totti inzozzato con i soliti throw-up del cazzo? Non hanno avuto pietà nemmeno per il Capitano.

Anonimo ha detto...

Spedirli nel deserto a vivere con i cammelli. Credo che abbiano meno inttelligenza che quelle bestie, che pero, diversamente della loro incapicità di dare un contributo positivo, sono utilissimi ai beduini!

Anonimo ha detto...

E' la stessa gente che lamenta la scarsità di lavoro e accusa gli immigrati di rubarglielo, poi però si scandalizza se -senza saper fare un cazzo- gli si offrono 8/900 euro al mese per lavori di bassa manovalanza. Invece di ringraziare il cielo, ci sputano sopra, dato che mamma e papà li dotano di iPhone e simili già a 13 anni. Il problema è beccarli. E il fatto che, quando li beccano, le pene non sono mai esemplari. Basterebbe far pagare ai genitori i materiali per la pulizia e far pulire a loro stessi quanto hanno imbrattato, sotto gli occhi di tutti. Un bell'evento mediatico, da immortalare coi loro telefoni del cazzo e da pubblicare su Facebook con la scritta "Sono uno sfigato".

Anonimo ha detto...

E basta con tutta questa smania di civiltà, e che caxxo!! Se ti piace tanto la civiltà vattene a vivere in Europa, allora!!!!

bat21 ha detto...

I retaker sono importanti ancora piu per l esempio che danno ad una collettività diversamente evoluta che per le azioni in se. Ma coloro che sono preposti alla pulizia ed al contenimento di questi fenomeni non si vergognano un po' del fatto che normali cittadini pur pagando tasse salatissime per avere i loro servigi sacrificano il loro prezioso tempo libero per fare quello che dovrebbero fare loro?

Un comune cittadino romano. ha detto...

Ho appena visto un servizio delle iene in cui intervistavano i barboni domiciliati alla stazione Roma Trastevere. Alla domanda "come fate col sesso?" loro hanno risposto "eh.. ci vuole molta inventiva.. bisogna anche avere rispetto per le persone.."
Ecco. Credo che i barboni domiciliati alla stazione Roma Trastevere hanno il senso del rispetto sociale. Al contrario, i poveracci che impiegano il tempo a imbrattare muri e strade sono piccoli stupidotti viziatelli che non riescono a crescere e rimangono allo stesso livello mentale dei bambini capricciosi.

Anonimo ha detto...

Ed ecco i primi risultati visibili di una iniziativa fatta senza il minimo cervello e senza nessuna consapevolezza sociale.
Oltre ad adoperare forze in una azione sbagliata a monte, retake ha dato ancora piu' voce alle centinaia di minchioni che imbrattano la città.

Anonimo ha detto...

ripuliamo il muro, se li becchi in giro li corchi. nice & easy

Anonimo ha detto...

"Ed ecco i primi risultati visibili di una iniziativa fatta senza il minimo cervello e senza nessuna consapevolezza sociale.
Oltre ad adoperare forze in una azione sbagliata a monte, retake ha dato ancora piu' voce alle centinaia di minchioni che imbrattano la città.

ottobre 30, 2014 12:16 AM" NO COMMENT!
si envince chiaramente con questi commenti perchè la città muore!!!
Immagino che va in giro ancora lamentandoso che mamma gli puliva la stanza. Da bambino ha imparato un cavolo!!!

Anonimo ha detto...

Potete pure continuare a pulire, ci sarà sempre qualcuno a reimbrattare come cazzo volemo noi.

Retake stocazzo!

bat21 ha detto...

ottobre 30, 2014 8:19 AM Tu sei un povero troll. Ti diverti vero?

Torino72 ha detto...

La maggior parte di questi imbrattatori, sono ragazzi viziati, annoiati che soffre di protagonismo.
Ragazzi, che vanno a scaldare i banchi di scuola senza studiare, che hanno paura ad affrontare il mondo del lavoro, i cui genitori gli hanno dato "troppo" amore e cadono in falsi estremismi perchè in costante bisogno di sicurezza!
Si sentono forti solo quando sono in branco ma singolarmente sono vuoti!
A volte mi chiedo se lo stato italiano abbia fatto bene a levare la leva militare, in quanto credo che per un anno una sana disciplina, senza genitori, senza il "branco" forse avrebbe fatto crescere un pò questi SFIGATI!

Anonimo ha detto...

se al primo che riescono a prendere gli tagliano le mani il secondo si guardera' bene dallo scrivere sul muro-

Anonimo ha detto...

ottobre 30, 2014 12:16 AM" NO COMMENT!
si envince chiaramente con questi commenti perchè la città muore!!!
Immagino che va in giro ancora lamentandoso che mamma gli puliva la stanza. Da bambino ha imparato un cavolo!!!

Se avessi lavorato un terzo di quello che ho fatto io fino ad ora, saresti già un pezzo avanti.
E staresti un pezzo avanti anche se ti fossi interessato al territorio come ho fatto piu' volte, tra l'altro nell'indifferenza degli ignoranti a cui credo tu appartenga( nel senso di ignorare, non conoscere)
Ed è proprio perchè "fin da bambino" imparo, riesco a vedere le cose per come stanno, senza sovrastrutture derivate da buonismo, retorica e altro.
D'altra parte rispecchi a pieno la mentalità bigotta e semianalfabeta di questo paese. L'italia è tua, e quello che hai di fronte è il tuo prodotto.
Complimenti.

Anonimo ha detto...

In altri Paesi un muro imbrattato viene subito ripulito per evitare l'emulazione. Adesso ci siamo creati una generazione di imbrattatori che rende questa città triste.
Perché almeno ci fosse arte in quello che fanno perché sarebbe pure bello vedere un murales fatto bene. Ma sono di uno squallore indicibile che denuncia la loro scarsa capacità artistica ed il vuoto del loro cervello.

Anonimo ha detto...

Io vivo a "La Storta" la stazione e devastata da graffitti tutti i giorni una novità così giro con spruzzino caricato a GRAFISOL che almeno lo spruzzo sulle scritte o sui graffiti certo la gente mi osserva come un povero demente...e va bhe' ma il gusto non di pulire ma solo di sfregiare i lavori di questi topi di fogna già mi sento un crociato contro questi vandali devastatori che ci vorrebbero le maniere forti il manganello metodo SCUOLA DIAZ. Voi taggate e io quando passo vi sfregio tutto sfiganti topi di fogna che leggete !

bat21 ha detto...

Modera i toni. In parte hai ragione ma con boria e maleducazione passi dalla parte del torto.

ShareThis