Il Governo inglese avverte i suoi concittadini dei pericoli di Roma. Il sindaco Ignazio Marino li nega in un delirio di omertà

17 agosto 2014
L'annuncio apparso sul sito del Foreign Office del Regno Unito

Qualche giorno fa tra le nostre mille segnalazioni ne ricevemmo una particolarmente significativa. Un turista che, arrivato con il pullman, in orario serale, da Ciampino a Termini, era sceso a terra e la sua valigia era stata già sequestrata dai gruppi di criminali organizzati che operano attorno alla stazione. 
Succede ogni giorno decine di volte al giorno.

Ciò che accade a Roma a praticamente tutte le auto che osino sostare con dei bagagli a vista

Il turista si è poi recato a fare regolare denuncia alla vicina stazione della Polizia di Stato. I poliziotti, tuttavia, quelli che stanno in ufficio invece che a controllare il territorio, gli hanno dimostrato di essere inutili finanche nell'ufficio. "Inutile che faccia denuncia" gli hanno risposto "sarebbe un procedimento lunghissimo e utile solo per fini statistici". Ovviamente gli agenti non vogliono far risultare l'enorme numero di reati che avvengono nel loro territorio, altrimenti, chissà, qualcuno potrebbe invitarli a uscire in strada e fare il loro lavoro.



Eccole, dunque, le famose "statistiche" a cui si appella Ignazio Marino quando deve rispondere ai sacrosanti avvisi che il Governo Britannico rivolge ai propri concittadini in visita in Italia. Statistiche falsate, che non rispecchiano in nessun modo la reale situazione del territorio. Perché nessun turista, dopo aver passato l'incubo di un furto, ne vuole passare un altro dentro gli uffici di una caserma o di una questura. E dunque, sospinti dagli agenti stessi, si lascia perdere. Quel furto, quello scippo non lascia alcuna traccia, non esiste. 

La situazione è fuori controllo nella maniera più totale, ma grazie a questo stratagemma non risulta tale. 

Il Foreign Office del Governo di Londra non guarda però alle statistiche, bensì alla realtà dei fatti. E la realtà dei fatti è esattamente quella fotografata dagli inglesi e smentita dal nostro sindaco.



Intere linee di autobus (non solo il 64, che è solo la più turistica) sono de facto di proprietà della malavita. Termini si è rapidamente trasformata in un luogo pericolosissimo sia in superficie che in sotterranea. Ogni macchinetta emettitrice di biglietti è requisita da malintenzionati che ne consentono l'utilizzo solo in cambio di un pizzo. Gruppi di ladri (spesso ragazze minorenni incinte) circondano e derubano turisti e cittadini. L'attività criminale attorno al treno che porta all'Aeroporto di Fiumicino è vivacissima: spesso ci sono più banditi che turisti. Sotto la metro la situazione è assolutamente irraccontabile, ma non solo a Termini. Sono tantissime ormai le stazioni dove gli scippatori - nel totale disinteresse di Atac, delle forze dell'ordine e evidentemente anche del Sindaco che di Atac è proprietario: tutti ti spiegano che hanno "le mani legate" - lavorano in maniera fissa, sempre gli stessi, sempre con le stesse tecniche. Ogni giorno si combatte la guerra impari tra nuvole di ladri e pochi cittadini-eroi che continuamente urlano "attenti ai ladriiii". Una guerra (in)civile che fino ad oggi non ha mietuto vittime solo per caso, ma casi di violenza e sangue sono solo rimandati. Abbiamo documentato tutto questo in decine di inequivocabili video, ma ciò non è bastato al nostro Primo Cittadino per cogliere una eccellente occasione per tacere. 

Il ministero degli esteri inglese ha giustamente diramato un allarme e lui è stato capace di rispondere che in realtà (secondo le famose statistiche realizzate come abbiamo raccontato sopra) Londra è molto più pericolosa di Roma. Vorremmo davvero parlare con un solo lettore che girando per Londra, prendendo la metropolitana, facendo un biglietto ad una macchinetta automatica si sia anche solo vagamente sentito in pericolo a Londra. Questo, come sanno tutti e come sa anche il Sindaco che mente sapendo di mentire, non accade mai. Non accade nella realtà e non accade neppure nella sensazione (altrettanto importante, specie quando si parla di turismo) che la città dà. A Roma hai sempre la sensazione di essere in pericolo, a Londra non hai mai questa sensazione. E il Foreign Office è stato troppo blando perché trascura - a tutela dei sudditi di Sua Maestà - tutta una serie di elementi gravissimi e pericolosissimi, poiché il problema non è certo solo Termini e non è certo solo l'autobus che arriva da Ciampino o il bus 64.


Ma in una città dove un sindaco invece di rimboccarsi le maniche per risolvere i problemi li nega pateticamente, forse i turisti, più che essere avvisati, proprio non dovrebbero più venire. Negare crimini evidenti e schernire chi li denunzia significa solo una cosa: complicità coi criminali. 

42 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Lo schifo più totale l'ho provato oggi, sentendo le risposte di Marino, tipiche del politichese più qualunquista. Invece di fare, non dico un mea culpa, ma delle osservazioni costruttive e annunciare di volervi porre rimedio, chiedendo umilmente scusa, innanzitutto a noi cittadini, risponde con le cazzate. Come quando al TG si paragonano le cose italiane coi paesi del terzo mondo, per farci fare bella figura. Come quando mettono a paragone alcune nostre tasse, confrontandole con quelle più alte di questo o quel paese. Paese che, puntualmente, sappiamo andare meglio del nostro sotto tutti i punti di vista. Come quando si parla del canone RAI e ci dicono che siamo quasi 'fortunati' a pagarlo meno del Regno Unito. Mica mettono a confronto l'autorevolezza e la divulgazione che fa la BBC con lo schifo propinato dalle reti RAI e i compensi milionari per i soliti 4 gatti che presentano in TV. Quello che dicono su Roma è VERISSIMO! Il problema grande secondo me è che al romano medio non gliene frega un cazzo. Lui mica orende il 64, mica gira ai Fori Imperiali. Lui se ne va in maghina a Porta di Roma, a Parco Leonardo, a magnà la sera. I mezzi pubblici li prendono gli sfigati. Questo è il problema. Al di là delle invasioni di massa di disperati e senza fissa dimora, il problema siamo sempre e solo noi. Ancora troppo pochi per capire la gravità del problema, non solo agli occhi dei turisti (avete visto quali e quanti paesi ci hanno superato come meta turistica prescelta?) ma soprattutto a quelli dei romani e dell'Italia intera.

Anonimo ha detto...

Ammerde basta infangare a Gabidale, qui va tuttobbene, pensate inoltre che la crisi non esiste e che i ristoranti sono pieni! (cit.)

Anonimo ha detto...

Ottimo articolo! Avete riassunto in poche ma contundenti parole la realtà della micro e macro criminalità a Roma e il pensiero di quasi tutti noi che vi seguiamo. Grazie di cuore!

Anonimo ha detto...

analisi lucida e veritiera, cone non condividere

dottorD ha detto...

Ottimo servizio. C'è poco da obiettare, la realtà dei fatti è inequivocabile e sotto gli occhi di tutti. E' palese che le amministrazioni comunali non hanno nè la voglia, nè gli strumenti legislativi, e le dovute motivazioni personali per porre rimedio a tale situazione.

La triste verità è che il territorio di Roma è ormai completamente fuori controllo, ed essendo la città praticamente in bancarotta, non è possibile alcun intervento strutturale di pubblica sicurezza che garantisca maggiore tutela ai cittadini. Come testimoniato dai giornali quotidianamente, fra le forze di polizia municipale vi sono ormai livelli di corruzione da america latina (mazzette per tenere su bacarelle, tavolini, evasione dei controlli, oscenità di ogni tipo), e non esiste alcun feedback che i cittadini possono inviare agli amministratori per rimuovere questi parassiti del welfare, serbatoi di voti e di clientele. D’altro canto motivare un vigile urbano in un contesto di totale anarchia ed impotenza, senza alcuna tutela per la propria incolumità diventa anche difficile.

Inoltre, una politica di immigrazione miope e buonista, e l’assenza di leggi efficaci che consentano alle vere forze dell’ordine di svolgere il proprio lavoro creano un circolo vizioso che alimenterà all’infinito questa situazione criminale, fino al collasso economico, con pesanti ripercussioni sugli albergatori e le attività culturali e commerciali. A chi ha fatto comodo a suo tempo rimuovere, in un’ottica ipergarantista, reati come l’offesa a pubblico ufficiale, il disturbo della quiete pubblica, l’accattonaggio? Quanta manodopera non qualificata puo’ ancora sopportare la nostra economia? Perché i servizi sociali non intervengono per arginare il vagabondaggio e lo sfruttamento dei minori? Come avviene sempre in Italia, il cambiamento è generato soltanto ex post, dopo l’avvenimento di fatti tragici o catastrofici. Quando crolla una scuola sui ragazzini allora iniziano a mettere le altre in sicurezza. Quando crolla un ponte o una voragine si apre sulla strada, o un incendio carbonizza un operaio, è tempo allora di fare prevenzione.

Probabilmente tale situazione arriverà a chiedere l’intervento dell’esercito o di qualche provvedimento eccezionale del controllo del territorio solo quando assisteremo ai primi incidenti e alle prime violenze scaturite da questa guerra tra poveri. Nel frattempo è lodevole questa attività di denuncia e di sensibilizzazione, anzi bisognerebbe trovare una persona madrelingua che traduca ogni articolo di questo blog in inglese, affinchè tutto il mondo sia partecipe e i turisti messi in guardia.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 3:07 ti sei dimenticato che anche trovare posto in aereo e' un casino, tutti pieni e non sto ironizzando, sono veramente pieni, almeno quelli che prendo io. Comunque Marino continua così, tempo due anni a Roma resteranno solo i bantu!

Anonimo ha detto...

Pensateci veramente alla storia di fondare il partito di Roma fa schifo, appena quer frocio di Genova se ne torna nel buco di culo da cui proviene, alle prossime elezioni li stracciate a tutte ste merde, ma ci vogliono idee e programmi! Continuate così, se vi chiudono faremo le barricate al Campidoglio!

Anonimo ha detto...

Per fortuna vivo all'estero, ma chi rimane cosa aspetta ad organizzare degli squadroni, in stile Alba Dorata e gli frantuma le ossa a sti rifiuti dell'umanità?

Anonimo ha detto...

Mai letta analisi più lucida. Soprattutto sulla questione denunce (dissuase) e le statistiche che ne risutlano. Bravi bravi bravi. E quello là neanche si vergogna a paragonare Roma con le vere capitali.

Anonimo ha detto...

Io a Londra ci vivo, Marino ha ragione solo per il motivo che l'Italia rispetto all'UK sta indietro di 30 anni in tutto.

A Londra forse c'e' piu' criminalita' violenta perche' esiste un numero spropositato di esponenti delle cosidette seconde e terze generazioni, coloro che secondo la Boldrini e Kyenge, sarebbero mille volte migliori di noi autoctoni, che si prendono allegramente a coltellate.

Per il resto se solo provi a stendere anche un telo per vendere merce contraffatta in una zona turistica, vieni fucilato sul posto.

La metro e' un luogo piu' sacro di San Pietro:nessun accattone, musicante e merda varia. Noi, continuiamo pure a prenderci in giro........

Romamia ha detto...

Considerata quella specie di istituzioni ingessate che ci ritroviamo a Roma, l'unica soluzione sarebbe veramente l'intervento dell' esercito.
Me lo auguro di cuore. Se non si interviene al più presto ad arginare questo schifo i danni economici per noi cittadini ed il degrado diventeranno inarrestabili.

Anonimo ha detto...

In effetti quando ci si presenta in commissariato o in caserma per denunciare di aver subito piccoli (per loro) reati la prima domanda che ti fanno e se sei assicurato e se hai perduto documenti e solo in quei casi - a malincuore - stilano la denuncia. Sempre cercando di farti dichiarare "ad opera di ignoti" mentre tu affermi di vedere il colpevole tutti i giorni...

Anonimo ha detto...

Penso che quando il turismo maturerà la consapevolezza della cultura dell'offerta di servizi, sicurezza e civiltà come valore aggiunto a monumenti, arte e storia, coniugato il complesso ad una visione realizzata dello stato di cose ovvero un medio oriente suk condito da un contorno indescrivibile ed il tutto non più proponibile, ebbene questa industria si sgonfiera' con tale rapidità che risalire la china sarà impresa ardua, senza contare la svalutazione immobiliare e commerciale......

Anonimo ha detto...

troppi agenti italiani sono feccia. se gli chiedi aiuto non lo danno, e se insisti ti aggrediscono. lavativi scansafatiche imboscati.
E Marino spara cazzate a cui credono solo i giornalisti

Anonimo ha detto...

il 1° commento è ottimo

Anonimo ha detto...

Quando la Romania e la Bulgaria entreranno a pieno titolo nell'area Schengen, i rom verranno quasi tutti in Europa occidentale - innanzitutto in Italia - seguendo i già esistenti flussi migratori. Conosco la Romania per lavoro, l'ho visitata e lì i rom (circa 2 milioni) sono trattati come subumani, repressi con la violenza in tutto il paese, leggetevi su internet i casi di omicidio perpetrati ai loro danni (quindi tra CONCITTADINI, trattandosi di rom romeni). La polizia romena non si fa il minimo scrupolo a picchiare ed è legittimata da tutte le autorità a farlo. La prospettiva di emigrare in Italia e godere di privilegi per loro irraggiungibili in patria (a fronte di sanzioni ridicole/inesistenti) è e sarà sempre più un incentivo troppo forte. Non abbiamo ancora visto niente.

Anonimo ha detto...

mandate il video in campitoglio

Anonimo ha detto...

Articolo che centra benissimo ancora una volta il problema. Chapeau.

Anonimo ha detto...

Bella notizia che ci ha dato l'anonimo delle 7.32 pm!
Vorrei capire in base a che cosa e chi ha deciso di far entrare nell'area shengen la Romania e la Bulgaria.

Anonimo ha detto...

Roma oramai è una via di mezzo tra un villaggio calabrese (mentalità) e una sgangherata città mediorientale (pulizia e ordine). Che schifo di città...non capisco che aspettano a commissariarla! A quello che sopra diceva che Marino dovrebbe tornarsene a nel "buco di culo" Genova...macché, lui nel buco di culo ci sta già, ed è Roma!!!

Anonimo ha detto...

Schifosissimi tutti quei pseudocittadini italiani che si mettono al servizio di delinquenti.
Sappiamo dove scovarli se la situazione sociale dovesse degenerare per colpa loro ed essere noi cittadini normali costretti a difenderci da soli.
Ricordiamoci del male che fanno tutte le associazioni aderenti o meno a legacoop e che "assistono" i cosiddetti migranti....di fatto clandestini e moltissimi malati o portatiri di malattie pericolose come pure di tanti pseudopreti cattolici venduti per arricchimento personale.
Ricordiamoci della comunita' di S.Egidio a Rima zona Trastevere che ha travisato il concetto di sostenere i bisognosi tramutandolo a volte in aiuto ai clandestini molti dei quali criminali e parassiti.
Ricordiamoci della politica non proprio ortodossa di tante ministre/i ed ex-ministre/i che hanno barattato la propria dignita' con una comoda poltrona anche a Bruxelles.
Ricordismoci di tanti sindaci di sinistra e di m5s che hanno privilegiato gli stranieri nullafacenti e pericolosi agli italiani propri concittadini.
Grazie anche a tutti i parlamentari che hanno collaborato col nemico macchiandosi di Alto Tradimento.
A tutti costoro dico a voce ALTA.di fermare la loro funesta opera di distruzione del tessuto sociale italiano
prima che sia troppo tardi.
Basts commissariare l'Italia di fatto comandata dal nemico.
Bssta col privilrgiare chi con l'inganno si trova in territorio italiano pur non avendone titolo.
Fermismo.questa deriva.
Fermiamola
Fermatela.
Basta Mare Nostrum.
Basta assistenza inaccettabile ai xingari criminali.
Basta coi clandestini vucumpra' al servixio della mafia.
B A S T A
B A S T A
B A S T A
B A S T A

Matteo Studente Universitario ha detto...

Sono stufo di essere indignato. Stufo di lamentarmi di come prosegue il degrado della MIA città. Stufo di vedere gli sforzi e l'onesta dei miei genitori, lavoratori torchiati dalle tasse, calpestati dall'insufficienza, dal lassismo e dall'incompetenza politica che, con la faccia tosta di chi non vive la quotidianità cittadina, pretende di dire che "va tutto bene"!

Sono stufo di ritrovarmi sempre a pensare all'estero come unica scappatoia a questa città sfiancata, alla deriva...città che ha cresciuto i miei genitori, i miei nonni e i nonni dei miei nonni! Persone che lavoravano per un bene comune. Sono stufo di dover sempre tentare di trovare un compromesso...BASTA! Questa è la mia città, la nostra città! Basta parole inutili e vaganti, ho bisogno di muovermi, ho desiderio di agire per la salvaguardia di ciò a cui tengo! Io sono romano e non voglio essere un romano emigrato per il collasso provocato da persone inette che sembrano non avere nemmeno la dignità di chinarsi a ciò che è la quotidianità di un cittadino romano...una quotidianità folle per chi ci guarda da fuori! Voglio combattere per la mia città! Voglio migliorare la mia città! Ma questo si può fare solo uno accanto all'altro. Sono stufo delle parole...non servono a molto. Fatti, sono ciò che voglio.

Ciò che si ama si difende!

claudio ha detto...

--marino mente sapendo di mentire....be non proprio ...marino parla così perchè è proprio un c0glione nato ..he he è questa la differenza non sa proprio un c4zzo di roma e di come si prendono per le corna i problemi...
--le forze dell'ordine non è che non vogliono fare il loro dovere ..è che si sono rotti il c4zzo pure loro lo avete capito o no? ogni cosa che viene fatta viene fatta per prevenire e non per punire, perchè punire poi l'opinione pubblica si offende e si perchè qui parliamo tanto ma la maggior parte dell'italia è popolata da gente che ancora ha nel cervello lo spettro del fascismo...e quindi quando partono i raid per arrestare questa gente dall'alto gli dicono di andarci piano...un paese dimmerda insomma tanto per chiarirci ...un paese che quando si accorgerà che è ora di muoversi sarà troppo tardi...intere zone gia di roma sono ormai lasciate agli immigrati perchè gli italiani che ci stavano se ne sono andati...tanto se denunci manco ti c4gano..dai oggi e dai domani alla fine affitti casa e vai da altre parti..

--in finale non c'è proprio la volontà politica di pulire la città da queste cose...non partendo dall'alto tu che stai in fondo puoi anche morire perchè tanto ci sarà sempre la kyenge di turno che romperà il c4zzo con la storia del razzismo e non faranno nulla questo è proprio un paese dimmerd4

Anonimo ha detto...

Non m4nc4 molto che cittadini valorosi chiederanno conto e ragione delle loro fetide azioni traditrici a chi di dovere.
Inizi4 adesso il countdown.
10.........
La stagione della mietitura e' 4rriv4ta.

Anonimo ha detto...

Io ho capito qual'e' la tattica dei nostri amministratori, arrivare allo 0 con il turismo!! Praticamente non far venire e arrivare più nessuno a roma!! e solo allora i Rom i caminanti i ladri i questuanti i malfattori vari lasceranno roma perché non c'è più nulla da rubare!! Intelligente e per niente cruenta!!

Anonimo ha detto...

.....Nel frattempo noi veri italiani ""non meticci4ti"" saremo ridotti alla fame ed allo stremo delle forze e volonta'-capacita' di reagire e cosi i ""camminanti vari arcobaleno"" e ""busseranno"" alle nostre porte.... e ci faranno sloggiare.
Fatti servire....

Anonimo ha detto...

Gli inglesi....nei loro avvisi...si sono dimenticati di scrivere che l'attuale ministro interni 4l Fano da "presunto" combattente filoDestra e' diventato...dalla sera alla mattina..."vero" combattente filoSinistra.
Sconcertante!!!!!
Ma agli Italiani doc questa metamorfosi camaleontesca non e' sfuggita e ne terranno debito conto..
Il degrado italiano ha nomi-cognomi-indirizzi-telefoni-fedi politiche e religiose....

Anonimo ha detto...

1.42 Am, condivido il tuo pensiero. Basta a pensare solo di svergognare la nostra citta' e il nostro paese, diamo un contributo pratico e quotidiano per migliorare il mondo che ci circonda. Solo migliorando noi stessi e contribuendo praticamente a migliore il nostro mondo che ci circonda potremo migliorare la nostra citta' e il nostro paese. Basta con i modelli degli altri paesi in quanto ognuno ha un passato e un presente a se'! Siamo italiani, per tanti siamo i migliori, dimostriamo lo ancora!

Anonimo ha detto...

mi pare che l'unico dato incontrovertibile è che SEL ha già fatto perdere al PD la Capitale. e siamo solo a 1 anno dalle elezioni. geni.

Lorik ha detto...

A romma ciavemo er colosseo e aaacurva sudde...che voi che ne capiscono iiinglesi cheromma èèèaccittà più bella der monno noi avemo tre scudetti e mo vado a core cor timmaxxe modificato che devo annà a prenne la donna mia ma fa callo e me metto li bermuda co le adidas LA trainer


Anonimo ha detto...

Non ti fidare delle false litigate di sel e co. kiul4tttony...
Quando sono al dunque se lasciare la poltrona....vedrai che dietrofront faranno sti parassiti schifosetti..
Ormai li conosciamo di lunga pezza.
Basta che appare l' im4m con l'orecchino e la erre "moscia'. a dire un sacco di fregnacce in politichese p4r4culistico....perche' per i cereblolesi komunistelli e' come l'apparizione del fantasma del "Migliore" (altrimenti detto Togliatti...quello che si vergognava di essere italiano e brigava vergognosamente affinche' l'Italia fosse invasa dall'URSS del periodo del Terrore e coi carrarmati).
Niente illusioni perche' quando c'e' da salvare la cadrega e inkiulare gli italiani....hai da vede come si ricompattano.
Infatti il vicesindaco a roma comanda piu' di marino.
Fanno finta di fare il bene della cittadinanza ed invece fanno tutto il contrario.
Vergognosi....

Anonimo ha detto...

Tra l'altro, sarebbe ora che capissimo che il degrado di Roma altro non è che il principio del degrado dell'Italia intera. Già il sud è in condizioni pietose. Tolto il mare e i luoghi turistici, non c'è praticamente più un cazzo. Non a caso, molti 'emigrano' al centro e al nord, con tutti i problemi che ne derivano. Una volta conquistata Roma, lo schifo si spargerà a macchia d'olio nel resto del paese. Il sud è stato volutamente dimenticato, così come la Sardegna, di cui ci si ricorda solo per le vacanze estive. Se perdiamo anche Roma, prepariamoci al peggio.

Anonimo ha detto...

Eppure sono pure facili da individuare, davvero tocca pensare a una qualche complicità? O semplicemente hanno paura di vedersi subissati di persone che vanno a denunciare e quindi temono di perdere la pace dell'ufficio?!

Anonimo ha detto...



Una volta si negava l' esistenza della mafia, oggi nonostante fotografie e filmati dilaghino nella rete si nega persino l' evidenza.

Marino invece di negare l' evidenza fai qualcosa per migliorare questa pessima situazione.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Il cieco e' cieco, c'e' poco da fare.
Nessuno di voi e' andato su zingarate.com per leggere i diari di viaggio dei romani nella vostra amata Londra? Saranno sicuramente "romanari" vero?

Anonimo ha detto...

Se non mi sbaglio i turisti sono calati a Roma e aumentati a Londra e Parigi, come mai????

College Street ha detto...

Anonimo delle 12:47 PM

Non riesco a credere che Londra sia peggio di Roma...ma mettiamo anche che lo sia. Questo vuol dire che alla fine Roma va bene cosi? Non ci possiamo lamentare? Tanto c'e' chi sta peggio di noi, giusto? Ottima mentalita'.

Anonimo ha detto...

ADESSO FORSE I DECEREBRATI CHE HANNO VOTATO QUESTO RITARDATO MENTALE SI RENDERANNO CONTO DI QUANTO INSULSO E DEFICENTE QUESTO MISERO VERME SIA!! MA COME CAVOLO SI FA A NEGARE L'EVIDENZA DI UNA SITUAZIONE DI MERDA IN CUI VERSA QUESTO TROIAIO DI CITTA'?
SOLO UN DEMENTE IPOCRITA E FALSO INCAPACE COME SOLO IN QUESTO PAESE SI TROVANO POTREBBE SPARARE CAZZATE COLOSSALI COME LE SUE!!
MA FATTI UN GIRO A LONDRA DEFICENTE E DIMMI SE VEDI UNO DICO UNO ZINGARACCIO DI MERDA CHE CHIEDE I SOLDI...MA VAI A PEDALARE IN CULO VAI!

Anonimo ha detto...

La situazione è identica a quella che avevamo con alemanno e lo dico da non-elettore del bicicletta.
MAPPORCAPU----A! Torni da un viaggio dove hai finalmente visto l'europa e che ti succede? Valigia sparita! Sperimentato sulla mia pelle, così come la storia della Polizia di Stato (quale Stato, qui non esiste lo Stato) che ti dice che è "inutile denunciare"..serve solo a fini statistici. E proprio a quello serve, beoti! Così magari il giorno dopo anziché cascare dal pero, l'agente di turno sarà informato sullo scempio in atto, pensare che se ciò accade ad un turista IN ARRIVO nella nostra wanderfùl sity possiamo dire addio al turismo da ora per sempre.
La crisi di certo non aiuta, le risorse son poche. Ma per la miseria, un po' di lavoro organizzato, un po' di LAVORO per ricostruire questa nazione dalla materia fecale che ora E'...

Anonimo ha detto...

In ufficio dovrebbero esserci gli impiegati e per strada gli agenti. Non sono stati assunti per questo?
Che senso ha mettere in ufficio agenti che dovrebbero essere presenti sul territorio?
Ma siamo in Italia dove per fare qualsiasi cosa abbiamo bisogno di un numero decuplicato di persone rispetto a tanti altri Paesi.
A me non interessa che secondo il Sindaco Roma è più sicura di Londra. Anche se avesse ragione non mi interessa.
A me interessa che gli aeroporti, le stazioni ferroviarie e quelle delle metro, gli autobus siano sicuri e per fare ciò non serve molto essendo obiettivi ben controllabili.
Ma le risposte sono sempre le stesse: mancano le risorse, abbiamo le mani legate ecc. ecc.
In una città dove si asfalta intorno alle auto in divieto e si disegnano le striscie intorno alle macchine che ci parcheggiano sopra di cosa stiamo parlando?
Perché oltre alla sicurezza i turisti vedono anche questo e noi ancora pensiamo che per loro sia pittoresco!

Anonimo ha detto...

******Perché non iniziare una petizione online per il rimpatrio dei rom che delinquono (tipo la banda di Termini che è identificata, si tratta di cittadini romeni che risiedono in un campo ad Aprilia)? Sul sito change.org bastano 5 min per creare una petizione. Si potrebbe mettere il link in prima pagina su RFS per la firma..

Anonimo ha detto...

http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/polemica-napoli-pericolosa-governo-inglese/notizie/853633.shtml

ShareThis