Il degrado divora l'Eur. L'associazione commercianti ci scrive e ci manda le foto. E noi siamo costretti a rispondergli a modo nostro

11 agosto 2014




















Sono Massimo Cinti, Presidente dell'Associazione Commercianti Eur, insieme ai miei collaboratori e consiglieri e tutti i residenti del Quartiere Eur siamo qui per chiedere un aiuto circa il degrado, la criminalità e la prostituzione che sta invadendo il nostro quartiere e in particolar modo il cuore del quartiere, Viale Europa e vie limitrofe.
In allegato trovate documenti, foto e la nostra lettera di presentazione "LETTERA ASS.COMM.EUR E RESIDENTI EUR" e di denuncia di tutti i fatti che minacciano il nostro quartiere.V I CHIEDIAMO CORTESEMENTE SE POSSIBILE DI RENDERE NOTO CIO CHE STA ACCEDENDO NEL NOSTRO BELLISSIMO E STORICO QUARTIERE VISTO CHE LE AUTORITA' PREPOSTE NON CI STANNO AIUTANDO ANZI CI PROMETTONO PROMETTONO E BASTA.

 
Massimo Cinti
Presidente Associazione Commercianti Eur


**
LA LETTERA


Con la presente, l'Associazione Commercianti Eur e i residenti del quartiere, siamo a denunciare uno stato di MASSIMO DEGRADO di tutto il QUARTIERE e della via principale VIALE EUROPA. Con questa email siamo qui per chiedere un vostro aiuto nel diffondere il nostro disagio e la nostra preoccupazione dato che abbiamo provato più volte a chiedere l'intervento agli enti preposti ma senza alcun successo. Speriamo nella pubblicazione di questi indecorosi fatti per sensibilizzare le istituzioni ad agire verso un ripristino di un decente decoro.
Detto questo, il decoro e la sicurezza del Quartiere sono ormai persi:
  • Di giorno e di notte Viale Tupini e Vie limitrofe sono frequentate da decine di Prostitute parzialmente vestite, a due passi dalla scalinata della Basilica dei SS Pietro e Paolo.
  • I Viali Commerciali sono letteralmente invasi da ambulanti che hanno trasformato Viale Europa in un mercato senza alcun regole. Dato che il Quartiere E.U.R è classificato come “centro storico” di Roma, la Sovrintendenza alle Belle Arti che tutela il decoro del quartiere con apposite e speciali normative ha espresso parere contrario alla presenza di tali ambulanti invitando il Municipio a ripristinare il decoro della intera zona. Senza peraltro ricevere alcun miglioramento a riguardo.
  • La mancata pulizia “ordinaria” di Viale Europa da parte degli addetti dell'Ama. Il nuovo sistema di raccolta differenziata che prevede il ritiro dei rifiuti su strada ha portato a condizioni ambientali disastrose. Roditori e volatili sono sempre più presenti sulle nostre strade. Anche il ripristino dei sampietrini da mesi non è più effettuato come si deve e si formano periodicamente buche etc.
  • La movida notturna di Viale America senza limiti di frastuono e di orario e la presenza sempre maggiore di criminalità ha ulteriormente ha spaventato la vita dei residenti.

Alleghiamo infine le foto e documenti che documentano quello che abbiamo appena descritto in questa breve email. Attendiamo una vostra cortese attenzione riguardo questo nostro GRAVE problema.

*Caro Cinti,
proteste condivisibili, in particolare quelle sul malfunzionamento dell'Ama (una vergogna) e dell'ambulantato (una vergogna altrettanto grossa). Sulle prostitute la nostra soluzione è una seria videosorveglianza: molti pochi clienti andrebbero a comprare i loro corpi sapendo di essere ripresi da qualcuno. Detto ciò lei è o non è lo stesso Cinti che oltre a possedere una enoteca d'eccellenza all'Eur ha anche lavorato affinché il Municipio non pedonalizzasse Viale Europa? E allora di cosa stiamo parlando? Vi dà fastidio tutto il degrado, ma l'unico degrado sopportabile sono le micidiali triple file di auto che rendono il vostro viale un posto infrequentabile, dal quale i romani ormai girano alla larga (salvo i romani cafoni e burini cor suv in terza fila, beninteso, ma siamo sicuri che sia una clientela adeguata e sostenibile?)? E allora, caro Cinti e cari commercianti, chi è causa del suo male pianga se stesso. Avete per anni ostacolato qualsiasi innovazione: niente tram, niente parcheggi interrati, niente piste ciclabili. Tutte cose che portano clientela di qualità e che combattono il degrado in maniera strutturale. Il degrado lo avete iniziato voi con la gestione peggio che da quarto mondo della sosta fuori dalle vostre botteghe, con l'ostacolo frapposto a qualsiasi riforma di questo schifo (vi ricordate i commercianti di Viale Marconi contro la ciclabile? O quelli di Via Nazionale contro il tram?). E ora vi lamentate? Quello che sta succedendo è una perfetta e lineare conseguenza di 30 anni di vostre battaglie di retroguardia.
Il centro commerciale Euroma vi succhia clienti perché offre quei servizi che per anni avete ostacolato: sosta interrata, videosorveglianza, zero inquinamento, zero abusivismo, commercianti che pagano tasse regolarmente, trasparenza sui saldi e altre promozioni, arredo urbano e pulizia privata. E vi sorprendete che la gente preferisca andare lì piuttosto che a passeggiare per strade che, anche grazie a voi, sono fatiscenti e infrequentabili? Avevate le strade commerciali migliori al mondo, ma mentre in tutto il mondo le trasformavano in centri commerciali naturali voi le avete costrette al degrado più assurdo dando spazio e regalando quote di mercato ai centri commericali artificiali: osceni, ma sempre meglio di voi. E ora vi lagnate?


Se una città ha una classe di commercianti che ragiona all'inverso rispetto alla direzione del mondo, è abbastanza ovvio che questa città  - data l'importanza e la centralità del commercio per qualsiasi sistema urbano evoluto -  vada a gambe all'aria. E questo sta succedendo. Guardatevi allo specchio e chiedetevi se siamo ancora in tempo a rimediare. La risposta sarà "no": è troppo tardi, cari signori, ma vale comunque la pena almeno provarci. Quando iniziamo?
-RFS

73 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Il discorso non fa una piega. I primi a lasciare cartoni e rifiuti a fianco agli orribili cassanetti di v.le zEuropa sono proprio i commercianti.

Anonimo ha detto...

BEN DETTO RFS.
I COMMERCIANTI DI VIALE EUROPA HANNO QUELLO CHE SI MERITANO.
@dottorpav

Cesare ha detto...

Non commento mai ma questa volta non riesco a resistere. BRAVO RfS!

Anonimo ha detto...

Ottima risposta! Prima fanno i loro porci comodi e poi chiedono aiuto. A viale europa non ci vado più da anni, proprio per i motivi riportati nella risposta. Fuck 'em all!

Anonimo ha detto...

Caro RFS la risposta è un po' SINISTRA
ti parla di mignotte e tu rispondi con la ciclabile
ti parla di marciapiedi rotti e tu rispondi con il tram
ti parla di pulizia strade e tu rispondi con la terza fila ?
Commento che sa di parte!

Anonimo ha detto...

Anonimo 9:05, mi sembri tu un po' di parte...
- mignotte: telecamere ben visibili, quale ciclabile?
- marciapiedi rotti: tram e pedonalizzazione, cosi' nessuno parcheggia sui marciapiedi
- pulizia strade: come fai a farla, se ci sono tre file di auto in sosta?!?

Leggere e ragionare, no, eh?

Anonimo ha detto...

degrado chiama degrado, questo lo capisce anche un bambino(tranne che a Roma). se lasci la mondezza a terra, la macchina in terza fila, lo stereo a palla, i cartelloni in mezzo al percorso pedonale, poi è chiaro che arrivano le bancarelle, le prostitute, i criminali: degrado chiama degrado. ma i commercianti romani in genere questo non lo vogliono capire legati ideologicamente ad un mondo che non esiste più.

Anonimo ha detto...

Infatti tutti i mali denunciati dai commercianti dell'Eur sono stati causati dalla loro mentalità piccola, che si accontenta di vincere piccole battaglia di retroguardia, dalla loro mancanza di visione. Hanno voluto rendere il loro quartiere una giungla senza regole, puntando sulla clientela buzzurra che per recarsi da loro parcheggia in tripla fila. Battendosi contro pedonalizzazione, tripla fila. Ecco i risultati. Non sono gli unici ad avere una mentalità non occidentale ma sub-sahariana. Quasi tutte le categorie ragionano come loro.

Anonimo ha detto...

Cui prodest il degrado diffuso?
alle amm.ni comunali che cosi hanno la scusa per aumentare tributi e balzelli vari alla collettivita' facendo credere di usarli falsamente per pubblica utilita' e invece vengino sistematicamente sperperati per clientelismo politico sfacciato.
I campi rom vengono bruciati dolosamente cosi i sindaci di sinistra tutti li fanno ricostruire ad aziende "amiche" e questo all'infinito.
Le lavoratrici di strada servono agli zingari che gestiscono con le pistole il racket prostituzione.
La grande distribuzione e ' sotto controllo delle Coop rosse e quindi!!!!!!
Basta per il momento.
A da veni' er pelato!!""""

Anonimo ha detto...

A via del Corso uguale.
Sono "saltati" i negozi storici. sono arrivate le jeenserie per clienti burini delle borgate.
In piu' marino ci ha piazzati i vucumpra' e vuspurca' e vuscippa' e vuspaccia'......

I NUOVI ITALIANI...

Anonimo ha detto...

ma il cazzaro (o i cazzari, saranno 2 o 3) che continua a dire il PD, i sinistroidi, Marino amico degli zingari... ma perché parla? da NON VOTANTE, quindi non di parte, gli dico che forse si è dimenticato che Roma è iniziata a crollare sotto Alemanno il quale, se non ricordo male, in 5 anni non ha risolto uno solo dei problemi che vengono denunciati. quando la piantate co stè stronzate di destra e sinistra e imparate a votare vedrete che le cose cambieranno.

Anonimo ha detto...

Purtroppo è il commerciante che detta legge, provate a venire nella zona Piazza Regina Margherita, via Alessandria, Via Bergamo e vedrete che hanno aperto una grande mensa cioè tutti ristoranti uno accanto all'altro. Questo che vi fa capire? Che quando un quartiere perde dignità la colpa non è tutta, ma in buona parte del commerciante arrogante e presuntuoso che cerca di trarre profitti a più non posso e poi si lamenta che il quartiere fa schifo!
Vedi come è ridotto il Rione Monti o Trastevere per il bivacco gli abitanti non riescono più a dormire e la colpa di chi è? Di chi commercia senza freni tanto loro mica ci abitano!!!!
Ma riflettete e non puntate sempre il dito sulle stesse persone, perchè i problemi li creano un pò tutti!

antonio ha detto...

Il rappresentante dei commercianti (SIGH!) dell'EUR ha, probabilmente senza volerlo, manifestato il credo del romano medio: le regole fanno schifo mi voglio scegliere quelle a mio comodo. Parcheggiare in III fila non è permesso? SI CHIUDA UN OCCHIO! La bancarella (SCHIFOSISSIMA) è fuori legge? VA TOLTA.
MA FOTTETEVI!

Anonimo ha detto...

amm.ne ccomunale che aiuta i ladri clandestini ma non i propri concittadini..
VERGOGNA..!!!!!"

Anonimo ha detto...

Emblematici i tavolini sistemati sul prato antistante il marciapiede! Imprenditori dei miei stivali ...

Anonimo ha detto...

Condivido ila risposta di RFS al 101%. Ho lavorato in viale Europa per uno quei “illuminati” commercianti (tra i più in vista) non solo condivido pienamente la risposta di Roma fa Schifo, ma aggiungo che quando ho chiesto al mio datore di lavoro perché non si impegnassero per mandare via i venditori abusivi di ciarpame mi è stato risposto “vabbè, ma sai portano gente nella via poi vengono da noi a consumare/comprare.” Avete capito quale classe imprenditoriale abbiamo? Mentre quando raramente c'era qualche manifestazione che rendeva pedonalizzata la via in maniera limitata veniva giù il diluvio perché “le auto non si possono fermare e la gente non entra”. È dovevate vedere le scene di panico dei commercianti quando (raramente) arrivavano gli ausiliari del traffico a dispensare qualche sacrosanta multa. Quei commercianti si meritano tutto quello che “denunciano”.

Anonimo ha detto...

ha parlato l'imam di roma?

PXT ha detto...

È tutto molto triste. Anche io ho notato che da anni le vie più belle hanno perso clientela a favore dei vari centri commerciali. Saranno anche brutti, ma almeno -appunto- si parcheggia senza problemi, non ci sono zingari o sporcizia, non ci sono ambulanti, fa fresco in estate e caldo in inverno, ecc. i vari negozi di quartiere stanno diventando sempre più 'negozi di quartiere', nel senso che ormai chi si serve lì sono solo quelli che vivono o lavorano nelle vicinanze più prossime. Quando avevo 15/20 anni (ne ho 41) si andava a Via Del Corso il sabato pomeriggio. Oggi vanno ai centri commerciali, anche i ragazzini. Il centro (e Viale Europa sta facendo la stessa fine) ormai è frequentato in larga parte solo da turisti, preda di ladruncoli vari che lì vanno a nozze. Se peró il turista al centro capita per forza, in zone come l'EUR la vedo molto difficile. Temo che finirà come sta finendo altrove: abbasseranno le serrande e fioriranno i vari Bangladesh, indiani e cinesi, con le loro cianfrusaglie immonde. Le tasse sugli immobili aumentano e i proprietari, pur di affittare, si turano il naso e affittano a chiunque dia loro i soldi dell'affitto. Io sono di Monteverde e negli ultimi 5 anni ho assistito e sto assistendo a questo inesorabile 'turnover' dei locali commerciali. Con buona pace dei commercianti che si lamentano che durante i saldi 'vanno tutti ai centri commerciali'.

Anonimo ha detto...

Da radere al suolo

Anonimo ha detto...

Il degrado di Roma e' figlio di Rutelli e Veltroni e 70. anni di sindaci komunistoidi.
Quando fu creata Roma Capitale, quelli informati sanno,che lo o Stato impose alla ammne di sx di allora di salvaguardare attivita' commercisli storiche italiane e disciplinare le nuove attivita'.
I due Geni di cui sopra si misero all'opera...cicciobello+uolter l'amerikano/i have a dream ed il risultato e' sotto gli occhi di tutti.
Roma= Bangalore+ Calcutta.....

Jointella ha detto...

tutto giusto ma


1. se fossi un negoziante , davanti al mio negozio darei una pulita da solo invece di aspettare la manna dal cielo

2. denuncerei chi non fa la raccolta differenziata come si deve

3. il problema prostituzione é strutturale e la legalizzazione é l unico modo per controllarla , se hanno 6 milioni di clienti forse é ora di smetterla di fare gli ipocriti e dare delle regole ma ovviamente mafia e chiesa hanno da ridire

Anonimo ha detto...

Beh prima di Alemanno filava tutto liscio vero? Peccato che sto schifo c'era anche prima. Diciamo che del decoro e della dignità si Roma non frega nulla a nessuno tranne in campagna elettorale

Anonimo ha detto...

E' già perchè quando uno ha sempre difeso una posizione e lo fa presente, parteggia per una squadra?
E come si chiama quando uno se ne sbatte della decenza per anni e poi scopre che cìè qualcuno ancora più indecente? Ah già, fare il frocio con il culo degli altri...

Anonimo ha detto...

Che senso ha partecipare al blog se avete massacrato in partenza i denuncianti?
Poi faccio notare che ormai il blog e' smaccatamente di parte in quanto avete taciuto volutamente i disagi dei residenti non commercianti,facendo una bella marchetta ideologica al potere politico del momento,relegando i cittadini a SUDDITI da vessare e basta.
Ha ragione il Tirolese a lamentarsi dei romani venduti e ormai votati al degrado sociale.
Mi stavo appassionando al blog ma mi rendo conto che non e ' piu' imparziale ed ha disseminato dei troll tipo bat21 e altri con lo scopo esclusivo di offendere il dissenziente.
Avevo sparso la voce su questo blog ma da ora in poi ne parlero' male,di.un blog fazioso.

Anonimo ha detto...

Esatto, condivido in pieno e aggiungo solo che Marino sta dando il colpo di grazia alla nostra città....È ora di dire basta e di fare davvero qualcosa di concreto. Fuori Marino e tutta la sua giunta e cominciamo dai singoli municipi ad organizzare, vigilare e ripulire e far si.che ci sia comunicazione tra ogni municipio e comune!

Anonimo ha detto...

Ma il Cinti vi aveva chiesto aiuto o che lo mortificaste, con tutti gli altri negozianti, come ha fatto RfS? Ci vogliono soluzioni Italiane alla nostra portata e non accuse, soluzioni che non copino altri Paesi in quanto ognuno di essi, come il nostro, ha storia passata presente e futura, bella o brutta che sia, con la quale deve fare i conti. Dalla risposta di RfS al Cinti intravedo un po' di infantilismo ( accuse - vana gloria - visione del grande da copiare irreale - inesistente considerazione delle realta' italiane ) e anche in tanti commenti. Per cambiare Roma dobbiamo cambiare noi amando e rispettando la nostra citta' non per ideologia politica ma solo perche' e giusto amare il proprio ambiente. Basta proporre idee e immagini di citta' che dovrebbero farci da modello da seguire, faranno pure trasparire ordine e pulizia ma manca il calore umano quello che ancora a Roma c'e'! Cambiamo i nostri atteggiamenti quotidiani e verso le istituzioni, teniamoci il nostro calore, pian pian le cose potranno anche cambiare. Siamo italiani continuiamo ad esserlo con i nostri pregi e i nostri difetti smussandoli anche cercando di eliminarli, ma rimanemo italiani quelli che il mondo intero ama e non come qualcuno cerca di convincerci del contrario. Solo se smussiamo e pian piano eliminiamo i nostri difetti, rimanendo italiani vivendo come italiani, andremo verso la risoluzione dei problemi altrimenti il nostro bla bla non ci portera' da nessuna parte anzi forse ci creeranno ulteriori problemi quotidiani esistenziali individuali e comunitari. Quindi cambiamo noi rispettando il nostro ambiente e anche chi non fa parte della nostra cerchia sociale e collaboriamo con le istituzioni e proponiamo soluzioni alternative per risolvere i problemi, ma ricordiamoci che semo italiani e dobbiamo fare i conti con la realta': un passato un presente un futuro dei pregi e dei difetti. Ve saluto a tutti!

Anonimo ha detto...

Volevo,parlare del ex 12 municipio, le strade sono sporche da far schifo, chiamo l'Ama il numero 06404080...
Chietendo se potevano far qualcosa per pulire le strade a Mostacciano zona B, la Signora mi rispondeva "ci stiamo organizzando" , io Le dico Signora sono sette mesi che non pulite le strade, Lei ancora una volta mi diceva, "ma Lei legge i giornali" io le rispondo cosa c'entra e Lei con tono scocciato mi dice che non abbiamo mezzi. Se Voi andate la mattina o il pomeriggio per Mostacciano , Spinaceto e villaggio azzurro, vedrete che fuori dai Bar ci sono in sosta tutti camion dell'AMA A PRENDERE IL CAFFÈ. addirittura da Leroy Merlin con il camion fermo fuori. Ho anche le foto ma non so come inserirle.
Grazie
Marco

Anonimo ha detto...

"Per cambiare Roma dobbiamo cambiare noi amando e rispettando la nostra citta' non per ideologia politica ma solo perche' e giusto amare il proprio ambiente"

Giusto, bravo, allora è ora di stigmatizzare anche le responsabilità dei commercianti, delle associazioni e degli individui.

I politici, per quanto schifosi, non sono gli unici responsabili di questo sfacelo.

Bando al buonismo. Ognuno si deve prendere le proprie colpe

Anonimo ha detto...

La VideoSorvegianza contro la prostituzione ne stanno parlando da mesi, ma ancora non l'hanno implementata. Non ci vogliono mesi per mettere delle telecamere(anche se non sono d'accordo perchè il problema si sposterebbe nei quartieri limitrofi). Cinti, parla di abusivi,immondizia, decoro e la risposta inspiegabilmente parla di file vergognose, se così fosse invece di volere pedonalizzare Viale Europa perché non si inviano squadroni di vigili a fare le multe molto più celere come intervento?? Niente Tram niente parcheggi hanno fatto bene a non volerli guardate le Torri della Finanza, la Nuvola, l'Acquario oppure il corridoio sulla Laurentina interventi voluti senza sentire i cittadini ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Una risposta per me da non tenere neanche in considerazione!!!!

Anonimo ha detto...

@ 12.01 condivido la tua opinione.

Anonimo ha detto...

Ma si volemose bene e annamo dar vucumpra' e vedeno se c'ha la cover ""GRIFFATA"" per il mio Iphone!!!
I commercianti dell'Eur chiudessero e si mettessero anche loro a fare i bancarellari abusivi,furgone EURO -1 parcheggiato sul marcipaiede o in 4^ fila,ricercatezze cinesi ed evasione fiscale totale...e vaiiiiiiiiiiiii
Ma chi glielo fa fare in un quartiere RAZZISTA costruito da quel Pelato in camicia nera??
Meglio l'etnico multirazziale e multitarocco Esquilino.
La cosa oscena e' che ci scanniamo tra itsliani e lo srrsnirto RAZZISTa ci inc...a sangue.
Meglio cosi....luxuria sara' contento di godersi in tanta compagnia le serate in un quartiere FASCISTA.....bye

Anonimo ha detto...

@ 12.33, il tuo problema e' accusare e dare colpe o trovare soluzioni? Proponi altrimenti taci, questo non e' il muro del pianto ma deve essere un punto per la ripartenza altrimenti meglio chiudere tutto ( cinico e realista ).

Anonimo ha detto...

non avete ancora capito che QUALCUNO ha deciso fi cacciarti da casa,di prendersi a maghina tua,di scoparsi la tua donna,di scaricarti su di una carretta del mare e mandarti a fare in culo?

Anonimo ha detto...

@ 12.56 pm, Noi provamo a metterci il buono e poi si vedra', il bene richiama il bene come il male richiama il male. E po' semo noi che ce dovemo impegna' perche' semo de Roma e questa e' la nostra citta' che dobbiamo contribuire a far funzionare.

Anonimo ha detto...

Marco,
scordatelo che ti fanno fare questa inchiesta contro l'AMA che sono 18 mesi che la giunta marino l'ha riempita di fannulloni rubastipendio come i troll che bazzicano il blog..

Anonimo ha detto...

@dottorpav
lei lavora nello Stato ladrone e parsssita?

Jointella ha detto...

ma se marino non ha assunto nessuno nelle municipalizzate di roma da quando é sindaco , come ha fatto a riempirle di fannulloni?

vanno bene tutte le critiche ma basta che siano fondate

il degrado di viale europa come quello di via di ripetta e di marconi é anche colpa dei commercianti ,non solo ovviamente , il commerciante che accetta l abusivo e la bancarella perche poi chi la va a vede se prende il caffè nel bar é complice dello schifo

Anonimo ha detto...

Io sto con CINTI

Anonimo ha detto...

Un continuo accusare questo o quello, specie destra e sinistra. Ci chiediamo mai NOI cosa possiamo fare?
Anzitutto, non comprare dalle bancarelle abusive. Non parcheggiare in terza fila. Unirci e fare casino quando vediamo lo zingaro frugare nel cassonetto. I negozianti, come fatto giustamente notare, potrebbero cominciare col pulire davanti al negozio. Noi invece di bestemmiare e lasciare la 'monnezza' a terra perché non viene raccolta, potremmo anche fare 600 metri in più per vedere se gli altri cassonetti sono nello stesso stato (ne vedo ovunque di strapieni e semivuoti a poca distanza). Addirittura -utopia, lo so- potremmo riportarcela in casa se un giorno è tutto pieno.
Voglio solo dire che è vero che tanto deve esser fatto da chi ci governa e rappresenta, ma tanto, tantissimo altro lo possiamo fare anche noi se vogliamo migliorare la città. Fintanto che continueremo a demandare e aspettare che siano gli altri a imporci le cose, risolveremo ben poco.
Soprattutto, VOTIAMO quando ce lo chiedono. Inutile poi lamentarsi se nemmeno si è espressa un'opinione.

andrea rama ha detto...

E adesso si lamentano?parole sante la vostra risposta.chi è causa del suo mal pianga se stesso!!tenetevi il casino che avete!mille volte meglio EUROMA2!!sopratutto anche per le nostre tasche,signorini di viale europa!!!

Anonimo ha detto...

Bravo RFS! E concordo anche con @2:35. Damose da fa noi tutti per primi.

Anonimo ha detto...

Basta con questa storia delle soluzioni al posto delle critiche: finché non si individuano i responsabili e li si criticano, questi saranno liberi di continuare a fare cazzate, perchè intanto le soluzioni sono più importanti dei problemi. Così facendo però i problemi continueranno a presentarsi a oltranza. Continuate pure a buttarla sempre in caciara.

Anonimo ha detto...

@ agosto 11, 2014 2:35 PM

concordo. Basta lamenti, passare ai fatti.

Anonimo ha detto...

@ 3.24, tu sei qui solo per creare il tribunale d'inquisizione forse o neanche per quello?

Anonimo ha detto...

@ 3.10, ok per il damose da fare prima noi ma il bravo RfS mi sembra buttato l'ha giusto per far piacere a qualcuno anche perche' RFS oltre a inserire la lettera del Cinti, dove l'ha solo accusato, non ha fatto altro quindi devo supporre che era per questo il tuo elogio.

Anonimo ha detto...

@1:11 Sono figlio di commercianti e ho fatto commerciante per 40 anni

@dottorpav

Anonimo ha detto...

Il tridente ora sarà pedonale. I fori sino pedonali ma il degrado aunenta

Anonimo ha detto...

5.10 PM, per come parli non si direbbe. Sinceramente penso che tu non sia mai stato della nostra categoria lavorativa, non parlereresti così.

Anonimo ha detto...

Vogliamo una Roma migliore e poi: Cinti si lamenta su una situazione piu' volte indicate e tutti gli danno addosso cominciando dalla risposta di RfS; un commerciante, dottorpav, accusa Cinti. Ma siamo per una miglioria di Roma come obbiettivo comune o ognuno pensa solo al suo orticello personale che potrebbe avere tante sfaccettature?

lanzo ha detto...

Povera EUR, da pischello ci andavo e mi meravigliavo della pulizia, tenuta dei parchi e giardini, il mitico luna park, l'architettura moderna evocante quadri di De Chirico o viceversa - come mi sarebbe piaciuto abitare li', sembrava di stare su un altro pianeta.
Il degrado e' cominciato negli anni ottanta - mi potrei sbagliare.

lanzo ha detto...

@Jointella.
Non solo, Marino e' ai ferri corti con l'AMA - non capisco perche' vogliono prendersela con Marino.
Alla fine, e qui ancora non ho visto alcun commento, com'e' che un cardichirurgo, genovese, espiantore di organi che dovrebbe guadagnare una pozza di soldi in America, altro che stipendio da sindaco calcolando anche mazzette varie. OK, si intrufola nel PD, ottiene una qualche immunita' parlamentare viene e poi si candida come sindaco di...Roma ? Per me non ha senso, a meno che...Non sia un incapace ed abbia cause negli USA per "malpractice" e si sia rifugiato a Roma e rimediato un incarico politico per stare al sicuro.

Anonimo ha detto...

Inquisizione subito se è questo che vuoi sapere. Basta cazzate

Anonimo ha detto...

Scusate ma via Ottaviano e via di porta angelica, stiamo parlando di S. Pietro tanto per fare un esempio sono pedonali eppure sono un ricettacolo di abusivi, venditori di ombrelli, bancarellari, zingari borseggiatori e rovistarori di cassonetti, proponitori turistici Bangladesh-indiani, ubriachi (tappeti di bottiglie vuote e puzzo di piscio notturno In vie vicine (Sebastiano veniero-musei vaticani) eppure la zona pedonale c'è, nelle vicinanze c'è un parcheggio 700 posti auto (mercati trionfale) che con le strisce blu ad 1.50 conviene, eppure tutta la zona è uno schifo indegno. La zona si sta equilinizzando!!!! E allora? Che dite? .....

lanzo ha detto...

La puzza di piscio c'e', come in tutte le citta' del terzo mondo. In Europa, ci sono toilette pubbliche ben tenute e una volta a Roma c'erano i vespaiani, specialmente intorno alle caserme in zona vittoria/prati e sul lungotevere e venivano piu' o meno puliti.
Poi sono stati eliminati, non si sa perche' - io sono romano e se mi scappa, dove vado ? Pijo er tram e torno a casa ? Figurati se sono uno straniero... Vai al bar e ti dicono che il cesso e' chiuso per riparazioni ? A belli ! raggionate prima di dare addosso alla poveraccia che e' costretta a farla per strada e lo fa perche' Roma e' una citta' del terzo mondo da almeno 30 anni, sicuramente la malcapitata avrebbe preferito farla in un cesso ragionevolmente pulito cosa che avrebbe potuto fare a Londra o Parigi (ancora ricordo gli innumerevoli pisciatoi e cessi pulitissimi alle stazioni della metropolitana. Una volta a Roma, esistevano, in centro,oltre agli alberghi diurni a Termini.

bat21 ha detto...

Effettivamente agghiacciante questa testimonianza 11:17 am

Anonimo ha detto...

D'accordo con la risposta!
Io abito all'eur e sono anni che ormai non compro più nulla nei negozi di viale europa e dintorni proprio per l'arroganza e la maleducazione dei commercianti che sono i primi a parcheggiare iloro scooteroni sul marciapiede o i suv megagalattici in doppia e tripla fila. Anzi quelle poche volte che arrivano i vigili per far rispettare le regole sono proprio loro che si lamentano e fanno si, tramite pressioni sulla classe politica territoriale, molto sensibile alle loro richieste (è un bel bacino di voti!), che non si presentino più.
E aggiungo: i cassonetti, nelle foto, in strada, ricolmi e traboccanti di rifiuti, sono per la stragrande, se non tutti, di proprietà dei commercianti!!
Mi dispiace per loro ma sono destinati a sparire con tutti i centri commerciali annessi. Ormai tutto quello che si può comprare si trova su internet a prezzi decisamente più bassi e senza dover fare il cane da segugio sullo scontrino. Se voglio sopravvivere si devono evolvere, passare all'artigianato, prodotti di qualità e duraturi e soprattutto alle riparazioni unica cosa che su internet (mondo virtuale) risulta alquanto difficile ;-)))
Marco S.

bat21 ha detto...

Io sono in disaccordo con questo modo di vedere le cose. Italia e' in grave declino proprio per la nostra way of life che non e' in grado do renderci competitivi con gli altri paesi. Dobbiamo assolutamente copiare le altre collettività e rinunciare ai nostri atavici vizietti se non vogliamo morire nel declino e nel degrado.

Anonimo ha detto...

Allora: il problema sono le macchine che degradano e l'assenza di vespasiani.... Evolviamoci!!!!

Anonimo ha detto...

E per la puzza di piscio.... Giustamente a via Sebastiano Veniero dietro i musei vaticani, i poveri malcapitati che si ubriacano h24, da qualche parte dovranno pur farla! Gli zingari che lavorano ai cassonetti e ai portafogli se vanno al bar gli dicono che il bagno è chiuso. Gli vogliamo mettere i vespasiani? Per abusivi, clandestini vu cumpra' e proponitori bangladehs- indiani stesso discorsi!!! La colpa è delle automobili, SUV, mancanza di vespasiani! Liberiamo le strade dunque facciamo costruire i vespasiani così questi figuri potranno proliferare meglio!

dottorD ha detto...

L'orrore ed il degrado imperante che vediamo nelle nostre strade sono il frutto di politiche economiche votate da sempre al lassismo, alla corruzione,e al perseguimento di un mero interesse individuale "di bottega" che è un'anomalia tutta italiana.

L’italiano medio tendenzialmente predica bene e razzola male. Vuole le strade pulite, ma evade le tasse. Odia o disprezza l’immigrato, ma ipocritamente vuole comprare dal negretto la collanina o la custodia del cellulare o le mutande alle bancarelle, la fetta di cocco al mare, o ama avere il diritto di comprare la verdura anche la domenica di notte, anche se in un banglashop fatiscente e irrispettoso delle basilari norme igienico-sanitarie e di ogni forma di decoro. E’ infastidito dalla sporcizia dei marciapiedi, ridotti ormai a un cacatoio e pisciatoio per cani, ma vuole a tutti costi l’animaletto da compagnia, pur non abitando in campagna, sbattendosene del rispetto dei condòmini magari e dell’eventuale disagio che crea agli altri. E’ disgustato dai campi nomadi e dagli zingari sotto casa, ma lui in primis lascia i mobili vicino al cassonetto in mezzo la strada. Odia il traffico, ma parcheggia in doppia fila per comprare le sigarette. Protesta contro il lavoro nero e l’ambulante che fa concorrenza al suo negozio, ma paga poi il filippino che gli pulisce casa in nero. E’ infastidito dagli schiamazzi sotto casa, ma vuole avere il diritto di andare a suonare i bonghi o ad ubriacarsi nelle piazze di S. Lorenzo , Trastevere o del Flaminio, purchè non sia sotto casa sua ovviamente. Si potrebbe andare avanti all’infinito. E non ha importanza, poiché in un modo o nell’altro tutto verrà perdonato, o condonato dal politico amico, o assolto dal prete.

Si tratta purtroppo di un danno culturale profondo presente nel nostro paese, che è retaggio della tradizione cattolica, corrotta e in parte mafiosa e massonica che ha plasmato negli ultimi due secoli la nostra società, favorito anche da un’interpretazione distorta delle ideologie socialiste nel dopoguerra, per cui ogni concetto di ordine pubblico, rispetto della legge, delle regole di convivenza civile, di standard di efficienza lavorativi, erano viste come privazione della libertà individuale, e bollati come concetti reazionari e antidemocratici.

Se tutti avessero pagato le tasse, i servizi ora sarebbero efficienti, e la città pulita. Se i criminali fossero in galera a scontare la giusta pena, vi sarebbe meno delinquenza. Se tutti non sporcassero, tutti sarebbero liberi di godere di un parco pubblico, di una panchina, di una fontana, di un ambiente comune. Se nelle periferie delle grandi città si fosse investito di più in strutture pubbliche promotrici di cultura, come biblioteche e veri “community centers ” in grado di stimolare la creatività e le attività costruttive dei ragazzi, anziché dare licenze ai bingo e squallide bische , ora forse non saremmo coperti da graffiti.

La mancanza di sviluppo di una vera economia liberale e di un’etica civica mirata a creare un ambiente urbano (e sociale, su scala nazionale) che sia ecosostenibile, che mette al centro la qualità della vita e non la quantità dei suoi eccessi, che sia imperniata sulla cultura ed il rispetto del prossimo, ha fatto ormai sprofondare la nostra società in una spirale di degrado, soprattutto morale, ma anche economico da cui sarà difficile uscire. Esaurite le risorse restanti, fuggiti i migliori professionisti, città come Roma , e in generale il paese intero, sono destinate ad essere gradualmente smembrate, da privatizzazioni selvagge e svendite ai cittadini stranieri, e ad essere demograficamente desertificate, e terzo-mondializzate , almeno nelle regioni del centro-sud, a meno di assistere a particolari stravolgimenti politici o pesanti interventi strutturali ed economici della UE. Auguri.

bat21 ha detto...

Finalmente un buon commento! La domanda che dobbiamo porci e': gli italiani ed in particolare i romani sono pronti a cambiare mentalità abbracciando l'esigenza di una società liberale e più efficiente? Il prof Panebianco dalle pagine del corrierein un eccellente editoriale di pochi gg fa ha risposto di no. Per tornare IT nel caso di Roma quante persone sono pronte a scendere in piazza per avere servizi da città del primo mondo in cambio di una totale epurazione delle decine di migliaia di persone assunte sotto tutte le amministrazioni con le svariate parentopoli fatte con tutti i sindaci e sotto tutte le bandiere? Temo purtroppo che la maggioranza della popolazione romana preferisce tenere finti posti di lavoro e l'anarchia che contraddistingue la città piuttosto che una rivoluzione totale....l'esempio del thread e' chiaro: I commercianti vogliono i clienti tenendo l'anarchia della multipla fila e delle bancarelle senza sviluppare i propri esercizi? Bisogna mettersi in testa che il declino lo so combatte solo con un cambiamento radicale della mentalità!

Anonimo ha detto...

Ammazza che stronzi! Che risposta gli avete dato a sto povero commerciante, senza manco sapere se è effettivamente lui! Il degrado di Roma lo create voi con questo clima di odio e questo moralismo estremo! Per colpa vostra e di altra gente come voi c'è questo clima di odio in città!

Anonimo ha detto...

Eh già, c'è un moralismo a roma... nessuno può fare ciò che vuole che arrivano subito i censori a impedirglielo. Ma come parlate! Ma vi rendete conto di quello che dite?

Anonimo ha detto...

Sarò conciso.
Sono un commerciante di viale Europa.
Ero d'accordo a pedonalizzare la via.
D'accordo col tram, chiedete al comitato civico di quartiere se lo volesse o meno.
D'accordo conla realizzazione di parcheggi sotterranei (a patto che i lavorini non durino mille anni ).
La risposta di RFS,che stimavo un pò di più prima , è pretestuosa e superficiale.
La prostituzione è un problema della polizia non dei commercianti.
Le macchine in terza fila sono un problema della polizia municipale e dei maleducati che così sostano.
Municipale che viene da semopre solo sotto natale o sotto i periodi dei saldi.
L'immondizia è un problema dell'ama che paghiamo profumantamente e che non compie bene il suo lavoro.
A tutti i piccoli rosiconi da lotta di classe da blog sottolineo che loro sono uno dei probblemi maggiori di questo paese.
Persone che fanno come la volpe e l'uva.
Se avessero la possibilità di comprarsi un Suvvone lo farebbero subito e parcheggierebbero come la maggior parte dei cafoni che infestano la città.
Per il genio del commercio online ricordo solo che la maggior parte dei siti o evade le tasse completamente o hanno la residenza fiscale in Irlanda per esempio.
Quindi indotto per la comunità quasi zero, ritorno degli introiti delle tasse quasi zero,occupazione quasi zero.
Io che sono l'ultimo dei pirla dò lavoro a più di trenta famiglie.
RFS non cadere nel populismo nel facile moralismo, anche perchè leggendo i commenti attirate sempre di più persone nel migliore dei casi sciocche e triviali.
RFS come diceva Leonardo '' chi poco pensa molto erra''.
Informatevi per bene prima.


Anonimo ha detto...

1.o pm, bravo! Condivido!

Roma fa Schifo ha detto...

Quindi questi due e mille altri articoli riportavano il falso?

http://eur.romatoday.it/pedonalizzazione-viale-europa-critica.html

http://eur.romatoday.it/altre/pedonalizzazione-viale-europa-commercianti-contrari.html


Ad ogni modo la nostra risposta finiva con una domanda. E allora? Quando si inizia?

Anonimo ha detto...

Commercianti dell'Europa, RfS non gli interessano i vostri problemi chiaro!

Anonimo ha detto...

RFS avete ragione nel dire che la maggior parte dei commercianti non volesse la pedonalizzazione, lo ribadisco.
Ripeto però anche la maggior parte, non tutti.
Che manchi una certa lungimiranza però non può essere vista come una colpa per la quale si deve essere flagellati con tutte le incurie e problematiche delle quali il vostro blog si è sempre fatto giustissimamente stigmatizzatore e censore, motivo per il quale vi ho sempre letto, ammirato e sostenuto.
Vi assicuro che non sempre è facile mettere d'accordo tante teste.
Dovete inoltre considerare che il romanus tipicus vuole a tutti i cosi parcheggiare davanti al posto dove deve recarsi, l'avete mostrato voi stessi che persino dentro Euroma 2 dove il posto non manca, le persone parcheggiano in maniera selvaggia.
Di certo è un problema di mentalità, di educazione, di rispetto.
Quando e se vorrete un giorno passare da queste parti per spiegarmi concretamente come agireste sarò il più felice degli uomini, ma fatelo prima che lasci la morta gora di questo paese dilaniato dalla tifoseria politica e di classe.


Anonimo ha detto...

La soluzione secondo alcuni teorici è tutta e solo pedonalizzate. Ovviamente siamo stati invece invasi da una moltitudine di persone che se non si mandano via fra poco inizieranno a frequentare pure i centri commerciali state ne certi!

Anonimo ha detto...

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/07/22/news/eur_le_notti_di_paura_qui_terra_di_nessuno_da_venerd_i_vigilantes-92102457/?ref=r_map_news

Anonimo ha detto...

ma che cosa c'entra la terza fila con il presidente dei commercianti eur e le bancarelle poi???fai ridere....

Alfiero ha detto...

Io sto con Romafaschifo in tutto e per tutto.
I "commercianti" di Viale Europa sono in realtà dei vecchi bottegai convinti di stare ancora negli anni '60. Il mondo cambia e loro fanno di tutto per frenarlo. Capiranno la lezione solo quando arriveranno al fallimento. Peggio per loro.

Anonimo ha detto...

Caro Alfiero non generalizzi.
Posso condividere anche parzialmente la sua affermazione, vivendo la situazione in prima persona, ma consideri che forse il peggio sarà per i tanti dipendenti ai quali i tanto disprezzati e virgolettati commercianti danno un posto di lavoro.
Vorrei comprendere il perchè di tutto questo astio e conoscere la fonte di si tanta esperienza a riguardo.
Sinceramente, per migliorare.
Ps: continuo a criticare questa contrapposizione perniciosa noi vs loro.

ShareThis