Alla faccia della sacrosanta Direttiva Alfano contro abusivi e vucumprà. Immagini ignobili dal litorale romano

12 agosto 2014



 






 





Il Ministro dell'Interno - rimbrottato dalla solita mandria di perbenisti che non capisco quanto si aiuti la Camorra alimentando la retorica dei "poverini-non-sono-loro-il-problema-ma-chi-li-sfrutta" - dice che stroncherà il racket dei vu cumprà. E allora i vu cumprà si sono organizzati: niente più venditori abusivi in spiaggia, direttamente negozi! Peccato che ci sia ancora qualche negoziante imbecille che paga tasse, contributi, bollette, imposte, mutui, dipendenti, acqua, luce, occupazione di suolo pubblico, tasse per le insegne e mille altre adempienze. Che imbecilli: i nuovi negozi del terzo millennio sono questi. 

55 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Bei colori

Anonimo ha detto...

Ormai la cancrena si e' radicata, niente da fare, altro che alfianate.
L'Italia e' il Paese dell'assurdo.

Questi non li cacci piu' via neanche se fai intervenire il 9 reggimento d'assalto col Moschin, gli incursori del Comsubin ed i GIS dei carabinieri, messi insieme.
Addio Italia, addio Roma !!!!

Anonimo ha detto...

Esistevano già negli anni 80, li ricordo benissimo, il fatto è che prima non c'era internet, quindi oggi leggendo questo blog, puoi solo renderti conto che da allora non è cambiato assolutamente nulla.

Anonimo ha detto...

Da quando ho memoria i "vucumpra" in spiaggia ci sono sempre stati.
alf-ANO svegliati!
E' in citta' che non vogliamo piu bancarelle,e' in citta' che sui marciapiedi non ce piu spazio per camminare,e' la citta' che e' infestata di zingari!
Come funziona?
Spiagge pulite e citta' favela?
RIDICOLE STE INIZIATIVE PUBBLICIZZATE ANCHE IN TV

Anonimo ha detto...

Saranno contenti i negozianti che pagano tasse affitti Irpef contributi ecc..... Quando avranno chiuso vedremo se lo stato chiederà tasse e contributi a questi signori.....

Anonimo ha detto...

Porcatroia, andate a Ostia, in mezzo al coattume e al mare di merda e fate le foto a sti sfigati perche' vi danno fastidio???? Viva sti ragazzi che camminano per ore sotto il sole e abbasso gli "amo', che ma metti a crema?"

Anonimo ha detto...

http://www.liberoquotidiano.it/news/roma/11657323/Cecile-Kyenge--il-pranzo-con.html

Anonimo ha detto...

Cécile Kyenge, il pranzo con il sindaco di New York

21 luglio 2014

Insalata di ovoli con gamberoni e melanzane alla parmigiana come antipasti. Per primo risotto agli agrumi e paccheri gamberi e zucchine. Il secondo piatto è una spigola di mare con olive pomodorini e patate. Si chiude con gelato alla crema e frutti di bosco ed il classico caffè espresso. E' questo il menù del pranzo che hanno condiviso il sindaco di New York, Bill De Blasio, l’eurodeputata, Cecile Kyenge, e le rispettive famiglie. All’antico Circolo Tiro a Volo di Roma in sindaco della Big Apple e l'ex ministro hanno avuto un incontro privato, poi si sono seduti a tavola e De Blasio deve aver gradito molto visto che ha detto chiaramente: "Io e la mia famiglia ci iscriviamo al vostro fan club".

I complimenti - Da parte sua la Kyenge ha detto che "è stato un onore incontrare il sindaco di New York, con il suo impegno per la giustizia sociale mi dà forza". "Il fatto che abbia voluto visitare i luoghi delle sue origini è molto importante perché non bisogna mai dimenticarle - ha aggiunto l'eurodeputata dem - vuol dire che l’identità delle persona è multipla". Il sindaco non si è risparmiato in complimenti per il lavoro svolto nel corso del suo mandato come ministro dell’integrazione: "È difficile conservare forza e dignità quando si è attaccati costantemente solo per chi si è. Ma Cècile ha mostrato in questi anni una forza personale che per noi è un’ispirazione. Per me è un grande piacere incontrare una donna di notevole successo in medicina e nel servizio pubblico. Una voce importante per una nuova Italia più aperta e multiculturale". E ancora: "In un contesto internazionale sempre più globalizzato, una società è più forte quanto più è multiculturale. Nella città di New York cerchiamo di fronteggiare ogni forma di discriminazione, come razzismo, sessismo, omofobia. E voglio ringraziare Cécile per l’impegno dimostrato nel fronteggiare questi problemi. Per noi è un esempio da seguire".



http://www.liberoquotidiano.it/news/roma/11657323/Cecile-Kyenge--il-pranzo-con.html


MI SAREBBE PIACIUTO CHE I DUE SI FOSSERO ESPRESSI SULLA MATTANZA RAZZISTA ANTICRISTIANA IN ATTO IN TUTTO IL MONDO,,,,AFRICA COMPRESA...

Anonimo ha detto...

guerra tra poveri.
i vucumpra' sfruttati dalla mafia camorristica-cinese e gli italiani affamati dal proprio governo.

iL GRANDE EDUARDO DE fILIPPO NON AVREBBE MAI POTUTO SCRIVRE UNA SCENEGGIATURA TRAGICOMICA COME QUESTA...

Anonimo ha detto...

ma si, noi italiani brava gente, anche loro tengono famiglia, pori cocchi, che male fanno.

Chissa' perche in tutto il mediterraneo, e non parlo di Paesi nordici con feroce etica calvinista, tali scene si vedano solo in Italia.
Chissa' perche' il 90% di tutti gli immigrati che sbarcano nel Mediterraneo arrivino solo nel nostro Paese....

Un ex tollerante.

Anonimo ha detto...

http://www.liberoquotidiano.it/news/11671527/Venezia--kosovaro-ruba-vaporetti-e.html

Subito rilasciato: è apolide

12 agosto 2014

Venezia, kosovaro ruba vaporetti e pesta la polizia.
Subito rilasciato: è apolide
Ha rubato un vaporetto a Venezia, davanti all'Arsenale, e ubriaco ha sferrato un pugno in faccia a un poliziotto che aveva cercato di fermarlo. Quattro giorni dopo, di nuovo in preda ai fumi dell’alcol, ha dato in escandescenze nel chiostro della basilica di Sant’Antonio, a Padova, in compagnia di tre nordafricani, e anche in questa circostanza ha aggredito le forze dell’ordine che erano intervenute per placare la sua furia....

di Alessandro Gonzato

Anonimo ha detto...

Perche' siamo il paese piu' vicino all'Africa? Perche' abbiamo migliaia di chilometri di coste nel mediterraneo??? Aho, io la buffo li', non ci vuole Einstein per capirlo.

Anonimo ha detto...

La colpa è nostra che ci compriamo... detta in generale.... tanto nessuno ci rinuncerà quindi almeno fate delle regole. Domenica nn riuscivo piu a vedere i miei figli a riva perche avevo 7 carretti davanti tra l ombrellone e il mare. Lo so che regolazzirare una cosa che non deve esistere ma a sto punto o li cacci... o li tieni e gli dai delle regole. Cosi non si puo andare avanti. Stefano.

Anonimo ha detto...

Ops... mi so incartato!! :-)

Anonimo ha detto...

Alfano ha sparato la solita bugia, la solita finzione, con la complicità dei giornalisti, per far CREDERE che fa qualcosa. Ma al "ministero dell'interno" non glie ne frega niente dei cittadini, è tutto una farsa

claudio ha detto...

finchè non invaderanno le loro belle spiagge dorate della sardegna ricca tu poraccio puoi pure morire...

Anonimo ha detto...

Ahahah. Aho sti poracci danno fastidio. Quando uno (coglione) paga 35 euro per un ombrellone e due sdraio, 10 euro per due cornetti algida (il tutto senza scontrino) vi pare giusto vedere anche un poraccio??? C'e' il mare turchese di Ostia oltre i loro banchetti, e ce lo tolgono. Babbei.

Anonimo ha detto...

A questo punto manca all'appello delle bancarelle il cielo. Cari ambulanti, bancarellari, e naturalmente famiglia Tridente, vi manca zozzare, infangare commericalizzare il cielo. Tutto vostro. Avanti la prima bancarella sospesa dal cielo.
La nostra città è ormai in ginocchio e grida aiuto!!!!

Anonimo ha detto...

Mi hanno detto che a Capalbio hanno messo i reticolati e le guardie armate.
Io non l'ho visto coi miei occhi ma non lo posso escludere.
Li villeggia l' intellighentia antirazzista komunista italiana e magari non vuole avere rotture di cojoni dai vucumpra'...
Con buona pace di Vendola and co. che non lo sanno altrimenti....azzzzzz

Anonimo ha detto...

Io l'ho visto, ti sparano se ti avvicini. Ahaha, grande chi te l'ha detto coglione tu che c'hai creduto.

Anonimo ha detto...

Adesso il complesso residenziale della Costa Smeralda se lo sono comprato gli arabi (emiro del Qatar) e quindi col caxxio che ci stanno i vucumpra'....
Nei Paesi arabi a parte la famiglia dell'emiro o del sultano ed i residenti arabi,il resto dei residenti sono trattati da schiavi e pagati quasi nulla.
Altro che fregnacce antirazziste.......loro hanno le palle e l'orgoglio di essere una RAZZA ARABA(non lo dite a boldrini e kyenge) e le altre razze le schiavizzano in ogni parte di Africa e Medioriente.
Noi abbiamo il gay-pride e basta e siamo quasi una colonia arabo-cinese....
Appena la etnia italiana sara' scomparsa la nostra Penisola di chiamera' """AllahItalia""".

Anonimo ha detto...

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-08-12/emilia-romagna-contro-abusivismo-spiaggia-contributi-fino-5mila-euro-progetti-anti-contraffazione-124103.shtml?uuid=AB2RPcjB


LEGGERE PER SAPERE COSA VOGLIONO FARE QUEI RASSISTI DEI ROMAGNOLI...
ROBA DA NON CREDERE..
AL FANO LI PORTA IN ITALIA DIETRO INPUT DI RENZI E QUEI RASSISTI DICONO ALLA GENTE CHE A VENDERE QUELLE COSE E' TUTTA UNA VIOLAZIONE DELLA LEGGE PENALE!!!

chi ha ragione????

College Street ha detto...

x 11:47 AM

Io non me li ricordo negl'anni 80. Non voglio affermare che non c'erano, ma se non me li ricordo, forse vuol dire che non erano invadenti (carretti multipli!!) come oggi.
Poi dire che da allora ad oggi non e' cambiato nulla mi sembra assurdo. La situazione e' peggiorata all'infinito. Non vedo perche' si dovrebbe mentire. (non parlo solo delle spiagge)

Anonimo ha detto...

@ agosto 12, 2014 2:34 PM

Negli anni 80 già esistevano. Il termine "vu cumpra'" credo sia stato coniato proprio all'epoca. Ricordo che erano degli stagionali: vendevano un po' di tutto (coperte, giochi da spiaggia, accessori per donna ecc) a livello qualitativo senz'altro meglio della m...da che vendono ora. Si creava una sorta di amicizia con questi tipi che, ogni tanto esausti per i numerosi chilometri fatti al giorno, si riparavano sotto l'ombrellone di qualche famiglia che magari offriva un bicchiere d'acqua. Ti parlavano della propria famiglia lasciata in Africa: erano persone molto dignitose. Ricordo anche chi li fregava. Una volta una tizia acquistò una coperta ed altre cose e lo pagò con un anello spacciandolo per un gioiello prezioso. Invece era pura bigiotteria... Questa è cattiveria...

Ricordo pure che sulla spiaggia di ostia passavano i ciambellari (che vendevano le ciambelle fritte con lo zucchero) oppure il cocco. Mentre alle 16 circa dalla strada si sentiva il clacson di un camion - bar che vendeva gelati. Le cose alimentari erano vendute da italiani.

Secondo me in passato c'era più ordine e senso civico, in tema di ambulantato.

Ora è il caos più totale, ma il problema non sono solo tutti questi venditori abusivi, ma anche i numerosi morti di fame italiani che vanno a fare la spesa, pensando di fare l'affare. In realtà acquistano delle cineserie di pessima qualità a danno dei negozianti che invece pagano le tasse, vendono merce di qualità ed hanno il negozio vuoto ed infine falliscono.

Ritengo che se vengono tollerate queste situazioni da terzo mondo, evidentemente ci sono interessi che a noi comuni mortali non sono dati da sapere... altro che solidarietà. E non ci venissero a dire che questi tipi sono "ricchezze" o "opportunità"

Credo che se il cittadino italiano avesse più senso civico e senso di appartenenza ad una comunità, non acquisterebbe il merdame che vendono sulla spiaggia e alla lunga questi tizi bancarellari dovrebbero cambiare paese

nb le foto non riportano i venditori di cose alimentari (pannocchie, cocco, bottiglie d'acqua ecc) che la gente si affretta ad acquistare, senza porsi il problema della m..da che immettono nel proprio organismo

Anonimo ha detto...

La cosa assurda e' che
Il Continente AFRICA e' ricchissimo di risorse minerarie:
Oro
Petrolio
Uranio
Diamanti
Rame
Ferro
Bauxite
Rame
Carbone
Titanio

Con buona pace dei nostri ANTI/RASSISTI in servizio permanente(che palle!!!"!!!!!!) li' le guerre tribali tra etnie che si odiano ( RASSISTI..!!!!!!..che schifo!!!!) sono una costante e nessuno si scandalizza...nemmeno quelli di pd+sel che hanno sempre l'occhietto rivolto ad Oriente in attesa di ricevere ordini sul da farsi.
Solo che la mattina ad oriente ci siamo anche noi RASSISTI che ci alziamo per andare a lavorare all'alba(moltissimi) per cui ci becchiamo il primo cazziatone della giornata perche' magari abbiamo fatto un sogno RASSISTA ma volevamo dimenticarlo per vergogna o paura di essere additati...!!!!!

A Sud del mondo(Africa)ci sono tanti RASSISTI che fanno affari coi prodotti miinerari e anche con le onlus europee a cui danno sostegno parziale per essere lasciati in pace di affamare il loro popolo e poi venire a Roma-Parigi-Londra-Berlino-Madrid-NYC per spupazzarsi alla faccia dei loro sudditi schiavizzati e dei cojotes ANTIRASSISTI EUROPEI.
Invece di far venire in Europa tanti africani basterebbe che l'intera classe politica italiana di sinistra andasse nei Paedi dove la gente patisce e risolve con l'ANTIRASSISMO il problema della fame nel mondo.
Ma si sa che e' piu' facile fare l'ANTIRASSISTA dal mare di Capalbio e dintorni protetti dai clandestini e zingari (ma non sono loro amici????).

Ti rivedo motagne verdi!!!!!"


I commenti a questo mio intervento sono vietati a minori e minorati.

Anonimo ha detto...

Negli anni '80 pero' erano pochi ed il fenomeno era tollerabile, ora e' dilagato ed io mi soprendo ancora della calma dei commercianti regolari.

Io non capisco perche' per colpa di una minoranza di fanatici di sinistra la maggioranza della gente deve subire questa rottura di coglioni oltretutto del tutto illegale.

Ripeto: chi li vuole se li deve prendere dentro casa sua e mantenerli, solo cosi' questi ipocriti potrebbero avere il mio rispetto altrimenti i buonisti sono solo degli ipocriti di merda che stanno contribuendo a distruggere l' Italia.

OGNI ELETTORE DEL PD SE LI DOVREBBE PRENDERE DENTRO CASA SUA E MANTENERLI.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Quest'alfanata della tolleranza zero rispetto ai venditori sulle spiagge è buona per far contenti i fresconi (e pure parecchio infami) che godono a vedere maltrattati i poveracci. Se veramente ci fosse la volontà di stroncare il commercio abusivo basterebbe andare alla fonte e stroncare chi davvero fa i soldi importando container di robaccia, gestendo fabbriche, fabbrichette e magazzini dove lavorano schiavi e rifornendo di merce i "dettaglianti", ma per fare questo si pesterebbero i piedi a qualche picciotto, a qualche cumpariello, a qualcuno di quelli che contano e, magari, toccherebbe pure fare qualche indagine di polizia, verificare un po' di conti in banca, insomma un lavoraccio. E allora mandiamo un po' di cagnaccia ad inseguire gli ambulanti sulle spiagge, che l'italiota medio mica ci arriva a pensare che anche se eliminassero diecimila venditori ce ne sarebbero altri centomila pronti a prendere il loro posto...

Anonimo ha detto...

agosto 12, 2014 3:33 PM

hai ragione.
L'africa è saccheggiata dalle multinazionali e nessuno batte ciglio. Sono decenni che ci propinano foto di bimbi di pelle nera con gli occhi luccicanti e ci chiedono soldi, eppure la fame nel mondo non si è risolta.

Ora mi chiedo perché invece di spendere un sacco di soldi con l'operazione mare nostrum (che cmq non ha evitato la morte di vari immigrati che, cmq, sono persone e non oggetti), visto che è stato deciso che l'italia deve accogliere chiunque, non è economicamente più vantaggioso andarli a prendere con voli ryan air che costano pure 5 euro a persona ?
in questo modo gli immigrati stessi farebbero viaggi più confortevoli e più veloci e si risparmierebbero un sacco di soldi.
Poi come camperanno non ne ho idea... mancano il lavoro e i servizi essenziali agli italiani e agli stranieri che già vivono in italia, ma da quello che si sente in giro non è questo il problema.

Io se fossi più tollerante, ospiterei in casa almeno un immigrato per tutto il tempo che vuole.

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente e aggiungo che le cose che questi nordafricani vendevano provenivano dai loro Paesi ed erano artigianato di vario livello.
Dalla Libia piena di Italiani dal 1935-36 portavano tappeti nomad,,scarpe di cuoio colorate con la punta all'insu',statuine di ebano,copricuscini di seta e cotone ricamati con vari disegni dei luoghi,vasi di terracotta,barraccani di vari colori e disegni,copricapi(fez),sgabelli di legno a forma di cammelli,bigiotteria di rame e sassolini colorati.
Insomma non erano le cineserie paccottiglia ma l'artigianato del posto.
In piu' portavano caffe'-datteri-the'.
Anche il nordafrica si sta cinesizzando?

Anonimo ha detto...

L’immigrazione selettiva della Germania
http://www.ilpost.it/2014/08/12/immigrazione-germania/

Anonimo ha detto...

@Andrea Rossi
Esattamente, negli anni ottanta erano pochi. Un fenomeno illegale, perché tale era anche negli anni ottanta, quando interessa poche persone resta ancora sopportabile. Specie in un paese come l'Italia dove le regole sono optional e fenomeni come questo erano considerati curiosità che vivacizzavano le spiagge.
Ricordo intorno al 1980 nella spiaggia dove andavo con la mia famiglia che tutte le mattine passava un nordafricano con un secchio pieno d'acqua e fettine di cocco, allora introvabile nei bar degli stabilimenti, e ne prendevo sempre una. Ricordo anche che una volta fece il solito giro con suo figlio che avrà avuto 6 o 7 anni. Oltre a lui c'era un venditore di teli e coperte, che però passava di rado, un altro che vendeva giocattoli da spiaggia per bambini, secchi, e altra roba di plastica. Una volta soltanto passò un tizio che vendeva foulard e collanine. Niente di paragonabile a oggi.
Se il fenomeno si fosse stroncato subito oggi non sarenno in queste condizioni.

Anonimo ha detto...

l'immigrato nordafricano che viene in Europa e' costretto a farlo perche' in Africa esistono le Etnie razziali e quella vincente caccia via quella perdente (non lo dite a boldrini e kyenge) per cui avvengono le migrazioni.
In piu' da qualche anno i cinesi e gli Arabi islamici e le multinazionali di Obama e Holland e Merkel e Cameron hanno stretto un patto di non belligeranza e di spartizione del Continente Africa,compreso il Congo da dove proviene la africana kyenge con l'assenso del ""Capotribu'""" che vive nel lusso.
Si sono seduti a tavolio e hanno fatto:
Questo a obama(oro)
quest a cina(carbone)
questo a merkel(ferro)
Questo al Capotribu' (dollaroni e oro)
Questo al popolo(prrrrrrrrrrr)
All'infinito e costringendo i poveracci a scappare o imbracciare le armi in nome di maometto per essere magari dalla parte dei vincenti(????).
Mussolini ci aveva visto giusto ed aveva preso in contropiede tutti occupando Albania-Libia-Somalia-Eritrea per non essere da meno degli altri stati europei che avevano colonizzato altre terre africane altrove.
Si sa che l'Italia di Mussolini perse e fu costretta a lasciare poco alla volta ma definitamente le terre occupate,gli altri Stati euroropei l'hanno presa con comodo in.quanto ai loro cittadini non frega l'AntiRASSISMO ma la ricchezza ed il possesso di beni importanti ovunque si trovino.
Appartengono alla storia il patto Molotov-Ribbentrop del 1939,il Patto di Acciaio del 1939 o quello della Conferenza di Yalta del 1945,ancor prima il Congresso di Vienna del 1814-15.
Le grandi potenze si accordano per non belligerare e/o spartirsi territori confinanti o lontani ma appetibili.
Quello che e' avvenuto segretamente in Africa ma i nostri AntiRASSISTI prendono ordini da queste Superpotenze ed eseguono le loro direttive e tra queste c' e' quella di accollardi milioni di rompiballe africani..e percio' zitti e mosca sul motivo dell'esodo biblico(pecunia non olet) e che i clandestini vadano a fare i vucumpra' adOstia,Versilia,spiagge romagnole,centro storico di roma.
Poi in seguito riceveranno altre direttive sul da farsi.

Anonimo ha detto...

il termine vucumpra' fu coniato quando questi venditori pronunciavano maldestramente la richiesta
VUOI COMPRARE=VU CUMPRA'.

Niente razzismo ma identificazione di un venditore nordafricano.
Che i nostri belli belli finti razzisti ls smettessero di scassare le palle perche' loro godono a vedere questi disgraziati schiavizzati dalla mafia camorristico-cinese e noi smadonnare.
Noi siamo magari rassisti ma loro sono schifosi(gli antirassisti beninteso)

Anonimo ha detto...

schifo agghiacciante (almeno ti fa rinfrescare).
sono 2 anni che ho deciso di non andare più alla spiaggia libera di Ostia.
ma libera de che??? lì sei ostaggio di un continuo andirivieni de sta gente che ti molesta e basta.
vergognoso.
e poi Alfano se ne esce fuori con queste direttive (fasulle) a metà agosto?

Anonimo ha detto...

I vu cumprà sulla spiaggia sono sempre esistiti in qualunque spiaggia italiana e di tutto il mondo. Che vi piaccia o meno. Dovete rompere il cazzo pure su questo?!

Anonimo ha detto...

x i troll finti amici dei vucumpra'...
portateveli a casa e manteneteli voi...
non ci rompete il cazzo.....stronzetti......

bat21 ha detto...

Negli '80 c'erano College erano pochissimi e vendevano tappeti e roba simile (se la mia memoria non mi difetta). Ricordo che anche gli italiani vendevano cocco e quando passavano urlavano "cocco bello". Io andavo nelle Marche al mare, penso che Ostia avrebbe avuto lo stesso scenario. Poi col tempo tutto si e' incrinato e si e' arrivati alla schifosa anarchia attuale. In questo paese purtroppo si e' rinunciato al controllo del territorio, al controllo dei fenomeni di microcriminalità e dell'abusivismo. La cosa che mi sconvolge e' che la gente non e' cosi esasperata come dovrebbe in realtà essere: questi tipi hanno clienti e persone che li difendono quando ci sono retate! Alla fine troppe persone sono assuefatte al degrado e allo schifo e non danno i giusti input ai decisori politici.

Anonimo ha detto...

rculthuly nk ythyumhttp://voxnews.info/



Le parole proibite secondo Boldrini: “Su ‘migranti’ usare termini corretti”

agosto 12, 2014

“Su migranti e rifugiati bisogna usare le parole in modo corretto e responsabile”, soprattutto da chi “svolge ruoli politico-istituzionali”.

Così, torna a dare patenti in ‘neolingua’ l’abusiva Laura Boldrini.

“In politica come nell’informazione – ha detto – la forma è sostanza e le parole non sono mai neutre. L’opinione pubblica forma le proprie convinzioni soprattutto attraverso i media e le posizioni espresse da chi svolge ruoli politico-istituzionali”. “Il livello di coesione di una società dipende anche dall’uso corretto e responsabile delle parole”.

Poi si è sentita una sirena in lontananza..

A parte l’ironia, sempre ottima per battere la stupidità di certi personaggi, le parole di Boldrini tradiscono un’ideologia profondamente liberticida, dove lo Stato decide quali sono i termini da utilizzare.

Il livello di ‘coesione’ di una società si misura nei valori condivisi, è quando non ci sono valori condivisi, che diventa obbligatorio imporre un ‘dizionario del politicamente corretto’ per mimare ciò che non esiste più. Ma questo Boldrini non può comprenderlo, viene dall’Onu, come De Mistura.

VOX continuerà a definire i clandestini clandestini e gli invasori come tali. Comportamento profondamente ‘scorretto’ nell’epoca demenziale in cui viviamo. Nella quale Boldrini non poteva che avere ruoli istituzionali.

Anonimo ha detto...

Effettivamente le spiagge italiane sono diventate invivibili. Forse è anche per questo che hanno subito un tracollo di presenze. Oggi una mia amica mi ha fatto vedere le foto del passo Pordoi (sud Titolo), escursione che ha svolto in vacanza da quelle parti. Una infinita moltitudine di turisti che affollano i sentieri e tanta gente sdraiata sui prati come in spiaggia.. è incredibile non pensavo che così in massa i turisti si fossero riversati sulle montagne. Le ho chiesto se girassero ambulanti, vu cumpra, caminanti ecc. Ovviamente li non si vedono........ Meditate gente meditate..

bat21 ha detto...

Ho sentito alla radio stamane che la provincia di Bolzano calamita più turisti di quella di Roma. Direi che e' una notizia che si commenta da sola e ti fa riflettere sul fatto che a) siamo nella stessa nazione e a parità di regole, b) in questo stesso blog c'è gente che nega lo stato disastroso della società romana che mediamente non ha un minimo di parvenza di senso civico e nessuna voglia di riconoscere di vivere in un immenso cesso (creato dalla loro stessa inadeguatezza). Solo un bagno di realtà con un bel default puo far rinsavire la gente come una doccia gelida dopo una sbronza

Anonimo ha detto...

Per come la vedo io, chi compra da 'sta gente è altrettanto zingaro. La scusa della crisi non regge. Sono poi le stesse persone che guardano con sdegno agli articoli dei negozi regolari, criticandone i prezzi 'esosi'. Grazie al cazzo: rispetto alla merce rubata/falsa/tossica ecc. tutto è più caro.

Anonimo ha detto...

Io mi sono rotto il cazzo di tutti sti stranieri che fanno i fatti loro e ci odiano pure....

Anonimo ha detto...

Se re l'ha detto la radio e' vero, eh...stanne certo.

Anonimo ha detto...

Anche a me... certo però che st'argomenti se discutono meglio all'esclusivissimo circolo tiro a volo, brava a sora Cecilia!!!

Anonimo ha detto...

Ebbravo alfred... poi però ce stanno pure un sacco de mezzi pe annattene e allora perché resti invece d'annattene?

bat21 ha detto...

Il sarcasmo non serve a niente http://scenarieconomici.it/dati-provinciali-sul-turismo-deludono-roma-e-firenze-eccellenti-bolzano-venezia-e-rimini/
Aveva ragione quel programma di radio1. Buona serata

Romamia ha detto...

L'osservazione dell'anonimo delle 5.45 pm sull'intervento della "povera" Boldrini non fa una grinza!

Anonimo ha detto...

Conosco parecchi di questi "vu cumprà" come voi li definite in maniera razzista.

Con la maggior parte ci ho fatto amicizia e sta storia della mafia a Roma è solo una delle ennesime leggende che voi fascisti del cazzo usate per giustificare il vostro odio.

Non hanno nessuno dietro e non pagano nessuno, si conoscono tutti tra o loro spesso e si rispettano a vicenda sugli spazi a loro destinati.

Tutto quello che vendono non glieli procura nessuno fanno tutto da soli.

Al solito questo blog viene usato per diffondere falsità e prima o poi ne pagherete care le conseguenze, perché la magistratura prima o poi vi farà il culo.

Anonimo ha detto...

ricordo i vu cumprà degli anni 80, persone completamente diverse da quelli che si aggirano ora nelle spiagge.
Erano pochi e vendevano artigianato del loro paese. I miei genitori facevano un acquisto all'anno, non per necessità, ma per fare una specie di beneficienza (quindi non contrattavano il prezzo, ma pagavano direttamente quello che veniva loro chiesto). Quei tipi facevano chilometri e chilometri a piedi sotto il sole cocente, ma il loro obbiettiv o era di accumulare del denaro da portare alla propria famiglia rimasta in Africa. Ancora oggi abbiamo un paio di coperte di lana, che a detta del vu cumprà dell'epoca erano fatte a mano dalle donne del suo paese (non so se sia così).
Ricordo pure che in inverno, ogni mattina mia madre per buttarmi giù dal letto (andavo alle elementari) regolarmente mi diceva "alò alò annamò (attenzione alla pronuncia non è annàmo)" proprio come gridavano i vu cumprà dell'epoca... c'era molta umanità verso di loro che non si percepisce più ora, visto che sono troppi e vendono merdame di pessima qualità (dal vestito alle cose alimentari: eppure i disgraziati italiani che affollano le loro bancarelle sono numerosi).

Ricordo pure che tra i vu cumprà che si aggiravano a ostia negli anni 80 ce ne era uno molto carismatico: era quello che riusciva a vendere più di tutti. Mi sembra che l'ultima volta sia venuto una decina di anni fa e lui stesso ci disse che le cose stavano cambiando.

La cosa incredibile è che avevano una memoria di ferro. Ogni anno si ricordavano di tutti i clienti "affezionati", ma ripeto vendevano cose completamente diverse rispetto ad oggi e c'era più ordine e civiltà

Anonimo ha detto...


All' anonimo amico degli abusivi voglio dire che anche se dietro gli abusivi non c'e' nessuna mafia cio' non significa che facciano bene a fare cio' che fanno, la loro e' un attivita' illegale e disonesta nei confronti degli stronzi che pagano le tasse.

Credo che finche' ci sara' qualcuno sempre pronto a difendere le scorrettezze, le prepotenze e le illegalita' questo paese non diventera' mai un paese normale.

Io credo inoltre che se gli abusivi fossero stati italiani allora certi personaggi sinistrorsi avrebbero invocato la guardia di finanza in tenuta anti-sommossa dimostrando il loro odio anti-italiano.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

giorni fa ad un mio parente (non di roma), titolare di un bar, è stata fatta una multa di 180 euro per non aver battuto uno scontrino da un euro.

Premesso che lui rilascia sempre lo scontrino. Nel caso specifico un ragazzo uscito dal bar, è stato fermato dai finanzieri. Alla loro richiesta, ha mostrato lo scontrino (aveva consumato un succo di frutta). Poi i finanzieri gli hanno chiesto se aveva preso qualcosaltro e lui candidamente ha risposto di aver pagato un pacchetto di gomme. Tuttavia non era stato battuto un secondo scontrino. Magari se il ragazzo fosse stato più furbo avrebbe potuto ribadire di aver consumato solo il succo di frutta.

In ogni caso non ho da ridire sul rigore dei finanzieri, che ben venga ma se fosse applicato coerentemente in qualsiasi circostanza.Ad esempio io non ho mai visto finanzieri sulla spiaggia a verificare venditori abusivi di prodotti alimentari (dove sono gli uffici di igiene della asl?). Prodotti tipo cocco, granite, bottigliette d'acqua che vengono rinfrescati sotto le fontanelle dove la gente lava i piedi sporchi di sabbia, ci bevono i cani ecc.

Allora ripenso al vecchio detto che lo stato è forte con i deboli e debole con i forti

però il cittadino medio continua ad essere tartassato di tasse, senza ricevere servizi pubblici decenti.

E se si lamenta dell'invasione di extracomunitari viene pure cazziato di essere razzista :(((((

Che c'entra il razzismo con la legalità?

bat21 ha detto...

Qui vengono cancellati i commenti!
A questo punto se esiste una moderazione de facto (come sto chiedendo da qualche giorno) che elimina commenti di alcuni e ne lascia altri dei soliti noti fasci fa desumere che i deliri dei fan di baffino e mascellone sono tollerati mentre altre opinioni non lo sono.
Le nostre strade si separano a questo punto, Bat21 vi saluta sul serio.

College Street ha detto...

Non poter dire nulla contro zingari, bancarellari, abusivi, ecc se no si e' razzisti e' la cosa piu' cretina che possa esistere. Quindi se uno, diciamo del Kenya, mi ruba la macchina, non ce la posso avere con lui se no sono razzista?!? Se ce l'ho con i zingari che scippano e rubano, sono razzista?!? Ma da quale mondo venite?

Anonimo ha detto...

Questa volta Bat 12.54 PM mi trovi del tuo stesso parere.
Enrico

bat21 ha detto...

E' accaduto di nuovo con una chiosa a questo tuo commento...non va per niente bene. Una considerazione: la moderazione ex post non si e' mai vista...

ShareThis