Quella sottile differenza che passa tra "mafia" e "democrazia" che il Sindaco Ignazio Marino dovrebbe imparare a distinguere

25 luglio 2014
Alcune famiglie gestiscono un business al limite della (il)legalità. Questo business rappresenta un grave problema per la città. Queste famiglie riescono a mantenere in piedi questo business nonostante tutto, contro norme, leggi e regolamenti. Queste famiglie si costruiscono dei rapporti, basati non sappiamo con quale scambio, con dei referenti politici. L'amministrazione comunale genera una riforma di questo business prevedendo un aumento di tassazione - come peraltro sta avvenendo in tutti gli altri settori economici e di servizi della città - e queste famiglie grazie alla complicità di quei referenti politici riescono ad impallinare la riforma. 

Questo in tutto il mondo si chiama "mafia", "clientelismo", "voto di scambio", "corruzione". A Roma, secondo il nostro sindaco Ignazio Marino, si chiama "democrazia". E' così che su Twitter ha risposto ad un cittadino che si riteneva schifato dalla diminuzione delle tasse sui camion-bar. "Io le avrei volute aumentare, come ha fatto la giunta ad aprile, ma questa è la democrazia". Ammettendo che questa democrazia (che poi è mafia, clientela ecc ecc) è più forte della sua stessa Giunta. Ammettendo dunque di essere stato sfiduciato dalla mafia, di essere più debole della mafia, di essere ricattabile dalla mafia. Una roba di una gravità inaudita. Una dichiarazione di totale debolezza e sudditanza dell'esecutivo della città nei confronti delle pressioni delle lobby. Un sindaco che ha stravinto le elezioni che non riesce a far fronte alle pressioni di quattro pecorari bancarellari, di quattro zozzoni cartellonari ignoranti e stupidi. Avessi detto le lobby delle armi o del farmaceutico capirei, ma invece no: quattro sfigati, straccioni, burini, fetenti, ridicoli. E neppure quelli si riescono a tenere a bada? Ma allora un sindaco che ci sta a fare?

E così mentre il Consiglio Comunale (oggi roboantemente chiamato Assemblea Capitolina, ma pur sempre una accolita di ladri, di malfattori, di fuorilegge o, nella migliore delle ipotesi, di ignoranti) aumenta di brutto le tasse per i cittadini (la TASI), aumenta di brutto le tasse per i turisti (l city tax passa addirittura a 7 euro al giorno per i cinque stelle), diminuisce le tasse per i camion-bar, per gli urtisti e i venditori di souvenir, perfino congela tutto sulle bancarelle. Gli autentici cancri della città non devono contribuire al bilancio, possono continuare ad operare  indisturbati, a umiliare Roma senza pagare pegno. Ci pensano cittadini e turisti a pagare al posto loro. 

I camion-bar guadagnano qualcosa come 1500 euro al giorno. Spesso esentasse perché il livello di fedeltà fiscale è inaggettivabile. Le licenze passano di mano a cifre che superano addirittura il milione. Tuttavia alcuni "democratici" rappresentati politici presenti in Consiglio hanno deciso che la tassa di 30 euro al giorno per l'occupazione di suolo pubblico (fino a ieri era di 3), decisa dalla Giunta, era eccessiva, poteva mettere in difficoltà i poveri ambulanti. Si è deciso così di portarla a 10,5 euro. L'unica categoria che in un bilancio da lacrime e sangue ha avuto uno sconto. I turisti che vengono a Roma e di trovano in una situazione di profondo degrado vedono la loro tassa giornaliera aumentare, i camion-bar che di questo degrado sono parte in causa e che rendono impossibile proprio a quei turisti anche solo di fotografare un monumento, vengono invece premiati.

Questa è "democrazia" sindaco Marino? Democrazia è in realtà altro. Democrazia è ad esempio dare delle risposte radicali e profonde ad una città che, votandoti in massa e sconfessando in massa il sindaco precedente (il famoso 65 a 35 di oltre un anno fa, sebbene sembri un secolo) ti hanno chiesto di fare tutto il contrario di quello che faceva Alemanno. Alemanno ha perso la sua battaglia proprio su questo, proprio perché non è riuscito (o i suoi consiglieri non gliel'hanno permesso) di liberarsi dalla sudditanza dalle lobby e dalle mafie nella città italiana più mafiosa, corrotta e collusa che ci sia (altro che Palermo, Caserta o Reggio Calabria, quella è roba per il TG delle 20. Armi di distrazione di massa per continuare a divorare la Capitale del paese senza gli occhi della stampa addosso). Alemanno ha perso perché ha ceduto alla camorra dei cartelloni, Alemanno ha perso perché è stato suddito della mafia degli ambulanti. Marino ha stravinto contro Alemanno proprio perché i cittadini gli hanno chiesto di cambiare completamente registro, non di mettersi d'accordo con il perdente, non di confezionare emendamenti che poi Alemanno e i suoi volentieri votano.

Ecco perché, caro Sindaco, quello che è successo a margine dell'approvazione delle delibere propedeutiche al Bilancio di Roma Capitale non è la democrazia, bensì la morte della democrazia, la conferma esatta delle dinamiche ndranghetiste - che tu caro sindaco oggi con il tuo Tweet difendi e delle quali dunque sei perfettamente complice - che da quarant'anni hanno portato la città nelle condizioni in cui è: un luogo dove nulla funziona, un luogo dove si vive malissimo, una capitale che non ha paragoni in nessuna altra capitale europea foss'anche Atene o Lisbona, metropoli di paesi dieci volte più poveri, metropoli di paesi corrotti sì, ma mai come noi, un luogo che rende brutti e cattivi, un posto da cui le persone di qualità, tutte, stanno fuggendo via a gambe levate. Un'area urbana senza prospettive, ove chi non può andare via lavora esclusivamente per consentire ai propri figli di farlo. Ma tanto, come ha risposto il sindaco a Bruno Vespa che criticava la pulizia di Roma mettendola a paragone di altre città, "se non ti piace come facciamo le cose qui e preferisci altre città, allora restaci in queste altre città". No?

C'è la mafia più agguerrita che mai e il sindaco la chiama "democrazia". Un passaggio che passerà alla storia, caro Sindaco Marino. Come auguriamoci passi alla storia un rapido commissariamento della città, Roma non si salva con un sindaco eletto che viene tenuto per le palle da quattro consiglieri corrotti, Roma non si salva con il voto di scambio e il clientelismo. Se la "democrazia", in questa città, si declina in questo modo, allora significa che la democrazia va sospesa, la città commissariata, affidata a una persona dotata dei dovuti attributi e scelta dal Governo centrale o, meglio, da Bruxelles. Diamo a questa persona 10 anni di tempo per mettere le cose apposto e poi ne riparliamo.

L'altro ieri il sindaco si è macchiato della grave scelta di cedere alla camorra sugli ambulanti. Se la prossima settimana il sindaco deciderà di cedere alla camorra anche sui cartelloni avremo ufficialmente un sindaco che è eterodiretto dalla camorra. Egli stesso, in sede di approvazione del Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari in Giunta, disse che avrebbe dovuto provvedere a farsi una scorta visto il quoziente di mafiosità del settore. Oggi ha intenzione di mettersi d'accordo con questi mafiosi e coi loro rappresentanti "democratici" in Assemblea? Un sindaco eterodiretto dalla camorra si deve, a nostro avviso, semplicemente dimettere. Dimettere. 

49 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

capirai… mo il passaggio sulle "persone di qualità" te lo faranno pagare col sangue. PRONTI TROLLETTI? tra 3..2..1..

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo tutto quanto detto. Vedo due soli grandi problemi, tuttavia. Il primo è che ritengo non sia facile per un sindaco mettersi contro tutta questa gente, per cui o diamo al sindaco potere su tutto o è inutile prendersela solo con lui se la giunta intera o comunque gli organi cui deve far riferimento si comportano così. Il secondo è che noi cittadini non partecipiamo mai attivamente a tutto questo. Presi dal nostro quotidiano, in pochi seguono così da vicino certe questioni. Men che meno se riguardano una sola categoria, nella fattispecie, quella delle camionette-ristoro. Non voglio assolutamente giustificare un tale atteggiamento, ma quando qua e là si legge il solito intervento 'scherzoso' sui romani (e direi anche gli italiani in generale) caciaroni, magnoni, calcio-dipendenti, che preferiscono il mare al voto, ecc., si centra appieno il punto. Ovvero che la politica è troppo lontana dalla gente, persino quando si tratta di cose sotto gli occhi di tutti. Meglio ancora, direi che è la gente che è ormai troppo lontana dalla politica. Vuoi per mancanza di senso civico, vuoi perché tanto finché le cose non toccano noi o la categoria di cui facciamo parte (lì a volte qualcosa si smuove) nessuno fa nulla, ormai con la scusa che 'i politici non sanno che significhi vivere il nostro quotidiano', alla fine lasciamo fare di tutto. Salvo poi lamentarci quando vediamo che le cose non vanno. Perché se è vero che spesso e volentieri ci ritroviamo davanti al fatto compiuto, è pur vero che se ci facessimo sentire TUTTI quando qualcosa non ci va bene, quel qualcosa cambia. Quel qualcosa, però, riguarda sempre qualcun altro, non noi. Quando capiremo che quanto accade all'altro prima o poi accadrà a noi sarà sempre troppo tardi.

bat21 ha detto...

Bel thread. Complimenti. Non sono d'accordo solo col fatto che Roma sia peggio delle città del sud...per il resto tutto condivisibilissimo

Anonimo ha detto...

La cosa inconcepibile è che in questa città si manifesta e si marcia per mille stronzate meno che per le cose serie.

Io sento in giro tanta rabbia che però non viene veicolata, anche perché i partiti (tutti) dopo tutto non vogliono che le cose cambino. E' un sistema "premiante" comunque, perché oggi stò all'opposizione ma domani magari tocca a me governare una città (o il paese intero) e allora non ho interesse a cambiare questo sistema.

Che a Roma comandino le mafie, e che per venire eletti (e governare) serva l'appoggio di queste mafie (che spostano anche tanti voti) è risaputo. Ma non è una giunta fatta dai partiti che riuscirà a cambiare le cose. Perché non vogliono.

Tanto poi il sistema per tirare avanti lo si trova: tasse !!!
E lo sanno che i romani poi subiscono passivamente. Al massimo si beccano qualche insulto su un blog come questo, ma poi continuano a fare mascalzonate indisturbati, tutto sommato anche grazie ad una stampa "amica" che, aldilà di qualche titolo a effetto sui giornali, non persegue davvero un cambio di rotta e non aggrega consenso e rabbia popolare.

Ultimo esempio di come ai romani gli si possa fare tutto ? E' di ieri la notizia che a settembre la stangata TASI sarà salatissima. Ebbene, lo sapete che metà di quella sanguinosa somma se ne andrà per sussidi a zingari e immigrati ? marino ha "invitato" a Roma altre migliaia e migliaia di (cosiddetti) profughi, che graveranno sul bilancio comunale e, di conseguenza, sul bilancio di ogni famiglia.

E noi zitti. Qualche incazzatura qua e là, qualche sfogo sull'autobus, in ufficio, sul blog, ma poi nulla cambia.

La soluzione, l'unica soluzione possibile, è che la gente se ne freghi dei partiti, del proprio credo politico, delle convenzioni, del politically correct, della stampa, etc, ed inizi davvero a cacciare via a calci (veri, non metaforici) qualsiasi sindaco e membro di giunta comunale che si permette di rapinarci e di gestire il potere in questa città per il proprio interesse e per gli interessi di partito.

Questa è una classe politica inetta e corrotta che non teme né la legge, né l'informazione. E' ora quindi che inizino a temere la rabbia della gente, altrimenti continueranno a fregarsene.

Anonimo ha detto...

bisogna pretendere che le delibere comunali e le votazioni di queste schifezze vengano trasmesse ai cittadini (in forma video o pubblicate) con tanto di nome e cognome di chi le approva

è tempo che sia data visibilità giornaliera di cosa si decide in giunta e in consiglio, e che i cosiddetti "rappresentanti del popolo" rendano conto al popolo di come gestiscono questa città e le nostre tasse

ci è stato detto in campagna elettorale che dovevamo aspettarci una "rivoluzione della legalità". Ci ritroviamo invece una giunta comunale che stà letteralmente in combutta con le mafie bancarellare, cartellonare, abusive, zingaresche, etc e che ci sta solo riservando tante chiacchiere e tante tasse

Roma è precipitata in una situazione di illegalità, degrado e miseria mai vista prima, e questo sindaco e questa giunta stanno svendendo ulteriormente questa città alle mafie

Dov'è la magistratura ? Tutta ad occuparsi delle scopate di Berlusconi ? Dov'è il primo ministro ? Ad occuparsi di riformare il senato piazzandoci altri ladri per giunta neanche eletti da noi ? Dov'è il ministro degli interni ? A svuotare carceri e a raccattare altri invasori immigrati che ci portano la scabbia e la tbc ?

Questi ci stanno prendendo per il culo. Questa è la verità. Tutto fumo. Niente cambia.

Mi chiedo se questo popolo troverà mai la forza e la dignità per rialzarsi e per reagire alle angherie e ai soprusi di una classe politica marcia e incapace di risolvere alcunché.

Chi può sta scappando. I laureati, gli imprenditori, gli investimenti stanno abbandonando questa città. Il commercio, le aziende, il turismo stanno morendo. In compenso le mafie prosperano e gli immigrati non si contano più.

Speriamo in una presa della bastiglia... la storia, antica e recente, insegna che alla gente portata all'esasperazione alla fine non resta che iniziare ad usare la ghigliottina

vogliamo arrivare a questo ?

Anonimo ha detto...

con quale coraggio ci chiedono di pagare la TASI ?

forse è tempo che questo comune vada in bancarotta e venga commissariato

purtroppo non vedo in città o in italia qualcuno in grado di raddrizzare la situazione. La politica non "raccoglie" davvero il meglio del paese e di conseguenza non "produce" amministratori e manager di provata capacità (e onestà)

stiamo messi proprio male, ma che almeno vengano subito dimissionati questo sindaco e questa giunta a dir poco "immondi"

poi che Dio che ci aiuti...

Anonimo ha detto...

Da romano ormai mi rimane da votare Lega. Il ché dice tutto.
Eppure un Borghezio o un Salvini li vedrei bene.
Dopodiché ci rimane solo Alba Dorata.

Ormai le abbiamo provate tutte.

Anonimo ha detto...

condivido e sottoscrivo gli anonimi 9:16 e 9:38 aggiungendo però che i romani (come altri) non si muovono finché non vengono pesantemente toccati nel portafoglio. Che questi provvedimenti a favore dei camionbar e bancarelle o dei cartelloni poi vengono "coperti" con più tasse a carico dei cittadini non è chiaro alla maggior parte, si pensa che questi siano problemi marginali (i probbblemi sò arti) che al massimo riguardano qualche fissato dell'ordine e dell'estetica o qualche fascistello, l'ignoranza diffusa e lo snobismo ideologico su questi temi non trasmettono l'importanza di tali provvedimenti. Se poi aumentano le tasse a causa dei mancati introiti generati dai "favori" si sputa sul Sindaco del momento annunciando catastrofi alle elezioni che puntualmente ci riconsegneranno al gioco dell'oca della politica malata.

Marco Ugolini ha detto...

Questi problemi si risolveranno solo quando dal consiglio comunale usciranno i politici ed entreranno i cittadini, puliti, onesti, incensurati, il cittadini del Movimento 5 Stelle.
Due mandati e poi a casa, e non stare lì una vita.

Anonimo ha detto...

L'unica istituzione ancora degna di rispetto sono i carabinieri.

Dovrebbero loro prendere il comando a Roma e se non altro liberarci della feccia (politici compresi)

Poi tornare a votare, ma con liste VERAMENTE civiche, non come quelle di facciata messe su dai partiti

di certo c'è che questa giunta và sciolta subito

Anonimo ha detto...

è di questi giorni l'allarme lanciato dai servizi segreti riguardo il pericolo terrorismo e criminalità portato dagli immigrati

e sempre di questi giorni è l'allarme lanciato da varie organizzazioni della sanità riguardo le malattie ed il pericolo di gravi epidemie sempre portate dagli immigrati

eppure il sindaco stà facendo convergere a roma quasi tutti gli arrivi di questa marmaglia di parassiti, che nella migliore delle ipotesi camperanno a spese nostre, mentre per noi si prospetta in bilancio un aumento di tasse e tariffe spaventoso

mi chiedo, ma questo è il sindaco di roma o di mombasa ?

Anonimo ha detto...

ma che stai a di'???!!!

Anonimo ha detto...

E che potere ha il sindaco sul Consiglio? spiegaci, non limitarti all' invettiva

Anonimo ha detto...

i poveri camionbar non riescono a pagare 30 euro al giorno di tassa e quindi l'importo gli viene abbassato???
è questo che dice il sindaco?
e a quelli che si vedono aumentare ogni anno le tasse su casa e rifiuti e le pagano a stento per vedersi sommersi di merda il sindaco non ci pensa???
che ca@@o di ragionamenti...
ma verrà il giorno...

p.s.
all'amico che dice che vorrebbe votare lega o alba dorata gli rispondo che qualcosa di simile ad alba dorata ce l'abbiamo già avuta in campidoglio, e parecchia di quella gente sta ancora in consiglio comunale, per cui di ex-terroristi e condannati per tentato omicidio già ce li abbiamo avuti sugli scranni del potere.
visto che bel lavoretto hanno fatto?
ma fammi il piacere...

Anonimo ha detto...

Marino ha la possibilita' di far capire chi e' durante la prossima delibera per i tabelloni.
Avverta i consiglieri e chiami Renzi e dica a tutti:
o votate per il loro smantellamento o mi dimetto platealmente affermando che anche il PD (romano e non) e' marcio fino al midollo e l'unica salvezza per l'Italia e' il M5S.
Marino, passeresti alla storia !!

Anonimo ha detto...

a quanto pare Marino non mangia il panettone

http://www.affaritaliani.it/roma/renzi-commissaria-marino-zingaretti-sar-super-sindaco-25072014.html

Anonimo ha detto...

i pentastellati sono lo zerbino di pd+sel e difendono di fatto ogni operato antitaliano.
se aspetti che grillo &co. facciano gli interessi del popolo italiano......STAI FRESCO..!!!!

Anonimo ha detto...

vedo ancora diatribe tra chi difende questo o quel sindaco...

ancora non capite che questo giochetto è esattamente quello che vogliono i partiti ?

oggi governo io (e rubo), domani governi tu (e rubi)

e ai cittadini gli facciamo credere ogni tanto che hanno "vinto" le elezioni (manco fosse un campionato di calcio)

la verità è che tutti, ma proprio tutti i sindaci di roma hanno governato in combutta con le mafie

dal dopoguerra lo ha fatto il PD (ex PCI) per 50 anni, lo ha fatto il PDL (ex DC) per circa 10, ma il risultato cambia

roma è gestita dalle mafie (una volta erano solo nostrane, adesso sono anche d'importazione) che corrompono e spostano tanti voti

vuoi diventare (e rimanere) sindaco di roma ? devi venire a patti con loro

la situazione di degrado e di illegalità è poi esplosa definitivamente adesso con la crisi economica ed un'immigrazione fuori controllo, ma le premesse sono state costruite nel tempo

marino e la sua giunta fanno schifo, ma chi li ha preceduti (da Cicciobello a water veltroni, a aledanno ma come non ricordare i vetere e i carraro ?) si sono comportati nella stessa maniera

alemanno forse all'inizio ci ha pure provato, ma poi si è arreso ai compari democristiani e si è allineato

la questione di fondo è una sola: i partiti sono associazioni a delinquere, e chi in italia fa politica, lo fa quasi esclusivamente per i propri interessi. In più mettiamoci che i romani (almeno quelli di questi ultimi 20 o 30 anni) hanno pure perso un minimo di buon senso e si sono assuefatti allo schifo

è una brutta situazione e chi può abbandona la nave, che è comunque destinata ad affondare

roma è una città economicamente, culturalmente e socialmente su un punto di (quasi) non ritorno

le forze e le energie per ritirarla su non possono certo venire da una classe politica (ma anche culturale e ideologica) che è sempre più chiusa nei propri privilegi e nella propria incapacità, ormai incancreniti

il problema è che i giovani (specialmente quelli in gamba) e i laureati, se ne stanno andando

forse (e dico forse) soltanto la forza di disperazione di una cittadinanza allo stremo (di forze e di soldi) potrebbe dare una scossa, ma temo che se scossa ci sarà, questa sarà violenta

ma forse è proprio quello che serve

claudio ha detto...

a parte l'odio che avete verso i bancarellari e affini ...la tassa sull'occupazione del suolo pubblico non è un affitto ,non possiamo far pagare il suolo pubblico come un affitto di un locale...è sempre una tassa per stare in mezzo alla strada tra freddo e pioggia,tra afa e caldo torrido...
Fanno i soldi? e allora? fatemi capire se io faccio i soldi tu in base a questa cosa mi alzi la tassa? invidia? ...la tassa va applicata in base a quanto occupo e dove ...non è una tassa sulla mia ricchezza sul mio patrimonio.
Denunciare va bene ma i tempi cambiano e i soldi per far andare avanti un comune servono...se ieri non servivano oggi servono anche i soldi delle bancarelle che occupano i marciapiedi sbagliato? giusto? non lo so ma sono sempre bancarelle e gente che lavora dalla mattina alla sera tra pioggia e sole peggio dei benziani....ma voi di romafaschifo e tutti i trolletti a seguito che ne sapete di lavoro...

Anonimo ha detto...

la verita'....cojones.....marino fa schifo come tutti i romani che l'hanno votato...sodomiti in primis...

Anonimo ha detto...

una città nella quale non rimane un singolo muro, cabina telefonica, segnale stradale o manufatto qualsiasi intatto

una città nella quale puoi mettere su una bancarella o un cartellone o vendere roba contraffatta senza che ti accada nulla

una città nella quale bande di zingari, accattoni, immigrati bivacca, ruba e saccheggia

una città nella quale a fronte di tasse e tariffe altissime si ricevono servizi da terzo mondo

una città del genere è di certo governata da ladri, incapaci e corrotti, ma di sicuro ha una popolazione di gente che si è arresa e che aspetta che le cose vengano sempre risolte dall'alto

una volta forse (e all'estero succede) la gente sarebbe intervenuta contro un abusivo, un bivaccatore, uno zingaro, uno che non paga il biglietto sulla metro, uno che scrive sui muri, etc

oggi ci giriamo dall'altra parte

diamoci una mossa noi per primi, sennò siamo fottuti

Romamia ha detto...

Questa sarebbe democrazia????
"Regalare" suolo pubblico, quindi democraticamente di "tutti", di altissimo valore storico a 4 lobbisti collusi?
Intanto il comune ha aumentato democraticamente, del 4% la tari a tutti i cittadini.
MARINO prendi i soldi dove si dovrebbero prendere,invece di spremere chi già paga tanto, VERGOGNATI!

Anonimo ha detto...

lo avete votato eravate tutti felici adesso godetevelo

Anonimo ha detto...

http://www.ilmessaggero.it/roma/campidoglio/musei_asili_campidoglio_tariffone/notizie/0/815666.shtml#commenti

Cittadini romani e turisti possono pagare sempre più tasse senza alcuno sconto, ma i mafiosetti dei camion bar hanno chi si preoccupa di loro in Consiglio Comunale...

Cioè, rendiamoci conto che un turista per stare in uno scrauso albergo a 2 stelle (DUE STELLE) paga 3 EURO AL GIORNO ovvero 1/3 DI QUANTO PAGA UN CAMION BAR CHE GUADAGNA 1500 EURO CON LA SUA ATTIVITA'!!!!!!!

Chiaro sig. claudio delle ore 11:44 A.M.? Lo scandalo di pagare solo 10 euro al giorno per occupazione di suolo pubblico per una attività che rende CENTOCINQUANTA VOLTE TANTO deriva dal confronto delle tasse imposte a tutti gli altri, che vengono alzate a dismisura senza che qualcuno in Consiglio Comunale intervenga con CORREZIONI A PENNA per stroncare l'aumento come accaduto con i camion bar, a dimostrazione che sono tutto tranne che poveri lavoratori, sono solo una mafia locale con agganci molto in alto.
Ma fatela finita con questa barzelletta dei "poveri ambulanti che lavorano", tutte le licenze di ambulantato sono nelle mani di pochissime famiglie che guadagnano MILIONI devastando Roma e il suo turismo con migliaia di installazioni orribili indegne di qualunque capitale europea.
Non esiste altra città in tutta Europa ridotta in queste condizioni con bancarelle che sfregiano i luoghi monumentali più belli, occupano le uscite della metro e addirittura le strisce pedonali!!!!!!
Ma di che cazzo stai parlando???? La solfa dei poveri lavoratori valla a fare altrove, qui non siamo così imbecilli da cadere in questi giochetti ridicoli, qui lo sappiamo che le licenze MILIONARIE sono possedute da poche famiglie RICCHE E CON AGGANCI IN CONSIGLIO COMUNALE, come dimostrato ieri, che fanno i loro biechi interessi a discapito dei cittadini romani e del turismo.

Anonimo ha detto...

ti chiami tredicine o casamonica??

Anonimo ha detto...

giusto...

Anonimo ha detto...

@ claudio 11.44 AM

"la tassa va applicata in base a quanto occupo e dove"

Appunto, stai occupando SUOLO PUBBLICO AL CENTRO DI ROMA DAVANTI A MONUMENTI FAMOSI IN TUTTO IL MONDO, in una città in cui si stanno aumentando tasse a tutti, anche sulla casa con la TASI che sarà portata all'11,4 per mille. Che cazzo ci guadagno io con la casa in cui vivo???? NULLA, eppure me la tassano e aumentano la tassazione senza che qualche manina in consiglio comunale sventi l'aumento... quindi non diciamo fesserie.
Vatti a vedere le tariffe per occupazione di suolo pubblico in altre città come Londra o Parigi... sono enormemente più alte, mentre le tasse sulla casa o sui servizi sono in linea con Roma se non addirittura inferiori... quindi lo scandalo c'è eccome, solo a Roma c'è una lobby di camion bar e bancarellari che riesce ad ottenere tariffe ridicole e bassissime mentre tutti gli altri pagano le tasse a livelli paragonabili con altre capitali.
Solo gli ambulanti pagano meno in confronto alle altre città, ma guarda un po' che caso!!!!!!
Tutti gli altri vengono spremuti...

Quanto all'invidia, guarda io per una lobby che con atteggiamenti mafiosi fa difendere i suoi interessi in consiglio comunale a discapito di tutti i cittadini e turisti di roma, provo solo SCHIFO. L'invidia la riservo a chi svolge il proprio lavoro senza dover pagare mazzette al politico di turno per avere favori lobbistici.

Anonimo ha detto...

in consiglio ci sono terroristi comunisti mentre invece Alba Dorata e" una organizzazione di Destra patriottica e garantista degli interessi e dei diritti dei cittadini....capisci la differenza???

stefano ha detto...

Caro sindaco, Democrazia (con la D maiuscola non quella che intende Lei) vuol dire "governo del popolo" e non penso proprio che il popolo romano voglia pagare più tasse per ridurle a chi invece avrebbe l'obbligo di contribuire maggiormente alla casse del comune.
Le ricordo il principio che a Lei è stato sempre caro: chi ha di più deve dare di più.

Anonimo ha detto...

x Claudio

qui nessuno vuole rovinare chi lavora, ma lo deve fare onestamente e pagando le giuste tasse. non sta scritto da nessuna parte che le bancarelle devono stare su Via Nazionale addosso alle vetrine di un negozio che paga un regolare e salato affitto o attaccate al Colosseo, anzi ci sono fior di leggi e regolamenti che lo VIETANO, il Comune dovrebbe individuare delle aree dedicate a questi banchi. perché non volete spostarvi in aree dedicate? perché attaccati al Colosseo INFRANGENDO le leggi si guadagna 1000 volte di più! alla favola dei poveri ambulanti non crede più nessuno

Anonimo ha detto...

in questa città regna l'anarchia e quindi l'illegalità è premiata

dalla bancarella che guadagna milioni l'anno a fronte di pochi spicci di tasse (mentre se hai un buco di casa sei tu quello a finanziare tutti con le tasse), fino al furbo che non paga il biglietto in metro (senza che nessuno lo fermi) e sei tu il coglione che con l'abbonamento fai tirare avanti la baracca

la verità è che la legalità in questa città semplicemente non esiste

ed il sindaco e la giunta perpetuano questo stato di cose

e a dimettersi non ci pensano proprio. Ma poi perché ? Ne metteranno un altro uguale.

qui siamo sotto lo sceriffo di Nottingham. Tasse e imposizione dello status quo.

E non si vede ombra di robin hood...

Anonimo ha detto...

ho come l'impressione che prima o poi oscureranno pure questo blog con qualche scusa

ma hanno pure provato a zittire pasquino a suo tempo, quindi in questo senso a roma non è poi cambiato molto

chi governa è incapace e corrotto, e la gente deve pagare e stare zitta

i comunisti poi sono venuti a dirci che la tirannia dei preti, dei re e dei capitalisti sarebbe stata sconfitta ed il popolo sarebbe tornato a decidere dei propri destini

eppure non capisco... non sono forse i comunisti e post-comunisti quelli che ci hanno propinato gente come veltroni, rutelli e marino ?

eppure questi rubano e tartassano come i preti, i re e i capitalisti...

ma non è che ci hanno raccontato un sacco di cazzate ?

Anonimo ha detto...

Articolo che mette in PIENA LUCE il problema. Applausi.

Ah, così, tanto per in inciso, toh, guarda che succede dalle parti dei camion bar che stanno al Pincio...

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/villa_borghese_roma_ragazze_molestate_proprietario_camion_bar_violenza_sessuale_maniaco/notizie/815812.shtml#fg-slider-auto-75035

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_luglio_25/villa-borghese-offre-gelato-molesta-ragazza-denunciato-fab09cd6-13d8-11e4-9950-e546b7448c47.shtml

Questa città NON SI MERITA UN'AMMINISTRAZIONE che la deturpa, in mano a lobbies dai molto, molto, molto dubbie caratteristiche.

Da vomitare.

Anonimo ha detto...

Chi amministra questa città. alemanno prima e ora questo marino, così ingabbiato da chi veramente comanda in consiglio comunale, DEVE VERGOGNARSI.

Anonimo ha detto...

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/villa_borghese_roma_ragazze_molestate_proprietario_camion_bar_violenza_sessuale_maniaco/notizie/815812.shtml#fg-slider-auto-75035

Anonimo ha detto...

@ 11:48

Il problema non è chi l'ha votato ma chi NON ha votato. Che poi però sta qui a piagne!
I 'sodomiti', come li chiami tu -che immagino essere un timorato di dio che tutte le domeniche va in chiesa e rispetta alla lettera i dieci comandamenti- chi sarebbero e cosa c'entrerebbero con tutto questo? È ovvio che -se il livello del romano medio è questo- non ci sia speranza alcuna. Fintanto che la colpa è sempre degli altri, stamo freschi.

Anonimo ha detto...

ieri ho avuto a che ridire coi soliti zingari che infestano la metro

sono stato "ovviamente" minacciato di morte ma anche di essere denunciato (non si sa poi di cosa)

ma questo la dice lunga di come questa gente si senta intoccabile

comunque...
al gabbiotto dell'atac mi dicono che loro non possono fare nulla

i vigilantes mi dicono che loro non possono fare nulla

ho pensato che con la polizia avrei avuto miglior sorte ma...anche loro mi dicono che non possono fare nulla

ma in che paese viviamo ? In quale abisso siamo caduti ? Qui c'è gente che delinque alla luce del sole, ti minaccia e si sente pure libero di farlo e anzi, ti dice pure che ti denuncia !!!

Da ridere. Se non fosse che è da piangere.

Altro che camion bar... qui siamo di fronte ad organizzazioni criminali che agiscono indisturbate. E non ci sono mezzi legali per fermarli !!!

Chi ha creato questo mostro ?

Perché in qualsiasi capitale europea (e ne ho viste tante) tutto ciò sarebbe impensabile ?

Qui siamo a livelli da centro-america, da favela... dove le regole le impongono la gang e i cartelli della droga.

Altro che marino (povero ometto patetico). Qui serve l'esercito e la legge marziale.

Anonimo ha detto...

Non solo la TASI: per far cassa e non far pagare tredicine stanno facendo multe a tutto spiano di 200 euro a gente che va a 75 km/h sull'Appia a Capannelle e lo vendono come operazione strade sicure!!

un incazzato ha detto...

Questo consiglio comunale che lavora vergognosamente contro i cittadini deve andarsene! Ogni giorno mi auguro il fallimento di Roma.

Anonimo ha detto...

aspettatevi multe a tutto spiano.
il Comune di Roma (come molti altri comuni italiani) ha incassato nell'ultimo anno circa il 50% in meno dalle multe.
queste mancanze in bilancio fanno rischiare la bancarotta ai vari comuni (Roma compresa), per cui adesso devono recuperare questi soldi.
ma le multe ovviamente non vi aspettate che vengano fatte a quelli in sosta selvaggia nelle aree pedonali o in doppia fila nelle vie dei negozi (intoccabili).
le multe verranno fatte con gli autovelox, perchè se ne possono fare a bizzeffe in pochi minuti e sono molto più remunerative.
le multe per la sosta selvaggia e la doppia fila (ugualmente pericoli per la sicurezza e la circolazione) sono molto basse e inoltre pagandole in certi tempi si hanno sconti alti.
tutto questo incentiva ancora di più questa tipologia di infrazioni, per la gioia di commercianti e cafoni.

bat21 ha detto...

Roma deve fallire. La risoluzione dei problemi di cui sopra non puo' che passare per far capire ai romani che tassare i turisti per aumentare il degrado delle zone monumentali al fine di accontentare le solite mafiette non fa altro che far perdere appeal e di conseguenza flussi di denaro che potrebbe rendere il baraccone romano sostenibile. Solo tagliando i fondi statali di potrà fare capire ai romani che il degrado e lo schifo portano miseria, che non si puo' lavorare tutti nella pa e che chi ci lavora deve essere efficiente. Roma alla lunga potrà rinascere solo se cade. Mi auguro di non vedere altri salvaroma in futuro, salvaroma che costituiscono anche una ingiustizia profonda nei confronti delle comunità che producono risorse e, sia pur tra mille difficoltà, riescono ancora a tirare avanti la baracca.

Anonimo ha detto...

Bat21 Tu hai bisogno del medico.

Anonimo ha detto...

Anonimo 12.34 queste sono fissazioni inutili. Chiama il comune e diglielo tu dove devono mettere le bancarelle!

Anonimo ha detto...

Romania, per quanto brutta sia questa e ' un tipo di democrazia. La vera dittatura e' altro, ma e' un po' simile al vostro modo di pensare " noi abbiamo ragione e tutti gli altri sbagliano e sono deficienti".

bat21 ha detto...

Intanto qui chi ha avuto bisogno del medico "statale" e' questa degradatissima citta'...soldi per continuare ad alimentare carrozzoni come atac e ama, e soldi per evitare che si prendano di petto i problemi che vengono evidenziati magistralmente dal blog. Soldi tolti alle regioni produttive le cui industrie nel frattempo chiudono o delocalizzano. Ma i nodi verranno al pettine prima o poi.
(ps preferirei non si arrivi a questo ovviamente ma ormai sono pessimista sulle possibilità di riformarsi di questa città)

Anonimo ha detto...

Alla redazione
ma postare sui più importanti siti
di turismo mondiale di non comprare nulla da questi lestofanti di camion bar ?

College Street ha detto...

luglio 25, 2014 12:34 PM

^^ Lo vedete dove siamo arrivati?!?

"Cerchiamogli un posto alle bancarelle che non sia attaccato alle vetrine dei negozi, ecc, ecc..."

L'ho scritto pochi giorni fa...anni di degrado, bancarelle ovunque, corruzione, zingari, incivilta', ecc fanno si che queste cose diventino normali (fino a che non si superano i limiti altissimi ai quali siamo arrivati). Per tornare ad essere una citta' NORMALE e da PRIMO MONDO (non terzo o quarto), le bancarelle non vanno spostate, vanno ELIMINATE COMPLETAMENTE dalla citta'!! Ormai non siete piu' abbituati all'idea di vivere in una citta' normale dove esistono NEGOZI e non bancarelle!! Le bancarelle fanno parte del degrado e del calo del livello culturale della citta' e dell'Italia, lo volete capire?!? (ci sarebbe da aprire una parentesi lunga 2 ore su questo argomento). Stessa cosa per la corruzione, per i zingari, per la mondezza...la meta finale non dovrebbe essere di tenere queste cose sotto controllo, ma dovrebbe essere l'eliminazione di queste cose dalla societa'!! Completamente! Poi si potra' tornare a parlare di Roma Capitale!
Questa e' Roma Campi-male, no Capitale...

Anonimo ha detto...

Meglio la bancarella sennò se hai il negozio vengono i vigilacci a chiederti il pizzo...anche rateizzato se vuoi.

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/mazzette_vigili_urbani_roma_negozianti_favori_sconti_multa/notizie/817344.shtml

Anonimo ha detto...

Marino e uno SNOB che se la tira con i cittadina s sbraca con le mafie piu terre terra.
La TASI l'IMU e al massimo con rivalutazione degli immobile superiore ai prezzi di mercato.. ma si mette d'accordo con la feccia di roma.. Quest'uomo e vergognoso

ShareThis