Aventino. Quella stranissima differenza tra il Giardino degli Aranci e il Giardino di Sant'Alessio. Perché?

30 luglio 2014




Mi capita spesso di passeggiare all'Aventino, dove c'è il bellissimo Parco degli aranci, uno dei pochi parchi romani dove il servizio giardini presta sempre un lavoro impeccabile (strano, chissà perché).
Poco più avanti, andando verso l'ordine dei Cavalieri di Malta c'è un altro giardino, di pertinenza della Chiesa di Sant'Alessio che il Comune ha dato in gestione all'associazione culturale 'Trait d'Union' ( http://giardinosantalessio.org/profilo/) con la sicura intenzione di andare a migliorare la situazione. 
Sono passata per 2 volte nel mese di luglio e lo spettacolo è quello di un campo di erbacce incolte, sopra le quali sostano bivaccano bevono mangiano lavano panni dormono, i numerosi senza tetto ed extra comunitari che affollano le vie tranquille dell'Aventino nelle ore dei pasti, in cerca di qualcosa nei numerosi conventi del colle.
Il giardino potrebbe essere splendido, la vista è la stessa del Parco degli Aranci ed è addossato alla Chiesa.
Ho scritto alla presidente dell'associazione, Elena Guerri dall'Oro, su facebook, perchè è l'unico contatto suo o dell'associazione culturale che sono riuscita a trovare in internet, ovviamente non ho ricevuto risposta. 
Nel messaggio chiedevo spiegazioni circa lo stato di totale abbandono, ed anche un chiarimento del perchè un giardino lasciatogli in gestione dal Comune sia ridotto peggio di tutti gli altri che lo stesso gestisce. Ci vorrebbe poco, non è molto grande.
Tutto ciò mi sembra assurdo, oltre che ingiusto.
Forse voi potete aiutarmi?
Giulia C.

18 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

potrebbe avere a che fare con questo? http://www.iltempo.it/roma-capitale/2014/07/30/il-campidoglio-rischia-il-crac-con-i-mutui-dei-punti-verde-1.1276279

Anonimo ha detto...

Piu' che una cooperativa sara' stata una scioperativa......

Anonimo ha detto...

il modo piu' semplice e immediato per fregare soldi alla collettivita' e cioe' creare un'associazione....a delinquere...a cui dare soldi per...non fare nulla...ma camparci in spregio a tutto...tipico dei cattocomunistoidi psrassiti..a cui appartiene pd e sel...
Votate comunista e avrete sempre questi tristi spettacoli..

Anonimo ha detto...

veltroni partori nel 1975 la bellissima idea dei PVQ col lo scopo di fare arricchire dei "compagnucci" alla faccia dei romani un po' fregnoni che dopo di lui votarono il suo degno "compare" Rutelli...
Popolo bue che bela e vota pci-pd-dc

Anonimo ha detto...

dopo tre commenti ecco le sparate qualunquiste.. raga la prossima volta un bel respiro profondo prima di commentare dai!!

Anonimo ha detto...

chi siamo noi per giudicare i piddini?
chi siamo noi per giudicare marino?
chi siamo noi per giudicare il consociativismo cattocomunista?
chi siamo noi per giudicare gli zingari criminali che scorazzano indisturbati per l'Italia protetti e coccolati da Al Fano e pm rossi?
chi siamo noi per giudicare i clandestini con tbc ed ebola o scabbia che bivaccano nel giardino di cui sopra?
chi siamo noi per lamentarci di tutto senza capire che la sinistra si e' prefissa lo scopo di distruggere la nostra Nazione ed ha quasi compiuto l'opera meritoria con la benedizione di papa francesco?
chi siamo noi per giudicare i gay che vogliono distruggere la famiglia naturale eterosessuale per ridurre la societa' civile ad un porcilaio?
come rimpiango Papa Benedetto XVI..Lui si che era un vero Primato della Chiesa Cattolica mai sceso a compromessi coi gay che poi hanno brigato e vistretto a dimettersi...
Poveri i nostri giovani a cui consegnamo un futuro inesistente...

Anonimo ha detto...

aspettiamo un tuo commento speciale...raga...

Anonimo ha detto...

potevi farlo tu il respiro profondo prima di scrivere questo stupido commento...

Anonimo ha detto...

il pci-pd porta l'Italia allo sfascio completo con lo aiuto del vaticano...anche io la penso uguale.

Anonimo ha detto...

le onlus sono senza fine di lucro ma col fine di fottere soldi al prossimo e campare senza fare nulla di utile alla collettivita'.
dovrebbero essere sciolte tutte queste finte onlus criminali.

Anonimo ha detto...

uno dei tanti luoghi dove "nascondere" i clandestini" anticristiani su cui lucrare e basta.
che schifo tutto italiano

Anonimo ha detto...

e il vaticano ci lucra coi finti profughi che vanno a raccattare sulle coste libiche come fosse una battuta di pesca in alto mare.
le navi militari italiane invece di proteggere le coste facilitano e aiutano i clandestini afro-asiatici ad entrare in Italia per essere "aiutati" a scappare dalle guerre(??)..
ma chi ci crede alle finte guerre se non i cojotes sinistroidi???!!!!

Anonimo ha detto...

non scrivete che ci nascondono i clandestini nel giardino di sant'Alessio altrimenti vi accusano di RAZZISMO e XENOFOBIA come ha fatto il sindaco di Riposto(CT) nei confronti dei suoi concittadini(sudditi!!!) che avevano osato dire "Basta cogli arrivi di altri clandestini infettati".
Roba da mandarlo al reparto psichiatrico subito.

Anonimo ha detto...

avete mai sentito parlare di VOTO DI SCAMBIO?!!
Tu mi voti ed io ti ripago facendoti avere un finanziamento a perdere sulla ONLUS che tu crei ad hoc e nessun controllo vero sulla effettiva attivita' della onlus ed il gioco e' fatto.
cosi i cattocomunisti da 70 anni gabbano il popolino che li vota in massa senza sospettare minimamente l'accordo collusivo mafioso tra elettore ed eletto.
chissa' quante sono le ONLUS in Italia?
Sarebbe interessante che qualcuno facesse questa ricerca!!"

Anonimo ha detto...

Sicuramente il problema evidenziato da quasi tutti i forumisti esiste, però dobbiamo evitare di scadere nel qualunquismo. Occorre che il cittadino apra gli occhi e verifichi se la cooperativa sociale che opera nel suo quartiere fa quello che veramente dice di fare e se lo fa bene. Nel mio quartiere per esempio esiste una cooperativa che assiste egregiamente gli anziani disabili e crea punti di aggregazione per i giovani, altre di cui conosco solo il nome. Lo schifo per questa classe politica è più che legittimo, ma voglio sperare che c'è ancora qualcuno intenzionato a fare qualcosa per la collettività; occorre però che anche il cittadino faccia la sua parte vigilando e denunciando come ha fatto Giulia.

Anonimo ha detto...

puoi scrivere al seguente ufficio
AVVERTENZA: chiunque intenda rivolgersi all'URC è invitato ad utilizzare esclusivamente la mailing list: urc@comune.roma.it. Il messaggio sarà reindirizzato in automatico anche al Responsabile ed al Coordinatore dell'Ufficio. POTREBBERO AIUTARTI A RISOLVERE IL PROBLEMA DEL GIARDINO DI SANT'ALESSIO.

Elena Guerri dall'Oro ha detto...

RISPOSTA DEL PRESIDENTE DELLA TRIT D'UNION INVIATA IL 26 AGOSTO 2014 FIRMATA E NON ANONIMO "Buongiorno Giulia, la sua mail purtroppo non mi stupisce ma un po' mi dispiace sia come Cittadina Romana, sia come Presidente della Trait d'Union. Le spiego. Poco più di due anni fa abbiamo preso dal Comune di Roma "l'adozione" del giardino, che consta nel manuterlo, tenerlo in sicurezza, assicurarlo. In cambio gli affidatari, cioè noi, possono svolgere al suo interno un paio di eventi all'anno a titolo gratuito. Così abbiamo fatto: un evento con Ama sulla raccolta differenziata con l'allora Sindaco Alemanno, un pomeriggio di laboratorio con una scuola, e poco altro. Tutto a titolo rigorosamente gratuito. In cambio abbiamo speso ogni anno tra giardiniere (messo in regola con contributi versati), assicurazione, attrezzi per il giardino (tagliaerba, falciatrice, bustoni immondizia, benzina, etc) più di 4.000€, COMPLETAMENTE finanziati da noi Soci di Trait d'Union. Il Comune non ci è mai venuto in aiuto, neanche garantendoci quel minimo di professionalità che poteva offrirci, tipo rimozione rami caduti (che spetta comunque a loro), vigili urbani che ogni tanto facessero una visita per intimare ai "barboni" che li mangiano, dormono e defecano a non farlo, due anni per avere la sostituzione di una lampadina di un lampione, esclusione del taglio delle piante infestanti oltre la balaustra del belvedere che spetta a loro: noi unico tratto in tutto il Lungotevere Aventino. Mi creda un'esperienza mortificante prima che estenuante. Infine, con delibera Capitolina n.207 dell'11/07/2014 il Sindaco Marino e la sua truppa, hanno pensato bene di ringraziare le associaZioni di Cittadini per bene come noi, revocando gli affidi a ben 52 Associazioni come la nostra, che si sono impegnate negli ultimi anni in uno spazio verde che era nelle condizioni che lei ha trovato ieri. Dopo lo sgomento e la delusione, ci siamo fermate: abbiamo sospeso la Assicurazione e purtroppo interrotto anche il lavoro del ns giardiniere e il risultato POCO DOPO e' quello che Lei ha visto e giustamente fotografato. In questi due mesi doveva tornare a farsene carico il Comune. Le ragioni di questa improvvida quanto insensata decisione non ci sono note. L'ulteriore danno che Roma e i suoi Cittadini pagheranno e' già visibile, a noi come a lei. Quindi La ringrazio di avermi scritto. Le chiederei se volesse o potesse fare altrettanto con gli Amministratori incoscienti del Comune di Roma. Grazie e buona giornata. Elena Guerri dall'Oro Presidente Trait d'Union Onlus
Elena Guerri dall'Oro
26/08/2014 12.35
Elena Guerri dall'Oro
RISPOSTA DEL PRESIDENTE DELLA TRAIT D'UNION
"Buongiorno Giulia, facendo seguito alla nostra conversazione di prima, mi permetto di invitarla a visitare il nostro sito www.giardinosantalessio.org per vedere come il giardino era quando potevamo gestirlo noi. Grazie Elena Guerri dall'Oro

Elena Guerri dall'Oro ha detto...

IL SITO WWW.GIARDINOSANTALESSIO.ORG NON ESISTE PIù NON AVENDO PER NOI PIù ALCUN SENSO. AL SUO POSTO è POSSIBILE VISITARE WWW.TDUNION.ORG.
INVITO GIULIA C. A VISITARLO E A RISPONDERMI IN MERITO. POICHè CHI GETTA IL SASSO, NON DEVE MAI NASCONDERE POI LA MANO.
GRAZIE
ELENA GUERRI DALL'ORO

ShareThis