L'incredibile mercato del rubato e della spazzatura nel Parco di Via Carlo Felice. Il video che documenta una situazione che è anche di emergenza sanitaria in primis per i bambini

15 luglio 2014
Centinaia di metri di immondizia, di merce rubata, di robaccia trovata nei cassonetti (l'epidemia di scabbia, di tifo o di colera è sempre alle porte, vedrete...) a ingombrare un parco pubblico di fronte alla Cattedrale della Città. San Giovanni in Laterano è la chiesa più importante di Roma, come Notre Dame a Parigi, come l'Almudena di Madrid, come Saint Paul a Londra. Immaginatevi se di fronte a questi monumenti si potesse allestire, ogni santo giorno, uno sconfinato mercatino di merce rubata o trafugata nelle immondizie. Siamo nel Primo Municipio di Roma Capitale, in un'area basilicale, nel tratto giubilare che collega San Giovanni a Santa Croce.

La cosa più terrificante è che il parco delle Mura di Via Carlo Felice, che con grandi investimenti venne realizzato nel 2000 in occasione del Giubileo laddove c'era una fatiscente rimessa di autobus, è diventato infrequentabile per mamme, nonne, bambini. Tutti sono scappati via e i piccoli, giustamente, non vengono portati più al parco. Il rischio che qualche bambino si ammali è Una situazione che dovrebbe, più che al sindaco, stare in capo al Prefetto. Il quale, tuttavia, qualche giorno fa si è detto favorevole alla formazione di mercatini...

Il video non rende l'idea, andate a vedere perché un viaggio lo merita. Non troverete scene simili a Calcutta o a Bangalore. Non spendete tutti quei soldi per andare in vacanza in India quando vi bastano 1,5 euri e con il tram 3 potete scendere alla fermata "quarto mondo".

28 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

mi sento offeso, sentire che l'India sembri una città squallida e piena di immondizia
Quanto c'è il capoverso in cui parla del viaggio a Roma e si parla di India vi dovete vergognare!

Anonimo ha detto...

Infatti in India è meglio perché la feccia sta qua...
comunque questi non sono Indiani ma "rom, sinti e caminanti". Mi domando solo una cosa: chi cavolo compra sto schifo di roba???!!! E poi dovremmo continuare lo stesso a usufruire del parco e magari tirargli qualche bella pallonata...(con un sampietrino magari...).....

Lorik ha detto...

....e c'è ancora chi si scandalizza: "ma come mai esiste un blog come romafaschifo????"

...roba da non crederci

Anonimo ha detto...

La pubblica autorità (Stato, Comune) è completamente assente, è incredibile,non è più obbligatorio osservare le regole della civile convivenza.
Spero di sbagliare, ma gli episodi come quello di Castel Volturno presto si replicheranno a decine nelle nostre periferie, la gente è esasperata, quando lo Stato abdica ai propri doveri è inevitabile che qualcuno ne prenda il posto.

Anonimo ha detto...

Sì, non si può continuare con questi mercatini abusivi. Parlavo un paio di giorni fa con uno dei venditori e mi diceva che non ne può più: è faticoso, ormai anche gli Italiani buttano meno oggetti riciclabili e vendibili e il rischio di avere noie con vigili, polizia ecc. è sempre più alto. Sta valutando un paio di proposte per un'attività alternativa; odia la violenza e quindi non si sente portato per scippi e rapine, ma lavorare negli appartamenti è una possibilità, ha conosciuto persone che guadagnano bene e i rischi, dal punto di vista legale, non sono molto superiori a quelli che si corrono vendendo abusivamente roba usata, anzi, è più difficile che ti becchino. E' parecchio tentato anche dallo spaccio di cocaina, ha visto che se entri in un giro giusto sei a cavallo: i clienti sono tantissimi, gli Italiani ti temono e ti rispettano, nessuno osa più insultarti o maltrattarti, in poco tempo fai abbastanza soldi per comprarti il permesso di soggiorno, pagare un affitto per un posto decente, mandare soldi a casa e levarti pure qualche sfizio. Se non sei avido e investi un po' dei guadagni nel modo giusto, neanche la Legge è un grosso problema. In qualche anno, riesci a mettere da parte abbastanza per tornare a casa.

Anonimo ha detto...

In realtà puoi andarci gratis, sul tram 3 puoi anche non fare il biglietto tanto nessuno controlla. Più libertà di così!

Anonimo ha detto...

Ci sono passato poche mattine fa.
Confermo tutto, una situazione indegna e inammissibile.
Allo schifo di questi pezzenti non c'è mai fine.

Anonimo ha detto...

Perchè se un negozio non fa lo scontrino anche per 70 centesimi gli fanno il mazzo?Perchè gli zingari possono girare con i furgoni senza assicurazione bollo revisione euro sotto0?
Purtroppo credo che gli unici a temere le autorità sono solo le persone oneste che anche se pagano tutto vivono con il terrore di non aver pagato tutto
Un paese l'Italia veramente assurdo

Anonimo ha detto...

Le autorità beccano solo chi può pagare le multe w l italia

Anonimo ha detto...

Questa gente vendeva le cose presso il mercatino del sabato e della domenica presso il vecchio cinodromo a ponte marconi. Si esiste della merce rubata,ma anche tanta della mondezza che noi abitualmente buttiamo.Con le nostre smanie consumistiche,spesso comperiamo cose che mai uitliziamo.oppure le buttiamo al minimo problema... Parlo di cose mai usate e inutilizzate. Questa merce viene poi presa in larga parte da zingari che poi la rivendono. quello che succede a s giovanni è impietoso,ma se si fosse regolarizzato il mercato di ponte marconi,non si sarebbe creata questa situazione.per cui invece di sparare zero come fate di solito informatevi.io al mercato di ponte marconi ci andavo ogni sabato e comperato tantissime cose,e dato da mangiare a tanta gente.per sempio molte delle cose vengono da svuotamenti di cantine e case...parlo regolari.poi assistenze che danno a questa povera gente roba elettronica che spesso è altamente riparabile....saluti simeone

Fracatz ha detto...

so' tutti batteri utili pe' preparà al futuro gli anticorpi
dell'immaginifico
bobbolo
thajano
(fino a che i politici hanno la sedia attaccata al culo, anche se ogni 5 anni, hanno diritto di fare come più gli aggrada)
provate a capille da soli certe cose

Anonimo ha detto...

Per simeone delle 10:55:

tu sul serio stai giustificando quello schifo? Secondo te è normale che ci sia qualcuno che rovista nei cassonetti per "recuperare" oggetti buttati? Provo a spiegarti un paio di cose, che in una città civile rappresentano la normalità: nei cassonetti NON si devono buttare "cose", ma solo CARTA, PLASTICA, VETRO. Chi butta altro è un imbecille, viola la legge e provoca un danno economico a tutti. L'elettronica, gli elettrodomestici e i mobili si DEVONO portare nelle isole ecologiche o si devono consegnare al rivenditore quando si acquista il nuovo in sostituzione. Quelli che tu GIUSTIFICHI oltre a rovistare nei cassonetti dove io butto la mia MERDA, sia chiaro, si arrogano il diritto di tirare fuori i rifiuti e di spargerli in mezzo alla strada e sui marciapiedi. Non c'è NIENTE da regolarizzare, chi vuole vedere qualcosa deve DIMOSTRARE di esserne il legale proprietario, DEVE avere una attività in regola, DEVE pagare le tasse. TUTTO il resto è mondezza, evasione, illegalità, schifo.

Quando cazzo ve lo metterete in testa, che andando avanti di questo passo la situazione può solo degenerare?

Gioacchino Belli

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 10:55 forse sei tu il male informato: fosse anche un solo articolo rubato e cento "riciclati", quello di Ponte Marconi è un mercato che non ha ragione d'esistere, come tutti gli altri.

Ah, grazie per aver "dato da mangiare" a dei ladri, forse gli stessi che mi hanno svaligiato l'appartamento.

E prega che non entrino anche a casa tua.

Anonimo ha detto...

vabbè ma state a dar retta a quel tale Simeone?
ma non vedete come scrive?
è uno parte in causa.
ve lo troverete di certo sotto casa a rovistare nell'immondizia.

Anonimo ha detto...

ancora co sta storia che se loro vendono è perché la gente getta via cose nuove...(si gli incivili ci sono ma c'erano pure 10 anni fa eppure i frugatori ancora non c'erano)..e poi daje co sto "legalizziamo tutto" e nooo bastaaa con questa storia tutto diventa legale allora.."se no fanno di peggio" QUESTO NON VA!!! la formula è: o ti adatti a vivere con i mezzi normale di tutti i lavori normali che uno può adattarsi a fare oppure VIAAAA...inoltre questi rovistano DENTRO i cassonetti hanno rotto le palle!!! io voglio sapere chi compra questo schifo di robaaaa!!!

Anonimo ha detto...

Tra morti di fame c'è un vastissimo mercato, un solidissimo rapporto domanda offerta, come del resto vi è lo stesso floridissimo mercato tra ricchi.
Morti di fame loro, morti di fame anche noi, tanto semplice....Belli de casa non c'è "Renzie" che tenga...è questa la "new economy" nu l'avete capito che tra 'mpò s'annamo ammagnà la pizza de fango der Camerun pure noi?
2.200 miardi de debbito pubblio, er 50% dell'evasione fiscale europea sta tutta qua...

Io l'ho sempre detto vaffinì come in Jugoslaviaaaaaaaaa, tappateve dentro casaaaaaaaaaaa!!!!


Trammy

Il Paese di Bengodi ha detto...

Il turismo potrebbe essere il motore trainante della ripresa italiana, ma con tutto questo degrado e la delinquenza dilagante, nessuno vorrà più venire a passare le vacanze in Italia.

O almeno, resterà un turismo di nicchia di chi vuole provare l'ebbrezza di vivere in mezzo ai peggiori bar di Caracas senza spendere i soldi di un volo intercontinentale per il Sud America.

Intanto, pare che nei siti specializzati abbondino recensioni negative circa il degrado in Italia, e i paesi concorrenti abbiano gioco facile ad usare le paure per la sicurezza per distogliere i turisti dal venire in Italia e andare invece nei loro paesi.

Intanto, mentre tutti i presidenti di regione di sinistra fanno a gara a chi accoglie più clandestini di Mare Nostrum e paga più bollette agli zingari, solo Zaia della Lega denuncia pubblicamente il fenomeno

I turisti scappano

D'accordo, è della Lega... ma ormai ci sono rimasti solo loro a difendere la sicurezza in Italia!

Il Paese di Bengodi ha detto...

Lo scorso mese sono stato a Marsiglia. Da quello che mi dicevano i miei amici francesi doveva essere una suburra, la città più pericolosa di Francia, degradata e sporca.

A parte i quartieri più periferici, dove non a caso abitano i magrebini, tutta la zona centrale, compresa la zona del Porto e il quartiere Panier (che loro considerano una sorta di Scampia) sono immensamente migliori di Roma e di una qualsiasi altra periferia italiana.

Persino quando ci fu la vittoria dell'Algeria ai mondiali e gli immigrati invasero il centro (la cosa conquistò le prime pagine di tutti i giornali), per testimonianza diretta posso dire che ci sia stato meno casino, più controlli e una percezione di sicurezza comunque maggiore di un qualsiasi sabato sera a Trastevere.

Immaginate cosa possono pensare i francesi, o qualsiasi altro europeo, quando vengono a visitare l'Italia...

Anonimo ha detto...

aho ve rubbano li soldi nello stipendio che manco sapete quanno...
ma come ve toccano er portafoglio e l'ifonne ....cascasse er monno.
Li problme so artri...no due pischelli che fregano 2 euri !!
Sveglia !!!

Anonimo ha detto...

Per Anonimo delle ore 8:57 AM: ma ci sei stato in India?

Anonimo ha detto...

competenza del sindaco-1
- http://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/Regol_di_Pol_Urb_definitivo.pdf

competenza del sindaco-2
- http://www1.interno.gov.it/mininterno/site/it/sezioni/servizi/legislazione/sicurezza/0989_2008_08_05_decreto_poteri_sindaci.html

Anonimo ha detto...

ASSURDO INGIUSTIFICABILE INTOLLERABILE!!!

Anonimo ha detto...

certo in bicicletta contromano in mezzo alla strada..
complimenti anche all'autore per il senso civico.

Anonimo ha detto...

Iconografia di Roma anni 60:fontana di Trevi.

Iconografia di Roma anno 2014: furgone Ducato blu o bianco, parcheggiato in seconda/terza fila o sopra marciapiede con contiguo tendone o ombrellone bianco che copre bancarella piena de monnezza da un euro.

Grazie Veltroni, Alemanno, Marino, Polverini, ecc ecc

Anonimo ha detto...

Una città che è stata il fulcro di uno dei più vasti imperi della storia, con bellezze e patrimoni artistici unici al mondo, ridotta a uno stato di totale degrado e abbandono. Avete mai visto cosa c'è alla stazione della metro B di Ponte Mammolo?! Oltre che un enorme mercato abusivo che ti preclude anche di entrare nella stazione, c'è anche, dietro il parcheggio, un sorta di Bidonville, baracche, rifiuti sparsi, dove extracomunitari per lo più marocchini o comunque provenienti dall'Africa vivono, in condizioni igieniche a dir poco pessime. Il tutto è come ho già detto situato a pochi passi dalla stazione, in un centro abitato, sotto palazzi residenziali! Un pericolo assurdo per i residenti della zona i quali rischiano di contrarre pesanti malattie infettive! Per non parlare di tutti quei "residenti" di questa baraccopoli che puntualmente tutti i pomeriggi si buttano e sdraiano nei parcheggi e nelle strade vicine! Scene da quarto mondo! Detesto vedere la mia città deteriorarsi in questo degrado e illegalità, cosí come detesto assistere allo scatafascio del mio Paese! Un enorme applauso a Marino, Alemanno, Polverini, dirigenti del comune e della regione ecc.! Avete trascinato questa città nella merda! Roma non è lontanamente paragonabile a nessuna capitale europea!
PS: se volete vedere un altro bel suk, fatevi una passeggiata a Viale Ippocrate, accanto al Policlinico, ormai il marciapiede è interamente area delle bancarelle abusive...

Anonimo ha detto...

il prossimo zingaro che trovo a rovistare nel secchione ce lo scaravento dentro dovremmo fare tutti cosi, in poco tempo ci libereremo di questa mondezza di persone.

fredia laila ha detto...

Buongiorno,
Innanzitutto ve li consiglierei di diffidare delle offerte sul netto e
gli avvisi. Poiché più del 90% di quest'avvisi sono fraudolenti. Al
giorno d'oggi ci sono sempre più frodi. Volevo prendere in prestito
denaro, dopo avere inviato un avviso, ogni giorni io ricevono più di
25 messaggi nulla che truffatori che chiedono denaro siano dicendo
spese di cartelle. Ed eliminavo il loro messaggio ma un giorno sono
caduto su una persona nominato leonido veronas, credevo che facesse
partito anche dei truffatori del netto ma alla mia grande sorpresa
quest'ultimo è diverso, egli mi ha fatto un prestito di 40.000 euro
con un tasso molto bene di 2% rimborsabile sul numero di tempo che
desiderate. Ve lo confermo e se succedesse che ricercate di prestito
contattate per mail. Ecco la sua posta elettronica:




armellassantos@gmail.com

NB li riassicuro e vi giuro che dovrete soltanto pagare le spese di registrazione e di contratto per rientrare in possesso dei vostri fondi.

Mariline Tricha ha detto...


Dios increíble, pero cierto siempre es grande. Después de varias versiones de mi solicitud por el banco, he recibido un préstamo a través de una señora muy amable. Para

obtener más información, póngase en contacto con ella por correo electrónico a: mickaelducobet@gmail.com que ofrece préstamos de € 3.000 a € 3.000.000 a cualquier

persona capaz de devolver con intereses a una tasa baja de 2 %, no lo dude ese mensaje. Esta es una realidad perfecta. Corre la voz a amigos y familiares que están en

necesidad.
el pago comienza cinco meses después de recibir su crédito
Que Dios os bendiga.

ShareThis