Roma fa Schifo ancora sulla stampa internazionale. L'importante Agence France Press ci ha contattati per parlare di graffiti. A seguito tanti articoli in giro, addirittura su Le Nouvel Observateur

27 luglio 2014
Abbiamo cercato di ribadire il concetto, fondamentale, di Teoria delle Finestre Rotte: dove c'è degrado e questo degrado non viene immediatamente eliminato, si creerà altro degrado. Peccato che nell'intervista - ma aspettiamo una smentita - il comandate dei Pics della Polizia Municipale, Ricci, è riportato mentre scherza sui contenuti dei graffiti e delle scritte sui muri a Roma: "talvolte" a suo avviso "simpatici". 
Le scritte vandaliche e illegali possono essere simpatiche o antipatiche, ma non è quello il punto. Il contenuto, se si tratta di qualcosa di illecito, non va neppure guardato. Figurarsi se abbiamo bisogno di operazioni-simpatia nei confronti di vandali che ci costano milioni e milioni all'anno sottraendo risorse a cose più importanti per il benessere e la qualità della vita di tutti noi. 


in francese: http://tempsreel.nouvelobs.com/culture/20140704.AFP1156/du-graffiti-antique-au-street-art-les-murs-romains-temoins-de-leur-temps.html

in inglese: http://news.yahoo.com/ancient-graffiti-street-art-rome-walls-tell-story-044231864.html;_ylt=AwrSyCWxNMJTo3oAxGTQtDMD

23 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Basterebbe vietare la vendita di bombolette spray (create solo per imbrattare i muri ed i produttori lo sanno) e multare con minimo 500 € chi le detiene, volendo essere piu' clementi basterebbe aumentare le tasse su tali bombolette del 200 % visto i danni che hanno arrecato ed arrecano, basterebbe una volta ogni 2 anni imporre la pulizia (in modo decente e con mezzi adeguati e non con una passata di vernice ) e la posa di pellicole antigraffiti dei muri di tutti gli edifici, costerebbe poche decine di euro per inquilino, basterebbe, basterebbe, basterebbe, basterebbe, basterebbe, basterebbe....MA NESSUNO FA NIENTE E A NESSUNO GLIENE FREGA NIENTE........COME AL SOLITO !!!!!

bat21 ha detto...

Complimenti per l'intervista! Per le bombolette non sono d'accordo servono per uso professionale (cantiere). Si potrebbe legare l acquisto al possesso della partita iva forse. Comunque il punto non e' nemmeno questo: I reati devono essere perseguiti e le forze Dell ordine devono lavorare. Ricordiamoci che in questa città e' stato invitato ad un evento patrocinato dal comune uno di quei decerebrati. E' una città senza nessun senso del decoro con i pubblici impiegati che scambiano il loro lavoro come un sussidio di disoccupazione. Come in una qualunque citta meridionale...e intanto il Nord paga...

Anonimo ha detto...

Continuiamo a farci sentire NEL MONDO! Questo scempio non può e non deve esser tenuto nascosto alle altre nazioni. In fondo Roma è patrimonio dell'Umanità, non solo dei romani. L'italietta merita di esser STRAsanzionata dall'Unione Europea, Unesco e chi più ne ha più ne metta. Basta, signori, adesso basta......

bat21 ha detto...

Più che l'italietta la rometta...tra i siti tutelati dell' unesco Roma e' più vicina a Pompei, paestum, Agrigento...stessa mentalita' di quelle zone. Penoso. (ps lessi su un articolo della stampa che anche Ostia antica versa in condizioni pietose..ovviamente non mi stupisco)

Francesca Maggi ha detto...

Ho visto oltre 14 pattuglie piazzate in Piazza Partigiani alle 2 di notte per fermare le 3 auto in circolazione.
Piuttosto, a cercare i bandi di ragazzi armati di bombolette...? Niente.
Dovrebbero pulire tutte le mura x un anno a cad.
Peccato che i ns LAW ENFORCEMENT non applica la legge.

@IrreverentItaly

Romamia ha detto...

Bene, grazie tante all'impegno di questo blog.
Sono d'accordo sul fatto, riguardo al degrado e assenza delle istituzioni, che è un problema specifico della nostra rometta e del sud più che dell'italietta.
Mi dispiace dirlo ma al nord la mentalità e l'impegno sono altra cosa.

bat21 ha detto...

Letto l'articolo. Nella realtà viene mantenuta una certa equidistanza nell'articolo, speravo in un qualcosa di più "cattivo" come giudizio.
(ps si dice che i graffiti degli antichi romani fossero indice di una certa scolarità, quelli di oggi sono ovviamente indice del contrario)

Anonimo ha detto...

Se non sparano merda non ti piacciono?

bat21 ha detto...

Tu hai una visione deformata della realtà. Questa città ha superato ogni oltre limite la decenza. Chi ne parla male non la sputtana ma le sta rendendo un piacere in quanto il primo passo per cambiare e' l'autoconsapevolezza della propria inadeguatezza.

Anonimo ha detto...

Si ma a te che te frega? Vivi in Lombardia e fai il pendolare con Verona...goditi la brianza e l'idroscalo.

Anonimo ha detto...

L'idroscalo è tenuto mejo de Villa Borghese

bat21 ha detto...

Si ma sono in regioni il cui residuo fiscale serve a pagare i salvaroma con cui vengono pagati i vigili romani, i lavoratori in ama e atac e i 60000 indefessi lavoratori comunali. Preferirei che quei soldi andassero in detrazioni Dell irap della mia e delle altre aziende (su tutto il territorio nazionale non solo nel lombardo veneto...). Qui si rischia il posto di lavoro "vero" dare lavoro "finto" a Roma. (ps questo discorso vale per Roma come per Napoli, Palermo, le regioni Campania, Sicilia e in generale per tutte le realtà con residuo fiscale negativo)

Anonimo ha detto...

il massimo sarebbe un cambio di mentalità esteso a tutti i livelli per cui nessuno fa graffiti perchè prende coscienza dei danni che fa agli altri;sarebbe molto piu efficace di qualsiasi legge e multa

Anonimo ha detto...

Bene! Ripeto: ma a te che cazzo te frega? Le tue tasse le paghi ai navigli.

Anonimo ha detto...

Zanzare comprese.
EPIC WIN!

College Street ha detto...

....il primo passo per cambiare e' l'autoconsapevolezza della propria inadeguatezza.

Esatto. Ricordiamoci che l'orgoglio di solito ci fa fare cazzate. Ci vuole autocritica per crescere.

Anonimo ha detto...

>> "Basterebbe vietare la vendita di bombolette spray"

A Chicago hanno fatto cosi ed ha aiutato parecchio.

Anonimo ha detto...

In effetti le regioni che versano più di quanto ricevono sono : lombardia, veneto, emilia romagna, piemonte, liguria, toscana e friuli.. Il resto (comprese le tutte le regioni a statuto speciale ( anche se il trentino e valle d'aosta spendono decorosamente i soldi) prendono più di quanto versano.

bat21 ha detto...

at luglio 28, 2014 3:32 AM http://scenarieconomici.it/dati-regionali-2012-shock-residuo-fiscale-saldo-attivo-per-95-miliardi-al-nord/
In realtà contrariamente a quanto si possa pensare il trentino alto adige nel 2012 ha avuto un residuo del 4% sul Pil quindi (anche se storicamente è stato un ciucciatore clamoroso di risorse) ora non lo è più.
Le regioni produttive nell'ordine sono:
1) Lombardia con un residuo insensato del 20%, credo un record mondiale. Poi le imprese fuggono in Svizzera, rendiamoci conto che non parliamo di Romania o Tunisia ma gli imprenditori preferiscono andarsene in Svizzera!
2) Emilia Romagna, parliammo dell'11% residuo mostruoso. Bello far pagare le tasse alle imprese terremotate per sostenere i vigili romani vero?
3) Veneto, appena dietro l'Emilia. Qui gli imprenditori si telefonano per chiedersi quando chiuderanno (non è una mia invenzione vi ricordo che lavoro a Verona)...tasse per tutti ma i salari accessori degli oltre 60k utilissimi dipendenti pubblici romani non si toccano vero?
4) Piemonte. In crisi nera, per motivi fiscali la Fiat ha fatto quello che sappiamo...meglio far fuggire la Fiat ma mantenere il carrozzone Atac senza privatizzare nulla giusto?
5) Toscana con un residuo al 6% è messa male anche lei.
6) Trentino e Marche di poco sopra al pareggio
7) Lazio praticamente in pareggio.

Le altre regioni sono in forte passivo.
Nel caso specifico del Lazio Ricolfi nel suo magistrale il sacco del Nord scrisse che il dato del Lazio in realtà va visto come la conseguenza della presenza di Roma che affossa la regione. In verità il dato laziale sarebbe simile a quello toscano se non fosse per la zavorra di Roma.
Oltre essere immorale tenere in piedi carrozzoni a spese dei contribuenti virtuosi è anche sbagliato economicamente in quanto un sistema simile premia chi viene trainato e penalizza chi traina. Roma come il meridione deve imparare a nuotare a costo di affogare! Personalmente dico basta a questi trasferimenti di risorse.

(Ps generalmente le capitali degli altri paesi hanno rsidui fiscali elevati in positivo, ovvero sono trainanti non trainate. Londra, Parigi e Madrid hanno dati che la penosa rometta si sogna...ma agli abbbbitanti che je frega abbasta che c'hanno er lavoretto ar ministero o all' atac o ar comune per non fa una mazza tutto er giorno e poi annà all'olimpico cor timmaxe a tifà la Riomma....mi dispiace solo per i tanti cittadini per bene, probabilmente la maggioranza dei Romani, tra cui tutti i miei amici e parenti, costretti a vivere in questo disastro antropologico che non hanno altro sfogatoio che questo blog o la crezione di ridicole convinzioni per cui comunque stanno vivendo nella città migliore del mondo oppure che tutto il mondo è paese e anche da altre parti la situazione è la stessa)

Anonimo ha detto...

Residenti di roma schifosi. Sono romano (che è diverso)

Anonimo ha detto...

Bat21 ma tu sei su Facebook? Ma tu non eri quello che sparlava degli impiegati che scrivevano durante le ore di ufficio? Ma tanti tuoi commenti se non sbaglio sono fatti proprio in ore di ufficio? Ma tu sei quello di EF SANTA BARBARA? Certo se tu fossi quello mi sa che predichi bene ma razzoli male.

bat21 ha detto...

Ef santa barbara? Che e' un nome in codice? Io non scrivo quando lavoro...

Anonimo ha detto...

Forse la capitale andrebbe spostata a Milano.

Di solito le capitali si trovano nella zona più economicamente sviluppata e culturalmente evoluta del paese (fa eccezione Berlino).

ShareThis