L'inferno del degrado di Roma ancora sui media nazionale. Il sindaco Ignazio Marino su In Onda di La7

19 luglio 2014

Ci sarà, anche da parte nostra, un po' di soddisfazione nel vedere che i nostri temi, che - considerati dei pazzi o dei fissati dai più - propugniamo da anni ora diventano temi e modalità dei servizi giornalistici della tv nazionale. Questo ci hanno fatto notare con insistenza i nostri lettori, su Twitter soprattutto, quando questa puntata di In Onda dedicata al degrado di Roma è andata in onda. Ma c'è soprattutto amarezza. E' vero che mancano i soldi (è vero fino ad un certo punto...); è vero che le amministrazioni precedenti hanno sbagliato tutto; è anche vero che qualche segno di discontinuità si sta cercando di dare. Ma è soprattutto vero che - guardate il primo servizio - al sindaco Ignazio Marino fanno vedere il filmato del mercatino del rubato e della monnezza di San Giovanni in Laterano e lui si mette a parlare dell'Ama e delle discariche. Ma cosa c'entra? Ma come è pensabile che dopo un anno il primo cittadino non conosca nulla dei problemi della città? Non li immagini neppure. Chi consiglia quest'uomo? Da che figure è circondato? Chi lo manda allo sbaraglio in questo modo? Come è possibile che il sindaco ancora faccia accenno al bike-sharing elettrico (una presa per i fondelli peggiore dell'attuale situazione del bike-sharing) invece di fare riferimento al fatto che a margine del Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari si potrebbe (destinando a questo servizio solo il 7% degli impianti) avere in pochi mesi un bike-sharing di altissima qualità da 330 stazioni? Il bike-sharing elettrico del sindaco, pensato solo per tagliare un nastro e per rispondere alle critiche della stampa internazionale sull'attuale sfacelo del bike-sharing romano, sarà dotato di meno di 10 stazioni. Più danno che una presa per i fondelli. E via così, per tutto il resto, nell'incompetenza più totale. I problemi si superano solo con lucidità e visione. Qui siamo a dei livelli inaccettabili e un sindaco così impreparato e mal consigliato è facilmente strumentalizzabile. Se poi questa impreparazione è portata in tv rappresenta una umiliazione per la città.

34 commenti | dì la tua:

Bat21 ha detto...

Purtroppo Marino non è adeguato come amministratore. E' uno con una visione del mondo da sinistrorso sbracato in totale disconnessione dalla realtà, circondato da squali che possono approfittare di questa sua dicotomia col reale per continuare ad alimentare le tantissime lobbies parassite che bloccano l'urbe (pubbliche, private collegate col pubblico e private). Ma forse qualcosa sta cambiando: avete letto che partono le prime lettere di licenziamento all'ama? La cosa scandalosa e' che Marino voleva provvedimenti pesanti e il pd l'ha frenato! Speriamo di vedere un altro film per il futuro...

Anonimo ha detto...

Ma questa e' stata detta qualche giorno fa? Ci ripetiamo? Della serie l'importante e' alimentare!

Anonimo ha detto...

Esci e vattene al mare coglione!

Anonimo ha detto...

Marino sarà anche poco adeguato, ma nel PD romano non vedo altre figure decenti, per non parlare della destra che è stata al governo di questa città per 5 ANNI evitando di risolvere i problemi che ora usa per attaccarlo. se penso all'alternativa a Marino attualmente presente in questo momento a Roma mi sento male.

Anonimo ha detto...

Non so se e' disconnesso dalla realta' o se sta cercando di combattere i poteri forti che hanno rovinato la citta' e che vogliono fargliela pagare, in tal caso tanto di cappello.
Roma non puo' permettersi un'altra accoppiata Alemanno-Polverini - i peggiori tra i peggiori- che hanno sputtanato la destra ed i suoi valori....

Anonimo ha detto...

Io credo (spero) che Marino stia cominciando dai macro problemi (come il riassetto delle municipalizzate) per poi focalizzarsi sui temi del decoro, che sono si più frustranti ma che non hanno un impatto sui bilanci comunali che è il più grande freno per la ripresa della città.

Anonimo ha detto...

Ormai quegli individui rispondono così anche alle forze dell'ordine. L'unica soluzione è puntare tutto sulla Polizia Roma Capitale, deve diventare efficiente e presente, con agenti allenati e giovani pronti ad ammanettare quella feccia e a sanzionare gli scorretti.
Dare la sensazione di CONTROLLO..... e allora vai con le multe agli adesivari (affittasi/traslochi/pubblicità), vai con le sanzioni ai trasgressori della sosta selvaggia, vai con gli arresti ai ladri sui mezzi pubblici. Controllo del territorio!

Anonimo ha detto...

E' scandaloso: questo non sa niente, non sa che pesci pigliare, non sa in che condizioni è Roma. Pazzesco!

Anonimo ha detto...

concordo col commento del luglio 19, 2014 12:08 PM
parlare male di marino è la cosa più facile e dimostra che roma è abitata mediamente da esseri di una stupidità disarmante.
pretendere che un sindaco in un anno faccia quello che non è stato fatto in 50 non sta ne in cielo ne in terra.
anzi sta pedonalizzando il tridente e non è poco.
fa quello che può in una città abitata da trogloditi

Il Paese di Bengodi ha detto...

Ogni tanto qualche buona notizia...

Il capoccia di 21 luglio è stato minacciato di morte dagli zingari del campo della Barbuta durante uno dei suoi convegni buonisti

Ti mando in coma se parli del mio campo

Andate al minuto 1:05

Guardate come balbetta esterrefatto il radical chic subito dopo.

BENVENUTO NELLA VITA REALE

E SE OSI RISPONDERE, TI DENUNCIAMO PER RASSSSSSSSISMO!

Bat21 ha detto...

12:08 siamo d'accordo sul riassetto delle municipalizzate ma il sindaco ha un approccio troppo light sul tema. Vuoi per la sua formazione di sx estrema vuoi per il partito dietro che lo frena, sta cercando di scavare un tunnel con un chiucchiaino mentre bisognerebbe utilizzare benne da miniera ed esplosivi. Qua bisogna rendere economicamente sostenibili quei baracconi col pugno di ferro licenziando e privatizzando ed applicare lo stesso metodo a tutti i dipendenti comunali. Sottolineo che non sono filo Alemanno minimamente c'è l' ho particolarmente con lui perché, in virtù delle sciagurate politiche clientelari che ha compiuto, ha avvicinato ancora di più Roma alle Napoli o Palermo del caso. E' una vergogna incommentabile ed in un paese normale sarebbe finito sotto inchiesta per quanto successo.

Anonimo ha detto...

bisognerebbe fare qualcosa contro la sosta selvaggia delle auto blu in centro.....ieri ce ne era una anche nell'area pedonale di via frattina!!!!!! oltre a altre 9 in divieto di sosta e fermata su via del corso all'altezza di piazza s.lorenzo in lucina!!!
qui una foto
http://i.imgur.com/ZgU6CBF.jpg?2

Anonimo ha detto...

Li licenziamo a quarantanni?

Anonimo ha detto...

Ma per caso sei un cacciatore di auto blu? Ognuno ha le proprie passioni ma la tua non l'avevo mai sentita.

Anonimo ha detto...

Argomento gia' inserito qualche giorno fa', nonostante qualcuno ve l'ha detto riparate dello stesso argomento! Ma non avete proprio da fare altro in questa giornata di sole? Vi anticipo, sono ar mare! Un pensierino a Bat21 da stamattina all'alba che stai sopra questo blog, tu l'hai preso proprio come lavoro a tempo pieno.

Anonimo ha detto...

Pero' i conduttori non mi sono sembrati preparati e non lo facevano parlare. Specialmente Sottile faceva molta confusione e demagogia. Ottimo Nardella. Personalmente credo che Marino stia-molto faticosamente- tentando di invertire la rotta su alcuni grandi problemi cronici di Roma

Anonimo ha detto...

Anonimo 10.49, allora e' vero come era scritto in un commento di qualche giorno fa che quelli di RfS sono piu' volgari degli antichi! In ogni caso l'argomento e' stato inserito qualche giorno fa, ho controllato ed e' vero!

Anonimo ha detto...

Marino ha dimostrato fegato sia all'acea che in Romametropolitane. Ora è fondamentale che non retroceda di un millimetro sullo scandalo Cartellopoli e l'approvazione di un PRIP rigidissimo.

Anonimo ha detto...

Anche in Ama non le ha mandate a dire... Tutto ciò, a Roma, e' una rivoluzione!

Anonimo ha detto...

Amici qui tutti vogliamo il bene della città, per questo ci scaldiamo di fronte a tanta ignavia. Va benissimo la denuncia (questo blog ha fatto storia) va bene indurre le istituzione a fare il loro lavoro e a migliorare, ma quello che serve è un grandissimo cambiamento di mentalità. Su questo aspetto dobbiamo essere noi ad aiutare questo cambiamento. Non fermiamoci alla foto o al commento, andiamo oltre. Nel nostro piccolo rendiamo la vita dura ai prepotenti e agli arroganti. Cominciamo dai quartieri dove viviamo rimuovendo da noi i piccoli cartelli abusivi attaccati nei pali e recinzioni, chiamiamo la polizia quando vediamo un abuso che può andare dall'occupazione di un marciapiede di un cocomeraro a una sosta in divieto. Pretendiamo dal municipio la diserbazione delle aree verdi e via dicendo.... Siete d'accordo?

Anonimo ha detto...

Ma non è fantastico...? Dice soMarino che dal 31 luglio sarà unaltra RomA. Al rientro dal mare speriamo di ritrovare almeno la strada di casa!!!

Anonimo ha detto...

Quà però in questa trasmissione c'è un NON DETTO ENORME.

Mi stupisce l'impreparazione dei gironalisti sul tema:
Il corpo dei vigil urbani che è IN GUERRA con Marino poichè vuole fare pulizia al suo interno.

Il potentissimo corpo dei vigili urbani romano fa paura ai due peraltro bravi giornalisti che non hanno il coraggio nemmeno di nominarlo.

Ilpunto è li: se le persone a Roma fanno quello che fanno è perchè si sentono IMPUNITI nel fare quel che fanno.

Marino ha provato a toccare i fili come nessun sindaco ha osato fare prima di lui e ci stava quasi rimanendo secco.

Se a Roma nessun sindaco ha il potere di controllo e comando (reale) dei vigili urbani, Roma NON PUO' cambiare.
Nemmeno se scende Gesù.
strano che su una puntata di "inchiesta" su questo tema i giornalsti sembrano cadere dal pero...

Anonimo ha detto...

Finchè anche i giornalisti sembrano ingenui e non vanno a sentire le voci reali del sottobosco di come le cose a Roma girano e funzionano, queste cosiddettte "inchieste" ce le possimao anche risparmiare.

Nessuan città può cambaire se hai contro il corpo dei Vigili urbani.
Marino si è accorto che ilrecentissimo concorso dei vigili assumeva tutti parentie amici dei vigili in essere e ha cercato GIUSTAMENTE di fermarlo.

Notate che Marino non OSA pronunciare e dire 2 parole sui vigili che NON fanno il loro dovere. Perchè non mi venite a dire che delle macchine poarcheggiate in modo assurdo se ne accorgono SOLO i cittadini con le telecamere e i vigili PAGATI e ASSUNTI per questo non riescono a vedere nemmeno un elefante in divieto di sosta....


Anonimo ha detto...

E poi lo sanno anche i bambini che a Roma il PD non vuole che MArino si metta ad aggiustare le cose DENTRO le municipalizzate.

Andrebbe a pestare troppi piedi di persone molto benestanti che campano di incarichi di dirigenti nominati politicamente.

Bacini di voti enormi ANCHE per il PD.
Infatti ha creato scontento PROPRIO in quegli ambienti (che contano).

Perchè a quest agente dei cittadini ceh vivono a Malagrota non gliene frega un cazzo...(francesismo)

Meglio non cambiare nulla per non disturbare TUTTI gli equilibri di SOldi e potere dentro il PD romano.

Marino va dritto e se prima non LIBERA le minicipalizzate dai pretoriani di tutte le correnti, queste NON POSSONO FUNZIONARE.

ATAC(tutti assunti come dirigenti le shampiste)
AMA: no comment.
Acea: questione dei manager.

Al PD fa comodo che non cambi niente: troppi scontenti, e non è nemmeno una questione politica..

Anonimo ha detto...

Ah dimenticavo Roma MEtropolitane:
ha dovuto cambiare i vertici e sono arrivati i soldi un giorno dopo...

Ripeto: mi stupisce l'impreparazione dei giornalisti.
Essi sono TENUTI a seguire questi retroscena e le voci "del popolo".
Che poi basta fare 2+2.
E' proiprio vero che il giornalismo investigativo in Italia non ce lo possiamo permettere.

Oppure sono VERAMENTE INGENUI (francesismo..ndr)

Anonimo ha detto...

Quindi la colpa e' dei vigili. Grazie per avermi aperto gli occhi

Anonimo ha detto...

no, non può essere colpa dei vigili, sicuramente non è di loro competenza

Anonimo ha detto...

Bravo! Quindi non rompergli i coglioni.

Romamia ha detto...

Marino è stato veramente penoso e non ha risposto a nessuna domanda specifica. Vive da un'altra parte.
Comunque soltanto l'esercito può mettere ordine in questa città.

Anonimo ha detto...

Prego.
basta vedere le cose che ti passanno davanti al naso...

prova chiamare i vigili a Roma per far fare una multa a una auto in sosta vietata a Roma e confronta con la stessa chiamata a Milano.

E fai come la settimana enigmistica: scopri le differenze..

Fai 2+2.
Non aggiungo altro!

Aprite gli occhi che i vigili romani sono una lobby potentissima.

Anonimo ha detto...

Trogloditi siete voi che perdete tempo a scirvere queste cose! Lo sappiamo benissimo che non può essere colpa solo di Marino, dopo 50 anni in cui nessuno fa niente, ma l'attuale sindaco sembra stia addirittura peggiorando la situazione! Per questo ci lamentiamo!

Anonimo ha detto...

la teoria e' buona, gli effetti ancora non si vedono. Poi si e' perso con un po di demagogia buonista, ma rispetto a quello che si era presentato come legge e ordine e ci ha lasciato le macerie, tanto vale tenersi il buonista

Anonimo ha detto...

I coatti che pur essendo in difetto minacciano, andrebbero passati per le armi

Lorik ha detto...

"I coatti che pur essendo in difetto minacciano, andrebbero passati per le armi"

concordo!

a Marino gli fanno la domanda: ma gli scooter sul posto del bike sharing?? e lui risponde col car sharing....

ShareThis