Garbatella quartiere modello? Garbatella urbanistica e architettura affascinante? No, Garbatella luogo mostruoso da cui scappare. Ecco le foto

3 luglio 2014

















30 commenti | dì la tua:

Stefan ha detto...

oh molto pittoresco, come Bagdad.

maxfilippi ha detto...

Che dire, sono nato e vivo a Garbatella da quasi 60 anni. Ho visto questo quartiere morire lentamente tra l'indifferenza, la maleducazione, la strafottenza. Ormai è un suk a cielo aperto, rom che girano continuamente indisturbati con bastoni uncinati a frugare tra i cassonetti stracolmi di immondizia di ogni tipo, sporcizia ovunque. Molta maleducazione. Auto parcheggiate nei posti più impensati. Insomma un vero schifo e siamo ancora fortunati rispetto ad altri quartiere della "capitale". Amministrazioni malate che in decenni hanno vomitato fuori tutto il loro schifo e il loro disagio interiore. Hanno creato fuori quello che sono dentro. Questa ormai è la Garbatella, questa ormai è Roma.

Anonimo ha detto...

Garabatella, Prati o Tuscolana ormai ci possiamo fare il gioco della Settimana Enigmistica "trova le differenze" tutta la città è ridotta allo stesso modo e non solo per le bancarelle, se penso che qualcuno ancora spende un botto di soldi per comprare casa in questa città mi viene da ridere.

Anonimo ha detto...

RFS sarebbe simpatico se tu lanciassi una sorta di "concorso" dal titolo tipo questo:

"TI SFIDIAMO AD INDIVIDUARE E SEGNALARCI almeno un banco ambulante "autorizzato" romano che sia gestito nel rispetto delle leggi e norme italiane"

@dottorpav

Anonimo ha detto...

Ci passo tutti i giorni. Mai visto un vigile fare qualche multa. Hanno i permessi per i banchetti? E i furgoni parcheggiati ovunque invece hanno una particolare immunità? Oltre all'amministrazione (se così si può chiamare) comunale, Clement che dice? E il Presidente della Circoscrizione? E la Guardia di Finanza qualche controllo ogni tanto lo effettua?

Anonimo ha detto...

@dottorpav.
Aspetta eh? Che te lo stiamo andando a fare il controllo del banco a Viale America. Ahahah

Anonimo ha detto...

Le foto non rendono giustizia allo schifo che sopportano tutti i giorni quelli che in Via Caffaro (e dintorni) ci vivono. Tra doppie file selvagge (ieri in via Niccolò da Pistoia come non c'era più posto neanche in doppia fila...letteralmente), condizioni pietose di edifici e marciapiedi (fatevi un giro a via Adorno Girolamo), strade e marciapiedi costantemente invasi dalla spazzatura a bordo strada (vedi Via Badoero) solo per citare alcuni esempi concreti... quello che si vede dalle foto è solo la punta dell'iceberg contro cui si sta andando a schiantare il quartiere. A questo proposito colgo l'occasione per ringraziare della situazione IGNAZIO MARINO e ANDREA CATARCI

Anonimo ha detto...

i mali di roma sono esplosi con l'arrivo degli immigrati

il 90% dei bancarellari, degli accattoni, dei bivaccatori, degli abusivi, dei lavavetri, dei posteggiatori, etc sono immigrati

è ovvio che una città allo stremo come roma non può permettersi un milione (ma sembra che siano di più) di immigrati sul territorio, tantopiù considerando le carenze ed i limiti strutturali, occupazionali, sociali e di servizi di questa città

questa amministrazione è chiaramente incapace di risolvere alcunché ma di certo una città senza immigrati presenterebbe una difficoltà di gestione molto minore

purtroppo si è adottata una politica di "invasione" che è assolutamente fuori controllo, e le varie mafie che gestiscono roma ovviamente ne approfittano per avere manovalanza a basso costo

il paradosso però è che questa illegalità diffusa rappresenta una sorta di ammortizzatore sociale per far sì che il crimine non dilaghi totalmente

un milione di immigrati senza arte ne parte, senza lavoro e di certo senza un bagaglio personale fatto di rispetto delle regole (basti pensare ai luoghi di origine) è di fatto una bomba sociale ingestibile. Tra i due mali evidentemente viene scelto quello minore, ecco perché l'illegalità è tollerata. Ma di questo passo, con l'arrivo di altri milioni di desperados e con il tracollo dell'economia locale (turismo e commercio in primis) roma è destinata ad affrontare disordini sociali davvero gravi a breve

per imporre la legalità a roma sarebbe necessario allontanare decine e decine di migliaia di immigrati, ma non c'è la volontà politica di farlo, anzi, la situazione peggiora ogni giorno di più

il botto finale prima o poi arriverà per questa martoriata città, e dovremo ringraziare i nostri politici buonisti

Anonimo ha detto...

evidentemente ci stiamo preparando per entrare nel "califfato"

credo che solo l'intervento dell'esercito e la corte marziale possono salvare questa città ormai

di certo personaggi inutili, costosi e dannosi come (so)marino devono essere messi in condizione di non nuocere. Un sindaco così fa solo danni

Anonimo ha detto...

Comunque ricordate, che la colpa è anche (se non principalmente) DI CHI CI COMPRA

Anonimo ha detto...

E' vero, la colpa è di chi compra, ma è altrettanto vero che l'occasione fa l'uomo ladro...voglio dire che per mille motivi, in primis quelli economici,si pùò essere attratto dalla merce di bancarella. Non siamo svedesi, abbiamo geneticamente secondo me una propensione alla trasgressione, per cui se la bancarella c'è, acquisto, se il posto in doppia fila non è sanzionato, parcheggio, e così via. Non sto dicendo che sia giusto, intendiamoci bene, ma quando il pesce puzza dalla testa.....

paola ha detto...

FORSE dico una scemenza, però se invece di fare qualcosa continuiamo a fare esercizio di tastiera,noi ci infuriamo ma niente cambia. Io abito all'eur e ogni volta che passo davanti al Gay Village o Rosati o La Bibliotechina e vedo tutta quella gente in balia dei parcheggiatori abusivi mi chiedo : ma queste sono centinaia di persone, e se cominciassero TUTTI dico TUTTI a chiamare i vigili o la polizia per segnalare la cosa? Dovrà o no arrivare qualcune se chiamano centinaia di persone?? E ripetendo la cosa tutte le sante sere ?? Allora se ognuno di noi che passa per un marciapiede così ostruito dalle bancarelle telefona o scrive (a chi?? DECIDIAMOLO INSIEME quali sono i numeri da tartassare) per protestare perchè sei con il passeggino e non si riesce neanche a passare, o perchè sei con nonno in carrozzella e i passaggi pedonali sono occupati, o perchè i parcheggi in doppia fila specie dei furgoni hanno creato un ingorgo pazzesco, anche in questi casi centinaia di segnalazioni potrebbero forse servire? Quanto meno mi levo la soddisfazione di rompergli l'anima! Tanto sennò qui su RFS stiamo solo a chiacchierare !!

Anonimo ha detto...

la colpa è di chi compra ma fino ad un certo punto, perché le autorità hanno il dovere di prevenire queste situazioni

è come mettere sullo stesso piano lo spacciatore ed il tossicodipendente

è ovvio che il tossico va curato e lo spacciatore va ingabbiato

Anonimo ha detto...

perché fino a pochi anni orsono questo fenomeno non esisteva o era davvero limitatissimo ?

perché non c'erano milioni di immigrati

oggi rimuovere le situazioni di degrado e di illegalità sta diventando quasi impossibile, perché non sanno dove cazzo mettere milioni di desperados

se un singolo vu cumprà manda all'ospedale due vigili (come accaduto giorni orsono) ve lo immaginate cosa significa imporre regole e leggi a milioni di persone che di certo non sono così disabituati alla violenza ?

oltretutto questa gente è manovrata dalle mafie, che di certo soffierebbero sul fuoco e aizzerebbero questa marmaglia

risultato ? la guerra civile

ormai siamo al punto che per risolvere questo problema serve soltanto l'intervento dell'esercito ed una politica sistematica di espulsioni

e adesso aspetto i soliti commenti che mi daranno del fascista e del razzista...

e così non si risolve un cazzo e anzi, ogni giorno è peggio

ma lo capite che roma (e l'italia) sta diventando una polveriera sociale che prima o poi esploderà se non fermiamo l'immigrazione in tempo ?

Anonimo ha detto...

e poi parlano di mettere il POS a commercianti e artigiani

mi sta bene, ma perché il sommerso cinese ed i bancarellari nessuno li tocca ?

forse forse... c'è un po di corruzione alla guardia di finanza ???

nooooo... ma davvero dici ???

alice ha detto...

@paola

Non è assolutamente una scemenza quello che dici, hai perfettamente ragione. Ma se perfino qui su RFS ogni volta che qualcuno prova a proporre qualche azione concreta e organizzata non c'è quasi mai nessuno che colga il suggerimento o che si attivi in modo coordinato, ma cosa vuoi sperare? C'è chi ha proposto la creazione di una lista civica che porti in comune le istanze di RFS, chi ha proposto di creare un'associazione che porti avanti iniziative coordinate di protesta, richieste di intervento dei vigili, etc. per evitare di essere deboli in quanto sempre soli... La maggior parte nemmeno le prende in considerazione, altri dicono che tanto non serve a niente... E invece scrivere qui e sfogarsi serve?
Se perfino noi che scriviamo qui sopra non riusciamo ad organizzarci in modo coordinato, ma di cosa ci lamentiamo poi che questa città continua a sprofondare nello schifo? Se le cose si vogliono cambiare si deve AGIRE IN MANIERA ORGANIZZATA E COORDINATA, altrimenti saremo sempre 4 gatti isolati che si scontrano col resto del mondo.
Come dici giustamente tu, per i vigili un conto è ricevere una o due chiamate, un altro sarebbe riceverne 100... ma qui la maggior parte preferisce subire il pizzo dei parcheggiatori abusivi, l'invasione degli ambulanti, i lavavetri, gli zingari che intossicano l'aria bruciando copertoni... qualcuno si lamenta qui sopra, pochissimi agiscono singolarmente, la maggioranza non fa nè l'uno nè l'altro.

alice ha detto...

Aggiungo che basterebbe mettersi d'accordo anche qui sopra, come dice paola: invece di limitarsi a pubblicare foto e denunce, una volta a settimana si prende una delle tante denunce che arrivano (selezionando quella che consente un intervento più immediato) e si definisce una strategia d'azione.
Esempio, strada X invasa da posteggiatori abusivi (oppure strada Y invasa dagli ambulanti, strada Z con locale che mette musica a tutto volume fino alle 4 del mattino, etc.): quanti leggiamo questo blog? 30, 40, 100? Ci mettiamo d'accordo per richiedere lo stesso giorno alla stessa ora l'intervento dei vigili o della polizia. Si chiama il centralino e si fanno risultare 50 richieste di intervento su uno stesso identico caso.
La polizia o i vigili non intervengono lo stesso? Bene, dopo pochi giorni si fa la stessa cosa per un altro caso e così via... Senza tregua, e se nemmeno questo basterà si prepara una bella denuncia collettiva per omissione d'atti d'ufficio.

Basterebbe che i gestori di RFS facessero questo piccolo salto di qualità rendendo questo blog una piattaforma per coordinare queste semplicissime attività e davvero cominceremmo a vedere qualche risultato invece di stare solo qui a sfogarci tra di noi.

Anonimo ha detto...

non so se fa più schifo la sfilza di bancarelle o la sfilza di furgoni, con tanto di generatore e tende varie a formare un unico agglomerato che fa tanto "calcutta"

grazie marino, che ti possano arrivare tutte le preghiere che i romani ti mandano ogni giorno...

Anonimo ha detto...

...FUOCO FUOCO FUOCO !!!

Anonimo ha detto...

Forse non avete capito che al bimbominkia tonelli, che spero prima o poi trovi qualcuno che lo addobba come un albero di natale, e ai suoi scagnozzi (tra cui il titolare del sito che presto si vedrà arrivare una camionata da querele..cominciasse a rompere i salvadanai o a trasferire il dominio all'estero) non frega nulla né della città né di fare azioni concrete. Loro sanno solo starnazzare come oche, puntano sullo sguup, sui click che arrivano (e magari guadagnano con i banner pubblicitari), sono amici dei bombolettari, dei magnaccia, dei parcheggiatori abusivi, degli spacciatori, chiedono er pizzo alle bancarelle...non è roma a fare schifo,sono questi sciacalli a fare schifo...i primi a latrare contro le bancarelle e poi son i primi a comprarsi la maglietta de a maggica falsa o l'orologio made in china...ma lo vedete che nessuno di loro ci mette la faccia? che la metà delle foto sono tarocche?Il tempo che impiegano a scrivere su questo sito potrebbero impiegarlo a fare denunce...ma troppa fatica, perché lì devi apparire con nome e cognome.Questi invece vivono nelle fogne.....

Anonimo ha detto...

Dice il sig. Abu Bakr al Baghdadi, "califfo dello Stato islamico", che in futuro Roma diventerà un caposaldo della loro futura nazione. Colonizzata attraverso di centinaia di migliaia di fedeli mussulmani che continuano ad entrare ed a mettere solide radici. Quindi anche voi romani iniziate a comprare il vostro bel tappeto per le prossime ore di preghiera con la testa rivolta in direzione della Mecca.
Vinceranno i signori islamici perché troppo motivati a raggiungere il loro obiettivo. L'italiano non opporrà alcuna resistenza.

Anonimo ha detto...

Amico mio io venivo da prati in centro e sta messa uguale! Roma è morta...:'(

Romamia ha detto...

Premesso che la maggior parte degli avventori alle bancarelle sono a loro volta persone immigrate. Al suk di piazzale flaminio vedo solo lavoratori stranieri a far compere, pochissimi italiani.
Condivido il post di Paola e Alice. Purtroppo al degrado totale contribuisce molto ma molto la mentalità menefreghista "romana"

Anonimo ha detto...

Ma quante bancarelle ci sono dentro questa città?

Anonimo ha detto...

Troppi venditori ambulanti sembra di essere in una citta' asiatica. Sig. Sindaco noi vorremo una piu' europea.

Anonimo ha detto...

vorremmo la nostra citta' piu' europea.

Anonimo ha detto...

Madonna che città di merda, ma come fate a sopportarlo?
Non si riesce a capire, forse alla fine ė vero che piano piano ci si abitua a tutto. Poi dopo 20 anni noti lo schifo tutto in una volta.
Basta che non ve ne scappate in giro per l'Europa, però, avete sporcato e mo' prima pulite, zozzoni!
Non vogliamo emigranti alti un metro e un barattolo, col petto villoso, il diploma di perito cameriere e l'accento insopportabile, grazie.

Anonimo ha detto...

Sicuramente è un'indecenza... legalizzata da chi approfitta dell'indigenza altrui.
Attenzione però a non cadere nella trappola della "guerra tra poveri"

Se i venditori ambulanti persistono significa che lavorano, ovvero significa che un gran numero di persone comprano approfittando dei prezzi convenienti... chi di noi non ha mai acquistato qualcosa in un banchetto in strada?? O chi di noi rispetta in modo esemplare il codice della strada evitando parcheggi in doppia fila, manovre selvaggie etc? Pensiamo di essere un modello di civiltà?

Io credo che sia un atteggiamento poco coerente generalizzare il problema con commenti del tipo.. bangla, zingari etc. sono solo espressioni razziste ed in tanto il problema resta lì e serviamo sul piatto d'argento al "potere" intolleranza e classismo... la suddetta guerra tra poveri.

Il fatto stà nel caro vita, nella diminuzione del nostro potere di acquisto che vale a dire perdita del posto di lavoro, stipendi miseri o arretrati non pagati. Grazie che poi la maglia la compriamo alla bancarella!!!
Spero che non sia la vostra situazione, ma vi assicuro che aprendo gli occhi oltre il proprio naso, si potrà verificare che è la condizione di molti... molti più di quanto si possa immaginare.

Purtroppo la causa del problema è così lontano dall'effetto, che impedisce di porci qualche domanda in più facendoci sparare a zero solo sulla facciata... quasi sempre il volto del più debole!

Mea culpa ragazzi! siamo tutti uguali... prima o poi!

Anonimo ha detto...

Chiedete una città più europea???
ma avete mai visitato o vissuto in una città europea?
Credo di no... perchè altrimenti avreste saputo che le città europee sono multietniche molto più di quanto lo sia Roma.
Con la bella differenza che lo "stato sociale" nella gran parte delle nazioni (non in tutte) tende ad avvicinare le classi sociali diminuendo lo stato di precarietà e disuguaglianza tra i cittadini comunitari e quelli extracomunitari.... ma è ovvio che il paradiso esiste solo nei nostri sogni!

L'intolleranza è dura da sconfiggere e forse fa parte del nostro essere ma Cari... viaggiate un pò di più... o leggete... o informatevi... o confrontatevi con la gente non solo con la TV e Facebook!! Capirete di non vivere in una città poi così malaccio... è il nostro governo che è incapace di governare e genera razzismo tra le "persone" che potrebbe ben condividere gli spazi di vita... ma questo costa troppo, i soldi servono ad ingrassare le loro tasche e le loro pancie!! Rendendoci sempre più ignoranti!

A noi riservano la disinformazione tramite la televisione... la corrosione di cervelli e coscienze attuata tramite social-network che ormai sono quasi unico appannaggio dello scambio tra esseri umani ed sarà sempre più improbabile farne a meno.

Ormai la frittata è fatta!!!
Per recuperare almeno se stessi.. spegnamo le tv e smettiamola con Facebook etc... e rimettiamo sul serio in funzione il cervello! ;)

Anonimo ha detto...

La Garbatella fa davvero schifo. Ci abito dal 1995 e non ne posso più. E' sporca, abbandonata a se stessa e, soprattutto, abitata da gente di basso livello civile e culturale. Un covo di comunisti.

ShareThis