Mercato Centrale di Firenze. Qualcuno mandi l'assessore Marta Leonori a vedere come si salva un mercato rionale da morte sicura

8 luglio 2014

Mozza il fiato la bellezza del Mercato Centrale di Firenze (http://www.mercatocentrale.it). Meno di una ventina di botteghe artigiane di alta qualità somministrano ogni genere di bontà trasformando direttamente le materie prime in prodotti preparati coi quali fare colazione, pranzo, aperitivo, cena. Poi ci sono i corsi di cucina, le iniziative tutto l'anno, la consegna a casa della spesa (ecologica). C'è tutto: enoteche, bar, produttori di pasta fresca, cioccolaterie, formaggerie, pizzerie a taglio e tonde, quello del lampredotto, quello del pesce fritto, quello delle polpette, delle zuppe, dei tramezzini e degli affettati. Tutto buonissimo. E l'apertura dalle 10 alla mezzanotte. Così - succede lo stesso in tutta Europa, dal mercato di San Miguel a Madrid alla Boqueria di Barcellona, dal Borrough Market di Londra al Chelsea Market di New York - si salva un mercato rionale dalla morte sicura che infatti stanno avendo tutti i mercati rionali a Roma. Che ancora aprono alle cinque di mattina e chiudono all'ora di pranzo. Così quando la gente normale (le casalinge non esistono più, qualcuno li avvisi) esce dal lavoro non troverà mai aperto un mercato manco per sbaglio. Geniale, no? In tutto il pianeta si sono adeguati ai nuovi stili di vita dei consumatori, idem in tutta Italia (un'altra bella iniziativa anche a Bologna con il Mercato di Mezzo), fa eccezione solo Roma. Inutile dire che il fallimento che stanno avendo tutti i mercati rionali è più che meritato per l'atteggiamento degli esercenti e per l'incapacità del Comune di organizzare, indirizzare, attrarre gli investimenti che, ad esempio a Firenze, hanno creato qualcosa di eccellente.

41 commenti | dì la tua:

sam ha detto...

se l'intento è di distruggere questa città....ci stanno riuscendo.

il problema principale è capire il motivo...PERCHE'?? perhcè tutti questo? a chi potrebbe giovare che vada tutto alla malora?

-se la città viene commissionata il PD potrebbe perdere voti
-altri disagi e Marino non verrebbe rieletto
che calcoli si sono fatti in comune?

bat21 ha detto...

Non c'è nessun calcolo sam e' semplice inerzia, incapacità e popolazione non evoluta.

Anonimo ha detto...

Proprio come il mercato di Via Magnagrecia a San Giovanni dove ti cade un cornicione in testa o compri frutta con sopra lo scarico dei tubi dal soffitto. Purtroppo lì decide il fioraio che il mercato non si deve rifare.

Anonimo ha detto...

Beh, ora non vorrete mica paragonare gli evoluti fiorentini con i romani, vero?

Anonimo ha detto...

ma come lo sanno tutti che se i commercianti a Roma chiudono "è corpa deeee pedonalizzazzzioni" ... "daaa spekulazzzione deeee murtinazzionali" e "dei vigggili che fanno eee murte 'nseconda fila"

Maurizio V. ha detto...

Questo non è un mercato rionale, questo è un Eatily comunale, con prezzi del tutto improponibii per un mercato rionale. Può darsi che sia un esito possibile per alucni mercatini del centro, ma dubito fortemente che vedremo legioni di clienti far la coda per comprare un caciocavallo a 30€ al Kg.

Se i commercianti alimentari, come i mercatini, sono in crisi la risposta è solo una: la grande distribuzione: un posto di lavoro in un grande supermercato ne sottrae 4 al piccolo commercio. E' una tendenza inarrestabile, che all'estero è cominciata ben prima che da noi. Per cui, come all'estero, finiremo per avere pochissimi negozi o centri (come quello di Firenze, o Eatily) per il commercio di qualità alta, i grandi supermercati per quello di qualità media (i discount per gli economici) e lo spazio per tanti commercianti di qualità media semplicemente tenderà a scomparire. Ma quello che è illusorio pensare è che tutti i mercatini e tutti i negozi attualmente esistenti possano trasformarsi in negozi di alta qualità. Non cè domanda sufficente, solo uno su 10 (forse) ce la farà.

Anonimo ha detto...

Avete capito? Non è un semplice mercato rionale, come indicato nell'impostazione dell'argormento, ma un Eatily comunale ( un caciocavallo a 30€ al Kg, avete capito!!!!!!!!!!!! ) pertanto - stiamo parlando di un ambiente particolare che merita un discorso particolare - dove giustamente e di un livello particolare frequentato da gente con un reddito economico particolare. Impostate l'argomento correttamente altrimenti normale che fate figurare che in altri posti c'è l'oro mentre da noi c'è la melma.

Anonimo ha detto...

Appunto. Dalle foto, ambiente e location mi sembravano tutto TRANNE che un mercato rionale.
Inteso dove fa la spesa la gente comune a prezzi normali.
Chi ha pagato ? Il Comune ? I "bancarellari" ? E a che prezzi vendono ? E a chi vendono ?

Anonimo ha detto...

anonimo 12.11,un caciocavallo a 30€ al Kg è un prezzo per gente comune che non sà neanche se ci arriverà? beato te!

Marco ha detto...

fatto sta che questi posti sono sempre pieni. forse comprare \ mangiare in un posto decente, senza puzze, monnezza etc. rende i frequentatori disponibili spendere un pò di più.
citando il Mercado San Miguel a Madrid è vero che li i prezzi sono alti, perchè è il più famoso. Ma basta spostarsi e andare al Mercado San
Anton, meno turistico, per trovare prezzi normali e, oltre ai bistrot stile eataly, un mercato vero e proprio, ma pulito e piacevole.

Anonimo ha detto...

anonimo 12.11,un caciocavallo a 30€ al Kg è un prezzo per gente comune che non sà neanche se ci arriverà a fine mese? beato te!

Anonimo ha detto...

a gente non riesce ad arrivare a fine mese e voi parlate di mangiare fuori o in location appariscenti? siete lontani dalla realtà.

Marco ha detto...

Oppure Mercado San Fernando.

Anonimo ha detto...

Marco, stamo a parlà de Roma e no a confrontarce col mondo intero. Sei uscito fori tema, respinto!

Anonimo ha detto...

questo è il primo piano, al piano terra rimangono le attività tradizionali

Roma fa schifo ha detto...

Ancora la tiritera della fine del mese? La gente non arriva alla fine del mese PROPRIO perché il nostro è un paese abbandonato che non esprime le proprie potenzialità. La gente non arriva alla fine del mese proprio perché non siamo più capaci di creare opportunità, lavoro, ricchezza, innovazione. La gente non arriva alla fine del mese proprio perché siamo gli unici ad avere i mercati rionali che chiudono alle 14 come succedeva quarant'anni fa.

Anonimo ha detto...

e qua so tutti morti de fame, gireno cor suvve e coll'iphonne, ma poi se scannalizzano der caciocavallo a trenta euri, e vanno a comprà la frutta da li marocchini, mah

Anonimo ha detto...

anonimo 12.38: 1° piano per i più facoltosi, piano terra per il ceto " tradizionale "! come conosci bene, facendolo notare, la differenza! quando si parla di comunale, come è stato impostato il post, dovrebbe essere il mercato di tutti e ancor più del ceto tradizionale. L'argomento come è stato impostato e' fuorviante!
hai ragione la vita è fatta a piani! più vai sù e più incontri gente che non guarda la realtà di giù e tantomeno se ne preoccupa perchè pensa che tutto debba essere a sua immagine e desiderio.

Anonimo ha detto...

anonimo 12.48, tu sicuramente non conosci cosa sia il lavoro. fai bene a stare in silenzio perchè non puoi capire di cosa stanno parlando in questo post.

Anonimo ha detto...

RFS 12.39. Altro commento "qualunquista". Che vorreste ? Che il banco del mercato rionale rimanesse aperto fino alle 23 in modo che i gastrofighetti possano fare shopping a tutte le ore ?
Non so se lo sapete, ma quelli che fanno i mercati veri, si alzano alle 5 (se va bene e non devono viaggiare) caricano frutta e verdura ai mercati generali e poi la vendono.
Un "banchetto" aperto tutto il giorno implica il doppio del personale e, soprattutto, una clientela che la giustifichi.
Giusto ricchi e gastrofighetti fanno la spesa al mercato dopo le 14 ...

Anonimo ha detto...

anonimo 1:01, ma perchè RfS non è composta da gastrofighetti? io penso di si!

Anonimo ha detto...

RfS 12.39, grazie che ci hai illuminati ora si che usciremo dalla crisi. Questo mondo aspettava te finalmente sei sceso sulla terra. Siamo tutti scemi ed autolesionisti, se non ci fossi tu dovrebbero inventarti caro RfS. SPERO CHE TI RENDI CONTO QUANTO SEI STATO RIDICOLO CON L'ULTIMA AFFERMAZIONE. La tritera del fine meseeeeee, prova a scendere in piazza e fare un'affermazione del genere e vediamo come ti risponderà la gente! Sei lontano dalla realtà! Il tuo mondo non è quello dei " tradizionali " ma di quelli del 1° piano che non sono interessati a quelli, che sono la maggior parte, del piano terra! Guardi le cose dall'alto in basso! Quello che non capisco visto che vivi in un paese ed una città sottosviluppati perchè non cambi aria, penso che i mezzi ( visto che sei del 1° piano ) non ti mancano ma mica sarai autolesionista.

Anonimo ha detto...

bello, bellissimo, ma appunto non è esattamente un mercato rionale...più un qualcosa adatto a zone centrali della città, dove ci sono turitsti, impiegati e liberi professionisti che in pausa pranzo ne approfitterebbero.
per quanto riguarda il fare davvero la spesa, a Garbatella e Circomassimo ci sono i farmer's market, che non sono affatto male:

http://garbatella.romatoday.it/garbatella/farmers-market-garbatella-inaugurazione-mercato.html

paola ha detto...

una sana via di mezzo è sempre la soluzione migliore: trasformare i mercati del centro in posti belli come quello che vediamo nelle foto, può essere molto interessante perchè si accaparra anche i turisti, esattamente come avviene a Barcellona. Questo non significa che invece i mercati rionali più decentrati debbano rimanere il porcile che sono attualmente, anche lì con una marea di illegali a vendere inutili cianfrusaglie, e che a fine giornata lasciano un immondezzaio a cielo aperto. I rionali meriterebbero una ristruttuarazione che li rendesse più puliti e più accoglienti, quindi INVITANTI, senza arrivare al lusso del centro.Per l'anonimo dell'1:01 PM, che sostiene che "Giusto ricchi e gastrofighetti fanno la spesa al mercato dopo le 14": sono sufficientemente educata per non mandartici pubblicamente, visto che io, e non certamente tu, lavoro full time e quindi sì, devo fare spesa non propriamente dopo le 14, ma veramente dopo le 18. Quindi sì, un mercato aperto dopo le 14 mi farebbe proprio comodo, ma non con gli avanzi che trovi oggi in quelli che 2 volte a settimana fanno orario lungo !

Anonimo ha detto...

Paola, potresti chiedere a Marino di tenere aperto un mercato fino a quando tu esci dal lavoro + 1 ora o più, con alimenti raccolti in giornata dalle 10.00 alle 12.00( esistono i centri commerciali anche in città, sei giustificata forse non lo sapevi ). Paola RfS parla di una altro mondo in questo post che non appartiene e considera me e forse anche te se fai parte dei tradizionali.

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno il pensiero di Paola e del post di RfS. Il mercato centrale di Firenze non sarà rionale, ma il mercato da strada aperto all'alba col truzzo che urla, le mosche e le vecchie coi carrelli è anacronistico. Tra quello e l'eccellenza stile eataly ce ne sono di sfumature a cui si può puntare senza far decollare i prezzi.

Anonimo ha detto...

ci sono e ci saranno sempre quelli che cercano la via di mezzo pur di non dire le cose come stanno. Rfs ci ha postato un argomento con delle foto di un mercato che ha classificato come rionale ( punto ) in realtà il mercato rionale è altro ( punto ) la via di mezzo è altro discorso ( punto ) RfS deve essere chiara quando posta un argomento( punto ) a meno che non lo faccia solo per farci parlare e screditare Roma in ogni caso ( punto ).

Anonimo ha detto...

Paola. Immagino che tu lavori tutti i santi giorni (domeniche comprese) fino ed oltre alle le 14 e vicino a casa tua NON ci sia uno straccio di supermercato/iper/discount aperto fino alle 20
Certo, avere un bel farmer's market aperto sottocasa fino alle 23 sarebbe il massimo ...

Anonimo ha detto...

Eh sì, i mercati delle altre città sono "mozzafiato", tutto ciò che sta a roma fa schifo. Stiamo un po' esagerando!!

bat21 ha detto...

Ha ragione Paola non esiste più la base sociale per un mercato aperto solo la mattina. Non esistono più le casalinghe, se i vecchi business non si adeguano possono solo morire

Anonimo ha detto...

Bat21 hai dato stamattina il buongiorno con un un commento che non c'entrava nulla con l'argomento è hai chiuso la serata con un apostrofo solito ripetitivo noioso ed inopportuno. Mi sa che stai diventando un caso patologico, cerca di uscirne. Sarai pure giovane ma hai una noiosita' di una persona di 80.

Anonimo ha detto...

Ehi Bat21 la tua citta'perfetta, nonostante sia abituata a condizioni climatiche particolari, oggi e' diventata lagunare. Vedi che che quando parli sei proprio un pallaro?

bat21 ha detto...

Io sarò vecchio dentro ma voi che passate il tempo a darmi fastidio non siete da meno...

paola ha detto...

vedo che c'è qualcuno poco pratico di spese alimentari..... Intanto vi preciso che la domenica i mercati rionali non ci sono, almeno dalle mie parti, quindi effettivamente NO, non posso farci la spesa. Il sabato invece se ne trovano, ma se siete attenti e fate spesa per la famiglia vi accorgerete che i prezzi del sabato (guarda caso) sono quasi sempre ben maggiori del resto della settimana..... Supermercati e centri commerciali ?? E certo che alla fine vado lì a fare la spesa, ma sicuramente lì non si trova quanto di produzione locale, fateci caso. tutto arriva da Spagna, sud-america.... restano i mercatini cosidetti "del contadino" , dalle mie parti ogni 15 giorni.

Venusia ha detto...

Questo è un mercato? Sembra il nostro Eataly in piccolo.
Comunque dappertutto, tranne a Roma, i mercati diventano posti di aggregazione curati e puliti. Spesso vengono recuperate vecchie e originali strutture come quello di Valençia, un esempio, che addirittura viene segnalato sulle guide turistiche della città.


Marco ha detto...

Rispondo al commento Anonimo di luglio 08, 2014 12:32 PM. Il problema è proprio questo. Noi dobbiamo confrontarci col resto del mondo altrimenti rimarremo sempre convintio che a Roma va tutto bene.

Anonimo ha detto...

A Marco ma se ce mettemo a confrontà con tutti non ce passa più e poi quelli mejo di noi nella vita ce sono sempre e allora che volemo fa ce volemo sparà. E daje prennemo a vita alla leggera o ce volemo ammallà? E ricordati che poi ce sono queli che te buttano a carota e tu pe pijarla rischi de farte male ma loro stanno sempre a galla anche a rischio di salirti in groppa, faje attenzione! Ciao a Ma

Anonimo ha detto...

Mercato rionale? Ma fatemi il piacere va! Dove sono le nonnine col carrello? I banchi di frutta?
Questo è un posto per gente impaccata di soldi, che nasce, come diciamo a Roma COR FIORE AR CULO.
Apritelo a via del quadraro, chiude il giorno dopo. Queste so prese per culo a chi vive di stipendio o pensione. Radical chic de sto cavolo...

Roberto ha detto...

Scusate ma lamentarsi dello sfascio e poi deturpare la lingua italiana scrivendo in romanaccio è un controsenso. I dialetti sono importanti come identità, ma la lingua nel nostro paese è una (ed un'opera d'arte di per sé).
Mi prenderò insulti per il mio commento, ma vorrei far riflettere su come prendersi cura della nostra bella lingua è molto simile a prendersi cura delle nostre strade.

Massimo Trabucchi ha detto...

Bhè, a parte l'evidenza che il mercato dell'articolo non è un mercato rionale, io la soluzione per i mercatini la avrei, basterebbe fare un accordo comune-regione-coldiretti (o chi per loro), rinnovare e ripulire i mercatini esistenti ed eventualmente farne di nuovi con banchi almeno decenti e darli in comodato d'uso con contratto agevolato tipo quelli a 99 anni in modo da coprire generazioni DIRETTAMENTE AI COLTIVATORI LOCALI, con controlli a tappeto ed obblighi di mantenimento del decoro pena l'annullamento immediato del contratto. Si darebbe lavoro a tanta gente, si aiuterebbe l'agricoltura locale e la gente tornerebbe di corsa nei mercati visto che i prezzi di prodotti buoni e genuini sarebbero molto più bassi visto che ora quei pochi che ci riescono devono pagare affitti assurdi (oppure non pagano affatto). Che poi sarebbe il principio dei Farmer Market che è però andato a scatafascio come un po' tutto in questa nostra bella città.

tea ha detto...

è molto bello il mercato di S. Lorenzo, confermo, ma non è un mercato rionale, i mercati rionali ci sono anche A Firenze, con le bancarelle sul marciapiede e i furgoni sulla strada, magari davanti a un incrocio.

ShareThis