Una passeggiata durante Santo Stefano al centro di Roma. Praticamente un continuo slalom tra le lamiere in divieto di sosta

28 dicembre 2013
























Il giorno in cui comprenderemo che la sosta selvaggia è una emergenza assoluta della città e che determina, a cascata, decine di altre sottoemergenze, sarà comunque troppo tardi. Auguriamoci comunque che quel giorno arrivi il prima possibile e che si inizi ad agire.
Foto Marco S.

25 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

La cosiddetta "sosta selvaggia" documentata in questi scatti fotografici è conseguenza della mancanza di posti auto sotterranei, sia per i residenti, sia per coloro che si recano in visita o per lavoro in quelle aree.
Il costante aumento del costo dei carburanti, con l'introduzione di accise sempre nuove, si riflette, comunque, anche su questa situazione. Da un lato i residenti manterranno ferme per periodi sempre più lunghi i loro veicoli. Dall'altro i non residenti arriveranno in dette zone sempre più con mezzi di trasporto collettivi. Il costo dei carburanti risolverà certamente una parte del problema, essendo in aumento vertiginoso e non più sostenibile per un gruppo sempre maggiore di proprietari di autovetture.

Anonimo ha detto...

Mancanza di posti sotterranei... E i GUP e tutti i parcheggi a pagamento (a prezzi irrisori) sempre vuoti...

Mettete insieme queste due frasi...

Anonimo ha detto...

Mancanza di posti sotterranei quando a suo tempo furono costruiti i garage sotto i condomini nei palazzi di nuova costruzione, ed adesso ci sono palestre e centri commerciali e si costruiscono o si progettano altri parcheggi.
In un centro commerciale posto sotto un ex garage c'è un cartello con su scritto di rivolgersi al garage a fianco per parcheggiare la propria vettura.
Bisogna quindi risalire indietro negli anni e vedere che i disastri di allora li staimo pagando adesso compreso quello di non aver incentivato il trasporto pubblico e la costruzione delle metropolitane, solo la linea A ci sono voluti decenni per metterla in funzione, perché si è sciaguratamente incentivato quello privato.
Le njuove metro hanno loro stesse dei problemi. Vedi la metro B che con l'apertura della linea fino a Conca d'Oro ha peggiorato il servizio per gli utenti invece che migliorarlo.
Purtroppo finiremo soffocati da questo mare di lamiere.
La gente è abituata a girare in auto anche se non ce ne sia bisogno.
Parcheggi dove capita anche quando a 100 metri c'è posto.
Tanto sanno che la tolleranza è infinita.
Chi ci rimette è sempre il più debole. Vedi i passaggi occupati senza che nessuno disincentivi questa brutta abitudine.
Non ci sono idee serie ma soprattutto non c'è capacità e volontà poi di applicarle.

Anonimo ha detto...

Il problema vero e' che ce una categoria di parassiti mangiasoldi che abdrebbe eliminata.....
I vigili.

Anonimo ha detto...

Parcheggi sotterranei...la parola magica per tutti qua dentro...
Sono anch'io stato a passeggio in quelle zone quel giorno e sul lungotevere i posti si trovavano.
La verità è che abbiamo tutti una strana forza magnetica che porta i nostri deretani a rimanere attaccati ai sedili delle nostre auto e che ci "costringe" a "parcheggiare" proprio sotto a dove dobbiamo arrivare. In altre parole seguiamo alla lettera il navigatore fino al punto di arrivo, né un cm prima né un cm dopo.
A confermare ciò vi dico che quando poi sono passato a Piazza Cavour, diventata un ottimo esempio di urbanizzazione moderna ed europea la situazione era la stessa nonostante il nuovo PUP.
In conclusione credo anche io che tanti interventi strutturali vadano fatti, ma il cambiamento deve partire anche dalle scelte individuali; e, nello specifico, non puoi addentrarti per i vicoletti del centro con la macchina e se c'è un parcheggio la devi mettere lì!

Anonimo ha detto...

* per parcheggio intendo PUP o qualsiasi parcheggio LEGALE.

Anonimo ha detto...

La mancanza di parcheggi - sotterranei o no - è una giustificazione al più parziale e spesso stucchevole. In centro, e almeno nella zona in cui vivo - via Nazionale - le possibilità di parcheggio sarebbero assicurate dalla presenza di non pochi garage privati. Eppure provate a chiedere al fine melomane che si reca all' Opera perché balza con la propria pregiata automobile sul marciapiede anziché usufruire di un posto a pagamento. Risposta scontata: il garage costa. In alcuni casi: me lo paga lei? Pezzenti, per cui la rata dell'auto di grido si paga con allegria e si risparmia scaricando disagi sulla collettività. Ma poi: è proprio necessario arrivare fino in centro con l'auto? Fermarsi prima in prossimità di un qualsiasi punto di scambio con un mezzo pubblico è un'ipotesi così peregrina?

Anonimo ha detto...

Si,belle parole,ma se devo prendere la macchina e poi fare piu strada a piedi di quella in auto... Mi conviene uscire direttamente a piedi..

Ci sarebbe poi da considerare che non tutti vanno li solo per passeggiare..
Mi piacerebbe vederli i posti sul lungotevere.. Le strisce blu non esistono piu. Magari si trovasse posto a pagamento!
Purtroppo la citta' e' al collasso

Anonimo ha detto...

E' al collasso, non si può, quando c'era lui...
Ma ci avete mai provato a fare più strada a piedi, soprattutto se si parla del centro?
Tutti si lamentano del traffico, dello smog, delle soste abusive però cazzo, quando si ipotizza di fare a piedi qualche centinaio di metri diventano tutti sindacalisti.
Le strisce blu non esistono più...ma cosa dici?
Una cosa l'hai detta giusta però, ti conviene andare a piedi. Vacci.

Anonimo ha detto...

Petrolio ad un prezzo 10 volte di più di quello attuale.
Poi Roma diventerà la Vienna del TPL e le strade saranno finalmente libere per passeggiare...
Il mio sogno per il 2014.

Buon anno a tutti....

Tramvinicyus

Anonimo ha detto...

mi viene da piangere.... una situazione estremamente fuori controllo.

diego ha detto...

Nel centro storico di Roma la soluzione non è certo e non potrà mai essere quella dei parcheggi sotterranei.
Chi sceglie di risiedere al Centro Storico di Roma deve mettersi in testa che NON POTRA' PIU' PARCHEGGIARE LA MACCHINA SOTTO CASA. Discorso chiuso.
Il centro storico di Roma ( tridente, Campo Marzio, Trastevere), deve essere semplicemente VIETATO ALLE AUTO PRIVATE! Tutte le auto private, comprese quelle dei residenti.
Il problema va risolto alla radice, non fantasticando (in malafede) sulla necessità di "creare" nuovi parcheggi, in un contesto urbanistico come quello del centro storico di Roma dove questi fantomatici "nuovi parcheggi" non si possono "creare" ...tranne quelli selvaggi ovviamente! Meglio se al posto di qualche tavolino all'aperto...( che brutti i tavolini vero?....)

Anonimo ha detto...

roma senza auto sarebbe uno spettacolo impareggiabile....

Anonimo ha detto...

Vedo che stè cacchio di Smart..le "intrufolano"dapertutto!Un auto diabolica..per i pedoni!

Anonimo ha detto...

ottimo servizio, l'unico modo di risolvere il problema è, come si fa in tutte le città del mondo civile, rimuovere le vetture con i carri attrezzi. Non ci sono scuse per questi comportamenti, ridicoli i commenti di chi giustifica....avanti così!.

Anonimo ha detto...

Dico quello che vedo.. Se magari uscissi invece di limitarti a fare il commento del commento...

Anonimo ha detto...

Il problema è proprio questo: si prende la macchina anche per fare meno di un km. Per cui parcheggiare regolarmente a 500m viene ritenuto inaccettabile...

Andrew ha detto...

Più aumenta la benzina ed il costo della vita in genere, più maledette macchine si vedono occupare il nostro centro storico. A Roma è ancora de rigueur mostrarsi belli con la macchina! Peccato che non hanno concesso anche agli elecotteri e aeroplani primati di atterrare a Piazza del Popolo, per poi seguire a parcheggiarli ovunque, come si usa fare con le macchine!!!

Signor Smith ha detto...

Ma avere un servizio pubblico così efficiente da rendere l'auto privata un lusso eccessivamente costoso, no? Troppo difficile?

Stefano ha detto...

Le multe però si cominciano a vedere.. Ci vorrà un po' perchè facciano effetto, ma di macchine multate ora se ne trovano!

Bat21 ha detto...

Ci vorrebbe il pagamento dell'ingresso nella ZTL come a Milano e Torino.
Anche per i residenti!

Anonimo ha detto...

Coraggio! Tra qualche decennio l'effetto congiunto di caro carburanti derivante dall'oil peak e diminuzione del potere di spesa degli italiani (= meno auto comprate e in circolazione) per rispettare pareggio di bilancio e fiscal compact, faranno sì che finalmente si tornerà a respirare e a camminare tranquillamente per le vie del centro...

Anonimo ha detto...

Non ci vado, ma se volessi andare al concerto di Circo Massimo la notte del 31, considerando che autobus e tram terminano le corse alle 21 (sic !) e che come almeno il 50% degli abitanti di questa città del quarto mondo la metropolitana non arriva nemmeno vicino a casa mia, come dovrei fare ? Prendere la macchina e parcheggiarla sotto l'Arco di Costantino ?

Anonimo ha detto...

No, prendi la macchina e la porti fino alla metro più vicino a casa tua. La metro va fino alle 2:30.

Anonimo ha detto...

Qui invece di potenziare e velocizzare il trasporto pubblico, lo si rende più caro (1,50€ per i mezzi di roma sono un furto).
Invece di fare parcheggi e regolamentare quelli già esistenti, si guarda solo agli automobilisti indisciplinati. Sia ben chiaro: danno enormemente fastidio anche a me, ma perchè i prezzi dei parcheggi sotterranei sono così alti?
E' assurdo che per lasciare l'auto per qualche ora in un parcheggio di scambio come quello del gianicolo si paghino 10€. Si pensa di incentivare lo scambio mezzo privato-mezzo pubblico in questo modo?

ShareThis