Nella "Città delle bici" (cit. Ignazio Marino) sulle ciclabili si edificano villaggi, slum e favelas. Ecco Ponte Duca d'Aosta

4 dicembre 2013










Ecco le foto della tendopoli lungo la pista ciclabile a Ponte Duca d'Aosta: queste sono state scattate la mattina di mercoledì scorso e, ripassandoci oggi, vi posso dire che il villaggio è in espansione.
Peraltro, martedì sera passavo di lì mentre stava per aver luogo una partita di calcio allo stadio: i due fuochi accesi a terra sotto il ponte (con fiamme da quasi un metro) e sono stati da me segnalati alla folta schiera di agenti della Polizia Municipale distaccata a Piazza Maresciallo Giardino i quali, ovviamente, si sono dichiarati ignari di ogni cosa.
Nonostante la promessa degli stessi agenti a prendere provvedimenti a riguardo, la situazione ad oggi è immutata.
Appare inoltre stupefacente che la Polizia Municipale, preposta in quella circostanza ad assicurare la sicurezza di un evento pubblico, non abbia fatto caso alle fiamme sotto al ponte, nonché alla folta schiera di parcheggiatori abusivi su via Capoprati.

Da ultimo, colgo l'occasione per allegare qualche foto di via Capoprati con particolare riguardo ad ulteriori insediamenti nascosti sugli argini del Tevere (specialmente tra Ponte Duca d'Aosta e Ponte Milvio) e allo stato attuale dei lavori del Ponte della Musica: quest'ultimo (inaugurato ormai da tempo) risulta ancora transennato agli accessi per le scale e alla discesa per i disabili. E' inutile sottolinearne la mediocrità dei lavori che hanno portato a una superficie stradale particolarmente sconnessa e pericolosa.
Assurdo poter credere che una passeggiata così preziosa per i cittadini sia tenuta in uno stato di abbandono simile.
Flavio A.

42 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

sono povera gente che non fa del male a nessuno. se i carabinieri arrivano li mandano sotto la pioggia.
siete senza cuore

Saverio ha detto...

Sicuramente è povera gente... che non faccia del male a nessuno è da provare. Ad ogni modo non sono senza cuore in quanto:
- campeggiare in città è vietato qindi non deve essere consentito a nessuno
- accendere fuochi in città è vietato quindi non deve essere consentito a nessuno
- se con una folata di vento una scintilla dovesse bruciare una tenda e dovesse morire una di quelle persone come la mettiamo? su chi cadrebbe la colpa?

Ci sarebbero tanti altri aspetti.. ma mi fermo qui

Anonimo ha detto...

Vabbè dai ma poverini sono senza un tetto. Che fastidio danno se piantano due tende dove non passa mai nessuno?

Anonimo ha detto...

Povera gente? Hanno fatto diventare Roma una citta da terzo mondo. Ma la vedete in che situazione siamo o avete il paraocchi?

Anonimo ha detto...

Cominciamo a mandare via gli stranieri che non hanno di che mantenersi in Italia e non hanno una casa dove vivere. E' quello che fanno in tutto il resto del mondo civile e l'Italia di oggi per come è messa non può farsi carico della povertà degli altri visto che non riesce a pensare alla propria.
Per quelli che legalmente non si possono mandare via invece dovrebbero pensarci i servizi sociali, andate a rompere le scatole a loro e sentire perché non fanno il loro mestiere e magari andate da Papa Francesco che ha tanto spazio in Vaticano dove potrebbe accogliere i senzatetto.

Anonimo ha detto...

Vorrei sapere quanti conventi sono stati poi aperti ai senzatetto dopo le belle parole di Papa Francesco... oppure una bella tendopoli in Piazza San Pietroo nei giardini Vaticani quando la vedremo? Se non danno fastidio lungo il Tevere non danno fastidio nemmeno nei Giardini Vaticani, anzi, lì lo spazio è anche più ampio e accogliente...

Anonimo ha detto...

io manderei via anche un pacco di italiani (o italiaCani) ma dicono non si possa :-(

Anonimo ha detto...

Finti buonisti questa è gente che non si integra e non lo farà mai perche non vuole e non perche non ne ha la possibilità. E voi che ancora li difendete che interessi avete.

Anonimo ha detto...

Ma poverini...non hanno un tetto...mettono una tenda...che male fanno?
magari ne mettono 20 di tende o magari una quarantina...poi vabbè i rifiuti...in un angoletto piccolo piccolo...certo se le tende sono 40 l'angoletto diventa un parcheggio di rifiuti intero...poi la tenda?? ma no possono pure mettere su delle baracche di fortuna...tanto non fanno male a nessuno (al limite crollano e paghiamo noi le spese sanitarie), poi magari un pochino di corrente dai pali della luce limitrofe...ma certo una TV non ce la metti nella baracchetta allora la corrente da più pali della luce...poi magari ognuno ha la sua automobilina...magari tedesca di grossa cilindrata e un parcheggio non glielo dai proprio sotto la baracchetta???
poi vuoi mettere che bello spettacolo per chi si è fatto un mazzo così, si compra casa regolarmente e li incontra per strada con i loro crrellini pieni di metallo? tutto però non facendo del male a nessuno, questo sia chiaro!
Ancora non avete capito che CHI agisce in questo modo lo fa perché sa perfettamente che può farlo a tempo indeterminato, se foste voi degli scapestrati che vengono da chissaddove, dove vi insidiereste? io sicuramente a Roma, puoi fare quello che ti pare SEMPRE

Anonimo ha detto...

sembrate senza cuore.
volevate uno stato democratico e moderno? ecco questa è la dimostrazione che volete democrazia e modernità ma non siete voi moderni. bisogna penare ai piu poveri, ai meno fortunati di noi.sono abbandonati a loro stessi, e nessuno sta facendo niente, anzi siete solo buoni a lamentarvi

Anonimo ha detto...

la cultura ROM bisogna rispettarla, bisogna rispettrae le tradizioni, come loro rispettano noi, noi purtroppo non li vogliamo,mentre loro si sono integrati, vivono in italia.
Non capisco perchè il comune non dia alloggi a queste sfortunate persone

Anonimo ha detto...

povera gente ? ma che cazzo dite. A parte che di accattoni non abbiamo bisogno e non andrebbero fatti entrare in italia, ma poi questa è anche gente pericolosa. Le ciclabili vicino campi nomadi sono off-limits, e casi di omicidio per rapina ce ne sono già stati.

Ma che si aspetta a cacciare via dall'italia sti immigrati di merda ?

Anonimo ha detto...

Visto che siamo senza cuore falli venire sotto casa tua. Ma non ti lamentare se poi respiri i gas dei fuochi di cavi elettrici che accendono. Non ti lamentare se sporcano. Non ti lamentare se ti entrano dentro casa. Poverini sono gli italiani che si sono fatti un mazzo così per tutta la vita onestamente e adesso non ce la fanno a vivere no questi che vogliono vivere come le bestie nella capitale del mondo.

Anonimo ha detto...

roma è peggio di calcutta

questo grazie ai buonisti maledetti che stanno facendo entrare milioni di accattoni

tanto per fare l'ultimo esempio, i cosidetti profughi scampati al naufragio di lampedusa sono stati fatti venire a roma dal nostro sindaco inetto, che ha pensato bene di dargli anche un sussidio (soldi nostri beninteso, non suoi). E adesso i cosidetti profughi si sono tutti dileguati. Avremo così aumentato due categorie che a roma ormai la fanno da padroni: accattoni e criminali.

marino pensasse ai romani invece che agli africani, ai rom e ai froci

la gente si è rotta il cazzo. State attenti politicanti buonisti parassiti, che prima o poi ci sarà la presa della bastiglia, con tanto di ghigliottine

Rozan Zamputti ha detto...

Dovete prima trovare il sindaco. A quanto pare è ancora non pervenuto. Che poi mi chiedo fanno a gara per fare il sindaco di Roma, ma perche? Quando sai in che situazione sta ma perche ti candidi. Ah giusto, 10000 euro al mese, dimenticavo.

Anonimo ha detto...

andate a vedere a 100celle al mercato "insieme" quello che fanno i rom i negozianti, che pagano l'affitto sono incazzati neri nessuno va a fare la spesa al mercato per la puzza e lo schifo che c'è. avanti tutta a roma città aperta

Anonimo ha detto...

Avete letto della guerra vergognosa che i vigili stanno combattendo contro il loro nuovo comandante? Minacciano di far rispettare il codice della strada (cosa per la quale sarebbero pagati), organizzano appostamenti contro il loro nuovo vice comandante, denunciano il fatto che questi è abituata a parcheggiare in divieto di sosta quando tutta la città affoga per le auto parcheggiate male.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/12/04/news/caschi_bianchi_sul_piede_di_guerra_pronti_allo_sciopero_delle_multe-72632059/

Sosteniamo il nuovo comandante, non lasciamolo solo, la battaglia si preannuncia durissima

Anonimo ha detto...

marino, marino, marino...

ti voglio al più presto sputar...

Anonimo ha detto...

I Vigili non ce l'hanno col nuovo comandante, bensì con Marino.
Informiamoci prima almeno.

Anonimo ha detto...

@Anonimo 10:36,
hai fatto affermazioni molto potenti, metteresti uno o più link che le confermino? Dove si dica del sussidio e del "dileguamento" dei sopravvissuti di Lampedusa.
Grazie

Venendo al tema, sarà un caso che gli accampamenti Rom e più in generale il degrado romano siano spesso lungo le ciclabili? Cito per esempio il campo (sgomberato ma recidivante) di Tor di Quinto o quello, ancora floridissimo, accanto al Ponte della Magliana.
Sono dell'idea che le ciclabili siano sempre più zona franca,terra di nessuno, che sfuggano ai controlli, perché tanto non ci passa mai nessuno salvo le domeniche di sole e perché sono state create non per soddisfare una vera esigenza di mobilità, ma per dare il solito contentino. Sono poche le piste romane che collegano effettivamente due luoghi, molte portano al nulla, sono a "scopo ricreativo", per le famigliole...poi per gli spostamenti veri affari tuoi. E' questo il senso purtroppo, e lo dice uno che si sposta in bici quasi tutti i giorni.

Cocis ha detto...

Certo che a leggere i vostri commenti c'è da aver paura!

Per inciso, in Baviera c'è una legge federale che nega la presenza di barboni per le strade della città. Se infatti girate per le strade di Monaco, Norimberga, Bamberga etc, non ne troverete uno... sono tutti a Francoforte, dove questa legge non è presente. Pero' a Monaco sono contenti, eh

Anonimo ha detto...

dei sussidi e del dileguamento degli africani "invitati" da marino ne parlavano solo alcune testate giorni orsono. Il giornale d'italia e pochi altri

non sono infatti notizie "politically correct". nessun principale tg o giornale dirà mai agli italiani quanto ci costa l'immigrazione e quale vera invasione stiamo subendo

Anonimo ha detto...

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_novembre_19/tutti-fuggiti-superstiti-lampedusa-li-aveva-accolti-marino-sono-spariti-64dbcba6-512b-11e3-bd01-3986935c5997.shtml

ecco la notizia del dileguamento dei superstiti al naufragio di lampedusa

Anonimo ha detto...

adesso marino chieda scusa ai romani e restituisca i soldi di tasca sua.

Senza contare che dovrebbe rispondere di tutti i reati e le illegalità che questi cosiddetti profughi di sicuro commetteranno

gente come marino e fata boldrina continuano a scaricare sulla collettività l'invasione di questa feccia

tanto loro hanno la scorta

invito il ciclista marino a girare da solo sulla pista ciclabile verso sera...

poi ne riparliamo

Anonimo ha detto...

gli immigrati ci costano:

posti di lavoro (diretti o indiretti, vista la chiusura delle aziende italiane a causa della contraffazione)

servizi sociali
sanità
case popolari
asili nido

costi per accoglienza e rimpatrio
costi per la giustizia
costi da reati e illegalità

soldi che mandano all'estero

ma l'elenco sarebbe lungo

è stato stimato un costo per la collettività di circa 30 miliardi l'anno (10 volte l'imu, tanto per dare un'idea)

per non parlare della bomba demografica che ci stiamo mettendo in casa

il 20% dei nati è straniero
questo comporterà sempre più concorrenza per il lavoro per i nostri figli e nipoti

per non parlare di criminalità, malattie e terrorismo

è ora di dire basta all'invasione di asiatici, africani e arabi

cacciamoli via prima che sia troppo tardi

Anonimo ha detto...

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_novembre_19/tutti-fuggiti-superstiti-lampedusa-li-aveva-accolti-marino-sono-spariti-64dbcba6-512b-11e3-bd01-3986935c5997.shtml

Anonimo ha detto...

@cocis: a San Francisco la comunità si prende carico dei senzatetto. 100 dollari per ogni homeless censito (non ricordo se a settimana o quotidianamente) dallo stato federale. Più le associazioni di volontariato che prendono sovvenzioni private derivanti da donazioni e da crowdsourcing.

San Francisco è una città difficile eppure è un esempio mondiale di accoglienza, tolleranza, integrazione.

Eppure la città non è così degradata così come Roma.

Proprio come Napoli può essere cancellata da un evento naturale improvvisamente per dove è ubicata geograficamente. Eppure nessuno "tifa" faglia di Sant'Andrea.

Hai ragione: a leggere certi commenti c'è da aver paura.

Anonimo ha detto...

i senzatetto italiani vanno tutelati, così come i disoccupati italiani e i pensionati italiani.

Non possiamo farci carico di altri, specialmente di quelli che vengono qui come parassiti

chi vuole dare soldi ad asiatici e africani lo faccia pure, ma con i soldi suoi e mandandoli in quei paesi, senza far entrare in italia altra gente

imporre agli italiani i costi per gli immigrati è vergognoso

imporre agli italiani l'invasione del proprio paese è da vigiacchi traditori. Chi vendeva il proprio paese all'invasore una volta veniva fucilato alle spalle

Anonimo ha detto...

l'assitenza agli immigrati deve essere fatta su base volontaria

io non voglio pagare le tasse per mantenere questi parassiti

entrare in italia non può e non deve diventare un diritto di chiunque

abbiamo 10 milioni di immigrati in italia. Vogliamo continuare a farne entrare altri ?

se vogliamo diventare come il bangladesh mi pare che stiamo sulla buona strada

Anonimo ha detto...

Infatti San Francisco proprio per i sussidi è diventata una calamita degli homeless in America con i conseguenti problemi di ordine pubblico.

http://www.agensir.it/pls/sir/v4_s2doc_b.rss?id_oggetto=273628

Anonimo ha detto...

i tempi del Duca d'Aosta ormai sono belli che passati...

Anonimo ha detto...

adesso abbiamo la kienge

a proposito... giorni fà l'ho vista al mercato (con la sua scorta)
stava comprando chili e chili di banane...

Anonimo ha detto...

sembra che le kienge sia stata scritturata per la pubblcità del crodino

Anonimo ha detto...

che schifo di design quei dissuasori bianchi e rossi, tipici di roma
che fa schifo anche per questo

Anonimo ha detto...

I commenti stanno prendendo una deriva spaventosa.
Posto che è sacrosanto che ognuno abbia la sua idea sulla immigrazione e posto che anche una idea "restrittiva" possa essere discussa, tutti i commenti su banane, primati, invasori e ghigliottine mi sembrano un po' alla pene di segugio e per nulla concreti.
Fermorestando che migliaia di italiani stanno TORNANDO a fare lo stesso nel Nord Europa, Usa e Australia.
E chi pensa che la questione degli immigrati (complessa e da risolvere assolutamente) sia il principale responsabile della decadenza romana sbaglia di grosso.

Anonimo ha detto...

i commenti sulle banane e sulle ghigliottine però nascono anche da una crescente frustrazione nel vedere che chi è preposto alla tutela della cittadinanza non fà il proprio dovere, e che ogni forma legale di combattere fenomeni come immigrazione e degrado è di fatto impraticabile

la gente è stufa e lo dimostra anche con commenti di quel tipo, che sono molto meno superficiali di quello che può sembrare

qui siamo seduti su una bomba sociale pronta ad esplodere. E' bene che le autorità, le amministrazioni, i giornalisti, i politici, etc tornino a farsi percepire come entità dalla parte dei cittadini invece di continuare con il loro buonismo di facciata che di fatto tutela solo la feccia

altrimenti le ghigliottine prima o poi arriveranno sul serio. La storia si ripete, e qui c'è sempre più la sensazione che la gente e chi li governa siano due cose sempre più distanti.

Anonimo ha detto...

I commenti sulle banane e le ghigliottine sono quello che cerca chi non ha la minima intenzione di risolvere problemi come l'immigrazione clandestina o la delinquenza di rom ed extracomunitari. Ne basta uno in mezzo a tanti commenti che invece di offendere raccontano le cose come stanno per far gridare al razzismo fascismo e chi più ne ha più ne metta. Il giorno che un articolo di questo blog in tema di immigrazione o rom farà scalpore tale da tirare dentro qualche amministratore o politico o ministro la prima cosa che cercheranno sarà il commento sulle banane per mettere a tacere tutto il resto con la grancassa dei media che controllano.
Quindi agli incazzati veri dico di contare fino a 100 prima di scrivere perché non serve arrivare a certi limiti per far capire come la si pensa. Agli altri, che siano fascisti veri o provocatori consiglierei di levarsi dai piedi perché fate più danno che altro. Magari cadendo nel tranello di qualche finto buonista che viene qua a scrivere di accogliere tutti per farsi due risate con le vostre risposte incazzate.

Anonimo ha detto...

A proposito di baraccopoli, sono ritornati a colle oppio. Una città che non riesce a far rispettare la legalità nemmeno al centro della sua area archeologica a due passi dal comune che futuro volete che abbia?

Fabio ha detto...

Per Anonimo 4:43
Hai centrato il punto, il blog dà fastidio sempre a più persone ed i commenti disumani in parte sono delle trollate fatte magari da chi pontifica facendo gli screenshot per poi pubblicarli su Twitter scrivendo "ecco i commenti razzisti su RFS, fascisti e squadristi!!!1111", con lo scopo di screditare il blog senza mai entrare nel merito dei problemi.
Qualche commento sopra le righe c'è sempre stato (basta andarsi a leggere gli articolo di 2 o 3 anni fa sulla Roma di Aledanno), ma da quando delle twitstar de noantri hanno preso di mira il blog si leggono commenti troppo sgamabili per essere veri (e non dite che è esasperazione perché con Aledanno di certo non stavamo meglio di oggi).

Rosa ha detto...

Qui non significa essere razzisti o meno (razziste allora sono anche le persone che lascerebbero vivere questa gente in un merdaio simile) ma nel caso specifico queste baraccapoli ledono la mia libertà di cittadina contribuente . Infatti sono amante della bicicletta e purtroppo,da sola, lungo queste piste ciclabili non sono "libera" di andarci perchè ho paura.

Anonimo ha detto...

Io non capisco con quale cervello si possa asserire che questa è "povera gente che non da fatidio a nessuno e che non fa nulla di male".
Non fanno nulla di male???
Già il fatto che si accampino abusivamente occupando del suolo pubblico, bruciando rifiuti (magari anche tossici) e scaricando tutta la loro zella direttamente nel Tevere è una cosa di una gravità mostruosa!
Ma come si fa a far finta di nulla? Parliamo della nostra città, del posto dove viviamo.
La verità è che QUESTA IMMIGRAZIONE INDISCRIMINATA E SELVAGGIA CREA DEI PROBLEMI ABNORMI, problemi che l'Italia e l'Europa non sanno più come risolvere!!!
Ad es. perfino in Germania hanno difficoltà a contenere ed integrare la comunità musulmana.
Eppure nonostante i gravissimi disagi addotti da questi flussi migratori smisurati, si continua a parlare di soluzioni demenziali e scriteriate come "ius soli" e "abolizione delreato di clandestinità".
Bisogna investire maggiormente nella difesa delle nostre frontiere invece che sull'accoglienza e sull'integrazione.
Le politiche di accoglienza dovrebbero essere praticate solo in casi di guerra o vere emergenze (come in Siria) e non verso tutti. Altrimenti, i governi del Terzo mondo non si responsabilizzeranno mai e l'immigrazione non avrà mai fine.

Anonimo ha detto...

assurdo che ci sia ancora chi li protegge , probabilmente non ci vive vicino , questi oltre a occupare suolo pubblico inquinano bruciano di tutto rubano il rame e usano il fiume come una pattumiera( tutta la monnezza sugli alberi provine in maggior parte da sti accampamenti) , basta buonismi e' ora di mandare a cagare tutta questa feccia

ShareThis