Primarie del Pd? Fate come vi pare ma non votate Cuperlo (è amico di Umberto Marroni!)

7 dicembre 2013
La risposta su Twitter basta di per se. Un amministratore che è stato per anni e anni in Consiglio Comunale non sa distinguere tra un impianto per pubbliche affissioni e un impianto pubblicitario privato. In questo caso la campagna - totalmente abusiva e pirata - per sostenere la candidatura di Cuperlo alle primarie del PD è stata appiccicata sui famosi segnali di parcheggio. Dei supporti molto amati dal racket degli attacchini romani (racket molto amato da tutti i partiti, compreso il PD), ma che sono tuttavia supporti privati, in vendita per chi paga, gestiti da una grande società multinazionale americana. C'è un supporto in metallo, c'è un pannello in vetro, sottovetro c'è la pubblicità. Sopra il vetro, invece, la lasagna degli abusivi. 

Umberto Marroni (un habitué dell'abusivismo delle affissione a Roma) ha continuato poi su Twitter a rispondere in Storace-style. Anzi molto peggio di Francesco Storace (altro autentico ideologo dell'abusivismo). E' arrivato a sostenere più volte che queste affissioni fossero regolarissime e alla fine ha insinuato che i cittadini che lo incalzavano su Twitter lo facessero esclusivamente perché in realtà interessati, magari proprietari di una società di affissioni. Una cosa di uno squallore unico.

I danni di queste affissioni abusive sono innumerevoli. 


1. Perdita di soldi da parte del Comune
2. Soldi da impiegare, sempre dal Comune dunque sempre soldi nostri, sottratti dalle nostre tasche, per ripulire
3. Concorrenza sleale ai competitor che decidono di comportarsi bene. In questo caso Renzi e Civati, solo perché hanno rispettato le regole, risultano ingiustamente penalizzati Per molto meno in qualsiasi paese civile il candidato oggetto di affissioni abusive verrebbe escluso dalla competizione.
4. Pericolosità stradale: specie in autunno, con la pioggia, i manifesti affissi fuori posto si staccano, creano una poltiglia a terra letale per moto e per bici
5. Degrado urbano con conseguente Teoria delle Finestre Rotte. Ovvero dove c'è del degrado arriverà sempre altro degrado

E' questo il motivo per cui le affissioni abusive (men che meno politiche) non esistono in nessuna altra capitale occidentale. Qualcuno ha voglia di spiegarlo a Marroni che, ricordiamolo, dopo essere stato consigliere comunale (capogruppo PD totalmente inabile a arginare la sciagura di Alemanno, si pensi alle delibera 37/2009 che diede il via allo scandalo Cartellopoli, o all'annullamento delle Ztl serali ecc...) è oggi Deputato...

10 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

L'ascesa di Marroni al Parlamento dimostra che a Roma il crimine PAGA!!!
Uno che e' stato capogruppo PD in Consiglio Comunale e che si e' distinti solo per le cenette che organizzava con il capogruppo PDL (anch'egli asceso al Parlamento), e' la dimostrazione piu' evidente del marciume che attanaglia la politica romana.
Gentaglia che non sarebbe degna di presiedere un'assemblea condominiale siede in posizioni sempre piu' alte aumentando i possibili danni.

Male Cuperlo, molto male a scegliersi certa feccia come compagni di strada. A mio avviso i manifesti mostrati sono un'ottima pubblicita' per gli altri due candidati (a meno che anch'essi non pensino di esprimersi in termini tanto beceri).

diego ha detto...

Fate come vi pare MA NON PARTECIPATE ALLE PRIMARIE DEL PD, un partito politico che usa il danaro illegalmente sottratto ai cittadini col finanziamento pubblico, per imbrattare la nostra città alimentando un'economia improduttiva e paramafiosa.

Anonimo ha detto...

Il nastrino recante la scritta "affissione abusiva"? Non ce lo appiccica nessuno sopra?

Tanto per dire che quella soluzione non è mai servita ad un cazzo se non ad aumentare il degrado.

Toglierli i soldi. È l'unico modo. I partiti politici inquinano ogni spazio in Italia. Dalle affissioni ai social network, passando anche per i commenti su questo spazio.

A Tonelli dico di stare in campana. So per esperienza personale che un gruppo di influencers piddini ha preso di mira questo spazio. Uno ho la sfortuna di conoscerlo personalmente, ed ultimamente hai avuto con lui un botta e risposta su Twitter.

Anonimo ha detto...

Secondo me e' colpa dei vigili.

Anonimo ha detto...

Anche se non siete del PD andate a votare alle primarie e votate Renzi o Civati!
L'importante è che Cuperlo perda!

Patrizio ha detto...

Canbiate questa dannata legge elettorale, chi voterebbe mai uno come Marroni???

Anonimo ha detto...

Marroni = Alice nel paese delle meraviglie

L'alternativa e' che un sia un furfante che si crede furbo e cerca di abbindolare i cittadini con le sue balle colossali: "...attaccati su spazi dedicati alle affissioni..." ma vaffanculo, va!

Anonimo ha detto...

Il problema si risolverà soltanto quando i politici committenti riveleranno il nome dell'azienda a cui hanno affidato le affissioni, anzi potevate chiederglielo visto che ha accusato Cartellopoli di essere una società di pubblicità (ho dovuto controllare visto che non potevo crederci...).
Perchè gira e rigira scommetto che le famose "cooperative" sono in realtà 2-3 bande di attacchini amici degli amici.

Anonimo ha detto...

Il problema non si risolve perché loro stessi sono dei baraccati inside. Basta dare un'occhiata alle loro sedi. Ci troverete tutte le belle e caratteristiche cose che contraddistinguono Roma.

Barbara tenuzzo ha detto...

grazie x le foto pubblicate di campagne abusive su inpianti di concesonarie di pubblicita che pagano i diritti di canone pubblicitario ,,,,,,,ma dopo tanti anni licenziano i dipendenti x crisi...grazie ai partiti sia sinistra che destra ....io mi trovo a casa .......e loro continuano ancora ad affigere abusivamente .....grazie ........

ShareThis