Dentro al centro commerciale centinaia di posti liberi gratuiti, fuori traffico bloccato per la sosta selvaggia. La vigilia di Natale a Porta di Roma

27 dicembre 2014






Situazione incredibile al centro commerciale Porta di Roma il pomeriggio della vigilia di Natale. Accesso quasi bloccato per via delle macchine in sosta selvaggia, hanno parcheggiato tutti in maniera incredibile. Dentro, centinaia di posti liberi giuro, come anche segnalato dai cartelli. Ho parcheggiato in 3 secondi netti, senza ostacolare nessuno, e ho caricato i miei acquisti in tutta tranquillità.
Rimango sempre basito dalla cafonaggine e ignoranza dei miei concittadini.
Emanuele



*Un semplice servizio che dimostra quello che vi abbiamo ribadito per tutto l'anno: la sosta selvaggia non è assolutamente una variabile dipendente dall'offerta, dalla scarsezza, dalla mancanza di posteggi regolari. La gente NON parcheggia male perché manca il posto regolare, la gente parcheggia male a prescindere. Lo fa, lo abbiamo dimostrato per tutto il 2014 e continueremo a farlo nel 2015, perché le strade sono realizzate in maniera errata. Questo è l'unico motivo per cui Roma è ridotta come è ridotta: strade fatte male. Non c'entrano NULLA le poche metro, non c'entrano NULLA i posti non disponibili. Davvero nulla. Questa piccola storia da Porta di Roma ve lo dimostra un'altra volta.

38 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Direi: borghesi piccoli, piccoli.....

bat21 ha detto...

Bella rappresentazione plastica della cafonaggine media romana. La situazione e' evidentemente peggiorata perché quando andavo io a porta di Roma i coatti si adoperavano a parcheggiare alla romanara dentro il centro commerciale non fuori.
Comunque non capisco perché omettete di ricordare che non e' solo un problema infrastrutturale ma anche di mancanza di controlli dato che i nostri cari vigili fanno meno multe per operatore di quelli di Reggio Calabria...ora i troll si scateneranno come al solito ma non me ne puo' fregare di meno...

Anonimo ha detto...

Bat, hanno vinto loro! Tu emigri, io emigro, loro immigrano: Roma perde cittadini decenti e ne acquista di indecenti. Si riproducono anche piu velocemente e tirano e su generazioni di debosciati (v. post sulle scritte nei reparti di maternita). Tutto si tiene

bat21 ha detto...

Qui non abbiamo la rappresentazione di una classe sociale ma di un atteggiamento trasversale alle stesse. Quindi piuttosto che borghesi piccoli piccoli direi coatti grandi grandi...

bat21 ha detto...

Hai ragione. Il problema pero' e' che non si tiene nulla. Questo schifo e' il miglior viatico per il collasso.

Anonimo ha detto...

Ho capito la chiosa sull'arredo urbano e, in generale, la condivido.

Pero che arredamento urbano vuoi mettere su una rampa dell raccordo che ti porta davanti a 4 varchi di ingresso? Cioe, si ti parcheggi pure davanti a un varco con sbarra perche intanto ce ne stanno altri 3, poi ti parcheggi pure sull'altro lato perche ce ne stanno 2, a sto punto dovremmo ritrovarci tutt ingressi singoli! Pure al casello autostradale ormai!

PXT ha detto...

Posso assicurare per averne esperienza diretta che il più delle volte si tratta di persone 'normali' e all'apparenza civili. Conosco un paio di persone che quando girano per negozi non perdono un istante per la ricerca di un parcheggio. Devono andare in 5 negozi sulla stessa via? Parcheggiano 5 volte in seconda fila, risalendo a bordo per ogni commissione, giusto il tempo di parcheggiare davanti a dove devono andare. Le stesse persone, quando hanno avito invalidi in casa, hanno abusato del permesso in ogni dove, fieri persino di possederlo e poter accedere a luoghi vietati ai più. Il colmo lo raggiunsero anni fa quando, per andare a un concerto, non so chi di loro si è finto invalido per saltare la fila. Ogni volta che ho provato a far notare l'assurdità del loro comportamento, sono stato persino deriso. Ai loro occhi, il coglione ero io che non ho mai cercato di 'fregare' il prossimo quando ne ho avuto modo.
Come loro, purtroppo, ci sono centinaia di cittadini che si reputano più furbi di altri. Non hanno la minima percezione di quanto il loro atteggiamento -specie quando sommato a quello altrettanto menefreghista di altri come loro- sia dannoso per la società. Non voglio assolutamente difenderli, ma davvero non se ne rendono conto, non ci arrivano. Il che è ancor più grave.
Non posso che essere d'accordo con Bat21: dei controlli sistematici, atti a far desistere sistematicamente -e non a far cassa di tanto in tanto- sono forse l'unico vero deterrente. Spesso non basta nemmeno quello. Certa gente prende multe senza batter ciglio. Primo, perché hanno i soldi per pagarle (o il modo truffaldino per farsele levare). In secondo luogo, perché la colpa non è mai loro, non si ravvedono mai, non ammettono mai di essere in torto marcio. La colpa è sempre 'di quello stronzo del vigile'. Come se i vigili poi godessero personalmente quando fanno multe a chi viola palesemente il codice della strada.

Anonimo ha detto...

Area privata, parcheggio di pertinenza del centro commerciale dubito che siano di competenza dei vigili o del comune i controlli e l'arredo urbano, ciò non toglie che un altra categoria di parassiti è quella dei vigili che andrebbero retribuiti in base ai risultati del loro fannullismo e quindi cacciati a pedate che già hanno rubato abbastanza stipendi dalle tasse dei romani. A CASAA!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Ma ora c'e' lo street control!

keyshid ha detto...

Semplice
Burini della provincia che hanno pensato che il parcheggio si paga ed hanno parcheggiato fuori.
In ItaGlia spendere 1 Euro per 1 caffè(con acqua sporca)è ben accetto.
Ma il solo pensiero che il parcheggio possa essere a pagamento è un sopruso.

Anonimo ha detto...

Sono l'autore delle foto. Qualche piccola precisazione:

- il parcheggio a Porta di Roma è ovunque completamente gratuito!!

- ho messo qualche foto delle aree che ho visto più libere di parcheggi ma in realtà ovunque c'erano un po' di posti disponibili

- la scusa "eh ma non lo sapevano che dentro c'era spazio" non regge perchè c'erano i cartelli elettronici che indicavano i posti liberi (oddio, c'avevano parcheggiato davanti in realtà), in una foto si vedono, se ingrandite vedrete che i posti liberi sono in tripla cifra

- le foto che ho fatto dell'interno sono del piano -1. Al -2 ovviamente non sono andato perchè ho trovato subito parcheggio sopra ma viste le premesse immagino fosse completamente deserto...

- il traffico era pesantemente rallentato fuori dal cc e anche dalla rampa del raccordo perchè una volta entrati non si riusciva a passare bene con tutte quelle macchine parcheggiate così...

Insomma credetemi, una situazione davvero incredibile!

Anonimo ha detto...

sul totem per i parcheggi del -1 i conti sono presto fatti: c'erano 295 posti liberi (si vede dalla foto). Non oso immaginare al -2

Anonimo ha detto...

"Burini della provincia che hanno pensato che il parcheggio si paga"

Si si, erano tutti burini della provincia, turisti stranieri, bangla e zingari che hanno parcheggiato così.
Sia mai che un romano DOC parcheggi a cazzo, infatti dentro il raccordo non si trovano doppie file, parcheggi sulle strisce, sulle rampe disabili ecc. ecc.

Ricorda: il primo passo verso la soluzione del problema è ammettere l'esistenza del problema stesso. Coglione.

keyshid ha detto...

Ti ripeto.
Lo sanno tutti che il parcheggio a porta di roma
E'ovvio che chi non e'pratico si spaventa vedendo la segnaletica e penda che si paga.....
Sei capitato li il giorno del buri- day...
Capita...

Anonimo ha detto...

Questo purtroppo è lo specchio di questa città dove l'inciviltà spesso regna sovrana.
Basta vedere ciò che succede ad agosto dove vi sono gli stessi comportamenti che si tengono durante l'anno.
Inciviltà quindi accresciuta negli anni dalla tolleranza comportamentale di chi doveva vigilare.
Qui bisognerebbe girare di notte e multare le migliaia di persone che infischiandosene di tutto e di tutti parcheggiano dove capita per non farsi cinquanta o cento metri. Ma guai a farlo. Non sia mai.
Da una parte si educherebbe e dall'altra si rimpinguerebbero le casse comunali sempre a secco.
E forse di potrebbe evitare di far pagare le tasse più alte d'Italia.
Questa è una città che si sta deteriorando sempre di più perché sempre di più manca il rispetto delle regole del vivere civile.
In questo caso non ci sono scusanti da parte di chi dice "i problemi so' altri" perché è proprio da questi atteggiamenti che partono gli altri problemi.

Anonimo ha detto...

@9.53
Certo che il commento che sono burini di provincia da te individuati fa si che dentro tutta Roma i comportamenti scorretti sono da parte dei burini che invadono la città e non dei cittadini romani.
I problemi so' altri così come i comportamenti scorretti.
Mah...

Anonimo ha detto...

Keyshid dovresti vedere se sanno che si beccano una bella multa per divieto di sosta, o vedono una bella contravvenzione sul parabrezza di quello davanti, come si imparano subito dove sta il parcheggio gratuito!
Qui c'è poco da fare: serve il cane da guardia perché si è incapaci di gestirsi autonomamente.

Anonimo ha detto...

Sinceramente anche giù al centro commerciale La Romanina la sosta selvaggia trionfava pur essendoci il parking interrato in gran parte libero.

Roba che l'auto davanti a me fremeva pur di lasciarla al di fuori del parcheggio e alla fine si è messa sulle strisce, io vedendo che in superficie era tutto più che occupato ho usato il parcheggio coperto, senza problemi.

Penso sia nel DNA italiano, ce ne freghiamo del prossimo e di tutto ciò che è al di fuori dell'uscio di casa. E purtroppo ormai l'italiano medio potrebbe tranquillamente stare in strada a 2m da una rapina e semplicemente tirar dritto per la sua strada.

La differenza che noto per esempio con il popolo anglosassone( i barbari sarebbero eh!) è che lì c'è molta partecipazione anche tra sconosciuti, si sente che vivi in una società compatta. Lì se uno vede il writer si scandalizza e chiama la polizia, se uno vede qualcuno che butta la cartaccia per terra o non cede il posto all'anziano in bus glielo fa notare, così funziona la civiltà.

Nel mondo civile l'indignazione generale degli altri cittadini colpisce il cafone di turno molto più di quanto possa farlo la repressione poliziesca, pertanto il lavoro da fare sarebbero sì multe a raffica, ma anche un grandissimo lavoro di educazione civica per le future generazioni.

Anonimo ha detto...

Ok, la progettazione delle strade e l'arredo urbano aiutano, ma qui abbiamo a che fare con dei ritardati !

claudio ha detto...

he he si si roba da matti lo fanno anche all'auchan sulla collatina....troppo scomodo fare manovre ,perdita di tempo per molti "comodini" pronti ad aggredire il primo che gli fa un'osservazione......

Patrizio ha detto...

Non per giustificare il parcheggio selvaggio ma effettivamente in certi orari e certi giorni nel parcheggio regolare occorre anche mezz'ora per trovare un buco. Ovviamente è quello che ho fatto io, però ripeto in certi orari c'è carenza di almeno 200 posti auto.

Massimo Trabucchi ha detto...

Avete già detto tutto, ma a quanto pare siamo in minoranza, visto che questa situazione penosa, vergognosa e vomitevole si verifica un po' dappertutto. Qualcuno ha detto che è nel DNA di certa gente ed è proprio così, ormai lo si evince in diversi comportamenti ed effettivamente secondo me nasce tutto da quando si è incoscientemente deciso di abolire l'Educazione Civica da scuola, insieme ad una assoluta mancanza di educazione familiare di genitore in figlio si è arrivati a questo punto. Oggi dare sempre le colpe a zingari, stranieri oppure agli stessi vigili è puro qualunquismo, avete detto che bisogna iniziare ammettendo l'errore è sarebbe già un gran passo, poi l'arredo urbano aiuta, ma non dappertutto è possibile, infine, per come la vedo io, delle belle multe a 4 zeri, soprattutto se il proprio menefreghismo impedisce ad altri con necessità particolari (invalidi, donne incinte, etc.) le proprie libertà, darebbero in poco tempo il colpo di grazia a certi comportamenti. Tra l'altro non regge nemmeno il discorso del "far cassa" in quanto se nessuno commettere infrazioni, la cassa ammonterebbe a zero!

Anonimo ha detto...

Per la mentalità gretta del romano medio il parcheggio in mezzo alla strada è più sicuro di quello dentro al Centro Commerciale.
Paradossalmente infatti, il parcheggio del Centro Commercile, ma del resto tutti i parcheggi, non è luogo dove la gente transita, quindi lo zingaro, o il morto di fame di turno dentro al parcheggio ha tutto il tempo che vogliono per spaccarti il finestrino e fregarti anche l'Arbre Magique. Telecamere? Quali? Quelle che funzionano? Quelle che "Signore senta noi abbiamo altro da fare, qui s'è c'è un delitto o un femminicidio da mettere nel programma della Sciarelli o della Parodi (in padella) bene, sennò guardi qui stiamo solo perdendo tempo...".
Quindi è ovvio che i parcheggi (Interrati, Propup(s), o dei Centri Commerciali) saranno sempre vuoti.
Il cittadino lo si educa ai parcheggi.
O parcheggi dove si deve o la macchina non la vedi più, poi vedì come diventano tutti corètti...


Tramvinicyus

PXT ha detto...

@ 1:04

Giustissimo il discorso sulla cassa a zaro in assenza di infrazioni. Al di là della mancanza di organico in giro per la città di questi ultimi tempi, però, è vero che l'impressione è che si sguinzaglino vigili solo in certe aree e solo con l'intento di far fare cassa al comune. Se si volesse davvero agire per 'educare', i controlli sarebbero sistematici pressoché ovunque. Solo con una corretta sinergia delle forze in campo e dell'arredo irbano si può contrastare la cafonaggine. Se le strade fossero pensate a dovere, se si fornissero mezzi adeguati, se si reprimesse SEMPRE il furbastro di turno (non solo quando fa comodo, quando ci sono i saldi o le feste), sicuramente tutto rappresenterebbe un vero deterrente. La mia impressione è che invece le forze dell'ordine o i vigili non abbiano minimamente cura della viabilità in sé e per sé, ma multino solo quando viene loro richiesto e tutto è molto soggettivo. Spesso anche loro, da normali cittadini, si comportano allo stesso modo, fuori e dentro la divisa. Come se in fondo credessero anche loro che certi comportamenti siano inevitabili. Poi, 'loro malgrado' si adeguano a far rispettare le norme del codice stradale.
Considerando la media di noi romani, tuttavia, non vorrei essere nei loro panni. Dubito che esistano lavori più logoranti del loro in una città come la nostra.

bat21 ha detto...

Ma perché sarebbe qualunquismo osservare che il mancato controllo del territorio da parte dei vigili genera i mostri che abbiamo davanti? Io penso che se a Berlino mettessi i vigili urbani romani Nell arco di qualche anno avremmo le stesse scene. Il problema serio a Roma e in buona parte di Italia e' che esiste un cortocircuito tra popolazione incivile e assenza della pa. Purtroppo il romano vuole fare queste nefandezze senza avere sanzioni e vota il politico che glielo garantisce, da qui tutti questi orrori. In definitiva si ha il livello di controllo che chiedono gli stessi romani.

Anonimo ha detto...

@ keyshid
Ti ripeto.
Sei un coglione.

Giada ha detto...

Magari fossero i non romani a comportarsi così, come ha scritto qualche extraterrestre qui sopra, il problema è che questa ignoranza civica è proprio tipica romana doc, e la cosa più avvilente è che la maggior parte di questi cafoni non avvertono neppure per sbaglio la sensazione di stare facendo un gesto inqualificabbile e incivile, anzi se qualcuno, per esempio un vigile - ipotesi per assurdo -, elevasse una contravvenzione sarebbe insultato e linciato. Per fortuna i vigili romani nono corrono questi rischi...

bat21 ha detto...

Carina l 'ipotesi per assurdo ;)

claudio52 ha detto...

al c.c. La Romanina s'affollavano al parcheggio scoperto,con le auto infilate pure tra i cassonetti e in doppia fila, mentre quello sotterraneo di mille posti era semi vuoto...ma è così da tutte le parti...strade, piazze, ospedali, c.c....

Vincenzo Rinaldi ha detto...

sicuro c'è il problema delle strade inadeguate (fatte male) al traffico attuale, ciò non giustifica nessuno a parcheggiare dove meglio crede contando sull'impunità. intanto che migliorano le infrastrutture una punizione giusta e non eccessiva andrebbe comminata e fatta realmente pagare a chi non rispetta le regole. buone feste Vincenzo

antonio ha detto...

Cretini. Cioè uno che parcheggia fuori, deve fare un giro assurdo per raggiungere i negozi, magari si bagna..magari (MAGARIIIIIIII!!!) gli rigano la macchina, per non entrare in un fottutissimo parcheggio. Ma che è allergia?
Se pure si pagasse, dico, ma tu imbecille fai prostituire tua figlia per l'ultimo cellulare da bimbominchia e poi non vuoi pagare 2 euro? Poi, RFS basta con questa minghiata della larghezza delle carreggiate. Ora riduciamo tutto ad un viottolo di montagna per non far parcheggiare questi IMBECILLI. Piuttosto ci si organizza e gli si da fuoco alle auto. CON LORO DENTRO.

Anonimo ha detto...

Ammettiamolo: a) Essendo i riommanisti la stragrande maggioranza dei romani, almeno a sentir loro, e' loro la colpa se la città fa schifo.b) la democrazia ha perso,ci vuole la DITTATURA .

Giada ha detto...

Infatti nei dintorni dell'Olimpico quando gioca la Lazio non c'è una vettura percheggiata malamente neppure a cercarla con il lanternino, oppure non si danno scritte sui muri di matrice laziale! Certo che le stupidaggini abbondano qui sopra. Magari fose solo una parte identificabile della popolazione romana ad adotatre comportamenti incivili: la tragedia è che è una tendenza con diffusione fittamente trasversale!
Penso che qualche responsabilità possa essere imputata anche al servizio d'ordine o di vigilanza del centro commerciale, che non ha saputo fronteggiare questa emergenza intervenendo anche con una comunicazione chiara (ammesso e non concesso che viva ancora qualcuno che possa non sapere che il parcheggio è gratuito) e non ha segnalato questi contravventori per le code e i disagi che si sono riverberati sul raccordo. Capisco che è follia utopica aspettarsi questo, ma forse è proprio tale rassegnazione mista ad indifferenza una parte non trascurabile del problema.

Anonimo ha detto...

Succede la stessa cosa a Euroma 2, dove la sosta nell'enorme parcheggio è gratis fino a 3 ore!! 3 ore! e quanto ci devi stare dentro il centro commerciale? Anche li è possibile vedere macchine parcheggiate lungo le strade di collegamento a caxxo di cane. C'è anche un parcheggio esterno gratuito ma se ne impossessato un parcheggiaotre abusivo.

Anonimo ha detto...

Io ogni tanto frequento euroma2... E sinceramente i parcheggi interni sono sempre gremiti tanto che é difficile parcheggiarvi.... Mi sembra davvero strano che non sia lo stesso per gli altri centri commerciali

MoroMauro ha detto...

Da questi comportamenti spiccioli si vede il penoso livello di senso civico di una quota parte rilevante dei cittadini: la maggioranza, temo.
In forma più attenutata, è un comportamento che si ritrova anche nel resto d'Italia, che ormai è scivolata a livelli di civismo spaventosamente bassi.
Quando lo scorso maggio sono stato a fare del trekkking in spagna, sono rimasto sorpreso dal fatto che anche là, ormai, è diventato normale fermarsi quando si vede un pedone che intende attraversare la strada sulle strisce pedonali: un comportamento che un paio di decenni fa si vedeva solo in nord europa.
In Italia, e a Roma in particolare, neanche a pensarci!
Non è dunque nemmeno più un problema di differenze fra europa settentrionale ed europa mediterranea, se la spagna ha dimostrato che si può migliorare: è, invece, la dimostraizone che Roma, e in misura minore il resto d'Italia, ha standard di senso civico degni più dell'India che dell'Europa.

Anonimo ha detto...

Mamma mia, a leggere i commenti, quanta rabbia che c'è in giro! Ma perchè la gente è così incazzata?!
Entrando nel merito, lunedì 5 gennaio, di pomeriggio, sono andato in auto a Porta di Roma.
Tanto lì c'è il garage, con decine di posti liberi, come dite voi! Ho impiegato quasi mezz'ora a trovare posto, solo grazie ad una signora che stava uscendo. E non era la vigilia di Natale!
A causa di questo contrattempo, non ho potuto comprare tutto ciò che serviva.
Inoltre, per la fretta, ho dimenticato di guardare il numero del posto, e all'uscita ho impiegato altrettanto tempo per ritrovare l'auto.
Quindi la storia che non è vero che mancano i posti è una vera cagata che affermate solo voi!
A Roma le strade ed i trasporti non si sono adeguati all'edilizia (fatta male!) ed il risutato è questo.
Poi, ci saranno pure i furbi che se ne approfittano. Ma sono pochi, e s ci fosse parcheggio, queste situazioni non ci sarebbero!

Anonimo ha detto...

Ma non avete pensato che forse, le auto parchegggiate fuori, quando sono arrivate hanno trovato tutto pieno? Magari le foto sono state scattate dopo quando la gente stava andando via e si erano liberati dei posti. Spesso accade così!

ShareThis