Termini muore di spaventoso degrado. Sistemare Via Gioberti risolverebbe

26 novembre 2018
Parliamo del progetto di canalizzazione del traffico in funzione anti-sosta selvaggia delle zone circostanti alla Stazione Termini. Come molti nostri lettori sanno - perché abbiamo elogiato il provvedimento nelle sue parti azzeccate, perché abbiamo criticato i tanti difetti del provvedimento e perché abbiamo parecchie volte approfondito con foto, video e riflessioni - da qualche tempo alcune strade attorno alla Stazione sono state dotate di un sacrosanto sistema di canalizzazione del traffico. 

La cosa interessante è che nelle sue primissime stesure il provvedimento non riguardava, come è poi avvenuto, soltanto Via Marsala e Via Giolitti, ma anche Via Gioberti. Ad oggi Via Giolitti funziona relativamente (abbastanza bene vicino alla stazione, abbastanza male allontanandosi dove la canalizzazione diventa singola e non doppia); Via Marsala funziona male perché viene consentito alle auto di usare una corsia  per la sosta parcheggiandosi in parte sul marciapiede; mentre Via Gioberti non è stata minimamente toccata dal provvedimento. Si è completamente dimenticato di sistemarla. 

Le conseguenze sono ormai evidenti. Le persone via via che passano i mesi si sono abituate e hanno compreso che a Via Giolitti e Via Marsala non è facile come un tempo fermasi "un attimino" per fare un kiss & ride bloccando tutto; questo ha comportato che molti hanno cambiato i loro costumi, molti finalmente hanno capito che c'è un comodo kiss&ride peraltro regolare di fronte alla Stazione, molti hanno capito che conviene andare coi mezzi, molti altri hanno cercato altre strade dove esprimere tutta la loro inciviltà in termini di sosta selvaggia.

E quale strada ne ha fatto le spese? Ovviamente Via Gioberti, proprio la strada che doveva beneficiare di una riqualificazione che però non c'è mai stata. Tutto il lato sinistro di Gioberti è devastato dalla sosta selvaggia, ad ogni ora, come se non bastasse la sfilza di bancarelle vomitevoli che umiliano questa strada. Questo comporta una congestione terribile del traffico che va a scapito degli autobus e dei taxi che passano in questa strada e che sono qui per condurre in velocità e puntualmente le persone alla stazione. Capita, insomma, che bus e taxi rimangano bloccati qui in una congestione dovuta esclusivamente alla doppia fila e che non possano utilizzare minimamente la corsia preferenziale sia a causa della doppia fila a destra sia per il fatto che la corsia stessa viene spesso utilizzata dai taxi per far scendere i passeggeri (in assenza, ad onor del vero, di serie alternative di drop off). Insomma chi deve transitare si blocca e la strada - peraltro piena di spazzatura, loschi figuri, brutti ceffi, trans e prostitute - risulta essere un posto davvero spiacevole. 

Il sogno (che sarebbe normalità in tutte le città del mondo) per Via Gioberti sarebbe quello di una strada elegante, con larghissimi marciapiedi, con due corsie carrabili (una preferenziale e una normale) al centro ben canalizzate per evitare la sosta, con i grandi alberghi e i ristoranti che si affacciano con i loro dehors tutti uguali. Un collegamento di fatto pedonale che interrompe l'isolamento della stazione, una spina di luce nella tristezza di questo pezzo marcio e dall'aspetto sinistro di città, un link anche visivo tra Stazione e Santa Maria Maggiore. Una scorciatoia già esistente ma oggi abbandonata che porta la Stazione in centro, a Monti, all'Esquilino. E il centro in stazione.
Si perdono tanti posti auto e posti moto? E certo, ma tra pochi mesi apre sopra la stazione un parcheggio gigantesco, con migliaia di posti. E si vorrà o non si vorrà fare qualcosa a seguito di questo? Quella offerta di parcamento la sopra deve essere eliminata dalle strade e un progetto simile su Via Gioberti va esattamente in questa direzione
In alternativa sarebbe molto risolutivo anche semplicemente proteggere con cordoli le preferenziali già esistenti (già esistenti!) di Gioberti e Turati, e le cose cambierebbero già non poco. 

Ma davvero non si capisce quanto è cruciale mettere in sicurezza i dintorni del secondo scalo ferroviario più frequentato d'Europa? Ma davvero non si capisce che questa area di città deve essere controllatissima, illuminatissima, curatissima più di ogni altra? Ma quale interesse c'è a tenere in queste condizioni vomitevoli l'area circostante a Termini? Riqualificare profondamente Via Giolitti togliendo ambulanti e sosta selvaggia potrebbe a cascata risolvere tutti gli altri problemi.

17 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Intanto, l'area kiss and go è utile, per quanto scomoda, solo per lasciare chi è in partenza, visto che se si deve attendere un viaggiatore in arrivo spesso il tempo del kiss and go non è sufficiente. Infatti la congestione di via Gioberti è una delle conseguenze della sciagurata operazione che ha quasi eliminato la possibilità di fermarsi in via Giolitti, obbligando tutti coloro che aspettano viaggiatori in arrivo a trovare dove fermarsi per il tempo necessario. Io mi fermavo via Gioberti anche prima e continuo a farlo adesso, utilizzando lo spazio di fronte all'ex Pastarito ora KFC, perché accostando vicino ai motorini non si crea intralcio alcuno e, restando in macchina ci si sposta appena dovesse essere necessario. Mi capita una decina di volte l'anno di accompagnare o attendere qualcuno e mai ho notato blocchi, nemmeno di bus o taxi, causati dai veicoli in sosta su via Gioberti, mentre spesso i problemi si verificano su via Giolitti e via Marsala proprio perché lo spazio disponibile è stato stupidamente ridotto, quindi basta una fermata di 20 secondi per intralciare il flusso.

Anonimo ha detto...

E pensare che basterebbe UN carabiniere che fa le multe a tappeto, 8 ore al giorno.

Anonimo ha detto...

Fermarsi in via Gioberti come detto da altri é vero non porta problemi alla circolazione delle auto ma porta la strada ad avere un unica corsia e quindi nessuna preferenziale,anche se avere la preferenziale su via gioberti e non averla quando giri a dx mo sembra sciocco in pratica é una corsia preferenziale inutile.
Via gioberti la si dovrebbe pedonalizzare da come la vedo io tanto non serve a nulla ci sono pochi parcheggi e non é una strada indispensabile.
Quello che manca a Termini é un area Kiss e go sicura perché se io devo portare uno alle 22 su via Marsala ho paura e poi bisognerebbe fare informazioni pochi sanno cosa sono queste aree Kiss e go

Fabrizio Felici ha detto...

https://m.facebook.com/mendingterministation/?ref=content_filter

Anonimo ha detto...

Pedonalizzare via Gioberti con relativa riqualificazione sarebbe bellissimo .

Anonimo ha detto...

si si si pedonalizzare via gioberti va benissimo
firmato
tredicine

Anonimo ha detto...

In effetti, pedonalizzare via Gioberti trasformandola in un folcloristico mercatino pieno di bancarelle sarebbe un'ottima idea. Posti di lavoro, comodità per i turisti che troverebbero vestiario a ottimi prezzi (oggi con le restrizioni sul bagaglio chi vola con le low cost viaggia leggero e ha bisogno di comprare sul posto il necessario), appena usciti dalla stazione troverebbero una strada vivace per fare shopping davvero popolare e, volendo, si potrebbe estendere l'iniziativa alle altre strade che portano al bellissimo mercato coperto, creando un continuum commerciale unico al mondo. Oltretutto si potrebbero così ricollocare i banchi che oggi operano in altre zone paesaggisticamente più pregiate. Speriamo che chi di competenza ci pensi seriamente.

Claudio ha detto...

A dire il vero Via Gioberti è l'unica via di accesso alla stazione Termini per chi viene da Roma Sud in macchina. Chiuderla creerebbe più di un problema.

In secondo luogo, sempre per chi viene da Roma Sud, l'area Kiss & Ride - il cui ingresso, per chi non lo sapesse, è da Piazza dei Cinquecento, direzione Piazza Indipendenza - è oltremodo scomoda e costringe, sia all'andata che al ritorno, ad allungare di molto la percorrenza in macchina.

Soluzione? Creare dei parcheggi stile Roma Fiumicino - chiamiamoli Drop-Off, visto che ormai l'inglese è imperante ovunque - che consentano la sosta per i minuti necessari a lasciare/prendere i viaggiatori in transito. Ovviamente, così come succede efficacemente a Fiumicino, condicio sine qua non è una presenza massiccia e costante di polizia locale atta a controllare la regolarità di quanto sopra (oltre che a garantire il decoro dell'area). E qui casca l'asino...

Anonimo ha detto...

a fiumicino ci sono le telecamere nell'area "carico e scarico", 15 minuti. non servono più i vigili.

per via gioberti con mercatino di bancarelle.. le zingare scippatrici non vedono l'ora..

Anonimo ha detto...

Infatti la sosta breve a Fiumicino è organizzata come una vera e propria estorsione. Se per una delle mille ragioni possibili i 15 minuti gratuiti non ti bastano, scatta la rapina: 31 minuti 6 euro, 61 minuti 9,50 euro e via così!!! Qualsiasi imprevisto ti porta dritto al taglieggiamento. Infatti chi deve prelevare qualcuno se non è fesso si ferma ben prima, magari in corsia d'emergenza o nei pressi di uno degli ultimi svincoli prima dell'aeroporto e entra in zona furto solo quando i passeggeri sono già in zona kiss & go. Lo stesso accade a Ciampino, con auto costantemente in attesa sulla rotonda o "appoggiate" nella zona degli autonoleggi.

Anonimo ha detto...

Ma dico, siamo matti o solamente ridicoli?
Attorno alla Termimi, inclusa via Gioberti, esiste una vera collezione di tutto quanto non dovrebbe esistere in una città civile.
Scippatori, spacciatori, prostituzione, abusivismo, lerciume sulla strada e sui muri.
Zero controlli e diecimila problemi.
E di cosa si parla qui? Della larghezza delle corsie della strada, o magari dei cordoli.
Ma lo vedeteche via Giolitti e via Marsala, coi loro bei cordoli nuovi nuovi, sono fra le aree più pericolose di Roma, e totalmente incompatibili con gli standard di sicurezza e di pulizia del mondo civile?
Questa è l'ennesima distrazione di massa:parlare di questioni del tutto marginali, nella realtà di Roma, per far scordare l'abisso in cui siamo.

Anonimo ha detto...

Via gioberti non é cosi fondamentale come dici te perché chi viene dal sud arriva su via Labicana e da li le indicazioni per termini gli fanno fare un altro giro e non passare per via gioberti.
L'area Kiss e go andrebbe fatta a piazza dei cinquecento togliendo corsie a quell'autostrada che non serve a molto visto che se avesse solo 2 corsie al posto delle 4 regolari si potrebbero ricavare aree parcheggi e anche lo spazio per i bus mi pare eccessivo facessero un altra area Kiss e go.
Per quelli che dicono che Fiumicino funziona bene queste aree invito ad andarci e vedrete che funzionano bene si ma solo a svuotarvi il portafoglio

ajeje ha detto...

io sull esquilino ci tirerei sopra un ordigno nucleare . non vedo altre soluzione allo schifo e al degrado che c'è la intorno, ogni volta che ci passo mi sale il sangue al cervello

Anonimo ha detto...

Cuao Massibello, come va? Ma quel pover'uomo che nel 1978 non era neanche nato e che posta articoli solo per fare gnegnegne a una sigletta sindacale, non si rende conto di essere ridicolo? Ciao bello, ci vediamo stasera al GR.

Lucia Bonelli ha detto...

Condivido soprattutto il concetto di bancarella vomitevole che accoglie i turisti non appena si imbocca la via quando si arriva dalla stazione. A suo tempo è stata ristretta la carreggiata e dato più spazio ai marciapiedi per....ospitare le vomitevoli bancarelle per le quali non si riesce neanche a camminare, nonché alla sosta selvaggia di furgoni EURO-ZERO (nb). Questa pratica riguarda piazze (vedi ad es. la splendida piazza di Santa Maria Maggiore), portici (vedi Piazza Vittorio), marciapiedi (vedi Policlinico Umberto I). Sono convinta che eliminando questo orrendo bancarellaggio si otterrebbe gran beneficio per la città in termini di pulizia, decoro urbano e...commercio.

Lucia Bonelli ha detto...

Aggiungo per Anonimo delle 11:09 PM che il bancarellaggio e tutto quello che si porta dietro (bivaccaggio, gente losca che si confonde tra le bancarelle, etc etc) contribuisce, non da sola chiaramente, a cotanto degrado

Unknown ha detto...

Salve.
Siamo un gruppo finanziario privato. Concediamo prestiti che vanno da 2.000€ a 200.000 €. Offerta disponibile a tutti per rompere con le difficolta di soldi. Se siete interessato a un prestito facci sapere di cosa hai bisogno e vi aiuteremo a realizzarlo.
Contattaci via e-mail per maggiori informazioni: ambrosinigisele@gmail.com
Cordiali saluti.

ShareThis