25 foto dallo scandalo Antennopoli. L'unica città al mondo con un milione e trecento antenne sui tetti. Di cui la metà abbandonate. Parte #tettipuliti

1 dicembre 2014


























È abbastanza paradossale: solo a Roma si fanno convegni, iniziative, mobilitazioni, conferenze, simposi per sollecitare l'amministrazione a muoversi su un problema che in realtà è già normato. Ha già delle leggi ben precise e regolamenti. A Roma l'imposizione a fare l'antenna centralizzata c'è, quello che non c'è sono i controlli, le sanzioni, la repressione per tutto questo schifo (unico a livello europeo, queste scene le potete apprezzare solo in qualche paese in via di sviluppo semmai). Oggi la CNA di Roma assieme alla ditta Fait ha presentato il progetto (con tanto di hashtag) #tettipulti. "Cna nazionale, con i suoi impiantisti, ha scelto Roma come città pilota per avviare l’operazione Tetti Puliti, con il supporto tecnico di FAIT, azienda leader nel settore delle telecomunicazioni sul mercato romano e degli amministratori di condominio, che saranno impegnati a sensibilizzare i cittadini all’importanza di questa operazione" si legge nel comunicato stampa. Ma qui la sensazione è che non si tratti di sensibilizzare. Si tratta di fare, se necessaria (sennò si usi quella già esistente) una nuova ordinanza e dopo di iniziare a fare multe. Pesanti. Quando i cittadini si ritroveranno nella rata del condominio i costi dello schifo che fa il loro tetto forse cambieranno prospettiva. Non prima. E non certo per senso estetico, buon gusto o amore della città.

26 commenti | dì la tua:

Papinianus ha detto...

Sky, proponendo l'installazione gratuita SUI BALCONI ha delle pesanti responsabilità, essendo tale tipologia di installazioni, come mi è parso di capire dall'articolo, contraria ai regolamenti attuali.

Jacopo Grassi ha detto...

il problema è la burocrazia. qua nel mio condiminio abbiamo tre appartamenti che sono di proprietà di un'ente (ora non ricordo il nome), e quindi chi li abita non vuole mai pagare nulla delle spese straordinarie. l'antenna centralizzata era stata messa in progetto ben 14 anni fa durante i lavori di ristrutturazione del palazzo, ma i suddetti condomini si sono rifiutati di pagare i lavori e siamo rimasti con i ponteggi per due anni e senza tv. poi i ponteggi sono stati tolti (pagati dall'amministratore) e l'antenna centralizzata non è stata mai fatta. questi tizi non pagano mai le spese straordinarie e l'amministratore ha le mani legate perchè le normative che regolano i rapporti tra gli inquilini e quest'ente sono ingarbugliate e ogni volta che l'amministratore gli fa causa la perde.

in quale paese civile succedono queste cose???

Anonimo ha detto...

Questo tema è molto importante, ma spesso ignorato dalla maggior parte della popolazione. Mi aspetto molti commenti del tipo: "e mo pure colle antenne cellhai RFS?"

Roma avrebbe dei tetti splendidi con visuali ancor più mozzafiato se non fosse deturpata da questa obsoleta usanza.

L'antenna unica condominiale è la soluzione.

E' assurdo che una città che viene visitata perché (ritenuta ma non è certo più così) bella non vanga tutelata da chi chi dovere, anzi sembra si faccia di tutto per renderla orrenda ed invivibile ad ogni costo...il potere dei soldi.

Rolando ha detto...

La colpa a volte è della disonestà generalizzata.
Nel mio condominio anni fa realizzammo un impianto centralizzato proprio per ovviare alla bruttura della selva di antenne sul tetto.
Bene, alla fine dei lavori mi accorsi che le vecchie antenne non erano state rimosse dalla ditta che aveva fatto l'impianto... Quindi disonestà della ditta a cui si aggiunse la disonestà dell'amministratore che non aveva fatto rispettare il capitolato (o aveva fatto un capitolato incompleto), in ultimo la disonestà degli inquilini che hanno tollerato questa situazione senza fare nulla per risolverla. Ormai sono passati degli anni, l'amministratore è cambiato ed alla fine dovremo spendere altri soldi per rimuovere le antenne in eccedenza.

Anonimo ha detto...

L'antenna TV è quindi una buona vacca da mungere per far sborsare soldi altri soldi ai cittadini.... Ehhh glI impiantisti... Roma città pilota... Gli amministratori che devono sensibilizzare.... Bamboli, non c'è una lira!!! Perciò non rompere le scatole che di soldi non ce ne sono più. Ma poi è tutto grottesco! Fanno le domeniche ecologiche ed è pieno di roghi tossici. Pedonalizzano e ogni angolo si riempie di abusivi, e via discorrendo... Ora le antenne....

Anonimo ha detto...

Qui di mozzafiato ormai c'è un buon odore di monnezza bruciata ma. . le antenne ... Il decoro... La cacchetta dei cani. Che ovvoveee ..

Germy Cor ha detto...

Sky ha delle belle responsabilità in parabola selvaggia. Vi ho lavorato ed in effetti quando si scopriva che i potenziali clienti dovevano utilizzare gli impianti centralizzati, specie per il myskyhd, si tendeva ad incentivare l'acquisto della parabola singola per non avere problemi di frequenze ed incassare ancora più soldi con gli antennisti.

Anonimo ha detto...

Io ho mysky e antenna centralizzata!! Tutto funziona alla grande! E solo questione di condómini tirchioni!!!

Leibniz ha detto...

Le antenne sui tetti fanno parte del pacchetto "spazzatura" che costituisce la TV italiana. Antenne sui tetti significa ricezione via etere, anche a chi non paga il canone, con conseguente presenza di trasmissioni di scarsa qualità. Se la Tv arrivasse via cavo, a pagamento, come sarebbe giusto che sia, i programmi dovrebbero migliorare (non ti pago per vedere la spazzatura che trasmettono oggi, o almeno la tolgo dal mio pacchetto TV), e di conseguenza le antenne non esisterebbero. Comprese le parabole.

Anonimo ha detto...

Nun cjavete proprio un caxxo da pensare, la gente si consuma la testa per pensare come arrivare a fine mese e voi cosa state a pensare le caxxo di antenne! A terra ve da' fastidio tutto e sui tetti pure, ma volete vive nell'isola che nun c'è come Peter Pan. Poi la chicca sulle multe pesanti per le antenne, te mancava proprio RfS!
Mi sembrate esauriti, vi da' fastidio tutto!
Nun sapete piu' dove attaccarvi pur di far parlar di voi e pur di far fare commenti ( ma non e' che veramente si guadagna da questo blog ? ).

Anonimo ha detto...

Belle le foto. Se ci fosse qualcuno un po' sveglio a Roma ne potrebbe tirare fuori un libro. In posti dove trasformano la merda in oro, come New York, ne farebbero mostre al MoMA.

Anonimo ha detto...

Inventa aa cazzata che sò canceroggene...e in un anno nun ne vedi più una manco a pagalla oro...inventaje quarche eternittata ar telefonino bionico poi vedi....

Tramvinicyus

Anonimo ha detto...

"Nun cjavete proprio un caxxo da pensare, la gente si consuma la testa per pensare come arrivare a fine mese e voi cosa state a pensare le caxxo di antenne!"

ECCOLOOOOOO! E' ARRIVATOOOO!
Ahò! Ma embesce de penzà all'antenne perché nun pensate a li probblemi de laggente?
Mito.

Anonimo ha detto...

Risposta a Leibniz
In Nord america la tv arriva via cavo, pero` non e` meno spazzatura di quella italiana...anzi, ti diro`....
Anche a voler cambiar pacchetto , sempre spazzatura ti ritrovi. La cosa da fare e` farne a meno.

bat21 ha detto...

Le antenne sono un emblema della trascuratezza romana. Fate un giro sopra ai musei capitolini all altezza del ristorante e godetevi il panorama. Poi la presenza di gente che ironizza su questo blog sotto questo aspetto da la misura di come la città non sia proprio in grado di evolvere. Finche l urbe sarà salvata dall esterno (ovvero dalle regioni produttive) sarà cosi.

Anonimo ha detto...

Il sose non ha detto nulla in proposito, quindi va bene. E poi a Reggio Calabria ci sono piu' antenne pro capite che a Roma.

bat21 ha detto...

Lo so brucia sapere che i vigili romani sono molto meno efficienti degli altri e che potrebbero tagliare fondi a loro perché sovrafinanziati. ;)

Anonimo ha detto...

anche proponendo al condominio, in occasione della ristrutturazione dello stabile, l'eliminazione delle antenne e l'installazione di una condominiale, le risposte sono state "ma che ce frega delle antenne", "io vojo vede' telesgurgola e co' l'antenna condominiale nun se pija", "io c'ho 'a parabba de scai e nun la vojo leva'" ecc ecc. Il risultato è che il palazzo è pure caruccio, tutto rifatto, ma il tetto fa schifo e i fili penzoloni sono orrendi. Costava tanto di più dotarsi di un impianto unico? l'avrei pagato pure io che l'antenna non ce l'ho, ma almeno non avrei avuto tutti sti filacci (di cui uno è già mozzato) vicino alla finestra.
Ma i problemi so' sempre altri... mica potemo sta a testa alzata se per terra ce stanno le cacate dei cani.

Anonimo ha detto...

Tra lamentarsi motivatamente e frignare per partito preso ce ne corre...secondo alcuni se gli altri inquilini nn approvassero l'installazione di una parabolica centralizzata nn potrei guardare tv satellitare? Esiste una legge sulla libertà d'informazione come per altro riguardo la rimozione delle antenne esistenti che dev'essere specificamente autorizzata dal proprietario. Poi se la centralizzata nn si installa è colpa dell'inquilino che addirittura nn vuole pagare spese straordinarie che di fatto nn toccano a lui ma al proprietario. ..scandaloso!

Anonimo ha detto...

"secondo alcuni se gli altri inquilini nn approvassero l'installazione di una parabolica centralizzata nn potrei guardare tv satellitare? Esiste una legge sulla libertà d'informazione "


MWUAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAAHHAHAHAH
Ahòòò io aaa parabbola condomignale nun ve la pago perché scai maa messa aggratise surbarcone e A LEGGE SU A LIBBERTA DE INFORMAZZIONE me protegge ahòòòòòò!!!
Doppio mito.

Anonimo ha detto...

ormai i bimbiminkia de sto sito de merda non sanno più come fare per attirare l'attenzione. Facciamo una coleltta per assoldare due o tre hacker per buttarglielo giù? sostituiamolo che ne so, con megapussy, youporn...nzomma....
PS
Noto che ogni tanto salta fuori il buffone Vinicio....

Anonimo ha detto...

Risposta inappropriata e autoqualificante per te...complimenti. ahahaha

Anonimo ha detto...

vai bat proponi l'istallazione di street antenna per quelle in doppia fila i

Claudio Gori ha detto...

Le antenne centralizzate sono di base una buffonata:
1° ci sono pochi, pochissimi esperti in installazione di antenne, di improvvisati e pseudo tali ne trovi a kili e creano più danni che altro.
2° un impianto fatto a NORMA e regola d'arte COSTA e non parliamo di 20 euri a condomino.
3° le parabole, ognuno ha il diritto di puntare la propria dove + gli aggrada hot bird o astra indi per cui FUFA

Morale tante parole inutili intorno ad un problema che soluzione non ha.

Anonimo ha detto...

Alla fine degli anni settanta nel palazzo dove abitavo c'era l'antenna centralizzata. Erano però gli anni in cui le tv private nascevano da tutte le parti e trasmettevano da direzioni diverse. Così tra chi voleva vedere telefrattochie perché ci lavorava un parente, chi tvfestadipiazza perché l'avevano ripreso durante la sagra dello zampone e chi videospogliarello perché finalmente dopo la bigotta censura borghese della tv di stato la c'era una scelta libera e rivoluzionaria in campo sessuale nascevano lotte all'ultimo sangue nelle riunioni di condominio. Non mi sono mai divertito tanto come in quel periodo.

Luca ha detto...

In quasi tutte le altre,città d'Europa, dove abito o ho abitato, sono 50 anni che c'è la tv via cavo, e 'sta porcheria sarebbe impensabile anche nelle periferie più degradate. Ho un appartamento a Roma, all'ultimo piano, in un condominio dotato di centralizzata. Ebbene i fili delle antenne mi passano davanti alle finestre. Visto che l'amministratore tace fra un po' taglio tutto, e continuerò a tagliare se insistono. Alla maleducazione non si può che rispondere così.

ShareThis