Rovistatori, topi, sversamenti abusivi anche davanti alle telecamere accese. Striscia la Notizia documenta lo scandalo rifiuti a Roma

14 novembre 2014

Anche qui per i nostri lettori assolutamente nulla di nuovo. Ma comunque importante e significativo che alcuni temi che fino a ieri sono stati "di nicchia" confinati per mesi e mesi sulle pagine di questo blog ora siano finalmente una questione nazionale. Guardate con attenzione il video e ci vedete tutte le questioni che ogni giorno animano più che questo blog, la nostra pagina Facebook. Per fortuna le nostre continue denunce sono arrivate alla grande stampa nazionale. È un ulteriore passo verso la loro soluzione che però può avvenire solo quando chi amministra deciderà di risolvere i problemi. Nella fattispecie con l'eliminazione dei cassonetti e l'implementazione di un porta a porta spinto in tutta la città.

31 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

ieri hanno votato i cassonetti nella mia zona dopo molteplici sollecitazioni, cosa e' successo????? LA MONNEZZA STA TUTTA PER TERRA PERCHE' GLI ZINGARI LA TIRANO FUORI DAI CASSONETTI PER LASCIARLA NEI CAMPI ROM a contatto con le periferie: Consiglio agli zingari di andare a rovistare in via santa chiara dove abita il si ndaco e buttare tutta la monnezza dentro la panda rossa parcheggiata in sosta vietata. Ma come si puo' comportare il popolo se il comandante da questo esempio???????

Anonimo ha detto...

Triste, ma mi sorprende tutto questo attivismo contro Marino, evidentemente ha pestato i piedi a troppe persone...forse qualcuno ha detto a Mediaset (Berlusca) di dare un contributo per farlo fuori.....chissa' da dove sara' partito l'ordine (dov'e' la sede del PD?)

Anonimo ha detto...

Ti sorprende l'attivismo contro Marino??? Di' la verità: non vivi a Roma o sei uno dei "privilegiati" che ha da guadagnare con questa amministrazione

Anonimo ha detto...

Nella mia città hanno fatto il "porta a porta spinto" come volete voi. Con tanto di cassonetti mobili (Igenio) che si spostano durante il giorno nei vari quartieri e accessibili solo con chiave elettronica, consegnata previa attestazione di regolarità di pagamento della TARI.

Risultato: chi non paga dissemina di sacchetti di spazzatura marciapiedi, cestini dei parchi, argini dei fossi, strade. In media un cassonetto al giorno (nonostante abbiano sopra una webcam che li videosorveglia) viene scassinato forzando l'apertura senza avere la chiave.

90% dei civilissimi cittadini che fanno questo sono IMMIGRATI (e non lo dico perchè leghista razzista, basta vedere nel loro quartiere quante montagne di spazzatura lasciata abbandonata ci sono, confrontandole con quelle dei quartieri a prevalenza italiana)

Anonimo ha detto...

Si può pestare i piedi ai poteri forti, o più semplicemente i piedi si pestano involontariamente a tutti, deboli e forti, per assoluta incapacità ci amministrare.

Anonimo ha detto...

so i programmi come striscia a notizia e i siti webbe come RFS, GRILLO ECC. che ce sarveranno dar degrato!
io ce credo!
W Sirvio
W Grillo
W Tonelli
W I NOSTRI JEDI CHE COMBATTONO ER LATO SCURO DA FORZA!

Anonimo ha detto...

Allora? gli zingari rovistano perché nessuno gli dice niente, i bravi cittadini romani prima parcheggiano in doppia fila davanti al cassonetto, poi la mattina, trovandolo non svuotato, lasciano il sacchetto per terra, poi ci sono quelli che scaricano il vecchio frigorifero in strada, nonostante il servizio GRATUITO di ritiro dell'Ama, e il problema qual'é?
La Panda di Marino.
Il buon vecchio Totò avrebbe detto "ma mi faccia il piacere!"
Una nota sul servizio di striscia. Si possono mostrare impunemente le facce di poveracci e sbandati che frugano nella spazzatura, ma non quelle di due bravi cittadini che sporcano la città. La privacy o vale sempre o non vale mai.
Spero che i vigili urbani richiedano il filmato originale e li denuncino quei due citadini modello.

n@po ha detto...

Lo dissi già in tempi non sospetti. Se non cambia radicalmente la situazione, Roma farà una brutta fine!

Anonimo ha detto...

Quelle persone che rovistano sono "falsi poveri", dato che spesso quei personaggi occultano ricchezze in conti bancari, magari con centinaia di migliaia di euro.

Se poi utilizzaste anche a Roma, cassenetti sigillati con conferimento solo tramite apertura di una calotta con chiave magnetica, non ci sarebbero più "rovistanti". Cassonetti come questi: http://www.vallesabbianews.it/files/magazine/img/130916Cassonetti_a_calotta.jpg
Funzionamento: http://www.comune.mirano.ve.it/vivere/ambiente/usocalotta.jpg

Per altro così si paga unicamente il consumo effettivo e non quello presunto! Poi abbandonare in strada rifiuti speciali e ingombranti è il massimo dell'inciviltà e di degrado!
A Roma ormai c'è sotto-cultura!

Anonimo ha detto...

Ao domani ce sta sta a MARCIA SU ROMA nun mancate, ce sta pure RfS - VBR ( VOLEMESE BENE ROMA ) e GAMBERO ROSSO - ARTRIBUNE !

Anonimo ha detto...

Me sa cmq che vengono pure quelli de UBBER!
In caso se ve serve pe anna' ar corte usate er codice nostro che armeno ce famo du spicci pe le spese legali (nsia mai sti cani ce querelano come mosche)

Anonimo ha detto...

precisazione sul servizio di ritiro gratuito al piano abitazione tanto pubblicizzato dall'ama: sappiate che se volete far ritirare una vasca in ghisa (inclusa nell'elenco degli oggetti "ritirabili") dovete prima romperla in piu' pezzi... facile no?

Anonimo ha detto...

Mah, in alcuni quartieri di Roma hanno messo i cassonetti interrati , che risolverebbero alcuni problemi, come ad esempio quello del rovistaggio. E infatti lo risolvevano questo problema finche' qualche IDIOTA non li ha bloccati ( parlo di quelli sotto casa mia ) buttando delle tavole di legno di tre metri dentro la feritoia. Roba da matti , sporgevano di un metro dalla feritoia, quindi hanno rimesso i cassonetti normali a 50 metri, sulla strada principale. Ora per riparare quelli a scomparsa abbiamo dovuto attendere dei MESI durante i quali CIVILISSIMI abitanti del quartiere , pur di non fare 50 metri ( dico 50 ma saranno di meno ) hanno continuato a buttare schifezze ACCANTO i cassonetti bloccati.

Combattere con 'sti soggetti e' una battaglia persa finche' non ci sara' controllo ! Purtroppo con questa gente oltre all'educazione ci vuole il controllo e la repressione, altrimenti hanno ragione loro, siamo noi i coglioni.

Anonimo ha detto...

@anonimo 6:39

Si ok, ma per certi rifiuti e' chiaro non si puo' contare direttamente sull' AMA. Una vasca di ghisa pesa 3 quintali, e' chiaro che per smaltirla , come minimo, serve un po' di cooperazione, magari si chiama un fabbro per farla a pezzi. Altrimenti quale sarebbe la soluzione ? Buttarla dalla finestra in direzione del cassonetto piu' vicino ? Io ho dovuto smaltire la vecchia cucina ( mobili e elettrodomestici ) ho smontato tutto e l'ho portato all'isola ecologica e se lo sono preso gratis. Non ho pensato di "arredare" i cassonetti come quei coglioni del video ...

Anonimo ha detto...

Il problema è Marino che mi sembra si sia preso troppo a cuore i come voi li chiamate MAGHINARI e abbia trascurato l'immondizia e i sorci rovistatori!
Il problema è Marino perchè ancora non prende seri provvedimenti contro le MERDE che buttano frigoriferi ,divani,letti etc etc vicino ai cassonetti....il problema è Marino perchè è il primo MAGHINARO con la macchina parcheggiata al centro in divieto di sosta...perchè non parcheggia in qualche garage interrato?????

Anonimo ha detto...

http://difesaesquilino.blogspot.it/?m=1

Domani manifestazione di più di sessanta comitati di quartiere dalla periferia al centro per protestare contro il degrado e l'illegalità che stanno devastando Roma.
Partenza da piazza dell'esquilino alle 10.

Anonimo ha detto...

"Londra è peggio " (cit.)

bat21 ha detto...

Ecco questa testimonianza e' agghiacciante. Altro che Rom...

Anonimo ha detto...

ma chi è che butta il ferro il piombo e il rame dentro i cassonetti?

Anonimo ha detto...

marni non è peggio degli altri sindaci che haavuto roma anzi;
giusto i trogloditi che non apprezzano le pedonalizzazioni non lo aprrezzano

Anonimo ha detto...

La destra si è sempre rivelata un immane cancro per Roma. La Meloni stasera da Mentana non ha mosso un dito nei 5 anni di vuoto cosmico di Alemanno, purtroppo l'ex sindaco qualcosa ha fatto, ha appoggiato tutto il peggior malcostume la corruttela e ogni forma di abusivismo. Oggi che la nuova giunta cerca di sanare una situazione della città disperata, si rifanno vivi gli augello le meloni i borghezio ad avvelenare i pozzi, ad approfittare delle guerre tra poveri. Non anonimo

Anonimo ha detto...

il dato che emerge è che non c'e' un solo romano che butta le cose come andrebbero buttate... la colpa non e' dell'ama o del povero, che per assurdo recupera ciò che non deve andar ein discarica alla cazzo...

Anonimo ha detto...

Oh complimenti per il corteo...
siete in 15.

Anonimo ha detto...

Signor Tonelli bello il suo sermone sulla cartellonistica e alla partecipazione alla manifestazione essendo partecipi all'illegalita' della cartellonistica che la sponsorizza.
Oggi passeggiado ho visto nel mio quartiere la cartellonistica che sponsorizzava la Marcia su Roma, che oggi si è svolta, di cui lei e' promotore.
Quindi anche lei sponsorizzando e forse partecipando alla manifestazione e' stato partecipe dell'illegalita' relativa della cartellonistica abusiva che pubblicizzata la manifestazione!
Signor Tonelli lei predica ma a quanto pare non si comporta diversamente da quelli che lei chiama abusivi!
Chissa' quante altre cose si potrebbero scoprire su di lei oltre a quelle forse gia' chiare tipo Uber.

Anonimo ha detto...

Anonimo 2.44AM il povero recupera per poi fare i roghi dei relativi rifiuti! Che mi auguro tu possa respirare bene bene una volta per tutte!!

MACHNO ha detto...

Precisare un paio di cose: è chiaramente falsa l'idea che il servizio vuol far passare riguardo alla ricerca di cibo nei cassonetti. Ciò che viene ricercato sono i metalli e sappiamo tutti cosa determina tutto ciò. I roghi e la malavita sono un corollario che va combattuto strenuamente. Ma la stessa lotta va condotta contro tutti quelli che ritengono i cassonetti dei luoghi dove abbandonare qualsiasi cosa. Perché questo viene fatto nonostante esista un servizio che permette gratuitamente di disfarsi dei materiali ingombranti? Credo che vi sia un problema nella comunicazione di questo servizio per cui le persone non sono adeguatamente informate. Ma oltre a questo ritengo che la stragrande maggioranza delle persone se ne frega completamente dei beni comuni che vengono considerati come dei non luoghi, quasi dei buchi neri che possono assorbire tutto lo schifo che possiamo produrre. Ma i beni comuni non sono un buco nero e lo schifo rimane. Si fa presto dal gettare una sigaretta in terra a mollare un frigorifero per strada.
E quando si fa notare lo schifo si viene attaccati come se si stia ledendo un diritto inattaccabile: farsi i cazzi propri con strafottenza e arroganza.

Anonimo ha detto...

Gli ultimi che buttano il materasso dall'accento sono evidentemente due zingari... I primi schifosi sono i ROMani

Anonimo ha detto...

Vi invito a visionare http://foridarsecchio.tumblr.com/

Anonimo ha detto...

Il problema dell'immigrazione e della povertà diffusa e racket collegati esiste e non ha nessun senso negarlo. Però è ipocrita addossare ogni colpa del degrado a questi fattori, quando il primo in assoluto è l'inciviltà e l'accidia dei romani, sempre pronti a farsi gli affari propri a scapito della collettività, con sosta selvaggia e mancanza totale di rispetto per la bellezza della propria città. Gente che nel 2014 ancora non fa la differenziata, butta di tutto nei cassonetti perchè non gli va di andare all'ama. Vergogna.

Lorik ha detto...

uh ma guarda un po'...non è normale...se ne stanno accorgendo adesso quindi tra una ventinna di anni sarà approvata una legge inutile perché già obsoleta che sarà aggirata nel giro di 3 minuti

Lorik ha detto...

fantastico il romanaro: "te chi caazo sei?? pija sto carello e annamo" è esattamente a causa sua se roma oggi è così...

ShareThis